Dicembre 2016
  Scarica il file .pdf del numero della Rivista Dicembre 2016  
  Archivio riviste    
Le tristi notti del poliziotto penitenziario cinquantenne


Polizia Penitenziaria - Le tristi notti del poliziotto penitenziario cinquantenne

Notizia del 24/11/2016

in Accadde al penitenziario

(Letto 12342 volte)

Scritto da: Baldo degli Ubaldi

 Stampa questo articolo     Leggi i Commenti Commenti dei lettori


Quando fu emanato il Regolamento di Servizio, nel 1999, ero ancora un Agente nel pieno vigore fisico e pensavo che ai sensi dell’art. 21, comma 4, quando avrei raggiunto la veneranda età di 50 anni, avrei presentato richiesta e  sarei stato esentato dall’effettuare servizi notturni, così come recitava il Regolamento; non potevo pensare a quell’età che si sarebbero potute presentare esigenze di servizio tali che mi avrebbero impedito di NON fare le notti.

Eravamo tutti giovani e forti e nelle carceri c’era a malapena qualche cinquantenne che effettuava servizi di tutto riposo e per il quale si nutriva grande rispetto non foss’altro per l’esperienza maturata.

Da allora sono passati ben 17 anni, quasi 18 a febbraio. Il regolamento è sempre quello ma gli appartenenti al Corpo di Polizia Penitenziaria sono invecchiati e la politica non ha saputo (talvolta voluto?) dare quel ricambio generazionale necessario per chi svolge il duro lavoro del poliziotto penitenziario alle prese con turni di servizio massacranti (lo scrivevamo già negli anni ’80 e poco è cambiato da allora …), notti, stress, che necessitano di un fisico in forma e di una mente lucida.

Il risultato è stato che l’articolo 21, del Titolo IV – Capo 1, Norme Generali – è sempre lì e ci sfotte tutti quanti continuando ad affermare che chi ha superato il 50° anno di età viene esentato dal fare le notti, a domanda ... domanda che regolarmente viene rigettata perché ostano le inderogabili esigenze di servizio, ovvero: ma chi le deve fare le notti?

Fatevi un giro nelle carceri del sud Italia, quelli dove il personale arriva a destinazione quando ci sono le rare mobilità, dopo aver svolto 30 e più anni di servizio ... praticamente dei vecchi.

Oggi nelle carceri i 50enni vengono guardati con invidia se paragonati ai 55enni, e perfino ai 58enni che ancora svolgono servizio nelle sezioni e continuano a fare le notti ... quando se la sentono fisicamente; spesso stanno male e restano a casa ammalati, costringendo chi rimane a fare le notti con un numero esiguo di personale, con grande rischio per la sicurezza.

In 17 anni dall’entrata in vigore del Regolamento di Servizio ci sono state svariate riforme pensionistiche che hanno portato l’età contributiva per andare in pensione  a 42 anni  e passa di servizio, con il risultato che si è allungata l’età di chi è rimasto in servizio.

In 17 anni dall’entrata in vigore del Regolamento di Servizio mai nessuno si è preso la briga di far modificare l’art. 21 – impiego nei servizi – ed attualizzarlo, portando il limite anagrafico ad esempio a 57 anni, rendendolo tassativo e non a richiesta, e sempre che non vi siano le esigenze di servizio, dando la possibilità a quegli Eroi che rimangono in servizio di non fare le notti negli ultimi scampoli della loro carriera.

E questo la dice lunga sulla considerazione che godiamo da parte dei nostri vertici dipartimentali e della politica in genere. 

 

 


Scritto da: Baldo degli Ubaldi
(Leggi tutti gli articoli di Baldo degli Ubaldi)






 

Ultime Notizie Le ultime foto pubblicate
Ripetute proteste nella stessa giornata nel carcere minorile Beccaria di Milano
Maltempo in Sardegna: 20 Poliziotti Penitenziari e 150 detenuti bloccati nella colonia agricola di Mamone
Caso Cucchi: Carabinieri accusati di omicidio preterintenzionale e di aver accusato la Polizia Penitenziaria
Mafiosi convertiti all''islam durante la permanenza in carcere: il caso del boss che vuole convertire anche il figlio
Carcere di Orvieto di nuovo casa di reclusione? La protesta dei Poliziotti: a rischio la chiusura del carcere
Il DAP affida in esclusiva all''Ucoii la scelta degli imam nelle carceri: pericolo di predominanza salafita
Motovedetta della Polizia Penitenziaria in soccorso di otto ricercatori bloccati sull''isola di Pianosa
Nuovo carcere di Brescia? Pronto non prima di sei o sette anni


La Polizia Penitenziaria in una foto", il primo album fotografico della Polizia Penitenziaria creato dagli appartenenti alla Polizia Penitenziaria stessa!

 Foto della Polizia Penitenziaria Inviaci le tue!

Più di 1.300 ricevute in un anno!

 


Commenti Commenti dei lettori

n. 22


Referee ma per caso le gettate a 40° sui tetti le fai te?
Se si, capisco pure il motivo di tanto veleno nelle tue parole, un lavoro molto duro che merita rispetto. Magari vorresti arruolarti nel nostro Corpo?
Non so quando sei nato ragazzo, ma ti chiedo di essere più gentile ed avere RISPETTO nei confronti di tanti di noi che sono nati negli anni 60 e ne hanno viste di cotte e di crude facendo questo duro mestiere.
Ti abbraccio....e non lo fare più!

Di  Nonnetto  (inviato il 03/12/2016 @ 14:14:13)


n. 21


Non voglio rispondere ai colleghi però penso che sia una questione di dignità e rispetto esentare dalle notti i più anziani di servizio. Ai politicanti non importa niente di noi e per i nuovi arruolamenti non ci sono i soldi ( per loro ci sono sempre).Voglio ricordare ai più giovani che quando mi sono arruolato io partivano tre corsi di ausiliare e due da effettivi all'anno.Vi era la certezza per chi era giovane di una prospettiva di vita con un lavoro, una famiglia, etc...Io sono entrato negli agenti di custodia per avere un lavoro e mi ritengo fortunato ad averlo trovato ma oggi si sta toccando il fondo è non parlo solo per il nostro lavoro ma in generale, se vi guardate un po' intorno non funziona più niente e la prima cosa che viene a mancare è il rispetto e la dignità di ognuno.Una volta si diceva vogliono fare le nozze con i fichi secchi,oggi non vi è la possibilità di farle neanche con quelli.

Di  Cavallo pazzo  (inviato il 26/11/2016 @ 10:31:54)


n. 20


In questo articolo si parla di regolamento di servizio che non viene rispettato, e che qualcuno ha partorito per la polizia penitenziaria, non è la notte in se stessa, come pensano refere e pasquale, qui ci lamentiamo di tutto, con educazione. Il carpentiere, l'idraulico, e il falegname avranno sicuramente altri siti dove potersi confrontare. Se l'articolo verteva sulla mancanza di personale ci saremmo lamentati di quello, o delle auto vecchie per le traduzioni ecc. Ci lamentiamo giustamente che l'assistente capo con 30 e passa anni di servizio debba fare la prima e la notte di Sorveglianza Generale, pur pagato da assistente, e questo non è giusto, anzi non è tollerabile. Non penso che il carpentiere con il dovuto rispetto debba sedare una rissa in sezione, o togliere la lametta ad un autolesionista, sono lavori completamente diversi. Io che ho 34 anni di servizio, e pensavo di aver visto tutto, mi rendo conto che ogni anno scendiamo sempre più giù in tutto, dalla mancanza di personale, ai mezzi, alle strutture fatiscenti sia delle caserme che del carcere dove lavoriamo. In sintesi mi sembra giusto almeno lamentarsi civilmente, o ci è tolto pure quello per i signori pasquino e refere, ma la cosa che trovo ancor più triste, e che veniamo criticati da chi "dice" di portare la divisa come noi, e allora facciamoci prendere a calci nel sedere, ma per favore.

Di  Mario64  (inviato il 26/11/2016 @ 08:58:48)


n. 19


Infatti, se l'argomento non fosse stato interessante e molto sentito non avrebbe avuto quasi 10.000 contatti in due giorni.......

Di  Lungimirante Alberto  (inviato il 25/11/2016 @ 21:14:17)


n. 18


Sicuramente il problema della Polizia Penitenziaria non sono solo le notti dei cinquantenni. Basta leggere questo blog e in parte anche quelli autoreferenziali degli altri sindacati che sicuramente non sono pieni di contenuti come i nostri articoli. Su questo sfido chiunque a dimostrare il contrario. Mi piace raccogliere le provocazioni e rimandarle al mittente. Chi posta dei commenti come referee e Pasquale vuole solo provocare, vuole mettere la polvere sotto il tappeto. Caro Pasquale o comunque chiunque tu sia, possibilmente sei un segretario di un altro sindacato avverso, se provi tristezza a leggere queste cose, nel senso che provi compassione, non ti collegare e risolvi il problema.

Di  Baldo degli Ubaldi  (inviato il 25/11/2016 @ 21:13:06)


n. 17


Per anonimo!!!!!, quando io mi sono arruolato nel 1987 e ho cutito le mostrine sulla pelle, tu forse ancora giravi per il paesello, notti a turni di 8 ore ne ho fatte e ne faccio ancora...... x ubaldo degli ubaldi la Divisa va stratta xchè non ci si cura nell'aspettooooo,.... NON HO MAI VISTO UN CARPENTIRE GRASSO..... ogni articolo che viene postato ha lamentele DI OGNI GENERE, CI SI LAMENTA SU OGNI COSA, DAVVERO SGRADEVOLE LEGGERLE.... QUESTO SIETE..............

Di  refere  (inviato il 25/11/2016 @ 17:56:46)


n. 16


15 commenti per questo articolo (forse è record) il problema della Polizia Penitenziaria è nelle notti dei 50enni! Che tristezza....

Di  Pasquale  (inviato il 25/11/2016 @ 11:56:15)


n. 15


Sono sfoghi dettati dalla rabbia perché le norme pattizzie non vengono rispettate per ciò che attiene i diritti del personale.

Di  Roberto  (inviato il 25/11/2016 @ 10:49:16)


n. 14


sicuramente referee non sà cosa significa fare le notti, io ho inziato nell'88 quando si faceva 16/24 08/16 24/08 se lo ripeti in un mese sono dalle 8 all 9 notti al mese ma all'epoca avevamo la divisa grigia e le stellette. Tolte le stellette sicuramente le cose sono migliorate sulla carta che purtroppo non viene rispettata, solo per i diritti, mentre per quel che riguarda la disciplina la si che viene applicata la carta. Il problema non è solo per l'impegno fisico ma se sono stanco, poco lucido e tre detenuti scappano.........chi paga? Quindi caro referee non urlare baggianate perchè domani potresti esserci tu nella condizione di doverti giustificare perchè il detenuto è scappato o peggio è morto ecc.

Di  Anonimo  (inviato il 25/11/2016 @ 10:31:11)


n. 13


Non capisco se questi articoli sono vere e proprie denunce o solamente sfoghi personali

Di  pippo  (inviato il 25/11/2016 @ 09:39:01)


n. 12


Per il signor "referee": non si tratta di lamentarsi per ogni cosa. Non è il caso nemmeno di fare paragoni con altri lavori. Ogni lavoro ha le sue peculiarità. A noi la divisa non ci va stretta, tranne a quelli che sono ingrassati negli anni. Il contenuto dell'articolo è un dato di fatto: ovvero un regolamento che non rispecchia più la realtà. In quanto alle gittate di cemento le lasciamo ai carpentieri che avranno modo di lamentarsi nel proprio blog e non in quello della Polizia Penitenziaria.

Di  Baldo degli Ubaldi  (inviato il 25/11/2016 @ 06:43:41)


n. 11


SIETE SEMPRE A LAMENTARVI PER OGNI COSA, SIETE SERVITORI DELLO STATO RICORDATEVELO, PORTATE UNA DIVISA BELLISSIMA MA FORSE NON VI APPARTIENE.
PROVATE A FARE LE GETTATE SUI TETTI IN AGOSTO A 40 , MAGARI E MEGLIO UNA NOTTE IN PIU'.......SE QUESTA DIVISA VI VA STRETTA O NON VI PIACE LASCIATE IL POSTO AD ALTRI...... QUESTO SIETE.............

Di  referee  (inviato il 25/11/2016 @ 01:11:57)


n. 10


..cancellatevi tutti dai sindacati e vedrete come si muovono il culo per risolvere i problemi perenni che ci affliggono!!!!!!

Di  Anonimo  (inviato il 24/11/2016 @ 21:56:10)


n. 9


Arruolato nel lontano 83, ho fatto la richiesta di esonero dai turni notturni, la risposta è stata "si se ci sono le condizioni" ovviamente la condizione e che ci siano unità più giovani per farla la notte. Una grande presa per il culo, poiché come ben descritto nell'articolo il 70 per cento di noi circa ha superato i 50 anni. Il famoso articolo 21 e il regolamento in genere sono tutte cazz...e, semplicemente ci prendono per la gola, ossia il nostro bisogno di lavorare, ma alla fine anche per quei 4 soldi in più che ti distruggono fisicamente non ne vale davvero la pena, ci stanno uccidendo lentamente. io ho risolto a modo mio, e sinceramente preferisco essere riformato piuttosto che dover subire a 52 anni quello che non mi sento più di fare, e che non farò più. Le C.M.O. di tutta Italia sono piene di gente come noi stanca, noi siamo stanchi, maltrattati dalla nostra amministrazione, e dimenticati, io non pagherò per le mancanze altrui, mai più.

Di  Mario64  (inviato il 24/11/2016 @ 20:48:15)


n. 8


per rispondere al turnista pare che proprio oggi sia stato bocciato l'emendamento che prevedeva lo scorrimento delle graduatorie per arruolare 887 giovani dai concorsi precedenti. Grazie Governo Renzi!!!!

Di  Lungimirante Alberto  (inviato il 24/11/2016 @ 17:46:28)


n. 7


Come il collega Salvatore, mi sono arruolato nel 1987, appena arrivato in prigione le notti erano cosi tante che perdevo il conto, nel tempo ho continuato, a macinare notti, e tanto altro. Altro che non sto qui a raccontare, ora mi sono detto ma quando dormirò. Da 40 giorni, inizio a dormire la notte, mi sono recato alla C.M.O. e i medici mi hanno prescritto un sonnifero. Beati quelli del D.A.P. che non dormono.

Di  Piermattia  (inviato il 24/11/2016 @ 17:26:46)


n. 6


Arruolato nell'88.
Ancora oggi mia moglie dopo tanti anni prepara il termos di caffè per fare la notte. Se va bene 5 al mese.
Qui fa freddo e c'è la nebbia già a questa ora. Di notte un freddo da morire. Alla mia età preferirei stare a casa al caldo.
Ma è normale che ancora oggi venga trattato come un ragazzino appena arruolato?
Ma che minc....di discorso è? Quanto tocca a me?
Il problema è che ci sono pure i primi acciacchi eppure stento a mandare la malattia.
Mia moglie dice che sono un cogl.... a non puntare i piedi per questa situazione che non ha fine
Inizio a pensare che ha ragione mia moglie.


Di  -Ass.te-Capo-posto-  (inviato il 24/11/2016 @ 15:19:45)


n. 5


Il problema delle notti negli Istituti non si risolve spostando l'asticella da 50 a 57 anni di età. Si risolve casomai facendo una seria politica di arruolamenti, perché di questo passo arriverà l'anno in cui tutti saranno alla soglia dei 60 anni. A quel punto ci rifaremo la stessa domanda: chi le deve fare le notti???

Di  Un turnista  (inviato il 24/11/2016 @ 14:23:11)


n. 4


Cos'è avete fatto un nuovo accordo con il Dap??
Sindacato governativo

Di  piino  (inviato il 24/11/2016 @ 14:23:10)


n. 3


mi sono arruolato nel 1987 e mi dicevano che si facevano le 8 ore e 5,6 notti al mese , perchè c'era carenza di personale, da pianosa approdo a perugia nel 1990 e mi dicono la stessa cosa , oggi 2016 mi dicono la stessa cosa , mi viene il dubbio che ci prendono per il culo , e mi convingo sempre di più di essere considerato dallo stato che rappresentiamo nel posto peggiore della società di essere considerato un nulla ò un secondo (secondino ) sono tren'anni che sento e vedo tanta ipocrisia . etc etc etc.

Di  salvatore  (inviato il 24/11/2016 @ 13:39:16)


n. 2


Concordo pienamente con ubaldo. Ma le organizzazioni sindacali che cosa hanno fatto perché non succedesse ciò? Che cosa stanno facendo per migliorare le nostre condizioni? In Francia ad esempio i tassisti per molto meno si sono mobilitati e messo a ferro e fuoco spuntandola. Cari sindacalisti nazionali fate fronte comune e combattiamo per migliorare le condizioni lavorative del personale in servizio nelle sezioni detentive. Fosse per me proporrei a tutto il personale di cancellarsi dalle varie O.S.

Di  Roberto  (inviato il 24/11/2016 @ 13:18:13)


n. 1


buongiorno redazione,
ma non si sa ancora nulla dello sblocco del concorso 300+100?
siamo ben 500 persone in attesa di una graduatoria, in attesa di un nostro punteggio e in attesa che qualcosa si muova. Per quanto ancora dobbiamo attendere?
Voi sindacati non potete ottenere informazioni dal DAP?

Di  asp.polpen  (inviato il 24/11/2016 @ 10:56:10)




Scrivi un commento Scrivi un commento

Testo (max 1000 caratteri)

Nome

Link (Visibile a tutti)


Email (Visibile solo dall'amministratore)


Salva i miei dati per futuri commenti

Ricevi in email la notifica di nuovi commenti

I commenti sono moderati. Il tuo commento sarà visibile solo quando approvato.
Il seguente campo NON deve essere compilato.



Disclaimer
L'indirizzo IP del mittente viene registrato, in ogni caso si raccomanda la buona educazione.

23.23.34.22


Pagina Facebook di Polizia Penitenziaria

Email Polizia Penitenziaria. Richiedila gratis o a pagamento




Tutti gli Articoli
1 Polizia Penitenziaria arresta estremista islamico. Prima operazione antiterrorismo dentro un penitenziario eseguita dal Nucleo Investigativo Centrale in collaborazione con la Digos

2 I suicidi nella Polizia Penitenziaria sono il doppio rispetto alle altre forze dell’Ordine e il triplo rispetto alla società civile

3 Como: poliziotto penitenziario muore stroncato da infarto in servizio

4 Polizia Penitenziaria: serve un’efficace comunicazione per non alimentare una costante disinformazione

5 Parte male il docente di islamismo per la Polizia Penitenziaria: "insegnerò ai secondini..."

6 La sentenza Torreggiani (o meglio la sua sciagurata applicazione) ha distrutto le carceri italiane

7 Carceri e web sono la prima linea nella lotta al terrorismo islamico: noi della Polizia Penitenziaria siamo pronti?

8 Operazione Onda Blu: NIC Polizia Penitenziaria arresta a Crotone due evasi da Voghera

9 Ente di Assistenza: a chi serve?

10 La Stampa: la radicalizzazione nelle carceri italiane passa attraverso telefonini, sopravvitto e preghiera





Tutti gli Articoli
1 Chiusa la sala internet del carcere di Bolzano: detenuti cercavano contatti con l''isis

2 Polizia Penitenziaria di Palermo consegna doni e giocattoli per i bambini con malattie metaboliche e rare

3 Fabio Perrone aggredisce due Poliziotti penitenziari. Un anno fa venne arrestato per l''evasione con sparatoria dall''ospedale

4 Ruba auto a Poliziotto penitenziario ma rimane bloccato dal passaggio a livello e viene arrestato

5 Rientro dei distaccati dal carcere di Alessandria San Michele: prevista anche sorveglianza dinamica e automazione cancelli

6 Poliziotto assolto da accusa di violenza sessuale: nei guai invece finisce il medico per evasione della detenuta

7 Caso Cucchi: Carabinieri accusati di omicidio preterintenzionale e di aver accusato la Polizia Penitenziaria

8 Chi è Hmidi Saber l''estremista islamico arrestato oggi e tutte le sue vicende nelle carceri italiane

9 Poliziotto penitenziario colpito al volto con pugni da detenuto 18enne al carcere minorile di Roma

10 Carcere di Rossano a rischio sicurezza: 36 Agenti penitenziari servono solo per controllare il muro di cinta


  Cerca per Regione