Dicembre 2016
  Scarica il file .pdf del numero della Rivista Dicembre 2016  
  Archivio riviste    
Le bugie, le verità e le promozioni per meriti ... ministeriali


Polizia Penitenziaria - Le bugie, le verità e le promozioni per meriti ... ministeriali

Notizia del 11/04/2016

in L''Editoriale

(Letto 4431 volte)

Scritto da: Donato Capece

 Stampa questo articolo     Leggi i Commenti Commenti dei lettori


L'amministrazione Penitenziaria si ostina a tranquillizzare l’opinione pubblica sull’allarme sovraffollamento delle carceri del nostro Paese, ma in realtà smentisce se stessa.

I dati sulle presenze in carcere ci dicono altro. Ci dicono, infatti, che l’affollamento nelle carceri italiane persiste e insiste. Alla data del 29 febbraio scorso erano fisicamente presenti, nei 195 penitenziari italiani, ben 52.846 detenuti, comunque 3mila in più rispetto alla capienza regolamentare fissata dal DAP in 49.480 posti (conteggiando anche sezioni detentive chiuse e in ristrutturazione).

Come si fa dunque a sostenere che l’affollamento nelle nostre prigioni “non sussiste”, come dice il DAP? La situazione resta allarmante e lo testimonia meglio di ogni parola il numero degli eventi critici che ogni giorno si verificano nelle quasi 200 carceri. Risse, incendi, aggressioni, tentati suicidi, colluttazioni, ferimenti, atti di autolesionismo.

Gli eventi critici sono aumentati, che piaccia o meno, da quando ci sono vigilanza dinamica e regime penitenziario “aperto”. Perché se è vero che il 95% dei detenuti sta fuori dalle celle tra le 8 e le 10 ore al giorno, come ha informato il DAP in un recente comunicato stampa, è altrettanto vero che non tutti i ristretti sono impegnati in attività lavorative e, anzi, trascorrono tutte quelle ore del giorno a non far nulla. Da inizio mese, marzo 2016, abbiamo contato l’evasione dei detenuti a Rebibbia, il tentato suicidio di un detenuto a Frosinone, droga intercettata nel carcere minorile di Catanzaro, l’educatrice molestata a Pesaro, droga e telefonini sequestrati ancora a Frosinone, i mille problemi del carcere di Salerno, i poliziotti penitenziari aggrediti a Prato e a Torino, il tentato suicidio di un detenuto a Cremona e un altro salvato a Reggio Calabria, i due poliziotti aggrediti a Matera, gli incendi a Trieste e Salerno...

Altro che dichiarazioni tranquillizzanti, altro che situazione tornata alla normalità, altro che le reazioni stizzite delle Camere Penali ai nostri costanti allarmi sulla critica quotidianità delle carceri italiane. Le polemiche strumentali e inutili come le loro non servono a nessuno. I problemi del carcere sono reali, come reale è il dato che gli eventi critici nei penitenziari sono in aumento da quando vi sono vigilanza dinamica e regime aperto per i detenuti. Quelli del carcere non sono problemi da nascondere come la polvere sotto gli zerbini, ma criticità reali da risolvere. I numeri dei detenuti in Italia sarà pure calato, ma le aggressioni, le colluttazioni, i ferimenti, i tentati suicidi e purtroppo anche le morti per cause naturali si verificano costantemente, spesso a tutto danno delle condizioni lavorative della Polizia Penitenziaria che in carcere lavora 24 ore al giorno.

Con buona pace di talune dichiarazioni corporative che non rappresentano affatto la realtà quotidiana che si vive nelle nostre strutture detentive. Tutti questi eventi critici hanno coinvolto numerosi appartenenti alla Polizia Penitenziaria, coinvolti loro malgrado in questa costante e logorante tensione operativa.

E l’Amministrazione che fa?

Anziché premiare loro, in prima linea nelle carceri, il DAP intende promuovere al grado superiore per meriti eccezionali (!) alcuni poliziotti penitenziari del Ministero che avrebbero acquisito i dati dalle carceri sugli effetti della nota sentenza Torreggiani. Il DAP, che tempo fa già si rese responsabile di un’altra promozione beffa (venne promosso al grado superiore un archivista del DAP senza alcun compito operativo!), anziché premiare chi lavora tutti i giorni in prima linea in carcere tra mille difficoltà e grande professionalità, vorrebbe dare la promozione a chi ha solamente raccolto dei dati!

Una cosa che lascia senza parole e rispetto alla quale ho già sollecitato un intervento del Ministro della Giustizia Andrea Orlando, sollecito che rinnovo da queste colonne. Le promozioni per meriti straordinari ed eccezionali siano conferite a chi se le merita in carcere per compiti operativi, non a chi fa fotocopie o compie ordinarie mansioni d’ufficio al Ministero!

 

Collega del DAP promosso a ruolo superiore per alti meriti: …e allora una promozione la voglio anch’io!

 

La piramide rovesciata delle promozioni per merito straordinario

 

Il DAP festeggia per aver saputo contare le celle disponibili: altre promozioni per meriti eccezionali in arrivo?

 

Io comandante di periferia, voglio la promozione per merito straordinario

 

Encomio Solenne o pacca sulla spalla?

 

Collega del DAP promosso a ruolo superiore per alti meriti: …e allora una promozione la voglio anch’io!

 

Proposta per avanzamento a ruolo superiore per archivista DAP: a volte ritornano...

 

Promozioni per meriti straordinari: anche un secolo fa la normativa era la stessa

 

A proposito di promozioni per meriti eccezionali ...

 

Le famose promozioni per meriti eccezionali… Maccarese due

 

Encomio solenne all’’addetto stampa: anche nei Carabinieri sempre più scollamento tra centro e periferia

 


Scritto da: Donato Capece
(Leggi tutti gli articoli di Donato Capece)






 

Ultime Notizie Le ultime foto pubblicate
Detenuto prende a sprangate due Poliziotti Penitenziari
Carcere di Alba riaprirà: comunicato del DAP smentisce voci di un possibile cambio d''uso
Cinofili Polizia Penitenziaria trovano droga all''interno del carcere modello di Milano Bollate
Agente penitenziario libero dal servizio blocca detenuto che stava per evadere dal permesso
Sfollamento del carcere di Teramo: Sappe chiede di prolungare l''aiuto degli Agenti arrivati dagli altri Istituti
Graziati trecentotrenta detenuti: l''amnistia più numerosa dell''era Obama a poche ore dalla scadenza del suo mandato
Tentano di fare sesso nella sala colloqui del carcere di Pisa: denunciati dalla Polizia Penitenziaria
Dopo 32 anni la pistola Beretta va in pensione: gli USA firmano contratto con la Sig Sauer


La Polizia Penitenziaria in una foto", il primo album fotografico della Polizia Penitenziaria creato dagli appartenenti alla Polizia Penitenziaria stessa!

 Foto della Polizia Penitenziaria Inviaci le tue!

Più di 1.300 ricevute in un anno!

 


Commenti Commenti dei lettori

n. 3


Insomma il DAP sosterrebbe che il sovraffollamento non esiste.......

Ma queste statistiche pubblicate sul sito del Ministero della Giustizia chi le elabora???

https://www.giustizia.it/giustizia/it/mg_1_14_1.wp?previsiousPage=mg_1_14&contentId=SST1225342


Di  PASQUINO  (inviato il 21/04/2016 @ 16:30:34)


n. 2


Ma quale pacca sulla spalla…
Io mi accontento in altro modo.
Godo a 50’anni e passa, vedere la mia terzogenita che muove i primi passi.
QUELLA SI CHE E’ GODURIA ALLO STATO PURO.
Godo di ciò che sono riuscito a fare fuori dal contesto lavorativo, un'attività con i controca…zi, per mia moglie e per i miei due splendidi ragazzoni.
Godo nel portare a Natale, Capodanno, Pasqua ed altre giornate ogni ben di Dio per i colleghi….e guai a chi me li tocca.
Io di straordinario non ci vedo proprio nulla.
Il destinatario di cotanto merito, deve essere all'altezza sul serio e domandarsi subito….”ma cosa avrò fatto per meritarmi questo?”…davvero lo merito?…..cosa penseranno gli altri di me?....
Ci si passi la mano sulla coscienza ogni tanto.

Ogni tanto mi capita di andare a trovare un amico impiegato “civile” che lavora a PALAZZO.
Non sono mai entrato in tutti questi anni, presentandomi come collega….così gioco a fare l’infiltrato nel palazzo di corte…..minc….come mi diverto….ih ih ih ih
Lo faccio soprattutto per ricordare a me stesso la fortuna che ho di fare un lavoro speciale e di quanto sia libero, nonostante in galera!
Osservo tutto e tutti.
L'aria che si respira è LONTANA ANNI LUCE DAL MIO CONTESTO CARCERARIO.
“Appaiono” tutti sereni, sorridenti, ma anche velatamente stanchi e stressati, MA PRONTI A TUTTO….e se dico tutto, spero mi crediate!
Un giorno assistetti ad una telefonata tra un collega e la moglie.
C’era la riunione a scuola di suo figlio e lui se ne era scordato come sempre…si sentiva la moglie urlare e gridare. Il collega ad un certo punto disse PERENTORIO e con la VOCE da maschiaccio….”il lavoro viene prima di ogni cosa…hai capito”?
Eheheheheh……ma và a c……
Riflettei tra me stesso, pensando a quel cretino che avevo davanti….l’attaccamento al lavoro è quasi una ossessione per molti, compreso me, ma LA FAMIGLIA…..quella viene prima di ogni cosa, costi quel costi….”annesso un rientro in sede”.
Anche il modo di camminare di alcuni è diverso, spalle dritte (si fa per dire), fiere di percorrere quei corridoi profumati, lucidi e semi deserti.
Anche il modo de parlà.....alcuni sembrano GENERALI de se stessi, annessi quelli che da noi si direbbe: ”….ancora ci deve pisc..à....’ngalera”!!!
Ve saluto.


Per favore Donato.....non ungerti, non farlo mai ti prego, ho troppo rispetto per te e questo Grande SAPPE.
Con a-roma a tutti.


Di  P.zza S. Eustachio  (inviato il 12/04/2016 @ 21:44:50)


n. 1


tutto condivisibile...ma i sindacati dov'erano quando si facevano le infornate dei trasferimenti al dap con qualche mese di distacco?
certamente una promozione per un archivista non renderebbe merito al lavoro di tanti poliziotti penitenziari impegnati in prima linea, ma il sindacato che faceva negli anni in cui a Roma arrivava e pioveva di tutto?

Di  pino  (inviato il 12/04/2016 @ 08:53:31)




Scrivi un commento Scrivi un commento

Testo (max 1000 caratteri)

Nome

Link (Visibile a tutti)


Email (Visibile solo dall'amministratore)


Salva i miei dati per futuri commenti

Ricevi in email la notifica di nuovi commenti

I commenti sono moderati. Il tuo commento sarà visibile solo quando approvato.
Il seguente campo NON deve essere compilato.



Disclaimer
L'indirizzo IP del mittente viene registrato, in ogni caso si raccomanda la buona educazione.

54.147.244.157


Pagina Facebook di Polizia Penitenziaria

Email Polizia Penitenziaria. Richiedila gratis o a pagamento




Tutti gli Articoli
1 Polizia Penitenziaria arresta estremista islamico. Prima operazione antiterrorismo dentro un penitenziario eseguita dal Nucleo Investigativo Centrale in collaborazione con la Digos

2 I suicidi nella Polizia Penitenziaria sono il doppio rispetto alle altre forze dell’Ordine e il triplo rispetto alla società civile

3 Como: poliziotto penitenziario muore stroncato da infarto in servizio

4 In memoria del collega Pietro Sanclemente, Assistente Capo del carcere di Trapani

5 Con il Decreto Milleproroghe arrivano le assunzioni nella Polizia Penitenziaria

6 Corruzione a Rebibbia: NIC Polizia Penitenziaria e Squadra Mobile Polizia di Stato arrestano due agenti e un detenuto

7 Replica a Il Fatto Quotidiano: i veri motivi per cui il Sappe ha querelato Ilaria Cucchi

8 Polizia Penitenziaria: serve un’efficace comunicazione per non alimentare una costante disinformazione

9 Gli Uffici per l’Esecuzione Penale Esterna (UEPE)

10 Il Giornale: analisi di contesto del NIC rivelano istigazione all''odio contro la Polizia Penitenziaria di alcuni Imam detenuti





Tutti gli Articoli
1 Terrorismo: i Poliziotti Penitenziari in ascolto e i terroristi islamici cambiano strategia

2 Dopo 32 anni la pistola Beretta va in pensione: gli USA firmano contratto con la Sig Sauer

3 Caso Cucchi: Carabinieri accusati di omicidio preterintenzionale e di aver accusato la Polizia Penitenziaria

4 Tentano di fare sesso nella sala colloqui del carcere di Pisa: denunciati dalla Polizia Penitenziaria

5 Fabio Perrone aggredisce due Poliziotti penitenziari. Un anno fa venne arrestato per l''evasione con sparatoria dall''ospedale

6 Cinofili Polizia Penitenziaria trovano droga all''interno del carcere modello di Milano Bollate

7 Ruba auto a Poliziotto penitenziario ma rimane bloccato dal passaggio a livello e viene arrestato

8 Carcere di Teramo senza riscaldamento e in mezzo al terremoto: domani lo sfollamento

9 Rientro dei distaccati dal carcere di Alessandria San Michele: prevista anche sorveglianza dinamica e automazione cancelli

10 Agente penitenziario libero dal servizio blocca detenuto che stava per evadere dal permesso


  Cerca per Regione