Gennaio 2017
  Scarica il file .pdf del numero della Rivista Gennaio 2017  
  Archivio riviste    
La Sorveglianza dinamica non può prescindere dal coniugare obiettivi di sicurezza e trattamento


Polizia Penitenziaria - La Sorveglianza dinamica non può prescindere dal coniugare obiettivi di sicurezza e trattamento

Notizia del 13/05/2016

in I Mulini a Vento

(Letto 3733 volte)

Scritto da: Agente Sara

 Stampa questo articolo


Nella realtà di oggi, in ogni istituto penitenziario che s’incontra, il tema della Sorveglianza Dinamica rimane un argomento ricorrente che, inevitabilmente, trova sempre diverse linee di pensiero.

La circolare dipartimentale GDAP n. 0355603 del 23.10.2015, ne ha particolarmente approfondito le modalità di attuazione sottolineando, a più riprese, come tale percorso innovativo non può e non deve prescindere dal coniugare gli obiettivi di sicurezza con quelli del trattamento.

Nel dettaglio ha richiamato, in più occasioni, la necessaria valutazione dei detenuti per i quali si adotta tale modello a custodia aperta alla responsabilizzazione dei soggetti in stato di detenzione ed all’incremento delle attività trattamentali necessarie per la concreta attuazione della finalità rieducativa della pena.

Quando si parla di "sicurezza e trattamento" è inevitabile sottolineare l’importante ruolo del Corpo della Polizia Penitenziaria: lo si evince proprio dall'art. 5 della legge 15 dicembre 1990, n. 395, ove il personale del Corpo è chiamato a specifici compiti, quali: assicurare l'esecuzione delle misure privative della libertà personale; garantire l'ordine all'interno degli istituti di prevenzione e pena, tutelandone la sicurezza; partecipare, anche nell'ambito di gruppi di lavoro, alle attività di osservazione e trattamento rieducativo dei detenuti e degli internati; espletare il servizio di traduzione dei detenuti e degli internati e il servizio di piantonamento degli stessi in luoghi esterni di cura; concorrere nell'espletamento dei servizi di ordine e sicurezza pubblica e di pubblico soccorso. 

In tale contesto, si può ben comprendere come il tema della Sorveglianza Dinamica, per divenire un modello di gestione ad hoc degli istituti penitenziari, non può e non deve, per nessun motivo, non considerare l’importante ruolo del personale del Corpo di Polizia Penitenziaria che, a seguito di una formazione specifica in tal senso, dovrà svolgere le proprie mansioni con l’osservanza di idonee tabelle di consegna agli obiettivi prefissati.

Inoltre rimane indispensabile adoperasi per garantire la sufficiente dotazione di strumenti tecnologici idonei alla sorveglianza remota e, di conseguenza, procedere in modo costante al superamento dei limiti strutturali la cui logistica, di conseguenza, mal si adatta alla permanenza dei detenuti fuori dalle camere detentive e dalle sezioni, per essere impegnati, in idonei spazi comuni, nelle attività trattamentali.

D’altronde è normale che il presentarsi di nuove linee guida da dover applicare negli istituti penitenziari, di carattere nazionale ed europeo, comportino cambiamenti non rinviabili per migliorare la condizione detentiva in un’ottica di responsabilizzazione ma, allo stesso tempo, è bene sempre che per il buon esito tutto si evolva con un’attenta valutazione degli eventi; a tal proposito, la stessa circolare tiene a sottolineare come un processo di cambiamento, renda opportuna un’attenta verifica dello stato di attuazione, al fine di valutarne i successi ed i punti critici ma, soprattutto, per fornire ulteriori indicazioni operative che rendano quanto più possibile corretta ed omogenea la concreta organizzazione dei reparti detentivi.

L’obiettivo è crescere, laddove cambiare significa diventare ancor più professionali e tutto questo deve andare incontro ad un effettivo e concreto progresso per gli uomini e le donne del Corpo di Polizia Penitenziaria, per i quali devono realizzarsi condizioni di lavoro migliori, capaci di aumentare la propria motivazione-lavoro e di ridurre al minimo il rischio frequente di stress psico-fisico che oggi, purtroppo, è più che mai il malessere in più occasioni ribadito.

Gli uomini e donne del Corpo ogni giorno riescono a fronteggiare situazioni, a volte davvero al limite: a  loro va sempre la massima stima ed attenzione.

 


Scritto da: Agente Sara
(Leggi tutti gli articoli di Agente Sara)






 

Ultime Notizie Le ultime foto pubblicate
Agenti penitenziari perquisiscono la sua cella e il detenuto rompe lo sgabello e ferisce due Poliziotti del carcere di Udine
Sospesi dal servizio i tre Carabinieri accusati della morte di Stefano Cucchi
Va a trovare il marito nel carcere di Torino con droga di ogni tipo nelle zone intime
Alberto Savi della Uno Bianca esce dal carcere in permesso premio per la prima volta
La RAI pagherà 8mila euro al boss mafioso Graviano per le riprese tv: le fece senza il suo consenso
Il Consiglio dei Ministri approva il Decreto Legislativo del Riordino delle Carriere
Poliziotti e detenuti ripareranno insieme le auto della Polizia Penitenziaria
Caso Cucchi: Poliziotti penitenziari chiederanno risarcimenti milionari ai Carabinieri


La Polizia Penitenziaria in una foto", il primo album fotografico della Polizia Penitenziaria creato dagli appartenenti alla Polizia Penitenziaria stessa!

 Foto della Polizia Penitenziaria Inviaci le tue!

Più di 1.300 ricevute in un anno!

 


Commenti Commenti dei lettori
Nessun commento trovato.



Scrivi un commento Scrivi un commento

Testo (max 1000 caratteri)

Nome

Link (Visibile a tutti)


Email (Visibile solo dall'amministratore)


Salva i miei dati per futuri commenti

Ricevi in email la notifica di nuovi commenti

I commenti sono moderati. Il tuo commento sarà visibile solo quando approvato.
Il seguente campo NON deve essere compilato.



Disclaimer
L'indirizzo IP del mittente viene registrato, in ogni caso si raccomanda la buona educazione.

54.166.3.44


Pagina Facebook di Polizia Penitenziaria

Email Polizia Penitenziaria. Richiedila gratis o a pagamento




Tutti gli Articoli
1 Le foto dei tre detenuti evasi dal carcere di Firenze Sollicciano

2 Circolare del GOM: togliete le foto da Facebook, è in atto una schedatura dei Poliziotti

3 Ufficiali medici nel Corpo di Polizia Penitenziaria?

4 La sospensione delle ordinarie regole di trattamento penitenziario (art. 41-bis)

5 Diventa anche tu Capo del DAP!

6 Clamorosa evasione dall''istituto … dal carcere ... insomma quello lì, come si chiama?

7 Il Ministro Orlando dichiara cessata l''emergenza sovraffollamento delle carceri, ma i dati lo smentiscono

8 C’era una volta la sentinella

9 Orlando e Consolo: pubblicate i dati reali del sovraffollamento

10 Italicum, Porcellum, Mattarellum e Consultellum





Tutti gli Articoli
1 Il Consiglio dei Ministri approva il Decreto Legislativo del Riordino delle Carriere

2 Decreto Milleproroghe, Sappe: Buona notizia via libera a 887 assunzioni nella Polizia Penitenziaria

3 Caso Cucchi: Poliziotti penitenziari chiederanno risarcimenti milionari ai Carabinieri

4 Detenuti di Poggioreale rifiutano le celle aperte: vissute come una minaccia alla propria incolumità

5 Tre detenuti evadono dal carcere di Firenze Sollicciano, Sappe: la responsabilità è dei colletti bianchi, evasione annunciata

6 Bonus 80 euro: quando e come saranno stanziati dopo ennesimo slittamento

7 Agente Penitenziario sorprende i ladri in casa che lo aggrediscono: ricoverato al pronto soccorso

8 La latitanza dorata del detenuto evaso da Rebibbia catturato dal NIC della Polizia Penitenziaria

9 Poliziotti e detenuti ripareranno insieme le auto della Polizia Penitenziaria

10 Due Poliziotti feriti nel carcere di Regina Coeli: aggrediti da detenuti magrebini infastiditi dalle perquisizioni


  Cerca per Regione