Febbraio 2017
  Scarica il file .pdf del numero della Rivista Febbraio 2017  
  Archivio riviste    
La nuova Polizia di Stato assorbirà la Penitenziaria per manifesta incapacità gestionale


Polizia Penitenziaria - La nuova Polizia di Stato assorbirà la Penitenziaria per manifesta incapacità gestionale

Notizia del 21/07/2014

in Attualita

(Letto 20375 volte)

Scritto da: Miguel Cervantes

 Stampa questo articolo     Leggi i Commenti Commenti dei lettori


L’Europa e le sue raccomandazioni, con le sue procedure d’infrazione, con le sue sentenze e le sue condizioni, è entrata a gamba tesa su un sistema penitenziario, il nostro, che sicuramente da anni non corrisponde più ai parametri penitenziari e alle indicazioni provenienti dall’Europa.

Per tanti anni i nostri governi che si sono succeduti hanno adottato una politica del “tutti dentro” anche per calmare le tensioni provenienti da certo elettorato; hanno trascurato l’edilizia carceraria salvo tuffarsi come mosche sul miele durante il periodo delle c.d. “carceri d’oro”, costruite a suon di tangenti e che adesso fanno mostra di se come tante “cacate” di pecora su un prato. Tante piccole cattedrali nel deserto lasciate all’incuria degli agenti atmosferici ed in balia dei vandali. Non hanno saputo riformare il sistema penale e delle sanzioni alternative. Non hanno saputo deflazionare il numero dei detenuti ammassati in celle come sardine, fino all’arrivo di un tal Torreggiani, ladro di TIR che presentatosi da solo, senza avvocato riesce a fare un c…. così all’Italia; un detenuto che da solo mette in crisi un’intero sistema.

I nostri politici si dovrebbero vergognare anzi di apparire ancora in TV e pontificare sulla situazione delle carceri italiane. Si dovrebbero vergognare di aver bloccato l’assegno di funzione e i compensi derivanti dalle promozioni alle forze di polizia e poi di aver stanziato 20 milioni di euro per risarcire i detenuti o meglio coloro che dovessero passare un periodo di detenzione in condizioni disumane o per dirla con un esempio qualora un detenuto dovesse passare un periodo di carcerazione in una cella di 12 mq con 6 – 7 detenuti e quindi al di sotto della soglia minima vitale stabilita in 3 mq a testa, ha diritto ad un risarcimento pari a 8 euro al giorno per ogni giorno di disumanità!!

Vergognatevi politici che avete abbandonato il sistema carcere, le forze di polizia al loro destino , sempre impegnati in sterili dibattiti sulla legalità mentre altri politici, alti manager altrove facevano incetta di tangenti miliardarie sul MOSE e altre porcherie del genere.

L’Europa ha stravolto il nostro modo di lavorare, imponendoci metodi e cultura che non ci appartengono. I poliziotti penitenziari oggi sono ostaggio di una politica che più che essere “pro detenuto” è “contro la Polizia Penitenziaria” che da qui a qualche anno vedrà annullata la propria storia, le proprie tradizioni venendo inglobata, probabilmente, nella Polizia di Stato, diventandone una specializzazione, senza chiedersi minimamente se sia compatibile con la propria funzione rieducativa il fatto di essere, di far parte, allo stesso tempo di un Corpo di Polizia unico che svolge la duplice funzione di “carnefice e rieducatore”.

 

 


Scritto da: Miguel Cervantes
(Leggi tutti gli articoli di Miguel Cervantes)






 

Ultime Notizie Le ultime foto pubblicate
Arrestato Agente penitenziario: fornì telefono a un detenuto che gestiva la prostituzione della sorella e della compagna dal carcere di Frosinone
Agente penitenziario di Frosinone agli arresti domiciliari per corruzione: operazione ancora in corso, ci sarebbero altri Poliziotti coinvolti
Giornata della legalità: nel carcere di Arienzo i detenuti leggono i nomi di tutte le vittime di mafia e minuto di raccoglimento per Don Peppino Diana
Detenuto girava video dal carcere: arrestato con arsenale in casa, torna ai domiciliari con il braccialetto elettronico
Delega al Governo per dare Skype anche ai mafiosi? Insorge l''Associazione Vittime del Dovere
Tentata evasione dal carcere di Ivrea: detenuto fermato prima che arrivasse al muro di cinta
Detenuto ricoverato, esponente di spicco di un clan di Messina, libero di girare per l''ospedale di Parma
Qui comandiamo noi: detenuti aggrediscono con bastoni i Poliziotti penitenziari del carcere modello di Bollate


La Polizia Penitenziaria in una foto", il primo album fotografico della Polizia Penitenziaria creato dagli appartenenti alla Polizia Penitenziaria stessa!

 Foto della Polizia Penitenziaria Inviaci le tue!

Più di 1.300 ricevute in un anno!

 


Commenti Commenti dei lettori

n. 59


basta parlare continuamente il sappe e forte e ci puo aiutare a cambiare , ecco come bisogna cambiare , e pagarci di piu' visto che 8 ore chiusi in un carcere per fare da assistente ai detenuti un compito che dovrebbero fare gli educatori la polizia fuori dal carcere, la polizia penitenziaria fuori dal carcere per il controllo dell'area perimetrale del carcere e eventualmente , intervento per la repressione del crimine, ecco la nuova polizia penitenziaria Dott. Capece noi tutti vogliamo essere accorpati con la polizia di stato, ora basta a stare chiusi nelle carceri diamo una svolta a questo corpo, e li finalmente ci sara' qualcuno che ci comandera, e ci rispettera' i nuovi commissari fanno solo rapporti disciplinari ecco poi che succede il persona le va in tensione e poi avvengono gli episodi di suicidio, controllare di piu i nuovi commissari , entrare a far parte della polizia di stato, in modo che le nostre divise non saranno fabricate da una societa 'rumena

Di  simone  (inviato il 13/03/2017 @ 21:17:50)


n. 58


PER RICO MASSIMO CIAO SONO SIMONE GRAZIE PER LA RISPOSTA MA BISOGNA CAPIRE CHE SPESSO QUANDO ACCADE QUALCOSA PER LA STRADA IO STESSO SONO INTERVENUTO E LA SIGNORA DICEVA MA VOI NON POTETE ARRESTARE NESSUNO PERCHE NON E IL VOSTRO COMPITO, ECCO PERCHE BISOGNA CHE IL NOSTRO COMPITO SIA ELIMINATO DALLA DIVISA CON LA SCRITTA SOLO POLIZIA E BASTA, VOI SAPETE QUANTE CAUSE SONO STATE FATTE PERCHE CERTE PERSONE SULLA STRADA NON RICONOSCEVANO COME POLIZIA LA POLIZIA PENITENZIARIA, VIA AL CAMBIAMENTO DELLA DIVISA MA DA SUBITO

Di  simone  (inviato il 12/03/2017 @ 13:36:20)


n. 57


Dal mio punto di vista si dovrebbe ritornare al nostro vecchio motto Vigilando Redimere, tutto il resto sono s*****ate soprattutto la vigilanza dinamica questa è stata la ciliegina sulla torta per distruggere il Corpo di Polizia Penitenziaria.
Per lor signori grandi pensatori e cultori di società moderne se non si crea lavoro non si riffa nulla.
Nella mia piccola visone nel vedere il mondo in pace vi ricordo con una aneddoto che sé il lupo scende a valla dai monti quando c'è la neve pur sapendo di andar incontro alla morte, questi è spinto dallo stato di necessità perché a da mangia.
Con questo vogli farvi capire che le società democratiche vivono in pace solo quando non manca il lavoro per tutti.
Cordiali Saluti Crispino da Napoli

Di  Rosario  (inviato il 12/03/2017 @ 13:07:37)


n. 56


Caro Miguel Cervantes! I colleghi credo siano felici di passare sotto la Direzione del Dipartimento di P.S. stando così le cose.- Ma di quale "FUNZIONE RIEDUCATIVA" parli!! Ti sottolineo che i colleghi sono dei POLIZIOTTI, e pagati per tali, non degli assistenti sociali o psicologi.-
Inoltre, non è possibile che un "civile" quale il Direttore del carcere debba essere superiore gerarchico del Funzionario di Polizia che a sua volta, comanda i poliziotti addetti alla sorveglianza... ti rendi conto che c'è qualcosa che non va!! Eppoi, Lo dice proprio la Raccomandazione fatta dal Consiglio D'Europa che i detenuti durante la loro detenzione non devono essere a contatto con Esercito o Polizia.- La verità sta nel fatto che, la Politica Nazionale e Internazionale, come dici tu, ha abbandonato il personale di Polizia tutto, e, ipocritamente, accampa scuse sul diritto internazionale è fondamentale dell'uomo.- Ma anche chi lavora in questi ambienti ha il diritto di essere trattato con umanità e sopratutto di non essere aggredito un giorno si e l'altro pure, del folto popolo di detenuti, sopratutto stranieri.- No amico mio, non ne vale la pena, meno che mai per 1500 euro al mese!! Allora bene fanno ad assumere personale ad hoc, da far stare a contatto con questi SIGNORI del bon ton.- D'altronde il poliziotto deve far rispettare le leggi, tutte, anche quelle all'interno le sezioni detentive!

Segretario Regionale UGL polizia di Stato Sicilia

Di  Marco Governara  (inviato il 11/03/2017 @ 19:24:17)


n. 55


FORSE NON SI E ANCORA CAPITO CHE LA POLIZIA PENITENZIARIA DEVE PASSARE CON LA POLIZIA DI STATO, PER DARE UN SENSO AD UN LAVORO DI POLIZIA CHE OGGI LIMITA LA LIBERTA' PERSONALE DELLE PERSONE CON UN SERVIZIO CHIAMATO COSTITUZIONALE MA CHE DOVREBBERO FARE I PSICOLOGI NEI CARCERI E LA POLIZIA PENITENZIARIA DOVREBBE ESSERE UNA POLIZIA DI STATO E NON PENITENZIARIA UNA POLIZIA CHE DEVE AVERE SULLA SUA DIVISA IL COMPITO CHE SVOLGE, UNA POLIZIA CHE NON ESISTE E MAGARI QUALCHE SINDACATUCCIO NON INTENDE PASSARE CON LA POLIZIA PERCHE INTENDE RIMANERE CON QUALCHE SANTO PROTETTORE, CHE OGGI LO PROTEGGE PASSARE CON LA POLIZIA DI STATO SIGNIFICA ESSERE PIU CONSIDERATI COME POLIZIA , EFFETTUARE PIU COMPITI DI POLIZIA E NE I CARCERI CI DEVONO STARE GLI EDUCATORI CHE SEMBRANO GLI SNOB QUANDO CI VEDONO A LAVORO BISOGNA MUOVERCI E PASSARE SUBITO CON LA POLIZIA DI STATO CAMBIARE LE DIVISE SUBITO ANCORA OGGI, LA POLIZIA PENITENZIARIA DEVE SEMPRE SPIEGARE CHE POLIZIA E MUOVIAMOCI

Di  simone  (inviato il 24/02/2017 @ 22:16:50)


n. 54


Tante chiacchiere e niente si muove ci sono molti punti a nostro favore e il contatto con il cittadino che non capisce chi siamo così siamo la polizia che non esiste nessuno sa chi siamo la polizia penitenziaria non a i meriti di 30 anni di galera fatta chiuso in un carcere diventando più carcerato dei detenuti e la libertà del fisico è importante e non ha prezzo uno stipendio di chi alla fine si è fatto la galera a pagamento è giusto essere assorbito dalla polizia di stato perché siamo un corpo di polizia e la restrizione negli ambienti detentivi oggi non serve bisogna aiutare uno stato che ha bisogno di sicurezza del cittadino ecco che uno stipendio deve essere pagato a chi fa il poliziotto

Di  Simone  (inviato il 18/02/2017 @ 08:41:45)


n. 53


infatti il gap prodotto da dal blocco stipendiale non lo abbiamo pagato solo in questi anni ,ma cè lo porteremo in eredità sull'importo della pensione ,che già si è ridotta a causa del nuovo metodo di calcolo aggiungiamoci pure il blocco !!!!!!!!!
un abbraccio a tutti i miei colleghi

Di  Anonimo  (inviato il 05/03/2015 @ 15:33:27)


n. 52


carissimo frank , simone in linea di massima non ha tutti i torti,magari si espresso nella sezione sbagliata come dici tu oppure ha esasperato un pochino , ma se analizzi bene il suo scritto ti accorgi che non si sbaglia, infatti se si considera il il mancato rinnovo contrattuale,il mancato attribuzione dell'assegno funzionale per diversi anni ecc.ecc. ti accorgi che sono somme che vengono a mancare sul monte capitale pensionistico ,specialmente chi si trova nel sistema misto e/o contributivo, di fatto a parità di anni di lavoro c'è di fondo un disuguaglianza economica tra chi è andato in pensione con il vecchio sistema e chi dovrà accedere con il nuovo .
un abbraccio a tutti senza nessuna polemica .

Di  Anonimo  (inviato il 04/03/2015 @ 20:02:06)


n. 51


CARO FRANK O COME TI CHIAMI ,CREDIMI QUELLO CHE HO VISTO IN QUESTI GLORIOSI ANNI DI SERVIZIO, SERVIREBBERO DI MONITO PER FARCAPIRE ANCHE SE SO CHE AVETE CAPITO, CHE LA SITUAZIONE MIA ,LA TUA CARO FRENKE DOPO ANNI DI SERVIZIO NON E TOLLERABILE ACCETTARE CHE IL SISTEMA PENSIONISTICO CI LASCI CON UNA PENSIONE MISERA, IO NON SO TU QUANTI ANNI HAI DI SERVIZIO, MA SE NEL 2019 SEI ANCORA IN SERVIZIO CRISSIMO FREANK STIAMO NELLA STESSA BARCA PIANO PIANO DAL 75% FREANK VAI A FINIRE AL 50% OPPURE LA PENSIONE CE LA SOGNIAMO, NON E FUORI POSTO QUEL CHE DICO, E NON SO TU CHI SEI MA SAPPI CHE SE NESSUNO SI MUOVE, RISCHIAMO CHE I SACRIFICI , LE PAURE, I RISCHI CHE ABBIAMO VISSUTO NELLE CARCERI , ANCHE DI PRENDERCI INFARTI, PER QUELLO CHE HO VISTO NELLE RIVOLTE, NELLE SOMMOSSE, MEGLIO CHE NON TE LO RACCONTO, QUEL CHE SCRIVO NON E RABBIA E CHIEDERE UN DIRITTO CHE CI TOCCA CARISSIMO fRANCK IO STO DIVENTANDO VECCHIO, E PENSO CHE BISOGNA MUOVERCI ORA PRIMA CHE IL PALAZZO CI CADA ADDOSSO NON FARNE CRITICA DI QUELLO CHE HO SCRITTO, MA FANNE TESORO PERCHE SIAMO DEI FRATELLI IO E TE, CHE HANNO SETE DI SAPERE E IL NOSTRO FUTURO COME SARA , FORSE HAI RAGGIONE NE STO PARLANDO TANTO , FRANK SPERO TU CAPISCA UN SALUTO SIMONE

Di  simone  (inviato il 25/02/2015 @ 12:14:54)


n. 50


@ Simone: Caro collega,io non ho nulla contro le cose che dici,però credo che tu ti renda conto che in questo blog stai commentando argomenti fuori post!Capisco la rabbia che hai accumulato in questi anni di servizio,non so quanti ne possa avere,però quando si scrive o si partecipa in un forum,bisogna capire quando si va a spalmare troppo(termine da forum) e specialmente lasciare che gli argomenti trattati vengano portati a tema, dalla redazione o chi per sia ha aperto,perchè se no qui,senza offesa,solo a leggere le tue opinioni,tra l'altro interessanti sicuramente,ma solo su altri temi sociali,alla fine lascia solo disinteressamento.Grazie

Di  Frank  (inviato il 24/02/2015 @ 12:05:22)


n. 49


lettera ipotetica da voler mandare al presidente del consiglio da parte di tutto il personale di polizia penitenziaria: Esimio sig presidente del consiglio tutto il personale di polizia dello stato, chiede verifica sulle questione pensioni, e in riferimento del fatto che l'abbassamento verra mano mano da oggi verra tolto il 75% e andando avanti dsi abbassera sempre più la pensione, in riferimento dei governi che verranno, non e possibile che noi della polizia penitenziaria che e stata nelle carceri a fare servizio dopo 40 anni e 61 anni di eta anagrafica si debba ritrovare con una pensione di un pugno di mosche in mano, e una cosa grave e giusto che dopo anni per aver prestato servizio non si debba inserire, il sistema di come andarci in pensione con la contributiva, o la retributiva, dopo 30 anni di servizio bisogna percepire minimo di 1.700 euro e palese che dopo 34 anni bisogna prendere quelle 200 euro in più ma questo deve essere garantito per tutti, e non abbassare col percento la pensione non e giusto, il dipendente se vuole andarsene via de poter scegliere lui quando andare in pensione ma sempre dopo i 30 anni di servizio, ora tutti questi sistemi ci fanno correre il rischio che non prenderemo un euro di pensione, ci rendiamo conto dopo anni di servizio buttati dentro le sezioni detentive, sottoposti ad ogni rischio, infezioni, bisogna che il nostro sindacato SAPPE interagisca al fine che il nostro lavoro diventi usurante, e poi includere il passaggio a vicesovrintendente per esamino nel carcere di appartenenza un po come chi ne ha beneficiato sono i vecchi UPG quello era un buon sistema che non godeva della mobilita, a 40 anni di servizio muovi il personale e lo mandi in altra sede no questo non e rispettoso verso chi ha dato e da tanto per questa amministrazione che avra un futuro roseo

Di  simone  (inviato il 24/02/2015 @ 10:37:08)


n. 48


Basta parole chi ci rappresenta come il Sindacato SAPPE quale sappiamo le sue potenzialità, i tesserati vogliono vedere i fatti e non parole, iniziamo da quello che ci spetta, la pensione e un diritto acquisito, per gli anni maturati per ricevere una congrua pensione per affrontare una buona vecchiaia, ora se lo stato sul sistema pensionistico vuole scherzare noi non siamo d'accordo, perché non e possibile che quelli che non hanno 35 anni di servizio ad oggi avranno un futuro pensionistico misero, dopo anni di essere stati chiusi in servizio nelle carceri, esposti a malattie, stress, paure da infarto, vedendo cose che altri oggi non sanno neache che esiste la paura, di essere aggredito, sputato in faccia da un tossico, che se hai la fortuna che non prende gli occhi ti salvi se no prendi ADS, allora parliamo col Sig Renzi quale e andato da annunziata che stesso lui stava lasciando la presidenza del consiglio, perché credeva di non farcela e stesso annunziata gli diceva quale e stata la cosa che le ha fatto continuare," il paese" deve cambiare" io ora mi chiede cambiare come famiglie che con lo stipendio non ce la fanno ad arrivare a fine mese, pensioni ridotte di poveri anziani che non ce la fanno a pagarsi l'affitto di casa, e noi come tutti gli altri corpi di polizia stiamo zitti ignorando le conseguenze di un futuro pensionistico ridotto sempre più, il SAPPE deve provvedere al fine di trovare l'escamotage per l'adeguamento ad un sistema pensionistico per la polizia penitenziaria senza i sistemi retributivi contributivi abbassamento del 75 quest'anno e poi in futuro, bisogna assicurare la pensione, e poi un domani bisognera patire una pensione minima e poi , un giorno aprendo un giornale devo vedere Renzi che sta con la tuta da sci , da 2000 euro che ci ride in faccia no questo non e possibile e non si puo accettare bisogna che il SAPPE e gli altri sindacati di polizia si manifesti

Di  simone  (inviato il 23/02/2015 @ 09:56:31)


n. 47


pensiamo al futuro colleghi facciamo in modo che il sindacato SAPPE provveda da questi messaggi arrivino a chi per anni ci ha rappresentato, se questo governo continuera ad esistere il sistema pensioni quando andremo in pensione non vedremo un euro, intanto teniamo gli arretrati del contratto da 6 anni dove sono questi soldi, gli assegni di funzione quando verranno caricati , signori noi stiamo in galera con i detenuti, e quello che ci devono pagare ce lo devono pagare, come vi ho detto, un politico non conosce la storia d'italia e fa il politico, noi lavoriamo in galera e non teniamo un futuro pensionistico che dite vogliamo fare che il sappe intervenga basta parlare

Di  simone  (inviato il 22/02/2015 @ 20:51:42)


n. 46


parliamo di pensioni gli anziani, che sono giovani di eta di servizio, e anagrafica goderanno di una pensione al 75% e più avanti si andra e la pensione scendera al 50% secondo voi e giusto che per 35 anni di servizio non avremo neanche la forza di poterci sostenere per la vecchiaia, questo e fare sindacato, occuparsi di questo andare dal Sig Renzi ,che deve includere il nostro lavoro come lavoro usurante , e comunque non possiamo starcene zitti, questo e parlare, bisogna riportare il fatto che dopo alcuni anni bisogna fare un corso in sede, e passare al ruolo di Sovrintendente, per fare in modo che lo stato cosi non penalizzi sempre chi ha un ruolo inferiore come quello di assistente Capo, bisogna che i sindacati facciano la loro parte per garantire un futuro al nostro corpo con una pensione adeguata, basta parlare parlare parlare, si andra a finire che la pensione che prenderemo sara misera, e che senso poi avra arrivare al massimo della pensione se ci arriveremo, molti spesso ci lasciano prima, e allora un sindacato che si rispetti , deve manifestare al fine di garantire questo , io ho fatto 40 anni di servizio devo avere una pensione congrua, e poi per la tv dobbiamo sapere che un politico prende 150 mila euro al mese, perché non muoversi e fare una lotta che dopo tanti sacrifici bisogna avere una pensione buona, e se dal 75% si dovesse scendere sempre di più la fine che faremo sara quella di separarci con le mogli, e andare nei dormitori pubblici e giusto secondo voi ,e allora muoviamoci , noi forza di polizia andiamo da chi fa questo, più il tempo passa e sui nostri sacrifici gli altri ci ridono dietro sveglia sveglia

Di  simone  (inviato il 22/02/2015 @ 20:36:36)


n. 45


In risposta al post. N.14
Il più sensato che potevo leggere.
Rimanere dove siamo? Forse l'unica soluzione meno indolore per tutti noi, si...ma con i direttori OUT! e qualche direzione generale soppressa e via via poltrone da buttare per sempre al macero. Lo stesso macero che oggi puzza di becero ed inqualificabile, per ciò che fanno e CI FANNO.
Rimango ancorato saldamente alla nostra storia, bella o brutta che sia, ma mai più considerati figli di nessuno o peggio fare parte di una famiglia allargata che ci accoglierebbe (NON CREDO PROPRIO) per via di una Leggina fatta in fretta e furia per risparmiare. Sarebbe fin troppo mortificante, un duro colpo al cuore insanabile.
Immagino già i paragoni, le vessazioni, i sorrisini, da parte di coloro che sono considerati già all'origine dall'opinione pubblica poliziotti.
Motivo per cui...ognuno con la sua storia, ALLINEATI E COPERTI!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
Ma pensate veramente che gli altri sono messi meglio di noi?
Come dicono a Napoli...stann puzzanne e famme pure issi!!!


Di  Rosario  (inviato il 15/02/2015 @ 11:11:33)


n. 44


Simone non prenderla più di tanto. Capisco quale sia il tuo stato d'animo, lo è anche il mio in parte, ma in questi anni ho imparato a tenere a freno le pulsioni...e per fortuna!
La cosa che più infastidisce è il continuo strapotere dei direttori...quello non è venuto mai meno, anzi è un crescendo di mortificazione quotidiana.
Purtroppo non sono nato per leccare le pal...a nessuno e ciò nella nostra Amministrazione non paga. Anzi ti logora giorno dopo giorno, venendo pian piano messo da parte, isolato da tanti i quali ti considerano una minaccia alla serenità che, invero non c'è. Tutto si riduce ad una falsa rappresentazione della realtà.
Ti auguro caro Simone di potere indossare il grado di Sovrintendente, ma dalla mia esperienza personale, credimi oggi non saresti altro che un Assistente Capo con i binari.
Nessuno ha un vero interesse per la nostra professione...siamo e resteremo sempre gli ultimi, come sempre, come DA SEMPRE E' stato!
Fottitene caro Simone, prendi tutto ciò che puoi. Lavora il giusto per poi tornare a casa e goderti al massimo questa vita....


Di  Saro  (inviato il 14/02/2015 @ 15:11:50)


n. 43


oggi in questo paese si chiacchiera tantissimo e poi ci rimane un pugno di sabbia tra le mani , voi sapete che abbiamo 6 anni di arretrato dei contratti , gli assegni di funzione dovevano pagarli e non li hanno pagati, e giusto che dobbiamo andare a lavoro e quello che e un diritto non ci viene dato, e giusto che chi ha acquisito esperienza lavorativa da assistente capo ora fa mansioni di agente come il ragazzo del bar, o schiavetto non e possibile che oggi si rimane assistente capo a vita senza poter avanzare al ruolo di sovrintendente con un piccolo esamino, perché cambiare quando la regola vuole che ci deve essere l'accorpamento del ruolo di assitente capo a sovrintendente in automatico per raggiunti anni di servizio per anzianità e a ispettore per concorso, questo e quello che si parla ma nessuno si muove tutti parlano parlano , vogliamo gli arretrati del contratto basta parole basta se qualcuno legge questo messaggio che diventi tematica di confronto ai vertici politici se no lasciate perdere

Di  simone  (inviato il 14/02/2015 @ 12:05:37)


n. 42


io non sto DENIGRANDO UN BEL NIENTE , BISOGNA CAPIRE CHE OGGI ANDARE IN PENSIONE A 35 ANNI DI SERVIZIO ANCORA CON IL GRADO DI ASSITENTE CAPO NON E GIUSTO, MENTRE GLI UGP CI SONO PASSATI CON UN PICCOLISSIMO ESAMINO L'AVANZAMENTO AL RUOLO DI vICE SOVRINTENDENTE, TUJTTO QUI IO STO DENIGRANDO COSA, MA TU SAI CHE LA NOSTRA PENSIONE PIU ANDREMO AVANTI E SARA MISERA, E IO STO DENIGRANDO, I SINDACATI, TUTTI DOVREBBERO ANDARE A MANIFESTARE PERCHE LA PENSIONE E UN DIRITTO ACQUISITO PER GLI ANNI LAVORATI, VISTO CHE DICI CHE IO STO DENIGRANDO E NON SO DOVE FAI SERVIZIO, TU SAI BENISSIMO CHE NELLE SEZIONI DETENTIVE SI LAVORAVA CON GLI SCARAFAGGI PER TERRA RISCHIANDO MALATTIE INFETTIVE, DETENUTI CHE SI TAGLIANO, E NESSUNO TI PENSA, E TU HAI PAURA CHE TI POSSA SUCCEDERE QUALCHE COSA, UN DETENUTO NEI MIEI ANNI DI SERVIZIO IN UNA SEZIONE DETENTIVA SI TAGLIO UN TESTICOLO, E IO MI SENTII MALE GUARDANDO QUELLO SCEMPIO, E PROPRIO PER QUESTO CHE CHI HA ESPERIENZA RIMANE COL GRADO CHE HA, CHI SI E TROVATO DA ASSISTENTE, AL GRADO DI ISPETTORE, E GIUSTOI SECONDO TE COLLEGA CHE DICI CHE IO STO DENIGRANDO, E RICORDATI CHE IO AMO QUESTA DIVISA, E NE SONO ORGOGLIOSO, DI PORTARLA MA NON POSSO SEMPRE SVEGLIARE CHI DORME, CHE FA FINTA DI NIENTE E NON SENTE, E POI LE NOSTRE PENSIONI CE LE DARANNO , IL NOSTRO E UN LAVORO USURANTE COLLEGA CHE DICI CHE DENIGRO , BISOGNA PAGARE DI PIU IL PERSONALE DEL CORPO DI POLIZIA PENITENZIARIA PER IL RISCHIO CHE SI VA INCONTRO, TU IMMAGINA SE TI SPUTANO NEGLI OCCHI PRENDI aids , SE SI TAGLIANO DAVANTI A TE PEGGIO CHE PEGGIO

Di  simone  (inviato il 11/02/2015 @ 20:39:03)


n. 41


SIMOKONE NON DENIGRARE IL CORPO DI POLIZIA DI CUI FAI PARTE....SPERIAMO PASSEREMO PRESTO AL INITERO DELL'INTERNO.

Di  ANGELA  (inviato il 11/02/2015 @ 17:04:10)


n. 40


Forse ANCORA NON SI E CAPITO NOI SIAMO LA POLIZIA CHE NON ESISTE METTETEVELO IN TESTA, POTRANNO FARE TUTTI I COMMISSARI QUESTORI CHE VOGLIONO, VOI IMMGINATE UN ASSISTENTE IN PATTUGLIA DELLA POLIZIA E COORDINATORE E CAPO SCORTA, UN ASSISTENTE CAPO DELLA POLIZIA PENITENZIARIA OGGI NON HA COORDINAMENTO DI COMANDO E FA IL RAGAZZO DEL BAR IN CARCERE, E POI BASTA BISOGNA FARE IL PASSAGGIO CON ESAME PER FARE IL VICESOVRINTENDENTE DAL MOMENTO IN CUI SI ARRIVA AL GRADO DI ASSISTENTE CAPO NON SI PUO RIMANERE DOPO 35 ANNI DI SERVIZIO SEMPRE ASSISTENTE CAPO, POI DEVO VEDERE CHE UN EX ASSITENTE CAPO DELLA BANDA MUSICALE E PASSATO ISPETTORE, FACENDO IL BUFFONE, POI SE VA NEL CARCERE NON E BUONO A FARE UN c***o, SIGNORI STIAMO SBAGLIANDO E DOVE SONO I SINDACATI DELLA POLIZIA PENITENZIARIA CHE NON FANNO UN c***o RISCHIAMO CHE CON LE PENSIONI NON CI DANNO NIENTE DOPO TANTI ANNI DI SERVIZIO, E ANCORA PARLATE CHE VERGOGNA COLLEGHI CON 40 ANNI DI CONTRIBUTI SONO ANCORA ASSISTENTE CAPO

Di  Simkone  (inviato il 11/02/2015 @ 11:01:19)


n. 39


Ma che caxxo dite?...desidero continuare ad indossare la mia uniforme, soprattutto quella estiva!!!!!!!!!...la famosa polo estiva che a molti ormai puzza (NONOSTANTE CI SI DOCCI LA MATTINA E LA SI INDOSSI PULITA E PROFUMATA DI VERNEL) di marcio o di "cipollina", come direbbero a Catania!!!
Magari fosse vero ciò che si dice...MAGARI FOSSE VERO liberarsi finalmente di quelle carogne dei direttori e magari vedere finalmente crescere questi ragazzi i (Commissari), liberi delle loro scelte e delle loro responsabilità.
Mi mordo le labbra mentre scrivo, forse perchè finalmente la mie profezie potrebbero avverarsi. In questi giorni lo dicono in tanti...Saro avevi ragione tu!!!!
La cosa che più mi indigna è che la stragrande maggioranza dei nostri sindacati non stia pronunciando parola. Vuol dire forse che siamo alla resa dei conti picciotti!
Intanto lavoriamo..."comu spunta si cunta"!!!

Di  Saru u tostu  (inviato il 10/02/2015 @ 18:08:57)


n. 38


Cari RAGAZZI IO HO LETTO LE VOSTRE RISPOSTE E IO VI CONTINUO A DIRE FINO ALLA NOIA BISOGNA CAMBIARE QUELLA MALEDETTA SCRITTA SUL TESSERINO CHE INDICA IL NOSTRO COMPITO ISTITUZIONALE CHE NON FOTTE NIENTE AL CITTADINO RICORDATEVELO, QUANDO ERO PER STRADA, UN SIGNORE MI SI AVVICINA E MI DICE POLIZIA PENITENZIARIA e DI RISPOSTA DICE A VOI" STATE NEL CARCERE" CON I CARCERATI "NON MI SERVITE IO CERCO" UN POLIZZIOTTO, ORA VAGLI A SPIEGARE CHE IO SONO UN POLIZIOTTO ANCHE IO, IO NON DEVO SPIEGARE NIENTE LE PERSONE DEVONO CAPIRE DA SOLE CHE STANNO A COSPETTO DI UN UFFICIALE PUBBLICO, ALLORA PRIMA COSA NON HA SENSO LA SCRITTA polizia peniternziaria toglierE penitenziaria E mettere solo polizia e vestirci con la divisa dei poliziotti con le mostrine blue che quelle indicano il reparto di appartenenza, un casino per la strada
ecco perché dell?unificazione subito un corpo di polkizia che non si capisce cosa e oppure se esiste, spesso in alcuni penitenziari quando viene la rai neanche ci fanno apparire nei filmati, basta basta sembriamo i pagliacci in divisa basta, bisogna procedere al annullamento della scritta sul tesserino dellas scritta penitenziaria bisogna nnullarla perché al cittadino ne trae valutazione quello che puo fare la penitenziaria niente che sia di polizia ciao a tutti

Di  Simone  (inviato il 10/02/2015 @ 16:47:15)


n. 37


@ Simone:
Non preoccuparti ,di teste pensanti come la collega,ce ne sono anche in altri corpi di polizia,l'importante che tu ti senta "poliziotto".

Di  Frank  (inviato il 03/12/2014 @ 22:23:38)


n. 36


una delle più grandi delusioni cari colleghi e stare in servizio in ospeale perfettamente in ordine, con una collega che mi risponde appunta ora se ci fanno un reato io mi faccio i cazzi mei e quando esco me ne vado a casa e non me ne fotte niente, noi non siamo nessuna polizia non simo un c***o, io gli ho risposto, ma sei sicura oppure sei tu che non vuoi capire, e se ci faranno fare anche i posti di blocco come ti comporterai collega guarda che sei in errore perché se esci indivisa , e passi davanti ad una banca, e fanno un rapina lo sai che devi intervenire, perche le persone ti possono riconoscere e la polizia poi viene a bussare al carcere, cosa gli diciamo poi e che me ne fotte, io voglio stare tranquilla guardate e assurdo praticamente la collega non ci riconosceva il fatto di essere agenti d polizia signori bisogna fare l'unificazione per essere visti dal cittadino e operare anche noi in strada

Di  simone  (inviato il 03/12/2014 @ 17:38:12)


n. 35


caro simone non sarei così pessimista, nè tanto meno disfattista, se mi permetti. quello che affermi in parte è vero. ma sta a noi, anche singoli affermarci per quello che ci compete e per quello che la legge ci demanda. non scordarti che ognuno di noi riveste la varie qualifiche di agente o ufficiale di pg. ovviamente da gestire con buon senso e professionalità. nessun Dirigente, se vuole (ma non credo) ti può togliere queste, come dire, cose. abbiamo da alcuni anni anche il servizio di polizia stradale che se "onorato" farà di noi quello che veramnete siamo nel senso che non dobbiamo dimostrare niente a nessuno, semplicemente dobbiamo fare il nostro lavoro. personalmente non accetto questo tipo di chiamiamole così, lamentele. abbiamo tutti gli strumenti per farci strada. e negli anni ne abbiamo fatta tanta. certamente conosco anche io colleghi che per spostare un auto davanti al loro istituto chiamano i colleghi della municipale, ma tant'è! ho sauto di colleghi cui è sostanzialmete privato fare atti inerenti il servizio di polizia stradale. ma tant'è! si ha in alcuni frangenti troppa paura di sbagliare poichè dietro a volte non c'è nessuno, anche il collega che dovrebbe non tanto sostenerti, quanto consigliarti o meglio consigliarsi a vicenda. gli sbagli in buona fede servono a crescere professionalmente. ben vengano. si ha ancora troppo timore di confrontarsi con gli altri colleghi degli altri corpi per le paranoie che, a torto, si acquisiscono nei meandri degli istituti. fattore da sfatare e con forza, credimi. parlo per esperienza diretta e così anche per i vari uffcii, cd civili, cui ci si confronta con molta cordialità e disponibilità. abbiamo tantitissimi Funzionari di Polizia Pen. preparatissimi che si dovrebbero fare largo all'interno delle norme a disposizione e spronare e controllare il personale acchè facciano le cose. dalle indagini di pg, al servizio di ps, alla vigilanza esterna ed interna. abbiamo bisogno di confrontarci quotidianamente da aosta a canicattì. abbiamo bisogno della nostra dinamicità e di tutte le figure presenti. ogni giorno. camminare per poi a volte correre. ma camminare. io lavoro nel provveditorato di ancona e fino ad oggi non si può che elogiare quest'Ufficio e il suo Personale per la reciproca collaborazione a 360°.

Di  rico massimo  (inviato il 20/08/2014 @ 22:06:25)


n. 34


Bisogna capire che noi siamo quella polizia che non serve che non ce ,pero fa il suo dovere per lo stato e nessun sindacato ha mosso un dito per completare un mosaico che e quasi finito, bisogna passare con la polizia di stato , per due motivi se siamo polizia ci deve comandare un Dirigente nostro, e i Direttori si occuperanno dei carcerati , noi siamo poliziotti che spesso criticati se operiamo fuori dal carcere , se succede qualche reato fuori da carcere nessun Dirigente almeno quelli che fin ora ho conosciuto ha protetto un Ass della polizia penitenziaria che produceva atti ma poi non andava avanti perché non aiutato rischiando una denuncia, gli altri corpi se toccano o muore un loro carabiniere subito si attivano e un loro collega, ma quando muore un poliziotto penitenziario a nessuno fotte, ecco perché si deve essere presi dalla polizia di stato come reparto, la gente ci deve conoscere tutti gli istituti penitenziari devono attuare , ronde attorno agli istituti con eventuali posti di blocco della polizia pen , come stiamo la gente ci frega in un carcere rubano una vespa nel parcheggio dove vi erano altri motocicli , e il ladro dalle telecamere saluta e scappa via con la vespa 50 special , e nessuno fa niente si va dai carabinieri che si sentono dire ma noi non possiamo uscire dal carcere, ora mi chiedo che razza di polizia siamo, si commette un furto e nessuno fa più niente e gli viene quasi imposto di non fare eventuiali indagini, siamo arrivati allo sfascio fate qualcosa fate qualcosa parlate poco e fate qualcosa

Di  simonedandrea2012@libero.it  (inviato il 19/08/2014 @ 18:42:06)


n. 33


CONCORDO

Di  Anonimo  (inviato il 16/08/2014 @ 12:18:48)


n. 32


CARI COLLEGHI IO DICO SEMPLICEMENTE UNA COSA ,FINCHE SIAMO COMANDATI DA DIRETTORI SAREMO SEMPRE ALLA SOLITA BARZELLETTA,
A NOI CI VOGLIONO DIRIGENTI O QUESTORI, MA SOPRATTUTTO
AUTONOMIA
I DIRETTORI SI OCCUPANO DI AMMINISTRARE E GESTIRE MA NO LE MANI SULLA POLIZIA PENITENZIARIA

Di  BASCO AZZURRO  (inviato il 04/08/2014 @ 20:54:29)


n. 31


Noi siamo solo schiavi dei direttori e dei comandanti detenuti a pagamento neanche considerati dal cittadino, neanche conosciuti, con una divisa che sembra quella degli autisti dei pulman, basta cambiamento cambiamento ma da SUBITO E I VERTICI DEI SINDACATI FACCIANO OPPOSIZIONE con la divisa invernale sa di polizia ma quella estiva la camicia a maniche corte dovrebbe esere bruciata passare con la polizia di stato e bene noi siamo un corpo di polizia comandato dai direttori ci devono comandare i dirigenti del corpo via i direttori che si devono occupare solo dei detenuti e quello che devono fare

Di  simone  (inviato il 03/08/2014 @ 09:28:21)


n. 30


la polizia penitenziaria sara un reparto della polizia di stato e giusto cosi per due motivi il primo che mo non valiamo un c***o come polizia, e noi abbiamo bisogno anche che all'atto che succede qualcosa qualcuno ci riconosca come colleghi, oggi ancora pregiudizi denigrazioni chiami il 113 e non ti mandano una vettura in ausilio noi dobbiamo ancora essere qualcuno, oggi un assistente della polizia di stato e qualcuno un assistente capo della polizia penitenziaria chi e

Di  simone  (inviato il 03/08/2014 @ 09:22:31)


n. 29


@ Gigio: Se la pensi cosi "solo per lo stipendio" ce ne sarebbe da dire solo sui colleghi in questo Corpo,altro che passaggio o no in un'altra Amministrazione!!!

Di  Frank  (inviato il 31/07/2014 @ 08:45:37)


n. 28


PS. PP. Facciano quel che vogliono. ╚ da 2 anni che a molti ci prendono per il culo avanzamento di grado bloccato e idem per l'assegno di funzione e poi se ne escono con qualche centinaio di euro. CIO CHE MI INTERESSA ╚ LO STIPENDIO poi o ps o pp per me e uguale io mi faccio rispettare per quello che sono npn per quello che indosso.

Di  Gigio  (inviato il 31/07/2014 @ 00:31:04)


n. 27


Caro ciro sicuramente conosco la storia del corpo meglio di te. Il nostro Corpo ha una storia, che sia triste obrutta o piena di sacrifici e insoddisfazioni questo è un altro discorso.diventare una specializzazione della PS sarebbe secondo me un ridimensionamento inaccettabile. Quelli come te che auspicano il passaggio al ministero degli interni probabilmente sono quelli che sono affascinati dai film come distretto di polizia o squadra antimafia.........

Di  miguel cervantes  (inviato il 30/07/2014 @ 22:46:18)


n. 26


Quale storia? Egregio collega noi non abbiamo fatto altro che saltare da un ministero a l'altro. Corpo degli agenti di custodia (1890), ad ordinamento militare. Nel 1922 l'amministrazione passa dall'allora Ministero dell'Interno al Ministero di Grazia e Giustizia (oggi Ministero della giustizia). Ecco la storia della Polizia Penitenziaria. Fosse Iddio che ci passano al Ministero dell'Interno, allora si che saremo tutelati dalle molteplici umiliazioni fatte dai nostri vertici (DAP) e dai mass media. Quindi collega, informati bene prima di dire che vogliono annullare la "propria storia". Che venga subito il passaggio.

Di  Ciro Marra  (inviato il 29/07/2014 @ 15:29:17)


n. 25


Se vogliamo fare i "Poliziotti" dobbiamo passare con la Polizia di Stato,se vogliamo "giocare" ai poliziotti,stiamo sotto il M.d.G.,così la penso così la dico senza tanti preamboli,ma se ,ma no ,ma mi ,ma ma.....

Di  Frank  (inviato il 25/07/2014 @ 14:39:28)


n. 24


Salve sono un agente di Montacuto, com'e' finita la storia del pagamento delle caserme?

SI sono letti comunicati che il Ministro Orlando chiede di revocare i provvedimenti di pagamento.

Fino ad adesso ancora nulla, anzi e' stato ribadito di pagare il canone di Luglio 2014,.

Di  mario  (inviato il 24/07/2014 @ 11:53:50)


n. 23



Il problema non siamo noi Poliziotti del Corpo di Polizia Penitenziaria.
Il PROBLEMA è la mancanza di un vertice autoctono.
Essere assorbiti come specialità nella POLIZIA di STATO, significa diventare POLIZIA di STATO.
Ovvero, una specialità, come è in essere per Polizia Stradale, Polizia Scientifica, Polizia Postale ecc.. ecc.
Nessuno di noi disprezza il Corpo, ergo, nessuno di noi si sogna minimamente di sputare nel piatto dove mangia.
Se quanlcuno auspica in un passaggio ad altro Dicastero, spera di andare ad essere inglobato in una realtà dove, nonostante tutti i pro ed i contro da valutare, dovrai interfacciarti esclusivamente con chi indossa la tua stessa "pelle".
Quindi, se passaggio deve esserci, deve essere fatto in questi termini.
Diventare una Direzione Generale dell'Interno come i Vigli del Fuoco, non ha alcun senso, sarebbe come cambiare "padrone", nella medesima dinamica di "caporalato" latente che viviamo ora.
Tanto vale restare dove siamo, almeno conosciamo le "bestie" dalle quali difenderci.
Credo che su quest'ultimo passaggio, possiamo essere in accordo quasi tutti.-

Di  PASQUINO  (inviato il 23/07/2014 @ 10:12:04)


n. 22


Un'alta carica della ns amministrazione, parlando del ns passaggio al Ministero Dell'Interno ha sottolineato come andremmo a fare, nel caso, i maggiordomi di altri Corpi.
Io gli avrei risposto (ma nn lho fatto visto il rango) meglio maggiordomi che schiavi.
Io la cosa che più nn sopporto è avere un vertice civile che nn sa un c.. di pg, attività di polizia ma malgrado ciò ci comanda e dispone di Noi

Di  abaticchio  (inviato il 23/07/2014 @ 09:28:37)


n. 21


sono d'accordo con il post 15. e qualche altro.non facciamo altro che farci del male tutte e dico tutte le volte non facciamo altro che parlarci contro come delle lavandaie ci lamentiamo sempre ,sparliamo del collega che ci sta al fianco,io non voglio passare sotto la cappella di un altro. meglio le nostre almeno li conosciamo.

Di  mai e poi mai  (inviato il 22/07/2014 @ 17:21:50)


n. 20


Non avrei mai immaginato che questo articolo riscuotesse tanto interesse. Il passaggio in altro corpo di polizia (in questo caso PS) è un qualcosa di futuribile e visto il disinteresse dei nostri vertici nei nostri confronti, sarebbe anche auspicabile. Ma se invece restassimo alle dipendenze del Ministero della Giustizia perché siamo un Corpo "unico" nel panorama delle forze di Polizia e però cacciassero tutta questa massa di dirigenti e direttori che non ci vogliono bene, sostituendoli con uomini in divisa? Che ne pensate?

Di  Miguel Cervantes  (inviato il 22/07/2014 @ 15:55:59)


n. 19


Leggo in altro sito che vi sono enormi difficoltà da parte dello Stato a fornire il Personale delle uniformi e altro materiale. Non sarebbe il caso di far scegliere proprio il Personale se intende ricevere le uniformi e le divise o utilizzare le sole "tute di servizio" (cd. mimetiche)? Immagino già l'enorme risparmio per l'Amministrazione.

Di  Favorevole  (inviato il 22/07/2014 @ 10:40:54)


n. 18


Prima di tutto servirebbe un Torreggiani della penitenziaria. Per intenderci uno che denunci alla corte europea le disumane condizioni di lavoro di noi tutti. Se hanno dato ragione a lui figuriamoci a noi. Forse le segreterie di tutti i sindacati, su questo, dovrebbero riflettere. Essere assorbiti dalla polizia sarebbe bello, ma credo saremmo sempre i loro secondi o " SECONDINI ". Passatemi la battuta; credo si debba crescere noi!!!!

Di  Anonimo  (inviato il 21/07/2014 @ 23:22:10)


n. 17


Avete visto la nuova polo dei colleghi della ps? io la trovo molto carina forse la cambieranno anche a noi....

Di  Anna  (inviato il 21/07/2014 @ 22:43:33)


n. 16


è un peccato che ci sono colleghi che pensano che l'erba del vicino sia più verde.
basta guardarsi intorno per vedere come vanno in giro le erbe più verdi, tutti tatuati come carcerati, divise rappezzate, senza berretti, pistole appese come salami con l'aria di chi non gliene frega un ca..zo di niente. capaci poi con le faccine da ebeti ferarti e multalti perchè non sei simpatico. poi si abbracciano e stringono le mani ai peggiori pregiudicati. meglio essere polizziotti dentro piuttosto che fantocci fuori.
auguri a tutti con la speranza che la polizia penitenziaria si evolvi per quello che è nata ed è destinata per costituzione. senza pastrocchi.
chi non piace questo lavoro o la divisa, vada a fare altro.
un saluto a tutti

Di  Anonimo  (inviato il 21/07/2014 @ 22:02:54)


n. 15


Ma magari almeno per un trasferimento non c vogliono 25 anni , che schifo e che vergogna!!!!

Di  Michy  (inviato il 21/07/2014 @ 18:38:55)


n. 14


Caro pasquale anche se abbiamo una storia triste comunque abbiamo una storia e anche delle tradizioni che ti piaccia o no. Non è aria fritta ma una constatazione di fatto. Nell'articolo io non mi esprimo sulla eventuale positività del passaggio alla polizia di stato, tidico solo una cosa: se così ci sentiamo delle merde, con il passaggio alla Ps non credi che ci vedrebbero come quei parenti sf**ati e ci tratterebbero male anche loro? Io sinceramente preferirei rimanere alle dipendenze di questo Ministero ma con dirigenti in divisa e con tutta questa massa di civili che invece passassero loro alla regione, i primi i direttori delle carceri!!!!!!!

Di  miguel cervantes  (inviato il 21/07/2014 @ 17:54:37)


n. 13


chi tace e chi piega la testa muore ogni volta che lo fà,chi parla e chi cammina a testa alta muore una volta sola ;

Di  Anonimo  (inviato il 21/07/2014 @ 17:40:47)


n. 12


siete convinti che cambiera' qualcosa???.....forse e' meglio restare penitenziaria....

Di  vic  (inviato il 21/07/2014 @ 17:02:49)


n. 11


aspetta e spera che ora si avvicina.

Di  bum  (inviato il 21/07/2014 @ 16:18:37)


n. 10


bisogna unificare le forze di polizia per due motivi che noi polizia penitenziaria siamo uguali a tutti i colleghi degli altri corpi di polizia, oggi ancora ci trattano una merda e nessuno del dap si attiva a fargli capire siamo soli e abbandonati vigili fuori al carcere di pozzuoli si divertono a fare le multe alle auto dei poliziotti penitenziari senza pieta e nessuno interviene facciamo qualche cosa tutti o sanno fare i buffoni

Di  simone  (inviato il 21/07/2014 @ 15:00:33)


n. 9


La propria storia - la propria tradizione....... Ma per favore...smettetela di soffiare aria fritta dai polmoni. Dobbiamo solo sperare che ciò avvenga ma sono certo che non avverrà mai, questi sono solo specchietti per le allodole. E' più facile che ci regionalizzino a semplici dipendenti regionali e anche qui dico, speriamo, fate presto, datemi un camice e andate a aff.......una volta per tutte. Basta che mi dite se sono carne o sono pesce.
Buona fortuna a tutti noi

Di  Pasquale  (inviato il 21/07/2014 @ 13:53:18)


n. 8


......CHE DIO CI AIUTI!!!!!!!!
BUONE VACANZE ATUTTI I COLLEGHI..

Di  GIGI  (inviato il 21/07/2014 @ 13:33:21)


n. 7


per sasi dex 2 :Non ho parlato di storia "prestigiosa" ma solo di storia e tradizioni e modo di lavorare.

Di  Miguel Cervantes  (inviato il 21/07/2014 @ 13:24:57)


n. 6


Speriamo e dobbiamo anche sbrigarci a diventare un unico corpo di polizia dello stato, anche io sono d'accordo con abaticchio

Di  Angela  (inviato il 21/07/2014 @ 11:41:12)


n. 5


Che non ci sia il minimo interesse nello svincolare la Polizia Penitenziaria, è un dato acclarato ormai da tempo immemorabile.
Nenche colui che ama definirsi "il rottamatore", è in grado di non sottostare alle dinamiche e al potere dei "direttori".
La dimostrazione è evidente, nel Decreto schema di riorganizzazione del Ministero della Giustizia, il quale avrebbe quanto meno avuto l'obbligo di istituire tra gli Uffici di Staff del Capo Dipartimento l'ufficio della Polizia Penitenziaria, il quale dovrebbe assoribire GOM USPeV e UCST, ereditando l'autonomia contabile del GOM e declassare il Dipartimento della Giustizia Minorile a Direzione Generale (Probabilmente è una soluzione troppo razionale ed economicamente troppo conveniente per i contribuenti).
Invece, siamo costretti ad assistere all'ennesima delle tante porcherie tecniche che vengono partorite ciclicamente da politici e dirigenti incapaci.

(Servirebbe tanta gente nei campi... si risolverebbe anche l'annoso problema del "caporalato").-

Di  PASQUINO  (inviato il 21/07/2014 @ 11:17:24)


n. 4


sono d'accordissimo con tale inglobazione, meritiamo un vertice NON CIVILE.
mritiamo di essere POLIZIOTTI e non schiavi di dirigenti

Di  abaticchio  (inviato il 21/07/2014 @ 10:31:25)


n. 3


ma quale storia così prestigiosa perderemmo se venissimo assorbiti dalla Polizia di Stato, forse perchè qualcuno perderebbe il suo santo protettore o il suo orticello , la mia storia in questo Corpo è fatta solo di ummilliazioni degrado e sofferenze etc etc etc .

Di  sasi dex2  (inviato il 21/07/2014 @ 10:04:00)


n. 2


speriamo avvenga presto

Di  Anonimo  (inviato il 21/07/2014 @ 08:52:29)




Scrivi un commento Scrivi un commento

Testo (max 1000 caratteri)

Nome

Link (Visibile a tutti)


Email (Visibile solo dall'amministratore)


Salva i miei dati per futuri commenti

Ricevi in email la notifica di nuovi commenti

I commenti sono moderati. Il tuo commento sarÓ visibile solo quando approvato.
Il seguente campo NON deve essere compilato.



Disclaimer
L'indirizzo IP del mittente viene registrato, in ogni caso si raccomanda la buona educazione.

54.204.199.76


Pagina Facebook di Polizia Penitenziaria

Email Polizia Penitenziaria. Richiedila gratis o a pagamento




Tutti gli Articoli
1 Agente della Polizia Penitenziaria si suicida con la pistola d''ordinanza in casa davanti ai familiari

2 In memoria di Girolamo Minervini, ucciso dalle B.R. a Roma, appena nominato Direttore Generale degli Istituti di Prevenzione e Pena

3 Santi Consolo confermato Capo DAP: il Consiglio dei Ministri di questa mattina lo rinomina in extremis

4 Ancora una evasione, da Frosinone. Sappe: Qualcuno sta tentando di smantellare la sicurezza nelle carceri: non si sventano evasioni senza sentinelle e senza sorveglianza nelle sezioni!

5 Riordino vuol dire mettere ordine

6 Cosa accadrebbe se non passasse il riordino delle carriere?

7 Nel nostro lavoro, alla fine, o impari o devi imparare per forza

8 Pensione buonuscita ai dirigenti penitenziari: l''INPS nega i sei scatti, spettano solo alla Polizia Penitenziaria

9 Progetto del nuovo carcere di Nola: a cosa sono serviti allora gli stati generali dell''esecuzione penale?

10 Cos''è e come funziona la Banca dati nazionale del Dna





Tutti gli Articoli
1 Qui comandiamo noi: detenuti aggrediscono con bastoni i Poliziotti penitenziari del carcere modello di Bollate

2 Agente penitenziario suicida: non riusciva a mantenere i tre figli disoccupati

3 Polizia Penitenziaria blocca evaso da permesso premio dopo inseguimento e pistole fuori dalle fondine

4 Arrestato Agente penitenziario: fornì telefono a un detenuto che gestiva la prostituzione della sorella e della compagna dal carcere di Frosinone

5 Agente penitenziario di Frosinone agli arresti domiciliari per corruzione: operazione ancora in corso, ci sarebbero altri Poliziotti coinvolti

6 Evadono in due dal carcere di Frosinone: il macellaio del clan Belforte fugge, l''altro è rimasto ferito

7 Collaboratori di giustizia e testimoni di giustizia: i numeri del Servizio centrale di protezione

8 La rete era tagliata da giorni, hanno smontato il televisore della cella, soffitto e poi lenzuola: ecco come sono evasi i due da Frosinone

9 Detenuto evade dal carcere di Alessandria: era addetto alla pulizia delle aree esterne del penitenziario

10 Nuovi particolari su evasione da Frosinone: i complici sono saliti sul muro di cinta con una scala


  Cerca per Regione