Febbraio 2017
  Scarica il file .pdf del numero della Rivista Febbraio 2017  
  Archivio riviste    
L’arresto del latitante Salvatore Marino: il coraggio di un Poliziotto Penitenziario illumina il Corpo di orgoglio.


Polizia Penitenziaria - L’arresto del latitante Salvatore Marino: il coraggio di un Poliziotto Penitenziario illumina il Corpo di orgoglio.

Notizia del 05/01/2011

in Nuvola Rossa

(Letto 5989 volte)

Scritto da: Nuvola Rossa

 Stampa questo articolo     Leggi i Commenti Commenti dei lettori


 

    Immaginate un collega della polizia penitenziaria che, dopo tanti mesi di sacrifici, decide di farsi una bella vacanza alle isole Canarie, e sceglie Tenerife come luogo dove passare quella settimana di ferie fuori stagione.
    Clima ancora piacevole, belle donne, discoteche e ogni giorno all’alba ritirarsi in hotel dopo aver sorseggiato un cappuccino. Il carcere, momentaneamente è un lontano ricordo. I problemi quotidiani, qui a Tenerife sono lontani. Si distrae facendo escursioni sul monte Teide, o shopping in un grande Centro Commerciale.
     Ma ad un tratto ecco che scorge un viso familiare, abbronzato; un tipo con maglietta e jeans e con le infradito ai piedi, un turista come altri eppure…….quello è un viso familiare. Ma sì, è un suo paesano, un suo pericolosissimo concittadino, non c’è dubbio! Lo ha riconosciuto: Salvatore Marino condannato all’ergastolo e latitante alle isole Canarie, l’autore di una delle più terribili stragi, quella della famiglia Cottarelli, avvenuta a Brescia nel 2006.
    E qui il collega, che fino a poco prima era stato un turista spensierato, adesso diventa un testimone chiave, un agente di polizia giudiziaria, con un dubbio che lo lacera dentro: cosa fare? Far fina di niente e continuare la vacanza? Fare l’agente di polizia di polizia giudiziaria (ogni tanto qualcuno si ricorda che anche noi lo siamo!) e pedinare il latitante, dando informazioni utili per la sua successiva cattura? E’ un dubbio sacrosanto se si pensa un attimo a come lo Stato abbandona i suoi testimoni di giustizia, è un dubbio legittimo, per chi nato nella stessa terra del latitante, dagli ascendenti mafiosi di tutto rispetto, si appresta a fare un passo così importante……mi garantiranno l’anonimato? Il mio nome verrà pubblicato sui giornali con il rischio di subire degli attentati in futuro, sia io che la mia famiglia? Sono attimi drammatici. Il collega avrebbe voluto trovarsi in quel momento alla Gran canaria piuttosto che a Tenerife……ma il poliziotto onesto che è dentro di lui ha il sopravvento e decide di avvertire il Dipartimento Amministrazione Penitenziaria, ovvero ilo nostro N.I.C. alla cui guida c’è un Commissario che è un mastino ed ha già conquistato le prime pagine dei giornali con altri arresti di latitanti ed operazioni varie perfettamente riuscite, dando lustro a tutta l’Amministrazione Penitenziaria e ricavandone solo una circolare con la quale si ricorda a tutto il personale che si, la polizia penitenziaria può fare anche atti di p.g. però…… noi siamo altro anche se qualche volta possiamo fare anche attività di polizia giudiziaria………….
    Dalla telefonata al blitz il passo è breve e il latitante viene arrestato, con grande soddisfazione perfino del Ministro Alfano e con qualche dubbio da parte dell’opinione pubblica che forse ha capito male? Grazie ad un poliziotto penitenziario che si trovava sull’isola?
    Io credo che quel collega, per il coraggio dimostrato soprattutto nel riconoscere e fare arrestare un pericoloso latitante, peraltro suo concittadino, nipote del capo mafia di Paceco (TP) Girolamo Marino detto Mommu u nanu – ucciso a colpi di Kalashnikov nel 1986, vada premiato. Ma non può trattarsi del solito elogio o del solito encomio concesso dal Capo del Dipartimento. Qui ci vuole una svolta culturale: se un agente ha dimostrato di avere grande coraggio e ha collaborato alla cattura di un pericoloso latitante suo concittadino, un condannato all’ergastolo che non ha esitato a sgozzare 3 persone, nipote di mafiosi che ancora hanno un forte legame con il territorio magari dove si trova l’Istituto in cui fa servizio, deve essere proposto per l’avanzamento al grado superiore. Non possiamo più assistere agli avanzamenti al grado superiore riservati solo agli atleti delle Fiamme Azzurre, perché hanno dato lustro bla, bla, bla,…… per me quel collega ha dato più lustro lui al Corpo, con il coraggio dimostrato che la Kostner che nelle sue interviste dimentica di dire che fa parte della Polizia Penitenziaria.
    Spero che stavolta il nostro Presidente Ionta faccia un passo indietro rispetto al passato e proponga il nostro “eroe” per una promozione sul campo
 
 
Nuvola Rossa

 

 

 


Scritto da: Nuvola Rossa
(Leggi tutti gli articoli di Nuvola Rossa)






 

Ultime Notizie Le ultime foto pubblicate
Arrestato Agente penitenziario: fornì telefono a un detenuto che gestiva la prostituzione della sorella e della compagna dal carcere di Frosinone
Agente penitenziario di Frosinone agli arresti domiciliari per corruzione: operazione ancora in corso, ci sarebbero altri Poliziotti coinvolti
Giornata della legalità: nel carcere di Arienzo i detenuti leggono i nomi di tutte le vittime di mafia e minuto di raccoglimento per Don Peppino Diana
Detenuto girava video dal carcere: arrestato con arsenale in casa, torna ai domiciliari con il braccialetto elettronico
Delega al Governo per dare Skype anche ai mafiosi? Insorge l''Associazione Vittime del Dovere
Tentata evasione dal carcere di Ivrea: detenuto fermato prima che arrivasse al muro di cinta
Detenuto ricoverato, esponente di spicco di un clan di Messina, libero di girare per l''ospedale di Parma
Qui comandiamo noi: detenuti aggrediscono con bastoni i Poliziotti penitenziari del carcere modello di Bollate


La Polizia Penitenziaria in una foto", il primo album fotografico della Polizia Penitenziaria creato dagli appartenenti alla Polizia Penitenziaria stessa!

 Foto della Polizia Penitenziaria Inviaci le tue!

Più di 1.300 ricevute in un anno!

 


Commenti Commenti dei lettori

n. 8


Voglio chiedere scusa pe quanto scritto poco fa, dove dico che :"mi meraviglio pure delle pagine di questo blog che hanno contribuito al diffondersi di notizie che..." e vi prego di considerarle corrette con: " mi meraviglio di quelle pagine di quei blog che hanno contribuito al diffondersi di notizie che..." Infatti su queste pagine non sono mai trapelate notizie idonee all'individuazione del collega. Ancora scusa a tutti. Vai forte Nuvola. Manteniamo vivo lo scritto.

Di  TOM  (inviato il 22/01/2011 @ 21:00:08)


n. 7


Ormai non manca altro da dare se non il nome cognome, data di nascita, via e piano di abitazione. Dopo di che avremo la certezza di avere consegnato il collega nelle mani di delinquenti senza scrupoli. Ma ci rendiamo conto che stiamo mettendo a serio pericolo un servitore dello Stato? Appena ho letto le notizie che sono state date relative a chi ha contribuito all'arresto, è stato tutto un susseguirsi di corse all'individuazione del collega cercando di sapere chi fosse, la sua sede di servizio, che colore fossero i suoi capelli. Mi meraviglio pure delle pagine di questo blog che hanno contribuito al diffondersi di notizie che per per sicurezza del nostro amico avrebbero dovuto essere quanto meno più discrete. Abbiamo allora la compiacenza di coltivare un po di più la riservatezza che in questi casi è d'obblico, e di eliminare qualsiasi impeto che con pubblicità possa recare danno a chi con spirito di sacrificio e abnegazione porta nei propri ideali l'idea di legalità.
Un ringraziamento va portato al collega che ha portato lustro al nostro Corpo.

Di  TOM  (inviato il 22/01/2011 @ 19:55:51)


n. 6


Un grandissimo elogio al COLLEGA. Chissa' quanti avrebbero seguito la sua scelta.................. E' il minimo l'avanzamento del grado. Bisognerebbe dargli protezione a lui ed anche alla sua famiglia. E' una cosa grandiosa quello che ha fatto ed importantissima per il ns Corpo.
GRANDEEEEEEEEEEEEEE

Di  tony da PV  (inviato il 14/01/2011 @ 20:12:09)


n. 5


sei un grande

Di  Antonio v.s.  (inviato il 07/01/2011 @ 18:12:33)


n. 4


Si era appresa la notizia tramite i media dell'arresto del famoso latitante, ma che fosse stato un collega l'artefice principale non ne se né saputo nulla o almeno non mi è perso di apprenderlo. Sarebbe stato opportuno rilevarlo, se non fossero stati i media, almeno il D.A.P. con un'apposita nota che gli stessi organi di stampa avrebbbero dovuto diffondere. Il tutto mi fa presagire come da sempre è stato, il nostro corpo non ha la giusta visibilità e la giusta considerazione istituzionale. Non abbiamo le garanzie, come ho costatato in un precedente post, derivanti da una rappresentanza politica che conduca le nostre istanze e posizioni; tant'è che in tal senso occupiamo l'ultimo posto tra le forze di polizia e in tutto ciò un significato, ahimè, a un significato che si traduce in una relativa considerazione da parte dello Stato stesso. Cosa dobbiamo aspettarci da una classe politica che non è in grado di mantenere equilibrio tra le forze sociali ed economiche che compongono lo Stato. Cmq avanti così con onore nei confronti del collega autore dell'arresto e di coloro che nel duro sacrificio del lavoro quotidiano sono costantemente impegnati anima e corpo nel servizio di sezione. In alto i cuori

Di  wids72  (inviato il 06/01/2011 @ 17:42:41)


n. 3


Sei sempre grande, i migliori auguri d' inizio anno nuvola rossa vai avanti così,
complimenti al collega "sappiamo fare anche questo" io lo sempre affermato non togliendo nulla agli altri colleghi C.C.PS, Finanza e Forestale la Pol Pen ha qualcosa in più.
Ps ritornado indietro a una delle tue lettere "medaglie e nastrini " mi preme ricordarti che purtroppo nulla è cambiato, io ad esempio sono 4 anni che ASPETTO L'ATTESTATO, FIGURIAMOCI LA MEDAGLIA, mentre un mio amico carabiniere inviata la domanda un anno dopo del mio entro sei mesi ha avuto attestato e medaglia, lui ha il nastrino attaccato alla divisa e la medaglia al muro di casa, io tra poco avrò neache la divisa perchè e vecchia e in magazzino non ci ne stanno.
con immensa stima.

Di  franco  (inviato il 06/01/2011 @ 14:03:22)


n. 2


Cosa dire........premiare questo collega con l'avanzamento di grado, credo che sia giustissimo., non mi è sembrato giusto dare il grado di Ispettore a quei colleghi...........scusate a quei musicisti della banda del corpo, da agenti si sono visti mettere il grado da ispettore. COMPLIMENTI ai ns Alti Dirigenti del D.A.P.. ...E il sindacato dovera????? Cmq. Nuvola Rossa hai fatto un'altro Bingo sei veramente in gamba, mi farebbe piacere conoscerti. Ciao a presto

Di  Ass.te c. Grignano Ignazio  (inviato il 05/01/2011 @ 22:17:06)




Scrivi un commento Scrivi un commento

Testo (max 1000 caratteri)

Nome

Link (Visibile a tutti)


Email (Visibile solo dall'amministratore)


Salva i miei dati per futuri commenti

Ricevi in email la notifica di nuovi commenti

I commenti sono moderati. Il tuo commento sarà visibile solo quando approvato.
Il seguente campo NON deve essere compilato.



Disclaimer
L'indirizzo IP del mittente viene registrato, in ogni caso si raccomanda la buona educazione.

54.211.79.150


Pagina Facebook di Polizia Penitenziaria

Email Polizia Penitenziaria. Richiedila gratis o a pagamento




Tutti gli Articoli
1 Agente della Polizia Penitenziaria si suicida con la pistola d''ordinanza in casa davanti ai familiari

2 In memoria di Girolamo Minervini, ucciso dalle B.R. a Roma, appena nominato Direttore Generale degli Istituti di Prevenzione e Pena

3 Santi Consolo confermato Capo DAP: il Consiglio dei Ministri di questa mattina lo rinomina in extremis

4 Luigi Bodenza, Assistente Capo di Polizia Penitenziaria: ucciso in un agguato mafioso il 25 marzo 1994

5 Cosa accadrebbe se non passasse il riordino delle carriere?

6 Ancora una evasione, da Frosinone. Sappe: Qualcuno sta tentando di smantellare la sicurezza nelle carceri: non si sventano evasioni senza sentinelle e senza sorveglianza nelle sezioni!

7 Riordino vuol dire mettere ordine

8 Nel nostro lavoro, alla fine, o impari o devi imparare per forza

9 Pensione buonuscita ai dirigenti penitenziari: l''INPS nega i sei scatti, spettano solo alla Polizia Penitenziaria

10 Progetto del nuovo carcere di Nola: a cosa sono serviti allora gli stati generali dell''esecuzione penale?





Tutti gli Articoli
1 Qui comandiamo noi: detenuti aggrediscono con bastoni i Poliziotti penitenziari del carcere modello di Bollate

2 Agente penitenziario suicida: non riusciva a mantenere i tre figli disoccupati

3 Polizia Penitenziaria blocca evaso da permesso premio dopo inseguimento e pistole fuori dalle fondine

4 Arrestato Agente penitenziario: fornì telefono a un detenuto che gestiva la prostituzione della sorella e della compagna dal carcere di Frosinone

5 Agente penitenziario di Frosinone agli arresti domiciliari per corruzione: operazione ancora in corso, ci sarebbero altri Poliziotti coinvolti

6 Evadono in due dal carcere di Frosinone: il macellaio del clan Belforte fugge, l''altro è rimasto ferito

7 Collaboratori di giustizia e testimoni di giustizia: i numeri del Servizio centrale di protezione

8 La rete era tagliata da giorni, hanno smontato il televisore della cella, soffitto e poi lenzuola: ecco come sono evasi i due da Frosinone

9 Detenuto evade dal carcere di Alessandria: era addetto alla pulizia delle aree esterne del penitenziario

10 Nuovi particolari su evasione da Frosinone: i complici sono saliti sul muro di cinta con una scala


  Cerca per Regione