Gennaio 2018
  Scarica il file .pdf del numero della Rivista Gennaio 2018  
  Archivio riviste    
Noi, vittime della Torreggiani


Polizia Penitenziaria - Noi, vittime della Torreggiani

Notizia del 10/08/2017

in Attualità

(Letto 2958 volte)

Scritto da: Nuvola Rossa

 Stampa questo articolo     Leggi i Commenti Commenti dei lettori


Con l’applicazione della Sentenza Torreggiani e quindi del regime da essa derivante abbiamo consegnato le carceri alla criminalità, all’anarchia, alle prevaricazioni.

Un dato preoccupante – che però per qualcuno ha minimizzato o addirittura ignorato - salta subito agli occhi: gli eventi critici nelle carceri si sono decuplicati negli ultimi due anni. Le aggressioni al personale di Polizia Penitenziaria sono all’ordine del giorno (... ma non vi paghiamo forse anche per prendere legnate dai detenuti?), le risse fra detenuti di opposte fazioni o etnie diverse, le continue prevaricazioni di detenuti di maggior spessore criminale nei confronti di altri, hanno fatto piombare le carceri in un periodo oscuro, incerto, dove prevale il “diritto” del detenuto a restare fuori dalla cella (pardon camera di pernottamento … ma fatemi il piacere …) se poi questo ozia tutto il giorno nel corridoio o nella saletta della socialità poco importa; quello che è importante è dire all’Europa che ci siamo adeguati alla sentenza.

In realtà abbiamo preso in giro l’Europa poiché le otto ore fuori dalla cella non sono state riempite di contenuti così come si era detto; molto per mancanza di soldi, un po’ perché chi sentenzia di carcere, in realtà carcere ne ha visto e vissuto ben poco, un po’ perché si hanno le idee confuse.

Con la vigilanza dinamica il detenuto si conosce meglio (così ci hanno inculcato nei corsi di formazioni ad hoc affinchè tutti ci convincessimo della bontà della Torreggiani e della vigilanza dinamica nata per surrogare quelle migliaia di agenti che sono andati in pensione e che non verranno mai sostituiti grazie alla spending rewiew sulle spalle dei poliziotti penitenziari).

Questa tesi ha sovvertito due secoli di storia. Il detenuto lo si conosce meglio se sta chiuso; lo si osserva meglio, si osservano le dinamiche di gruppo ai passeggi; le pattuglie, ove sono state istituite, riescono a mala pena a farsi il giro del muro di cinta, quando non devono sostituire gli ammalati all’interno delle sezioni.

Un Paese fatto di garanti regionali e nazionali, di parte politica amica dei detenuti alla quale i nostri vertici hanno consegnato (metaforicamente) le chiavi delle carceri, tanto fanno entra ed esci dagli Istituti, facendo le pulci ad onesti lavoratori dello Stato che non vengono calcolati nel loro giusto valore umano e sociale.

Noi siamo le vittime di questa politica irrazionale; le carceri sono diventate ingestibili per colpa vostra, delle vostre teorie strampalate, della mancanza di coraggio in Europa ovvero di dire le cose come stanno: noi non siamo l’Olanda o la Danimarca, abbiamo una storia criminale coi controcazzi, non è possibile applicare la Torreggiani.

E invece no: tutti proni ad accettare sentenze, raccomandazioni, mentre gli altri Paesi – ad esempio in materia di migranti – fanno le barricate, mettono i carri armati ai confini fottendosene dell’Europa.

Noi no.

Noi siamo la culla della civiltà, noi siamo gli ipergarantisti del vitalizio ai parlamentari, fino alla loro settima generazione, noi possiamo applicare la Torreggiani, tanto nelle carceri nel front line ci sono i poveri poliziotti penitenziari; che si ammazzino pure uno al mese, tanto nessuno crede alla teoria del disagio lavorativo.

Poveri noi, poveri poliziotti penitenziari ... vittime della Torreggiani.

 

 


Scritto da: Nuvola Rossa
(Leggi tutti gli articoli di Nuvola Rossa)






 

Ultime Notizie Le ultime foto pubblicate
Milano Beccaria. Don Rigoldi: situazione al limite, senza direttore titolare, muro di cinta basso e personale troppo giovane
Barcellona PG: anche i medici penitenziari contro il DAP
Droga nelle parti intime per il compagno detenuto: scoperta ed arrestata dalla polizia
Sfiorata la sommossa nel carcere di Larino
Carceri in Liguria, il Sappe lancia l’allarme: «Situazione tesa e preoccupante»
Carceri, la riforma rischia di slittare a dopo il voto. Troppe pene alternative
Carcere di Parma: un’altra grave aggressione ad agente penitenziario
Mobili distrutti e water divelti: caos al Beccaria


La Polizia Penitenziaria in una foto", il primo album fotografico della Polizia Penitenziaria creato dagli appartenenti alla Polizia Penitenziaria stessa!

 Foto della Polizia Penitenziaria Inviaci le tue!

Più di 1.300 ricevute in un anno!

 


Commenti Commenti dei lettori

n. 5


Splendida analisi nuvola rossa!!!! E nonostante quello che tu dici sia sacrosanto tutti continuano a far finta di non vedere in quali condizioni hanno ridotto il Corpo, gli istituti.....la sicurezza di questo paese allo sbando. Mamma mia....quale futuro ci dobbiamo attendere.....

Di  Rassegnato  (inviato il 11/08/2017 @ 21:50:34)


n. 4


Per il commento 2
E il servizio di polizia stradale che ne sarà

Di  Anonimo  (inviato il 10/08/2017 @ 13:23:30)


n. 3


http://www.quotidianodelsud.it/calabria/politica/2017/08/09/carcere-vibo-sappe-prosegue-protesta-troppi-pochi-agenti-detenuti

Di  dato  (inviato il 10/08/2017 @ 13:03:10)


n. 2


Non solo della Torreggiani ?

Di  Anonimo  (inviato il 10/08/2017 @ 11:35:43)


n. 1


Ordinamento Penitenziario L 354/75 - art. 1 co. 3 - Negli istituti devono essere mantenuti L'ORDINE E LA DISCIPLINA;

Ordinamento del Corpo 395/90 - art. 5, co. 2 - il Corpo...attende ad assicurare l'esecuzione dei provvedimenti restrittivi; GARANTISCE L'ORDINE ALL'INTERNO DELLE "PRIGIONI" E NE TUTELA LA SICUREZZA...

Ma questi capisaldi normativi sono cambiati?

Di  Topo  (inviato il 10/08/2017 @ 10:56:37)




Scrivi un commento Scrivi un commento

Testo (max 1000 caratteri)

Nome

Link (Visibile a tutti)


Email (Visibile solo dall'amministratore)


Salva i miei dati per futuri commenti

Ricevi in email la notifica di nuovi commenti

I commenti sono moderati. Il tuo commento sarà visibile solo quando approvato.
Il seguente campo NON deve essere compilato.



Disclaimer
L'indirizzo IP del mittente viene registrato, in ogni caso si raccomanda la buona educazione.

54.83.66.51


Pagina Facebook di Polizia Penitenziaria

Email Polizia Penitenziaria. Richiedila gratis o a pagamento




Tutti gli Articoli
1 Il nuovo ruolo degli Ispettori con carriera a sviluppo direttivo

2 Riordino dei ruoli della Polizia Penitenziaria e dirigenza dei Funzionari del Corpo. Capitolo 2

3 La riforma dell’ordinamento penitenziario: osservazioni e considerazioni

4 Le osservazioni del Cons. Ardita sulla riforma ordinamento penitenziario: il testo integrale audizione Commissione Giustizia del Senato

5 Al carcere di Augusta ci sono sindacati della Polizia Penitenziaria che scrivono al Garante dei detenuti

6 Nuova circolare Dap per uso dei social: regole deontologiche, immagine e decoro. (o nascondere degrado, incuria e abbandono?)

7 Il Commissario Capo Giuseppe Romano insignito del prestigioso premio: Il discobolo d’oro

8 Le osservazioni del Procuratore Aggiunto di Catania Sebastiano Ardita alla riforma dell''ordinamento penitenziario

9 Max Forgione, un grande uomo salito in cielo

10 In memoria dell''Assistente Capo Paolo Gandolfo





Tutti gli Articoli
1 Polizia Penitenziaria: accorpamento nella Polizia di Stato o nei Carabinieri?

2 Polizia Penitenziaria: accorpamento non si farà, ecco perchè

3 Il boss e il pentito si incrociano in aereo: la Polizia Penitenziaria evita alo scontro fisico tra i due

4 Corte Cassazione: Sciopero della fame detenuti è un''azione dimostrativa di scontro e di ostilità verso le istituzioni

5 Rapporto Ragioneria Generale dello Stato: dipendenti statali meno 7,2 per cento. Polizia Penitenziaria meno trentacinque per cento!

6 Ancora due Agenti penitenziari aggrediti da detenuto nel carcere di Rebibbia

7 Comunicato DAP: la solidarietà a Luca Traini in carcere è una notizia priva di fondamento

8 Carcere di Parma: un’altra grave aggressione ad agente penitenziario

9 Il carcere è troppo duro per Michele Zagaria: il suo avvocato dice che il 41-bis lo deprime

10 Carceri, la riforma rischia di slittare a dopo il voto. Troppe pene alternative


  Cerca per Regione