Aprile 2017
  Scarica il file .pdf del numero della Rivista Aprile 2017  
  Archivio riviste    
Mio padre era un Agente di Custodia


Polizia Penitenziaria - Mio padre era un Agente di Custodia

Notizia del 06/10/2009

in Nuvola Rossa

(Letto 2541 volte)

Scritto da: Nuvola Rossa

 Stampa questo articolo     Leggi i Commenti Commenti dei lettori


I nostri antenati agenti di custodia, si sa, non godevano di grande considerazione da parte della società cosiddetta civile; erano considerati rozzi ed ignoranti, degli aguzzini che godevano nel maltrattare i detenuti.
 
A prescindere, quindi, dai luoghi comuni che gli Agenti di Custodia si sono portati dietro nel tempo, bisogna però in qualche modo rendere giustizia a queste figure eroiche, la cui vita era stata letteralmente venduta allo Stato (in virtù di turni massacranti, dell’esercizio di una disciplina feroce da parte dei superiori gerarchici – che oggi chiameremmo mobbing).
 
La maggior parte degli agenti di custodia era dotata di un grande spirito di sacrificio ed  abnegazione, era gente di modesta estrazione sociale, culturalmente sapeva appena scrivere e far di conto, erano piccoli di statura; ma questi nani cattivi (per buttarla sull’ironico) hanno avuto il proprio riscatto sociale nei figli. Figli che si sono inseriti perfettamente nel tessuto sociale della città dove i loro padri –mandati a fare servizio - decidevano di restare.
 
Figli che hanno fatto carriera nelle pubbliche amministrazioni, nella gerarchia militare, fino ad occupare le massime cariche politiche comunali.
 
E’ questo il caso di Salvatore Burrafato, neo eletto Sindaco del Comune di Termini Imerese con il 54,21% delle preferenze (MPA - varie Liste Civiche), figlio del Vice Brigadiere degli Agenti di Custodia Antonino Burrafato, ucciso dalla Mafia il 29 giugno del 1982.
 
Burrafato,43 anni, presidente del Consiglio Comunale uscente, funzionario alla presidenza della Regione conquista la carica di primo cittadino, con la benedizione del sottosegretario Gianfranco Miccichè.  
 
Nella prima dichiarazione da neo Sindaco, Salvatore Burrafato esordisce con queste parole: dedico al vittoria a mio padre. Appena ho saputo della vittoria, sono stato con mia madre davanti alla lapide che ricorda il luogo del suo sacrificio. Ma Burrafato non è solo, nella lista di figli di agenti di custodia che sono diventati sindaci. Un illustre predecessore di Burrafato, infatti è Michele Megale, ex Sindaco della città di Trapani, figlio dell’agente di custodia Megale Giovanni nato a Melfi l’8 maggio 1905, inviato in servizio a Trapani negli anni trenta. Megale, monarchico della prima ora, aderisce in seguito alla Democrazia Cristiana, ricoprendo varie cariche, consigliere comunale, assessore ed infine Sindaco di Trapani, nonché presidente della Azienda Municipalizzata dei Trasporti (SAU) e dell’Ente Luglio Musicale. Tra gli eventi più importanti della sua sindacatura, l’aver ricevuto l’8 maggio 1993 Papa Giovanni Paolo II a Trapani.
 
Sarebbe bello conoscere, dalla pagine di questo giornale, quali altri esempi positivi ci sono in Italia di figli di agenti di custodia assurti a posizioni di rilievo nella società; sarebbe questo un omaggio postumo a questi piccoli uomini che sacrificarono i propri affetti, il tempo libero, le proprie idee politiche a favore di uno Stato che per oltre un secolo li ha considerati uno scalino un po’ più alto dei detenuti.

 


Scritto da: Nuvola Rossa
(Leggi tutti gli articoli di Nuvola Rossa)






 

Ultime Notizie Le ultime foto pubblicate
Riapre parzialmente il carcere di Alba, chiuso per una epidemia del batterio della legionella
Vacilla il Carcere modello di Bollate, detenuto con chiavi usb e coltelli. Il Direttore minimizza
Ancora un appello di Don Gino Rigoldi: il carcere minorile del Beccaria non può continuare così
Carcere di Cagliari Uta sovraffollato e con pochi Agenti di Polizia Penitenziaria, Caligaris: prossimo al collasso
Radicalismo islamico in carcere: pericolo ancora presente, rischio di imam improvvisati
Nuovo carcere a Nola: continuano le polemiche per i 1200 posti detentivi in custodia attenuata
Rientra in carcere da permesso premio con tre penne usb e droga nascosti nell''ano nel carcere di Ariano Irpino
Antonio Fullone nominato ufficialmente Direttore Generale: lascia la direzione del carcere di Poggioreale


La Polizia Penitenziaria in una foto", il primo album fotografico della Polizia Penitenziaria creato dagli appartenenti alla Polizia Penitenziaria stessa!

 Foto della Polizia Penitenziaria Inviaci le tue!

Più di 1.300 ricevute in un anno!

 


Commenti Commenti dei lettori

n. 2


Anche mio nonno paterrno era un Agente di Custodia: Pischedda Giorgio: Comandante Guardie Carcerarie nato a Ploaghe-SS-14-03-1886 arruolato 16-12-1907. Cavaliere della corona d'Italia Vittorio Veneto. Comandante nelle carceri: Asinara, Favignana-Santa Caterina Colombaia-TP- Trapani-vicaria...........e molti ancora.
Noi nipoti ne siamo fieri, avendo anche ereditato la sua stupenda e delicata professione di Poliziotto Penitenziario

http://www.poliziapenitenziaria.it/dblog/fotografia.asp?fotografia=57

Di  Enrico Pischedda  (inviato il 02/11/2011 @ 17:31:46)




Scrivi un commento Scrivi un commento

Testo (max 1000 caratteri)

Nome

Link (Visibile a tutti)


Email (Visibile solo dall'amministratore)


Salva i miei dati per futuri commenti

Ricevi in email la notifica di nuovi commenti

I commenti sono moderati. Il tuo commento sarà visibile solo quando approvato.
Il seguente campo NON deve essere compilato.



Disclaimer
L'indirizzo IP del mittente viene registrato, in ogni caso si raccomanda la buona educazione.

54.224.3.148


Pagina Facebook di Polizia Penitenziaria

Email Polizia Penitenziaria. Richiedila gratis o a pagamento




Tutti gli Articoli
1 In memoria di Rocco D''Amato, ucciso nella Casa Circondariale di Bologna da un detenuto il 13 maggio 1983

2 Quanto fa guadagnare il servizio di polizia stradale della Polizia Penitenziaria al Ministero della Giustizia?

3 Il Consiglio dei Ministri approva definitivamente il Riordino delle Carriere

4 Vigilanza dinamica e affettività in carcere diventano legge

5 Riordino carriere: le commissioni parlamentari auspicano che il ruolo funzionari sia pienamente corrispondente alla Polizia di Stato

6 Skype per i mafiosi al 41-bis: arrivano puntuali le smentite, ma per i mafiosi in alta sicurezza come la mettiamo?

7 Rems, se qualcuno avesse raccolto i nostri allarmi ...

8 Il Re è nudo! Ma forse anche cieco e sordo ...

9 Carceri e sanità, intesa del Sappe con i medici aderenti allo SMI

10 Qualcuno crede che Facebook sia come lo Speaker’s Corner di Hyde Park





Tutti gli Articoli
1 Arresti centro migranti di Capo Rizzuto: Poliziotto penitenziario consegnava pizzini agli ''ndranghetisti del carcere di Siano

2 Antonio Fullone nominato ufficialmente Direttore Generale: lascia la direzione del carcere di Poggioreale

3 Indagato l''ex direttore del carcere di Padova: sotto indagine il declassamento dall''alta sicurezza di 12 detenuti

4 Poliziotti penitenziari coinvolti nel caso Cucchi citano i Ministeri della Giustizia, Difesa e Interni: il GUP accoglie la richiesta

5 Poggioreale, hashish nascosto nelle suole delle scarpe. Polizia Penitenziaria denuncia cinque persone

6 Catturato detenuto tunisino e islamico radicalizzato: era evaso da permesso premio, Poliziotto penitenziario lo riconosce in stazione

7 Vacilla il Carcere modello di Bollate, detenuto con chiavi usb e coltelli. Il Direttore minimizza

8 Ristrutturazioni in corso nel carcere di Cuneo per ospitare di nuovo detenuti al 41-bis

9 Lucera, in fiamme auto di un poliziotto penitenziario

10 Carceri 41-bis: visita della Commissione Antimafia nelle carceri della Sardegna per verificare Cagliari Uta e Sassari


  Cerca per Regione