Febbraio 2017
  Scarica il file .pdf del numero della Rivista Febbraio 2017  
  Archivio riviste    
Nuovo carcere di Gela: anche ad ottobre si può prendere un colpo di sole!


Polizia Penitenziaria - Nuovo carcere di Gela: anche ad ottobre si può prendere un colpo di sole!

Notizia del 23/09/2011

in Houston abbiamo un problema

(Letto 4000 volte)

Scritto da: Nuvola Rossa

 Stampa questo articolo     Leggi i Commenti Commenti dei lettori


Sul giornale telematico Blog Informazione di Caltanissetta del 23 settembre leggo che il capo del Dipartimento di Polizia penitenziaria Franco Ionta ha assicurato che la struttura carceraria di Gela aprirà entro i prossimi 40 giorni.  Questo sarebbe il frutto delle proteste dei giorni scorsi dell’Osapp e del sindaco Fasulo e dell’impegno del garante per i detenuti Salvo Fleres e dell’onorevole Marilena Samperi.

Lo comunica al mondo intero il grande sindacalista Mimmo Nicotra, vicesegretario generale del sindacato di p. p. Osapp, che aggiunge: “In tempi brevi il Dap, come da noi richiesto, avvierà un interpello straordinario per il personale che vi sarà impiegato”.
Continua Nicotra: “Il provveditore della Sicilia, Maurizio Veneziano, ha quantificato l’organico del personale di polizia penitenziaria per Gela in 85 unità.

30 unità per Favignana, altre 85 unità per Gela… ma allora mi chiedo: il personale c’è? Abbiamo preso tutti un abbaglio? Certo è facile fare un interpello straordinario e togliere 85 unità da carceri che sono già in sofferenza di organico e mandarli a Gela, territorio ad altissima densità criminale. Ma dopo gli agenti chi arriverà? Gli educatori? Mi risulta che non ce ne sono in giro, moltissimi sono al DAP, tantissimi nei PRAP; certo se si avrà il coraggio di schiodarli dalle sedie e mandarli in trincea... (e che trincea!); un volta trovati gli educatori bisognerà trovare i medici e gli infermieri, anche pochi, tanto poi c’è il personale di polizia penitenziaria che si stressa per le proteste dei detenuti per le carenze dell’area sanitaria, ma facciamo finta che abbiamo trovato già 85 unità di P.P. alcuni dottori e qualche infermiere, un paio di educatori... manca  il ragioniere e 4 – 5 impiegati amministrativi, li facciamo arrivare dal Nord dove la mancanza di personale è evidente.

Infine ci vorrebbe anche un direttore, ma per quello non c’è problema, sono in tanti: se vi fate un giro al DAP e ai PRAP ne troverete tantissimi incollati alle sedie con la colla pattex mille chiodi... ah non si schiodano? Vebbè non c’è problema diamo l’incarico ad un altro direttore di un altro carcere due tre volte la settimana e abbiamo risolto il problema, tanto in Sicilia è la normalità che alcuni direttori abbiano il doppio incarico, talvolta in Estate anche il triplo incarico.

Però grazie a Nicotra e all’OSAPP (teniamo presente che si avvicina Ottobre il mese delle disdette e pertanto bisogna pubblicizzare la propria attività sindacale) il nostro Presidente Ionta ha assicurato che troverà le risorse.

Ci sono carceri come l’Ucciardone in cui la mancanza di personale è allucinante, ed i colleghi si sobbarcano 3 – 4 piani a testa e che avrebbero bisogno di rinforzi, tantissimi si trovano ammalati a disposizione della CMO per lo stress accumulato ed alcuni sindacati non hanno mai speso una parola per protestare contro questa situazione e non hanno protestato nemmeno quando il nostro nuovo Ministro ha visitato l’Ucciardone (che cosa solo l’8^ sezione, il fiore all’occhiello?) ma si preferisce fare della demagogia, pur sapendo quali e quante difficoltà sono legate all’apertura ex novo di un carcere. Demagogia che affonda le radici all’alba della decisione di effettuare un piano carceri che non tiene conto del personale tutto (non solo quello di P.P.), ma che comunque si continua a portare avanti credendo che per risolvere i mali del sistema penitenziario basti costruire nuove carceri. Bravo anche al vice segretario generale dell’OSAPP, specializzato nella risoluzione dei problemi della Sicilia Orientale. Sono pronto a scommettere  una Pizza formato famiglia con Mimmo Nicotra che il carcere di Gela non aprirà nemmeno entro il 2012. Però era importante annunciarne al popolo l’apertura alla vigilia del mese di Ottobre... mese  ingrato  per i sindacalisti per il superlavoro che dà..


Scritto da: Nuvola Rossa
(Leggi tutti gli articoli di Nuvola Rossa)






 

Ultime Notizie Le ultime foto pubblicate
Licenziata Agente di Polizia Penitenziaria: scarso rendimento
Arrestato Alessandro Menditti, evaso dal carcere di Frosinone da una settimana
Riordino Polizia Penitenziaria: nuove qualifiche e nuovi errori
Sconvolgente! Per tre notti degli sconosciuti sono entrati e usciti dal carcere di Frosinone per preparare l''evasione
Arrestato Agente penitenziario: fornì telefono a un detenuto che gestiva la prostituzione della sorella e della compagna dal carcere di Frosinone
Agente penitenziario di Frosinone agli arresti domiciliari per corruzione: operazione ancora in corso, ci sarebbero altri Poliziotti coinvolti
Giornata della legalità: nel carcere di Arienzo i detenuti leggono i nomi di tutte le vittime di mafia e minuto di raccoglimento per Don Peppino Diana
Detenuto girava video dal carcere: arrestato con arsenale in casa, torna ai domiciliari con il braccialetto elettronico


La Polizia Penitenziaria in una foto", il primo album fotografico della Polizia Penitenziaria creato dagli appartenenti alla Polizia Penitenziaria stessa!

 Foto della Polizia Penitenziaria Inviaci le tue!

Più di 1.300 ricevute in un anno!

 


Commenti Commenti dei lettori

n. 14


Salve carissimi colleghi o meglio compagni di sventura. A chi sostiene che e' meglio lavorare nelle carceri del nord voglio solamente dire di provare a farlo anche solo una settimana in quello di Torino, al "Lo Russo e Cotugno". Da circa 4 (dico QUATTRO!!!!!)anni manca l'acqua calda sia nelle caserme agenti che all'interno dei reparti detentivi, la struttura e' fatiscente, topi,scarafaggi e luoghi di lavoro insalubri, ascensori che non funzionano da anni all'interno dei reparti che costituiscono gravi disagi in caso di intervento medico e conseguente trasporto di barella qualora ce ne fosse la necessita'. 15 anni di sezione, 15 anni di problemi mai risolti!!!

Di  Massimiliano  (inviato il 18/10/2011 @ 15:04:14)


n. 13


X GRANDE VECCHIO RISPOSTA 11-
ASCOLTA FACCIAMO CAMBIO, VIENI QUI IN EMILIA CON LA TUA FAMIGLIA.

Di  ROCCO  (inviato il 06/10/2011 @ 15:45:08)


n. 12


In riferimento alla mobilità del 163° corso di allievi agenti P.P. , vorrei sapere se è realmente possibile che il DAP faccia riferimento all'interpello 2008 - graduatoria 2009.
Ma come è possibile non prendere in considerazione l'ultimo interpello nazionale del 2010 che si rifà al nuovo Dpcm 2008?
Si possono calpestare i diritti di chi spera al trasferimento pur avendo una graduatoria vigente?.
Vi prego se avete notizie in merito, fatemi sapere.
Ciao a tutti da Manuela

Di  Manuela  (inviato il 06/10/2011 @ 10:54:21)


n. 11


Egregi colleghi capisco il vostro malumore ma credetemi la sicilia è l'ultimo posto dove andare a fare servizio. La situazione è veramente grave, il personale che fa servizio in un carcere definito sede disagiate, lavora sempre all'aperto sia d'estate che nel periodo invernale tra topi scarafaggi e umidità, il tutto guarnito da un alone di guapparia dei grandi lavoratori dell'ufficio servizi e dell'ufficio comando gestito da un balbuzziente e da un ispettotre latin love. Rimanete dove siete e portatevi su le famiglie, questo è il consiglio che mi sento di darvi.

Di  grande vecchio  (inviato il 30/09/2011 @ 22:31:19)


n. 10


VERGOGNA!!!!!!!!!NON HO PIU STIMOLI!!!!!!!!ORMAI LO FACCIO SOLO PER IL 23. AVEVO TANTA FIDUCIA..NELLE REGOLE...MA I MIEI DIRITTI LI VEDO CALPESTARE OGNI GIRONO.....SONO SFIDUCIATO E MI SENTO ABBANDONATO DA TUTTI. MA E' POSSIBILE CHE DOPO 14 ANNI DI NORD.....SOLO SEZIONI CON IL TRIPLO DI DETENUTI EXTRACOMUNITARI......STRESS PSICOFISICO ALLE STELLE......MI DEVO VEDERE DEI COLLEGHI CHE CON MANCO 5 ANNI SI SERVIZIO SE NE VANNNO NELLA MIA REGIONE OSSIA LA SICILIA!!!!!!!NON E' GIUSTO!!!!!!!!!!!VERGOGNA!!!!!!PERCHE NON E' USCITO L'INTERPELLO? FACCI PRESENTE CHE ADESSO SONO PADRE DI UNA BIMBA DI POCO PIU DI UN ANNO LA QUALE RISIEDE IN SICILIA ASSIME ALLA MAMMA OSSIA MIA MOGLIE.....COME GLIELO SPIEGO CHE L'AMMINISTRAZIONE NON HA BANDITO L'INTERPPELL? NELLO SPECIFICO NEL 2009 NON ERO SPOSATO ADESOS NEL 2011 MI RITROVO SPOSATO CON PROLE.....AVREI AVUTO PIU DI 5 PUNTI IN PIU.....I MIEI DIRITTI SONO STAI CALPESTATI.!!! DOTTOR DONATO!!!!!!!!!!!!!!!!!!DIFENDICI..DOVE SEI!!!!!!!!!!!!!!!!E POI....CI MERAVIGLIAMO DELLE TRISTI NEWS CHE ARRIVANO DAGLI ISTITUTI...CI STATE UCCIDENDO TUTTI!!!! SAPPE DIFENDICI!!!!! CI RIMANI SOLO TE........PUBBLICATE IL MIO SFOGO NON CENSURATEMI..IL MIO E' IL PENSIERO DI MOLTI APPARTENENTI AL CORPO.

Di  CARLO  (inviato il 25/09/2011 @ 00:41:48)


n. 9


@Alessandro: sfogarsi è la cosa peggiore che si possa fare. Bisogna rimanere lucidi e mantenere in vista l'obiettivo. Sfogarsi non serve a nulla anzi rafforza chi nell'amministrazione, sulla rassegnazione dei colleghi, ci costruisce carriere ventennali. Loro infatti non si sfogano, ma prendono tempo e studiano misure. Spero che questo spazio non si trasformi in uno sterile sfogo, ma che diventi uno strumento in mano ai poliziotti penitenziari per incidere nell'amministrazione penitenziaria.

Di  Enzima  (inviato il 24/09/2011 @ 22:57:36)


n. 8


A Nuvola Rossa,
a volte sentirsi dire che si ha ragione rincuora molto di più di una pacca sulle spalle non sincera, grazie per l'attenzione, sulla petizione sono daccordo saro il primo a firmarla, in questi giorni ho aderito alla petizione di un club, che onestamente non conoscevo, CLUB UDS, dove si chiede il diritto di svolgere il servizio presso la regione di apparteneza, qua a Milano stiamo facendo il passaparola per far aderire tutti, e se il sappe lancia una petizione del genere ti garantisco che faro il possibile per fare aderire tutti, anche se penso che nn ci sia bisogno di fare tanta publicita, perche' siamo tutti stuffi dei nostri dirigenti che a tutto pensano tranne che ai reali problemi del personale. grazie di cuore e speriamo che qualcosa si muova. grazie a tutti gli uomini del sappe che nel piccolo ci date la possibilita di sfogarci grazie.

Di  Alessandro  (inviato il 24/09/2011 @ 22:47:55)


n. 7


Caro alessandro, io ho risposto solo ad un tuo dubbio. Però devo dirti che hai ragione, perchè a Favignana ci dovevano andare coloro che erano in graduatoria nell'interpello nazionale, solo che a quanto are quello del 2010 ancora nemmeno era stato fatto. Se i nostri dirigenti del DAP capissero quanta sofferenza seminano all'interno della P.P. si schioderebbero dalle sedie e lavorerebbero a ritmi forsennati come lavoriamo noi in periferia ed eviterebbero di sfornare provvedimenti cervellotici e senza logica perchè se e quando uscirà l'interpello straordinario, non è detto che quelli che oggi sono distaccati entrino in graduatoria e vengano trasferiti; in questo caso avranno creato in quel personale delle aspettative che non saranno rispettate. Insomma, ti do ragione su tutto e capisco il vostro scoramento. Lanciamo una petiziione per mandare a casa tutti i dirigenti generali del DAP, che ne pensate?

Di  Nuvola Rossa  (inviato il 24/09/2011 @ 22:22:18)


n. 6


Caro Nuvola Rossa,
ho letto e preso atto di quanto tu mi prospetti, mi auguro di cuore che sia come dici tu cosi come mi auguro che il sindacalista di milano san vittore recepisca quanto da te detto, la delusione pero è tanta solitamente quando il dap sposta, e questo e' un dato di fatto, sposta perche' ha serie intenzioni di non ritornare sui suoi passi, questa e dettata da 16 anni di esperienza e di duro servizio che mi hanno visto andare avanti e indietro dalla sicilia, sai nn e facile spiegare alla propria moglie e ai propri figli che grazie a decisioni che vanno contro ogni logica di rispetto di quelle che sono le norme emanate dal dap con circolari e quantaltro, un collega con poco piu' di 5 anni di servizio, e che nn ha famiglia, intendo figli e moglie, si ritrova nella regione d'appartenenza, e io mi trovo ancora a milano, ti confido che mia moglie se messa a piangere e i figli/e hanno detto di tutto contro uno stato che non fa rispettare le regole, perche' nel 2010 nn honno fatto l'interpello e perche' nel 2011, con l'assegnazione dei nuovi colleghi non hanno previsto ancora l'interpello, cosa aspettano, e la dove dovrebbero aprire gela, chi ci mandano, visto che gela non poteva essere messa come sede in quanto non aperta, io sono stuffo veramente stuffo di vedere i miei diritti calpestati, quei pochi diritti che riusciamo a conquistare rimangono sulla carta, perche' il sappe non denuncia il tutto, se ha bisogno di soldi per affrontare la causa che c'e' lo faccia sapere organizziamo una raccolta, ma che ci tuteli e che faccia capire che anche questo a volte puo' portare un collega a compiere azioni estreme, ora basta, anche i colleghi di milano sono veramente stuffi ormai siamo demolarizzati e ne abbiamo per cosi, come per le auto blu e come per il capitale speso per consulenze che da solo sarebbe servito per aprire un nuovo padiglione, e noi non abbiamo nemmeno le divise per lavorare, la dignita di essere poliziotto penitenziario ormai e sotto lo zero, la professionalità e la serieta con cui facciamo rispettare le norme in carcere a chi le viola e il nostro primo obiettivo, e poi ci troviamo fucilati dai nostri dirigenti che le norme non li rispettano. Mi auguro che tu abbia ragione che presto ci sia l'interpello e che tutta la rabbia che abbiamo accumulato in questi giorni svanisca e finisce in una bella risata

Di  alessandro  (inviato il 24/09/2011 @ 19:28:20)


n. 5


Siamo quasi ad ottobre e tutto puo' accadere , ma nessuno ci puo' negare il sacrosanto diritto previsto dalle vigenti normative , di partecipare per essere trasferiti ad un' interpello e una mobilita' attuale , ossia riferita all'anno 2011 , e non al 2008 come qualche capo propone al DAP .
Se si vuole togliere anche il diritto di partecipare ad un leggittimo interpello , che facciano pure i capi del DAP , ma il SINDACATO in nessun modo deve permettere tutto cio' .
Basta , gia' che ogni giorno ci tolgono il diritto di vivere una vita quotidiana di ogni degno lavoratore , per assolvere alle mille problematiche degli istituti penitenziari , grazie all'indifferenza di un'amministrazione distratta e assente .

Di  sappone  (inviato il 24/09/2011 @ 11:19:26)


n. 4


Caro alessandro poco informato, quelli che sono andati a favignana sono andati in DISTACCO senza oneri, Sul provvedimento si legge chiaramente che ciò non da alcun diritto in ordine al trasferimento e che il DAP farà un interpello straordinario per i trasferimenti a favignana che potrai fare anche tu! Non prendertela con nessuno ma solo con il tuo sindacalista del tuo carcere che non ti ha informato....bastava fare una telefonata al DAP.

Di  Nuvola Rossa  (inviato il 23/09/2011 @ 23:40:19)


n. 3


e vero, e a favignana fate mandare dei colleghi che nel 2009 hanno fatto l'interpello mettendo favignana come sede, quando il dap non aveva previsto invio di personale, nel 2010 l'interpello nn e' uscito e nel 2011 se ne sono dimenticati, e voi cosa fate niente, intanto colleghi che con 10 e più anni aspettano il trasferimento continuano ad essere al nord, e voi cosa fate demagogia perche non ci difendete e non bloccate questi mtrasferimenti fatti dai palazzui senza rispettare le norme perche' nn ci aiutate, e rimasta solo una cosa da fare revoche revoche revoche

Di  alessandro  (inviato il 23/09/2011 @ 22:11:38)




Scrivi un commento Scrivi un commento

Testo (max 1000 caratteri)

Nome

Link (Visibile a tutti)


Email (Visibile solo dall'amministratore)


Salva i miei dati per futuri commenti

Ricevi in email la notifica di nuovi commenti

I commenti sono moderati. Il tuo commento sarà visibile solo quando approvato.
Il seguente campo NON deve essere compilato.



Disclaimer
L'indirizzo IP del mittente viene registrato, in ogni caso si raccomanda la buona educazione.

54.158.152.80


Pagina Facebook di Polizia Penitenziaria

Email Polizia Penitenziaria. Richiedila gratis o a pagamento




Tutti gli Articoli
1 Agente della Polizia Penitenziaria si suicida con la pistola d''ordinanza in casa davanti ai familiari

2 In memoria di Girolamo Minervini, ucciso dalle B.R. a Roma, appena nominato Direttore Generale degli Istituti di Prevenzione e Pena

3 Cosa accadrebbe se non passasse il riordino delle carriere?

4 Nella conferenza del Bicentenario nessun riferimento agli Agenti di Custodia

5 Luigi Bodenza, Assistente Capo di Polizia Penitenziaria: ucciso in un agguato mafioso il 25 marzo 1994

6 Santi Consolo confermato Capo DAP: il Consiglio dei Ministri di questa mattina lo rinomina in extremis

7 Ancora una evasione, da Frosinone. Sappe: Qualcuno sta tentando di smantellare la sicurezza nelle carceri: non si sventano evasioni senza sentinelle e senza sorveglianza nelle sezioni!

8 Riordino vuol dire mettere ordine

9 Nel nostro lavoro, alla fine, o impari o devi imparare per forza

10 Pensione buonuscita ai dirigenti penitenziari: l''INPS nega i sei scatti, spettano solo alla Polizia Penitenziaria





Tutti gli Articoli
1 Qui comandiamo noi: detenuti aggrediscono con bastoni i Poliziotti penitenziari del carcere modello di Bollate

2 Arrestato Alessandro Menditti, evaso dal carcere di Frosinone da una settimana

3 Agente penitenziario suicida: non riusciva a mantenere i tre figli disoccupati

4 Sconvolgente! Per tre notti degli sconosciuti sono entrati e usciti dal carcere di Frosinone per preparare l''evasione

5 Polizia Penitenziaria blocca evaso da permesso premio dopo inseguimento e pistole fuori dalle fondine

6 Arrestato Agente penitenziario: fornì telefono a un detenuto che gestiva la prostituzione della sorella e della compagna dal carcere di Frosinone

7 Agente penitenziario di Frosinone agli arresti domiciliari per corruzione: operazione ancora in corso, ci sarebbero altri Poliziotti coinvolti

8 Evadono in due dal carcere di Frosinone: il macellaio del clan Belforte fugge, l''altro è rimasto ferito

9 Collaboratori di giustizia e testimoni di giustizia: i numeri del Servizio centrale di protezione

10 La rete era tagliata da giorni, hanno smontato il televisore della cella, soffitto e poi lenzuola: ecco come sono evasi i due da Frosinone


  Cerca per Regione