Novembre 2016
  Scarica il file .pdf del numero della Rivista Novembre 2016  
  Archivio riviste    
Ma cosa è successo all'Uspev ?


Polizia Penitenziaria - Ma cosa è successo all'Uspev ?

Notizia del 28/04/2010

in Dal buco della serratura

(Letto 13053 volte)

Scritto da: Giulio Raimondo Mazzarino

 Stampa questo articolo     Leggi i Commenti Commenti dei lettori


Continuano le incomprensibili contraddizioni del Dipartimento dell’Amministrazione Penitenziaria. Allorquando, dopo lunga e sofferta gestazione, sembrava giunto a compimento il mini rimpasto degli incarichi agli ufficiali del disciolto Corpo degli Agenti di Custodia, ecco l’ennesimo colpo di teatro.

Revocato il provvedimento che assegnava al generale Mauro D’Amico la direzione dell’Uspev a favore del collega Gianni Sanseverino che (pare) ha assunto  il medesimo incarico, provvisoriamente, per tre mesi.
Alle spalle del clamoroso dietro-front sembra  vi sia il diniego del Ministro Alfano alla nomina fatta dal Capo Dap Ionta, per una presunta perplessità sulla scelta.
 
In questa vicenda, i condizionali, i “se” e i “ma”, sono assolutamente d’obbligo perfino per me che sono avvezzo alle cospirazioni, alle congiure, ai complotti e agli intrighi di corte.
I roumors e i boatos di via Arenula, raccontano una storia alquanto sciagurata che, pare, abbia determinato il ripensamento di Angelino Alfano sulla scelta di D’Amico alla guida dell’Ufficio Scorte e vigilanza del Ministero della Giustizia.
Un osservatore esterno che non conosce i meccanismi di bassa lega che muovono l’ambiente, andrebbe a dedurre che una simile, clamorosa, bocciatura (che, tra l’altro, sminuisce pesantemente poteri e prerogative del Capo del Dap Ionta al quale appartiene la facoltà di nominare i dirigenti dei propri uffici di staff, quale è l’Uspev) possa essere stata determinata da interventi di altissimo livello (Presidenza del Consiglio, Presidenza della Repubblica) a favore dell’ufficiale subentrante o a sfavore dell’ufficiale revocato.
Niente di tutto ciò.
 
La storia sciagurata ricostruita, appunto, dai roumors e dai boatos di palazzo, ci racconta, invece, di un lungo, accurato e tenace lavorìo di una lobby interna allo stesso Uspev, fedele al precedente direttore, che, consapevole di un probabile spoil system incombente sulle proprie poltrone, avrebbe fatto pressione sull’intero Establishment di via Arenula  mediante il discredito  dell’ufficiale designato da largo Luigi Daga.
 
Per comprendere una simile strategia va, innanzitutto, evidenziato come il Reparto Scorte e Vigilanza di stanza al Ministero della Giustizia sia stato (per scelta voluta o indotta del precedente direttore) nettamente distaccato dall’Ufficio Uspev e posto nelle condizioni di autogestirsi in assoluta autonomia da largo Daga e dal polo di Rebibbia degli uffici Uspev.
 
Ovviamente, un simile stato di cose rischiava di essere sovvertito con l’avvento di un nuovo direttore Uspev, soprattutto se questi fa riferimento, direttamente, al capo del Dap.
 
In questo contesto, è stata fisiologica la reazione degli anticorpi contro quello che è stato individuato come un virus patogeno esterno in grado di minare l’integrità del sistema.
 
In tal modo, alcuni elementi maggiormente rappresentativi dell’apparato, pro domo sua, hanno posto in essere un incalzante pressing psicologico sul Ministro e sul suo entourage, sul Gabinetto e sul Sottosegretario Caliendo e il suo entourage, insinuando in tutti loro il sottile filo rosso del dubbio, con argomenti subdolamente efficaci che vanno a toccare le sensibili corde della fiducia, dell’affidabilità e della lealtà.
 
Non posso negare che sembra davvero incredibile che poche persone, di scarsa rilevanza politica e di nessuna rilevanza gerarchica abbiano potuto far fare retromarcia al Ministro, costringendolo a revocare un provvedimento firmato dal Capo dell’Amministrazione Penitenziaria.
Eppure è così. Sono convinto che sia così.
 
Del resto, sfido chiunque a dichiararsi immune dagli effetti del subdolo tarlo del sospetto e dall’ambiguo venticello della calunnia.
 
Comunque, è triste prendere atto di quante sacche di resistenza esistano all’interno della nostra amministrazione e di quanto queste sacche (che sono anche sacche di privilegio) possano fare resistenza al progresso e al rinnovamento.
Mi preoccupa molto questa situazione in relazione alle prossime decisioni che riguarderanno partite molto più importanti e politicamente rilevanti, come gli incarichi di direttori generali o le nomine di dirigenti generali...
 
Allo stesso tempo, però, mi conforta la consapevolezza  che costoro sono disperatamente concentrati, e fanno convergere tutte le loro forze, sul mantenimento del proprio status quo ma che questo, però, non può durare per sempre.
Come diceva Abramo Lincoln, infatti:
 
Si possono ingannare tutti per poco tempo,
Si possono ingannare pochi per tanto tempo,
Ma non si possono ingannare tutti per sempre!
 
Giulio Raimondo Mazzarino 

Scritto da: Giulio Raimondo Mazzarino
(Leggi tutti gli articoli di Giulio Raimondo Mazzarino)






 

Ultime Notizie Le ultime foto pubblicate
Attentato in Vaticano sventato dalla Polizia Penitenziaria: detenuto marocchino voleva fare una strage
Detenuto in alta sicurezza aggredisce Poliziotto penitenziario dopo colloquio con i familiari nel carcere di Siracusa
Rivolta nel carcere di Velletri: Polizia Penitenziaria sul limite di usare la forza
Il carcere di Sala Consilina rimarrà chiuso: il Consiglio di Stato ha accolto provvisoriamente il ricorso del Ministero contro il TAR
Condannato per aver aggredito Poliziotti penitenziari nel carcere di Sanremo. Arrestato e riportato in carcere
Quattro detenuti evadono dal carcere minorile di Monteroni di Lecce: allarme dato in mattinata
Agente Penitenziario si spara in bocca con pistola d''ordinanza mentre era in sala di attesa dell''ospedale. E'' in coma
Santi Consolo: senza la Magistratura di Sorveglianza potremmo spostare tutte le madri detenute in pochi giorni


La Polizia Penitenziaria in una foto", il primo album fotografico della Polizia Penitenziaria creato dagli appartenenti alla Polizia Penitenziaria stessa!

 Foto della Polizia Penitenziaria Inviaci le tue!

Più di 1.300 ricevute in un anno!

 


Commenti Commenti dei lettori

n. 120


Voci di corridoio annunciano la soppressione del SADAV; oh perbacco..... vista la carenza di personale qualcuno sa dove andranno a finire tutti gli "impiegati" che ci lavorano???

Di  Pietro  (inviato il 11/04/2014 @ 12:28:32)


n. 119


E' finita la pacchia anche per te collega del buono pasto!!!!!!!!!!!

Di  Alfredo  (inviato il 09/01/2014 @ 00:22:10)


n. 118


A te non ti spetta il buono pasto cinofila; ma dove hai comprato il cervello, anche tu dai cinesi di Alibaba????????
Ri

Di  Rita  (inviato il 20/12/2013 @ 16:18:24)


n. 117


Adesso te ne daranno 3 al giorno di buoni pasto anonimo 114!!!!

Di  Anonimo  (inviato il 21/06/2013 @ 20:27:45)


n. 116


accontentiamoci solo della vigilanza della banca dati DNA per ora.

Di  michele  (inviato il 24/05/2013 @ 11:49:12)


n. 115


NON TI SPETTA IL BUONO PASTO SE LA MENSA É APERTA, QUINDI VAI A MANGIARE IN MENSA COME GLI ALTRI COLLEGA FURBO!!

Di  Cinofila  (inviato il 29/04/2013 @ 14:47:21)


n. 114


E I BUONI PASTO ?????
SONO MESI CHE NON CE LI DANNO !!!!!!

Di  Anonimo  (inviato il 25/04/2013 @ 14:51:03)


n. 113


A parte Uspev e Ucis, gli incentivi qualcuno sa quando ce li danno?????

Di  Anonimo  (inviato il 21/04/2013 @ 20:59:36)


n. 112


annalisa commento 105 mi associo a pasquino dicendoti che i colleghi di servizio al tribunale di roma non sono dell uspev sono di un altro reparto e fanno solo vigillanza al tribunale, il reparto uspev e' tutt 'altra cosa, ciao.

Di  Michele  (inviato il 15/04/2013 @ 09:42:17)


n. 111


ragazze non dite cavolate @

Di  anna vfp  (inviato il 12/04/2013 @ 10:38:33)


n. 110


Teresa ti riferisci al tribunale di roma piazzale clodio o in qualche altro tribunale?

Di  antonello  (inviato il 10/04/2013 @ 14:37:45)


n. 109


Anna le colleghe imboscate ci sono anche nei tribunali!!!!

Di  Teresa  (inviato il 09/04/2013 @ 13:22:27)


n. 108


Ci sono colleghe polpen donne di servizio ai tribunali ?????? a me sembra di vedere solo uomini !!!!!! kiss

Di  Anna D.  (inviato il 08/04/2013 @ 14:32:07)


n. 107


tutti i colleghi che fanno servizio fuori e dentro tutti i tribunali d'italia dipendono dai provveditorato dalla regione dove si trova il tribunale.

Di  luigi  (inviato il 06/04/2013 @ 16:03:04)


n. 106


@annalisa
Piazzale Clodio dipende dal PRAP Lazio

Di  PASQUINO  (inviato il 05/04/2013 @ 15:07:15)


n. 105


Salve, i colleghi di vigilanza dell'uspev sono quelli che fanno la vigilanza anche davanti al tribunale clodio di roma????

Di  Annalisa  (inviato il 04/04/2013 @ 22:07:46)


n. 104


Ormai la Santa Pasqua è già andata e a farla da padrone sono state le buonissime e classiche uova di cioccolato con le loro soprprese,chissà se tra le sorprese del Sig. Ministro non c'era anche la tanto attesa "Riforma della Giustizia " chi lo sa .............; se fosse così sai quanti non riuscirebbero a mandarla giù quest'amara sorpresa di Pasqua!!!!!!!!!!

Di  Enzo  (inviato il 03/04/2013 @ 01:44:39)


n. 103


"Grazie signor Ministro delle belle parole, lei sì che sta dalla parte dei poliziotti penitenziari "!!

Di  Antonello  (inviato il 30/03/2013 @ 15:35:07)


n. 102


si cos'ì lei farà il comandante generale del corpo!!!!!

Di  Anonimo  (inviato il 29/03/2013 @ 19:13:24)


n. 101


Il Ministro attuale rivuole un corpo di polizia alle sue dipendenze militare forse, ci rivuole con le stellette !!!!

Di  Walter  (inviato il 29/03/2013 @ 16:04:24)


n. 100


A causa della mancata riforma giudiziaria che il Consiglio d'Europa sollecita da diversi anni, ''la maggior parte delle condanne subite dall'Italia riguarda ancora quest'anno la lungaggine dei processi. Anche le somme da risarcire sono aumentate rispetto all'anno precedente. Nel 2010 lo Stato ha dovuto indennizzare cittadini che hanno vinto il ricorso alla Corte europea per oltre sei milioni di euro. Nel 2011 la cifra e' salita a otto milioni e mezzo''.... e intanto il ministro parla di custodire e di reinserire e se la prende con la polizia penitenziaria

Di  Mario  (inviato il 29/03/2013 @ 08:51:28)


n. 99


Il Ministro della Giustizia Severino P. vuole che gli agenti di Polizia penitenziaria ritornino al medio-evo, devono "custodire" i detenuti e che tornino a chiamarsi agenti di custodia..... ha detto bene il Dott. Capece ''Se la politica volesse intervenire concretamente potrebbe farlo subito con alcuni provvedimenti, che non ha preso neppure il Ministro Guardasigilli: mi riferisco a processi piu' rapidi, espulsione dei detenuti extracomunitari per far scontare loro la pena nel paese di provenienza.... quindi dovrebbe pensare di piu' al sistema giudiziario, tribunali colabrodo e quant'altro!!! NESSUNO TOCCHI LA POLIZIA PENITENZIARIA!!!!

Di  Anonimo  (inviato il 28/03/2013 @ 23:29:29)


n. 98


Certo che drento a st'Ufficio..
se ragiona senza dubbio..
proprio a pene de segugio.
L'organico c'ha carenza..
proprio giù alla vigilanza.
Er più grosso Sindacato.. (SAPPe)
je la pure ricordato.
Allora ariveno du sordati..
e de nascosto l'hanno 'mboscati.
Era ovvio che la cosa..
non passava inosservata.
Pè un grosso particolare..
che non era da sottovalutare.
Du persone nun so come 'n mobile..
che lo sposti 'n do te pare..
lo nisconni pe le scale..
si te stanca nun te soddisfa..
lo trasporti su 'nsoffitta.
Tanto più fanno fragore..
se provengono da n'antro settore..
quello pare specializzato..
per controllo e per trasporto..
de quelli rompeno er ca.. .
Proprio quelli..
quelli lì.. quelli cor 41 bis.
Che succede che er Sindacato
questa volta s'è inc... to.
Ha pijato carta e penna..
e ha buttato giù no scritto.. (sappe.it)
che vedrà pure er Ministro.
'Nvece de ragionà de fino
pè capì chi è PASQUINO..
er cervello va addoprato..
pe nun fa far der male a Capo.
Pè schiarivve 'n po la mente..
ve consjo allegramente d'esse seri
cò la gente.
L'onestà viene premiata se è resa prima ..
che pijata.
State tranquilli che nun me se scalla..
mi c'ho la coda de paja.
Ma magara me chiamate... che se famo du risate.

Di  PASQUINO  (inviato il 09/06/2010 @ 13:57:15)


n. 97


Questa pare 'na stagione..
p'ogni facile previsione.
Er 18 dell'artro mese..
n'artra delle tristi sorprese.
Pè i colleghi de servizio..
la notte è stata..
'n gran supplizio.
Drento l'Aula blindata..
la tragedia s'è sfiorata.
Er collega solo de notte..
fu costretto dar dolore..
alle cure der dottore.
Nun ve sto a pià per cu..
ma se po' fa sta uno solo.
Si je pia 'n coccolone..
nun c'è da sentì ragione.
Pure pe ste malefatte...
ha dovuto scrive er Sappe.
Si v'annate a legge sito.. (sappe.it)
tutto ve sarà chiarito.
'ndovinate che jà scritto.
Nun funziona sto servizio.
Tutta quanta sta frittata..
nun l'avevo preventivata?

Di  PASQUINO  (inviato il 03/06/2010 @ 20:02:21)


n. 96


Sti servizi complicati..
'n mano a chi so' capitati..
si se mette li a sedere..
manco 'n O cor bicchiere.
Figuramose che 'mpiccio..
se j'ariva l'imprevisto.
S'arza esce da la porta
e va dar fijo de na' m....
Quello de fronte ar coridoio..
co 'na stanza da dottore..
ma è 'n semplice ispettore.
Libri, codici e Armanacco..
ma nun ce capisce 'n ca...
Tutto in ordine d'artezza..
foto ar muro de fierezza..
sapientino de fermezza.
Era er primo consijere..
de quell'artro direttore.
Mo co questo fa er Dottore.
Quanno ch'esce pare n'Dotto.
Ma vedrai si che botto!!!
Lui controlla e fa la spia..
certo..
sta 'n segreteria.
Firtra mescola le carte..
trova ostacoli 'n ogni parte.
Ce vorebbe fa sta zitti
pé quanto amico è de Carchitti..
Mo se 'nchina cor campano..
manco fosse er paesano.
Quanto ar vecchio direttore..
dritto ar Celio dar dottore..
e come dentro ja 'mboccato
la pressione j'accusato.
Si che, j'ha controllato er core..
er cardiologo dottore.
L'aritmia je fu accertata...
ma ch'è...
tutta corpa der Vi....??

Di  PASQUINO  (inviato il 29/05/2010 @ 01:28:26)


n. 95


.....ah..be!!!!...caro amico ......PASQUINO..... ce risemo????..... er Vico?.... nun se sbagliava...... coi corsi e risorsi storici...... me sa ......però....che sto novo direttore? se lasciato ar fianco suo quarche vecchio collaboratore !!! che de consigli non é un buon...pianificatore .......anzi .......me sembra er peggiore!!......e se sta vorta me sbaglio??.... meglio così......vordì.....che andranno allo sbaraglio.........mo c'ho fatto le rime ......ma nun andremmo meglio de prima..........perché é divenuta tutta na manfrina.........ma PASQUI' famme capì... ma li capi secondo te ......a forza di articoli 28 ....prima... poi... lo daranno no scappellotto 8 8 8 8 ????

Di  Il Risolutore  (inviato il 28/05/2010 @ 21:31:39)


n. 94


Er Direttore questa vorta..
sembra l'abbia fatta grossa.
'N Sindacato Confederato..
pe iscritto l'avvertito.
Nun se stravorge..
n'organizzazione senza fa..
contrattazione.
Arbitrario unilaterale..
manco fosse 'n dittatore.
Cambio orari de servizio,
manco co n'ordine pe iscritto.
'O stradinario 'n ufficio lavorato..
a detto nun verà pagato..
sarà solo recuperato.
Sti giochetti..
zozzi e strani..
hanno rotto li cojo.. .
Hanno scritto a quattro mani..
lì seguaci d'Epifani.
I primi a rennelo edotto..
che c'ha quasi rotto er c.. .
Così che faranno ricorso..
a n'antro articolo 28.

Di  PASQUINO  (inviato il 27/05/2010 @ 18:44:36)


n. 93


E diventato uno.............. questo UNICEF................ certe persone = ( BISCE ) si vendono anche i GENITORI pur per far bella figura con il CAPO.........

Di  Lu Travocch  (inviato il 27/05/2010 @ 10:03:44)


n. 92


Ai servizi er poverino..
oggi ha fatto n'antro casino..
è peggio de 'n ragazzino.
E' successo er finimonno..
pé due che..
cambionno er turno.
Me domanno e constato.
Ma! ..é no scemo patentato!!
C'è riannato a mette bocca
pe piassela 'n saccoccia!!
E risurtato.. quale è stato?
E' rimasto lui incu..to!
D'artra parte..
è costatato.
Apre bocca e je da fiato.
Co ste storie..
pare chiaro.
Questo è peggio..
de 'n somaro.
Così che er 27..
copre er turno..
pe annà a rimettece.
Si perché l'orario..
prolungato je costerà
'n riposo forzato.

Di  PASQUINO  (inviato il 26/05/2010 @ 19:00:35)


n. 91


……caro jordy….. ripetere giova…..ho già detto che siamo tutti sullo stesso barcone … compreso io e te…… è questo può bastare …..ed io non ho la pretesa di essere il detentore della verità … che poi la verità ….sta sempre a metà strada … ma ti assicuro e sottoscrivo che le mie non sono convinzioni o sfoghi di frustrazioni su fatti per sentito dire…. ma testimonianza di fatti reali…..vecchi e nuovi……. che ho vissuto da Agente di Custodia (1980) ….ad oggi (2010)……e ti garantisco che ne ho viste…….e ….sentite…..di cotte e i crude e …..in tutte le sue articolazioni……..e per l’USPEV e gli ARENULIANI ti garantisco che quello che narra l’amico PASQUINO e la puntina di uno spillone da maglia grossa…….poi devi sapere che una mano alla causa l’ho già data …….ma sai per quei soggetti già narrati da PASQUINO……avvolte lo sforzo che si fà viene vanificato….. dai …….loro……comportamenti…..ed i veri frustrati solo loro caro jordy perché pur di avere spazio……venderebbero l’anima… ma di sostanza ti assicuro non ne hanno…….abbastanza…..poi ….per l’anonimato …….e solo una scelta di gioco….. come per il Poker …..che giochi al buio e …..controbuio …..poi dichiari il punto e lì c’è la sorpresa……che può essere anche un bleff (si scrive così?) ……ma ritornando alla nostra discussione che non vedono…. più interventi di scrittori (no! scrivani)…..volevo dire a PASQUINO che se sono intenzionati a mandare a picco l’USPEV……probabilmente non ci hanno capito nulla……perché poi sotto l’UCIS e quindi altre Forze di polizia (leggasi parte dell’intervento n.75) ….e credo che non conviene a nessuno …..o no…. che ne pensi PASQUINO……
Ciao a presto e senza pretese da parte mia ….e solo un modo di discutere….. ed esprimere sia pensieri che vita vissuta……

Di  Il Risolutore  (inviato il 26/05/2010 @ 14:37:03)


n. 90


Le tue "convinzioni" Risolutore, non equivolgono a certezze. E' un tuo pensiero, ma non puoi esser che sia la verità.
Per il resto, Risolutore, sbagli ancora quando metti per iscritto convinzioni del tutto tue sulle esperienze altrui...anche io poteri dirti che sfoghi qui le tue frustrazioni..in anonimato..ma non lo dico..penso invece che tenti di dar una mano alla causa a modo tuo, cosi come penso facciano tutti.
Per il resto, ognuno espone un proprio punto di vista fatto, spero, da esperienza poersonale.
Perchè, altrimenti, se qui si parla solo per sentito dire o per credo personale a prescindere, il risultato è negativo ancor prima della prova.
ps: non si offenda nessuno(2)

Di  jordy  (inviato il 26/05/2010 @ 08:58:19)


n. 89


Quanto me piace er tenore..
dell'Amico mio RISOLUTORE.
Du parole belle chiare...
p'esse secco come er sale.
Ha chiarito ar nostro amico..
er concetto der mio invito.
Daje scrivi pia coraggio.
Tutto qui sta er mio messaggio.
Nun sparare 'n mezzo ar mucchio..
rischi da fà secco n'antro.
Noi qui all'Uspev puntamo er
dito contro gente c'ha tradito.
E l'ha fatto pe mette i piedi..
sulla faccia dè i colleghi.
Leggi ben er mio racconto..
e te né renderai conto..
che sto fine narratore ha nominato
ogni attore.
Nun vojo esse ripetitivo..
sur marciume che descrivo.
Poi sur NIC te fo 'n discorso.
Te sei espresso 'n po'..
scomposto.
Sti colleghi..
giorno e sera..
stanno dentro 'n trincea.
Vanno 'n guera disarmati..
a combatte car'armati.
Ma so tutti gran sordati..
ce lo dicono i risurtati.
Quanto all'USPeV pare scritto..
che lo vonno mannà a picco.

Di  PASQUINO  (inviato il 25/05/2010 @ 22:45:35)


n. 88


---------a sor PASQUINO !!! mi so perso quarche pezzo...... e che sto stato poco bene co la salute......e poi stò.... jordy...che voleva dì ....scrivani !!.... perchè l'ha scritto tra virgolette ...in senso "incisivo" ?... o lato del significato?... me spiego meglio per chi non ha fatto """galera"""... perchè se si riferisce alla tipologia di lavoro degli ospiti degli Hotels Italiani......è proprio offensivo se invece si riferisce al significato letterale della parola ...é offensivo ugualmente .........perchè caro jordy siamo tutti sullo stesso barcone ........ed ognuno deve fare il proprio compito......solo così si governa una barca.....altrimenti .... si va contro gli scogli o in una secca .......e poi caro jordy......inizia a prendere carta e penna e se ce la fai con la ....pompa .....denuncia..........e qui riprendo quello che tu stesso scrivi ed affermi nell'intrevento n. 85 del 24 u.s. qui di seguito letteralmente trascritto.............."...foprse un pò di coraggio ed iniziare a denunciare in modo serio, presso le procure, non sarebbe cattiva cosa.Non è da infami, è da poliziotti...da tutori della legge...che cercano di debellare il male.".....poi vorrei anche dirti che non condivido alcuni tuoi commenti fatti sul NIC e il suo operato ma su questo argomento non voglio contraddirti perche è evidente che non conosci profondamente il lavoro e......l'alto RISCHIO....quello reale.... che i colleghi incorrono nelle attività investigative e poi i filmati delle intercettazioni a cui ti riferivi per lo spot del CORPO sono convinto che erano immagini di inchieste chiuse e "fredde" quindi non potevano compromettere nulla.....poi anche gli altri che tu citavi fanno così…. ti mostrano cose vecchie….e ti fanno credere che si tratta di lavoro attuale...(pubblicità progresso carabinieri polizia guardia di finanza etc)........comunque scusatemi sono andato fuori tema....a proposito......avete ultime novità sulla….. Soap-opera ......Un Posto all'USPEV .....la corrispondende Soap-opera Romana di ....Un posto al Sole Napoletano di Rai 3 ..........perchè ho saputo che gli studi di registrazione sono deserti ……….saluti a tutti...........e buon lavoro.
P.S. Non si offenda nessuno

Di  Il Risolutore  (inviato il 25/05/2010 @ 18:40:02)


n. 87


Faccio appello ar gestore..
de sto sito informatore.
Fa l'articoli mirati..
da quarcuno segnalati.
Te consijo pè sto gioco..
'na bacheca pè lo scopo.
Stai sicuro farai successo..
e io pure me diverto.
Te lo posto su più posti..
così che o sanno tutti.
Che sto sito è a difesa..
della classe più 'ndifesa.
Er mio scopo è mirato..
a da più voce ar sindacato.
Si voi esse carismatico..
nun poi esse diplomatico.
Questa è la strategia..
che t 'mpone la teoria o er concetto..
si tu voi avé l'effetto..
'n ogni tua trattativa..
che sia o meno risolutiva.
Io capisco er principio..
che ce vole sté equilibrio.
Fa 'na cosa.. gioca de fino....
da la corpa a sor PASQUINO.
Così sollevi er Sindacato..
da 'mbarazzo garantito.
Mentre all'artri stai sicuro
che je faccio rode er c... .
'N finale mica c'hai co(r)pe..
stai a da fiato alle sole bocche..
de chi lavora co l'idea..
c'ogni giorno va 'n trincea.

Di  PASQUINO  (inviato il 25/05/2010 @ 15:23:03)


n. 86


Caro amico l'hai segnalato...
mo n'articolo sarà postato...
Da st'amici che danno spazio..
a tutti quelli che se so rotti er c...
Quella scola era 'n giardino..
vasi e fiori de fragranza...
bella nova e de sostanza...
ma è servita a 'ngrassa la panza..
der potente designato dar potere dello stato.
Daje scrivi.. pia coraggio...
rendi nota l'eloquenza..
de' la totale 'ncompetenza...
Quer gioiello pare adesso...
n'anticamera de 'n cesso.

Di  PASQUINO  (inviato il 24/05/2010 @ 20:27:47)


n. 85


Capisco che l'interesse maggiore, in questa sede, è per l'uspev, presumibilmente mosso da coinvolgimenti personali di molti degli "scrivani" qui presenti.
Ma un piccolo cenno lo merita anche la sfapp di via di brava, ormai diventata un'ecatombe, piena di erbacce e sterpaglie...lasciata a se stessa ed al destino che ne verrà.
Ma mi chiedo...chi dirige questa amministrazione?...poi la domanda trova conforto, magari andando indietro nel temmpo...e ritrovando sempre gli stessi attori che, con gran saper fare, han fatto man bassa di sanatorie facedno trasferire sempre i miegliori "eletti", da destinare a stanze ai piani alti o bassi se si trattava di sindacati...gente che ha trattato questa amministrazione alla stregua di un'imoresa di proprietà, per quanto riguarda gli onori...ma l'ha sempre vista da visitatore per gli oneri!
hanno tratto profitto...hanno costruito posizioni personali e non...hanno derubato..ingannato..millntato...sono costati alle nostre tasche soldi inimmaginabili!
e sono sempre li a chiedere credito! i nomi li conosciamo tutti..ognuno di noi ne ha qualcuno...foprse un pò di coraggio ed iniziare a denunciare in modo serio, presso le procure, non sarebbe cattiva cosa.
Non è da infami, è da poliziotti...da tutori della legge...che cercano di debellare il male.
saluti

Di  jordy  (inviato il 24/05/2010 @ 08:42:54)


n. 84


Core smania e fa i capricci l'ispettore dei servizi...
Pé fa er servo ar principale rema contro ar personale così rende irrilevante 'gni diritto più eclatante.
Poi se scusa... ma fa er serpente sguscia e striscia come 'na biscia.
Se tu inoltri 'na richiesta de 'na cosa che te spetta e gran Capo firma e basta che te sembra cosa fatta.
Poi sortisce er sapientone che ja'mmischia er capoccione, je 'mbriaca la capoccia e cambia idea a prima botta...
Sti servizi troppo inequi.. daranno voce ai sindacati.. che ve sembra stanno ar bujo ma peseranno da qui a lujo...
Sembra proprio che nun vole fasse amà dar personale.. pare pura strategia pe potessene annà via..
Perché le lamentele le giustifica.. a fà er fiscale.. lui se crea n'alibi pe vorta... così dopo sbatte a porta.
Se diranno ch'è cacciato... Lui dirà... me ne sò annato...

Di  PASQUINO  (inviato il 23/05/2010 @ 21:41:45)


n. 83


E' dar 13 che aspetto che me venghi a pià de petto....
Ma non eri tanto certo de fa centro ar primo
co(r)po.....
Sto in attesa der furore de sto gran vendicatore...
Mentre seguita er declino de st'Ufficio poverino tagli netti e pochi sprechi.. ma è 'na favola pè cechi.. Nun se vo vede in ogni caso al di là der proprio naso......
Mentre all'annuale der Corpo ho assistito a ber quadretto... una buccia de banana li vicino alla gran pedana Angelino un po adirato l'ha ben ben catechizzato....

Di  PASQUINO  (inviato il 21/05/2010 @ 14:29:32)


n. 82


.....basta .......non se ne...può più......chi sta di qua....! ....chi sta di là......chi sta con tizio....chi sta con caio .. la triste è inrrisolvibile vicenda dei fatti narrati è quella che su tutto ciò chi ci "AZZUPPA" è la dirigenza quella che la riforma e gli ufficiali non la volevano...!!!!!! siete d'accordo ??? e su tutto questa tramm tramm... chi ne paga le conseguente siamo noi (quelli della base della piramide ....!!! ) e quegli ufficiali capaci.....e solidali con il CORPO che però a causa di qualche loro collega diciamo poco capace (!!!!!!??????!!!!!!???) ne pagano tutti le conseguenze !!!!!! e lì il DAP ......ci AZZUPPA .....siete d'accordo o no????...... morale della favola non possiamo fare di tutta l'erba un fascio perchè anche io come qualcuno di voi accennava ho lavorato con gli ufficiali (anche con dirigenti) e vi posso garantire (sottoscrivendo davanti ad un notaio) che ci sono ancora tra NOI UFFICIALI DEGNI.........la soluzione???? .......LA DIREZIONE GENERALE DEL CORPO .........punto e basta.!!!!!!!!!!!!!!!!!
P.S. per gli Ufficiali incapaci........non saprei al momento la soluzione (!?) perchè ci stanno anche i dirigenti incapaci......o no?????
saluti

Di  Il Risolutore  (inviato il 14/05/2010 @ 18:36:54)


n. 81


L'eventuale inquadratura resta in forse e mai è sicura...
Nel caso eventuale dar tremore sto già male..
Fa 'na cosa si sei certo... viemme dritto a pià de petto.....

Di  PASQUINO  (inviato il 13/05/2010 @ 18:17:18)


n. 80


Anche oggi er sor Paquino ha chiaccherato...senza sapé che qualcuno l'ha inquadrato.

Di  GF  (inviato il 13/05/2010 @ 15:55:47)


n. 79


Cari ragazzi e ragazze oramai L' U.S.Pe.V. e diventato UNICEF.................. se magna anche senza buoni pasto.

Di  Lu Travocch  (inviato il 13/05/2010 @ 11:58:05)


n. 78


Dopo l'ultima puntata, l'atmosfera è un po infuocata, la novella qui narrata ha attirato il furore dell'Arcangelo vendicatore (ARCANGELO GABRIELE n.d.r.) che con piglio e risentimento ha enunciato il suo dissenso.
Dalle sue motivazioni sono emerse più questioni...
Infuocata, brucia e scalla.. quella sua coda de paja...
La verità per lui peggiore l'ha cantata “RISOLUTORE” che gli ha detto in versi chiari che pè lui so ca... amari.....
N'antro che non ce va piano.. è “ANONIMO ROMANO” che je pone la domanda der perché se sente ai piedi.. tutti l'altri suoi colleghi, che non lavorano ar Ministero ma non lo fanno certo in nero e come lui che se sente merce sacra sputano er sangue 'n mezzo a strada..
Sto romanzo ha attirato qualche diretto interessato... che s'addanna non pochino pè capì chi è sto PASQUINO, ste cosiddette "pasquinate", fanno emerge, er malumore e l'avversione verso la boria e all'arroganza dei rappresentati messi alla gogna..

Di  PASQUINO  (inviato il 12/05/2010 @ 13:30:18)


n. 77


Caro Giuseppe Romano se ti sei fracassato le palle a leggerci puoi cambiare lettura, nessuno ti obbliga a sopportarci..
Ps.. ho letto attentamente gli altri articoli commentabili... non mi sembra di aver letto alcun tuo commento... Forse anche li ci sono argomenti poco interessanti...
Fai una proposta, hai visto mai l'amministratore del blog ti ascolta.. cos' possiamo confrontarci su qualcosa di tuo interesse...

Di  ANONIMO ROMANO  (inviato il 11/05/2010 @ 18:06:22)


n. 76


Sono contento che si parli di quanto è accaduto a Saddam...
Credo che al di là dei commenti e delle riflessioni sul cast degli attori Aureliani, gesta citate e raccontate degnamente da Pasquino
con estrema ironia , quello che è un dramma.
Ci si debba domandare come sia possibile infangare l'immagine di un Generale come D'Amico, stessa persona che in altri tempi con il suo intervento e parte degli " uomini " che in questo frangente lo hanno tradito, era riuscito a traghettare e portare in porti ben ambiti, l'ormai zatterone colmo di topolini pronti a saltare e trasferirsi verso altri lidi, pur di non vedersi togliere i privilegi che avevano ottenuto, hanno usato strumenti e mezzi " la lingua " la stessa arma usata oggi contro lo stesso Generale di allora.
Invito tutti coloro che ancora si identificano e credono nei principi quali sono, la lealtà e l'onesta a formulare una piccola preghiera a favore di questi " personaggi " che altro non sono.

Di  alfio  (inviato il 11/05/2010 @ 15:45:09)


n. 75


…….la discussione comincia ad animarsi e mi piace ancora di più…….caro Arcangelo G. (Gabriele)…. scusami per la battuta….. ma le cose sono 2 o ci sei dentro fino al collo (1) o non conosci a fondo le dinamiche narrate da PASQUINO e da qualche Anonimo che conosce bene l’ambiente….a proposito se paragonate Via Tevere (P.S) con Noi facciamo che gradiremmo paragonare anche gli altri reparti dei Carabinieri e G.di F. che espletano lo stesso servizio dell’USPEV che vorrei ricordare nasce e vive secondo le Norme UCIS !!!!!!! che non prevedono attività degli operatori al di fuori della tutela e scorta …….(e qui ci siamo capiti)….. e gli uomini ruotano e non sono associati a Vita con il tutelato-trasportato …..infatti nella Benemerita e nei Baschi Verdi…. oggi va Tizio domani Caio e dopodomani il primo disponibile e se vai in vacanza ti becchi il primo che capita sul luogo………da noi invece si è più professionali è vero ??????? dimostratemi il contrario!!!!……………..e poi parlate di invidia??? …invidia di cosa ????? ….. di portare la borsa in ufficio????? ……..o sbrigare qualche affaruccio pesonale ???? …per cosa ???? per essere ben voluti dal Dottù???? !!!!! e poi il Dottù va via … e ricominciano!!!!! Vi posso garantire che nessuno è invidioso ………..perché rammentate che la propria dignità sia professionale che personale si difende a costo della Vita !!!!!....saluti e prego che nessuno si offenda purtroppo è la triste e ridicola realtà non solo Dipartimentale anche Italiana …….ma ancora nessuno sa darmi una soluzione a queste gestioni e situazioni…….e lo sapete perche??? ….perché ognuno di noi si cura l’orticello suo e quello degli altri può anche fracicare……..!!!!!!!........ma attenti ortolani che ……..primo o poi cambia contadino e li saranno…….volativi per diabetici……………
ciao a tutti
Il Risolutore

Di  Il Risolutore  (inviato il 11/05/2010 @ 15:36:56)


n. 74


Mi sembra che adesso abbiate fracassato le palle a tutti con questi battibecchi su un argomento che riguarda una percentuale piccolissima di agenti che soffrono i veri problemi. Queste storie non ci appartengono; è incredibile come su questi pur(scandalosi) provvedimenti ci sia stato un fiorire di commenti mentre su temi di scottante attualità non ci sia la stessa verve.

Di  Giuseppe Romano  (inviato il 11/05/2010 @ 14:51:22)


n. 73


Ne basta uno intelligente in famiglia.. meno male che c'è Arcangelo... Tutti moi stupidi ed immaturi abbassiamo le braghe......
Allora.. Vista tanta saccenza ti informo che.
Dato che lo citi dipendi come tutta la Polizia Penitenziaria da un Dipartimento, il Reparto di Via Arenula è incardinato nell'Ufficio
e adesso visto che sei così professionale spiegaci la differenza che c'è tra te e per esempio nostri colleghi che fanno il tuo medesimo lavoro al seguito di personale del Dap o Magistrati di Procure ecc......
Mi sembra che i primi a cercare differenziazioni siano proprio quelli come te che forse se amministrati diversamente perderebbero eventuali benefici... Vogliamo parlare per esempio di chi fa fuori sede ad accompagnare una Autorità X e dovrebbe tornare con il treno ed invece torna con la macchina... Vogliamo parlare di chi svolge servizio scorta con la formula "ale seguito e per collaborare".. stranamente tutte prerogative di quasi esclusiva concessione a chi lavora "come te".. gli altri tutti figli di un Dio minore.... ciao bello neanche vale più la pena risponderti.. ti commenti da solo....

Di  ANONIMO ROMANO  (inviato il 11/05/2010 @ 10:22:13)


n. 72


Sarà anche, come dici, tu dispendio di uomini e mezzi ma di fatto è già così: esiste un reparto a Via Arenula, decretato e che si è voluto inserire in seno all'USPEV; che l'ufficio sia unico (USOEV) nessuno lo mette in dubbio ma i servizi svolti dal personale sono diversi pertanto non si possono trattare tutti alla stessa maniera come dici tu! Questo voler "livellare" a tutti i costi il personale denota solo stupidità. Continuo a dire che se ognuno pensansse a far bene il suo lavoro senza guardare gli altri sarebbe molto meglio

Di  Arcangelo  (inviato il 11/05/2010 @ 09:47:06)


n. 71


Gentile Arcangelo, se tu leggessi attentamente ciò che PASQUINO racconta, comprenderesti che non ha nulla da dire sull'esistenza del Reparto di Via Arenula, ne tantomeno sulla sua eventuale "Autonomia", ma parla di personaggi di più alto livello che hanno strumentalizzato ed usato persone di quel reparto per ottenere qualcosa di più grande.
Per quanto riguarda il paragone che fai con l'Ispettorato Viminale, si tratta di tutt'altra cosa.
Ha un suo Dirigente e gli Ispettorati sono articolazioni autonome previste nella Polizia di Stato.. Villa Tevere ha il suo Dirigente e dipende come Ufficio scorte dalla Questura...
Forse regolarizzare ove possibile e formalizzare due Uffici distinti e separati in una articolazione come la nostra risulterebbe un oneroso dispendio di uomini e mezzi......
pURTROPPO PER TE VISTO CHE TIENI TANTO A TALE DISTINZIONE L'UFFICIO E' UNO E TUTTI DOVREBBERO ESSERE TRATTATI IN ANALOGO MODO....

Di  ANONIMO ROMANO  (inviato il 11/05/2010 @ 07:15:10)


n. 70


Cito Samurai: "i personaggi AURELIANI che fino alla sera giurano eterna fedeltà a questo o a quel REGGENTE per poi cambiare di nuovo faccia la mattina successiva?"
Ossia quello che succede ESATTAMENTE in ogni istituto , servizio, ufficio e Reparto dell'amministrazione! E allora perchè additare solo Via Arenula? E' l'amminstrazione che è così, a cominiciare dagli Uffici del DAP i cui dirigenti credono di essere un Ministero a parte dimenticando che sono "solo" un Dipartimento del Ministero della Giustizia e da questo dipendono!

Di  Arcangelo  (inviato il 10/05/2010 @ 21:50:32)


n. 69


Aderenti alla realtà? Si certo..alla realtà superficiale di chi vede le cose come le vuol vedere; la realtà di chi non sa e non vuol sapere ma preferisce immaginare e credere, la realtà di chi da credito - semplicisticamente e moooolto superficialmente - a voci e "credenze popolari". Se anche fosse - cosa che non è e non è mai stata ma a qualcuno ha sempre fatto molto comodo farlo credere - che il Reparto di Via Arenula costituisse un Reparto diciamo a "sè" non vedo cosa ci sarebbe di sbagliato e/o illeggittimo...d'altro canto il Ministero dell'Interno ha già un Reparto così...si chiama Ispettorato ed è - per certi versi - "autonomo" seppur naturalmente dipendente dal Dipartimento della P.S....e nessuno ha nulla da dire! Torno a dire che l'invidia, ingiustificata tra l'altro, acceca le persone ed alimenta sterili discussioni che non fanno altro che evidenziare la stupidità di molti e gettare fango gratuito su tanti, tantissimi che non lo meritano per niente senza considerare poi le"figure" che facciamo all'esterno con queste storie e storielle!
Infine: io lavoro per me e per la mia famiglia, con dignità e onestà senza guardare gli altri e senza controllare la "misura" dell'erba dei vicini. Sarà questione di maturità?

Di  Arcangelo  (inviato il 10/05/2010 @ 20:43:01)


n. 68


Arcangelo caro, ma di quale invidia stiamo parlando!!! Invidia forse nei confronti di 7 Facce che nel suo continuo girovagare da un posto all'altro non ha mai combinato nulla di buono e allora???? Oppure invidia verso i personaggi AURELIANI che fino alla sera giurano eterna fedeltà a questo o a quel REGGENTE per poi cambiare di nuovo faccia la mattina successiva? Questi non sono prodi condottieri, sono solo necessari! Paquino Pasquino quante vicende ancora potrai raccontare sul castello di Via Arenula? Su coraggio siamo qui tutti ad ascoltare curiosi di sapere poi come va a finire!!! Nel frattempo, ci dici che fine ha fatto la stupenda AUDI A8?
firmato il SAMURAI

Di  Samurai  (inviato il 10/05/2010 @ 20:25:45)


n. 67


@Arcangelo
I commenti sembrano più che dettati dall'invidia molto aderenti alla relatà, peraltro evidenziata anche in questo articolo.. ne riproduco fedelemente un passaggio significativo.
"Per comprendere una simile strategia va, innanzitutto, evidenziato come il Reparto Scorte e Vigilanza di stanza al Ministero della Giustizia sia stato (per scelta voluta o indotta del precedente direttore) nettamente distaccato dall’Ufficio Uspev e posto nelle condizioni di autogestirsi in assoluta autonomia da largo Daga e dal polo di Rebibbia degli uffici Uspev.
Ovviamente, un simile stato di cose rischiava di essere sovvertito con l’avvento di un nuovo direttore Uspev, soprattutto se questi fa riferimento, direttamente, al capo del Dap.
In questo contesto, è stata fisiologica la reazione degli anticorpi contro quello che è stato individuato come un virus patogeno esterno in grado di minare l’integrità del sistema.
In tal modo, alcuni elementi maggiormente rappresentativi dell’apparato, pro domo sua, hanno posto in essere un incalzante pressing psicologico sul Ministro e sul suo entourage, sul Gabinetto e sul Sottosegretario Caliendo e il suo entourage, insinuando in tutti loro il sottile filo rosso del dubbio, con argomenti subdolamente efficaci che vanno a toccare le sensibili corde della fiducia, dell’affidabilità e della lealtà.
Non posso negare che sembra davvero incredibile che poche persone, di scarsa rilevanza politica e di nessuna rilevanza gerarchica abbiano potuto far fare retromarcia al Ministro, costringendolo a revocare un provvedimento firmato dal Capo dell’Amministrazione Penitenziaria.
Eppure è così. Sono convinto che sia così."
Comunque. per fortuna che ci sei tu che lavori anche per gli invidiosi!!! Me compreso

Di  Anonimo  (inviato il 10/05/2010 @ 17:22:52)


n. 66


Eseguita questa ampia panoramica, che lascia libera interpretazione circa alcune dinamiche che regolano la vita di questo Regno, esprimo la mia personale idea.
Tutto quanto in precedenza descritto porterà il lettore a conclusioni, che anche se aderenti alla realtà, hanno un ruolo relativo, mi vado a spiegare meglio.
Secondo il mio modesto parere, la nomina di Saddam è stata boicottata con questo sistema e coinvolgendo a vari livelli personaggi di bassa levatura (poco rilevanti al fine della gestione), i quali ben sfruttati ed inconsapevolmente utilizzati al fine.
Il fortino di periferia, infatti nella sua area ospita un grande rimessaggio, il quale è gestito materialmente da un personaggio noto, il quale dovette suo malgrado interrompere le sue attività tempo addietro all'interno di officina di bighe ben nota ai più.
Ora, la vigilanza del Fortino dipende dal Capo dello sparuto esercito, l'accesso a quel famoso capannone (rimessaggio), con Saddam al vertice sarebbe stato sottoposto, come la logica vuole ad un rigoroso controllo.... questo rigoroso controllo, non consentirebbe quindi, ad esempio la possibilità di ricoverare all'interno di detta area cocchi rimorchiatori “privati”, ne tanto meno operazioni di riparazione di dubbia legalità.... Mi fermo e lascio a voi tutti la libera interpretazione.
Come in ogni trama riferimenti a fatti e personaggi realmente esistenti è puramente casuale.
FINE

Di  PASQUINO  (inviato il 10/05/2010 @ 09:40:28)


n. 65


Dai commenti che leggo traspare solo e sempre una cosa: l'invidia! Invidia verso persone che hanno una posizione migliore di altre, che sono riusciti ad ottenere lavorando e , a volte, scendendo anche a compromessi cosa che succede in ogni ambiente lavorativo. L'invidia poi si traduce in "arzigogolamenti" vari - provati a raccontare in una qualche maniera satirica - tendenti a screditare e mettere in cattiva luce le persone che si invidiano e che riteniamo superiore a noi (altrimenti non le invidieremmo). E' proprio vero...l'erba del vicino è sempre più verde! E finchè saremo distratti a guardare l'erba del vicino la nostra cara amminstrazione continuerà a mettercelo in quel posto!! Se tutti quanti pensassimo più a lavorare seriamente piuttosto che a guardare i "prati" vicini tutto andrebbe meglio!

Di  Arcangelo  (inviato il 09/05/2010 @ 20:44:52)


n. 64


Caro Pasquino, mi piaci da morire, ma io 7 facce lo avrei chiamato meglio, per esempio Pier dei Guarda Sigilli.
Che ne pensi?

Di  Bimbo  (inviato il 09/05/2010 @ 19:05:06)


n. 63


gentile Anonimo probabilmente il nostro PASQUINO si riferisce al nuovo CAPO USPEV (leggasi Fortino della periferia del Regno SAN BASILIO) e i due cocchieri tutto fare che come vi avevo accennato si stanno riciclando e magari lascieranno feriti nel loro cammino.....PASQINO più leggo i tuoi interventi e più mi piaci (come scrittore) non fraintendere sono ancora etero..... approposito non dimenticate che un paio di legislature fà.... i cocchieri ARENULIANI un mattino lasciarono a piedi il vecchio Capo ARENULIANO per andare a prendere il Nuovo Capo del Castello che la sera prima era stato nominato dal Governo quindi immaginate se al cambio di guardia del Fortino non venderebbero il loro sangue per fare le prime donne con il nuovo giunto.....dalle notizie che giuncono dal Fortino non c'è buona aria ......e prima o poi servirà ripulirla dai quei pochi virus......Mutanti....(!?) ......poi.....sarebbe bello conoscere se qualcuno di voi ha una soluzione a questo caos e sprechi ..........si perchè ancora nessuno ne ha fatto cenno.......
ciao a tuttii....Il Risolutore


Di  Il Risolutore  (inviato il 09/05/2010 @ 12:54:22)


n. 62


dai nostri pochi ed esili "commenti" si può in parte dedurre che cosa pensa il personale (chiaramente) poco in %, di parte dei nostri vertici che comunque rispondono al Capo del Dap. Io applicherei una sorta di federalismo ministeriale nel senso di dare ad ogni dirigente di ufficio la richiesta autonomia: quanti a cominciare dall'uspev rimarrano e quanti chiederanno, in virtù delle responsabilità da assumersi in prima persona, rimarranno? E poi quanti capi del dap so sono succeduti negli anni: e chi invece dietro le quinte ha come sempre le redini da decenni indisturbato.........

Di  Anonimo  (inviato il 08/05/2010 @ 13:31:54)


n. 61


E necessario chiarire, che anche nel Fortino, alla periferia del Regno, operano loschi figuri, di bassa caratura. Costoro, dotati di buona "LINGUA" che negli esseri umani normali funge da organo eminentemente muscolare che occupa gran parte della cavità orale e costituisce la parete anteriore dell'orofaringe, quindi è essenziale per l'alimentazione.. in questi soggetti ha piuttosto funzioni di leccaculo [lec-ca-cù-lo] ovvero chi è servile in modo spudorato con qualcuno per trarne vantaggio.. Voci di corridoio ci raccontano che due molto vicini al vecchio Capo con il quale avevano medesime attitudini, si siano prodigati senza indugio, ed hanno subito suggerito il reimpiego dei medesimi cocchieri al servizio del nuovo Capo.
Durante una riunione, sembra che addirittura uno dei due abbia palesemente contraddetto davanti al nuovo Capo un suo collega, dando lettura di una particolare normativa circa l'impiego di bighe leggere, senza averne competenza e come suo solito leggendo ed interpretando solo la parte di comodo, omettendo spudoratamente particolari dell'intera normativa, i quali letti isolatamente non hanno valenza di rilievo, ma se letti, ed interpretati circa l'utilizzo globale della norma fanno la differenza.
L'altro, quando 7 Facce a parlato a sproposito di straordinari benefit ed affini, ha come suo solito chinato il capo, e non ha neanche speso un'abbozzo di difesa circa l'operato suo, dei suoi sottoposti, ma in generale dell'Ufficio... per questi due signori sto cercando i nomi.. (si accettano suggerimenti)..........

Di  PASQUINO  (inviato il 07/05/2010 @ 21:49:17)


n. 60


gradirei testimoniare che il gentile PASQUINO che non ho il piacere di conoscere è un profondo conoscitore dei personaggi ARENULIANI (trattasi di patologia incurabiile e contaggiosa al primo contatto non aggredisce chi è vaccinato con il siero dell'ONESTA') che sapientemente ha reinterpretato in personaggi teatrali cogliendo e sintetizzando la MEDIOCRITA' di ognumo di essi. PASQUINO continua a farci sorridere in attesa che prima o poi ( e sono certo quando meno se lo aspettino) arriverà qualcuno (!!) che chiederà il conto che sarà salato....e nessuno si potrà ricliclare...... approposito ma questi personaggi quando la sera vanno a letto dormono sereni... senza rimorsi???
ciao a tutti il risolutore

Di  Anonimo  (inviato il 07/05/2010 @ 19:20:03)


n. 59


Facciamo un minimo di chiarezza su alcuni attori, delle vicende.
Lor signori, in un cast che si risptti non troverebbero altro che ruolo assimilabile a guitti d'avanspettacolo. Si sentono attori invece, principali e come le star vorrebbero brillare.. senza rendersi conto che brillano di sola luce riflessa, la quale si trasforma in assenza di luce non appena lo specchio cambia orientamento ripetto alla fonte luminosa, ovvero quest'ultima si sposti o addirittura si spenga...
Inizierei con 7 facce, il quale, prima di giungere nel planetario stellato, orbitava in quello pentagonale. Varie volte, ha tentato di aggiungere una barra in sotituzione di due pentagoni, ma purtroppo sembra, che i tentativi, nonostante lo sforzo profuso risultarono fallire. Come in tutte le favole, anch'egli usufrui di un'opportunità inaspettata, e come non è dato a sapere riuscì al primo tentativo a fare il grande salto nel mondo stellato.....
Altro personaggio, è quel Tenero Giacomo, che quando cammina al fianco dell'Arcangelino assume le sembianze di Terminator.. tanto che venne ritratto in bella posa insieme al suo gruppo al fianco dell'Arcangelino, con tanto di didascalia che ne elenca ruolo e nome di battesimo. L'onore di posare come "angelo custode" lo induce a produrre sforzi di piaggeria inconsulta, sembra, infatti, che si occupi personalmente, della "prima colazione" e dei quotidiani.. attraversando i territori del Regno anche a bordo della biga personale.. ( in seguito chiariremo altre figure)
Sembra, intanto, che solo ieri, nell'ottica di una organizzazione logistica impeccabile improntata all'efficienza, vista la necessità di ricoverare una carrozza per manutenzione, sia stato necessario portare questa dalla sede vicina a quella dei pamphili alla sede al di qua del tevere, poi personale "amministrativo" del fortino sito in periferia sia andato a prelevarla per portarla da un noto artigiano di origini teutoniche ubicato sulla via salaria. Ora, non si comprende come sia stato possibile, questa tipologia di carrozze, per essere condotte necessitano di cocchieri "patentati" ad hoc.. e non in possesso di semplici licenze

Di  PASQUINO  (inviato il 07/05/2010 @ 16:54:56)


n. 58


E' la tecnica del "colpire tutti per non educare nessuno" e, alla lunga, lasciare tutto com'è, perché se si prendesse caso per caso e si applicassero leggi e buon senso, allora il DAP andrebbe chiuso.

Di  Bruno  (inviato il 07/05/2010 @ 09:25:50)


n. 57


Resa un minimo di chiarezza, possiamo tornare alle vicende.
Sembra che Giovanni dalle Bande Nere, dopo le varie visite di protocollo presso i vari plenipotenziari locali, anche per farsi conoscere, abbia chiesto ed ottenuto udienza dal Dott. Sottile.
Ora, sarà il tempo a dirci la natura di tale conclave.
Tutto sembra propendere a far rimpiangere il precednte condottiero, il quale, per non inimicarsi nessuno sapeva dire di si a tutti, guadagnandosi scarsa stima, ma ben sfruttato dal sistema il quale lo ha sacrificato nel momento più opportuno.
E' legittimo però esprimere un dubbio.. Ovvero, forse tutto è studiato ed architettato dalla scaltrezza di chi ha interesse a muovere i suoi burattini. In questo contesto, infatti, Saddam non avrebbe grassato il popolino, ma avrebbe regolato sicuramente alcune dinamiche, e contenuto le pretese dei vari plenipotenziari locali, avrebbe inoltre limitato la banda bassotti, la quale conoscendo già la trasparenza e l'alto profilo morale di Saddam avrebbero visto scendere in maniera vertiginosa i benefit di cui godono.
Allora questo potrebbe spiegare il sacrificio annunciato di Giovanni, il quale visto il mandato a termine, non può far altro che colpire indiscriminatamente, alzando una sorta di cortina fumogena negli occhi di tutti.
Il vantaggio di questa Cortina fumogena è sarebbe sfruttato a dovere da 7 Facce e la Banda Bassotti, che continueranno a godere di una certa autonomia, molto probabilmente all'insaputa del nuovo Capo, operazione questa, di improbabile successo se detto Capo fosse stato appunto Saddam..

Di  Anonimo  (inviato il 07/05/2010 @ 01:08:41)


n. 56


L'arrivo a Roma di Giovanni dalle Bande Nere, ha avuto quindi il prologo descrito con l'organizzata levata di scudi architettata ad arte dai personaggi descritti. Ora, il lettore giustamente si chiede da dove sortisce il nome del Generale posto a capo del piccolo esercito. Sembra, che costui, sia Baciato dal benevolo occhio di riguardo del Dott. Sottile, il quale, profondo conoscitore del potere amministrato, e mente storica, forte di un passato alla Corte di Nicolò I° conosce tutti gli equilibri del sistema. A lui sembra siano devoti 7 Facce ed Il Tenero Giacomo, i quali non mancano di relazionare su tutte vicende al di qua del Tevere. appre, assai probabile che, la levata di scudi, possa essere stata archietettata ad arte per consentire al giocatore più "Esperto" di giocare la sua mano di sicura presa.

Di  PASQUINO  (inviato il 06/05/2010 @ 21:51:35)


n. 55


Quello che pone una riflessione seria sulle vicende che travolgono il piccolo esercito, è la necessità di comprendere come e perché, la levata di scudi organizzata da 7 Facce, il Tenero Giacomo e per la sua parte di Commodo, sia stata presa così tanto in considerazione dall'Arcangelino..
Mi spiego: Il nome di Saddam risulta concordato da tempo tra i vari interessati, ovvero Il Corto ed Il Dott. Sottile da un lato, L'Uggioso ed i suoi vice presso la Corte del Regnante.. Quest'Ultimo sarebbe stato rassicurato sulle doti di Saddam anche dal Santo Protettore degli Etnei, già predecessore del Corto.
Ora, quello che dovrebbe fa riflettere è proprio questo..
Forse, anche se concordato il nome di Saddam è molto scomodo, in quanto profondo conoscitore dell'ambiente, sia di qua che al di la del tevere.. Nulla di più probabile, che si sia deciso di chiamare a Corte Giovanni dalle Bande Nere, in quanto vergine da certe contaminazioni, non tanto sul modo di operare, quanto sconosciuto ai più, avendo avuto una breve permanenza a Roma almeno 4 lustri addietro ovvero quando era giovane Tenente

Di  PASQUINO  (inviato il 06/05/2010 @ 13:13:21)


n. 54


A parte l'ironia di Pasquino, che comunque giustamente ci aiuta ad affrontare con un accenno di sorriso argomentazioni pesanti, io spero che in un futuro prossimo chi debba decidere per gli altri, trovi sulla propria strada chi valuta le sue effettive capacità decisionali.
Molta gente è stanca di tutti quedsti personaggi che arrivano ovunque per grazia ricevuta.
la nostra carta intestata parte con "Ministero della GIUSTIZIA",,,quanta ne vedete, ogni giorno, di giustizia? nel suo senso più alto e vero?
vedo soltanto gente che si permette di arrogarsi il potere di decidere...fare..disfare...trattare la vita delle persone come pezzi intercambiabili...e sapete perché? per l'impunità che nel nostro paese regna sovrana...per alcuni.
mentre per altri basta il minimo errore per essere perseguitati.
Se hai chi ti può insabbiare la pratica, stai beato e tranquillo...altrimenti devi preoccuparti persino per 5 minuti di ritardo!
E' l'amara e struggente ed anche stupidissima realtà..fatta da persone stupide, da gente che mette la propria cultura solo al servizio del proprio tornaconto personale...immaginate quindi di che cultura possa trattarsi!
Chi scegli chi dirige l'uspev? il gom? il nic?...ecc ecc...
su quali basi? con quali rendiconto da portare periodicamente?
chi sono le persone che vi lavorano?...su che criterio di selezione?...
vi rendete conto che viviamo una situazione in cui il potere di molto è asservito al tornaconto di pochi....e solo perchè un sistema clientelare e pachidermico glielo permette.
nel momento in cui tutti satanno chiamati a rispondere di ogni lora azione, allora forse respireremo trasparenza....e certe beghe personali, che farei pagare con la sospensione a tempo indeterminato, forse saranno messe in disparte.
farei vedere a questi signori che significa dipendere dai loro umori...dai loro vezzi...dai loro modi di fare...che definire anomali è puro eufemismo!
saluti

Di  jordy  (inviato il 06/05/2010 @ 12:31:24)


n. 53


Devo dire che sono d'accordo con anonimo Romano..... Il Sig. Bande Nere - come lo definisce Pasquino - sta mettendo in grave diffcicoltà numerose famiglie.....Invece di fare infamità vergognose e gratuite al personale (ma tanto a lui che gli frega? La sua bella missione, il suo bello stipendio e sui straordinari se li prende tutti!!! E senza dover giustificare niente a nessuno!) pensasse a valorizzare il personale che ne ha anche di ottimo! Lo faccia lavorare tranquillo e vedrà che si troverà bene e soddisfatto ...ma così....... Si ritroverà molto presto con un elevato numero di "assenze giustificate" e nell'impossibilità di assicuirare adeguatamente i vari servizi.
In conclusione...forse è meglòio se se ne torna a Napoli a mangiare sfogliatelle!
Onore al quel Signore che è il Gen Costantini.

Di  Fabio  (inviato il 06/05/2010 @ 11:54:38)


n. 52


E bravo Pasquino!!! Adesso si che la "storia" si fa interessante, senza alcun dubbio lo sarebbe di piu', come in tutte le storie che si rispettano, se i protagonosti fossero noti. Mi spiego, tutti i soggetti nominati da Pasquino sono abbastanza delineati, tranne uno il dott. Sottile ??

Di  Nicola Longo  (inviato il 06/05/2010 @ 11:33:16)


n. 51


A parte i racconti coloriti di Pasquino, che di certo stemperano un clima del tutto surreale, è auspicabile se non altro una sorta di spiegazione per tutto quel che è successo, nell'arco di poche ore, dove si sono accavallati provvedimenti e simili.
Si sta restringendo un servizio pubblico alla mercè di un manipolo di uomini che, di dubbia, hanno la loro professionalità, che è poi la cosa che più ci interessa.
Spero in una presa di posizione delle autorità preposte, nel sollevamento dell'incarico di chi ha creato questo marasma e di un'indagige approfondita del mondo "uspev", indagine serie e trasparente.
Forse il Nic, oltre che fare "spot" in tv, potrebbe anche dare una mano.
saluti

Di  jordy  (inviato il 06/05/2010 @ 08:17:56)


n. 50


Alla notizia di un eventuale trasloco, di massa, qualcuno espresse la legittima perplessità che un conto era traslocare i "generici" altra storia significava spostare il piccolo manipolo di eroi posti a difendere il Regnante ed i suoi ministri, Una Organizzazione di categoria con sufficenti adepti in loco, si premurò allora di rappresentare che i tutori dell'incolumità del Regnante ed affini per motivi logistici non potevano traslocare in periferia, ivi compresi i prodi Centauri, Comandati dal Gladiatore.. (ha un colosseso tatuato sulla schiena), il quale forte anche di una carica ricoperta all'interno proprio di quella organizzazione di categoria fece valere le proprie ragioni.. Costui, accompagnato da una fama di dubbia lealtà (questo ci racconta la storia), è stato uno degli artefici (in ombra come sua consuetudine), del Golpe contro Saddam, è, infatti, improprio appellarlo Gladiatore, se non per l'aspetto Fiero e l'Anfiteatro Flavio tatuato sulla pelle, Viste le ripetute pugnalate passate e presenti date contro Saddam, più appropriato risulterebbe il nome di "Commodo", e magari un tatuaggio che ricordi l'Imperatore "Vespasiano" mai collocazione migliore avrebbe trovato....

Di  PASQUINO  (inviato il 05/05/2010 @ 22:10:17)


n. 49


State ergendo a miti semplici uomini, con vizi e virtù...che andrebbero piuttosto presi per mano...forzatamente..piuttosto che essere lasciati in balia dei loro stessi capricci.
e' un sistema che permette tutto ed il contarrio di tutto, altrimenti, un impiegato dello stato, perchè di questo si tratta, dovrebbe solo fare il proprio dovere...altro che mitologie e storie ad effetto.
saluti

Di  jordy  (inviato il 05/05/2010 @ 20:28:56)


n. 48


A me mi sa tanto che stanno arrivando "i tempi cupi"....
Mi sa tanto che è finita la pacchia per qualcuno.

Di  Marione  (inviato il 05/05/2010 @ 20:11:58)


n. 47


Pasquino, stai tenendo fede all'appellativo (gravoso) che ti sei dato.
Non so quanto ancora sarà "sopportabile" la tua satira, ma per ora mi sto godendo le tue cronache.
Non conosco tutti i personaggi coinvolti, ma ho motivo di credere che i fatti si stiano svolgendo come ci racconti tu.
Grazie.

Di  Bruno  (inviato il 05/05/2010 @ 18:07:02)


n. 46


A pochi giorni dal suo insediamento, Giovanni dalle Bande Nere, convocò una tavola rotonda a quel tavolo però non si accomodarono i Cavalieri Responsabili di settore di 7 Facce, tanto meno quest'ultimo.
Il prode condottiero, spiegò ai Fanti di stanza nel suo Fortino, il quale sorge in una zona periferica del Regno che quello sarebbe diventato il fulcro delle sue manovre militari, e che presto anche i Cavalieri di stanza alla Reggia dell'Arcangelino avrebbero trasferito giocoforza i loro regali deretani in quella sede. Spiegò, poi, che a suo modo di vedere Fanti, Cavalieri ed affini impiegati nelle stanze di quel Fortino e della Reggia, dovevano fare di necessità virtù, chiarì loro, che pur essendo uomini di un piccolo esercito operativo, i loro compiti erano assimilabili puramente a meri compiti amministrativi, quindi non sarebbero più stato concesso i lavoro straordinario ed il misero Buono pasto. Il Fortino però doveva essere presidiato sino alle ore 20.00 quindi organizzò un servizio articolato in turni...
I fanti che curano le competenze Amministrative di qule coraggioso manipolo di uomini, spiegarono successivamente al Prode condottiero, che loro non riuscivano a chiudere tutti i conti e che si rischiava di non corrispondere il dovuto a tutto il piccolo esercito. Giovanni dalle Bande Nere fu irremovibile, e disse loro che se volevano fare straordinario potevano andare a lavorare nelle Prigioni del Regno. I tapini, fecero buon viso a cattivo gioco ma nonostante l'impegno ed i meri compiti amministrativi dovettero pure sobbarcarsi dei turni di portineria, così accadde che le chiusure di fine mese restarono nel limbo..
Tra due mesi, quando GOLUM la prode Guardia del Corpo del Dott. Sottile, si accorgerà che non gli tornano i conti si scatenerà la guerra dei mondi..

Di  PASQUINO  (inviato il 05/05/2010 @ 16:36:49)


n. 45


Bel modo di presentarsi...... invece di verificare la legittimità di alcune determinazioni della passata gestione si specula sulle tasche di chi alcune ore di lavoro straordinario servono per far quadrare i bilanci familiari.....
OTTIMO...... continuate così.....

Di  ANONIMO ROMANO  (inviato il 05/05/2010 @ 12:59:42)


n. 44


Forse, chi lo sa? in fondo è tutto un punto di vista, tutta una prospettiva dalla quale cerchi di affacciarti e guardare meglio quel che vedi.
E' solo un episodio, uno tra i tanti che investe questa come tante altre amministrazioni, che hanno il demerito principale di non avere una classe dirigente degna di tale nome, di non poter proporre e predisporre un'organizzazione tale da poter sopperire in primis ai bisogni e fabbisogni, più che ai capricci personali.
Poi, assisti a "terra", vedi come si faccia spot più che lavoro vero...vedi come si cerchi il consenso popolare solo ed esclusivamente presentando il pacco colorato e coi nastrini...ma del cui contenuto i dubbi restano molto foschi.
...per la serie...c'era proprio bisogno di far vedere le intercettazioni in atto? è la mia personale ed infima richiesta ad un capo del dipartimento e ad un ministro che dovrebbero affondare ed affrontare problemi seri, di quotidiana organizzazione.
Non per celar qualcosa, ma per salvaguardare giustamente una struttura.
Non credo che dia,digos,ros...e chiunque altro, ti facciano accedere alle loro sale intercettazioni cosi, per gioco...e ti facciano puntare il monitor sulle riprese in diretta.
saluti

Di  jordy  (inviato il 05/05/2010 @ 12:43:37)


n. 43


In questa vicenda l'unico merito "vanto" del nostro funzionario è quello di aver creato da noi una condizione di terrore, di lobby contrapposte e addirittura querele. Fate Vobis.

Di  Arenula  (inviato il 05/05/2010 @ 11:19:48)


n. 42


La parola Meritocrazia significa Concezione per cui ogni riconoscimento è esclusivamente commisurato al merito individuale. In questo caso il merito individuale qual'è?

Di  Francesco Pagano  (inviato il 05/05/2010 @ 11:10:52)


n. 41


C'era una volta un prode messere di nome "7 facce", il quale si raccomandava con il "Professore", affinché "Saddam" non facesse ritorno Coadiuvato nel suo progetto dal "Tenero Giacono" quello della settimana enigmistica per capirci All'ormai certo ritorno di "Saddam" organizzarono una effimera quanto mai efficace ed efficiente "Levata di Scudi", fù così che "Saddam" venne congelato con tanto di "Colloquio" al cospetto dell'Arcangelino" gabriele il quale gli contò che la "Levata di Scudi" lo aveva messo in imbarazzo nonostante avesse concordato la di Lui nomina con "Il Corto" "L'Uggioso" ed il "Dottor Sottile" Il Copioso Lavoro dei prodi Cavalieri ebbe così il successo sperato Almeno così credevano. Accadde invece, che al Comando venne posto "Giovanni dalle Bande Nere", il quale iniziò il suo compito di "Moralizzazione" indiscriminatamente consigliato dal suo conterraneo pari grado "Sape Tutto" Ora, tanta rigidità ha preso in contropiede i due Prodi, i quali non sanno rispettivamente come fare per dire al "Professore" e all'"Arcangelino" che tutto sommato forse "Saddam" non era poi così male. Un'altra insidia sembra prospettarsi all'Orizzonte. Il Prode "Giovanni Dalle Bande Nere" ha disposto che a guardia del Maniero "Riservato" dell'Arcangelino" le "Setinelle" di guardia sulle torri indossassero l'uniforme dell'esercito anche se il Regnante non gradisse tale vestiario
I nostri due Eroi... (7 Facce ed Il Tenero Giacomo) hanno così concordato di far giungere dalle lontane terre un cospicuo carico di banane con le quali nutriranno i propri seguaci, i quali essendo un pò disattenti dissemineranno il terreno con le relative bucce chissà cosa accadrà se il povero "Giovanni dalle Bande Nere" incapperà in una buccia......

Di  PASQUINO  (inviato il 05/05/2010 @ 10:14:43)


n. 40


Si parla di meritocrazia!!! Veramente esiste ancora nella nosta amministrazione il merito? ........ Un funzionario con mansioni di comandante di reparto oltre ad agire in modo scorretto, quel fare diventa un vanto..... sono potente ho il potere di bloccare nomine già fatte.........forse anche questa è meritocrazia?

Di  Marco Iezzi  (inviato il 05/05/2010 @ 06:58:19)


n. 39


X Anonimo: ma io non ho risposto a te...ho espresso un mio parere, tutto qui.
saluti

Di  jordy  (inviato il 04/05/2010 @ 08:10:42)


n. 38


x jordy: non intendevo con il mio post focalizzarlo sul Generale in questione nel senso di rimetterlo al suo (?) posto.
x bruno: condivido il tuo intervento; la cosa è sovrapponibile in periferia, ovviamente nelle dovute percentuali d'importanza, ma pur sempre sovrapponibile.

Di  Anonimo  (inviato il 03/05/2010 @ 21:41:15)


n. 37


La meritocrazia è un'arma a doppio taglio se non è supportata da regole certe (ed applicate) su come debba essere valutato l'operato di ognuno, altrimenti la meritocrazina è puro e semplice arbitrio.
Non a caso le assegnazioni a certi posti si fanno con provvedimenti che per prima cosa recitano la frase "per indubbi meriti" o cose del genere.
In alcuni casi la si usa per promuovere un fido collaboratore, in altri per togliersi qualcuno di torno, "promuovendolo" ad altro incarico.
Se andassimo a spulciare i provvedimenti di assegnazione o gli ordini di servizio dei soliti personaggi che ruotano attorno agli uffici più prestigiosi dell'Amministrazione, sono certo che troveremmo in ognuno una formula simile.
Una meritocrazia del genere è la tomba del diritto.

Di  Bruno  (inviato il 03/05/2010 @ 12:45:20)


n. 36


Convengo con chi asserisce che il problema non sia solo l'uspev, ma tutta una gestione lobbyestica e lottizzata di ogni singola mattonella della nostra amministrazione.
Non che altrove si stia meglio, ma a noi il compito di migliorare la nostra di mattonella, sarebbe assurdo pretendere di guarire ogni male.
Quel che è accaduto è la più lampante dimostrazione di quanto poco conti la meritocrazia ed il palese impegno nel nostro lavoro, dove basta veramente meno di niente per mettere in discussione tutto e tutti.
Non difendio nessuno, o meglio, nessuno in carne e ossa, ma vorrei che la difesa, di tutti, sia volta verso un'educazione alla legalità ormai latitante.
Non ha senso che si interpretino le norme, si raggirino i provvedimenti soo in virtù di questo o quel tornaconto personale.
Alla luce di quanto accaduto, un passo indietro è possibile ed auspicabile, e assegnare l'uspev a D'amico sarebbe solo il normale passaggio di consegne e competenze in un gestione "normale" delle cose.
Conosco appena il generale d'amico, e la mia è solo un'esternazione per une vicenda che più del grottesco che dell'inverosimile.
Inoltre, a prescindere dalla nomina, sarebbe opportuna che tutta la gestione uspev passi sotto la lente d'ingrandimento degli organi competenti, sia sotto il profilo finanziario che gestionale, giusto per stare un po tranquilli.

Di  jordy  (inviato il 03/05/2010 @ 12:18:57)


n. 35


Marco anch'io ho la stessa impressione, infatti ha cominciato a mettere bucce di banana anche al nuovo arrivato. Forse la sua scelta si sta ritocendo contro....

Di  Francesco Pagano  (inviato il 03/05/2010 @ 07:30:51)


n. 34


Jordy il problema non è l'uspev ma tutti gli uffici dipartimentali in quanto tali. vogliamo fare un elenco dei "più visibili" o recenti?: uspev, gom, nic, ecc. come viene assegnato scelto e assegnato il personale? certo chi va a dirigere se lo trova li con tutto il rispetto per loro s'intende. e come si trova lì? sempre e comunque messo lì dal precedente dirigente, un cane che si morde la coda in sostanza. settori "autorizzati" a tutto con il presunto benestare (ognuno cn la propria presunta quota) della compagine sindacale che fa solo operazioni di facciata lamentando interpelli trasparenti, graduatorie, criteri di assegnazione, ecc. cambierà qualcosa? non credo!

Di  Anonimo  (inviato il 01/05/2010 @ 22:22:54)


n. 33


He si!!! mi sa che il comandante ho capito di aver fatto una ca....voltata e adesso a paura....

Di  Marco Iezzi  (inviato il 01/05/2010 @ 15:24:21)


n. 32


Colgo l'occasione che offre questo spazio per fare anche i miei sarcastici complimenti per il servizio su terra, trasmissione di canale 5, in particolare per quanto riguarda il nic.
Il funzionario stesso afferma che la saletta in cui stavano per entrare trattava intercettazioni in atto...e poi che vediamo? attraverso il monitor i volti delle persone intercettate al momento, ad attività in corso, da quel che il servizio ha fatto intendere.
Solo per dire che i colleghi, quelli che prestano servizio nelle lontane e sperdute periferie, si vedono comminare censure e sanzioni varie per molto meno.
saluti

Di  jordy  (inviato il 01/05/2010 @ 12:15:08)


n. 31


Addirittura leggo che qualcuno si richiama alle forze sindacali, che le "implori" di mettere da parte vecchi rancori in nome dello stato e del corpo.
ma, ci siamo o ci facciamo?
quali sindacati? quelli che da sempre vivono in una lottizzazione continua, pronti a scambiare tutto con il contrario di tutto? pronti ad occultare bandi che sono di loro interesse, che fanno arrivare e restare gente al dap persino senza i due anni previsti dalla sanatoria? se andassimo ad aprire un fascicolo dopo la sanatoria caselli,più di qualcuno dovrebbe risponedere di qualcosa.
E poi, è davvero avvilente scoprire che organi del corpo deputati a combattere detwerminati episodi e dinamiche (vedi nic) perdano del tempo con attività che hanno a che fare poco con la visibilità stessa del corpo, e nulla con un sostanziale miglioramento dell'educazione alla legalità assolutamente assente nei corridoi che frequantiamo.
per quanto riguarda un discoro oggettivo affrontato in precedenza su presunte simpatie o antipatie personale, sono certo che queste vengono fuori, nel 99% dei casi, nel momneto in cui si vuole scambiare il pubblico col privato, ovvero nel momento in cui si tenta di perseguire fini privati, di qualsiasi natura e non forzatamente economici, con mezzi pubblici.
D'amico lo conosco, cosi come forse lo conoscono centinaia di altri colleghi, ci ho lavorato e son contento dell'esperienza fatta.
E proprio alla luce di questa esperienza, confrontata con altre insieme a diversi altri dirigenti del corpo, posso affermare, senza possibilità di smentita da parte di nessuno, che non è il mostro che si vuole dipingere.
E' un uomo,con vizi e virtù, che nel suo lavoro mette un impegno del tutto umano, fatto di intuizioni ed errori, ma non è la rovina dell'uspev, volendo affronatre il tema in atto.
Ripeto, l'uspev è un servizio di alta visibilità ed importanza, sul quale si dovrebbe avere, costantemente, il punto della situazione rendicontando tutto, dalla a alla z.
Ma cosi, di recente, non appare.
Poi, a chi è deputato a decidere l'ardua sentenza; non sono ostinatamente pro-D'amico, ma credo che le gestioni attuali vadano se non altro messe sotto la lente di ingrandimento, sia sotto l'aspetto della gestione economica che del personale.
Un direttore per 3 mesi non ha senso, non se davvero si vuol dare un'impronta seria, costruttiva e programmatica al servizio.
saluti

Di  jordy  (inviato il 30/04/2010 @ 09:23:30)


n. 30


Non solo prenderà la missione....Oltre a percepire un LAUTO stipendio macinerà ore di straordinario gonfiandosi le tasche...però...ha pensato bene di mettere subito a zero ore il personale negadogli quei 100/200 euro che riuscivano a percepire (LAVORANDO) di straordinario che - diciamoci la verità - vista la miseria dei nostri stipendi SERVONO a tutti!!! METTERE LE MANI IN TASCA AL PERSONALE ANDANDO A PREGIUDICARE Il BILANCO FAMILIARE E' L'ENNESIMA VERGOGNA DI QUESTA AMMINISTRAZIONE! E DEI SUOI DIRIGENTI!!! CONVIENE STARE A CASA!!!!

Di  Antonio  (inviato il 30/04/2010 @ 07:46:42)


n. 29


Cochi per poi non parlare dell'acqiusto di vetture protette e poi nascoste (forse attendendo tempi migliori). Sono tutte di grossa cilindrata (parliamo di 5000 cc). Noi per poter prendere qualche soldo di rimborso dobbiamo raccomandarci a qualche Santo, sperando sempre che ci siano i fondi......

Di  Palma  (inviato il 30/04/2010 @ 07:29:06)


n. 28


…….e naturalmente al nuovo direttore USPEV verrà riconosciuta una missione in regime di forfetaria con vitto e alloggio a carico dell’Amministrazione presso l’Albergo di Via di Brava 99!!!
Scandaloso!!!

Di  Maria  (inviato il 29/04/2010 @ 12:49:39)


n. 27


Tutto quello che è successo non è assolutamente una gran novità. I giochi di potere tara il Ministero di via Arenula ed il DAP ci sono sempre stati e continueranno ad esistere fino a quando non si da un taglio a quei personaggi che girano da una poltrona all'altra e che della Polizia Penitenziaria non gli importa nulla .

Di  francesco  (inviato il 29/04/2010 @ 08:50:10)


n. 26


La storia della cena si commenta da sola.....
Il tanto vituperato malcontento... si commenta da solo..
ecc. ecc..
Veniamo al sodo.........
Signori questo è un Corpo di Polizia dello Stato organismo militarmente organizzato, non può essere gestito come era gestito nel lontano 1945....
Che le forze Sindacali lascino da parte vecchie ruggini personali e compatte facciano sentire con forza la ragione della Polizia Penitenziaria.....
Vogliamo un Capo della Polizia Penitenziaria che lo sia a tutti gli effetti.... (non un magistrato che si auto proclama tale) Egregio Presidente IONTA... la legge 395 dice chiaramente che lei è il Capo del Dipartimento dell'Amministrazione Penitenziaria.. le spiego la sottile differenza.. Lei in virtù di tale nomina beneficia della medesima indennità del Capo della Polizia, Comandante Generale CC ecc.. i quali sono formalmente riconosciuti..con tali funzioni... (Il Capo del Dipartimento della Pubblica Sicurezza... Capo della Polizia di Stato... questo specifica la 121/81) allo stato la SUA, sembrerebbe un'usurpazione di titolo..
Giusto sarebbe un Capo della Polizia Penitenziaria Alle Dirette Dipendenze del Ministro della Giustizia alla direzione di un Ufficio creato ad hoc quale Ufficio di Staff della Massima Autorità Politica.. alla quale rispondere.. Forse, allora, la fronda, il malumore strumentalizzato da personaggi ben noti che albergano in Largo Luigi DAGA... forse non avrebbe più efficacia....Ubi maior, minor cessat
[Dove vi è il maggiore, il minore decade - Di fronte al più forte il debole si fa da parte]
Siamo oltre 40.000... rendetevi conto che forse ci stiamo stancando........

Di  Historia magistra vitae  (inviato il 29/04/2010 @ 00:52:55)


n. 25


jordy condivido in parte il tuo intervento. però devo dire che le "antipatie" personali come tu le definisci possono anche nascere da situazioni oggettive nel senso che alcune figure apicali specie quelle Dirigenziali danno adito ahimè a questo tipo di commenti, questo tipo di se vogliamo polemiche che da "noi" difficilmente sono costruttive, con tutto il rispetto per il lavoro dei più. molte volte, troppe queste figure vuoi per manetenersi in un certo giro, vuoi per presunta incapacità, vuoi per mancanza (voluta?) di obiettvità lasciano troppi colleghi in mezzo al guado. da qui la poca o meglio polemica considerazione di queste figure che dovrebbero e sotto lineo dovrebbero essere garanti in maniera trasparente.

Di  Anonimo  (inviato il 28/04/2010 @ 21:15:21)


n. 24


E' deleteria buona parte dei passaggi che leggo qui; stracolmi soltanto di antipatie personali e di fatti oggettivi e soggettivi che pochi vantaggi possono portare all'amministrazione.
Sarebbe opportuna un 'identità più forte, dove non debba bastare una piccola sommossa "popolare" da parte di un manipolo di uomini, giusta o sbagliata che sia, per far capitolare un progetto già avviato.
Sull'opportunità del disciolto corpo sono relativamente d'accordo; nel senso che se un uomo dimostra di esser capace, non basta un'etichetta per metterlo fuori gioco.
Inoltre, sono convinto che alcuni di essi siano soltanto un patrimonio, che l'amministrazione non dico debba preservare, ma deve almeno tenerne conto.
I commissari, attualmente, son dei funzionari...alcuni anche molto opinabili in operato, preparazione e predisposizione...quindi facciano vedere quanto valgono, senza appellare e pretendere il loro potere solo in virtù di qualche stelletta.
Altrove, i funzionari fanno ben altro, molto altro.
saluti

Di  jordy  (inviato il 28/04/2010 @ 08:52:27)


n. 23


Solo chi non lo conosce, caro Russo, può sparare giudizi come i tuoi!
Ho lavorato con il Generale D’Amico e ti assicuro che quando c’è da lavorare è il primo a darsi da fare, a stimolare e a dare la giusta carica alle persone che gli stanno a fianco.
E’ sempre stato rispettoso delle regole e nella stessa maniera esige dagli uomini che comanda rigore e fermezza. Pensi che sia per questo criticabile? Io non credo.

Di  Giovanni  (inviato il 27/04/2010 @ 13:53:49)


n. 22


Mi chiedo perché affidare un incarico, seppur temporaneo, ad un dirigente campano quando sulla piazza ne sono disponibili altri a cui non dover elargire il trattamento di missione?
Meditate gente, meditate!


Di  Antonio  (inviato il 27/04/2010 @ 13:51:48)


n. 21


Collega Russo, dici di non aver mai lavorato con il Gen. D’Amico eppure ti senti in dovere di sparare critiche su come lavora? Non credi ci sia qualcosa che non collima? Per esperienza mia personale ritengo che sia invece una persona giusta: pretende dai suoi uomini ma quando c’è bisogno li aiuta e soprattutto li rispetta. Questo a differenza di tanti altri “nostri” superiori.
Secondo me la tua è una presa di posizione verso gli Ufficiali del disciolto Corpo degli Agenti di Custodia non considerando che si tratta comunque di persone che nella nostra Amministrazione hanno sputato sangue come tutti noi.
I Commissari, certo utilizziamoli, ma diamogli anche il tempo di farci le ossa dentro le patrie galere….

Di  Arsenico  (inviato il 27/04/2010 @ 13:49:29)


n. 20


Non si hanno i soldi a fine mese, dobbiamo ridurre i straordinari ma come dice cochi per le missioni dei dirigenti va bene tutto e per le auto di rappresentazione che costano migliaia di euro i soldi si trovano. Andiamo avanti in una strada chiusa dove da quello che si sente, la politica del piccolo sovrasta l'onesta del grande. Non riesco a capire cosa succede. Tanto tranbusto al Ministero per non avere una persona onestà, e cena con festeggiamenti per essere riusciti nell'intento. Questo è un Corpo di Polizia dello Stato italiano. Complimenti. Toc Toc. sindacati dove siete? Ci siete rimasti solo voi. aiutateci ancora a credere

Di  vighingo  (inviato il 27/04/2010 @ 11:17:11)


n. 19


sono della Polizia penitenziaria da anni e penso che quello che sia successo nei giorni scorsi non mi era mai capitaato, ho lavorato con il Generale D'Amico, la cosa che ho imparato è stata la sincerità, la lealtà della persona con cui mi sono sempre potuto confrontare anche nel mio piccolo ruolo. Certo si lavorava tanto ma nella corretttezza ma che ricordi io nessuno mai si era lamentato per questo. oggi ci troviamo a pagare in missione una persona al quanto capace responsabile, ma in forfetaria dove i soldi non ci sono per i straordinari ma ci sono per le missioni, dove si comprano auto blindate Audi A8 dove coon il ricavato si possono compare venti fiat bravo da utilizzare in strada anzichè andare con auto che hanno oltre 250.000 km, e quello che vanza ci si paga qualche straordinario in più per il personale che fatica a fine mese.

Di  cochi  (inviato il 27/04/2010 @ 11:11:02)


n. 18


come sempre la poltrona dove si siede non è approvata da quello che chiede il personale, l'onestà la sincerità e il rapportrasi con noi poveri illusi delle istuzioni come noi, ma viene data a secondo di quello che dicono persone normali, dove esce la politica ed entra la raccomandazione ,dove il personaleche opera nel ministero in questo momento riesce a far cambiare idea ad un membro dello stato italiano. A questo punto di cosa parliamo, sono deluso dal sistema che non funziona. Scusate l'anonimato ma la paura ora è tanta

Di  blindo  (inviato il 27/04/2010 @ 11:04:04)


n. 17


Lasciate che, ora, ve la racconti:
chi doveva tornare è una persona, lasciatemelo dire, veramente in gamba, troppo.
Che vuole far rispettare le regole dell’Amministrazione, quella vera s’intende, che impone e pretende!
Nei corridoi di via Arenula era noto con il soprannome di Saddam!
Oggi il Reparto Scorte vive problemi veramente gravi (fesi, querele, minacce e non voglio aggiungere altro) e non era certamente un terreno fertile dove poter insediare un tipo del genere.
Persona sicuramente non gradita, ma non solo da quelle che hai definito lobby interne all’USPEV ma e soprattutto dai vertici del DAP.
Facciamo due conti!
Considerando che, era stato nominato dal numero uno di Largo Luigi Daga, a chi poteva risultare scomodo se non a colui che è immediatamente sotto?
Questo, che da sempre ha curato i rapporti con il “sottobosco” di Via Arenula per attingere informazioni ed indiscrezioni, saputa la notizia del rientro del Generalissimo ha subito posto il veto, con le sue tecniche, naturalmente, presentando il nome del sostituto.
Il povero Giovanni, ignaro del circolo dantesco in cui è stato risucchiato, contattato per le vie brevi, ha accetto.
Colui che muove i fili delle marionette (… e questo da troppo tempo) non sa ancora che ha scelto però una persona da sempre stimata dal personale, che sa dirigere nel pieno rispetto dei dettami così come il Generalissimo, bocciato dalle “sacche di resistenza” che riescono a sopravvive in questa Amministrazione.
Ne riparleremo quando il buon Giovanni sarà costretto, suo malgrado, ad alzare quella coltre che sta nascondendo tutto il marciume!
Siamo solo all’inizio, caro Mazzarino, ……ne vedremo ancora delle belle!

Da Via Arenula

Di  Arenula  (inviato il 27/04/2010 @ 09:16:09)


n. 16


Voglio rispondere al "collega" che ritiene il servizio si sentinella di scarso livello, io dopo 25 anni di servizio svolgo il servizio di sentinella, la sezione, i piantonamenti in poche parole la gavetta che molto probabilmente il collega F.Russo non ha fatto. Posso dire che, magari ci fossero persone come Mauro D'Amico!!!! con cui ho collaborato in passate edizioni delle Feste del Corpo e dove ho avuto la possibilità di impare cose nuove di lavorare in autonomia e responsabilità. P.S. svolgo ancora con orgoglio la sentinella, la sezione i piantonamenti. Se vuoi c'è ancora posto!!!!

Di  Pietro De Roberto  (inviato il 27/04/2010 @ 09:14:02)


n. 15


Caro Pagano,
sono fedelmente innamorato del mio lavoro e ti assicuro che come la maggior parte del personale garantisco tutti i servizi d'Istituto, compreso il muro di cinta.
Non sono raccomandato e non ho mai dovuto, per mia fortuna, lavorare con il generale D'Amico.
Sono dell'idea che il Corpo di Polizia peniteniaria debba avere un "proprio capo" che non sia nè del ruolo ad esaurimento del Corpo degli Agenti di Custodia e nè un'inutile Direttore o Magistrato che sia.
Abbiamo i Commissari, utilizziamoli!!!
Franco Russo

P.S. Proprio per proteggere una sua raccomandata dal rapporto disciplinare il tuo Generale si è mostrato incapace di "guidare" uomini.
Franco Russo

Di  Anonimo  (inviato il 27/04/2010 @ 09:01:17)


n. 14


Caro Franco Russo, da ciò che hai scritto dici di essere un collega ma che il muro di cinta per tè è solo un sentito dire!!! Non sono d'accordo con tè, anch'io ho lavorato con D'Amico e non posso dire di conoscerlo ma da ciò che ho visto solo i raccomandati hanno problemi nel rapportarsi con lui. Forse sei uno di quelli?
Francesco Pagano

Di  Francesco Pagano  (inviato il 26/04/2010 @ 23:36:41)


n. 13


il Ministro forse avrà avuto i suoi buoni motivi, o no? persone di assoluto rispetto, umanamente parlando. per quanto concerne il lato prettamente professionale, solo per sentito dire in questo siongolo caso, solo "personaggi" che si girano le poltrone all'interno del dap, con enormi stipendi. non conosco il Gen.le Sanseverino così come non conosco il Gen.le D'Amico e forse così come non li conosce il Capo del dap.............forse questo il principale problema di tutta la nostra amminiustrazione......................capi che non conoscono i loro uomini.......

Di  Anonimo  (inviato il 26/04/2010 @ 21:42:08)


n. 12


Credevo sinceramente che dopo tanti anni di onorata galera di averle viste e sentite di tutti i colori, ma questa…….. Più leggo e meno riesco sinceramente a capire come stanno veramente le cose!
Mi chiedo se ce la stanno raccontando a modo loro o se dietro ci sia ben altro che a noi poveri e comuni mortali non ci è dato sapere.
Basta aspettare, cari colleghi, che tanto tutti i nodi verranno al pettine e allora sapremo giudicare!

Di  Cirillo  (inviato il 26/04/2010 @ 15:09:22)


n. 11


Sono contento della scelta del Ministro.
Nella mia carriera ho avuto modo di conoscere D'Amico una sola volta e mi e' bastata per capire che un personaggio del genere puo' solo ricoprire l'incarico di vigilanza armata sul muro di cinta, con tutto il rispetto per i colleghi che svolgono questo delicato incarico.
Franco russo

Di  Anonimo  (inviato il 26/04/2010 @ 11:18:30)


n. 10


E' incredibile quest'ultima vicissitudine che ha coinvolto, a più ilvelli, il Dap.
Ma nulla di nuovo in virtùà delle sempre più sciagurate vicende che questa Amministrazione vive.
L'uspev è un serivizio importante, di alta visibilità e di strategica duttilità per quel che rappresenta, per ciò che fa.
ragioni per le queli non si può lasciare alla mercè di un manipolo di uomini la gestione degli umori dell'apparato stesso.
che poi un ministro della repubblica si faccia convincere dai capricci di qualcuno è soltanto incredibile.
Un ministro avrebbe dovuto soltanto prendere atto della proposta e valutarla, sulle basi delle capacità del soggetto e non sui pettegolezzi di qualcuno a cui è cara non solo la polrtona, ma forse l'immunità "lavorativa" che quella poltrona rappresenta, immunità che probabilmente il nuovo Direttore non garantiva...e ciò al di la di ogni legittimo spol system.
Legittimo soprattutto se, come altri rumors battono, l'uspev è in piena crisi organizzativa, tanto che vi sono parecchie fatture da evadere e debiti da saldare.
saluti

Di  jordy  (inviato il 25/04/2010 @ 12:49:07)


n. 9


A parte il fatto che a Lincoln, non potendolo ingannare per sempre, l'hanno ammazzato...
Perchè per evitare che si formino queste "sacche di potere e di privilegio" non si avvicenda il personale in servizio in certi servizi speciali ?
Ad esempio l'Uspev, il Gom, le Traduzioni ecc. ecc.
Perchè non rendete noto chi sono le persone che fanno certi servizi e da quanto tempo sono lì ?
Avete visto l'articolo pubblicato dal settimanale "CHI" sul Ministro Alfano ? C'è una fotografia gigante della scorta del Ministro con indicati persino i nomi dei colleghi.
Sembravano quelli di CSI....

Di  e io scoppio in sezione  (inviato il 25/04/2010 @ 12:03:36)


n. 8


Tanto si tratta sempre di poltrone...
E intanto noi aspettiamo ancora l'aumento contrattuale del 2008 e dal prossimo mese ci pagano anche la seconda vacanza contrattuale.
E' proprio vero quel detto popolare che diceva:
"Quando la truppa si lamenta, aumenta lo stipendio ai generali!"

Di  Marione  (inviato il 23/04/2010 @ 21:12:59)




Scrivi un commento Scrivi un commento

Testo (max 1000 caratteri)

Nome

Link (Visibile a tutti)


Email (Visibile solo dall'amministratore)


Salva i miei dati per futuri commenti

Ricevi in email la notifica di nuovi commenti

I commenti sono moderati. Il tuo commento sarà visibile solo quando approvato.
Il seguente campo NON deve essere compilato.



Disclaimer
L'indirizzo IP del mittente viene registrato, in ogni caso si raccomanda la buona educazione.

54.166.48.3


Pagina Facebook di Polizia Penitenziaria

Email Polizia Penitenziaria. Richiedila gratis o a pagamento




Tutti gli Articoli
1 Le tristi notti del poliziotto penitenziario cinquantenne

2 La vecchia Zimarra di Regina Coeli a cena intorno al proprio Comandante Francesco Ventura

3 Commozione per la morte di due detenuti, ma la stampa omette di dire che uno aveva stuprato una bambina disabile e l''altro ucciso i genitori adottivi

4 Tre buoni motivi per cui la Polizia Penitenziaria non può essere sciolta come la Forestale

5 Un lutto improvviso: ci lascia Andrea Accettone, collega, segretario, come un fratello

6 Come mi mancano gli Agenti di Custodia … allora non c’erano suicidi tra di noi … perché?

7 Bologna: poliziotto penitenziario di 44 anni lotta tra la vita e la morte dopo essersi sparato un colpo di pistola alla testa

8 La sanzione disciplinare nei confronti del poliziotto penitenziario

9 Statistiche delle carceri in Italia: i polli di Trilussa e i polli del DAP

10 Dal servizio di sentinella al sistema di videosorveglianza. Ma la tecnologia, da sola, non basta





Tutti gli Articoli
1 Agente Penitenziario si spara in bocca con pistola d''ordinanza mentre era in sala di attesa dell''ospedale. E'' in coma

2 Assunzioni in Polizia Penitenziaria e scorrimento graduatorie: Governo rifiuta gli emendamenti Ferraresi (M5S)

3 Attentato in Vaticano sventato dalla Polizia Penitenziaria: detenuto marocchino voleva fare una strage

4 Rivolta nel carcere di Velletri: Polizia Penitenziaria sul limite di usare la forza

5 Quindici colpi di pistola contro il Poliziotto penitenziario: le prime indagini dei Carabinieri

6 Informativa DAP: ai mujaheddin kosovari è arrivato ordine di attaccare l''Italia

7 La nuova Legge che obbliga i Poliziotti a riferire ai propri superiori le indagini giudiziarie

8 Morì sotto il furgone della Polizia Penitenziaria: per la Procura responsabili autista e gli operai del cantiere

9 Quattro detenuti evadono dal carcere minorile di Monteroni di Lecce: allarme dato in mattinata

10 Detenuto in permesso premio sequestra, rapina e violenta una ragazza in un ufficio pubblico


  Cerca per Regione