Dicembre 2016
  Scarica il file .pdf del numero della Rivista Dicembre 2016  
  Archivio riviste    
Osservazioni sulla detenzione domicilare


Polizia Penitenziaria - Osservazioni sulla  detenzione domicilare

Notizia del 23/11/2010

in Opinioni

(Letto 3480 volte)

Scritto da: Pietro Semeraro

 Stampa questo articolo


L’attuale dibattito sulle soluzioni da adottare per tentare di uscire dalla grave situazione di sovraffollamento delle carceri sottovaluta il ruolo decisivo che può essere svolto dalla detenzione domiciliare ( art. 47 O. P.). La detenzione domiciliare consiste in una misura alternativa introdotta dal legislatore con legge 10 ottobre 1986, n. 663 nella prospettiva di favorire la risocializzazione del condannato; essa è stata riformata nel 1998 e con la legge n. 251 del 2005. 

 
Questa misura, sotto il profilo contenutistico, si sostanzia nell’espiazione della pena nella propria abitazione oppure in altro luogo di privata dimora ovvero in un luogo di cura ed assistenza; ai fini della legge, essa può essere applicata anche in una comunità terapeutica, poichè quest’ultima costituisce luogo di privata dimora. 
Alla luce delle diverse riforme intervenute in materia distinguiamo la detenzione domiciliare speciale, quella generica e quella anagrafica. 
In merito alla detenzione domiciliare speciale è necessario il requisito oggettivo rappresentato dalla quantità di pena comminata; il reo, cioè, deve essere stato condannato alla reclusione non superiore ai quattro anni. La legge, inoltre, ha specificato che tale limite massimo può consistere anche nella parte residuale di una maggiore pena in corso di esecuzione.
Altro requisito materiale, tuttavia, consiste nella esclusione di codesta misura allorquando il condannato sia stato affidato al servizio sociale; ciò poiché, nel quadro del fine rieducativi della pena, l’affidamento in  prova possiede una posizione di preminenza.
Tale misura può essere concessa solo alla donna incinta o alla madre di prole con età inferiore a dieci anni con lei convivente, al padre esercente la potestà genitoriale su prole di età inferiore a dieci anni, a persone in condizioni di salute particolarmente gravi, alle persone che abbiano compiuto 60 anni se inabili ed ai minori di anni ventuno per comprovate esigenze di studio, lavoro o famiglia. 
La detenzione domiciliare c.d. generica risulta essere, invece, quella che prescinde dai requisiti soggettivi (indicati in precedenza); essa può essere concessa a chiunque per l’espiazione di pena inflitta  in misura non superiore a due anni (l’art. 7 della legge n. 251 del 2005  ha, però, escluso l’applicabilità di tale misura ai recidivi reiterati).
Infine, la detenzione domiciliare anagrafica è quella contemplata per i condannati ultrasettantenni che non abbiano commesso reati di particolare allarme sociale.
L’ordinanza che concede la detenzione domiciliare può prevedere che il reo non abbia contatti con persone diverse da quelle che con lui convivono o che lo assistono; ciò può risolversi anche nel divieto di contatti telefonici o epistolari. Il provvedimento del Tribunale di sorveglianza, però, può anche consentire che il condannato si allontani dalla propria abitazione per esigenze assolutamente personali oppure per svolgere attività di tipo lavorativo.
La legge prevede inoltre che, allorquando il beneficiario si allontani illegittimamente dalla privata dimora, egli risponda del delitto di evasione (art. 385 c.p.) e che la denuncia per tale reato implica la sospensione della misura alternativa. 
Per quanto concerne la revoca, infine, va rilevato come  questa debba essere pronunciata nell’ipotesi di nuova condanna ed allorquando il comportamento del reo sia contrario alla legge o alle prescrizioni decise, oppure se  egli appare incompatibile con la prosecuzione della detenzione domiciliare.
Alla luce delle  considerazioni sopra esposte e dell’area di operatività della detenzione domiciliare, si può ritenere che specie la detenzione generica abbia delle potenzialità ancora non del tutto utilizzate nella prospettiva di diminuire il sovraffollamento delle carceri e procedere alla risocializzazione dei detenuti.
 
Prof. Pietro  Semeraro
Docente di Diritto Penale presso l’Università di Bergamo

Scritto da: Pietro Semeraro
(Leggi tutti gli articoli di Pietro Semeraro)






 

Ultime Notizie Le ultime foto pubblicate
Detenuto prende a sprangate due Poliziotti Penitenziari
Carcere di Alba riaprirà: comunicato del DAP smentisce voci di un possibile cambio d''uso
Cinofili Polizia Penitenziaria trovano droga all''interno del carcere modello di Milano Bollate
Agente penitenziario libero dal servizio blocca detenuto che stava per evadere dal permesso
Sfollamento del carcere di Teramo: Sappe chiede di prolungare l''aiuto degli Agenti arrivati dagli altri Istituti
Graziati trecentotrenta detenuti: l''amnistia più numerosa dell''era Obama a poche ore dalla scadenza del suo mandato
Tentano di fare sesso nella sala colloqui del carcere di Pisa: denunciati dalla Polizia Penitenziaria
Dopo 32 anni la pistola Beretta va in pensione: gli USA firmano contratto con la Sig Sauer


La Polizia Penitenziaria in una foto", il primo album fotografico della Polizia Penitenziaria creato dagli appartenenti alla Polizia Penitenziaria stessa!

 Foto della Polizia Penitenziaria Inviaci le tue!

Più di 1.300 ricevute in un anno!

 


Commenti Commenti dei lettori
Nessun commento trovato.



Scrivi un commento Scrivi un commento

Testo (max 1000 caratteri)

Nome

Link (Visibile a tutti)


Email (Visibile solo dall'amministratore)


Salva i miei dati per futuri commenti

Ricevi in email la notifica di nuovi commenti

I commenti sono moderati. Il tuo commento sarà visibile solo quando approvato.
Il seguente campo NON deve essere compilato.



Disclaimer
L'indirizzo IP del mittente viene registrato, in ogni caso si raccomanda la buona educazione.

54.145.232.99


Pagina Facebook di Polizia Penitenziaria

Email Polizia Penitenziaria. Richiedila gratis o a pagamento




Tutti gli Articoli
1 Polizia Penitenziaria arresta estremista islamico. Prima operazione antiterrorismo dentro un penitenziario eseguita dal Nucleo Investigativo Centrale in collaborazione con la Digos

2 I suicidi nella Polizia Penitenziaria sono il doppio rispetto alle altre forze dell’Ordine e il triplo rispetto alla società civile

3 Como: poliziotto penitenziario muore stroncato da infarto in servizio

4 In memoria del collega Pietro Sanclemente, Assistente Capo del carcere di Trapani

5 Con il Decreto Milleproroghe arrivano le assunzioni nella Polizia Penitenziaria

6 Replica a Il Fatto Quotidiano: i veri motivi per cui il Sappe ha querelato Ilaria Cucchi

7 Polizia Penitenziaria: serve un’efficace comunicazione per non alimentare una costante disinformazione

8 Corruzione a Rebibbia: NIC Polizia Penitenziaria e Squadra Mobile Polizia di Stato arrestano due agenti e un detenuto

9 Gli Uffici per l’Esecuzione Penale Esterna (UEPE)

10 Il Giornale: analisi di contesto del NIC rivelano istigazione all''odio contro la Polizia Penitenziaria di alcuni Imam detenuti





Tutti gli Articoli
1 Terrorismo: i Poliziotti Penitenziari in ascolto e i terroristi islamici cambiano strategia

2 Dopo 32 anni la pistola Beretta va in pensione: gli USA firmano contratto con la Sig Sauer

3 Caso Cucchi: Carabinieri accusati di omicidio preterintenzionale e di aver accusato la Polizia Penitenziaria

4 Tentano di fare sesso nella sala colloqui del carcere di Pisa: denunciati dalla Polizia Penitenziaria

5 Fabio Perrone aggredisce due Poliziotti penitenziari. Un anno fa venne arrestato per l''evasione con sparatoria dall''ospedale

6 Cinofili Polizia Penitenziaria trovano droga all''interno del carcere modello di Milano Bollate

7 Ruba auto a Poliziotto penitenziario ma rimane bloccato dal passaggio a livello e viene arrestato

8 Carcere di Teramo senza riscaldamento e in mezzo al terremoto: domani lo sfollamento

9 Rientro dei distaccati dal carcere di Alessandria San Michele: prevista anche sorveglianza dinamica e automazione cancelli

10 Agente penitenziario libero dal servizio blocca detenuto che stava per evadere dal permesso


  Cerca per Regione