Novembre 2016
  Scarica il file .pdf del numero della Rivista Novembre 2016  
  Archivio riviste    
Perché CORPO DI GIUSTIZIA e non POLIZIA DI GIUSTIZIA?


Polizia Penitenziaria - Perché CORPO DI GIUSTIZIA e non POLIZIA DI GIUSTIZIA?

Notizia del 16/03/2016

in Houston abbiamo un problema

(Letto 10016 volte)

Scritto da: Interventi ricevuti

 Stampa questo articolo     Leggi i Commenti Commenti dei lettori


La Polizia Penitenziaria è  oggetto di progetti di modifica in sede di “Stati generali dell’esecuzione penale”, istituiti con D.M. 8 maggio 2015 (integrato dal D. M. 9 giugno 2015), ed in particolare attraverso, il Tavolo 15. Come evidenziato da voi del sappe si tratta di un progetto che pone definitivamente fine al Corpo di Polizia Penitenziaria quale forza di Polizia nazionale, con funzioni di polizia giudiziaria h 24,  ai sensi dell’art 55 del c.p.p.,  dell’art. 16 comma 2 legge 121 del 1981 e dell’art. 19 della legge 183 del 201. Muore un Corpo di Polizia dello Stato e nasce un calderone onnicomprensivo! La cosa più aberrante è che  i poliziotti penitenziari, da sempre parti integranti della grande famiglia delle ff.pp. nazionali, perderebbero le funzioni generali di Polizia Giudiziaria rinvenibile nei due punti seguenti della bozza allegata:

LEGGI LA BOZZA

“L’alta specializzazione e la finalizzazione alle funzioni di giustizia … comporterà correlativamente una incompatibilità con funzioni ed iniziative di Polizia giudiziaria (e conseguentemente l’immediato scioglimento del N.I.C. e l’uscita della Polizia Penitenziaria dalla D.I.A.), un divieto assoluto di rapporti non autorizzati con i servizi di sicurezza" (ergo l’impossibilità a concorrere all’attività di sicurezza delle altre FF.PP. a differenza di queste ultime, che invece potranno concorrere nell’espletamento delle nostre funzioni);

“Residueranno esclusivamente le funzioni di Polizia giudiziaria per reati connessi allo svolgimento della funzione, attribuite dal codice di procedura penale e dalle leggi speciali" (il che significa l’equiparazione delle funzioni di P.G. della Polizia Penitenziaria a quelle dell’attuale Polizia locale, limitatamente all’ambito penitenziario e durante l’orario di servizio.)

Ecco svelata la ragione per cui gli autori di progetto hanno deciso di mutare il nome della Polizia Penitenziaria in “Corpo di Giustizia” e non invece in “Polizia della Giustizia”.

Già questa drammatica privazione/limitazione delle funzioni di p.g., sarebbe di per sé bastata a rendere inaccettabile la proposta formulata dal Tavolo 15. Ma purtroppo vi è anche di più in quanto i poliziotti penitenziari sarebbero ridotti alla stregua della polizia locale, con una serie di effetti pregiudizievoli a catena, ovverossia:

- l’ovvio vulnus per lo Stato, in termini di Sicurezza, perché in tal modo la Nazione si priverebbe immediatamente di 39.000 unità di Polizia Penitenziaria, che attualmente, in quanto ufficiali ed agenti di Polizia Giudiziaria garantiscono, a costo zero, la sicurezza generale dello Stato anche oltre l’orario di servizio;

- un ulteriore aggravio economico per le casse dello Stato, in quanto far confluire nel nuovo potenziale “Corpo di Giustizia” le altre figure professionali dell’Amministrazione quali nuovi ruoli tecnici di questo nuovo Corpo comporterà costi elevatissimi;

- il pregiudizio per 40 mila uomini e donne della POLIZIA Penitenziaria che perderebbero di colpo lo status guadagnato mediante un pubblico concorso. Ciò aprirebbe di colpo la strada ad una serie interminabile di contenziosi contro l’Amministrazione in quanto gli stessi, come è ovvio, pretenderebbero di transitare nei ranghi della Polizia di Stato, per rimanere nello status quo di poliziotti a tutti gli effetti. Possibilità di transito che deve essere riconosciuta (anche in virtù del fatto che come noto la Polizia Penitenziaria prevede le medesime procedure di selezione e progressione in carriera delle altre FF.PP.) come lo è stato al momento dello scioglimento del Corpo degli ex Ufficiali degli Agenti di Custodia nel 1990, e come è avvenuto di recente per il Corpo Forestale dello Stato (nonostante quest’ultimo abbia subito un mero cambio di divisa, nella permanenza delle medesime funzioni di specialità);

- il contrasto del Corpo di Giustizia con i superiori principi europei. Attualmente infatti il sistema vigente che vede l’Istituto penitenziario diretto da un direttore penitenziario non incorporato nella Polizia Penitenziaria, non si porrebbe in contrasto con la Raccomandazione R (2006)2 del Comitato dei Ministri agli Stati membri del Consiglio d’Europa sulle Regole penitenziarie europee PARTE V “Direzione e Personale - Il servizio penitenziario come servizio pubblico” n.71 “Gli Istituti Penitenziari devono essere posti sotto la responsabilità di autorità pubbliche ed essere separati dall’Esercito, dalla Polizia e dai servizi di indagine penale” che afferma la necessità che alla direzione degli Istituti Penitenziari, siano preposte autorità pubbliche separate dall’Esercito, dalla Polizia e dai servizi di indagine penale, quali soggetti terzi ed imparziali dell’agire penitenziario.

Nel caso in cui invece si addivenisse alla riforma prospettata dal tavolo 15 e dalla commissione Gratteri-Ardita, il Corpo di Giustizia, inglobando la Polizia Penitenziaria e tutte le altre figure dell’Amministrazione, andrebbe a gestire direttamente le carceri italiane, violando la Raccomandazione Europea che prevede che “Gli Istituti Penitenziari devono essere posti sotto la responsabilità di autorità pubbliche ed essere separati dall’Esercito, dalla Polizia e dai servizi di indagine penale”.

 

Fatte queste premesse,  che sono corroborate anche dalla reazione unanime dei sindacati, e dell’intero Corpo, ma anche dei partiti politici, come dimostrano le diverse interrogazioni parlamentari presentati ed allegate alla presente, da ultimo quella dell’On. VITO Interpellanza 2-01300 testo di Giovedì 3 marzo 2016, seduta n. 582 contro l’attuazione del disegno sul Corpo di Giustizia presento a voi del SAPPE un progetto alternativo a quello del Corpo di Giustizia che a mio avviso è estremamente illuminante e che se condiviso da voi del sappe porterebbe anche una sostanziale crescita dei vostri iscritti.

 

Distinti saluti.

 

LEGGI LA BOZZA

 

 


Scritto da: Interventi ricevuti
(Leggi tutti gli articoli di Interventi ricevuti)






 

Ultime Notizie Le ultime foto pubblicate
Poliziotto penitenziario assolto definitivamente: era accusato di associazione mafiosa ad una cosca di Lamezia Terme
Detenuto si libera dal controllo della Polizia Penitenziaria e muore gettandosi dal quinto piano durante un sopralluogo fuori dal carcere
Attentato in Vaticano sventato dalla Polizia Penitenziaria: detenuto marocchino voleva fare una strage
Detenuto in alta sicurezza aggredisce Poliziotto penitenziario dopo colloquio con i familiari nel carcere di Siracusa
Rivolta nel carcere di Velletri: Polizia Penitenziaria sul limite di usare la forza
Il carcere di Sala Consilina rimarrà chiuso: il Consiglio di Stato ha accolto provvisoriamente il ricorso del Ministero contro il TAR
Condannato per aver aggredito Poliziotti penitenziari nel carcere di Sanremo. Arrestato e riportato in carcere
Quattro detenuti evadono dal carcere minorile di Monteroni di Lecce: allarme dato in mattinata


La Polizia Penitenziaria in una foto", il primo album fotografico della Polizia Penitenziaria creato dagli appartenenti alla Polizia Penitenziaria stessa!

 Foto della Polizia Penitenziaria Inviaci le tue!

Più di 1.300 ricevute in un anno!

 


Commenti Commenti dei lettori

n. 21


Qualcuno ha fatto una analisi dei costi circa la variazione del nome?
Tessere di riconoscimento
Placche identificative
Livree dei mezzi
Taghe dei mezzi
Targhe sugli edifici
Carta intstata

Una ottima soluzione per "veicolare" appalti...

Di  Pasquino  (inviato il 11/04/2016 @ 14:58:34)


n. 20


MA Perché NON GUARDATE I CONTENUTI INVECE DI SOFFERMARVI SOLO SUL NOME?

Di  Pino  (inviato il 30/03/2016 @ 12:42:44)


n. 19


Aninimo e IHS smettetela siete ridicoli. Il primo secondo me commissario, l'altro assistente con paure senza motivi.
Speriamo che facciano le cose giuste per il bene per tutti

Di  Salvo  (inviato il 20/03/2016 @ 12:56:21)


n. 18


"Anonimo" scrive che è d'accordo alla bozza dell'eventuale riordino. Corrisponde a verità? Sappe facci sapere!!!!

Di  Marco  (inviato il 20/03/2016 @ 10:01:57)


n. 17


Già da come ti firmi - IHS - (SIC !!!!) la dice lunga ..... Per cui mi inchino alla Sua Divinità .... visto i suoi poteri taumaturgici lo faccia lei il miracolo e ci faccia diventare Polizia Europea, ma che dico mondiale anzi no .... galatticamente divina con poteri di vita o di morte sui poveri abitanti di questo pianeta ..... studia ...
Comunque sul sito del Ministero della Giustizia ci sono le proposte - Tavolo 15 - Ovviamente per chi non ha voglia di fare polemiche di una bassezza infima. Buona serata.
Divide Et Impera

Di  Anonimo  (inviato il 19/03/2016 @ 18:09:32)


n. 16


Caro prof. Anonimo,
casomai prendiamo tutti appuntamento da te per alcune lezioni e ci spieghi meglio tutto quello che non abbiamo capito!
Purtroppo qui si è fatte le scuole basse...perdona la nostra "ignioranzia".
La perdita delle funzioni è (una "notizia") che circola insistentemente.
Però sai, uno che è istruito, non sempre è esperto, accorto e scaltro.......
Abbiamo imparato in questi trent'anni a nostre spese come si prende in quel posticino. Non vorremmo ritrovarci da una settimana all'altra a fare veramente gli scopini.
Siamo incazzati, fosse solo a causa di una notizia balorda e strampalata.
Tutto qui.
E poi scusa......si è capito chi sei...caro anonimo "saccente veramente".

Di  ○ IHS ○  (inviato il 19/03/2016 @ 14:45:24)


n. 15


Non per fare il saccente .... prima di fare terrorismo psicologico, secondo me, bisognerebbe studiare, ovvero almeno leggere, gli atti di cui si discute ..... non è previsto da nessuna parte, tanto meno dalla proposta del Dott. Gratteri, la perdita di funzioni specifiche. Anzi ........ Studiate gente e sveglia ....
Il SAPPE a tale proposta di riordino è concorde .....
DIVIDI ET IMPERA

Di  Anonimo  (inviato il 19/03/2016 @ 12:56:30)


n. 14


mi sto chiedendo se faranno la porcate di sfascaire il Corpo per fare interessi delle mafie e del partito che governa , noi appartenenti alla polizia pen. dovremmo avere la facoltà di rimanere poliziotti passando in un altro Corpo di polizia dello stato , altrimenti che democrazia è , per la forestale il loro status, a mio parere, è andato a migliorare .

Di  sasidex2  (inviato il 18/03/2016 @ 17:33:48)


n. 13


MI RIVOLGO A DONATO!!!!Da sempre attento alle esigenze che partono dall'ultimo agente appena arruolato in tutte le periferie d'Italia. Dr Capece, unico e solo nonché da sempre Difensore dei Poliziotti penitenziari da 25 anni!!!!!Mi rivolgo a te!!!!!!In questo periodo buio per la nazione, visto il dilagare mediatico dello pseudo-buonismo vogliamoci bene europeo che nn porta da nessuna parte (premetto sono solo le mie impressioni da privato cittadino), in questo momento particolarmente difficile che sta attraversando il CORPO, vedi attacchi mediatici da ogni lato "TV, GIORNALI, SHOW tipo iene,fiction",senza possibilità di contradditorio in TV. Sembra che vi sia (impressione) nel comune sentire che la La Polizia penitenziaria rappresenti il male assoluto o meglio si ha l'idea che si tratti di una istituzione corrotta e torturatrice composta da meri diavoli. RIPETO SONO LE MIE IMPRESSIONI DA CITTADINO, che "cozzano" con la realtà fatta di 39000 colleghi onestissimi che danno ogni giorno il meglio di se, nel rispetto delle leggi della Repubblica, con altissimo spirito di abnegazione e dedizione al dovere, fungendo anche da educatori, sacerdoti e medici all'occorrenza, salvando ogni giorni decine di detenuti da gesti estremi, questo è quello che accade nella realtà che vivo in ogni giorno di servizio da 20 anni!. DOTTOR DONATO, adesso tocca farsi sentire, bisogna far sentire la NS voce, la voce di tutti gli operatori di POLIZIA che tu rappresenti Lo so a volte chi dovrebbe ascoltarci se ne infischia vedi il caso TONELLI. Concludo, il mio è solo uno sfogo, mi auguro possa avere una risposta da Donato in persona su questo forum. W LA POLIZIA PENITENZIARIA e W IL SAPPE. (adesso faccio l'avvocato del diavolo, ma visto quello che accade in tv, giornali, fiction relative alla PP, non è che dietro c'è un disegno diabolico che dia forza al discorso che la PP debba essere sciolta??????? a buon intenditore..poche parole.)

Di  ricky  (inviato il 17/03/2016 @ 14:55:10)


n. 12


IL SAPPE DEVE FARE UNA BATTAGLIA A FARCI TRANSITARE VERSO UN ALTRA FORZA DI POLIZIA SIAMO STUFI DI QUESTE QUESTIONI SIAMO POLIZIA NON POLIZIA NOI SIAMO POLIZIOTTI E POI IL NOSTRO COMPITO ISTITUZIONALE PERCHE LO DOBBIAMO PORTARE PER ISCRITTO SUI NOSTRI MAGLIONI, CORREGGETE E BELLO IN GRANDE METTETE POLIZIA E BASTA SENZA DI GIUSTIZIA O CORPO DI POLIZIA PENITENZIARIA LA DICITURA PENITENZIARIA E PER FARCI DISTINGUERE DAGLI ALTRI CORPI DI POLIZIA E SBAGLIATO METTERE IL NOSTRO COMPITO ISTITUTZIONALE SULLE DIVISE BASTA METTERE SOLO POLIZIA NEANCHE DI GIUSTIZIA SI CAPISCE ORMAI DALLE DIVISE E POI IL CODICE DI PROCEDURA PENALE DICE SONO agenti DI POLIZIA GIUDIZIARIA E PUBBLICA SICUREZZA GLI AGENTI DI POLIZIA PENITENZIARIA E POI UNA PICCOLA OSSERVAZIONE AL RIORDINO DELLE CARRIERE COME GLI ISPETTORI DELLA BANDA SONO DIVENTATI DA UN GIORNO ALL'ALTRO ISPETRTORI SENZA FARE UN CORSO NON CAPISCONO NIENTE DEI CARCERI ADESSO ARRIVA IL SOSTITUTO SOVRINTENDENTE E CHE VUOLE DIRE CHE SEI O NON SEI UN SOVRINTENDENTE QUANTI GIOCHINI DI PAROLE PER NON PAGARCI RIMETTETE IL SISTEMA USATO CON GLI upg UN CORSO ALLA SEDE DOVE ATTUALMENTE SI SVOLGE IL SERVIZIO E FATTO L'ESAME DI 3 MESI DI CORSO SI DIVENTA vICE SOVRINMTENDENTE E CHE CI VUOLE PER DECIDERE

Di  simone  (inviato il 17/03/2016 @ 13:21:21)


n. 11


39.000 appartenenti in meno al comparto sicurezza significa molti più fondi da spartire ai corpi di serie A. E pensare che concorriamo anche noi all'aggiornamento dati SDI, AFIS, prelievi DNA, Ordine Pubblico, DDA, NIC arresti, e tutte le altre funzioni che solo gli appartenenti alla PG possono eseguire. Grazie davvero Dr. Gratteri e Dr. Ardita

Di  Utopia  (inviato il 17/03/2016 @ 10:59:27)


n. 10


Si può conoscere il nome dell'estensore della "bozza" al fine di avere un contraddittorio
Grazie

Di  Daniele Papi  (inviato il 17/03/2016 @ 10:16:16)


n. 9


Domanda:
Se vengono abrogate sine die le funzioni di pg al personale del Corpo, tutti gli atti di competenza della Matricola chi li assorbe?
Una amministrazione ridicola, gestita da personaggi il cui valore morale e la cui onestà intellettuale sono tutti da dimostrare

Di  PASQUINO  (inviato il 17/03/2016 @ 09:27:47)


n. 8


Pessonammente di pessona, penso che dobbiamo stare Tranquilli picciotti miei, tanto chiddu che è fatto è fatto.
Tantu buiddiellu ppì nenti!
ALIAS
Tanto baccano per nulla.

p.s. UTOPIA ti confermo l'eventuale dubbio.
Al tavolo 15....scena muta fecero i nostri, o quasi.

Ci dobbiamo fare un grosso applauso a questi carusi.......furono proprio bravi e sorridenti, come se la cosa non importasse loro.
Questa cosa la dice lunga assai, su tutti i punti presi da lor signori direttori in questi anni

Di  Salvo Catarella  (inviato il 16/03/2016 @ 15:10:34)


n. 7


La bozza alternativa crea semplicemente due corpi distinti e separati l'uno dall'altro. Da un lato coloro che svolgo funzioni di P.G. e dall'altro coloro che svolgono servizio negli Istituti (la maggioranza). Mi chiedo se la difesa del Corpo di Polizia penitenziaria sia soltanto di coloro che svolgono meritoriamente le funzioni di P.G. in organismi quali NIC, UST e USCT. Personalmente credo che si stia facendo il giochetto di chi vuole depotenziare la Polizia penitenziaria creando questi "Uomini speciali" che a mio avviso affondano le radici nei famosi colletti bianchi. Chi si è arruolato negli Agenti di Custodia sà di cosa sto parlando. Ma i punti di tutta la questione sono altri, in un periodo storico in cui la società civile richiede maggiore sicurezza dallo Stato per via di possibili attentati terroristici ci si permette il lusso di togliere le funzioni di PG. e PS. a circa 38.000 donne e uomini al servizio dello Stato??? Quanto alla perenne e defatiganti contrapposizioni tra le molte, troppe categorie in ambito penitenziario evocate in un precedente commento vorrei solo dire che come sempre lo Stato italiano è pieno di contraddizioni, ma purtroppo il buon senso non alberga nè nella politica italiana e nè all'interno di chi ha le redini di questa Amministrazione. Ora capisco il motivo di tutti i complimenti dei magistrati Gratteri ed Ardita nei confronti del Corpo di polizia penitenziaria. Stanno semplicemente facendo il lavoro sporco al posto dei nostri politici che non sanno di cosa si sta parlando. Ultima riflessione a tutti gli appartenenti alla Polizia penitenziaria attenzione che con il Corpo di Giustizia c'è il serio rischio di uscire dal comparto sicurezza dello Stato e con questo ci saranno le amare conseguenze del caso.

Di  Ufficiale di P.G. della polizia penitenziaria  (inviato il 16/03/2016 @ 14:59:55)


n. 6


Caro Collega @PINNATISA non ti preoccupare, non faranno nulla .... Se mai dovessero farlo sono pronti 39.000 ricorsi .........
Che italietta !!!!!
Isp.c. ORGOGLIO

Di  Anonimo  (inviato il 16/03/2016 @ 14:41:03)


n. 5


Sì ma i sindacati specialmente voi del sapp che state facendo in merito... spero vi state dando da fare per non permettete questo scempio....

Di  Aniello  (inviato il 16/03/2016 @ 14:18:09)


n. 4


Il tuo pur lodevole sforzo nel redigere la bozza, caro Interventi Ricevuti, cozza contro l'esigenza di semplificazione, andando addirittura a costituire due nuove realtà.
Personalmente, come dirigente penitenziario, non posso che auspicare che la riforma Gratteri si realizzi. Sarebbe finalmente la fine di perenni e defatiganti contrapposizioni tra le molte, troppe categorie attualmente in quotidiano conflitto nell'amministrazione. Riempire il Corpo di Giustizia (o come vorranno chiamarlo) di contenuti sarebbe una bella sfida e riempirebbe di entusiasmo anche i pessimisti.
Temo invece che non veda la luce alcuna riforma e che le cose rimangano così, in attesa di tempi migliori.

Di  Luca Sardella  (inviato il 16/03/2016 @ 13:41:57)


n. 3


Stati Generali Esecuzione penale esterna.
Bozza istituzione "Corpo di Giustizia dello Stato" Commissione GRATTERI,
Spett.le Sindacato a cui sono devoto da 19 anni. Sono Un Assistente Capo DI "POLIZIA" penitenziaria.
Mi sono Arruolato per fare il Poliziotto in tutti i sensi, perché noi lo siamo e lo dice la legge (art 57 c.p.p.) e rispetto alle altre forze di polizia operiamo anche all'interno degli istituti di pena, quindi abbiamo una marcia in più! Al sottoscritto personalmente è capitato di eseguire libero dal servizio un arresto in flagranza di reato (magrebino per spaccio di stupefacenti art 73 dpr 309/90). Chi legge si staraà chiedendo, ma cosa ci vuole dire questo "esaltato" con la guerra in testa? (premetto che mi sono arruolato in Polizia penitenziaria perché EX M.F.P militare in ferma prolungata Esercito italiano). Cari Colleghi del SAPPE. Il testo della commissione GRATTERI sulla riforma del sistema penitenziario, necessario per i vari conflitti tra figura professionali non fa assolutamente una piega, ne sono consapevole, e vivo ogni giorno questo disagio, disagio che si ripercuote infine su noi operatori di POLIZIA, i quali viviamo h24 a contatto con l'utenza. Io sono d'accordo con l'istituzione di un corpo di giustizia educatori, assistenti sociali etc etc.."il tutto per togliere un impronta di tipo militare durante i rapporti con gli utenti" Alla luce dell'istituzione di "corpo di giustizia dello stato", come saremo chiamati stavolta? I capoccioni dicono....per equipararci agli U.S. MARSHALL,.....weeee sveglia siamo in italia, mica NEGLI USA ho detto tutto. LA denominzione di POLIZIA PENITENZIARIA era ed e e rimarra il giusto pretesto per farci intendere dalla società civile che siamo POLIZIOTTI nonostante per la stampa siamo ancora guardie, secondini, guardi giurate, guardie carcerarie, guardiani, guardi di custodia......Adesso mi vien da ridere, come ci chiameranno? GIUSTIZIERI??? Scherzi a parte se proprio vogliono sciogliere il GLORIOSO CORPO DI POLIZIA PENITENZIARIA per farci diventare una sorta di "educatori" sottobanco, almeno che sia data l'opportunità a tutti gli appartenenti di transitare "a domanda" presso gli altri corpi di Polizia (CC, GDF, P.S.) o perché no, anche nell'esercito italiano!!!! W LA POLIZIA PENITENZIARIA W IL SAPPE


Di  MARCO  (inviato il 16/03/2016 @ 12:59:06)


n. 2


E intanto la casta (con qualche centinaio di iscritti al loro sindacato) gongola per essersi viste accettate le loro deliranti osservazioni. E possibile che questa ubriacatura di finto garantismo stia accecando tutti, in questo periodo dove la gente non chiede altro che sicurezza lo Stato possa di colpo privarsi di 39.000 agenti di polizia giudiziaria e pubblica sicurezza h 24?. tutta questa voglia di sciogliere un Corpo di Polizia dello Stato per assecondare l'arrivismo di determinati personaggi. Garantire l'applicazione dell'Art. 27 della Costituzione e tutte le regole di cui alla CEDU non vuol dire mettersi a 90 ° con chi ha comunque un debito da pagare verso la collettività. A volte mi chiedo se la cd "sentenza torregiani" sia stata una manna del cielo più per gli utenti che per altre figure, avendo così finalmente, queste figure, un appiglio per portare avanti le loro idee di finto buonismo e finto garantismo, sfruttato per accaparrarsi quella tanto agognata poltrona. La parola Polizia anteposta al corpo dei badanti fa paura, si fa paura a quelle figure che si sono resi oramai conto che, grazie a Dio, il livello culturale degli appartenenti alla POLIZIA PENITENZIARIA si è notevolmente alzato (purtroppo non nel mio caso) si questo fa paura. Vorrei dire tante cose, ma una ultima cosa voglio dire, la smettano di parlare di sicurezza e di certezza della pena. Una domanda per i più informati: al tavolo 15 hanno partecipato anche appartenenti al CORPO DELLA POLIZIA PENITENZIARIA? e se erano presenti hanno avuto la possibilità di dare un contributo o hanno partecipato giusto per fare numero? Buon lavoro a tutti i miei 39.000 colleghi della POLIZIA PENITENZIARIA.

Di  Utopia  (inviato il 16/03/2016 @ 12:50:57)


n. 1


Per quanto mi riguarda ho già parlato con il mio legale.
Sono pronto a dare battaglia in tutte le sedi, per vedere riconosciuti i miei titoli, anni di servizio trascorsi in prima linea "dentro e fuori dal carcere", funzioni, mansioni.
All'atto posso vantare collaborazioni con la Procura più che decennali, oltre ad avere arrestato in flagranza di reato ad oggi 13 soggetti FUORI DALL'ORARIO DI SERVIZIO.
Di certo la mia carriera non finirà così, ridotta alla stregua di un Vigile Urbano (con tutto il rispetto per questa categoria di lavoratori).
Forse è giunto il momento che lo Stato Servito quotidianamente dal sottoscritto da più di 25 anni, metta mano al portafogli e mi risarcisca.
Sono vincitore di due concorsi, brillantemente superati (Sovr.te ed Ispettore), quindi con le attribuzioni che ne conseguono.
Staremo a vedere, magari è la volta buona per estinguere il mutuo ipotecario della casa, OPPURE "e lo auspico" transitare ad altra Forza di Polizia!

Di  Ispettore Pinnatisa  (inviato il 16/03/2016 @ 11:48:35)




Scrivi un commento Scrivi un commento

Testo (max 1000 caratteri)

Nome

Link (Visibile a tutti)


Email (Visibile solo dall'amministratore)


Salva i miei dati per futuri commenti

Ricevi in email la notifica di nuovi commenti

I commenti sono moderati. Il tuo commento sarà visibile solo quando approvato.
Il seguente campo NON deve essere compilato.



Disclaimer
L'indirizzo IP del mittente viene registrato, in ogni caso si raccomanda la buona educazione.

54.157.225.99


Pagina Facebook di Polizia Penitenziaria

Email Polizia Penitenziaria. Richiedila gratis o a pagamento




Tutti gli Articoli
1 La vecchia Zimarra di Regina Coeli a cena intorno al proprio Comandante Francesco Ventura

2 Commozione per la morte di due detenuti, ma la stampa omette di dire che uno aveva stuprato una bambina disabile e l''altro ucciso i genitori adottivi

3 Tre buoni motivi per cui la Polizia Penitenziaria non può essere sciolta come la Forestale

4 Un lutto improvviso: ci lascia Andrea Accettone, collega, segretario, come un fratello

5 Come mi mancano gli Agenti di Custodia … allora non c’erano suicidi tra di noi … perché?

6 Bologna: poliziotto penitenziario di 44 anni lotta tra la vita e la morte dopo essersi sparato un colpo di pistola alla testa

7 La sanzione disciplinare nei confronti del poliziotto penitenziario

8 Focus su: batteri, virus e malattie infettive nella carceri. Poliziotti e detenuti a rischio contagio

9 Statistiche delle carceri in Italia: i polli di Trilussa e i polli del DAP

10 Qualcuno ci aiuti a fermare la strage!





Tutti gli Articoli
1 Agente Penitenziario si spara in bocca con pistola d''ordinanza mentre era in sala di attesa dell''ospedale. E'' in coma

2 Attentato in Vaticano sventato dalla Polizia Penitenziaria: detenuto marocchino voleva fare una strage

3 Rivolta nel carcere di Velletri: Polizia Penitenziaria sul limite di usare la forza

4 Quindici colpi di pistola contro il Poliziotto penitenziario: le prime indagini dei Carabinieri

5 Informativa DAP: ai mujaheddin kosovari è arrivato ordine di attaccare l''Italia

6 Detenuto si libera dal controllo della Polizia Penitenziaria e muore gettandosi dal quinto piano durante un sopralluogo fuori dal carcere

7 La nuova Legge che obbliga i Poliziotti a riferire ai propri superiori le indagini giudiziarie

8 Morì sotto il furgone della Polizia Penitenziaria: per la Procura responsabili autista e gli operai del cantiere

9 Quattro detenuti evadono dal carcere minorile di Monteroni di Lecce: allarme dato in mattinata

10 Detenuto in permesso premio sequestra, rapina e violenta una ragazza in un ufficio pubblico


  Cerca per Regione