Gennaio 2017
  Scarica il file .pdf del numero della Rivista Gennaio 2017  
  Archivio riviste    
Mi … Consolo … con un “like”


Polizia Penitenziaria - Mi … Consolo … con un “like”

Notizia del 02/03/2015

in Houston abbiamo un problema

(Letto 2046 volte)

Scritto da: Nuvola Rossa

 Stampa questo articolo     Leggi i Commenti Commenti dei lettori


Tra i tanti colleghi sospesi per aver commentato indegnamente (o incautamente) la notizia del suicidio di un detenuto rumeno (cosa che abbiamo condannato in tanti) vi è anche un giovane vice commissario, colpevole di aver spuntato la notizia con un “like”.

Se i nostri dirigenti del DAP, da qualche anno tutti presi dalla sentenza Torreggiani e pronti con il metro in mano a misurare gli spazi vitali di un detenuto in cella e pronti a minacciare provvedimenti disciplinari contro direttori e comandanti incauti che dovessero stipare qualche detenuto in una cella con meno di tre metri quadrati, avessero dedicato più tempo a stare sui social network o a studiare i nuovi linguaggi (anziché usare il burocratese o il latino antico), si sarebbero subito accorti che il “like” di facebook ha molti significati.

A volte viene usato per indicare che hai visto qualche cosa. E’ un metodo semplice e veloce per indicare che sei passato e hai visto. A volte esprime vicinanza. Se una persona racconta della morte di un proprio caro il “like” non vuol dire che sei contento per quello che è successo, ma che sei vicino alla persona che ha scritto il messaggio. Qualche volta indica anche il fatto che siamo d’accordo con quello che è successo e lo sosteniamo. Nel caso specifico credo che il giovane vice commissario  abbia spuntato il “like” con l’intento di dire ho visto la notizia – punto.  

Ma per le massime autorità del DAP, lontane anni luce dal linguaggio dei social network e lontanissime dalle vere problematiche delle periferie carcerarie, ovviamente ciò non è ipotizzabile e, quindi, la mannaia è caduta anche su chi incautamente ha messo il “like” per affermare: ho visto la notizia. Non credo si possa (o si debba) criminalizzare i “like”.

A QUALUNQUE cosa essi vengano dati.

Credo che cliccare il “like” dovrebbe essere coperto dalla libertà di pensiero, anche maggiore della libertà di parola. A volte fare il “like” porta a una maggiore condivisione dell’informazione. Spesso ci sono sistemi che mostrano ai tuoi amici che cosa hai “likkato”.

Quindi nel fare “like” stai inconsciamente permettendo a quella informazione di espandersi. Se una persona clicca “like” a una azione terrorista, o a un crimine, o a una corruzione, o a un post che fa una apologia di reato, non credo si debba considerare questo come una condivisione del crimine di chi ha postato quell’informazione all’inizio. 

Spesso ciò sui social succede … e allora mi chiedo: siamo tutti criminali?

Ed è appunto con l’intento di dire ho visto oppure condivido il post (non l’azione) che  se mille ragazzi cliccano “like” su un atto di bullismo videoregistrato a scuola contro un ragazzo handicappato, non si possono punire i ragazzi che hanno cliccato “like”. Si deve punire chi ha fatto bullismo ed educare (o  confrontarsi anche aspramente) chi ha cliccato “like”. Ma criminalizzare il “like” non  mi sembra giusto. Addirittura poi arrivare alla sospensione del servizio mi sembra una enormità talmente grossa che se non fosse accaduta veramente verrebbe da ridere…

L’equivoco, semmai (se di questo si tratta), è che facebook non mette a disposizione degli utenti altri strumenti per dimostrare vicinanza, presenza o altro.

 

P.S.

… sarebbe bello se qualcuno là in alto, al terzo piano, con il metro in mano per misurare i metri quadri delle celle, cliccasse un “like” sul post:

Ho fatto una stupidaggine!!

 


Scritto da: Nuvola Rossa
(Leggi tutti gli articoli di Nuvola Rossa)






 

Ultime Notizie Le ultime foto pubblicate
Tre detenuti evadono dal carcere di Firenze Sollicciano, Sappe: la responsabilità è dei colletti bianchi, evasione annunciata
Due Poliziotti feriti nel carcere di Regina Coeli: aggrediti da detenuti magrebini infastiditi dalle perquisizioni
Agente Penitenziario sorprende i ladri in casa che lo aggrediscono: ricoverato al pronto soccorso
Tre Poliziotti penitenziari feriti da un detenuto con forbici affilate appositamente
Carceri italiane ed edilizia penitenziaria: al massimo si da una ritinteggiata
Nuovo carcere a Nola: in scadenza il bando per la realizzazione
Chiso l''OPG di Montelupo Fiorentino: consiglieri comunali accusano sprechi e disagi
Furgone della Polizia Penitenziaria con ergastolano a bordo si blocca per guasto al motore: interviene la Polstrada


La Polizia Penitenziaria in una foto", il primo album fotografico della Polizia Penitenziaria creato dagli appartenenti alla Polizia Penitenziaria stessa!

 Foto della Polizia Penitenziaria Inviaci le tue!

Più di 1.300 ricevute in un anno!

 


Commenti Commenti dei lettori

n. 5


....ma se mettevamo like in 5000 ci sospendevano tutti??!!!mah....

Di  Anonimo  (inviato il 02/03/2015 @ 21:03:02)


n. 4


Quasi sono dispiaciuto di non aver messo (mi piace)....
Je levavo pure le mutande!!!

Di  PASQUINO  (inviato il 02/03/2015 @ 15:44:53)


n. 3


@ ariete
il Sappe ha presentato ricorso al TAR contro il provvedimento di sospensione

Di  Redazione  (inviato il 02/03/2015 @ 10:42:41)


n. 2


ma se questi del computer non conoscono nemmeno on/off ...

Di  Marione  (inviato il 02/03/2015 @ 10:36:38)


n. 1


Si...va bene tutto quello scritto da Nuvola Rossa.
Ma in sostanza, i sindacati oltre a scrivere nei blog sulla vicenda dove in fine è tutto campato all'aria, stanno cercando di trovare un confronto con questa specie di vertici dell'Amministrazione?

Di  ariete  (inviato il 02/03/2015 @ 10:18:46)




Scrivi un commento Scrivi un commento

Testo (max 1000 caratteri)

Nome

Link (Visibile a tutti)


Email (Visibile solo dall'amministratore)


Salva i miei dati per futuri commenti

Ricevi in email la notifica di nuovi commenti

I commenti sono moderati. Il tuo commento sarà visibile solo quando approvato.
Il seguente campo NON deve essere compilato.



Disclaimer
L'indirizzo IP del mittente viene registrato, in ogni caso si raccomanda la buona educazione.

174.129.108.207


Pagina Facebook di Polizia Penitenziaria

Email Polizia Penitenziaria. Richiedila gratis o a pagamento




Tutti gli Articoli
1 Celebrazioni 200 anni di storia del Corpo di Polizia Penitenziaria: autorizzata l’emissione della moneta d’argento da 5 euro

2 Catturato dalla Polizia Penitenziaria uno degli evasi dal carcere di Rebibbia: indagini in corso sui complici della latitanza

3 Le foto dei tre detenuti evasi dal carcere di Firenze Sollicciano

4 A chi danno fastidio i servizi di polizia stradale della Polizia Penitenziaria?

5 Riordino, organici dirigenziali: tra eccessi e sottodimensionamenti dei dirigenti della Polizia Penitenziaria

6 Foibe, il martirio degli Agenti di Custodia

7 La sospensione delle ordinarie regole di trattamento penitenziario (art. 41-bis)

8 Ufficiali medici nel Corpo di Polizia Penitenziaria?

9 Rapporto Eurispes: la Polizia Penitenziaria sgradita a un italiano su due

10 Il Ministro Orlando dichiara cessata l''emergenza sovraffollamento delle carceri, ma i dati lo smentiscono





Tutti gli Articoli
1 Decreto Milleproroghe, Sappe: Buona notizia via libera a 887 assunzioni nella Polizia Penitenziaria

2 Blitz della Polizia Penitenziaria: tre arresti per spaccio di droga a Napoli nelle prime ore della mattinata

3 Detenuto cinese violenta la figlia: compagno di cella marocchino lo sodomizza per un mese nel carcere di Prato

4 Poliziotto penitenziario travolto da auto mentre era in moto: è ricoverato in gravi condizioni

5 La latitanza dorata del detenuto evaso da Rebibbia catturato dal NIC della Polizia Penitenziaria

6 Agente Penitenziario sorprende i ladri in casa che lo aggrediscono: ricoverato al pronto soccorso

7 Ex scuola della Polizia Penitenziaria di Moastir pronta ad accogliere i migranti: quasi ultimati i lavori

8 Detenuto sorpreso ad aggiornare il proprio profilo Facebook dal carcere di Marassi

9 Tre detenuti evadono dal carcere di Firenze Sollicciano, Sappe: la responsabilità è dei colletti bianchi, evasione annunciata

10 Bidognetti, il capoclan dei Casalesi, comunicava dal 41-bis con messaggi nascosti


  Cerca per Regione