Novembre 2016
  Scarica il file .pdf del numero della Rivista Novembre 2016  
  Archivio riviste    
La spiacevole realtà delle aggressioni verso gli uomini e le donne del Corpo di Polizia Penitenziaria


Polizia Penitenziaria - La spiacevole realtà delle aggressioni verso gli uomini e le donne del Corpo di Polizia Penitenziaria

Notizia del 04/04/2016

in Attualita

(Letto 2350 volte)

Scritto da: Agente Sara

 Stampa questo articolo     Leggi i Commenti Commenti dei lettori


E’ la difficile condizione che riguarda, in molte occasioni, il personale del Corpo di Polizia Penitenziaria, la stessa che tra le righe di molti articoli spesso viene ad essere argomento affrontato.

Il più delle volte si viene a conoscenza di eventi che, nel mondo penitenziario, si caratterizzano per essere veri e propri momenti di alta criticità dove purtroppo, talvolta, i protagonisti sono proprio i poliziotti, quali bersaglio di aggressioni da parte di chi è ristretto.

Il carcere è una realtà estremamente variegata, ove diverse sono le persone che vi sono detenute, ciascuna con il proprio modo di pensare e di comportarsi, ciascuna con la propria indole ed in particolar modo è in questo contesto che, in più occasioni, può succedere di essere coinvolti in una aggressione.

Quante volte ci sarà capitato di leggere articoli o purtroppo di vivere in prima persona episodi, che richiamano questi eventi di alta criticità verso gli appartenenti al Corpo, talvolta anche per i motivi più futili.

Può accadere che per sedare una rissa tra le mura del carcere s’intervenga e talvolta durante la colluttazione può succedere di essere colpiti accidentalmente; altre volte invece, il poliziotto corre il rischio di diventare un vero e proprio bersaglio da parte del ristretto violento; per non parlare, poi, di quando a volte accade che per cercare di calmare il detenuto in preda ad una crisi di agitazione, purtroppo, ci si ritrova ad essere destinatario di una vera e propria aggressione.

D’altronde l’auspicio di ognuno è di recarsi a lavoro per svolgere tranquillamente il proprio servizio ed invece a volte ci si può ritrovare in una situazione che influenza la propria persona negativamente.

Un giorno, nel conversare con un carissimo e preparato collega, un assistente capo con tanti anni alle spalle, mi sono rimaste impresse le sue parole: "quando ti arruoli nel Corpo di Polizia Penitenziaria, parte del lavoro te lo insegnano i libri, la scuola serve sempre ma le ossa te le fai davvero sul campo, quando entrando in una sezione, sei tu e le mura del carcere, che tanti ti potranno raccontare ma l'esperienza che farai negli anni ed il tuo modo di lavorare che maturerai nel tempo sarà sempre dettato dalla consapevolezza che ti appartiene nel saper affrontare gli eventi e dal tuo istinto, tutto ciò che ti servirà davvero.....".

Il personale del Corpo di Polizia Penitenziaria è dotato davvero di grandi pregi; svolge le proprie mansioni con la più grande professionalità ed anche per la criticità degli eventi, cui il poliziotto penitenziario presta servizio, si può soltanto avere parole di vanto.

Uomini e Donne che dietro la loro divisa hanno ciascuna una propria vita, una propria quotidianità e che nella realtà di tutti i giorni, lavorano con il massimo impegno: è per loro che non bisogna mai smettere di parlare del loro difficile ed importantissimo servizio!

Intervenendo costantemente a loro sostegno per una maggiore tutela ogni giorno, proprio per la grande complessità del lavoro che viene svolto da parte di tutti gli uomini e le donne del Corpo che non possono correre il rischio di essere considerati come dei numeri anonimi.

 

 


Scritto da: Agente Sara
(Leggi tutti gli articoli di Agente Sara)






 

Ultime Notizie Le ultime foto pubblicate
Agente Penitenziario si spara in bocca con pistola d''ordinanza mentre era in sala di attesa dell''ospedale. E'' in coma
Santi Consolo: senza la Magistratura di Sorveglianza potremmo spostare tutte le madri detenute in pochi giorni
Indagini nel carcere di Padova per capire chi ne ha disposto il declassamento da detenuti alta sicurezza a detenuti comuni
La nuova Legge che obbliga i Poliziotti a riferire ai propri superiori le indagini giudiziarie
In arrivo un bando di gara per la fornitura di circa diecimila braccialetti elettronici
Dal carcere di Padova detenuto gestiva traffico di droga in Sicilia con computer e pizzini
Comune di Catanzaro denuncia il DAP per 242 mila euro di risarcimento
Intimidazione ad Agente penitenziario: incendiata la sua auto a Rosolini


La Polizia Penitenziaria in una foto", il primo album fotografico della Polizia Penitenziaria creato dagli appartenenti alla Polizia Penitenziaria stessa!

 Foto della Polizia Penitenziaria Inviaci le tue!

Più di 1.300 ricevute in un anno!

 


Commenti Commenti dei lettori

n. 9


Ciao Catarella scusa se ieri non ho commentato ero indaffarata con il matrimonio di mia figlia in Maggio.
Leggendo i commenti viene quasi naturale capire che ci sono realtà ove non si può proprio lavorare serenamente con il proprio capo. Ma questo fa parte del gioco (e purtroppo della fortuna), non ne farei un dramma anzi spero sia spunto per fare riflettere qualcuno che prima di accettare certi incarichi occorre chiedersi seriamente se si è pre-disposti ad essere umili nella vita lavorativa.
Tutto qui.
Il resto va da sè.
p.s. Salvo fatti un bagno al mare anche per me, io se tutto va bene lo farò non prima di Agosto.
E poi smettila di farmi questi complimenti, non lo trovo giusto nei confronti di Carmela.
Buon fine settimana a tutti

Di  Angela  (inviato il 09/04/2016 @ 13:31:53)


n. 8


S. Vito Lo Capo.
Vuoi pure l'indirizzo?
Pronto...te lo do subitissimamente collega.
Scrivi....scrivi.....
Via Coscialunga, nummero 69, Contrada Birinnà....e cù ci cridi è propriu baccalà!
eheheheheheh
Manca Angela stasera e poi posso andare a riposare la mia schiena.
Angela! ANGELAAaaa.....quant'eri bedda Angela.
Bedda come una BBarby
Ciao a tutti

Di  Salvo Catarella  (inviato il 08/04/2016 @ 22:32:53)


n. 7


Catarella ma di unni sì? (di che paese sei)
Anche io siculo ma trapiantato al nord da 30.
Io sono della Provincia di Trapani.
La tua simpatia è unica come tutta la gente del Sud.
La Brianzola mancu babbìa, ovvero (non se la cava mica male).
W la Pol.Pen.

Di  Sebast.Janu  (inviato il 08/04/2016 @ 22:20:45)


n. 6


Brianzola sto ancora ridendo per la battuta.
Io all'epoca vidi delle ugole. Altri vedevano MOSTRI.
Lo psicologo durante il colloquio mi disse: scusi ma sono d'oro?
Fui lo stesso idoneo per fortuna.
Ciao a tutta la Brianza

Di  Ciro 1987  (inviato il 08/04/2016 @ 22:16:00)


n. 5


Chiunque siete quì quò quà avete centrato un problemone grosso.....quanto una masseria Sicula.

Riassumendo pissonammente di pissona
Operatività?......chi diciiiiii!
Trasparenza?......chi fussi!
Decisioni?.....con calma picciotti....decidere è una cosa assai impoittante
Ascolto?......no.....n...non ho capito!
Premiazioni al personale?....sii.....come no.....certoo.....na' bella funciazza!
Motivazione?.....un motivo in più per ultimare presto le tue ore.
Finiamola picciotti, siamo seri.
Certo cà però per fortuna non sono tutti i stessi i picciuttieddi....emmenomaleeeeee!!!!!!!!!!!!!!!!!
Domani mattina mi motivo da solo....altrimenti ci pensa la mia Carmela.
Tutto pronto è!
Cime di rapa, Cipolle, Finocchi, Lattuga, Melanzane, Peperoni, Pomodori e Zucchine.
Ecco la mia sana motivazione di stasera, stanotte e domani.
Dalle mie parti si dice....e dopo domani?...."dopo domani pensa a Dio".

Di  Salvo Catarella  (inviato il 08/04/2016 @ 21:42:57)


n. 4


Sarebbe forse anche il caso di somministrare nuovamente il Rorschach?

Di  Brianzola DOC  (inviato il 08/04/2016 @ 20:49:03)


n. 3


Non abbiam mica capito quali siano le aspettative di questi giovani!

Di  venes  (inviato il 08/04/2016 @ 20:43:15)


n. 2


Scusate redazione se facciamo copia/incolla su un argomento del quale non si potrebbe commentare.
Spero pubblichiate, anche perché non offendiamo nessuno, anzi siamo alla ricerca di eventuali soluzioni a quello che purtroppo sta diventando UNO DEI PROBLEMI NAZIONALI.

Ferrara: protesta contro il Comandante.

■ Capacità operative (sul campo);
■ Capacità decisionali (prive di insicurezze….anche recondite);
■ Capacità reali di ascolto del personale;
■ Trasparenza ed equa empatia nelle relazioni (NO alla falsità);
■ Esitazioni immotivate quotidiane;
■ Premiare le prestazioni ed impegno dei propri uomini.

Sei semplici punti fermi per capire che tipo di capo hai e soprattutto per sapere se fai parte pure tu a quel 20% di incidenza maggiore sul rischio d’infarto.
(Fonte Il Fatto Quotidiano, studi condotti dalla dott.ssa Anna Nyberg).

Di  Quì Quò Quà  (inviato il 08/04/2016 @ 17:33:41)


n. 1


Poliziotto ferito, cancello sfondato, cella distrutta a Pisa: detenuto aveva già minacciato il medico.

Che dire......siamo nelle mani di nessuno!

Di  anonimo  (inviato il 05/04/2016 @ 21:39:04)




Scrivi un commento Scrivi un commento

Testo (max 1000 caratteri)

Nome

Link (Visibile a tutti)


Email (Visibile solo dall'amministratore)


Salva i miei dati per futuri commenti

Ricevi in email la notifica di nuovi commenti

I commenti sono moderati. Il tuo commento sarà visibile solo quando approvato.
Il seguente campo NON deve essere compilato.



Disclaimer
L'indirizzo IP del mittente viene registrato, in ogni caso si raccomanda la buona educazione.

54.146.179.146


Pagina Facebook di Polizia Penitenziaria

Email Polizia Penitenziaria. Richiedila gratis o a pagamento




Tutti gli Articoli
1 Le tristi notti del poliziotto penitenziario cinquantenne

2 In ricordo di Roberto Pelati, ex atleta del Gruppo Sportivo Fiamme Azzurre colpito da una grave malattia e scomparso prematuramente

3 Un lutto improvviso: ci lascia Andrea Accettone, collega, segretario, come un fratello

4 Tre buoni motivi per cui la Polizia Penitenziaria non può essere sciolta come la Forestale

5 I veri nemici della Polizia Penitenziaria

6 Poliziotti penitenziari che lavorano negli uffici: pochi, troppi o adeguati?

7 Come mi mancano gli Agenti di Custodia … allora non c’erano suicidi tra di noi … perché?

8 La protesta dei poliziotti di Rebibbia e gli starnuti del RE

9 Razionalizzazione del personale: pure quello informatico però

10 La sanzione disciplinare nei confronti del poliziotto penitenziario





Tutti gli Articoli
1 Agente Penitenziario si spara in bocca con pistola d''ordinanza mentre era in sala di attesa dell''ospedale. E'' in coma

2 Assunzioni in Polizia Penitenziaria e scorrimento graduatorie: Governo rifiuta gli emendamenti Ferraresi (M5S)

3 Quindici colpi di pistola contro il Poliziotto penitenziario: le prime indagini dei Carabinieri

4 Informativa DAP: ai mujaheddin kosovari è arrivato ordine di attaccare l''Italia

5 Polizia Penitenziaria e Carabinieri arrestano due persone pronti a sparare e con targhe contraffatte

6 La nuova Legge che obbliga i Poliziotti a riferire ai propri superiori le indagini giudiziarie

7 Morì sotto il furgone della Polizia Penitenziaria: per la Procura responsabili autista e gli operai del cantiere

8 Detenuto in permesso premio sequestra, rapina e violenta una ragazza in un ufficio pubblico

9 Sparatoria tra Poliziotto penitenziario e macedone: lite scoppiata per motivi sentimentali

10 Dal carcere di Padova detenuto gestiva traffico di droga in Sicilia con computer e pizzini


  Cerca per Regione