Gennaio 2017
  Scarica il file .pdf del numero della Rivista Gennaio 2017  
  Archivio riviste    
Operazione del Nucleo Investigativo Centrale: il comunicato della Direzione Distrettuale Antimafia di Napoli


Polizia Penitenziaria - Operazione del Nucleo Investigativo Centrale: il comunicato della Direzione Distrettuale Antimafia di Napoli

Notizia del 01/10/2015

in Orgoglio della Polizia Penitenziaria

(Letto 2497 volte)

Scritto da: Redazione

 Stampa questo articolo     Leggi i Commenti Commenti dei lettori


PROCURA DELLA REPUBBLICA

PRESSO IL TRIBUNALE DI NAPOLI

DIREZIONE DISTRETTUALE ANTIMAFIA

 

COMUNICATO  STAMPA

 

In data odierna, è stata data esecuzione, a cura del ROS di Caserta, del Nucleo Investigativa Centrale della Polizia Penitenziaria e della Squadra Mobile di Caserta, ad un’ordinanza di custodia cautelare nei confronti di quattro persone, ritenute dal GIP gravemente indiziate, a vario titolo, dei reati di associazione mafiosa – clan dei Casalesi, Gruppo ZAGARIA - di concorso esterno in associazione mafiosa, di favoreggiamento personale, di intestazione fittizia di beni e di ricettazione, tutti aggravati dalle finalità mafiose.

Le ordinanze cautelari riguardano alcune vicende che il GIP qualifica come esiti delle investigazioni condotte nei confronti del segmento mafiosi “degli ZAGARIA” e, in particolare, dell’architetto NOCERA Carmine Domenico, di CAPALDO Filippo, dell’imprenditore edile NOBIS Francesco e di ZAGARIA Gesualda.

Nella specie, il GIP ha osservato  - nel titolo cautelare – che le attività di indagine (basate su attività di intercettazione, sui servizi di osservazione e sulle dichiarazioni dei collaboratori di Giustizia), hanno permesso di accertare come NOCERA Carmine Domenico abbia incontrato, più volte e durante la sua latitanza, ZAGARIA Michele, fornendo un costante apporto al clan e predisponendo il contratto di locazione delle abitazioni occupate dal latitante ma formalmente locate al suo vivandiere RESTINA Generoso. Inoltre, afferma il GIP, su preciso incarico di ZAGARIA Carmine, fratello di Michele, lo stesso NOCERA curava la fittizia intestazione di un’abitazione sita in Casapesenna occupandosi anche dell’istruttoria finalizzata al rilascio di un’autorizzazione a costruire, e della realizzazione, nello stesso immobile e ad opera del NOBIS Francesco, di un bunker successivamente ivi rinvenuto. Da ultimo, l’architetto, originario di Casapesenna ma ormai residente a Caserta, manteneva contatti con gli altri esponenti del clan, fra i quali CAPALDO Filippo e FONTANA Giuseppe.

Relativamente alla famiglia mafiosa “degli ZAGARIA”, il GIP ha affermato che CAPALDO Filippo, in un primo momento, ovvero durante il periodo di detenzione, riceveva ed inviava messaggi e direttive, concernenti l’andamento del clan, la sua organizzazione finanziaria e le nuove affiliazioni. Dopo la sua scarcerazione, avvenuta nel marzo 2012 e seguita sulla cattura di assumeva il ruolo di attuale capo del clan , provvedendo alla sua riorganizzazione, a curare i rapporti con le altre famiglie mafiose, a gestirne le finanze ed a mediare i conflitti interni.

Nell’ordinanza, infine il GIP afferma che ZAGARIA Gesualda, sorella di Michele, è risultata essere il collettore fra il contesto mafioso casalese e gli altri componenti della famiglia ZAGARIA, con il compito di ricevere i proventi del delitto di cui all’art. 416 bis del C.P. e provvedere alla loro distribuzione, garantendo così la conservazione del clan e la presenza dello stesso territorio.

                                              

ELENCO DESTINATARI PROVVEDIMENTI CAUTELARI IN CARCERE:

  1. CAPALDO Filippo, nato a Caserta il 17.12.1977;
  2. NOBIS Francesco, nato a San Cipriano d’Aversa (CE) il 04.02.1964;
  3. Nocera Carmine Domenico, nato a Villa Literno (CE) il 29.10.1968;
  4. ZAGARIA Gesualda, nata a Caserta il 03.08.1966.

 

Brillante operazione del N.I.C. clan casalesi 

 

 


Scritto da: Redazione
(Leggi tutti gli articoli di Redazione)






 

Ultime Notizie Le ultime foto pubblicate
Agenti penitenziari perquisiscono la sua cella e il detenuto rompe lo sgabello e ferisce due Poliziotti del carcere di Udine
Sospesi dal servizio i tre Carabinieri accusati della morte di Stefano Cucchi
Va a trovare il marito nel carcere di Torino con droga di ogni tipo nelle zone intime
Alberto Savi della Uno Bianca esce dal carcere in permesso premio per la prima volta
La RAI pagherà 8mila euro al boss mafioso Graviano per le riprese tv: le fece senza il suo consenso
Il Consiglio dei Ministri approva il Decreto Legislativo del Riordino delle Carriere
Poliziotti e detenuti ripareranno insieme le auto della Polizia Penitenziaria
Caso Cucchi: Poliziotti penitenziari chiederanno risarcimenti milionari ai Carabinieri


La Polizia Penitenziaria in una foto", il primo album fotografico della Polizia Penitenziaria creato dagli appartenenti alla Polizia Penitenziaria stessa!

 Foto della Polizia Penitenziaria Inviaci le tue!

Più di 1.300 ricevute in un anno!

 


Commenti Commenti dei lettori

n. 2


Certamente un po di invidia anche nei nostri ranghi.
Bravi i nostri ragazzi, siete tra i migliori in campo.
W la Polizia Penitenziaria.....ne abbiamo fatto di strada in questi ultimi venti anni.
E pensare che un giorno quando nessuno ci cagava e le targhe dei nostri mezzi recavano la dicitura: POL PEN, una donna davanti al Tribunale di Milano disse...."scusate ma cosa significa POL PEN?".....ed uno di noi ironicamente disse......"Polizia Penetrante signò!".
L'unica fra tutte che veramente penetra tutti i giorni all'inferno e cerca di rimanervi moralmente e fisicamente integro.



Di  Ass.te Capo Sirna  (inviato il 06/10/2015 @ 22:37:46)


n. 1


Ovviamente nei notiziari la nostra parte nell'operazione non è stata minimamente accennata

Di  Alessandro  (inviato il 02/10/2015 @ 14:18:01)




Scrivi un commento Scrivi un commento

Testo (max 1000 caratteri)

Nome

Link (Visibile a tutti)


Email (Visibile solo dall'amministratore)


Salva i miei dati per futuri commenti

Ricevi in email la notifica di nuovi commenti

I commenti sono moderati. Il tuo commento sarà visibile solo quando approvato.
Il seguente campo NON deve essere compilato.



Disclaimer
L'indirizzo IP del mittente viene registrato, in ogni caso si raccomanda la buona educazione.

54.166.3.44


Pagina Facebook di Polizia Penitenziaria

Email Polizia Penitenziaria. Richiedila gratis o a pagamento




Tutti gli Articoli
1 Le foto dei tre detenuti evasi dal carcere di Firenze Sollicciano

2 Circolare del GOM: togliete le foto da Facebook, è in atto una schedatura dei Poliziotti

3 Ufficiali medici nel Corpo di Polizia Penitenziaria?

4 La sospensione delle ordinarie regole di trattamento penitenziario (art. 41-bis)

5 Diventa anche tu Capo del DAP!

6 Clamorosa evasione dall''istituto … dal carcere ... insomma quello lì, come si chiama?

7 Il Ministro Orlando dichiara cessata l''emergenza sovraffollamento delle carceri, ma i dati lo smentiscono

8 C’era una volta la sentinella

9 Orlando e Consolo: pubblicate i dati reali del sovraffollamento

10 Italicum, Porcellum, Mattarellum e Consultellum





Tutti gli Articoli
1 Il Consiglio dei Ministri approva il Decreto Legislativo del Riordino delle Carriere

2 Decreto Milleproroghe, Sappe: Buona notizia via libera a 887 assunzioni nella Polizia Penitenziaria

3 Caso Cucchi: Poliziotti penitenziari chiederanno risarcimenti milionari ai Carabinieri

4 Detenuti di Poggioreale rifiutano le celle aperte: vissute come una minaccia alla propria incolumità

5 Tre detenuti evadono dal carcere di Firenze Sollicciano, Sappe: la responsabilità è dei colletti bianchi, evasione annunciata

6 Bonus 80 euro: quando e come saranno stanziati dopo ennesimo slittamento

7 Agente Penitenziario sorprende i ladri in casa che lo aggrediscono: ricoverato al pronto soccorso

8 La latitanza dorata del detenuto evaso da Rebibbia catturato dal NIC della Polizia Penitenziaria

9 Poliziotti e detenuti ripareranno insieme le auto della Polizia Penitenziaria

10 Due Poliziotti feriti nel carcere di Regina Coeli: aggrediti da detenuti magrebini infastiditi dalle perquisizioni


  Cerca per Regione