Febbraio 2017
  Scarica il file .pdf del numero della Rivista Febbraio 2017  
  Archivio riviste    
Merito straordinario? E de che?


Polizia Penitenziaria - Merito straordinario? E de che?

Notizia del 24/11/2014

in Houston abbiamo un problema

(Letto 3514 volte)

Scritto da: Nuvola Rossa

 Stampa questo articolo     Leggi i Commenti Commenti dei lettori


Se l’Italia ha evitato la sanzione prevista dall’Unione Europea a causa delle condizioni delle carceri, sicuramente il merito va diviso tra quanti si sono adoperati al centro e in periferia a fare in modo che nel giro di pochi mesi, si aprissero le celle, almeno per otto ore, al fine di dare una risposta (finta) alle istanze europeiste di umanizzazione della pena.

E quindi, se fino a qualche anno fa, al Dipartimento non si conosceva né il numero né la cubatura delle celle, talvolta nemmeno con sicurezza il numero dei detenuti, oggi, grazie ad una applicazione informatica il Dipartimento sa con certezza quante celle e quanti metri quadri ha a disposizione in ogni carcere di ogni angolo d’Italia; e si accende la lucina rossa se, per errore o per sovraffollamento qualche detenuto viene inserito in una cella dove non ha a disposizione almeno 3 metri quadri di patria galera.

Per questo, pare che qualcuno possa ricevere una promozione per meriti straordinari. Al solo pensarci mi viene da vomitare ma c’è da avere paura quando corrono queste voci, perché ci sono illustri precedenti in tal senso, come quel famoso archivista del DAP……….

Io invece credo che parte di quel successo il nostro DAP lo debba alla Polizia Penitenziaria che opera in periferia, ai Comandanti e ai Direttori che pur senza soldi, con strutture inadeguate a garantire quanto previsto dalle direttive europee, senza personale, senza telecamere, con gravi carenze strutturali, con la sicurezza che va a farsi benedire (basta leggere la cronaca delle aggressioni e risse successe nell’ultimo anno nelle carceri,…..) sono riusciti ad inventarsi un metodo di lavoro, a cercare risorse anche nel privato, a subire pesanti critiche da chi (all’interno) non ha mai accettato questa apertura.

Loro sono i veri eroi di questa svolta, non certamente chi da dietro un computer, con un programmino ad hoc, ha monitorato continuamente il duro lavoro nelle carceri, inviando continuamente schede Torreggiani da riempire con risposta at vista, fino a leggere il risultato richiesto….non pensando però con quanti e quali sacrifici sia stato raggiunto. Ecco, sono loro quelli che stanno nelle carceri e che hanno materialmente misurato le celle con il metro in mano, quelli da premiare veramente e che non avranno mai il plauso dal centro del potere penitenziario.

Se volete premiare chi sta a Roma, per l’obiettivo raggiunto grazie al nostro sacrificio, dategli un semplice encomio, non scherziamo con le promozioni per merito straordinario per queste cazzate. Proposta biasimevole che se dovesse andare in porto, il Sindacato dovrebbe davvero fare casino e chiedere la rimozione di chi continua a vivere in modo autoreferenziale.


Scritto da: Nuvola Rossa
(Leggi tutti gli articoli di Nuvola Rossa)






 

Ultime Notizie Le ultime foto pubblicate
Uno degli accusati dell''omicidio di Emanuele Morganti era stato arrestato la sera prima con più di 1000 dosi di droga ma subito rilasciato
Sequestrati telefoni e coltelli nel carcere di Cassino: operazione di Carabinieri e Polizia Penitenziaria
Epatite C, il contagio passa dalle carceri e arriva nelle città per i pochi controlli
Continui problemi nel carcere di Airola: protesta della Polizia Penitenziaria
Licenziata Agente di Polizia Penitenziaria: scarso rendimento
Arrestato Alessandro Menditti, evaso dal carcere di Frosinone da una settimana
Riordino Polizia Penitenziaria: nuove qualifiche e nuovi errori
Sconvolgente! Per tre notti degli sconosciuti sono entrati e usciti dal carcere di Frosinone per preparare l''evasione


La Polizia Penitenziaria in una foto", il primo album fotografico della Polizia Penitenziaria creato dagli appartenenti alla Polizia Penitenziaria stessa!

 Foto della Polizia Penitenziaria Inviaci le tue!

Più di 1.300 ricevute in un anno!

 


Commenti Commenti dei lettori

n. 3


Anche per me era stata proposta una ricompensa dal direttore nel 2003..."puntualmente bocciata dal DAP", avendo salvato la vita ad un detenuto A.S. che si era impiccato nella propria cella. Praticai la respirazione artificiale e massaggio cardiaco successivo. Il tutto, con il primo oggetto che trovai immediatamente a disposizione...un rotolo di carta igienica consumato! Presenti poco dopo: infermieri, medici, colleghi e lo stesso direttore.
Non credo lo rifarei più, soprattutto perchè in quel periodo, subito dopo l'evento critico, passai le pene dell'inferno con controlli mirati ed esami specialistici, totalmente a mie spese, sperando giorno e notte di non avere contratto malattie infettive!!!
Iddio mi perdoni per queste parole, non è da me parlare così. Mi conoscono in tanti per essere ancora oggi un duro che, cammina a testa alta, ma salvare la vita ad un essere umano con queste modalità non è cosa da nulla...soprattutto se hai famiglia e figli.
Mi sono davvero rotto i cogl....di questa gente, ed è per questo che ho tirato i remi in barca da un pò.
Sono profondamente schifato da tutto ciò che leggo e che continuo a vedere...
Ho smesso di essere anche orgoglioso del Corpo a cui appartengo, ho anche smesso di indossare l'uniforme per recarmi al lavoro...una volta ne andavo davvero fiero ed ero disposto a farla rispettare ad ogni costo.
Sapete, un giorno all'interno di un bar per il caffè prima di arrivare in istituto, ero come sempre in uniforme..."impeccabile, annesse le mie scarpe lucide" un tizio ad tratto, suppongo un ex detenuto ha tentato in vano di prendersi gioco del nostro Adorato lavoro...non potei fare a meno di fargli baciare le mostrine più volte...capocciate su capocciate sulla mia splendida, profumata e linda giacca blu!
Buon lavoro a tutti noi ragazzi e ricordate sempre: Onestà, Dignità e profonda Fierezza.
Ispettore Superincazzato

Di  Tustuni  (inviato il 27/11/2014 @ 11:27:43)


n. 2


provo solo vergogna a leggere certe cose io ho lavorato in diversi istituti penitenziari, una direttrice di un istituto penitenziario aveva proposto una ricompensa per aver acciuffato un detenuto ma quella ricompensa dorme da anni nei cassetti del dap. quei documenti non sono mai arrivati con tanto di protocollo.

Di  ex  (inviato il 26/11/2014 @ 22:00:46)


n. 1


Tutto giusto nuvola rossa, ma lascia perdere il sindacato, loro non hanno alimentato questi sistema...nulla hanno fatto per venirne fuori. La meritocrazia nn fa comodo all' Amministrazione ma nemmeno alle OO.SS...che tristezza...

Di  james  (inviato il 24/11/2014 @ 09:48:48)




Scrivi un commento Scrivi un commento

Testo (max 1000 caratteri)

Nome

Link (Visibile a tutti)


Email (Visibile solo dall'amministratore)


Salva i miei dati per futuri commenti

Ricevi in email la notifica di nuovi commenti

I commenti sono moderati. Il tuo commento sarà visibile solo quando approvato.
Il seguente campo NON deve essere compilato.



Disclaimer
L'indirizzo IP del mittente viene registrato, in ogni caso si raccomanda la buona educazione.

54.205.210.125


Pagina Facebook di Polizia Penitenziaria

Email Polizia Penitenziaria. Richiedila gratis o a pagamento




Tutti gli Articoli
1 Nella conferenza del Bicentenario nessun riferimento agli Agenti di Custodia

2 In memoria di Girolamo Minervini, ucciso dalle B.R. a Roma, appena nominato Direttore Generale degli Istituti di Prevenzione e Pena

3 Cosa accadrebbe se non passasse il riordino delle carriere?

4 Luigi Bodenza, Assistente Capo di Polizia Penitenziaria: ucciso in un agguato mafioso il 25 marzo 1994

5 Ancora una evasione, da Frosinone. Sappe: Qualcuno sta tentando di smantellare la sicurezza nelle carceri: non si sventano evasioni senza sentinelle e senza sorveglianza nelle sezioni!

6 Nella conferenza del Bicentenario censurata la lettera di auguri del Garante alla Polizia Penitenziaria

7 Nel nostro lavoro, alla fine, o impari o devi imparare per forza

8 Riordino carriere: risultati di un sondaggio rivolto al personale

9 Progetto del nuovo carcere di Nola: a cosa sono serviti allora gli stati generali dell''esecuzione penale?

10 Riordino: chi non vuole i vice questori della Polizia Penitenziaria?





Tutti gli Articoli
1 Licenziata Agente di Polizia Penitenziaria: scarso rendimento

2 Qui comandiamo noi: detenuti aggrediscono con bastoni i Poliziotti penitenziari del carcere modello di Bollate

3 Arrestato Alessandro Menditti, evaso dal carcere di Frosinone da una settimana

4 Sconvolgente! Per tre notti degli sconosciuti sono entrati e usciti dal carcere di Frosinone per preparare l''evasione

5 Polizia Penitenziaria blocca evaso da permesso premio dopo inseguimento e pistole fuori dalle fondine

6 Arrestato Agente penitenziario: fornì telefono a un detenuto che gestiva la prostituzione della sorella e della compagna dal carcere di Frosinone

7 Agente penitenziario di Frosinone agli arresti domiciliari per corruzione: operazione ancora in corso, ci sarebbero altri Poliziotti coinvolti

8 Evadono in due dal carcere di Frosinone: il macellaio del clan Belforte fugge, l''altro è rimasto ferito

9 Collaboratori di giustizia e testimoni di giustizia: i numeri del Servizio centrale di protezione

10 La rete era tagliata da giorni, hanno smontato il televisore della cella, soffitto e poi lenzuola: ecco come sono evasi i due da Frosinone


  Cerca per Regione