Dicembre 2016
  Scarica il file .pdf del numero della Rivista Dicembre 2016  
  Archivio riviste    
Nuovo Modello Organizzativo delle Traduzioni: dopo tanti anni si poteva far meglio ...


Polizia Penitenziaria - Nuovo Modello Organizzativo delle Traduzioni: dopo tanti anni si poteva far meglio ...

Notizia del 12/05/2015

in Houston abbiamo un problema

(Letto 3538 volte)

Scritto da: Fabrizio Bonino

 Stampa questo articolo     Leggi i Commenti Commenti dei lettori


Di recente, come al solito piovuto dall’alto, è entrato in vigore il Nuovo Modello Organizzativo delle Traduzioni e dei Piantonamenti.

Inizialmente, sono stati anche chiesti pareri in giro sull’argomento.

Nel 2012, o 2013 non ricordo bene,  i Provveditori furono incaricati di sentire i Direttori e di formulare proposte al Dipartimento finalizzate alla riorganizzazione nazionale dei Nuclei Traduzioni e Piantonamenti.

Tutti i sindacati hanno avuto modo di conoscere i decreti nel dettaglio perché questi sono stati rimpallati dentro al Dipartimento per circa 18 mesi.

Oggi, quei decreti sono ormai stati firmati, e sono definitivi, quindi ogni iniziativa volta a formulare eccezioni è inutile e tardiva.

Inutile e tardiva perché, semmai, avrebbe dovuto eventualmente esserci un’iniziativa sindacale seria perché si potesse e si dovesse cogliere l’occasione per fare qualcosa di buono, invece sono arrivati una serie di decreti che non dicono nulla tranne istituire nuclei provinciali con poche unità dove il coordinatore è riconosciuto come Comandante (con tanto di fondo incentivante, titoli per la progressione in carriera e alloggio di servizio), mentre nei nuclei locali, anche se con un numero maggiore di persone (grandi città ovviamente), il coordinatore del nucleo rimane semplicemente coordinatore di unità operative, con fondo incentivante più basso, minori titoli per la progressione e, soprattutto, senza alloggio di servizio.

Per non parlare, poi, dell’istituzione di una serie di Nuclei all’interno dei Provveditorati senza minimamente chiarire quali attività debbano svolgere fino al paradosso in cui ci sono molti a coordinare ma poi pochi a svolgere le traduzioni.

Per quanto riguarda gli organici, probabilmente, la misura equilibrata è del 10% rispetto all’organico dell’istituto di riferimento a condizione, però, che ci sia un lavoro costante per evitare sprechi o traduzioni effettuate con pericolose “sottoscorte”.

Per quanto attiene ai mezzi in dotazione, ormai lo sanno tutti che gli autoparchi sono vecchi e si viaggia con il costante rischio di rimanere per strada.

Per non parlare delle ingenti spese per le manutenzioni straordinarie conseguenti alle numerose rotture che si verificano.

Un altro aspetto che il Dipartimento non ha mai chiarito, e che è rimasto ancora irrisolto, è il problema del trasporto dei detenuti che stanno male (o fanno finta come spesso accade) laddove è il sanitario che decide il mezzo di trasporto - e non l’amministrazione penitenziaria – e se oggi un sanitario scrive che un soggetto deve viaggiare con mezzo ampio, quel detenuto viaggerà in ambulanza o con ducato a celle ampie per i prossimi 20 anni mettendo in serio pericolo la scorta che in entrambi i casi si muove con mezzi non blindati.

Questo potere, che è anche una responsabilità, deve in qualche modo essere limitato perché i detenuti, prima o poi, lo trovano un sanitario che “scrive” senza avere la minima cognizione di quello che succede nel mondo delle traduzioni.

Da ultimo, vorrei fare una riflessione sulle video conferenze, che sono ferme all’organizzazione del 1998: E’ ora di investire denaro per ampliare le sedi e il numero dei collegamenti così da poter passare al sistema della video conferenza, almeno, per tutti i detenuti ad Alta Sicurezza.

Insomma, mi sembra proprio che dopo tanti anni di apprendistato si poteva davvero fare meglio con questo Nuovo Modello Organizzativo.

 

 

 


Scritto da: Fabrizio Bonino
(Leggi tutti gli articoli di Fabrizio Bonino)






 

Ultime Notizie Le ultime foto pubblicate
Terrorismo: i Poliziotti Penitenziari in ascolto e i terroristi islamici cambiano strategia
Carcere di Teramo: rientra la protesta, trasferiti 120 detenuti
Governo invia i militari per controllare le carceri: penitenziari brasiliani al collasso
Comunità ebraica di Milano: contro il radicalismo islamico nelle carceri, istituire corsi multi religiosi
Carcere di Teramo senza riscaldamento e in mezzo al terremoto: domani lo sfollamento
Carcere di Orvieto, un''eccellenza che rischia di andare in fumo per le scelte del DAP
Ecco come avvengono i rimpatri degli stranieri clandestini e perché è così difficile attuarli
Andrea Orlando: il carcere non basta a garantire la sicurezza


La Polizia Penitenziaria in una foto", il primo album fotografico della Polizia Penitenziaria creato dagli appartenenti alla Polizia Penitenziaria stessa!

 Foto della Polizia Penitenziaria Inviaci le tue!

Più di 1.300 ricevute in un anno!

 


Commenti Commenti dei lettori

n. 2


Evidentemente la politica è questa:
margaritas ante porcos

Di  Daniele Papi  (inviato il 13/05/2015 @ 00:51:36)


n. 1


Che porcheria, la direzione del laboratorio centrale del DNA ad un direttore di istituto penitenziario. Alla PolPen era troppo?

Di  topogigio  (inviato il 12/05/2015 @ 19:26:06)




Scrivi un commento Scrivi un commento

Testo (max 1000 caratteri)

Nome

Link (Visibile a tutti)


Email (Visibile solo dall'amministratore)


Salva i miei dati per futuri commenti

Ricevi in email la notifica di nuovi commenti

I commenti sono moderati. Il tuo commento sarà visibile solo quando approvato.
Il seguente campo NON deve essere compilato.



Disclaimer
L'indirizzo IP del mittente viene registrato, in ogni caso si raccomanda la buona educazione.

54.205.9.146


Pagina Facebook di Polizia Penitenziaria

Email Polizia Penitenziaria. Richiedila gratis o a pagamento




Tutti gli Articoli
1 Polizia Penitenziaria arresta estremista islamico. Prima operazione antiterrorismo dentro un penitenziario eseguita dal Nucleo Investigativo Centrale in collaborazione con la Digos

2 I suicidi nella Polizia Penitenziaria sono il doppio rispetto alle altre forze dell’Ordine e il triplo rispetto alla società civile

3 Como: poliziotto penitenziario muore stroncato da infarto in servizio

4 In memoria del collega Pietro Sanclemente, Assistente Capo del carcere di Trapani

5 Con il Decreto Milleproroghe arrivano le assunzioni nella Polizia Penitenziaria

6 Polizia Penitenziaria: serve un’efficace comunicazione per non alimentare una costante disinformazione

7 Replica a Il Fatto Quotidiano: i veri motivi per cui il Sappe ha querelato Ilaria Cucchi

8 Parte male il docente di islamismo per la Polizia Penitenziaria: "insegnerò ai secondini..."

9 Carceri e web sono la prima linea nella lotta al terrorismo islamico: noi della Polizia Penitenziaria siamo pronti?

10 La Stampa: la radicalizzazione nelle carceri italiane passa attraverso telefonini, sopravvitto e preghiera





Tutti gli Articoli
1 Chiusa la sala internet del carcere di Bolzano: detenuti cercavano contatti con l''isis

2 Caso Cucchi: Carabinieri accusati di omicidio preterintenzionale e di aver accusato la Polizia Penitenziaria

3 Fabio Perrone aggredisce due Poliziotti penitenziari. Un anno fa venne arrestato per l''evasione con sparatoria dall''ospedale

4 Ruba auto a Poliziotto penitenziario ma rimane bloccato dal passaggio a livello e viene arrestato

5 Carcere di Teramo senza riscaldamento e in mezzo al terremoto: domani lo sfollamento

6 Rientro dei distaccati dal carcere di Alessandria San Michele: prevista anche sorveglianza dinamica e automazione cancelli

7 Maltempo in Sardegna: 20 Poliziotti Penitenziari e 150 detenuti bloccati nella colonia agricola di Mamone

8 Chi è Hmidi Saber l''estremista islamico arrestato oggi e tutte le sue vicende nelle carceri italiane

9 Poliziotto penitenziario colpito al volto con pugni da detenuto 18enne al carcere minorile di Roma

10 Infame spia degli sbirri: così è iniziato il tentativo di rivolta al carcere minorile di Milano


  Cerca per Regione