Gennaio 2017
  Scarica il file .pdf del numero della Rivista Gennaio 2017  
  Archivio riviste    
Non è ancora svelato il mistero del Protocollo Farfalla, che al DAP spuntano altri protocolli compromettenti …


Polizia Penitenziaria - Non è ancora svelato il mistero del Protocollo Farfalla, che al DAP spuntano altri protocolli compromettenti …

Notizia del 20/01/2014

in Consoliamoci con l'ironia.

(Letto 3971 volte)

Scritto da: Il Giullare di Corte

 Stampa questo articolo     Leggi i Commenti Commenti dei lettori


Nei mesi scorsi ha destato molto clamore ed interesse il cosiddetto Protocollo Farfalla, quel protocollo che sembrava un accordo segreto tra DAP e AISI, i servizi segreti interni italiani.

Tra mille conferme, smentite, parziali ammissioni e poi ancora smentite, il Protocollo Farfalla ha continuato a svolazzare qua e là senza farsi prendere del tutto.

Nel frattempo, però, i servizi segreti della nostra Rivista, sono riusciti a scoprire altri compromettenti protocolli segreti siglati dal DAP e dai suoi Dirigenti, in tutti questi anni di attività.

Ecco la lista completa!

 

PROTOCOLLO BRADIPO
E’ il protocollo siglato con un’organizzazione rimasta ancora segreta, che fa in modo che i cervelli dei Dirigenti DAP lavorino con una frequenza minore rispetto alla media delle loro potenzialità (che già non è proverbiale). Sembra che gli effetti del rallentamento si acuiscano nonappena i Dirigenti devono prendere delle decisioni che non hanno un precedente a cui rifarsi. Alcuni picchi sono stati registrati quando i Dirigenti si sono trovati di fronte a decisioni potenzialmente favorevoli al personale, ma lo strano fenomeno raggiunge il suo massimo in caso di decisioni a favore della Polizia Penitenziaria. In quelle occasioni i cervelli smettono di funzionare di colpo (vedi protocollo Opossum di seguito) per poi riprendere l’attività piano, piano, quando la decisione è stata accantonata del tutto.

 

PROTOCOLLO OPOSSUM
Quando si profila all’orizzonte una situazione anche solo potenzialmente favorevole alla Polizia Penitenziaria come Corpo, fosse anche un singolo Poliziotto, il DAP tira fuori il protocollo Opossum, in onore del simpatico animaletto che si finge morto quando è in difficoltà. In questo caso il Dirigente o il Funzionario addetto alla pratica si nega al telefono, camuffa i propri tratti somatici ed è disposto anche a passare più tempo con i propri familiari, lontano dalla comoda poltrona del DAP, pur di non contribuire alla concessione del potenziale vantaggio.

 

PROTOCOLLO CAMALEONTE
E’ un protocollo firmato dal DAP, di volta in volta, con il Ministro in carica e fa in modo che tutte le decisioni (o i capricci) del Ministro di turno, vengano accolte con dimostrazioni di giubilo in tutto il DAP e sedi dirigenziali periferiche.

 

PROTOCOLLO (COCCIUTO COME UN) MULO
Il DAP tira fuori il Protocollo Mulo quando c’è da discutere di questioni sindacali. A nulla valgono le osservazioni sindacali, l’evidenza, il buon senso. Il DAP quando è in modalità Protocollo Mulo è capace anche di dare torto a sé stesso, alle proprie Circolari o alla Legge italiana ...

 

PROTOCOLLO CUCULO
Il Protocollo Cuculo è quel comportamento dei Dirigenti DAP che, all’opposto del Protocollo Opossum, quando c’è da approfittare della Polizia Penitenziaria, affondano a piene mani nei vantaggi derivanti dall’avere alle proprie dipendenze un Corpo di Polizia dello Stato.

A partire dal Capo DAP, che a mala pena ne conosce il nome, la storia, i simboli e i valori ( Un Corpo di Polizia dello Stato è in mano a dei dilettanti … , ma non si fa scrupolo ad incassare ogni mese lo stipendio da Capo della Polizia Penitenziaria ( Giovanni Tamburino Capo DAP (e della Polizia Penitenziaria) ), fino ad arrivare al più giovane dei dirigenti che non si fa scrupolo ad utilizzare l’auto della Polizia Penitenziaria.

Per il Protocollo Cuculo, ognuno che al DAP (e diramazioni periferiche) può approfittare della Polizia Penitenziaria, approfitta.

 

PROTOCOLLO FARFALLA (QUELLO VERO)
Il vero Protocollo Farfalla, invece, è quello che contraddistingue la maggior parte dei Dirigenti DAP.

Prima di diventare farfalla, il bruco passa quasi tutta la sua vita lavorativa ad ingrassare, fagocitando tutto quello che trova, per il solo fatto che non conosce altro stile di vita e di lavoro. A nulla valgono gli antiparassitari perché il bruco, adottando contemporaneamente i protocolli Camaleonte, Opossum, Bradipo, Mulo e Cuculo, può sopravvivere ad ogni cambiamento politico e di Governo. Alcuni, ma solo alcuni, per un paio di giorni della loro vita lavorativa, possono assumere le sembianze di una farfalla, per salvare la faccia e mostrarsi colorati, leggiadri e innocui.

 

PROTOCOLLO COZZA
E’ l’ultima trovata di alcuni Dirigenti DAP che pur di non perdere i vantaggi del Cuculo derivanti dalla sopraggiunta ora del loro (immeritato) pensionamento, si attaccano alla poltrona come una cozza, costi quel che costi ( Interrogazione Parlamentare sulla permanenza in servizio del dott. Emilio Di Somma ).

 


Scritto da: Il Giullare di Corte
(Leggi tutti gli articoli di Il Giullare di Corte)






 

Ultime Notizie Le ultime foto pubblicate
Agente Penitenziario sorprende i ladri in casa che lo aggrediscono: ricoverato al pronto soccorso
Tre Poliziotti penitenziari feriti da un detenuto con forbici affilate appositamente
Carceri italiane ed edilizia penitenziaria: al massimo si da una ritinteggiata
Nuovo carcere a Nola: in scadenza il bando per la realizzazione
Chiso l''OPG di Montelupo Fiorentino: consiglieri comunali accusano sprechi e disagi
Furgone della Polizia Penitenziaria con ergastolano a bordo si blocca per guasto al motore: interviene la Polstrada
Decreto Milleproroghe, Sappe: Buona notizia via libera a 887 assunzioni nella Polizia Penitenziaria
15 febbraio 1977, 40 anni fa l''arresto di Renato Vallanzasca


La Polizia Penitenziaria in una foto", il primo album fotografico della Polizia Penitenziaria creato dagli appartenenti alla Polizia Penitenziaria stessa!

 Foto della Polizia Penitenziaria Inviaci le tue!

Più di 1.300 ricevute in un anno!

 


Commenti Commenti dei lettori

n. 4


Il protocollo "BRADIPO", lo rinominerei "BRADIPO IN COMA"
Ovvero i riflessi da bradipo in coma che ha la dirigenza del DAP nel gestire ed affrontare eventi ordinari e critici

Di  PASQUINO  (inviato il 21/01/2014 @ 09:31:14)


n. 3


fantastico articolo. aggiungo il protocollo cavallo. un protocollo segreto che molti poliziotti e funzionari comp. ministeri sottoscrivono a voce. consiste nel cavalcare sempre il cavallo vincente facendo tutto quello che gli si dice anche calpestando la loro dignità e la legge. non contestano gli ordini illegittimi e li eseguono sempre (vedi protocollo mulo), sfidandoti a ricorrere, sapendo che tu non lo fai perchè, invece, contrariamente a loro che non hanno altro da fare se non perseguitarti e vendicarsi, tu preferisci lavorare, per amore, per dovere, per coscienza. tutte brutte parole per loro. e ti odiano per questo. perchè non tenti ogni giorno di fotterli come fanno loro con te. ma verrà il giorno, molto presto, che dovranno imparare a zappare o il mestiere più antico del mondo.
ricordiamoci che loro non sono nessuno senza gli aderenti al protocollo cavallo.
ignoriamoli e loro non avranno seguito. I S O L I A M O coloro i quali non hanno più credibilità. e la smetteranno di torturare chi lavora. è un vecchio metodo mafioso. solo che i mafiosi isolano coloro che lavorano per lo stato. noi isoliamo coloro che NON LAVORANO E NON VOGLIONO LAVORARE.

Di  Antonio  (inviato il 20/01/2014 @ 23:56:50)


n. 2


andiamoci piano con tutti questi protocolli, l'ha detto anche I'll capo che non sa e non vuole sapere niente!,, altro che cenerentola ormai siamo lo zimbello della pubblica amm.ne!!!

Di  gianni  (inviato il 20/01/2014 @ 17:17:32)


n. 1


Bellissima...
E pensare che dal titolo pensavo ad un articolo di qualche rivista di gossip o sito antagonista convinto...
E a differenza di questi il giullare ha detto la verità...

Di  Alessandro  (inviato il 20/01/2014 @ 13:41:36)




Scrivi un commento Scrivi un commento

Testo (max 1000 caratteri)

Nome

Link (Visibile a tutti)


Email (Visibile solo dall'amministratore)


Salva i miei dati per futuri commenti

Ricevi in email la notifica di nuovi commenti

I commenti sono moderati. Il tuo commento sarà visibile solo quando approvato.
Il seguente campo NON deve essere compilato.



Disclaimer
L'indirizzo IP del mittente viene registrato, in ogni caso si raccomanda la buona educazione.

54.146.184.210


Pagina Facebook di Polizia Penitenziaria

Email Polizia Penitenziaria. Richiedila gratis o a pagamento




Tutti gli Articoli
1 Celebrazioni 200 anni di storia del Corpo di Polizia Penitenziaria: autorizzata l’emissione della moneta d’argento da 5 euro

2 Catturato dalla Polizia Penitenziaria uno degli evasi dal carcere di Rebibbia: indagini in corso sui complici della latitanza

3 A chi danno fastidio i servizi di polizia stradale della Polizia Penitenziaria?

4 Riordino, organici dirigenziali: tra eccessi e sottodimensionamenti dei dirigenti della Polizia Penitenziaria

5 Foibe, il martirio degli Agenti di Custodia

6 La sospensione delle ordinarie regole di trattamento penitenziario (art. 41-bis)

7 Ufficiali medici nel Corpo di Polizia Penitenziaria?

8 Rapporto Eurispes: la Polizia Penitenziaria sgradita a un italiano su due

9 Il Ministro Orlando dichiara cessata l''emergenza sovraffollamento delle carceri, ma i dati lo smentiscono

10 Anche i mafiosi hanno fame





Tutti gli Articoli
1 Decreto Milleproroghe, Sappe: Buona notizia via libera a 887 assunzioni nella Polizia Penitenziaria

2 Blitz della Polizia Penitenziaria: tre arresti per spaccio di droga a Napoli nelle prime ore della mattinata

3 Detenuto cinese violenta la figlia: compagno di cella marocchino lo sodomizza per un mese nel carcere di Prato

4 Poliziotto penitenziario travolto da auto mentre era in moto: è ricoverato in gravi condizioni

5 La latitanza dorata del detenuto evaso da Rebibbia catturato dal NIC della Polizia Penitenziaria

6 Ex scuola della Polizia Penitenziaria di Moastir pronta ad accogliere i migranti: quasi ultimati i lavori

7 Detenuto sorpreso ad aggiornare il proprio profilo Facebook dal carcere di Marassi

8 Bidognetti, il capoclan dei Casalesi, comunicava dal 41-bis con messaggi nascosti

9 Furgone della Polizia Penitenziaria con ergastolano a bordo si blocca per guasto al motore: interviene la Polstrada

10 Danneggiò le auto dei Poliziotti nel parcheggio del carcere di Ancona: individuato grazie alle telecamere


  Cerca per Regione