Novembre 2016
  Scarica il file .pdf del numero della Rivista Novembre 2016  
  Archivio riviste    
Mauro Palma a capo del Dap è "l'uomo giusto", anche per la Polizia Penitenziaria


Polizia Penitenziaria - Mauro Palma a capo del Dap è

Notizia del 26/08/2014

in Il Dibattito

(Letto 3737 volte)

Scritto da: Redazione

 Stampa questo articolo     Leggi i Commenti Commenti dei lettori


Intervista a Donato Capece, segretario del Sindacato Sappe.

"E se davvero arrivasse Brubaker a capo del Dap?". La foto di Mauro Palma, presidente del Consiglio europeo per la cooperazione nell'esecuzione penale e consigliere del ministero di Giustizia, campeggia accanto al titolo sul sito del Sappe.

Ed è una notizia perché, a pochi giorni dal Consiglio dei ministri del 29 agosto nel quale dovrebbe essere nominato il nuovo capo dell'amministrazione penitenziaria - posto vacante dal 27 maggio - a raccogliere la proposta lanciata sul manifesto dall'associazione Antigone è addirittura il sindacato di Polizia Penitenziaria che più volte si è trovato su posizioni opposte. "Ci vuole un uomo che sappia dove portare questa amministrazione", spiega il segretario generale del Sappe, Donato Capece. "Dopo tanta approssimazione, c'è bisogno di un esperto, non necessariamente un magistrato o un dirigente interno, ma una persona illuminata".

Un riformista ma anche un visionario, come il personaggio interpretato da Robert Redford incaricato, nel film citato, di riformare il sistema carcerario dell'Arkansas?

Il carcere come è oggi è un'istituzione superata. Il Dap ha bisogno di un capo deciso, che, una volta ricevute dal governo precise indicazioni, abbia però le idee chiare di come cambiare il sistema. E abbia la forza politica per farlo.

Autorevolezza interna all'amministrazione o appeal esterno?

Interna: una persona che conosca bene il carcere e la sua amministrazione. Ma soprattutto che possa condividere a pieno con il ministro un progetto che stravolga l'attuale assetto penitenziario. Per capirci: braccialetti elettronici e altro sono solo palliativi.

Il precedente capo, il dott. Giovanni Tamburino, non era la persona giusta?

Sarà un ottimo magistrato ma ci ha completamente affossati, dimostrando gravi lacune. Insieme ai suoi vice, Pagano e Cascini, sia pure con posizioni diverse, aveva idee secondo noi molto confuse sulla cosiddetta "vigilanza dinamica". Sostenevano che le celle dovevano rimanere aperte durante il giorno senza preoccuparsi di cosa far fare ai detenuti. Noi siamo d'accordo, purché per i reclusi si trovi un'occupazione, lavorativa o trattamentale. E la polizia, allora, deve rimanere fuori da questo circuito, intervenendo solo in situazioni critiche.

Il consigliere Cascini aveva supportato la nostra idea che il detenuto dovrebbe meritarsi lo sconto di pena partecipando alla vita penitenziaria, e non come è ora solo con la cosiddetta buona condotta. Tamburino e Pagano, per la legge del contrappasso, invece avevano chiuso il poliziotto nelle postazioni di guardia. Hanno creato molta confusione, mostrandosi dilettanti. La loro idea di vigilanza si è rivelata fallimentare, come dimostra l'alto numero di suicidi e di situazioni critiche che continuano a verificarsi.

I nomi che circolano come papabili dirigenti del Dap sono Giovanni Melillo, procuratore aggiunto di Napoli, e Giovanni Salvi, procuratore di Catania. Non vi convincono? Perché appoggiate Mauro Palma che sulla vigilanza non ha proprio le vostre idee e vorrebbe un carcere meno "infantilizzante" nei confronti del detenuto?

Melillo, come capo gabinetto ha governato indirettamente il Dap in questi mesi e dunque oggi conosce bene i problemi del carcere. Di Salvi non sappiamo molto. Bisogna però fare in fretta perché così il Dipartimento è allo sbando. Il governo sostiene che l'emergenza carceri è parzialmente risolta, noi siamo convinti di no. Con Antigone abbiamo due mission e due visioni diverse del carcere: loro lo vogliono senza sbarre e noi più sicuro, perché i cittadini chiedono questo, a noi operatori della sicurezza. Il professor Palma è uno studioso, ha lavorato con la ministra Cancellieri e conosce il mondo penitenziario, anche se proviene da Antigone. Pensiamo che la filosofia del "povero" detenuto vada abbandonata ma Palma è fortemente convinto delle misure alternative e ha più volte dimostrato che tiene alla dignità della Polizia Penitenziaria, che si è fatta carico di tutte le criticità. Con lui potremmo fare un percorso alternativo e forse è proprio lui l'uomo che potrebbe restituire dignità al nostro Corpo, attraverso la riforma della Polizia Penitenziaria.

Cosa deve contenere questa riforma?

Un carcere più automatizzato, più tecnologia e soprattutto uomini e donne più motivati e realizzati. Non chiediamo un aumento salariale né di rivedere il contratto, ma una migliore formazione. Soprattutto per i dirigenti, che oggi non hanno alcuna cognizione di cosa sia il governo del personale e sono diventati anche loro "nemici" della Polizia Penitenziaria, capaci solo di fare gli inquisitori e non di essere dei punti di riferimento. Noi abbiamo bisogno di questo.

Articolo di Eleonora Martini pubblicato ne Il Manifesto - 26 agosto 2014


Scritto da: Redazione
(Leggi tutti gli articoli di Redazione)






 

Ultime Notizie Le ultime foto pubblicate
Quattro detenuti evadono dal carcere minorile di Monteroni di Lecce: allarme dato in mattinata
Agente Penitenziario si spara in bocca con pistola d''ordinanza mentre era in sala di attesa dell''ospedale. E'' in coma
Santi Consolo: senza la Magistratura di Sorveglianza potremmo spostare tutte le madri detenute in pochi giorni
Indagini nel carcere di Padova per capire chi ne ha disposto il declassamento da detenuti alta sicurezza a detenuti comuni
La nuova Legge che obbliga i Poliziotti a riferire ai propri superiori le indagini giudiziarie
In arrivo un bando di gara per la fornitura di circa diecimila braccialetti elettronici
Dal carcere di Padova detenuto gestiva traffico di droga in Sicilia con computer e pizzini
Comune di Catanzaro denuncia il DAP per 242 mila euro di risarcimento


La Polizia Penitenziaria in una foto", il primo album fotografico della Polizia Penitenziaria creato dagli appartenenti alla Polizia Penitenziaria stessa!

 Foto della Polizia Penitenziaria Inviaci le tue!

Più di 1.300 ricevute in un anno!

 


Commenti Commenti dei lettori

n. 4


La persona giusta a capo del DAP e il dottor NICOLA GRATTERI il procuratore aggiunto della DDa di Reggio Calabria

Di  Raffaele pengue  (inviato il 02/09/2014 @ 22:34:52)


n. 3


Ahooo vi siete persi la testa?? Questo e' un altro a favore dei detenuti... Leggasi sentenza "pigliaculo" Torreggiani.. Noi vogliamo uno in divisa!! Che cavolo state a fare!! Sindacato/i, sveglia!! Poi nn ditemi pou che ci chiameranno polizia penitenziaria!! Saremo maggiordomi penitenziari....

Di  Marcoarianese  (inviato il 27/08/2014 @ 15:20:28)


n. 2


Basta con gli esterni non sentiranno mai e poi mai attaccamento alla pol pen.come c'è l'anno tutti gli altri vertici delle forze di polizia.voglio vedere se in altri corpi di polizia farebbero comandare uno esterno.

Di  simeone  (inviato il 27/08/2014 @ 13:50:04)


n. 1


Nei post siete gli unici a portarlo sulla sedia papale ma! Strano speriamo che questo amore sia indissolubile altrimenti assisteremo alla guerra dei Roses

Di  pulcinella  (inviato il 27/08/2014 @ 12:18:53)




Scrivi un commento Scrivi un commento

Testo (max 1000 caratteri)

Nome

Link (Visibile a tutti)


Email (Visibile solo dall'amministratore)


Salva i miei dati per futuri commenti

Ricevi in email la notifica di nuovi commenti

I commenti sono moderati. Il tuo commento sarà visibile solo quando approvato.
Il seguente campo NON deve essere compilato.



Disclaimer
L'indirizzo IP del mittente viene registrato, in ogni caso si raccomanda la buona educazione.

54.87.121.0


Pagina Facebook di Polizia Penitenziaria

Email Polizia Penitenziaria. Richiedila gratis o a pagamento




Tutti gli Articoli
1 Le tristi notti del poliziotto penitenziario cinquantenne

2 Tre buoni motivi per cui la Polizia Penitenziaria non può essere sciolta come la Forestale

3 In ricordo di Roberto Pelati, ex atleta del Gruppo Sportivo Fiamme Azzurre colpito da una grave malattia e scomparso prematuramente

4 Un lutto improvviso: ci lascia Andrea Accettone, collega, segretario, come un fratello

5 I veri nemici della Polizia Penitenziaria

6 Come mi mancano gli Agenti di Custodia … allora non c’erano suicidi tra di noi … perché?

7 Poliziotti penitenziari che lavorano negli uffici: pochi, troppi o adeguati?

8 La protesta dei poliziotti di Rebibbia e gli starnuti del RE

9 Razionalizzazione del personale: pure quello informatico però

10 La sanzione disciplinare nei confronti del poliziotto penitenziario





Tutti gli Articoli
1 Agente Penitenziario si spara in bocca con pistola d''ordinanza mentre era in sala di attesa dell''ospedale. E'' in coma

2 Assunzioni in Polizia Penitenziaria e scorrimento graduatorie: Governo rifiuta gli emendamenti Ferraresi (M5S)

3 Quindici colpi di pistola contro il Poliziotto penitenziario: le prime indagini dei Carabinieri

4 Informativa DAP: ai mujaheddin kosovari è arrivato ordine di attaccare l''Italia

5 Polizia Penitenziaria e Carabinieri arrestano due persone pronti a sparare e con targhe contraffatte

6 La nuova Legge che obbliga i Poliziotti a riferire ai propri superiori le indagini giudiziarie

7 Morì sotto il furgone della Polizia Penitenziaria: per la Procura responsabili autista e gli operai del cantiere

8 Detenuto in permesso premio sequestra, rapina e violenta una ragazza in un ufficio pubblico

9 Sparatoria tra Poliziotto penitenziario e macedone: lite scoppiata per motivi sentimentali

10 Dal carcere di Padova detenuto gestiva traffico di droga in Sicilia con computer e pizzini


  Cerca per Regione