Novembre 2016
  Scarica il file .pdf del numero della Rivista Novembre 2016  
  Archivio riviste    
Nuclei Traduzione alla deriva.


Polizia Penitenziaria - Nuclei Traduzione alla deriva.

Notizia del 27/11/2010

in Nuvola Rossa

(Letto 3776 volte)

Scritto da: Nuvola Rossa

 Stampa questo articolo     Leggi i Commenti Commenti dei lettori


 

    Un furgone lanciato ad alta velocità, i freni che cedono; il terrore stampato sul volto dell’autista che non può fermare la corsa del blindato che si schianta contro un’auto ferma. Risultato: 8 feriti. Poteva andare peggio; poteva scapparci il morto.
     Da anni, i coordinatori del Nuclei lanciano grida d’allarme inascoltati. I mezzi sono quasi tutti fatiscenti, hanno al loro attivo 300, 400 mila chilometri, quando piove entra acqua all’interno dell’abitacolo, spesso d’estate l’aria condizionata è guasta, motori che fondono, copertoni che scoppiano all’improvviso mettendo seriamente a repentaglio la vita dei colleghi.
     Mezzi ricoverati in officina: non ci sono soldi per la manutenzione. Ma l’Autorità Giudiziaria vuole il detenuto in udienza; ai giudici non interessa se il Nucleo vive una seria difficoltà causata dalla mancanza di uomini e mezzi; il diritto del detenuto prevale sulle esigenze operative e così se non c’è il furgone disponibile, il detenuto può essere portato in Tribunale in auto, purchè si assicuri l’udienza. Se le auto sono quasi tutte fuori uso e il ragioniere deve essere accompagnato alla Banca d’Italia, lo si fa con l’automontata con le insegne Polizia Penitenziaria, con buona pace di tutte le normative in proposito che ne vieterebbero il trasporto. Il detenuto agli arresti domiciliari deve essere portato in clinica per una serie di dieci cicli di fisioterapia o semplicemente per togliere i punti, e lo deve fare la polizia penitenziaria senza che questo scandalizzi nessuno, nemmeno i segretari generali di qualche sindacato che non hanno altro di meglio da fare che criticare Nuvola Rossa perché scrive di problemi superficiali (lascio a voi il giudizio).
      Oggi c’è bisogno di una revisione del modello organizzativo dei Nuclei; c’è bisogno di un ricambio totale del parco mezzi; c’è bisogno di nuova linfa, di giovani autisti per far riposare quelli già spremuti e avanti con gli anni; c’è bisogno di regolamentare il “turismo giudiziario”, attivando quanto più possibile le video conferenze o istituendo dei circuiti attraverso internet con uso di web cam per limitare al massimo le passeggiate dei nostri utenti; c’è bisogno di direttive precise da parte del DAP che permettino di sanzionare disciplinarmente quei detenuti che creano continuamente disservizi prendendosi gioco della polizia penitenziaria, rinunciando all’ultimo momento ad andare all’udienza quando già sono stati approntati mezzi e uomini – non si può continuare, infatti, a mio giudizio ad essere ancora garantisti con certi detenuti che palesemente giocano creando enormi disagi all’organizzazione del lavoro.
     Vorrei chiedere ai nostri vertici del DAP: che fine ha fatto quella famosa commissione istituita per cambiare il modello organizzativo dei Nuclei? E ancora: come mai il direttore dell’ufficio centrale NTP non ha mai sentito il bisogno di convocare a Roma tutti i coordinatori dei Nuclei al fine di rendersi conto in quale pantano si muove la pol pen e accettare suggerimenti? Forse, come il segretario generale di un importante sindacato, era impegnato in cose più serie ed importanti.
     In periferia si può anche morire d’infarto per il troppo stress e per i troppi problemi legati alla gestione di un Nucleo Traduzione che deve assicurare tantissimi servizi con pochissimi uomini; è ciò che accadde ad un mio amico Ispettore (Che Dio l’abbia in gloria) alla fine di una giornata particolarmente stressante.
    L’importante però, per il DAP è che gli agenti dei Nuclei che portano in Tribunale quei detenuti che si sono resi protagonisti di fatti eclatanti per i quali i media sono in agguato nelle aule di giustizia, siano con la divisa in ordine, con il basco in testa, possibilmente con qualche bella collega in divisa, e con a seguito qualche auto fiammante e pulita con a bordo qualche Commissario, purchè dalla televisione o dai servizi del telegiornale se ne tragga un’immagine positiva per l’Amministrazione Penitenziaria.
 
 
Nuvola Rossa
 
 

Scritto da: Nuvola Rossa
(Leggi tutti gli articoli di Nuvola Rossa)






 

Ultime Notizie Le ultime foto pubblicate
Rivolta nel carcere di Velletri: Polizia Penitenziaria sul limite di usare la forza
Il carcere di Sala Consilina rimarrà chiuso: il Consiglio di Stato ha accolto provvisoriamente il ricorso del Ministero contro il TAR
Condannato per aver aggredito Poliziotti penitenziari nel carcere di Sanremo. Arrestato e riportato in carcere
Quattro detenuti evadono dal carcere minorile di Monteroni di Lecce: allarme dato in mattinata
Agente Penitenziario si spara in bocca con pistola d''ordinanza mentre era in sala di attesa dell''ospedale. E'' in coma
Santi Consolo: senza la Magistratura di Sorveglianza potremmo spostare tutte le madri detenute in pochi giorni
Indagini nel carcere di Padova per capire chi ne ha disposto il declassamento da detenuti alta sicurezza a detenuti comuni
La nuova Legge che obbliga i Poliziotti a riferire ai propri superiori le indagini giudiziarie


La Polizia Penitenziaria in una foto", il primo album fotografico della Polizia Penitenziaria creato dagli appartenenti alla Polizia Penitenziaria stessa!

 Foto della Polizia Penitenziaria Inviaci le tue!

Più di 1.300 ricevute in un anno!

 


Commenti Commenti dei lettori

n. 18


Qualche giorno fa ho manifestato la mia insofferenza al modo con cui viene gestito il servizio traduzioni. Adesso ho detto basta, sono riuscito ad uscire da questo incubo. Sono ritornato in sezione. Finalmente sò quando andare in servizio e quando andrò a casa. Ho fatto una semplice richiesta di uscita dal NTP e tutto è ritornato alla normalità. Ragazzi fatevi sotto, basta poco per chiudere con questo servizio. Fatta questa esperienza posso affermare che questo servizio si può e si deve ottimizzare sia nei costi ( enormi) che nel personale impiegato. Risparmiando, quindi, anche nei mezzi. Per quanti rimangono auguro loro buon viaggio.

Di  TOM  (inviato il 09/12/2010 @ 02:11:08)


n. 17


buongiorno, ogni qualvolta si apre un dibbattito ne viene fuori una guerra tra poveri tutti contro tutti. Fare l'ispettore o il commissari della Pol pen è facile, stare a capo di un NTP il fiore all'occhiello della Polizia pen è ancora più facile . Bisogna solo, senza discutere, eseguire gli ordini dalla A.G e dalla A.D e farli rispettare, se la truppa non li rispetta o cerca di lamentarsi si esce la parolina magica : ti faccio rapporto o dire questo è il Nucleo...... quindi come dici tu nuvola rossa, da noi , per fare il graduato, terza media basta e avanza. Non so se negli altri corpi pero almeno loro sono temuti da tutti. Ecco cosa manca nel corpo gli strateghi i pensatori che hanno caparbieta coraggio e l'istruzione. (per questo c'è un detto che dice in guerra meglio che muoiono 1000 soldati che un generale ). rispondi a queste domande n r e forse capiamo perche non siamo considerati dagli altri (AG. FF.PP , AD ecc ecc), i quali ci ordinano o ci chiedono la qualsiasi e i nostri graduati per ignoranza , per paura, per sudditanza psicolagica eseguono e fanno eseguire . ma ci siamo chiesti ma,i per restere in tema di traduzioni, perche dobbiamo tradurre i detenuti al tribunale di sorveglianza e per gli interrogatori e non vengono i giudici in carcere, che gli spetta? e se loro scrivono per esigenze giudiziarie e inviano l'ordine di traduzione, perche i nostri graduati non convincono o costringono la AD a scrivere AAGG che abbiamo carenze di personale cronico, e per conoscenza si manda ministero a l dap praP. perchè ogni qualvolta autorizzano agli aadd a fare cose impossibili non si chiede di farglieli eseguire senza scorta ? . ecc ecc una risposta la vorrei dare : Forse perche è meglio o è piu facile per i nostri graduati eseguire l'ordine e non avere problemi forse perche si ha paura di sbagliare si ha paura di interaggiare con AG o con a d , perche si ha paura di dire o scrivere qualcosa sgrammaticato, tanto pensano chi lavora è la truppa............. Nuvola rossa indignato speciale, tu che puoi fare qualcosa nel tua realtà (e noi sappiamo perche) perche non cominci tu , e dai anche l' input ai tuoi colleghi? rifletti....... io sono sempre disponibile al dialogo purche sia umile onesto, intelligente non demacogico,costruttivo ma soprattutto supportate da disposizioni o legge . il confronto fra realta diverse puo cambiare le cose se voi graduati vi chiudete a riccio e vi guardate il vostro il corpo non cambia. e almeno potete dire ci abbiamo provato..... viva la polizia penitenziaria

Di  faccia verde  (inviato il 07/12/2010 @ 14:24:23)


n. 16


Che delusione !!!!!!!! siamo arrivati alla guerra tra poveri. Qui si parla di Nucleo, quando si parlerà di sezioni saremo lieti di solidarizzare con chi lavora in sezione tra mille difficoltà. Tutto questo giova solo a chi ci rema contro.Meditate gente, meditate...

Di  antonio  (inviato il 06/12/2010 @ 22:18:13)


n. 15


Visto che ai Nuclei state così male , venite all'interno dei reparti detentivi che starete molto meglio .
Sarete così contenti che ritornerete ai Nuclei anche , anche se vi toglieranno delle competenze spettanti .
Dimostrate il contrario , fate richiesta d' uscita , verranno a pregarvi dopo .
Il problema è avere il coraggio di farlo .

Di  Enrico  (inviato il 05/12/2010 @ 18:37:25)


n. 14


ma la colpa di tutto questo di chi è? Sicuramente dello stato, che taglia le risorse,e non solo nei mezzi ; Ma nel personale che si stringe sempre di più.Io personalmente mi sarei rifiutato di guidare mezzi in quello stato,lo avrei fatto guidare dal capo del dap, e li da anni ma non risolve i problemi che da anni e anni la situazione non cambia,dia le dimissioni vada a casa ;Mettono gente che conosca il problema della polizia pen.Vero dott. Ionta

Di  mik  (inviato il 04/12/2010 @ 23:11:24)


n. 13


andate a fare le sezioni.

Di  giampiero  (inviato il 04/12/2010 @ 20:59:05)


n. 12


io sapete che vi dico.ma sto nucleo vi piace proprio.a me sembra che non vogliate fare le sezioni detentive.allora tenetevi i vostri mezzi fatiscenti o andateci con le vostre macchine.volete la bicicletta allora pedalate.

Di  giampiero  (inviato il 04/12/2010 @ 20:57:11)


n. 11


Sono daccordo con te michele.Io però non userei i treni ma i pulman tipo May Way, che sono costati un sacco di denari e vengono scarsamente utilizzati. Avrei anche le tratte: Lecce- bologna, Napoli- Reggio Calabria, Roma- Milano. Ma non la faranno mai, sono troppo impegnati per pensare. Un saluto a tutti.

Di  antonio  (inviato il 02/12/2010 @ 18:21:10)


n. 10


Vorrei proporre a Codesta sigla Sindacale che si faccia portavoce al DAP Ufficio Centrale delle Traduzioni, il ripristino immediato della periodica, che a modesto parere dello scrivente risolverebbe la meta' dei problemi per i vari Nuclei, avendo un notevole risparmio di uomini e mezzi. Inoltre sarebbe utile istituire anche a livello regionale una sede presso la quale avere un collegamento in video conferenza nazionale, a beneficio degli Istituti ivi ricadenti.

Di  Michele Rochira  (inviato il 01/12/2010 @ 23:43:47)


n. 9


caro anonimo se l'amministrazione si trova in uno stato pietoso, come dici tu, forse e colpa di chi da decenni riscalda le poltrone. Se in alcune realtà i servizi di missione non vengono saldati da 18 mesi ( proprio così ), se i mezzi fanno letteralmente pietà, se si movimentano detenuti con la metà del personale previsto di chi è la responsabilità. Ma si diamo ancora una volta la colpa ad entità inesistenti.

Di  antonio  (inviato il 01/12/2010 @ 10:31:49)


n. 8


Grazie Franco. Sono proprio i commenti come il tuo che mi impongono di non mollare e di denunciare pubblicamente (sicuramente meglio delle note sindacali ........) le storture di un sistema penitenziario che più di altri settori merita di essere riformato. Fai conto che l'articolo è pronto.....

Di  Nuvola Rossa  (inviato il 30/11/2010 @ 20:44:07)


n. 7


nuvola rossa avrai letto sicuramente la lettera circolare n° 0453318-2010 USCTP del 05/11/2010 ti prego di contestarla non fa altro che ledere i diritti dei colleghi, io lo farò come segretario sappe, ma sicuramente il Tuo intervento sarà molto più ascoltato di quello di un povero segretario locale del sempre grande SAPPE.

Di  franco denisi  (inviato il 30/11/2010 @ 14:42:54)


n. 6


Complimenti nuvola rossa, continua così, solo un uomo saggio e con grande esperienza lavorativa come la Tua può scrivere e denunciare queste cose
un tuo grande ammiratore

Di  franco denisi  (inviato il 30/11/2010 @ 14:36:03)


n. 5


cari colleghi....l'ammimistrazione è in uno stato pietoso...dovuto principalmente a carenze di risorse umane ..strumentali nonchè economiche.....forse la direttiva dell'uctp era finalizzata a superare l'attuale momento economico/politico che vive lo Stato Italiano, invitando ad una maggiore collaborazione tutti noi appartenenti e sicuramente diretta a quelle pochissime persone che prestano scarsa collaborazione...A mio modesto parere..appare ben più grave...che personale appena uscito dal corso di formazione....goda immediatamente di distacchi sindacali....!!! quale contributo può dare al sindacato o meglio al personale di pol pen....una persona inesperta che non conosce la realtà penitenziaria nonchè operativa..???? forse è proprio dai sindacati che a volte...vengono compressi i diritti a quel personale che ne ha diritto e bisogno....!!!
l'amministrazione penitenziaria....oggi si mantiene a galla..solo grazie allo spirito di sacrificio di tanti appartenenti alla pol pen, ma con una maggiore collaborazione tra tutti gli uffici e le figure interessate in qst indotto chiamato "galera" forse staremo leggermente meglio..soprattuto noi che viviamno le realtà operative.....grazie e perdonatemi se ho detto stupidaggini....è solo ed esclusivamente un mio pensiero..... un abbraccio a tutti...

Di  anonimo  (inviato il 29/11/2010 @ 19:13:51)


n. 4


caro N.R. avrai letto sicuramente la lettera circolare n° 0453318-2010 USCTP del 05/11/2010. Tale disposizione altro non è che lo strumento che l'Amministrazione ha messo a punto per spremere impunemente il personale. Non vi è sufficente spazio per commentarla nel dettaglio, ma spero che di ciò si possa discutere. Questo "orrore" va contestato.

Di  antonio  (inviato il 28/11/2010 @ 17:34:56)


n. 3


Mi sei piaciuto in particolare nella parte riguardante il "turismo giudiziario"! Concordo pienamente con te Nuvola Rossa.
Ho lavorato per tre anni e mezzo al NTP e mi sono reso conto di quanto è inutile quel tipo di servizio: Ma cosa aspettano a far vedere i processi ai carcerati davanti ad un monitor? Si risolverebbero tutti i problemi! Non trovi?
A mio parere si tratta semplicemente di business, ecco perchè continua ad esistere un servizio così stupido!

Di  Antonio Loi  (inviato il 28/11/2010 @ 00:58:29)


n. 2


la sacro santa verità sui NTP intervenite al più presto istituendo anche la specilità per il personale

Di  Anonimo  (inviato il 27/11/2010 @ 19:58:50)


n. 1


Bene caro N.R. hai prospettato con dovizia di particolari, e con esposizione chiara quello che è l'attuale disastro che sono i nuclei traduzioni. Hai dimenticato un piccolo particolare che riguarda un'altro adempimento spettante ai ragazzi dei nuclei. Le sale operative. Ti ricordo che sotto le mentite spoglie della nostra sicurezza, si cela un controllo a dir poco asfissiante del personale tutto. Siamo continuamente posti sotto controllo con continue chiamate per sapere dove siamo e cosa facciamo. Sarebbe opportuno che per rispetto delle responsabilità che noi capo scorta abbiamo ci sia un controllo più discreto e meno asfissiante.
CAPO SCORTA STANCO.

Di  TOM  (inviato il 27/11/2010 @ 18:07:36)




Scrivi un commento Scrivi un commento

Testo (max 1000 caratteri)

Nome

Link (Visibile a tutti)


Email (Visibile solo dall'amministratore)


Salva i miei dati per futuri commenti

Ricevi in email la notifica di nuovi commenti

I commenti sono moderati. Il tuo commento sarà visibile solo quando approvato.
Il seguente campo NON deve essere compilato.



Disclaimer
L'indirizzo IP del mittente viene registrato, in ogni caso si raccomanda la buona educazione.

54.161.128.52


Pagina Facebook di Polizia Penitenziaria

Email Polizia Penitenziaria. Richiedila gratis o a pagamento




Tutti gli Articoli
1 Le tristi notti del poliziotto penitenziario cinquantenne

2 La vecchia Zimarra di Regina Coeli a cena intorno al proprio Comandante Francesco Ventura

3 Commozione per la morte di due detenuti, ma la stampa omette di dire che uno aveva stuprato una bambina disabile e l''altro ucciso i genitori adottivi

4 Tre buoni motivi per cui la Polizia Penitenziaria non può essere sciolta come la Forestale

5 Un lutto improvviso: ci lascia Andrea Accettone, collega, segretario, come un fratello

6 I veri nemici della Polizia Penitenziaria

7 Come mi mancano gli Agenti di Custodia … allora non c’erano suicidi tra di noi … perché?

8 Bologna: poliziotto penitenziario di 44 anni lotta tra la vita e la morte dopo essersi sparato un colpo di pistola alla testa

9 La sanzione disciplinare nei confronti del poliziotto penitenziario

10 Statistiche delle carceri in Italia: i polli di Trilussa e i polli del DAP





Tutti gli Articoli
1 Agente Penitenziario si spara in bocca con pistola d''ordinanza mentre era in sala di attesa dell''ospedale. E'' in coma

2 Assunzioni in Polizia Penitenziaria e scorrimento graduatorie: Governo rifiuta gli emendamenti Ferraresi (M5S)

3 Rivolta nel carcere di Velletri: Polizia Penitenziaria sul limite di usare la forza

4 Quindici colpi di pistola contro il Poliziotto penitenziario: le prime indagini dei Carabinieri

5 Informativa DAP: ai mujaheddin kosovari è arrivato ordine di attaccare l''Italia

6 La nuova Legge che obbliga i Poliziotti a riferire ai propri superiori le indagini giudiziarie

7 Morì sotto il furgone della Polizia Penitenziaria: per la Procura responsabili autista e gli operai del cantiere

8 Quattro detenuti evadono dal carcere minorile di Monteroni di Lecce: allarme dato in mattinata

9 Detenuto in permesso premio sequestra, rapina e violenta una ragazza in un ufficio pubblico

10 Sparatoria tra Poliziotto penitenziario e macedone: lite scoppiata per motivi sentimentali


  Cerca per Regione