Dicembre 2016
  Scarica il file .pdf del numero della Rivista Dicembre 2016  
  Archivio riviste    
Ma la legge 395/90 ha affidato compiti rieducativi ai poliziotti o funzioni di polizia agli educatori?


Polizia Penitenziaria - Ma la legge 395/90 ha affidato compiti rieducativi ai poliziotti o funzioni di polizia agli educatori?

Notizia del 23/02/2012

in Houston abbiamo un problema

(Letto 5404 volte)

Scritto da: Agente Furioso

 Stampa questo articolo     Leggi i Commenti Commenti dei lettori


Non credo che qualcuno si meraviglierà se affermo che, a mio avviso, ancora oggi la Polizia Penitenziaria non ha metabolizzato completamente il fatto che dalla legge 395/90 - la riforma degli Agenti di Custodia - tutti quanti hanno guadagnato qualcosa tranne il personale del Corpo.

I direttori si sono portati a casa l'articolo 40 che successivamente hanno sublimato nella Legge Meduri.

I dirigenti si sono portati a casa una ventina di posti di dirigenza generale.

Gli Ufficiali si sono portati a casa scivoli, promozioni a ruolo aperto e guarentigie varie.

Ragionieri, assistenti sociali, educatori, collaboratori amministrativi e tutti gli altri profili civili si sono riqualificati, riordinati, riallineati, rinominati e sono diventati direttivi e dirigenti.

Oltremodo ed inevitabilmente, tutte queste fughe in avanti hanno avuto notevoli ricadute sull'amministrazione penitenziaria e, conseguentemente, sull’organizzazione del Corpo di Polizia Penitenziaria.

Ad esempio, una delle tante “interferenze” nell’ordinamento del Corpo è stata una discutibile, quanto inspiegabile, politica di eccessiva "socializzazione" di alcuni uffici dipartimentali che avrebbero dovuto essere competenza della Polizia Penitenziaria (come la formazione, le relazioni esterne, la stampa e la comunicazione in genere) e che invece sono stati affidati alla direzione di personale del ruolo degli educatori (personale che  invece si dovrebbe occupare soltanto di trattamento).

In buona sostanza, questa inspiegabile politica gestionale - mai condivisa e più volte contestata dal SAPPE - ha finito per ribaltare la filosofia della legge 395/90 (Ordinamento della Polizia Penitenziaria) andando, da un lato, a precludere mansioni trattamentali al Corpo ( invece esplicitamente previste dalla norma) e dall’altro a delegare, surrettiziamente ed illegittimamente, compiti connessi a funzioni di polizia a personale (anche dirigente) dei ruoli educativi.

Si è finito, così (come nel caso di specie dell'Ufficio Stampa), per affidare importantissimi e delicatissimi compiti di comunicazione istituzionale del Corpo a dirigenti provenienti da ruoli pedagogici con una formazione culturale e professionale inadeguata allo scopo funzionale, a nostro parere ai limiti della più totale incompetenza.

Nondimeno, al di là delle teoriche disquisizioni sui profili professionali e sugli stati giuridici del personale, sono sotto gli occhi di tutti i disastrosi risultati della gestione delle Relazioni Esterne del Corpo.

L’immagine pubblica della Polizia Penitenziaria è assolutamente deficitaria: i mass media ci affibbiano gli appellativi più sgradevoli, la cinematografia e la fiction televisiva ci rappresentano con stereotipi sgradevoli e deteriori e l’apprezzamento dell’istituzione presso l’opinione pubblica, risultante dai sondaggi, non è nemmeno lontanamente vicino a quello delle altre Forze di polizia.

In altre parole, nell’immaginario collettivo siamo tornati ad essere la cenerentola delle Forze dell’ordine, la polizia di serie B, insomma siamo tornati ad essere percepiti come “secondini”.

Talvolta, mi sembra d’essere tornato ai tempi in cui eravamo costretti a farci pubblicità sugli autobus per convincere i ragazzi ad arruolarsi nel Corpo degli Agenti di Custodia (e almeno lì c’era una strategia comunicativa…).

La cosa che mi fa più rabbia è che sono assolutamente consapevole, invece (come lo sono tutti i miei colleghi), che la Polizia Penitenziaria non è affatto così!

La Polizia Penitenziaria, per proprio merito, non solo è un Corpo di Polizia di serie A ma, per usare un termine alla Standard & Poor’s, ha un rating di AAA+ .

Siamo un’elite delle forze dell’ordine, siamo l’eccellenza delle Forze di Polizia!

Abbiamo soltanto due handicap rispetto ai colleghi degli altri Corpi: una dirigenza senza uniforme, inadeguata e che cerca soltanto di impedire la nostra crescita professionale ed essere spesso costretti a sottostare illegittimamente a personale dei ruoli educativi, socio-pedagogici e amministrativo-contabili.

Ma prima o poi, quando finalmente ci libereremo di loro, anche l’opinione pubblica potrà finalmente vedere quali sono le reali qualità professionali di quarantamila uomini e donne col basco azzurro.

Viva la Polizia Penitenziaria!

Abbasso chi sfrutta il Corpo!

Leggi anche: Polizia Penitenziaria scomparsa anche dalle statistiche dell’Eurispes

Leggi anche: L’Ufficio stampa relazioni esterne del DAP e la tentazione della gestione privata di cosa pubblica 

Visita anche: La pagina dell'Ufficio stampa e relazioni esterne del DAP (sito giustizia.it)

 


Scritto da: Agente Furioso
(Leggi tutti gli articoli di Agente Furioso)






 

Ultime Notizie Le ultime foto pubblicate
Detenuto prende a sprangate due Poliziotti Penitenziari
Carcere di Alba riaprirà: comunicato del DAP smentisce voci di un possibile cambio d''uso
Cinofili Polizia Penitenziaria trovano droga all''interno del carcere modello di Milano Bollate
Agente penitenziario libero dal servizio blocca detenuto che stava per evadere dal permesso
Sfollamento del carcere di Teramo: Sappe chiede di prolungare l''aiuto degli Agenti arrivati dagli altri Istituti
Graziati trecentotrenta detenuti: l''amnistia più numerosa dell''era Obama a poche ore dalla scadenza del suo mandato
Tentano di fare sesso nella sala colloqui del carcere di Pisa: denunciati dalla Polizia Penitenziaria
Dopo 32 anni la pistola Beretta va in pensione: gli USA firmano contratto con la Sig Sauer


La Polizia Penitenziaria in una foto", il primo album fotografico della Polizia Penitenziaria creato dagli appartenenti alla Polizia Penitenziaria stessa!

 Foto della Polizia Penitenziaria Inviaci le tue!

Più di 1.300 ricevute in un anno!

 


Commenti Commenti dei lettori

n. 4


... quando gli educatori e tutte le altre figure - comparto ministero - presenti all'interno delle strutture penitenziarie ritorneranno a fare ciò che è previsto per la loro figura e, la Polizia Penitenziaria farà solo ed esclusivamente i compiti previsti dal Regolamento del ns Corpo nonchè della 395/90, allora potremo inziare a respirare. Non accetto che si dica che loro (educatori etc.etc.) sono carenti d'organico e noi, dobbiamo sopperire ai loro "colloqui" per stemperare gli animi dei detenuti. Ma a noi, CARENTI CRONICI in ORGANICO, chi ci sopperisce?! Anzi ... se in un turno fai per 3, devi fare anche per 4,5,6,7 ... senza neanche una pacca sulla spalla ... anzi, nonostante tutto, devi pure stare attento a far filare tutto liscio ... altro chè ...

Di  Calabrese  (inviato il 24/02/2012 @ 12:36:16)


n. 3


Io penso che il nuovo capo del Dap, dovrebbe avere il coraggio di prendere tutti gli educatori, e i direttori che sono ramificati all'interno delle stanze del DAP e mandarli negli istituti a fare quello per cui hanno vinto il concorso. Invece assistiamo a proteste di detenuti perchè non ci sono educatori nelle carceri e direttori che in missione fanno i direttore di due, tre carceri contemporaneamente. Spero che il dott. Tamburino rifletta su questo e agisca, ma penso che, come al solito non se ne farà niente.

Di  ass. capo Dalli Cardillo Angelo  (inviato il 23/02/2012 @ 21:11:47)


n. 2


hai perfettamente ragione! stiamo tornando secondini..........anzi peggio ! e tuttti ci anno magnato sopra e pure tanto!!

Di  Anonimo  (inviato il 23/02/2012 @ 20:54:40)


n. 1


... tanti anni fa si sottostava illegittimamente al personale dei ruoli educativi, socio-pedagogici e amministrativo-contabili. Oggi questo se avviene, avviene solo per colpa di quelle rare unità di pol. pen. che, per una retrogada cultura di subordinazione risalenti agli anni bui degli arruolamenti "a braccio", si sottomettono ai "comandi" di qualche figura civile per mera carenza culturale. Non si nasconde il fatto che ancor oggi ci sono queste figure "ministeriali" ( e aggiungo anche gli insegnanti) che tentano di prevaricare sulla "divisa", ma se ci facciam rispettare con ferma determinazione, capiranno, per come stanno capendo, che a ognuno spetta il rispetto del proprio ruolo. !!!!

Di  Calabrese  (inviato il 23/02/2012 @ 20:02:33)




Scrivi un commento Scrivi un commento

Testo (max 1000 caratteri)

Nome

Link (Visibile a tutti)


Email (Visibile solo dall'amministratore)


Salva i miei dati per futuri commenti

Ricevi in email la notifica di nuovi commenti

I commenti sono moderati. Il tuo commento sarà visibile solo quando approvato.
Il seguente campo NON deve essere compilato.



Disclaimer
L'indirizzo IP del mittente viene registrato, in ogni caso si raccomanda la buona educazione.

54.147.244.157


Pagina Facebook di Polizia Penitenziaria

Email Polizia Penitenziaria. Richiedila gratis o a pagamento




Tutti gli Articoli
1 Polizia Penitenziaria arresta estremista islamico. Prima operazione antiterrorismo dentro un penitenziario eseguita dal Nucleo Investigativo Centrale in collaborazione con la Digos

2 I suicidi nella Polizia Penitenziaria sono il doppio rispetto alle altre forze dell’Ordine e il triplo rispetto alla società civile

3 Como: poliziotto penitenziario muore stroncato da infarto in servizio

4 In memoria del collega Pietro Sanclemente, Assistente Capo del carcere di Trapani

5 Con il Decreto Milleproroghe arrivano le assunzioni nella Polizia Penitenziaria

6 Corruzione a Rebibbia: NIC Polizia Penitenziaria e Squadra Mobile Polizia di Stato arrestano due agenti e un detenuto

7 Replica a Il Fatto Quotidiano: i veri motivi per cui il Sappe ha querelato Ilaria Cucchi

8 Polizia Penitenziaria: serve un’efficace comunicazione per non alimentare una costante disinformazione

9 Gli Uffici per l’Esecuzione Penale Esterna (UEPE)

10 Il Giornale: analisi di contesto del NIC rivelano istigazione all''odio contro la Polizia Penitenziaria di alcuni Imam detenuti





Tutti gli Articoli
1 Terrorismo: i Poliziotti Penitenziari in ascolto e i terroristi islamici cambiano strategia

2 Dopo 32 anni la pistola Beretta va in pensione: gli USA firmano contratto con la Sig Sauer

3 Caso Cucchi: Carabinieri accusati di omicidio preterintenzionale e di aver accusato la Polizia Penitenziaria

4 Tentano di fare sesso nella sala colloqui del carcere di Pisa: denunciati dalla Polizia Penitenziaria

5 Fabio Perrone aggredisce due Poliziotti penitenziari. Un anno fa venne arrestato per l''evasione con sparatoria dall''ospedale

6 Cinofili Polizia Penitenziaria trovano droga all''interno del carcere modello di Milano Bollate

7 Ruba auto a Poliziotto penitenziario ma rimane bloccato dal passaggio a livello e viene arrestato

8 Carcere di Teramo senza riscaldamento e in mezzo al terremoto: domani lo sfollamento

9 Rientro dei distaccati dal carcere di Alessandria San Michele: prevista anche sorveglianza dinamica e automazione cancelli

10 Agente penitenziario libero dal servizio blocca detenuto che stava per evadere dal permesso


  Cerca per Regione