Novembre 2016
  Scarica il file .pdf del numero della Rivista Novembre 2016  
  Archivio riviste    
Migliorare la struttura penitenziaria per un maggior benessere del poliziotto penitenziario


Polizia Penitenziaria - Migliorare la struttura penitenziaria per un maggior benessere del poliziotto penitenziario

Notizia del 21/03/2016

in Commenti

(Letto 2532 volte)

Scritto da: Agente Sara

 Stampa questo articolo     Leggi i Commenti Commenti dei lettori


In più occasioni, la maggior parte degli studi in materia ha avuto modo di evidenziare come di particolare rilievo sia l’influenza del contesto strutturale sulla persona che vi trascorre la propria quotidianità.

La realtà detentiva rappresenta, già di per sé, un ambiente difficile. D’altronde, la detenzione, quale privazione della libertà personale, diventa spesso causa di realizzazione di un mix eterogeneo di stati d’animo, spesso negativi di carattere depressivo e/o aggressivo della popolazione detenuta che, inevitabilmente, vengono a riflettersi nei confronti del personale ivi impiegato nell’istituto, in particolare nei confronti di coloro che prestano il proprio servizio in prima linea, cioè i poliziotti penitenziari.

A tal proposito, se alla predominanza di stati d’animo complessi si affianca anche la presenza di una struttura tendenzialmente degradata, ancor di più diventa difficile il “lavorare tra le mura del carcere” per il poliziotto penitenziario.

Una scelta importante rimane incrementare l’attività di ordinaria manutenzione e pulizia degli ambienti all’interno degli istituti penitenziari. In tale ambito, una scelta plausibile potrebbe essere quella di formare i detenuti, inserendoli in percorsi lavorativi ad hoc, al fine di poterli impiegare in attività lavorative che possano di conseguenza far si che il tempo in carcere sia trascorso in modo costruttivo.

E’ importante dover affermare come il lavoro risulta tra gli elementi del trattamento, uno degli step di particolare rilievo, utile non solo ad accrescere le capacità del detenuto rafforzando il proprio bagaglio di esperienze professionali, ma anche consentendogli di impiegare il proprio tempo in modo ampiamente produttivo, senza correre il rischio di cadere nell’ozio, come tiene a sottolineare la nota Dipartimentale n.0355603 del 23/10/2015, intitolata “modalità di esecuzione della pena” ovvero: “[..] ogni sforzo dovrà essere impresso per evitare che questi gruppi rimangano all'ozio costretti a stazionare nei corridoi delle sezioni.”

La diminuzione dei fondi, nel tempo, ha ridotto di gran lunga il numero dei detenuti lavoranti eppure, nello specifico, parlare di ordinaria pulizia e manutenzione degli ambienti detentivi consentirebbe in duplice chiave di attivare un impiego a tempo pieno del detenuto durante il periodo di detenzione, e di conseguenza determinare un miglioramento della stessa struttura penitenziaria dovuta appunto alla quotidiana attività di pulizia e manutenzione degli ambienti.

Nel dettaglio si potrebbero incentivare corsi di formazione professionale ed un successivo inserimento lavorativo, come manutenzione ordinaria, risanamento murature, idraulica, pulizia dei locali e degli spazi, manutenzione aree verdi, eccetera.

In conclusione, diventa un obiettivo importante introdurre nel carcere uno stile di pensiero globale, rivolto a migliorare la struttura dove attualmente ci si trova, per poter contestualmente attivare un processo di salvaguardia del benessere psicofisico della propria persona.

Ed il poliziotto penitenziario che vi si reca al lavoro ogni giorno, da un ambiente ristrutturato può sicuramente trarre maggior vantaggio rispetto ad un ambiente degradato che inevitabilmente nel lungo termine può contribuire ad influire negativamente sulla persona.

 

 


Scritto da: Agente Sara
(Leggi tutti gli articoli di Agente Sara)






 

Ultime Notizie Le ultime foto pubblicate
Condannato per aver aggredito Poliziotti penitenziari nel carcere di Sanremo. arrestato e riportato in carcere
Quattro detenuti evadono dal carcere minorile di Monteroni di Lecce: allarme dato in mattinata
Agente Penitenziario si spara in bocca con pistola d''ordinanza mentre era in sala di attesa dell''ospedale. E'' in coma
Santi Consolo: senza la Magistratura di Sorveglianza potremmo spostare tutte le madri detenute in pochi giorni
Indagini nel carcere di Padova per capire chi ne ha disposto il declassamento da detenuti alta sicurezza a detenuti comuni
La nuova Legge che obbliga i Poliziotti a riferire ai propri superiori le indagini giudiziarie
In arrivo un bando di gara per la fornitura di circa diecimila braccialetti elettronici
Dal carcere di Padova detenuto gestiva traffico di droga in Sicilia con computer e pizzini


La Polizia Penitenziaria in una foto", il primo album fotografico della Polizia Penitenziaria creato dagli appartenenti alla Polizia Penitenziaria stessa!

 Foto della Polizia Penitenziaria Inviaci le tue!

Più di 1.300 ricevute in un anno!

 


Commenti Commenti dei lettori

n. 2


Ovvio, tutto molto ovvio Agente Sara.

Di  ROMERO63  (inviato il 23/03/2016 @ 12:20:57)


n. 1


peccato che il capo dap, nonchè presidente cassa ammende, prema invece su progetti di miglioramento dei soli spazi detentivi.

Di  peppe  (inviato il 21/03/2016 @ 15:17:51)




Scrivi un commento Scrivi un commento

Testo (max 1000 caratteri)

Nome

Link (Visibile a tutti)


Email (Visibile solo dall'amministratore)


Salva i miei dati per futuri commenti

Ricevi in email la notifica di nuovi commenti

I commenti sono moderati. Il tuo commento sarà visibile solo quando approvato.
Il seguente campo NON deve essere compilato.



Disclaimer
L'indirizzo IP del mittente viene registrato, in ogni caso si raccomanda la buona educazione.

54.204.189.167


Pagina Facebook di Polizia Penitenziaria

Email Polizia Penitenziaria. Richiedila gratis o a pagamento




Tutti gli Articoli
1 Le tristi notti del poliziotto penitenziario cinquantenne

2 Tre buoni motivi per cui la Polizia Penitenziaria non può essere sciolta come la Forestale

3 In ricordo di Roberto Pelati, ex atleta del Gruppo Sportivo Fiamme Azzurre colpito da una grave malattia e scomparso prematuramente

4 Un lutto improvviso: ci lascia Andrea Accettone, collega, segretario, come un fratello

5 I veri nemici della Polizia Penitenziaria

6 Come mi mancano gli Agenti di Custodia … allora non c’erano suicidi tra di noi … perché?

7 Poliziotti penitenziari che lavorano negli uffici: pochi, troppi o adeguati?

8 Bologna: poliziotto penitenziario di 44 anni lotta tra la vita e la morte dopo essersi sparato un colpo di pistola alla testa

9 La protesta dei poliziotti di Rebibbia e gli starnuti del RE

10 Razionalizzazione del personale: pure quello informatico però





Tutti gli Articoli
1 Agente Penitenziario si spara in bocca con pistola d''ordinanza mentre era in sala di attesa dell''ospedale. E'' in coma

2 Assunzioni in Polizia Penitenziaria e scorrimento graduatorie: Governo rifiuta gli emendamenti Ferraresi (M5S)

3 Quindici colpi di pistola contro il Poliziotto penitenziario: le prime indagini dei Carabinieri

4 Informativa DAP: ai mujaheddin kosovari è arrivato ordine di attaccare l''Italia

5 La nuova Legge che obbliga i Poliziotti a riferire ai propri superiori le indagini giudiziarie

6 Polizia Penitenziaria e Carabinieri arrestano due persone pronti a sparare e con targhe contraffatte

7 Morì sotto il furgone della Polizia Penitenziaria: per la Procura responsabili autista e gli operai del cantiere

8 Quattro detenuti evadono dal carcere minorile di Monteroni di Lecce: allarme dato in mattinata

9 Detenuto in permesso premio sequestra, rapina e violenta una ragazza in un ufficio pubblico

10 Sparatoria tra Poliziotto penitenziario e macedone: lite scoppiata per motivi sentimentali


  Cerca per Regione