Febbraio 2017
  Scarica il file .pdf del numero della Rivista Febbraio 2017  
  Archivio riviste    
Nucleo Investigativo Centrale della Polizia penitenziaria: Cosa è, cosa era e cosa si voleva che fosse


Polizia Penitenziaria - Nucleo Investigativo Centrale della Polizia penitenziaria: Cosa è, cosa era e cosa si voleva che fosse

Notizia del 23/06/2012

in Le Opinioni

(Letto 12337 volte)

Scritto da: Interventi ricevuti

 Stampa questo articolo     Leggi i Commenti Commenti dei lettori


 

Negli ultimi tempi si sente parlare spesso del NIC (acronimo per Nucleo Investigativo Centrale) della Polizia Penitenziaria. Purtroppo non sempre se ne sente parlare bene.
Probabilmente a causa del comportamento di pochi (più o meno due o tre individui) si è cominciata a diffondere la convinzione che l’organismo di polizia giudiziaria del Corpo si impegni principalmente ad indagare sui colleghi, anziché occuparsi di investigazioni canoniche sulla criminalità organizzata.
Per quello che mi risulta personalmente, invece, il NIC – o perlomeno la stragrande maggioranza del personale del NIC – svolge scrupolosamente i propri compiti istituzionali, peraltro con ottimi risultati.
Proviamo a ricostruire l’evoluzione e la genesi storica del Nucleo.
Con Decreto Ministerialedel 14 giugno 2007 è stato istituito presso il Dipartimento dell’Amministrazione Penitenziaria, il Servizio Centrale di Polizia Giudiziaria del Corpo di Polizia Penitenziaria, denominato Nucleo Investigativo Centrale.
L’organismo alle dipendenze funzionali e sotto la direzione dell’Autorità Giudiziaria, a pochi anni dalla sua istituzione, si è contraddistinto per la particolare competenza e per specifica attitudine dei propri uomini nel condurre attività investigative per fatti costituenti reato connessi, in tutto o in parte, in ambito penitenziario o comunque ad esso direttamente collegati.
Il N.I.C., che sicuramente ha contribuito ad accrescere l’immagine del Corpo e a proiettarla fuori dall’ambiente penitenziario, si è reso anche protagonista negli ultimi mesi di operazioni che hanno avuto risalto sui principali mezzi di comunicazione nazionali, è divenuto interlocutore privilegiato dell’Autorità Giudiziaria, mostrandosi Organismo Centrale in grado di poter condurre in via prioritaria e continuativaattività investigative di indubbia complessità, adempiendo alle deleghe alle indagini conferite.
In particolar modo, nell’ambito del contrasto e della lotta alla criminalità organizzata e dell’eversione, il Servizio di Polizia Giudiziaria in questione, ha acquisito competenze tali da poter rappresentare un osservatorio delle dinamiche e dei fenomeni criminali che si sviluppano all’interno dei penitenziari della Repubblica e che richiedono particolare e scrupolosa attenzione da parte degli investigatori, proprio perché caratterizzati delle peculiarità dell’ambiente carcerario.
Invero, la stretta correlazione delle indagini al mondo penitenziario hanno accresciuto la credibilità del N.I.C. agli occhi di talune Direzioni Distrettuali Antimafia, tanto da farlo ritenere Organo primario di investigazioni soprattutto in relazione a particolari fattispecie di reato .
D’altronde, con l’entrata in vigoredel nuovo codice di procedura penale (art. 12 comma 1° disp. att.) è stata determinata la regola secondo la quale fanno parte dei Servizi di Polizia Giudiziaria tutti gli Uffici e le unità cui, dalle rispettive Amministrazioni o dagli organismi previsti dalla legge, sono affidate, in via prioritaria e continuativa, le funzioni di polizia giudiziaria.
In tal senso, è fuor di dubbio che il N.I.C di fatto da diversi anni, al pari del Servizio centrale della Polizia di Stato (Sco) del Raggruppamento operativo speciale dell’Arma dei Carabinieri (Ros) e del Gruppo di investigazione sulla criminalità organizzata della Guardia di Finanza (Gico) (art.12 comma 1° D.L. n° 152 del 13.05.1991 convertito con modificazioni - Legge n° 203 del 12.07.1991) rappresenta, così come funzionalmente impiegato e delegato dall’A.G. competente, un Organismo Centrale che assicura il collegamento dell’attività investigativa rispetto ai delitti di criminalità organizzata.  
Ciò nondimeno, è evidente l’indiscutibile valenza investigativa del Nucleo Centrale, soprattutto se paragonata e confrontata con Sco, Ros e Gico, e, pur tuttavia, è necessario ed indispensabile sgombrare il campo da ogni possibile equivoco sulla correttezza delle attività svolte dallo stesso.
In questo senso, auspichiamo che, laddove fossero confermate certe voci su alcune iniziative estemporanee di qualcuno del Nic, vengano bloccate sul nascere attività ultra petita, rispetto ai succitati compiti istituzionali dell’Organismo Investigativo.  
E questo va fatto anche se (anzi direi soprattutto) fosse necessario avvicendare qualcuno dall’esercizio delle funzioni.

 


Scritto da: Interventi ricevuti
(Leggi tutti gli articoli di Interventi ricevuti)






 

Ultime Notizie Le ultime foto pubblicate
Arrestato Agente penitenziario: fornì telefono a un detenuto che gestiva la prostituzione della sorella e della compagna dal carcere di Frosinone
Agente penitenziario di Frosinone agli arresti domiciliari per corruzione: operazione ancora in corso, ci sarebbero altri Poliziotti coinvolti
Giornata della legalità: nel carcere di Arienzo i detenuti leggono i nomi di tutte le vittime di mafia e minuto di raccoglimento per Don Peppino Diana
Detenuto girava video dal carcere: arrestato con arsenale in casa, torna ai domiciliari con il braccialetto elettronico
Delega al Governo per dare Skype anche ai mafiosi? Insorge l''Associazione Vittime del Dovere
Tentata evasione dal carcere di Ivrea: detenuto fermato prima che arrivasse al muro di cinta
Detenuto ricoverato, esponente di spicco di un clan di Messina, libero di girare per l''ospedale di Parma
Qui comandiamo noi: detenuti aggrediscono con bastoni i Poliziotti penitenziari del carcere modello di Bollate


La Polizia Penitenziaria in una foto", il primo album fotografico della Polizia Penitenziaria creato dagli appartenenti alla Polizia Penitenziaria stessa!

 Foto della Polizia Penitenziaria Inviaci le tue!

Più di 1.300 ricevute in un anno!

 


Commenti Commenti dei lettori

n. 16


Ragazzi la Polizia Penitenziaria (Polizia) non esiste finchè si rimane col Ministero della Giustizia, non cè volontà di far spiccare il volo.Un ex appartenente del Corpo

Di  Aurelio  (inviato il 04/12/2016 @ 23:07:19)


n. 15


io penso ke sia un gran bel tipo do servizio e ke se esistono alcuni colleghi ke nn sn trasparenti e coerenti cn la divisa ke indossano e bene ke vengano evidenziati e destituiti e cmq siamo un corpo di persno preparate e nn siamo secondi a nessuno siamo bravi e professionali nei nostri compiti istituzionali e anke in altri settori ke ci sn stati attribuiti e nn guardate solo al singolo ma alzate lo sguardo al collettivo

Di  paolo  (inviato il 06/07/2012 @ 17:00:27)


n. 14


Ma di cosa stiamo parlando? Possibile che non riusciamo a capire che siamo ultimi? In tutte le Procure esistono le sezioni di p.g. di Polizia, Carabinieri, G.di F., ora anche Forestale,Poliza municipale,Polizia Provinciale, ma la Penitenziaria non esiste,non abbiamo le sezioni è inutile che continuate a dire ma noi possiamo, se facciamo, Vi volete rendere conto che siamo gli unici a non far parte delle sezioni? Questo deve farvi rendere conto di quanto i nostri vertici ci tengono in considerazione, e secondo Voi come possono considerarci i colleghi delle altre forze di Polizia? Vorrei che i sindacati portassero avanti questa causa tutti insieme allora sì che avremmo qualche speranza di arrivare al risultato.

Di  Il deluso  (inviato il 28/06/2012 @ 23:53:54)


n. 13


Dobbiamo rimanere con i piedi per terra. I paragoni sono fuori luogo. I ROS i GIS e quant'altro al momento sono fuori dalla nostra portata. Ci dimentichiamo, forse, che comunque dipendiamo ancora dai DIRETTORI e i vari commissari sono anche loro gerarchicamente subordinati ai direttori.

Di  NICOLA  (inviato il 28/06/2012 @ 11:09:42)


n. 12


Il NIC è stato pensato e costituito per fungere da raccordo tra le varie articolazioni periferiche della Polizia Penitenziaria al fine di consentire un studio ed una analisi delle attività di PG svolte a livello locale. Va da se' che il personale che opera nel servizio centrale di PG non puo' e, a parere dello scrivente, non deve, correre appresso a tutte le deleghe che arrivano a livello centrale e periferico. Va fatta crescere la periferia dove ci sono eccellenti realtà di colleghi che possono adempiere a quanto richiesto dalle AA.GG. il NIC deve occuparsi delle indagini di grandi dimensioni che coinvolgono più realta' e adempiere a deleghe che arrivino perlomeno da DDA. Si scrollino di dosso l'idea di continuare a fare le indagini nei confronti di colleghi se non opportunamente delegati dall'Autorità Giudiziaria. ....e se la questione lo richiede liberiamo il NIC da quelle 2 o 3 unità che lo stanno inquinando!!!!!

Di  Geko_io  (inviato il 26/06/2012 @ 16:38:54)


n. 11


Io credo che quando c'è qualcosa di buono nell'amministrazione purtroppo si cerca sempre di screditarla e distruggerla, le cose buone invece di valorizzarle e di far in modo di collaborare per quel poco di legalità che ci possiamo permettere per chè no. Il N.I.C. è un'ottima struttura periferica dove con le risorse sia tecnologiche ed economiche che di uomini fanno il massimo e per tanto vanno apprezzati e se riescono a trovare l'infedele alla divisa ben venga. Dobbiamo metterci intesta una buona volta che per far attività di P.G. non c'è bisogno di essere del N.I.C. la possiamo fare tranquillamente se si a voglia nelle sezioni dove lavoriamo tutti i giorni e con tutto il rispetto per le altre forze dell'ordine se avessimo le stesse tecnologie e la quantità di uomini a disposizione io credo che la nostra figura risalterebbe di più e con risultati ottimi. Quindi dico Grazie a gli uomini e alle donne del N.I.C. da parte mia il vostro lavoro quotidiano senza orari l'apprezzo e lo condivido. Un particolare ringraziamento va al Dott. Luca Bontepo persona stimabilissima e per conto mio davvero in gamba. Ciao a tutti.

Di  Isaia 69  (inviato il 26/06/2012 @ 16:03:50)


n. 10


Per l'amministrazione tutto il Corpo é di serie B, solo loro sono di serie a.

Di  Nico66  (inviato il 26/06/2012 @ 09:45:03)


n. 9


mi sembra eccessivo paragonare il nic ai ros, gico e compagnia bella, ma non per il personale che ci lavora, ma per i dirigenti della nostra amministrazione, i quali non ci faranno mai decollare, purtoppo saremo sempre di serie B. nostro malgrado

Di  anonimo  (inviato il 25/06/2012 @ 21:18:04)


n. 8


Si tratta di un servizio centrale di p.g., ragion per la quale dovrebbe essere trattato come tale, e non come un qualsiasi ufficio comando di un qualunque istituto.
Il nic dovrebbe avere prettamente compiti investigativi che rivolgano l'attenzione massima, se non assoluta, alle problematiche concernenti la criminalità organizzata e l'eversione interna ed estera di alto livello. Il resto dovrebbe essere svolto da personale di pp in forza agli istituti, con la sola eccezione di un supporto operativo e logistico per le evasioni. la PP ha, nel suo contesto lavorativo, una tale dose e qualità di informazioni di cui nessun'altra forza di polizia può disporre. Se questa potenzialità non viene sfruttata, allor ami vengono da pensare due motivazioni: incapacità o poca conoscenza, ed in entrambi i casi i resposanbili (ad ogni livello) dovrebbero passar la mano. molto semplicemente, però, penso si tratti di un servizio che resta in piedi più per una "simbologia di facciata" che per effettivo credito da parte dell'amministrazione. Altrimenti, i vari passi in favore di specializzazione e aggiornamento continuo sarebbero stati gia fatti. Allo stato, non penso si tratti di un servizio effettivamente operativo e preparato.

Di  pino  (inviato il 25/06/2012 @ 01:17:48)


n. 7


Per il post n 5 gli Agenti traffichini ci sono sempre stati, e sono stati arrestati anche quando il NIC non esisteva, guarda che i colleghi corrotti non piacciono a nessuno. Paura dei NIC ma perchè poi, se sei a posto non hai paura di nessuno, poi possono essere, e sicuramente lo saranno bravi, va è vero quello che hanno scritto, sono per la maggior parte distaccati volutamente dal carcere. Poi ripeto noi non siamo proprio all'altezza, a non ci possiamo proprio paragonare allo SCO GIS GICO, ma manco per niente. Con tutto il rispetto per loro.
Mario64

Di  mario64  (inviato il 24/06/2012 @ 19:47:00)


n. 6


Il N.I.C. con le sue grandi qualità investigative unitamente alle unità cinofili alla grande professionaliità del personale nel settore gestionale e trattamentale sono il completamento di un Corpo di Polizia dello Stato a 360°. Maurizio

Di  maurizio  (inviato il 24/06/2012 @ 15:35:19)


n. 5


Il NIC negli anni ha ottenuto tantissimi risultati. Indagare sui colleghi presumibilmente corrotti è una cosa giusta e si tratta di un'attività che deve essere svolta con tutti i mezzi a disposizione. Le donne e gli uomini della polizia penitenziaria sono stanchi di avere "corrotti infiltrati all'interno di una istituzione sana". Il NIC ha sempre svolto i propri compiti istituzionali con grande professionalità e questo è stato possibile anche grazie al Commissario BONTEMPO che ha creato un gruppo unito che lavora. Chi sparla del NIC lo fa senza cognizione di causa e spesso lo fa perchè colpito dall'attività del gruppo o per paura di essere colpiti. Il NIC non è un'associazione segreta ma un gruppo che si muove su delega dell'Autorità Giudiziaria o su iniziativa ma nei limiti previsti dalla legge. Ogni capo del DAP dovrebbe essere fiero di tutte le articolazioni dell'amministrazione penitenziaria, quindi anche del NIC, mettendo da parte le proprie convinzioni personali dettate, forse, da un percorso professionale settoriale. A mio avviso, l'attuale Capo del DAP, in quanto tale, dovrebbe avere un approccio multisettoriale dell'amministrazione.

Di  A.D.  (inviato il 24/06/2012 @ 15:26:49)


n. 4


Il vero problema del N.I.C. non'è il compito istituzionale che dovrebbe ricoprire ne degli uomini che lo compongono,ma della Dirigenza che lo comanda.
Ho sentito piu volte parlare del mal contento dei colleghi che svolgono servizio al N.I.C., insomma insoddisfatti,per i pochi mezzi a disposizione, senza una preparazione adeguata e messi li senza una vera specializzazione.
Paragonata e confrontata con Sco, Ros e Gico, ma x cortesia, nemmeno un nostro scarpone e paragonato a questi gruppi, loro hanno una Dirigenza con le PALLE, noi solo un Bravo Commissario voglioso e rispettoso, con un pugno di uomini raccapezzati un po qua e un po la, per di più DISTACCATI, quindi non al NIC x la loro bravura ma solo per nicessità, non per questo,degni di ONORE E FEDELTA'.


Di  IL FROFF  (inviato il 24/06/2012 @ 03:43:09)


n. 3


caro Mario condivido il tuo pensiero,aggiungerei il Gico della G di F, e non di meno la polizia giudiziaria del Corpo Forestale ne ho conosciuti alcuni e sono molto bravi e ci stimano molto.

Di  Il deluso  (inviato il 24/06/2012 @ 00:14:35)


n. 2


....non hanno avuto il coraggio di indagare sulla Direttrice del Carcere di Ancona montacuto

Di  Anonimo  (inviato il 23/06/2012 @ 20:07:48)


n. 1


Con tutto il rispetto tra il nostro NIC e il ROS dei Carabinieri o lo SCO della Polizia di Stato ci sono anni luce che ci dividono, siamo molto, ma molto indietro. Questo è il mio modestissimo parere personale.
Mario64

Di  mario64  (inviato il 23/06/2012 @ 17:34:46)




Scrivi un commento Scrivi un commento

Testo (max 1000 caratteri)

Nome

Link (Visibile a tutti)


Email (Visibile solo dall'amministratore)


Salva i miei dati per futuri commenti

Ricevi in email la notifica di nuovi commenti

I commenti sono moderati. Il tuo commento sarà visibile solo quando approvato.
Il seguente campo NON deve essere compilato.



Disclaimer
L'indirizzo IP del mittente viene registrato, in ogni caso si raccomanda la buona educazione.

54.211.169.76


Pagina Facebook di Polizia Penitenziaria

Email Polizia Penitenziaria. Richiedila gratis o a pagamento




Tutti gli Articoli
1 Agente della Polizia Penitenziaria si suicida con la pistola d''ordinanza in casa davanti ai familiari

2 In memoria di Girolamo Minervini, ucciso dalle B.R. a Roma, appena nominato Direttore Generale degli Istituti di Prevenzione e Pena

3 Santi Consolo confermato Capo DAP: il Consiglio dei Ministri di questa mattina lo rinomina in extremis

4 Cosa accadrebbe se non passasse il riordino delle carriere?

5 Luigi Bodenza, Assistente Capo di Polizia Penitenziaria: ucciso in un agguato mafioso il 25 marzo 1994

6 Ancora una evasione, da Frosinone. Sappe: Qualcuno sta tentando di smantellare la sicurezza nelle carceri: non si sventano evasioni senza sentinelle e senza sorveglianza nelle sezioni!

7 Riordino vuol dire mettere ordine

8 Nel nostro lavoro, alla fine, o impari o devi imparare per forza

9 Pensione buonuscita ai dirigenti penitenziari: l''INPS nega i sei scatti, spettano solo alla Polizia Penitenziaria

10 Progetto del nuovo carcere di Nola: a cosa sono serviti allora gli stati generali dell''esecuzione penale?





Tutti gli Articoli
1 Qui comandiamo noi: detenuti aggrediscono con bastoni i Poliziotti penitenziari del carcere modello di Bollate

2 Agente penitenziario suicida: non riusciva a mantenere i tre figli disoccupati

3 Polizia Penitenziaria blocca evaso da permesso premio dopo inseguimento e pistole fuori dalle fondine

4 Arrestato Agente penitenziario: fornì telefono a un detenuto che gestiva la prostituzione della sorella e della compagna dal carcere di Frosinone

5 Agente penitenziario di Frosinone agli arresti domiciliari per corruzione: operazione ancora in corso, ci sarebbero altri Poliziotti coinvolti

6 Evadono in due dal carcere di Frosinone: il macellaio del clan Belforte fugge, l''altro è rimasto ferito

7 Collaboratori di giustizia e testimoni di giustizia: i numeri del Servizio centrale di protezione

8 La rete era tagliata da giorni, hanno smontato il televisore della cella, soffitto e poi lenzuola: ecco come sono evasi i due da Frosinone

9 Detenuto evade dal carcere di Alessandria: era addetto alla pulizia delle aree esterne del penitenziario

10 Nuovi particolari su evasione da Frosinone: i complici sono saliti sul muro di cinta con una scala


  Cerca per Regione