Novembre 2016
  Scarica il file .pdf del numero della Rivista Novembre 2016  
  Archivio riviste    
Mentre si discute di intitolare il carcere di Alba a Montalto la nuova casa di relcusione di Favignana viene intitolata a Giuseppe Barraco.


Polizia Penitenziaria - Mentre si discute di intitolare il carcere di Alba a Montalto la nuova casa di relcusione di Favignana viene intitolata a Giuseppe Barraco.

Notizia del 23/06/2011

in Memoria del Corpo

(Letto 3274 volte)

Scritto da: Giuseppe Romano

 Stampa questo articolo     Leggi i Commenti Commenti dei lettori


 

Mi permetto di intromettermi in questo dibattito animato dal mitico Nuvola Rossa, che come sempre, sa toccare le giuste corde e rende piccanti gli argomenti penitenziari; ma devo fare un appunto nel passaggio in cui si “accusa” (si fa per dire) il Presidente Ionta di una certa mancanza di sensibilità verso l’encomiabile iniziativa del buon D’Errico, nel senso che pare non sia arrivata alcuna risposta in merito e che il cavillo sia determinato dal fatto che Giuseppe Montalto non abbia mai prestato servizio ad Alba. Personalmente non credo che si tratti di questo, in quanto ho tra le mani il decreto firmato da Ionta, che intitola la nuova casa di Reclusione di Favignana, che verrà inaugurata nel prossimo mese di settembre, alla figura dell’agente Giuseppe Barraco, ritenendo in questo modo di commemorare la figura di questo eroico agente, deceduto il 21 dicembre 1991 nella acque di Favignana, durante una operazione di servizio, nel tentativo di rafforzare gli ormeggi di una motovedetta durante un terribile fortunale.
Pertanto, dal 5 novembre 2010 la nuova C.R. Favignana è intitolata all’agente Barraco, anche se questo nobile gesto da parte del Presidente Ionta non è stato opportunamente pubblicizzato (e forse perché non è collaborato da un buon ufficio stampa).
Quindi, da semplice Commissario del Ruolo Speciale, Comandante di Reparto di un piccolo carcere, io penso che se il nostro Presidente Ionta ha avuto questa sensibilità, rispondendo in tempi brevi alla richiesta del direttore della C.R. Favignana, non vedo perché non debba avere altrettanta sensibilità nel rispondere in tempi brevissimi, positivamente, ad una richiesta che viene dalla periferia e che è fatta per onorare un caduto e tramandarne la memoria, al di la se abbia fatto meno servizio in quel luogo, cosa per me del tutto ininfluente ai fini della intitolazione.
Ho l’impressione che,  la stampa, abbia voluto sollevare pretestuosamente un polverone, al fine di oscurare quanto di buono ha fatto finora per noi della polizia penitenziaria (e quanto ancora ne farà, stando almeno a quanto lo stesso si è ripromesso di fare, annunciandolo pubblicamente) il Presidente Ionta.


Giuseppe Romano

 

Scritto da: Giuseppe Romano
(Leggi tutti gli articoli di Giuseppe Romano)






 

Ultime Notizie Le ultime foto pubblicate
Poliziotto penitenziario assolto definitivamente: era accusato di associazione mafiosa ad una cosca di Lamezia Terme
Detenuto si libera dal controllo della Polizia Penitenziaria e muore gettandosi dal quinto piano durante un sopralluogo fuori dal carcere
Attentato in Vaticano sventato dalla Polizia Penitenziaria: detenuto marocchino voleva fare una strage
Detenuto in alta sicurezza aggredisce Poliziotto penitenziario dopo colloquio con i familiari nel carcere di Siracusa
Rivolta nel carcere di Velletri: Polizia Penitenziaria sul limite di usare la forza
Il carcere di Sala Consilina rimarrà chiuso: il Consiglio di Stato ha accolto provvisoriamente il ricorso del Ministero contro il TAR
Condannato per aver aggredito Poliziotti penitenziari nel carcere di Sanremo. Arrestato e riportato in carcere
Quattro detenuti evadono dal carcere minorile di Monteroni di Lecce: allarme dato in mattinata


La Polizia Penitenziaria in una foto", il primo album fotografico della Polizia Penitenziaria creato dagli appartenenti alla Polizia Penitenziaria stessa!

 Foto della Polizia Penitenziaria Inviaci le tue!

Più di 1.300 ricevute in un anno!

 


Commenti Commenti dei lettori

n. 9


Caro Gaspare,

non capisco francamente questa vena polemica, perchè alla fine molto probabilmente diciamo le stesse cose.
Anche io sono un assistente capo e cio' non toglie che dopo 25 anni di servizio a Torino conoscendo Giuseppe, credo che è stata una bella idea del Comandante di Alba Comm. D'Errico, in serivizio a Torino, che anche lui ha fatto la sua gavetta, a richiedere l'intitolazione a Giuseppe.
Ci sono i tempi tecnici e burocratici credo, ma alla fine si arriverà allo scopo. Non è questione di lotte etc. etc. la questione è ancora un'altra che si stava molto probabilmente meglio all'epoca che adesso, dove c'era uno spirito di corpo vero e, non lo sfacelo di questi anni.

Di  Tullio  (inviato il 01/07/2011 @ 20:12:00)


n. 8


Onore a GIUSEPPE MONTALTO
VOI PARLATE MA NON SAPETE COSA SIGNIFICAVA LAVORARE IN QUELLI ANNI ALL'UCCIARDONE ALLA 9 SEZIONE
CONDIVIDO LE PAROLE GIUSEPPE.
I MIE GRADI SONO ROSSI COME IL SANGUE, NON SONO UN COMMISSARIO, DEL RUOLO SPECIALE, SONO UN AGENTE DI CUSTODIA OGGI PP,IO PORTAVO LE STELLETTE, IO SONO UNO DI QUELLI CHE 30 ANNI FA'A FATTO LA GUERRA ALLA CAMORRA, ALLA NDRANGHETA, E ALLA MAFIA.
IO SONO STATO ALL'UNIVERSITA' DEL CRIMINE POGGIOREALE, LE SCUOLE SUPERIORI LE HO FATTE IN CALABRIA, CON LA DRANGHETA, E I TERRORISTI, LE MEDIE, ALL'UCCIARDONE.
VOI DOVERAVATEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEE, A CASA CON LA MAMMA. FACCIAMO IN MODO CHE AI NOSTRI EROI VENGA DATA QUELLO CHE GLI SPETTA SENZA COMMENTI, E NON DIMENTICHIAMOLI..............................

Di  GASPARE  (inviato il 30/06/2011 @ 19:58:07)


n. 7


Si continua a confondere la "funzione" con l'uomo. Franco Ionta è un uomo, sicuramente rispettabilissimo e certamente da rispettare. Per noi poliziotti però incarna la funzione di Capo del Dipartimento (e della Polizia Penitenziaria) e se il Capo della Polizia Penitenziaria fa "ostruzionismo" a qualsiasi titolo, anche se a farlo è qualche suo sottoposto, in quanto Capo della Polizia Penitenziaria, è responsabile dell'operato di tutti quelli che gli stanno intorno. Condivido appieno la provocazione di Nuvola Rossa e mi auguro che si tramuti in azione concreta prima o poi. Quello che sta accadendo nei confronti della memoria dei caduti della Polizia Penitenziaria (da molti anni), è uno schifo! Qui non si combatte l'uomo, qui ed ora devono essere denunciate le responsabilità e le omissioni.

Di  Enzima  (inviato il 27/06/2011 @ 10:09:40)


n. 6


Per nuvola rossa: cerchiamo però di non trasformare una giusta causa, in uno strumento per "combattere" il "potere" nella persona del Pres. Ionta.Accolgo appieno la posizione del Comm. D'Errico

Di  ccm  (inviato il 27/06/2011 @ 09:14:31)


n. 5


Diciamo che dare il tempo, dopo tanto tempo , non è sbagliati ... scusando la ripetizione. Credo, come crediamo tutti noi che abbiamo conosciuto e fatto servizio assieme a Giuseppe Montalto che sia un tributo valoroso ad un collega che non c'è più.La moglie ha rischiato la vita assieme a Lui, in stato interessante tra l'altro in quanto era a fianco della sua fiat ritmo se non ricordo male e, solo il bordo laterale del sedile gli ha salvato la vita. si richiede rispetto e vicinanza alla famiglia privata per ragioni legate e\o meglio di servizio, del bene più prezioso e reale della presenza di Giuseppe, un peso molto forte da sopportare.Una disgrazia immane, tragica per certi aspetti surreale. Noi amici, con il cuore e senza alcun'altra motivazione, abbiamo sentito questo impulso spontaneo" Per non dimenticare" il collega caduto di dedicargli la C.C. di Alba, senza nome. Grazie Presidente Ionta della Sua sicura attenzione in merito e, credo che valutando lo status de quo avallerà per una giusta causa questo grido di amore nei confronti di Giuseppe.
Grazie a Nuvola Rossa e a tutti i lettori di questi spazi...

Di  gerardo d'errico  (inviato il 26/06/2011 @ 11:06:56)


n. 4


oglio lanciare un'altra provocazione, se entro il 15 luglio il Presidente Ionta non risponderà alla richiesta di intitolazione della C.C. Alba a Giuseppe Montalto, tutti noi dovremo sollecitare tutti i sindacati a chiedere a gran voce la rimozione del Presidente Ionta in quanto dopo tutto questo tam tam nella polizia penitenziaria si starebbe dimostrando insensibile alle giuste richieste del personale e avrebbe deluso le aspettative ferendo l'orgoglio degli appartenenti al Corpo. pertanto affido questo mio appello a tutti i poliziotti penitenziari: se entro il 15 luglio non ci saranno novità chiediamo a gran voce che Ionta se ne vada a casa e con lui tutti i dinosauri del DAP che tengono ben fermo il piede sulla testa della polizia penitenziaria!! Onore ai caduti della polizia penitenziaria!

Di  Nuvola Rossa  (inviato il 25/06/2011 @ 22:30:36)


n. 3


Caro collega Giuseppe,

non si vuol creare alcuna futile polemica il fatto che nessuno si sia fatto sentire credo che sia nella norma, anche perchè bisognerebbe capire quali persone ne abbiano facoltà... Farsi sentire tramite Nuvola Rossa e\o in quale altro modo??? Ripeto Nuvola Rossa nell'altro articolo ha addirittura lanciato una provocazione che tutti i comandanti della penisola chiedano di intestare un'area dell'istituto a Giuseppe Montalto per solidarietà. Io apprezzo e condivido la provocazione proprio per dimostrare che il cavillo burocratico ha davvero dell'assurdo, dell'effimero e dell'incredibile però è altrettanto vero che ci sia questa volontà dallo Stimato Presidente IONTA, a voler considerare questa ipotesi in maniera fattiva e, cioè di adoperarsi al fine di stare vicino alle legittime aspettative dei colleghi e del personale tutto, come lo ha dimostrato in Kosovo vestito da AGente e da comandante generale del Corpo di Pol.Pen. sposti l'orizzonte e faccia diventare realtà questo bel sogno. Tale richiesta è dovuta in primis, per noi che lo conoscevamo di persona Peppino Montalto, ma per rendere onore a gloria a chi si è sacrificato col bene piu'prezioso che esiste sulla faccia della terra per una giusta causa, anche se infausto è stato il suo destino. Non dimentichiamo le vittime ricordandole con onore. W Giuseppe Montalto ... Chissà, Chissà ???
Gerardo D'Errico

Di  gerardo d'errico  (inviato il 24/06/2011 @ 23:35:18)


n. 2


In effetti, caro D'Errico (mi fa piacere che sei un Commissario RDS come me) 18 mesi sono un'enormità; un'offesa alla memoria. Ancor più grave è il fatto che dopo alcuni giorni dalla polemica e dalla lettura di questi articoli e dei commenti (perchè ti assicuro che al DAP li leggono) nessuno si sia fatto sentire, nemmeno con una smentita o con una rassicurazione. I morti vanno ricordati ed ogni iniziativa, l'intestazione di un giardinetto, di una caserma di un piazzale ecc. andrebbe senz'altro avallata dal DAP. Io sono ancora fiducioso che tra qualche giorno avremo una risposta positiva.......comunque di questo increscioso fatto, se non lo sa, avvertirò la vedova Montalto, stimolandola a fare un commento.

Di  Giuseppe Romano  (inviato il 23/06/2011 @ 23:54:31)


n. 1


Io credo caro collega Romano, anche io sono un semplice Commissario del Ruolo SPeciale 3°Corso; che la Direzione fa la proposta e nel caso di ALba lo scrivente in prima battuta, avendo il pieno appoggio dell'A.D. e poi c'è l'istruttoria del PRAP che in qualche modo esprime un orientamento.A quanto è dato sapere pare che il vero motivo e'proprio questo che da circa un anno e mezzo tutto non si ha avuto ancora risposta... SIlenzio assenso ma il decreto a differenza dell'encomiabile Barraco su ALba non c'è traccia. Credo di essere stato chiaro la stampa pressapoco ha detto quanto io ho cognizione di causa, ma penso che sia proprio così... Se riesco recupero la data della richiesta ma siamo sicuro a circa 18 mesi, mi sembrano un po'troppi o sbaglio??? Si vedrà era una proposta, un'idea se viene accolta tanto onore e tanta gloria all'amico e amato Giuseppe Montalto... Si vedrà

Di  gerardo d'errico  (inviato il 23/06/2011 @ 21:48:55)




Scrivi un commento Scrivi un commento

Testo (max 1000 caratteri)

Nome

Link (Visibile a tutti)


Email (Visibile solo dall'amministratore)


Salva i miei dati per futuri commenti

Ricevi in email la notifica di nuovi commenti

I commenti sono moderati. Il tuo commento sarà visibile solo quando approvato.
Il seguente campo NON deve essere compilato.



Disclaimer
L'indirizzo IP del mittente viene registrato, in ogni caso si raccomanda la buona educazione.

54.161.241.199


Pagina Facebook di Polizia Penitenziaria

Email Polizia Penitenziaria. Richiedila gratis o a pagamento




Tutti gli Articoli
1 La vecchia Zimarra di Regina Coeli a cena intorno al proprio Comandante Francesco Ventura

2 Commozione per la morte di due detenuti, ma la stampa omette di dire che uno aveva stuprato una bambina disabile e l''altro ucciso i genitori adottivi

3 Rosario Di Bella, Sovrintendente Capo della Polizia Penitenziaria è deceduto. Lavorava nel carcere di Imperia

4 Tre buoni motivi per cui la Polizia Penitenziaria non può essere sciolta come la Forestale

5 Come mi mancano gli Agenti di Custodia … allora non c’erano suicidi tra di noi … perché?

6 Focus su: batteri, virus e malattie infettive nella carceri. Poliziotti e detenuti a rischio contagio

7 Bologna: poliziotto penitenziario di 44 anni lotta tra la vita e la morte dopo essersi sparato un colpo di pistola alla testa

8 La sanzione disciplinare nei confronti del poliziotto penitenziario

9 Qualcuno ci aiuti a fermare la strage!

10 Statistiche delle carceri in Italia: i polli di Trilussa e i polli del DAP





Tutti gli Articoli
1 Agente Penitenziario si spara in bocca con pistola d''ordinanza mentre era in sala di attesa dell''ospedale. E'' in coma

2 Attentato in Vaticano sventato dalla Polizia Penitenziaria: detenuto marocchino voleva fare una strage

3 Rivolta nel carcere di Velletri: Polizia Penitenziaria sul limite di usare la forza

4 Detenuto si libera dal controllo della Polizia Penitenziaria e muore gettandosi dal quinto piano durante un sopralluogo fuori dal carcere

5 La nuova Legge che obbliga i Poliziotti a riferire ai propri superiori le indagini giudiziarie

6 Morì sotto il furgone della Polizia Penitenziaria: per la Procura responsabili autista e gli operai del cantiere

7 Quattro detenuti evadono dal carcere minorile di Monteroni di Lecce: allarme dato in mattinata

8 Dal carcere di Padova detenuto gestiva traffico di droga in Sicilia con computer e pizzini

9 Santi Consolo: senza la Magistratura di Sorveglianza potremmo spostare tutte le madri detenute in pochi giorni

10 Detenuto in alta sicurezza aggredisce Poliziotto penitenziario dopo colloquio con i familiari nel carcere di Siracusa


  Cerca per Regione