Gennaio 2017
  Scarica il file .pdf del numero della Rivista Gennaio 2017  
  Archivio riviste    
L’addio all’Ass. Capo Antonino Morello


Polizia Penitenziaria - L’addio all’Ass. Capo Antonino Morello

Notizia del 30/12/2015

in Memoria del Corpo

(Letto 4179 volte)

Scritto da: Giuseppe Romano

 Stampa questo articolo     Leggi i Commenti Commenti dei lettori


L’assistente capo Morello aveva compiuto da poco 50 anni; era nato a Paceco (TP) il 13.5.1965. Lo conoscevo da sempre. Abbiamo condiviso centinaia di sentinelle, quando ancora la sentinella aveva un senso. E sul muro di cinta si rafforzavano le amicizie, in lunghe notti passate a raccontarci le nostre confidenze, violando il regolamento, incontrandoci a metà muro di cinta, uno abbassato per non farsi scoprire dal capoposto, l’altro in piedi a scrutare l’orizzonte, vigilando sulla sicurezza dell’Istituto. Non è retorica, ma Antonino era davvero una persona buona, mite, grande lavoratore. Amava scherzare ed era davvero benvoluto da tutti. Si era arruolato il 26.4.1984 e con i suoi quasi 32 anni di servizio, tutti passati al servizio a turno, era garanzia di serietà e professionalità.

Antonino Morello è stato colto a casa da un Infarto, la sera del 28 dicembre 2015. Un infarto fulminante che non gli ha dato scampo e che ci ha privato di un ottimo collega sotto tutti i punti di vista e un  grande amico su cui contare.

Il collega poeta Benedetto Lo Cascio, che è stato l’ultimo con il quale Morello ha condiviso la giornata lavorativa in sezione lo ha voluto ricordare così:

è sorto il sole; questa mattina è iniziato un nuovo giorno con tanta tristezza. Le lacrime scendono sui visi di tutti noi. Hai lasciato un vuoto nei nostri cuori. Te ne sei andato in punta di piedi; il tuo sorriso, il tuo modo di fare….ci piaceva stare con te. Ti tenevi tutto dentro per quello che la vita ti ha riservato. L’ultimo servizio lo hai fatto con me, ti sei liberato dei pesi che avevi ma nello stesso tempo mi raccontavi di tua figlia. I tuoi occhi si erano riempiti di felicità e nello stesso istante erano diventati lucenti e mi hai dimostrato quanto la volevi bene dicendomi queste parole che mi rimbombano ancora in mente: vivo per lei e la renderò sempre felice con tutto il mio cuore!

Adesso sei volato via ma sono sicuro che la tua anima starà sempre accanto a lei e anche vicino a tutti noi poliziotti penitenziari che ti abbiamo voluto bene e che siamo una grande famiglia. Ti porteremo sempre nei nostri cuori, grande Morello.

 

 


Scritto da: Giuseppe Romano
(Leggi tutti gli articoli di Giuseppe Romano)






 

Ultime Notizie Le ultime foto pubblicate
Tre detenuti evadono dal carcere di Firenze Sollicciano, Sappe: la responsabilità è dei colletti bianchi, evasione annunciata
Due Poliziotti feriti nel carcere di Regina Coeli: aggrediti da detenuti magrebini infastiditi dalle perquisizioni
Agente Penitenziario sorprende i ladri in casa che lo aggrediscono: ricoverato al pronto soccorso
Tre Poliziotti penitenziari feriti da un detenuto con forbici affilate appositamente
Carceri italiane ed edilizia penitenziaria: al massimo si da una ritinteggiata
Nuovo carcere a Nola: in scadenza il bando per la realizzazione
Chiso l''OPG di Montelupo Fiorentino: consiglieri comunali accusano sprechi e disagi
Furgone della Polizia Penitenziaria con ergastolano a bordo si blocca per guasto al motore: interviene la Polstrada


La Polizia Penitenziaria in una foto", il primo album fotografico della Polizia Penitenziaria creato dagli appartenenti alla Polizia Penitenziaria stessa!

 Foto della Polizia Penitenziaria Inviaci le tue!

Più di 1.300 ricevute in un anno!

 


Commenti Commenti dei lettori

n. 4


Ciao nino,sei stato un ragazzo semplice e umile,era sempre carino scambiare due parole con te,specialmente quando il milan perdeva....la sera prima ci siamo visti al supermercato,abbiamo scambiato quattro parole e ci siamo salutati,,,mi vengono i brividi a pensare quel momento e' stato il tuo ultimo saluto. ciao nino'

Di  salvatore p.  (inviato il 07/01/2016 @ 19:32:19)


n. 3


Caro nino, non ti dimenticherò mai sei stato un caro collega un amico. non posso immaginare turni di servizio senza poter dialogare con te, hai lasciato un vuoto nel cuore di chi ti ha conosciuto. il 28/12/ ho scambiato poche parole con te, ci siamo scambiati poche battute scherzose, adesso provo immensa tristezza per quanto accaduto. Eri uno di noi, lo sarai sempre perchè resti vivo nei cuori dei tuoi colleghi.

Di  F.D.  (inviato il 31/12/2015 @ 10:20:26)


n. 2


R.I.P. Nino.
Veglia su tutti noi.

Di  Alfio  (inviato il 31/12/2015 @ 10:00:14)


n. 1


ninuzzu ti chiamavamo amorevolmente ,eri una persona umile,mite e un grande lavoratore credo di non esagerare con il chiamarti eroe silenzioso ,eri un milanista sfegatato ed aspettavamo una sconfitta per discutere di calcio con te ,ci hai lasciato in silenzio come tuo solito, oggi in tanti compresi tanti pensionati presenti ti abbiamo reso onore partecipando al tuo funerale questo a dimostrazione dell' affetto che tutti avevano per te .
nino sarai sempre presente nei nostri cuori ,proteggici dal regno dei cieli assieme al nostro buon dio.
sei stato e sarai sempre uno di noi, cio ninuzzu
adesso non riesco piu' a scrivere
questo è il pensiero unanime di tutti i colleghi della cc di trapani

Di  Anonimo  (inviato il 30/12/2015 @ 16:29:07)




Scrivi un commento Scrivi un commento

Testo (max 1000 caratteri)

Nome

Link (Visibile a tutti)


Email (Visibile solo dall'amministratore)


Salva i miei dati per futuri commenti

Ricevi in email la notifica di nuovi commenti

I commenti sono moderati. Il tuo commento sarà visibile solo quando approvato.
Il seguente campo NON deve essere compilato.



Disclaimer
L'indirizzo IP del mittente viene registrato, in ogni caso si raccomanda la buona educazione.

174.129.108.207


Pagina Facebook di Polizia Penitenziaria

Email Polizia Penitenziaria. Richiedila gratis o a pagamento




Tutti gli Articoli
1 Celebrazioni 200 anni di storia del Corpo di Polizia Penitenziaria: autorizzata l’emissione della moneta d’argento da 5 euro

2 Catturato dalla Polizia Penitenziaria uno degli evasi dal carcere di Rebibbia: indagini in corso sui complici della latitanza

3 Le foto dei tre detenuti evasi dal carcere di Firenze Sollicciano

4 A chi danno fastidio i servizi di polizia stradale della Polizia Penitenziaria?

5 Riordino, organici dirigenziali: tra eccessi e sottodimensionamenti dei dirigenti della Polizia Penitenziaria

6 Foibe, il martirio degli Agenti di Custodia

7 La sospensione delle ordinarie regole di trattamento penitenziario (art. 41-bis)

8 Ufficiali medici nel Corpo di Polizia Penitenziaria?

9 Rapporto Eurispes: la Polizia Penitenziaria sgradita a un italiano su due

10 Il Ministro Orlando dichiara cessata l''emergenza sovraffollamento delle carceri, ma i dati lo smentiscono





Tutti gli Articoli
1 Decreto Milleproroghe, Sappe: Buona notizia via libera a 887 assunzioni nella Polizia Penitenziaria

2 Blitz della Polizia Penitenziaria: tre arresti per spaccio di droga a Napoli nelle prime ore della mattinata

3 Detenuto cinese violenta la figlia: compagno di cella marocchino lo sodomizza per un mese nel carcere di Prato

4 Poliziotto penitenziario travolto da auto mentre era in moto: è ricoverato in gravi condizioni

5 La latitanza dorata del detenuto evaso da Rebibbia catturato dal NIC della Polizia Penitenziaria

6 Agente Penitenziario sorprende i ladri in casa che lo aggrediscono: ricoverato al pronto soccorso

7 Ex scuola della Polizia Penitenziaria di Moastir pronta ad accogliere i migranti: quasi ultimati i lavori

8 Detenuto sorpreso ad aggiornare il proprio profilo Facebook dal carcere di Marassi

9 Tre detenuti evadono dal carcere di Firenze Sollicciano, Sappe: la responsabilità è dei colletti bianchi, evasione annunciata

10 Bidognetti, il capoclan dei Casalesi, comunicava dal 41-bis con messaggi nascosti


  Cerca per Regione