Febbraio 2017
  Scarica il file .pdf del numero della Rivista Febbraio 2017  
  Archivio riviste    
NIC e Reparto Lecce arrestano Perrone, ergastolano evaso due mesi fa


Polizia Penitenziaria - NIC e Reparto Lecce arrestano Perrone, ergastolano evaso due mesi fa

Notizia del 09/01/2016

in Buone notizie

(Letto 4412 volte)

Scritto da: Redazione

 Stampa questo articolo     Leggi i Commenti Commenti dei lettori


Nucleo Investigativo Centrale e Reparto di Polizia Penitenziaria Lecce

“Operazione Itaca”

In data odierna, alle prime luci dell’alba, personale del Reparto di Polizia Penitenziaria della Casa circondariale di Lecce, coordinato dal Nucleo Investigativo Centrale della Polizia Penitenziaria e dalla Squadra Mobile di Lecce, hanno rintracciato a Trepuzzi  (LE) e quindi proceduto alla cattura, di PERRONE Fabio, resosi latitante a seguito  della rocambolesca fuga avvenuta il 6 novembre 2015 dall' Ospedale “Vito Fazzi” di Lecce, dopo aver sottratto l'arma in dotazione ad un agente di Polizia Penitenziaria che lo stava scortando, aver ingaggiato con la scorta un conflitto a fuoco all'interno del nosocomio, ferendo gravemente l' assistente Antonio Caputo.

GUARDA TUTTE LE FOTO (pagina Facebook)

L’operazione si inserisce nel contesto delle attività di indagine della Procura della Repubblica presso il Tribunale – Direzione Distrettuale Antimafia - di Lecce  delegate dal Procuratore Cataldo Motta.

L’arresto è avvenuto a conclusione di un  intensa attività investigativa posta in essere attraverso intercettazioni telefoniche e ambientali anche in luoghi detentivi, attivate  lo scorso dicembre a seguito dell’evasione del PERRONE. 
Nella tarda serata di ieri, a seguito delle risultanze investigative è stato individuato un immobile sito in Trepuzzi, ove il latitante si nascondeva.

Il personale di Polizia Penitenziaria del Reparto di Lecce, coordinamento dal Nucleo Investigativo Centrale, con specifici servizi di osservazione che si sono protratti per tutta la notte, appena avuto conferma della presenza di PERRONE Fabio, hanno fatto scattare il blitz nelle prime ore della mattina, sorprendendo il latitante all’interno dell’appartamento dove sono state rinvenute armi tra le quali quella sottratta all’agente di Polizia Penitenziaria all’atto dell’evasione, avente matricola abrasa.

Il proprietario dell’immobile è stato deferito all’Autorità Giudiziaria per l’ipotesi di reato di favoreggiamento personale. Nel corso delle operazioni di perquisizione dei locali che ospitavano PERRONE, sono stati sequestrati oggetti pertinenti  i reati commessi dall’evaso.

Dopo le formalità di rito PERRONE sarà con associato alla Casa circondariale di Lecce.       

Il Ministro della giustizia, il Capo del Dipartimento dell’Amministrazione Penitenziaria, nonché il Prefetto e il  Questore di Lecce, hanno espresso vivo plauso al Nucleo Investigativo Centrale e al personale del  Reparto di Polizia Penitenziaria della Casa circondariale di Lecce, per l’esito dell’operazione.

Arrestato Perrone evaso due mesi fa, era a Trepuzzi, suo paese di origine ed era armato di kalashnikov

 

 

 


Scritto da: Redazione
(Leggi tutti gli articoli di Redazione)






 

Ultime Notizie Le ultime foto pubblicate
Arrestato Agente penitenziario: fornì telefono a un detenuto che gestiva la prostituzione della sorella e della compagna dal carcere di Frosinone
Agente penitenziario di Frosinone agli arresti domiciliari per corruzione: operazione ancora in corso, ci sarebbero altri Poliziotti coinvolti
Giornata della legalità: nel carcere di Arienzo i detenuti leggono i nomi di tutte le vittime di mafia e minuto di raccoglimento per Don Peppino Diana
Detenuto girava video dal carcere: arrestato con arsenale in casa, torna ai domiciliari con il braccialetto elettronico
Delega al Governo per dare Skype anche ai mafiosi? Insorge l''Associazione Vittime del Dovere
Tentata evasione dal carcere di Ivrea: detenuto fermato prima che arrivasse al muro di cinta
Detenuto ricoverato, esponente di spicco di un clan di Messina, libero di girare per l''ospedale di Parma
Qui comandiamo noi: detenuti aggrediscono con bastoni i Poliziotti penitenziari del carcere modello di Bollate


La Polizia Penitenziaria in una foto", il primo album fotografico della Polizia Penitenziaria creato dagli appartenenti alla Polizia Penitenziaria stessa!

 Foto della Polizia Penitenziaria Inviaci le tue!

Più di 1.300 ricevute in un anno!

 


Commenti Commenti dei lettori

n. 7


complimenti a tutti i colleghi che hanno contribuito alla cattura dell'evaso.
Ancora una volta è premiata la serietà e la capacità della Polizia Penitenziaria, capace di azioni importanti, alla pari e forse meglio di altri.

Di  Lorenzo  (inviato il 11/01/2016 @ 10:29:28)


n. 6


Complimenti ai nostri ragazzi! Ottimo lavoro!
Spero solo che i medici riflettano sul via vai con gli ospedali che mette a rischio la vita di tanti padri di famiglia. Sono sicuri che gli accertamenti ospedalieri siano sempre così necessari..?

Di  Luca Sardella  (inviato il 09/01/2016 @ 22:24:57)


n. 5


rettifico il mio post n 3...su tutti i media hanno parlato della cattura e della polizia penitenziaria.....ora prevedo inondazioni e pestilenza tutto l'anno....dopo questa cosa mai vista...ahahah saluti a tutti i colleghi

Di  claudio  (inviato il 09/01/2016 @ 14:20:09)


n. 4


Complimenti a tutti i colleghi che hanno contribuito alla cattura di questo criminale! Ma resta il dubbio sulle modalità con cui è stato inviato a suo tempo in ospedale, tenuto conto della pericolosità del soggetto!!

Di  L'ultimo degli Agenti  (inviato il 09/01/2016 @ 14:14:35)


n. 3


bella cosa...onore ai colleghi intervenuti....peccato che queste cose non avranno come al solito spazio per noi nei media....complimenti ancora per l'operazione

Di  claudio  (inviato il 09/01/2016 @ 13:25:38)


n. 2


finalmente una bella notizia!! Complimenti ai colleghi di lecce e al NIC centrale.

Di  Nuvola Rossa  (inviato il 09/01/2016 @ 12:23:13)


n. 1


Perrone si è dimostrato un soggetto pericoloso, ma dal punto di vista storico/criminale, un semplice "sicch di nafta" che nulla conta negli ambienti malavitosi del luogo di provenienza.
Motivo per cui, può essere gestito tranquillamente con gli accorgimenti necessari che, forse in passato non ci sono stati.
Auspicando che i medici del carcere, d'ora in poi, si prendano finalmente le proprie responsabilità sull'invio o meno in strutture pubbliche di certi soggetti e che i Coordinatori abbiano il coraggio di dire NO a certe traduzioni.
Oggi è una bella giornata per tutta la POLIZIA PENITENZIARIA.
Complimenti ai colleghi del NIC ed un abbraccio ai colleghi coinvolti in questa storiaccia, per fortuna conclusasi senza conseguenze estreme per nessuno.

Di  Pasquale  (inviato il 09/01/2016 @ 11:02:31)




Scrivi un commento Scrivi un commento

Testo (max 1000 caratteri)

Nome

Link (Visibile a tutti)


Email (Visibile solo dall'amministratore)


Salva i miei dati per futuri commenti

Ricevi in email la notifica di nuovi commenti

I commenti sono moderati. Il tuo commento sarà visibile solo quando approvato.
Il seguente campo NON deve essere compilato.



Disclaimer
L'indirizzo IP del mittente viene registrato, in ogni caso si raccomanda la buona educazione.

54.145.183.43


Pagina Facebook di Polizia Penitenziaria

Email Polizia Penitenziaria. Richiedila gratis o a pagamento




Tutti gli Articoli
1 Agente della Polizia Penitenziaria si suicida con la pistola d''ordinanza in casa davanti ai familiari

2 Riordino: tra formiche e grilli lamentosi

3 In memoria di Girolamo Minervini, ucciso dalle B.R. a Roma, appena nominato Direttore Generale degli Istituti di Prevenzione e Pena

4 Santi Consolo confermato Capo DAP: il Consiglio dei Ministri di questa mattina lo rinomina in extremis

5 Ancora una evasione, da Frosinone. Sappe: Qualcuno sta tentando di smantellare la sicurezza nelle carceri: non si sventano evasioni senza sentinelle e senza sorveglianza nelle sezioni!

6 Riordino vuol dire mettere ordine

7 Nel nostro lavoro, alla fine, o impari o devi imparare per forza

8 Pensione buonuscita ai dirigenti penitenziari: l''INPS nega i sei scatti, spettano solo alla Polizia Penitenziaria

9 Progetto del nuovo carcere di Nola: a cosa sono serviti allora gli stati generali dell''esecuzione penale?

10 Cos''è e come funziona la Banca dati nazionale del Dna





Tutti gli Articoli
1 Concorso imminente per 540 Agenti di Polizia Penitenziaria riservato ai VFP1 e VFP4

2 Qui comandiamo noi: detenuti aggrediscono con bastoni i Poliziotti penitenziari del carcere modello di Bollate

3 Agente penitenziario suicida: non riusciva a mantenere i tre figli disoccupati

4 Polizia Penitenziaria blocca evaso da permesso premio dopo inseguimento e pistole fuori dalle fondine

5 Consiglio dei Ministri: Santi consolo NON confermato nel ruolo di Capo DAP?

6 Arrestato Agente penitenziario: fornì telefono a un detenuto che gestiva la prostituzione della sorella e della compagna dal carcere di Frosinone

7 Evadono in due dal carcere di Frosinone: il macellaio del clan Belforte fugge, l''altro è rimasto ferito

8 Agente penitenziario di Frosinone agli arresti domiciliari per corruzione: operazione ancora in corso, ci sarebbero altri Poliziotti coinvolti

9 Collaboratori di giustizia e testimoni di giustizia: i numeri del Servizio centrale di protezione

10 Evasione da Sollicciano: probabile rimozione Direttore e Comandante, ma il Sappe chiama in causa il DAP e Gennaro Migliore


  Cerca per Regione