Febbraio 2017
  Scarica il file .pdf del numero della Rivista Febbraio 2017  
  Archivio riviste    
Le indagini del NIC della Polizia Penitenziaria intercettano le comunicazioni dei boss con l'esterno


Polizia Penitenziaria - Le indagini del NIC della Polizia Penitenziaria intercettano le comunicazioni dei boss con l'esterno

Notizia del 27/12/2013

in Accadde al penitenziario

(Letto 4635 volte)

Scritto da: Redazione

 Stampa questo articolo


Ancora una volta i colloqui in carcere effettuati tra detenuti appartenenti alla criminalità organizzata e i loro familiari, ritornano ad essere per i boss reclusi l’occasione per ricevere ed inviare messaggi all’esterno dell’ambiente penitenziario.

SETOLA Giuseppe, sottoposto dal 2009 alle restrizioni del regime detentivo speciale ex art. 41bis Ord. Pen., e capo indiscusso della frangia stragista del clan “dei Casalesi” – fazione Bidognetti, avrebbe continuato, attraverso la propria consorte, a ricevere e trasmettere indicazioni da e per l’esterno del carcere.

Le investigazioni compiute dagli uomini del N.I.C., principalmente poste in essere per mezzo delle attività tecniche di intercettazione ambientale eseguite nel penitenziario di Milano Opera, dove risulta detenuto SETOLA, hanno permesso di acclarare come sua moglie MARTINELLI Stefania, di fatto continuava a percepire dal gruppo camorristico il c.d. “stipendio”. 

La decodificazione dei messaggi intercettati durante i colloqui e l’analisi degli elementi riscontrati, hanno ancora una volta fatto emergere il prezioso contributo che la Polizia Penitenziaria fornisce quotidianamente anche alla lotta alla criminalità organizzata. Tema quest’ultimo che ha assunto importanza primaria, alla luce anche dell’introduzione nel nostro sistema normativo dell’art. 391 bis c.p., fattispecie delittuosa che punisce, alla pena della reclusione fino a quattro anni, colui che consente ad un detenuto sottoposto al “carcere duro”, di comunicare eludendo le restrizioni imposte.

In tale contesto, l’accusa mossa nei confronti della moglie del boss SETOLA, aggravata peraltro dal metodo mafioso e dall’aver commesso il fatto avvalendosi anche della figlia minore di età, rappresenta una delle prime applicazioni della norma, in un ambito in cui la Polizia Penitenziaria è di fatto direttamente coinvolta, essendo in prima linea nella gestione dei detenuti sottoposti al 41 bis e nei rapporti che ne conseguono con l’Autorità Giudiziaria. 

Tematiche queste che meritano considerazioni più attente ed incisive da parte dei vertici della Polizia Penitenziaria, tenuto conto che emerge sempre di più una pericolosità e un “fermento criminale” dei reclusi affiliati alle organizzazioni, dinamiche mafiose che si manifestano all’interno delle carceri e che i Poliziotti penitenziari sono chiamati a fronteggiare.

 


Scritto da: Redazione
(Leggi tutti gli articoli di Redazione)






 

Ultime Notizie Le ultime foto pubblicate
Epatite C, il contagio passa dalle carceri e arriva nelle città per i pochi controlli
Continui problemi nel carcere di Airola: protesta della Polizia Penitenziaria
Licenziata Agente di Polizia Penitenziaria: scarso rendimento
Arrestato Alessandro Menditti, evaso dal carcere di Frosinone da una settimana
Riordino Polizia Penitenziaria: nuove qualifiche e nuovi errori
Sconvolgente! Per tre notti degli sconosciuti sono entrati e usciti dal carcere di Frosinone per preparare l''evasione
Arrestato Agente penitenziario: fornì telefono a un detenuto che gestiva la prostituzione della sorella e della compagna dal carcere di Frosinone
Agente penitenziario di Frosinone agli arresti domiciliari per corruzione: operazione ancora in corso, ci sarebbero altri Poliziotti coinvolti


La Polizia Penitenziaria in una foto", il primo album fotografico della Polizia Penitenziaria creato dagli appartenenti alla Polizia Penitenziaria stessa!

 Foto della Polizia Penitenziaria Inviaci le tue!

Più di 1.300 ricevute in un anno!

 


Commenti Commenti dei lettori
Nessun commento trovato.



Scrivi un commento Scrivi un commento

Testo (max 1000 caratteri)

Nome

Link (Visibile a tutti)


Email (Visibile solo dall'amministratore)


Salva i miei dati per futuri commenti

Ricevi in email la notifica di nuovi commenti

I commenti sono moderati. Il tuo commento sarà visibile solo quando approvato.
Il seguente campo NON deve essere compilato.



Disclaimer
L'indirizzo IP del mittente viene registrato, in ogni caso si raccomanda la buona educazione.

54.197.130.93


Pagina Facebook di Polizia Penitenziaria

Email Polizia Penitenziaria. Richiedila gratis o a pagamento




Tutti gli Articoli
1 Nella conferenza del Bicentenario nessun riferimento agli Agenti di Custodia

2 In memoria di Girolamo Minervini, ucciso dalle B.R. a Roma, appena nominato Direttore Generale degli Istituti di Prevenzione e Pena

3 Cosa accadrebbe se non passasse il riordino delle carriere?

4 Luigi Bodenza, Assistente Capo di Polizia Penitenziaria: ucciso in un agguato mafioso il 25 marzo 1994

5 Ancora una evasione, da Frosinone. Sappe: Qualcuno sta tentando di smantellare la sicurezza nelle carceri: non si sventano evasioni senza sentinelle e senza sorveglianza nelle sezioni!

6 Nella conferenza del Bicentenario censurata la lettera di auguri del Garante alla Polizia Penitenziaria

7 Nel nostro lavoro, alla fine, o impari o devi imparare per forza

8 Pensione buonuscita ai dirigenti penitenziari: l''INPS nega i sei scatti, spettano solo alla Polizia Penitenziaria

9 Progetto del nuovo carcere di Nola: a cosa sono serviti allora gli stati generali dell''esecuzione penale?

10 Riordino carriere: risultati di un sondaggio rivolto al personale





Tutti gli Articoli
1 Licenziata Agente di Polizia Penitenziaria: scarso rendimento

2 Qui comandiamo noi: detenuti aggrediscono con bastoni i Poliziotti penitenziari del carcere modello di Bollate

3 Arrestato Alessandro Menditti, evaso dal carcere di Frosinone da una settimana

4 Sconvolgente! Per tre notti degli sconosciuti sono entrati e usciti dal carcere di Frosinone per preparare l''evasione

5 Polizia Penitenziaria blocca evaso da permesso premio dopo inseguimento e pistole fuori dalle fondine

6 Arrestato Agente penitenziario: fornì telefono a un detenuto che gestiva la prostituzione della sorella e della compagna dal carcere di Frosinone

7 Agente penitenziario di Frosinone agli arresti domiciliari per corruzione: operazione ancora in corso, ci sarebbero altri Poliziotti coinvolti

8 Evadono in due dal carcere di Frosinone: il macellaio del clan Belforte fugge, l''altro è rimasto ferito

9 Collaboratori di giustizia e testimoni di giustizia: i numeri del Servizio centrale di protezione

10 La rete era tagliata da giorni, hanno smontato il televisore della cella, soffitto e poi lenzuola: ecco come sono evasi i due da Frosinone


  Cerca per Regione