Febbraio 2017
  Scarica il file .pdf del numero della Rivista Febbraio 2017  
  Archivio riviste    
La squadra di calcio della Polizia Penitenziaria ha gli avversari in casa


Polizia Penitenziaria - La squadra di calcio della Polizia Penitenziaria ha gli avversari in casa

Notizia del 19/11/2014

in Houston abbiamo un problema

(Letto 4586 volte)

Scritto da: Cesare Cantelli

 Stampa questo articolo     Leggi i Commenti Commenti dei lettori


L’Astrea è la rappresentativa calcistica della Polizia Penitenziaria da 65 anni.

La squadra  nacque del 1948 per volere di una decina di agenti di custodia che volevano cimentarsi nei campionati dillettantistici di calcio.

L’Astrea, nel tempo, è diventata la più importante rappresentativa calcistica in uniforme italiana: nessun altra forza di Polizia o forza Armata può vantare una squadra dello stesso livello.

Per rilevanza, dopo Lazio e Roma, è la terza squadra di calcio della capitale.

L’Astrea ha fatto da trampolino di lancio ad alcuni personaggi di rilievo (con alterni ritorni di immagine) dello sport più importante della nazione.

Massimo De Santis, su tutti, attraverso l’Astrea ha portato l’immagine del Corpo di Polizia Penitenziaria addirittura sui campi della Champions League (prima che fosse coinvolto nello scandalo arbitrale).

Oltre a lui, per l’Astrea sono passati altri personaggi diventati (o già stati), protagonisti nel calcio professionistico italiano.

Ad esempio Rodolfo Gentilini, che ha giocato con la Lazio arrivando a disputare una partita addirittura contro Diego Armando Maradona; oppure Fabrizio Carli, ingaggiato dal Messina di serie B e Fabrizio Pugliese, in organico all’Avellino sempre di serie B.

Possiamo anche citare  Antonello Preiti, dirigente di squadre di serie A come Parma ed Udinese, oppure Stefano Mattiuzzo, direttore sportivo fino alla serie B e Angelo Fabiani, dirigente fino alla serie A.

Caso a parte quello di Pierluigi Di Santo,  ex agente di Polizia Penitenziaria ed ora impiegato civile dell’amministrazione penitenziaria, che per cinque anni è stato direttore sportivo dell’Astrea.

Ebbene, il Di Santo dopo aver frequentato il corso federale di direttore sportivo a Coverciano - durante, e grazie all’incarico ricoperto nella squadra del Corpo - si è trovato più volte ad essere dirigente di una squadra avversaria dell’Astrea nel suo stesso girone.

La domanda sorge spontanea: è plausibile avere avversari che sono nati e cresciuti proprio grazie all’Astrea e che, ancora oggi, hanno una posizione di rilievo all'interno dell'amministrazione?

In realtà il caso Di Santo non è unico.

Negli anni, ci sono stati numerosi episodi che hanno visto ex calciatori dell'Astrea (peraltro ancora in servizio nel Corpo di Polizia Penitenziaria) giocare contro la rappresentativa del Corpo, nonostante più volte il Consiglio Direttivo avesse espresso un divieto in tal senso.

Tuttavia, il caso Di Santo appare ancor di più controverso.

Infatti, mentre i calciatori dell'Astrea passati ad altra casacca potevano vantare, comunque, un trascorso sportivo di buon livello precedente all'arruolamento, Pierluigi Di Santo era un emerito sconosciuto (calcisticamente parlando), senza precedenti esperienze professionali, che è assurto a Direttore Sportivo dell’Astrea soltanto grazie a scelte discrezionali interne all’amministrazione e che ha avuto la possibilità di frequentare il corso di specializzazione della F.I.G.C. a Coverciano soltanto grazie all'Astrea.

In altre parole, Di Santo solo dopo, e grazie, all'Astrea è arrivato a livelli di eccellenza nel calcio, anche professionistico.

In questi ultimi due anni, oltremodo, Pierluigi Di Santo si è trovato ad essere Direttore Sportivo di Giada Maccarese  e  Viterbese, due compagini di serie D inserite nello stesso girone della squadra del Corpo e, pertanto, sue avversarie.

Pierluigi Di Santo, attualmente, è impiegato nella segreteria del dott. Luigi Pagano, con un incarico  che gli permette di conoscere e visionare gran parte della corrispondenza del Dap.

Luigi Pagano, attualmente, sta svolgendo le funzioni di Capo Dipartimento e, di conseguenza, anche quelle di Presidente dell'A.S. Astrea.

Di Santo,attualmente, sta svolgendo le funzioni di segretario del Capo Dipartimento e, di conseguenza, anche del Presidente dell'A.S. Astrea.

Possibile che nessuno intraveda qualcosa di anomalo ... magari un piccolo conflitto di interessi ?

 

 
 
 
 

Scritto da: Cesare Cantelli
(Leggi tutti gli articoli di Cesare Cantelli)






 

Ultime Notizie Le ultime foto pubblicate
Epatite C, il contagio passa dalle carceri e arriva nelle città per i pochi controlli
Continui problemi nel carcere di Airola: protesta della Polizia Penitenziaria
Licenziata Agente di Polizia Penitenziaria: scarso rendimento
Arrestato Alessandro Menditti, evaso dal carcere di Frosinone da una settimana
Riordino Polizia Penitenziaria: nuove qualifiche e nuovi errori
Sconvolgente! Per tre notti degli sconosciuti sono entrati e usciti dal carcere di Frosinone per preparare l''evasione
Arrestato Agente penitenziario: fornì telefono a un detenuto che gestiva la prostituzione della sorella e della compagna dal carcere di Frosinone
Agente penitenziario di Frosinone agli arresti domiciliari per corruzione: operazione ancora in corso, ci sarebbero altri Poliziotti coinvolti


La Polizia Penitenziaria in una foto", il primo album fotografico della Polizia Penitenziaria creato dagli appartenenti alla Polizia Penitenziaria stessa!

 Foto della Polizia Penitenziaria Inviaci le tue!

Più di 1.300 ricevute in un anno!

 


Commenti Commenti dei lettori

n. 22


Io ho sentito dire al dipartimento che l'anno scorso ha preso 25.000 (venticinquemila) euro di straordinario arretrato. Ne sapete qualcosa?

Di  4 piano.  (inviato il 28/11/2014 @ 11:00:19)


n. 21


A me pe famme firmà na cosa c'ha messo un mese. Me l'ha tenuta ferma pe dispetto un sacco de tempo ogni giorno me toccava passà da lui a chiedeje se l'aveva fatta firmà... Che schifo

Di  Pippo  (inviato il 28/11/2014 @ 10:58:46)


n. 20


Se si facesse un'indagine "seria" sul comportamento di molti 'lavoratori' del Dap............

Di  pino  (inviato il 25/11/2014 @ 09:18:04)


n. 19


Regà ma che scoprite l'acqua calda? Quando c'era Di Somma questo signore faceva il brutto e il cattivo tempo. Chiunque aveva bisogno di qualche cosa nell'amministrazione penitenziaria doveva per forza passare da lui.

Di  Marco  (inviato il 24/11/2014 @ 14:08:41)


n. 18


Scusate ma questo signor Di Santo è un dirigente? al dap corre voce che non ha orari di lavoro e ha disposizione mezzi e personale dell'amministrazione come un dirigente.....

Di  Antonio  (inviato il 24/11/2014 @ 12:19:18)


n. 17


Caro ispettore, dal nome sembri essere una persona dalla sicura e certificata esperienza ma le domande che poni sembrano essere fatte dal più giovane degli agenti. L'iter da seguire per una sicura carriera e' composto da giornate passate a "studiare" , corsi di aggiornamento ( magari a coverciano) e, requisito imprescindibile una ottima patente nautica che ti faccia diventare esperto nel restare a galla con le tante onde. Se poi la barca affonda puoi sempre frequentare un corso universitario dell'ex comandante della concordia. Per l'articolo,vista l'aria di derby ,potremo dire che Moratti ha cine segretario Galliani.

Di  Divisa Blu  (inviato il 21/11/2014 @ 23:35:03)


n. 16


Tanto per capire io se voglio avanzare in carriera sono costretto a studiare, fare un concorso, un corso e poi assegnazione della sede. Ma questa gente come fà a fare carriera senza fare tutto cio'?

Di  Ispettore  (inviato il 20/11/2014 @ 18:38:26)


n. 15


A proposito di cose "frivole e insignificanti", mi rivolgo alla redazione e per intercessione al SAPPE, nostro sindacato più rappresentativo.
Ci perdiamo in chiacchiere ma non inseguiamo cose che ci potrebbero far crescere davvero...ad esempio il SAPPE sa dirci che fine ha fatto il progetto di portare POLIZIOTTI PENITENZIARI nella DIA? L'articolo fu fatto e persino pubblicato in gazzetta ufficiale...quindi?
O il tanto decantato Laboratorio del DNA...resta a noi o quale mega progetto o attende?
Il nuovo CAPO DAP mangerà con noi il panettone?
Ci sarà una RIFORMA (VERA) che interesserà la professionalità, la dignità e il futuro di qusto Corpo? O dovremo accontentarci di essere risucchiati da altri corpi di polizia dove andare a fare gli ultimi arrivati nonostante la grande esperienza acquisita nei vari ambiti.
Rispetto per tutti, ma ci sono priorità e priorità.

Di  pino  (inviato il 20/11/2014 @ 13:17:57)


n. 14


e perchè non Capo DAP, ha mi dimenticavo che già lo è

Di  Isp  (inviato il 20/11/2014 @ 11:31:55)


n. 13


Altro che Astrea, pallone e conflitto. Ormai è radicato li da circa 20 anni, e sappiamo il motivo, e al Dap non si sposta una carta senza una sua decisione.

Di  ste  (inviato il 20/11/2014 @ 11:25:33)


n. 12


@Giorgione....
E' evidente che tu non colga l'importanza dell'intervento, il quale tende ad evidenziare proprio quello che tu lamenti.
L'Astrea sono fatti nostri, senza alcuna ombra di dubbio.
E' quindi una naturale conseguenza la necessità di evidenziare un potenziale "conflitto di interessi" in seno ad una articolazione che di fatto "gestisce" la rappresentativa.
Tra l'altro la rappresentativa è incardinata nell'ambito della rappresentativa sportiva del Corpo istitutita con un Decreto Ministeriale, al pari di tutte le altre rappresentative sportive "militari", le quali, che piaccia o meno, sono uno dei più importanti serbatoi di atleti, che fanno ben figurare l'Italia nelle competizioni olimpioniche.
Invece di disquisire inutilmente sulla opportunità o meno di tenere in piedi una simile struttura, dato che è impossibile azzerala "de facto", sarebbe opportuno pretendere "TRASPARENZA" gestionale.
Il commento n. 7 mette in evidenza proprio tale necessità di verifica.

Di  PASQUINO  (inviato il 20/11/2014 @ 09:32:35)


n. 11


Colleghi invece di pensare fatti di altri che non ci riguardano vediamo che fine fanno i nostri soldi dell'ente che servono all'astrea. Si divertono sui campetti con i nostri soldi mentre noi soffriamo negli istituti senza straordinari ed altro. Pensate ai problemi della polizia penitenziariaaaaaaaaaaaa

Di  giorgione  (inviato il 19/11/2014 @ 18:19:08)


n. 10


Non capisco di calcio e pallone ma informato meglio sul personaggio i numeri sono dalla sua parte...ben venga dentro la nostra rappresentativa...viva la polizia penitenziaria. Mariolino

Di  mariolino  (inviato il 19/11/2014 @ 17:42:08)


n. 9


Allora forse è il caso di nominare questo DI SANTO a Direttore Generale dell'ASTREA visto che è così bravo ed influente come dite .... così vinciamo qualcosa.

Di  Giovannone  (inviato il 19/11/2014 @ 14:00:08)


n. 8


Non ci scordiamo che un impiegato deve essere trattato come un dirigente (anomalo e frivolo?). Quanti di voi, arrivati sul posto di lavoro trova il collega che gli prende in consegna l’auto, la porta all’autolavaggio e gliela parcheggia?

Di  Autiere serie B  (inviato il 19/11/2014 @ 12:10:39)


n. 7


Chi ritiene che sia un problema frivolo, è evidente che viva una realtà parallela, tutta rose e fiori.
Forse sfugge la rilevante quantità di danaro che che gira nel mondo del calcio.
Ritengo, invece, opportuno se non indispensabile un approfondimento dettagliato su:
Gestione dei contributi Federali;
Gestione degli sponsor;
Gestione dei contratti;
Verifica delle entrate/uscite dovute alle cessioni/prestiti;
Verifica del bilancio.
Credo che questo sia abbstanza sufficiente per catalogare il "conflitto di interessi, da "frivolo" a "leggermente rilevante"

Di  Daniele Papi  (inviato il 19/11/2014 @ 08:50:51)


n. 6


Il nostro sito è un sito di informazione da e per la Polizia Penitenziaria.
Per questo motivo crediamo che sia meglio rischiare di scrivere cose “frivole ed insignificanti” che non scrivere nulla.
Certamente questo non è un Problema con la P maiuscola, ma comunque è problema che abbiamo ritenuto degno di attenzione.
Citare o non citare De Santis non cancella il fatto che è stato un funzionario del Corpo e che ha fatto quello che ha fatto.
Per quello che riguarda l’invidia probabilmente chi la cita è davvero un esperto in materia, vista la quantità e la qualità dei commenti che è solito postare.
Le critiche, se costruttive, ci fanno solo piacere. Quelle gratuite le ignoriamo semplicemente …

Di  Redazione  (inviato il 18/11/2014 @ 16:15:30)


n. 5


Ve ne accorgete solo adesso di di santo. Sono vent’anni che sta in mezzo come il prezzemolo e mette bocca su tutto e tutti. È il figlioccio di di somma

Di  Marione  (inviato il 18/11/2014 @ 16:14:56)


n. 4


E che si meravigliamo per un piccolo conflitto d’interessi? Al Dap ce ne sono diecine e diecine di conflittoni …

Di  io  (inviato il 18/11/2014 @ 16:14:24)


n. 3


Sai cosa vedo di anomalo in tutto questo, due cose, l'invidia di chi scrive e l'aver citato De Santis che, non ha certo coperto il Corpo di prestigio e orgoglio. Tutto il resto che hai scritto è frivolo ed insignificante.

Di  ROMERO63  (inviato il 18/11/2014 @ 14:27:17)


n. 2


ormai possiamo dire grazie al' astrea x i suoi trascorsi grazie grazie e ancora grazie ma ormami visti i tempi non possiamo piu' reggere le spese x la squadra visti i tempi .possiamo cercare un privato che se la prende. poi x quanto riguarda i trascorsi di santo e una anomalia tutta italiana.

Di  a belli  (inviato il 18/11/2014 @ 12:40:22)


n. 1


e quindi ?? questo per noi deve essere un problema ??...questo e' gossip e a noi che nei carceri abbiamo migliaia di problemi non ce ne puo' fregare di meno.....

Di  luca  (inviato il 18/11/2014 @ 10:18:51)




Scrivi un commento Scrivi un commento

Testo (max 1000 caratteri)

Nome

Link (Visibile a tutti)


Email (Visibile solo dall'amministratore)


Salva i miei dati per futuri commenti

Ricevi in email la notifica di nuovi commenti

I commenti sono moderati. Il tuo commento sarà visibile solo quando approvato.
Il seguente campo NON deve essere compilato.



Disclaimer
L'indirizzo IP del mittente viene registrato, in ogni caso si raccomanda la buona educazione.

23.23.49.196


Pagina Facebook di Polizia Penitenziaria

Email Polizia Penitenziaria. Richiedila gratis o a pagamento




Tutti gli Articoli
1 Nella conferenza del Bicentenario nessun riferimento agli Agenti di Custodia

2 In memoria di Girolamo Minervini, ucciso dalle B.R. a Roma, appena nominato Direttore Generale degli Istituti di Prevenzione e Pena

3 Cosa accadrebbe se non passasse il riordino delle carriere?

4 Luigi Bodenza, Assistente Capo di Polizia Penitenziaria: ucciso in un agguato mafioso il 25 marzo 1994

5 Ancora una evasione, da Frosinone. Sappe: Qualcuno sta tentando di smantellare la sicurezza nelle carceri: non si sventano evasioni senza sentinelle e senza sorveglianza nelle sezioni!

6 Nel nostro lavoro, alla fine, o impari o devi imparare per forza

7 Nella conferenza del Bicentenario censurata la lettera di auguri del Garante alla Polizia Penitenziaria

8 Pensione buonuscita ai dirigenti penitenziari: l''INPS nega i sei scatti, spettano solo alla Polizia Penitenziaria

9 Progetto del nuovo carcere di Nola: a cosa sono serviti allora gli stati generali dell''esecuzione penale?

10 Riordino carriere: risultati di un sondaggio rivolto al personale





Tutti gli Articoli
1 Licenziata Agente di Polizia Penitenziaria: scarso rendimento

2 Qui comandiamo noi: detenuti aggrediscono con bastoni i Poliziotti penitenziari del carcere modello di Bollate

3 Arrestato Alessandro Menditti, evaso dal carcere di Frosinone da una settimana

4 Sconvolgente! Per tre notti degli sconosciuti sono entrati e usciti dal carcere di Frosinone per preparare l''evasione

5 Polizia Penitenziaria blocca evaso da permesso premio dopo inseguimento e pistole fuori dalle fondine

6 Arrestato Agente penitenziario: fornì telefono a un detenuto che gestiva la prostituzione della sorella e della compagna dal carcere di Frosinone

7 Agente penitenziario di Frosinone agli arresti domiciliari per corruzione: operazione ancora in corso, ci sarebbero altri Poliziotti coinvolti

8 Evadono in due dal carcere di Frosinone: il macellaio del clan Belforte fugge, l''altro è rimasto ferito

9 Collaboratori di giustizia e testimoni di giustizia: i numeri del Servizio centrale di protezione

10 La rete era tagliata da giorni, hanno smontato il televisore della cella, soffitto e poi lenzuola: ecco come sono evasi i due da Frosinone


  Cerca per Regione