Novembre 2016
  Scarica il file .pdf del numero della Rivista Novembre 2016  
  Archivio riviste    
L’uomo della primavera della Polizia Penitenziaria


Polizia Penitenziaria - L’uomo della primavera della Polizia Penitenziaria

Notizia del 04/11/2011

in Ma mi faccia il piacere ...

(Letto 3770 volte)

Scritto da: Nuvola Rossa

 Stampa questo articolo     Leggi i Commenti Commenti dei lettori


Leggendo i blog di qualche sindacato, o meglio le esternazioni a ruota libera di qualche soggetto, mi convinco sempre di più che avrei potuto fare il segretario nazionale di un sindacato della Polizia Penitenziaria; sicuramente lo avrei fatto meglio e avrei fatto meno demagogia e più fatti.

Proprio non riesco a immaginarmi certi individui che dall’alto della loro comoda poltrona sindacale, si permettono di sentenziare su tutto e su tutti, guidare con una bandiera in mano alla testa di qualche centinaio di iscritti, quella che dovrebbe essere ribattezzata come la Primavera della Polizia Penitenziaria… mah! Sono passate diverse primavere da quando questi signori che si divertono a massacrare chi lavora in carcere con mille difficoltà, nel nome della difesa dei diritti della massa di quelli che gli fanno le tessere (il maggior numero) dimenticando spesso che anche tra i graduati che lui critica, tra i comandanti c’è gente che ha in tasca la tessera del suo sindacato e che da anni lotta, ad esempio per il riallineamento dei Commissari senza riuscirci; e dire che lavora fianco a fianco con l’uomo della Primavera, a meno che anche lui o loro non abbiano un feudo inespugnabile... dimentica anche che molti direttori hanno in tasca la tessera del suo sindacato e perfino qualche Provveditore, cosa che viene sbandierata a destra e a manca come una vittoria, come punto di forza, come forma di pressione, da far valere nei confronti degli altri sindacati...

E’ vero ci sono direttori che forse non valgono come alcuni vecchi direttori, ma ci sono anche delle gran brave persone che vanno aiutate non attaccate a testa bassa solo per far piacere alla “pancia” della Polizia Penitenziaria; è vero ci sono Commissari Comandanti che forse agiscono duramente con il personale (e sicuramente vanno attaccati sindacalmente) ma ci sono Comandanti che guardano negli occhi il personale e capiscono immediatamente le esigenze, ci sono Comandanti che lottano a favore del personale, come se fossero dei sindacalisti, venendo anche rimproverati dai Provveditori per questo; ci sono Comandanti che vorrebbero finissero certi privilegi ma che si scontrano, guarda caso, con appartenenti a quel  sindacato che vorrebbe fare la Primavera (come quella di Praga?) e che sono inamovibili ed intoccabili proprio perché si sentono in una botte di ferro, tutelati ed incoraggiati a parlar male del direttore o del comandante se solo questi tentano di intaccare i “loro" privilegi, come ad esempio la rotazione al Nucleo; è giusto che c’è gente che è li da 17 anni, che si sacrifica, è vero, ma che guadagna qualche cento euro in più rispetto agli altri (quelli del SAT) che sono buoni solo per integrare le loro assenze e per  le traduzioni locali, mentre quelle “buone” quelle con gli straordinari, passivi, bollette, 100% sono appannaggio degli intoccabili che fanno capo al sindacato della Primavera di Praga...

In tutti i modi, gente invidiosa, piccoli individui falsi e velenosi più di un serpente a sonagli, stanno cercando di smascherare Nuvola Rossa, e in tal senso si susseguono telefonate al DAP, suggerimenti, lettere anonime, telefonate da e per il DAP e tutto finalizzato a cercare di far tacere una voce libera, finalizzato a far perseguire una persona influente nelle opinioni dei poliziotti penitenziari (si vede dai riscontri che hanno gli articoli e dai commenti).

Leggendo il blog di qualche sindacatino, sono convinto e sicuro che avrei potuto fare il segretario generale e magari mi sarei accontentato di guidare se non la Primavera, l’Estate della Polizia Penitenziaria.


Scritto da: Nuvola Rossa
(Leggi tutti gli articoli di Nuvola Rossa)






 

Ultime Notizie Le ultime foto pubblicate
Detenuto si libera dal controllo della Polizia Penitenziaria e muore gettandosi dal quinto piano durante un sopralluogo fuori dal carcere
Attentato in Vaticano sventato dalla Polizia Penitenziaria: detenuto marocchino voleva fare una strage
Detenuto in alta sicurezza aggredisce Poliziotto penitenziario dopo colloquio con i familiari nel carcere di Siracusa
Rivolta nel carcere di Velletri: Polizia Penitenziaria sul limite di usare la forza
Il carcere di Sala Consilina rimarrà chiuso: il Consiglio di Stato ha accolto provvisoriamente il ricorso del Ministero contro il TAR
Condannato per aver aggredito Poliziotti penitenziari nel carcere di Sanremo. Arrestato e riportato in carcere
Quattro detenuti evadono dal carcere minorile di Monteroni di Lecce: allarme dato in mattinata
Agente Penitenziario si spara in bocca con pistola d''ordinanza mentre era in sala di attesa dell''ospedale. E'' in coma


La Polizia Penitenziaria in una foto", il primo album fotografico della Polizia Penitenziaria creato dagli appartenenti alla Polizia Penitenziaria stessa!

 Foto della Polizia Penitenziaria Inviaci le tue!

Più di 1.300 ricevute in un anno!

 


Commenti Commenti dei lettori

n. 30


il mio omino della primavera ha pure il copyright. ogni riferimento ad altri omini è puramente causale.
puntualmente è arrivata la primavera è il mio omino si è svegliato dal suo letargo è incomincia a fare danni assieme a i suoi accoliti , tante volte mi sovviene un dubbio , se fare sindacato deve essere critica costruttiva oppure distruttiva come i metodi del mio omino convinto di avere la verità in tasca usando sotterraneamente strani modi fare sindacato
e non capisco ancora sia tollerato la scellerataggine di certi individui .
alla prossima

Di  Anonimo  (inviato il 08/03/2014 @ 16:56:30)


n. 29


dimenticavo di dire che l'omino e il mio omino della primavera ha pure il copyright. ogni riferimento ad altri omini è puramente causale.

Di  Anonimo  (inviato il 14/12/2012 @ 16:04:56)


n. 28


l'omino della primavera sempre allergico " al lavoro, specialmente la domenica e tutti i giorni della settimana soprattutto quando e di notte , ha il coraggio analizzare e criticare prendendosi a cuore chi lavora e chi non lavora per le festività natalizie riguardandosi dal dire quanto e come lavora lui,predicando bene e razzolando male e la cosa piu' interessante e che qualcuno a lui vicino gli strizza l'occhio per dire che dice bene , ma
lo stesso omette di dire ..........taluni sono sempre convinti di avere la verità in tasca .w la coerenza
w il sappe .

Di  Anonimo  (inviato il 14/12/2012 @ 15:36:11)


n. 27


l'omino della primavera sempre allergico " al lavoro, specialmente la domenica .

Di  Anonimo  (inviato il 08/10/2012 @ 16:27:24)


n. 26


l'omino della primavera sempre allergico " al lavoro, ancora una volta è riuscito a fregare tutti con la sua tattica malefica ,cmq , il bel tempo non dura in eterno, le nuvole copriranno il cielo di grigio.
w il sappe.

Di  Anonimo  (inviato il 06/10/2012 @ 16:57:33)


n. 25


l'omino della primavera sempre allergico " al lavoro, oggi se ne è uscito con una delle sue, affermando tutto il contrario di quello che aveva sempre messo in campo , alla faccia della coeerenza , ( come suo solito ) spero in una smentita da parte di chi ha veramente lottato.
w il sappe

Di  Anonimo  (inviato il 05/10/2012 @ 16:23:37)


n. 24


l'omino della primavera sempre allergico " al lavoro,fa riflessioni con momenti di delirio di onnipotenza . poiche lui è il " solo". e gli altri no. mha.
w il sappe.

Di  Anonimo  (inviato il 04/10/2012 @ 17:30:17)


n. 23


dopo un periodo di qurantena e di pax estiva l'omino della primavera sempre allergico " al lavoro, si è trasformato in lupo, infatti perde il pelo ma non il vizio. d'altronde si vede come sia vicino il 31/10/12. 2^ puntata

Di  Anonimo  (inviato il 03/10/2012 @ 20:55:06)


n. 22


l'omino della primavera sempre allergico " al lavoro" dopo un periodo messo/i in quarantena ,si sta incominciando a riprendere la vita sociale, infatti incomincia ad avere atteggiamenti da 31 ottobre, d'altronde è riuscito nel suo intendo,pax. 1^ puntata

Di  Anonimo  (inviato il 04/09/2012 @ 21:29:53)


n. 21


certo che quest'uomo della primavera allergico al lavoro , con qualche cura di antistaminico , riesce a vedere dove raccogliere fiori per il suo vaso da mostrare in bella vista , ma non si accorge che i fiori sono appassiti , sono impresentabili , ma si sa che la primavera e il periodo dell' amore e si sa che l'amore è cieco. anzi daltonico .

Di  Anonimo  (inviato il 13/05/2012 @ 13:06:05)


n. 20


il mio uomo della primavera da oggi è diventato anche fantino,non appena viene a conoscenza di qualche notizia avuta per vie traverse la cavalca subito , dimenticando che qualche tempo fà aveva cavalcato la stessa in senso opposto.
certo che sta primavera fa brutti effetti oppure sarà l'allergia della primavera. la coerenza.

Di  Anonimo  (inviato il 21/03/2012 @ 23:55:24)


n. 19


sta per arrivare la primavera e l'uomo allergico al polline primaverile del lavoro ha colpito ancora " in coerenza". complimenti ,l'allergia gli fa un brutto effetto l' amnesia.
l'uomo dal vaccino immunitario

Di  Anonimo  (inviato il 11/02/2012 @ 18:49:26)


n. 18


un augurio per il nuovo Ministro della Giustizia, sperò che almeno questo si ricordi della Polizia Penitenziaria--e di fare piazza pulita al DAP????
ci spero!!!!!!

Di  il solito nauseato  (inviato il 16/11/2011 @ 22:04:16)


n. 17


scusate ma la primavera non porta l'allergia ?
risposta : si al lavoro
ora capisco il perchè a qualcuno piace tanto la primavera .

Di  Anonimo  (inviato il 15/11/2011 @ 18:30:39)


n. 16


a me sembra che tutti vogliono gestire, ma nessuno vuole essere gestito .
spesso dimentichiamo cosa siamo e cosa facciamo .
ass,c. di periferia

Di  Anonimo  (inviato il 10/11/2011 @ 17:43:01)


n. 15


Mi sento appartenente alla Polizia Penitenziaria e sto cercando di imparare a portare rispetto per tutti i sindacati della POL.PEN. cosa differente dall'avere rispetto e/o condividere l'operato individuale di un sindacalista.
Non è cambiando bandiera, casacca, colore, sindacato ecc. che si possano raggiungere soddisfazioni personali. Non è cercando di sperare nella disgregazione del cartello o nel riuscire a superare il 31% degli iscritti Sappe o isolare la politica sindacale di Sarno o di Santini che riusciremmo a vederci riconoscere la giusta considerazione degli Italiani alla pari delle altre forze di Polizia o di avere un Capo con la divisa o le sezioni di P.G. ecc...... Fino a quando continueremo a far la guerra dei poverelli e a non isolare i prepotenti resteremo solo coloro che scrivono sui blog consentendo ai potenti del DAP di gestire la nostra vita lavorativa. Buona serata a tutti Enrico Fruncillo

Di  Enrico Fruncillo  (inviato il 09/11/2011 @ 20:02:23)


n. 14


--- nuvola rossa -----

Nel complimentarci a vicenda, caro nuvoletta rossa potrei ( uso il condizionale poichè non voglio apparire un sostenuto ) farti altri esempi che sono pieni di elementi di comparazioni, analisi e statistiche che attanagliano il Corpo della Polizia Penitenziaria oggi più che mai........
Dico questo perchè la nostra classe dirigente, salvando la pace di qualcuno, è alla pari se non al di sotto della attuale classe dirigente politica del nostro paese ( sai quanti Scilipoti di turno Penitenziari e Sindacalisti ci sono ??? ).......
Una volta anche i Direttori avevano un senso di appartenenza , ma aihmè, tra di loro , oggi, nemmeo c'è univocità di direttive , .............; per cui il sistema penitenziario andando avanti in tal senso si avvicina sempre più ad un baratro previa implosione interna. e, non solo della Polizia penitenziaria ma anche del comparto ministeri........e posso ancora continuare..................!!!! L'alternativa a vecchi dirigenti che, comunque va riconosciuta per un eccellente tenuta del sistema attuale alla stregua della non copertura finanziaria in tutte le realtà, non c'è e mi chiedo : il nuovo che avanza o che avanzerà qual'é ???? E' SOTTO GLI OKKI DI TUTTI................ANCHE DEL PRESIDENTE DEL DAP....MA non si muove foglia ......
Implosione del sistema perchè???? carenza d'organico, frazionamenti di più sindacati ( divid et impera altrimenti l'Amministrazione come ci fa a giocare ??? ) , affiliazioni , confederazioni.......dico ma perchè la Funzione Pubblica non porta minimo al 8 % , 10% la rappresetanza sindacale ed evita alla fonte, in primis, tanti cespuglietti senza spina dorsale?????
E poi, adeguare la disciplina di cui al d.l. 449/92 alla realtà operativa con gli annessi strumenti che il Corpo per l'espletamento dei compiti deve avere a prescindere dalla carenza dei fondi o meno????...... i Allo stato attuale i dirigenti se la suonano e se la cantano come vogliono riguardo le inchieste disciplinari ( se appartieni alla parrocchia o meno ) senza contraddittorio sembrerebbe che la disciplina del Corpo ha sempre avuto una funzione inquisitoria e null'altro........!!!! Non in linea come la Ps e la Forestale ( ordinamenti civili)
Molti sottufficiali e comandanti la disciplina la lasciano al buon senso, all'estrema ratio , .....sarei anche d'accordo, ma lasciarla da tempo per carenza d'organico...., sai poi manda malattia se fai rapporto, sai quello è amico di poi ti pressono sul servizio non campi più, lasciarla oggi, lasciarla domani, non attuarla per paura degli equilibri sindacali interni ad un istituto ad una regione .........ma a chi porta giovamento????? allo sf**ato di turno, al figlio di papà , al raccomandato allo spione di turno.....ecc...????? MA OGGI C'è COERENZA????
Ecco , solo , alcuni elementi pregnanti, peraltro incontrovertibili, OGGETTIVI che sfociano in : demootivazioni, scarso senso di appartenenza al Corpo ed istituzionale, CMO , assenze giustificate, menefreghismo e chi più ne ha più ne metta.................In tal bailamme si acuiscono i contrasti, crescono le spie, gli infami e l'altalena delle triple e quadrupole tessesre sindacali.........!!!
In tutto ciò poi assistiamo al SINDACLISTA DI PESO CHE VUOL DETTARE LE LINEE GUIDA ....SPARA A ZERO SU TUTTO E TUTTI...... SU FIGLI, SU PADRI, SU MAMME, MA NON SU " AMICHE " , SUGGERISCE CONSIGLI NELLE ALTE SFERE, NEI PRAP, GIUNGE IN CAMPANIA " CAPUT MUNDI " ..... , diceva totò: MA MI FACCIA IL PIACERE PER BACCO , BACCHISMO..... Senza entrare nel merito affermo che comunque la libertà di espressione e di esercizio del diritto di cronaca è tutelata , anche perchè come riferisce in molti suoi comunicati dice che è un diritto informare gli iscrittti , è UN DIRITTO SAPERE, è un dovere esercitare la funzione di sindacalista , sarà anche satira la sua come quella degli altri.............; per cui altrettanto scrivo..........!!!

IL CINICO.......


Di  IL CINICO  (inviato il 09/11/2011 @ 18:28:26)


n. 13


Caro Cinico, hai coniato un detto, un aforisma che spesso in questi giorni, parlando con i colleghi, ho citato: Il peggior nemico della Polizia Penitenziaria è la Polizia Penitenziaria!" Bravo! Credimi non c'ero arrivato. E' l'uovo di Colombo (poi glielo spiegherò a quel sindacalista di peso circondato da claque ignorante cosa significa.....). In effetti oggi, i peggiori nemici si annidano al nostro interno; il collega non si riconosce più nel Corpo ma il quel Sindacato del Corpo; ciò ha comportato un frazionamento incredibile e una disconoscenza dello spirito del Corpo della Polizia Penitenziaria. Oggi io mi sento appartenente al Sappe, alla CGIL, alla CISL, alla UIL nell'ambito della Pol Pen, e non mi sento appartenente alla Polizia Penitenziaria in quanto Corpo dello Stato e quindi amo il mio collega in quanto tale e non perchè è iscritto al mio sindacato. Per quanto riguarda Enrico, mi consola sapere che ci sono ancora in giro colleghi intelligenti e con capacità di analisi e che non si fanno influenzare ragionando con il proprio cervello. Grazie di esistere. Contribuiamo a formare una coscienza!

Di  Nuvola Rossa  (inviato il 09/11/2011 @ 15:13:28)


n. 12


----- per enrico fruncillo

--- bè che devo dirti....... posso dire che dovresti solo verificare quanto leggi, quanto vedi nelle realtà come il ntp di avellino e non solo...... ove siete di tutta una famiglia sindacale dove l'assistente comanda l'ispettore e talvolta il commissario e che prima poi il troppo storpia....... film già visti......!!!!
Comunque a parte di apprezzare molto del fatto che ti sei firmato e che prendi atto e nota di quello che noi sappisti scriviamo in aderenza alle realtà territoriali........., non di meno gradisco le considerazioni espresse sul mio post, dico solo una cosa Enrico: cambi casacca se non ti riconosci più nell'organizzazione retta da una persona di PESO .:::::::::::
Tanto prima o poi o a tavoli separati o a tavoli uniti ....la disgragazione è alla portata di tutti poichè qualcuno da Roma ha sempre sostenuto che per la troppa espansione del SAPPE ( rappresentanza del 31% anno 2011) bisognava chiedere tavoli separati così andava in minoranza......................sempre !!!
Lo dico e lo sostengo.......siamo proprio sicuro??? e te lo chiedo anche a te ? sei proprio sicuro???? il cartello del 57% reggerà per l'anno 2012....................
Intanto le deleghe al dipartimento son cambiate sembrerebbe che c'è la dott.ssa Matone , qualcun altro è destinato ad altri compiti.............!!!

Buona giornata enrico......e rifletti potresti non aver tempo più per farlo: la rflessione !
il cinico

Di  il cinico  (inviato il 09/11/2011 @ 14:06:39)


n. 11




Carissimi, la materia ntp come tutti sappiamo è una delle più annose e controverse che ci trasciniamo dietro da anni, anche se la stessa ha dato modo di uscire come dico sempre , “dalle quattro mura”. gli interventi fin qui sono condivisibili, poiché delineati da altrettanta normativa, questo sicuramente a livello generale. Una sola parentesi sulla bozza (già sottoscritta?) delle nuove disposizioni operative, partorite dopo circa 13 anni, che probabilmente aggiungerà caos a caos, soprattutto per quanto concerne gli aspetti maggiormente tecnici. In effetti la rotazione, le pari opportunità e la trasparenza soprattutto sono fattori molto importanti, non prescindibili a livello generale; poi le norme a volte si scontrano con le realtà locali più o meno complesse, più o meno feudali. Se non erro la rotazione dovrebbe avvenire a 360° nessuno escluso, ma poi così non è, proprio per il discorso feudale, leggasi tessere sindacali, leggasi amici degli amici, ecc.. Ho letto su vari siti altrettante contrattazioni locali, pil, ecc. ove, legittimamente e con il consenso della compagine (a seconda dei firmatari nessuno escluso) mettere a rotazione, in base alla realtà locale oserei dire forse giustamente, quel posto ad Aosta e un altro ad Agrigento. Come dire che a roma la mano sx fa una cosa e poi a bari la dx l’opposto, ma tant’è. Tutti hanno il diritto di auspicare durante l’arco della carriera, che sempre più si allunga, a varie opportunità di crescita, tuttavia opterei anche per una valutazione trasparente della professionalità, dello spirito con cui si vorrebbe adempiere al nuovo incarico, alla serietà professionale, alla costanza, da e per. Insomma, più che una semplice e oggettiva rotazione. Saluti.

Di  rico massimo.  (inviato il 09/11/2011 @ 11:47:19)


n. 10


A seguito di uno scambio di opinioni sulla assegnazione del Fesi 2011 con colui che è il factotum statuario del N.O. di Avellino, rientrato a casa, ho riletto l’accordo Fesi stipulato a Napoli il 13.09.u.s. e sono sempre più convinto, in considerazione che ad altri è stato assegnato l’art.11 dell’accordo citato, che nei miei confronti e di tutti coloro che hanno espletato dei specifici servizi qualcosa non va, ( il factotum ritiene che l’art.10 non spetta, però a qualche assistente capo si assegna l’incentivo di coordinatore di unità operativa).
E qui mi è balzata innanzi agl’occhi l’affermazione di NUVOLA ROSSA:< non si vuole la rotazione e la integrazione al Nucleo altrimenti si perderebbero in percentuale i benefici economici che in questo momento si dividono>. Condivido allegramente!!!!!!!
Qui mi chiedo: conferito dei determinati incarichi, si verifica l’esatto adempimento? si verifica che le linee guide emanate siano rispettate?
Anche il cervello di agente medio, caro NUVOLA ROSSA, capirebbe che in presenza di un coordinatore di più unità operativa per forza maggiore vi debba essere del personale che abbia assunto la responsabilità di una unità operativa.
Sicuramente i nostri Dirigenti apporteranno delle piccole modifiche per un equo trattamento. Almeno spero………..
Dopo un po’ mi sono scocciato e ho iniziato a girovagare come mio solito sui siti sindacali.
Ero rimasto incuriosito dalla Primavera di Praga e così ho letto gli ultimi post sul blog UIL, che non commento perché dalle tragedie si trae il rammarico per ciò che si sarebbe potuto fare e non si è fatto e poi passano i giorni, si cercano le responsabilità, ipotetiche soluzioni, conferimenti di incarichi, ma infine si arriva solo all’ortolano………………..

Dopo un po’ del mio girovagare, leggo un post a firma del Cinico che ho molto apprezzato e pienamente condiviso:

^ una piccola considerazione ^^^^^^^, contenuto consistente.
Non udivo nel nostro ambiente lavorativo il termine “carta costituzionale” da circa un ventennio, dal corso agenti a via di Brava.
Manifestarare il pensiero è un diritto inviolabile, purchè si manifesti nel rispetto di qualsivoglia norma.
Furono le parole di un sindacalista di allora.
Purtroppo nell’arco di questo ventennio, ho incontrato poche persone che si battevano per le pari opportunità, per la trasparenza, per i diritti del personale e per la crescita del Corpo. La scorciatoia è sempre risultata la strada preferita dalla stragrande maggioranza e i figli di papà e mammà hanno sempre conseguito ottimi risultati cambiandosi poche canottiere.
Anche io, come il Cinico, seguo la politica sindacale a livello generale e non locale ed i feudali non riusciranno a piegare le mie idee perché la trasparenza, i benefici, lo stare bene sono di tutti e non di pochi prepotenti. Enrico Fruncillo

Di  Enrico Fruncillo  (inviato il 08/11/2011 @ 23:46:43)


n. 9


^^^ una piccola considera zione ^^^^^

Rispondo a grandi linee al " signor Nuvola Rossa " e al Signor Enrico Fruncillo , dicendo anzitutto che sono un iscritto del SAPPe......
- Sappiamo tutti che la tenuta del sistema penitenziario poggia fondamentalmente sullo spirito degli uomini e donne della polizia penitenziaria ovvero su coloro che responsabilmente chi più e chi meno garantisce il servizio sia detentivo, sia operativo e sia amministrativo.
Partendo da questo dato nel calderone c'è tutto e tutti per cui ognuno nel rispetto del principio della democraticità di idee e progetti dice la sua , anche perchè manifestare un pensiero è un diritto inviolabile e protetto dalla carta costituzionale checchè se ne voglia dire...... Arroccarsi si posizioni feudali, su condizioni di monopolio del servizio generale è una scelta di basso profilo sia sindacale che di servizio poichè nell'universo del " sistema carcere " ci sono persone che hanno idee e progetti lineari e concordanti per l'interesse collettivo ovvero del Corpo.
Dicevo nel post precedente che il vero nemico è la stessa polizia Penitenziaria ed oggi lo dico ancor di più manifestando espressione di convapevolezza al riguardo.........!!!
I feudi, i fgli di papà. i raccomandati dalle alte sfere istituzionali, ci sono sempre stati e ci saranno ma bisogna essere umili condivisi e coesi che vogliamo crescere altrimenti rischiamo di essere travolti da un ulteriore crisi d'identità che allo stao è precaria, mediocre con annessi e connesi.
Essere custode di accordi , di manfrine e quant'altro costituisce anche una capacità di politica sindacale non comune, purchè un soggetto che aspira ad essere " il don chisciotte della situazione " facendo pura ed esclusiva demagogia all'occorrenza ( vedi feudi ntp , commissari che fanno sindacati vero e proprio trincerandosi dietro alle cosiddette associazioni ecc...... ) deve avere una memoria di ferro, avere coerenza temporale e non soltanto spaziale............
Oggi dico questo perchè noto dalla politica sindacale di qualche sindacale confederale una non aderenza ai protocolli ed accordi sottoscritti, parlare a vanvera e a sproposito con il fine di offendere o far uscire fuori qualche soggetto che sul " territorio campano " è uno dei più capaci sul profilo sindacale non SERVE.
Vivere di insoddisfazione circa il non raggiungimenti di percentuali di rappresentanza , altro non è che la forza di convinzione ed attituidine all'esercizio correlata di organicità di una struttura sindacale, per cui si raccolto i frutti come conseguenza di una semina non annuale ma di qualche decennio o ventennio............
Ai posteri l'ardua sentenza dicevano i latini..........
Mi complimento per il coraggio e la trasparenza di Enrico Fruncillo persona che stimo ma al tempo stesso voglio ricordargli che bisogna circondarsi di persone valide sotto tutti i punti di vista , essere prudenti in linea generale poichè sui nuclei esistono persone che non voglio definire e mi atengo dal farlo..................!!!!
La coerenza e la lealtà vanno apprezzati nelle sedi opportune , istituzionali, con i fatti e la politica sindacale che deve aspirare al bene ed interesse comune della Polizia Penitenziaria e non a qualche manipolo di soggetti che pensano di condizionare i nuclei traduzioni e piantonamenti...........!!!!!
La mobilità da e per deve essere fatta a mio avviso altrimenti si perde di credibilità istituzionale , personale e sindacale e non possiamo piangerci addosso ...........le pari opportunità nello sviluppo professionale sono diritti sanciti sia da norma primarie che derivate ancorchè da accordi sottoscritti tra le parti.............!!!
Non voglio far succedere ed accendere un vespaio , per cui invito a chi legge di passarsi le mani sulla coscienza al fine di vedere oltre l'orizzonte e non internamente agli interessi di qualche sindacato......la miopia non è solo una condizione fisiologia e patologia degli okki , ma anche una condizione di non essere capaci ed utile alla crescita del Corpo.................
Ciao Nuvola Rossa e ti dico che apprezzo molto quello che scrivi perchè mi rendo conto ancora una volta che sei la mente storica di molte articolazioni dell'Amministrazione e conosci perfettamente tutti questi signori che sparano a zero e all'occorrenza per cui quest'ultimi si dimenticano di antefatte e scheletri che hanno ...........; in effetti gli scheletri sono condizioni che non possono essere distrutti, cancellati ma si accompagnano per tutta la vita terrena.....................
Nel chiudere voglio ricordare che l'offesa non appartiene alla mia persona, prendo solo atto della realtà in cui viviamo ed assisto con particolarità all'evoluzione sia di eventi che di politica sindacale in termini generali e non locali, ovvero feudali.
Con affetto.....
Il Cinico

Di  Il Cinico  (inviato il 07/11/2011 @ 10:40:02)


n. 8


Caro Enrico, apprezzo il fatto che leggi i miei articoli o i miei post e da quello potrai capire che capisco davvero di carcere (in questo non sono modesto), capisco come ragiona il cervello di un agente medio, capisco come ragionano i direttori (che ti confermo non sono tutti uguali - ne conosco tanti che vorrebbero mettere la divisa della Pol PEN!!), e capisco anche qualche segretario generale che parla il tuo dialetto che si scaglia spesso con troppa demagogia contro questo o quello ma anche contro comandanti che non hanno la sua stessa tessera sindacale in tasca. Se poi questi comandanti vogliono dare equità a tutto il personale, insistendo che i ragazzi del SAT devono fare anche le traduzioni navali o aeree, perchè non devono essere solo buoni a tappare i buchi delle assenze o delle carenze di quelli del NTP, allora quel sindacato, di quel segretario che sfotte e offende gente che ha le palle, si mette di traverso perchè ha la maggioranza delle tessere al Nucleo e NON vuole che si faccia la rotazione (ma nemmeno l'integrazione, altrimenti i suoi iscritti perderebbero in percentuale i benefit economici che in questo momento si dividono tra di loro). Io credo che i segretari generali, specie quelli che ipoteticamente dalle pagine di un blog (che non ha niente a che vedere come qualità con quello del sappe) si vogliono intestare una nuova Primavera di Praga a favore della Pol Pen, facciano bene ad intestarsi prima di tutto le lotte in favore della trasparenza e dell'equità tra il personale, e poi quando l'obiettivo sarà raggiunto, magari potranno sfottere gente come me.......... comunque grazie anche al cinico per gli attestati di stima e a gaspare per aver lodato un comandante che non ha la puzza sotto il naso....e tra i commissari forse ne esistono

Di  Nuvola Rossa  (inviato il 07/11/2011 @ 00:11:42)


n. 7



Sono un iscritto UIL e lavoro al Nucleo Operativo di Avellino.
Mi complimento con te Nuvola Rossa, sicuramente sei uno di noi (quei pochi)(o molto vicino A noi, ma non mi importa chi tu sia) che fanno continuamente la gavetta e scrive senza peli sulla lingua.
Spesso leggo i tuoi post e li condivido.
Oggi non mi sei piaciuto, però ho apprezzato la differenzazione che hai fatto sull’impiego del personale che opera alle traduzioni. Serie A e serie B, condivido il termine feudo. In tutte le realtà ci sono i giardini privati, posti protetti e inespugnabili anche attraverso interpelli all’apparenza regolari.
Basterebbe controllare la ripartizione del FESI, il capitolo missioni o semplicemente il brogliaccio e chiunque si renderebbe conto che non siamo tutti uguali nella realtà.
Dico questo perché lavorando al nucleo posso percepire a cosa alludi.
OGGI non condivido la critica che rivolgi al protagonista da te indicato come L’UOMO DELLA PRIMAVERA DELLA POLIZIA PENITENZIARIA. Non sono riuscito a capire chi sia, ma poco importa.
Alcuni mesi addietro, in un mio scritto sul blog della polpenUIL, criticai negativamente una manifestazione del Sappe innanzi al DAP.
Questo mio comportamento indignò qualche collega-amico che con garbo e riservatezza mi fece comprendere che bisogna rispettare tutti anche se non si condivide la politica sindacale, la scelta delle strategie, le idee, i colori ecc……….
Oggi dico, ben vengano le manifestazioni del SINAPPE, CNPP, UIL, OSAPP, CISL ,CGIL, SAPPE e tutti gli altri sindacati, sindacatucci e quant’altri abbiamo voglia di manifestare per le proprie idee e diritti.
Necessita di rispetto colui che, lotta PER IL RIALLINEAMENTO DEI COMMISSARI, dei sovrintendenti del 2000, per il ruolo Agenti-assistenti a carriera aperta, il famoso cartello del 57%, il segretario del sappe, dell’osapp, della uil, ecc… anche se ognuno dei precitati manifesta per un proprio tornaconto. Cosa importante: ottenere risultati e benfici, piccoli, microscopici, enormi, che facciano in qualsiasi modo rimpicciolire il potere stratosferico del DAP e ingrandire il CORPO DI POLIZIA PENITENZIARIA.
Ho conosciuto direttori che ti guardano con occhio schivo, comandanti, commissari che pensano solo alla propria poltrona ed ai propri protetti, che non ti considerano solo perché non ti pieghi, ispettori, sovrintendenti, colleghi e gente invidiosa, piccoli individui falsi e velenosi più di un serpente a sonagli, come coloro che cercano di smascherare Nuvola Rossa, perché è di vitale importanza sapere chi è NUVOLA ROSSA ma non è di interesse il contenuto che costui, senza peli sulla lingua, coraggiosamente pubblica sulla rivista.
Ho conosciuto bravissimi direttori che amano il Corpo di polizia penitenziaria, commissari, colleghi, ispettori che ti affrontano e si confrontano guardandoti dritto negli occhi e hanno sempre la porta aperta non per osservare e sentire gli inciuci del corridoio, ma per dare la propria disponibilità ai problemi lavorativi e familiari del collega ecc….
Continuerò a leggere i tuoi post e ti invito a non arrenderti qualora riescano ad individuare la tua identità. Noi, quelli che conoscono la gavetta, abbiamo bisogno di gente come te. Enrico Fruncillo
PS: all'amico Alfonso, mi sono firmato, così non chiederai in giro chi è colui che da Avellino scrive sul post del Sappe

Di  enrico fruncillo  (inviato il 06/11/2011 @ 19:38:33)


n. 6


^^^^ Nel complimentarmi con te NUVOLA ROSSA per quello che divulghi a mezzo blog , libero nell'espressione di cronaca, di satira e consapevolezza sia amministrativa che operativa trovo aderente l'uomo della primavera.......
Non ci vuole la zingara a capire tra le righe a chi ti riferisci anche perchè il post scritto da te rispecchia in toto la risposta di altro blog di altro sindacato................. mmmm sarà confederale ????
L'essere viscidi, velonosi, demaogici, con la memoria corta e bistrattata sono abiti e vestiti che a noi del SAPPE non ci appartengono sia nella forma che nell'etica di svolgere a pieno il nostro mandato istituzionale.......!!!
Sentenziare nel colpevole sapere circa la rotazione dei nuclei....la dice prorpio lunga , poichè la cosa è circoscritta a soggetti che sono legati manie e piedi a quell'ipotetico sindacato cui ti riferisci......
Non credo che il posto di servizio delle traduzioni possa essere monopolizzati da un manipolo di soggetti che non hanno visione propedeutica al bene e alla collettività del Corpo.......si pensa alla logica della bolletta , alla paura dei detenuti in sezione , allo straordinario, al cosiddetto ROL , alle spie , agli anonimi ; saranno queste le persone del nuovo che avanza????? della propeduticità a nuovi modelli e strumenti di lavoro della Polizia Penitenziaria ???? Ottobre è passato e passerà anche dicembre caro Nuvola rossa ........staranno sempre indietro sia in termini di competenza che territorializzazione dei servizi penitenziari.................Siamo autonomi noi.....a differenza di altri che assommano anche il comparto ministeri e il pubblico impiego..........
Io dico questo che me ne vogliano o meno: bisogna fare un passo indietro nel rispetto della rappresentanza del comparto sicurezza perchè il vero nemico della Polizia Penitenziaria e la stessa Polizia Penitenziaria rappresentata da soggetti di dubbia e manifesto percorso di linearità, corretteza e disciplina ...........POCHE PAROLE A BUON INTENDITORI.......!!!
---- fAR PRESSIONE E IN MODO BISTRATTto vantando amicizie e telefonate a danno della stessa polizia Penitenziaria è vergognoso.....deprecabile poichè lo stesso gesto connota analoga esecrabilità di genesi circa l'attività sindacale che qualcuno pone in essere in talune e circoscritte territorialità...........!!!!

Viva la coerenza e linearità del SAPPE ..... alla luce del fatto che anche contrattando da solo determina comunque scelte ed orientamenti rilevanti a cui la stessa Amministrazione deve dare le giuste risposte aderenti alla normativa e accordi sottoscritti......., del famoso cartello attestatosi nel 2011 intorno al 57% non esprimo giudizi ....ne possiamo riparlarne a Febbraio Marzo 2012....... Durerà????? Dura lex

Di  IL CINICO  (inviato il 05/11/2011 @ 18:15:47)


n. 5


Io che in galera ci " ho pisciato da parecchio" ed ho fatto in tempo a vedere i marescialli quelli (pochi) con la M, e direttori con la D (ancora di meno) posso semplicemente dire che tali figure sono state spazzate via dagli eventi ( dpr 230/2000) che ha legato mani e piedi sia a loro che a noi che in sezione ci lavoriamo. Adesso, non spariamo però sul mucchio, i nuovi comandanti come i vecchi si differenziano in :capaci e incapaci, i primi pur non avendo esperienza sono umili e acoltano chi cerca di consigliarli e mettono a frutto.Gli incapaci invece hanno la puzza soto al naso e non hanno fatto altro che sostituire gli ispettori comandanti facendo il portacarte ai direttori. In definitiva penso che quando questi nuovi ragazzi quando avranno un pò di esperienza in più e si saranno organazzati e riusciranno a recidere quel cordone ombellicale che il dap gli ha imposto avremmo anche noi il nostro tornaconto, perlomeno sanno parlare e scrivere, l'esperienza si fà sul campo.Dei direttori non ho nulla da aggiungere a quello che è stato già detto se non che potrebbero concorrere a fare gli animatori turistici presso qualche villaggio vacanze, vista la loro vocazione alla quale si sono ultimamente dedicati a tempo pieno. Saluti a tutt.

Di  marco  (inviato il 05/11/2011 @ 14:05:04)


n. 4


Mi spiegate se ho raggione ad essere incazzato?
SONO PASSATI 30 ANNI PRIMA CON LA DIVISA GRIGGIO VERDE ADESSO CON QUELLA BLU, MA AI ME RICORDO I MARESCIALLI CON LA PORTA CHIUSA, QUANDO AVEVI BISOGNO ( SCUSATE SE E VOLGARE,)
TI DICEVANO CAZZI TUOI, HO QUANDO CHIEDEVI IL RIPOSO RISPONDEVANO, ANCORA CI A PISCIARE IN GALERA. OGGI E DICO OGGI NELLA CC DOVE PRESTO SERVIZIO C'E UN COMMISSARI CHE VIENE DALLA GAVETTA............DALLE MINIERE COME ME E TANTI ALTRI LA SUA PORTA E SEMPRE APERTA, PARLA CON IL PERSONALE SA LEGGERE NEGLI OCCHI DEI SUOI UONINI E CAPIRNE IL DISAGGIO E SA COME AIUTARLO, ESPONENDOSI SEMPRE IN PRIMA PERSONA, PROPRIO OGGI ALLE 750 MENTRE AIUTAVO IL PORTINAIO OBBERATO DA TANTI INGRESSI IN ISTITUTO, LO VISTO AFFIANCO A ME CHE AIUTAVA COME UN VECCHIO APPUNTATO,( QUESTO FA' PARTE DELLO SPIRITO DI CORPO DEI VECCHI AACC) QUESTO E UN COMANDANTE CHE NON A LA PUZZA SOTTO IL NASO.E ALL'ORA AMICI SINDACALISTI LASCIAMOLO LAVORAREEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEE.

Di  GASPARE SCALABRINO  (inviato il 05/11/2011 @ 11:12:52)




Scrivi un commento Scrivi un commento

Testo (max 1000 caratteri)

Nome

Link (Visibile a tutti)


Email (Visibile solo dall'amministratore)


Salva i miei dati per futuri commenti

Ricevi in email la notifica di nuovi commenti

I commenti sono moderati. Il tuo commento sarà visibile solo quando approvato.
Il seguente campo NON deve essere compilato.



Disclaimer
L'indirizzo IP del mittente viene registrato, in ogni caso si raccomanda la buona educazione.

54.161.175.236


Pagina Facebook di Polizia Penitenziaria

Email Polizia Penitenziaria. Richiedila gratis o a pagamento




Tutti gli Articoli
1 La vecchia Zimarra di Regina Coeli a cena intorno al proprio Comandante Francesco Ventura

2 Commozione per la morte di due detenuti, ma la stampa omette di dire che uno aveva stuprato una bambina disabile e l''altro ucciso i genitori adottivi

3 Tre buoni motivi per cui la Polizia Penitenziaria non può essere sciolta come la Forestale

4 Un lutto improvviso: ci lascia Andrea Accettone, collega, segretario, come un fratello

5 Come mi mancano gli Agenti di Custodia … allora non c’erano suicidi tra di noi … perché?

6 Bologna: poliziotto penitenziario di 44 anni lotta tra la vita e la morte dopo essersi sparato un colpo di pistola alla testa

7 La sanzione disciplinare nei confronti del poliziotto penitenziario

8 Statistiche delle carceri in Italia: i polli di Trilussa e i polli del DAP

9 Qualcuno ci aiuti a fermare la strage!

10 Dal servizio di sentinella al sistema di videosorveglianza. Ma la tecnologia, da sola, non basta





Tutti gli Articoli
1 Agente Penitenziario si spara in bocca con pistola d''ordinanza mentre era in sala di attesa dell''ospedale. E'' in coma

2 Attentato in Vaticano sventato dalla Polizia Penitenziaria: detenuto marocchino voleva fare una strage

3 Rivolta nel carcere di Velletri: Polizia Penitenziaria sul limite di usare la forza

4 Quindici colpi di pistola contro il Poliziotto penitenziario: le prime indagini dei Carabinieri

5 Informativa DAP: ai mujaheddin kosovari è arrivato ordine di attaccare l''Italia

6 La nuova Legge che obbliga i Poliziotti a riferire ai propri superiori le indagini giudiziarie

7 Morì sotto il furgone della Polizia Penitenziaria: per la Procura responsabili autista e gli operai del cantiere

8 Quattro detenuti evadono dal carcere minorile di Monteroni di Lecce: allarme dato in mattinata

9 Detenuto in permesso premio sequestra, rapina e violenta una ragazza in un ufficio pubblico

10 Detenuto si libera dal controllo della Polizia Penitenziaria e muore gettandosi dal quinto piano durante un sopralluogo fuori dal carcere


  Cerca per Regione