Gennaio 2017
  Scarica il file .pdf del numero della Rivista Gennaio 2017  
  Archivio riviste    
Pericolo droni in carcere: il Sappe denuncia la possibilità di utilizzarli come alleati dei detenuti


Polizia Penitenziaria - Pericolo droni in carcere: il Sappe denuncia la possibilità di utilizzarli come alleati dei detenuti

Notizia del 26/05/2016

in Houston abbiamo un problema

(Letto 3025 volte)

Scritto da: Redazione

 Stampa questo articolo


Nel film "Papillon" un giovanissimo Dustin Hoffman, nei panni di un falsario in cella, aiutava un detenuto in isolamento a non morire di fame grazie a mezza noce di cocco nascosta nel secchio dell’acqua con il quale si sarebbe dovuto lavare.

Nell’era della tecnologia forse tanto ingegno potrebbe non essere più necessario, rimpiazzato dai droni capaci di sorvolare le teste dei galeotti in cortile durante l’ora d’aria o di avvicinarsi sufficientemente alle celle dei destinatari di pacchi agganciati al marchingegno volante.

Fantascienza? Niente affatto.

A Orvieto, poche settimane fa, gli agenti della Polizia Penitenziaria hanno sequestrato un drone decisamente vicino al carcere. Un giro di ricognizione per non mancare il bersaglio? Una prova tecnica prima del "carico" programmato? Impossibile dirlo con esattezza.

«Non può escludersi che tale tecnologia possa essere impiegata per l’introduzione di armi, esplosivi, cellulari, droga e comunque di oggetti non consentiti» spiegano dal Sindacato Autonomo Polizia Penitenziaria Sappe che, in virtù di questo pericolo, ha chiesto al Ministro della Giustizia Andrea Orlando «l’urgente adozione di strumenti di contrasto, atteso che i droni rappresentino la nuova frontiera criminale». «Oggi (ieri n.d.r.) abbiamo inviato la seconda lettera di sollecito al Guardasigilli – precisa il segretario generale, Donato Capece – ma non abbiamo ricevuto alcuna risposta. L’idea che la droga possa essere consegnata con un drone non sembra più così peregrina, considerate anche le deficienze strutturali nella sicurezza passiva e le carenze di organico che si riscontrano in quasi tutte le prigioni italiane».

SICUREZZA DELLE CARCERI: IMPIEGO E SORVOLO DRONI

Il pericolo, ultimamente aggravato dalla vendita di micro droni, riguarda in particolare le strutture penitenziarie più vecchie, che "convivono" in quartieri affollati con palazzi e uffici. «Regina Coeli è una di queste – sottolinea Capece -. Quanto sarebbe facile far volare un drone, magari dal lungotevere, con un cellulare, dosi di stupefacenti o un coltello, fino alla cella del detenuto destinatario del pacco? Come può intervenire la Polizia Penitenziaria per scongiurare un’ipotesi del genere? Il divieto di sorvolo nel centro storico esiste, ma fermare un drone prima che arrivi a destinazione può non essere così semplice».

Alla luce di questo, cinque mesi fa, il deputato del Pd Dario Ginefra presentò un’interrogazione parlamentare al ministro della Giustizia, Andrea Orlando, all’indomani della sua visita alla struttura di corso Alcide De Gasperi. «Si chiede di conoscere l’attuale stato di funzionamento del sistema di videosorveglianza del carcere di Bari, se sono previste dal ministero e dal Dap forme di sostegno per l’efficientamento delle telecamere interne ed esterne per fronteggiare l’uso avanzato di tecnologie, a partire dai droni, nell’immissione di eventuali sostanze stupefacenti o altro».

D’altronde all’estero il pericolo è già diventato realtà. In un video poi trasmesso dalla BBC, si vede chiaramente un marsupio trasportato con un oggetto radiocomandato afferrato prontamente dal braccio di un detenuto attraverso le sbarre. «A dicembre un uomo rinchiuso nel carcere di Montreal venne trovato in possesso di una pistola che gli sarebbe stata consegnata con un drone – insistono dal Sappe - . Un drone che trasportava telefoni cellulari, sim card e droga è stato rinvenuto nel cortile di un carcere inglese lo scorso novembre, mentre un altro velivolo, provvisto di droga, coltelli e altri beni di contrabbando, è precipitato all’interno di un carcere negli Stati Uniti». Sempre secondo il canale tv britannico, sono più di 2mila gli oggetti introdotti illegalmente nelle carceri di Inghilterra e Galles: in genere farmaci e cellulari, ma anche coltelli.

Silvia Mancinelli - Il Tempo

 


Scritto da: Redazione
(Leggi tutti gli articoli di Redazione)






 

Ultime Notizie Le ultime foto pubblicate
Agente Penitenziario sorprende i ladri in casa che lo aggrediscono: ricoverato al pronto soccorso
Tre Poliziotti penitenziari feriti da un detenuto con forbici affilate appositamente
Carceri italiane ed edilizia penitenziaria: al massimo si da una ritinteggiata
Nuovo carcere a Nola: in scadenza il bando per la realizzazione
Chiso l''OPG di Montelupo Fiorentino: consiglieri comunali accusano sprechi e disagi
Furgone della Polizia Penitenziaria con ergastolano a bordo si blocca per guasto al motore: interviene la Polstrada
Decreto Milleproroghe, Sappe: Buona notizia via libera a 887 assunzioni nella Polizia Penitenziaria
15 febbraio 1977, 40 anni fa l''arresto di Renato Vallanzasca


La Polizia Penitenziaria in una foto", il primo album fotografico della Polizia Penitenziaria creato dagli appartenenti alla Polizia Penitenziaria stessa!

 Foto della Polizia Penitenziaria Inviaci le tue!

Più di 1.300 ricevute in un anno!

 


Commenti Commenti dei lettori
Nessun commento trovato.



Scrivi un commento Scrivi un commento

Testo (max 1000 caratteri)

Nome

Link (Visibile a tutti)


Email (Visibile solo dall'amministratore)


Salva i miei dati per futuri commenti

Ricevi in email la notifica di nuovi commenti

I commenti sono moderati. Il tuo commento sarà visibile solo quando approvato.
Il seguente campo NON deve essere compilato.



Disclaimer
L'indirizzo IP del mittente viene registrato, in ogni caso si raccomanda la buona educazione.

54.167.159.180


Pagina Facebook di Polizia Penitenziaria

Email Polizia Penitenziaria. Richiedila gratis o a pagamento




Tutti gli Articoli
1 Celebrazioni 200 anni di storia del Corpo di Polizia Penitenziaria: autorizzata l’emissione della moneta d’argento da 5 euro

2 Catturato dalla Polizia Penitenziaria uno degli evasi dal carcere di Rebibbia: indagini in corso sui complici della latitanza

3 A chi danno fastidio i servizi di polizia stradale della Polizia Penitenziaria?

4 Riordino, organici dirigenziali: tra eccessi e sottodimensionamenti dei dirigenti della Polizia Penitenziaria

5 Foibe, il martirio degli Agenti di Custodia

6 La sospensione delle ordinarie regole di trattamento penitenziario (art. 41-bis)

7 Ufficiali medici nel Corpo di Polizia Penitenziaria?

8 Rapporto Eurispes: la Polizia Penitenziaria sgradita a un italiano su due

9 Il Ministro Orlando dichiara cessata l''emergenza sovraffollamento delle carceri, ma i dati lo smentiscono

10 Anche i mafiosi hanno fame





Tutti gli Articoli
1 Decreto Milleproroghe, Sappe: Buona notizia via libera a 887 assunzioni nella Polizia Penitenziaria

2 Blitz della Polizia Penitenziaria: tre arresti per spaccio di droga a Napoli nelle prime ore della mattinata

3 Detenuto cinese violenta la figlia: compagno di cella marocchino lo sodomizza per un mese nel carcere di Prato

4 Poliziotto penitenziario travolto da auto mentre era in moto: è ricoverato in gravi condizioni

5 La latitanza dorata del detenuto evaso da Rebibbia catturato dal NIC della Polizia Penitenziaria

6 Ex scuola della Polizia Penitenziaria di Moastir pronta ad accogliere i migranti: quasi ultimati i lavori

7 Detenuto sorpreso ad aggiornare il proprio profilo Facebook dal carcere di Marassi

8 Bidognetti, il capoclan dei Casalesi, comunicava dal 41-bis con messaggi nascosti

9 Furgone della Polizia Penitenziaria con ergastolano a bordo si blocca per guasto al motore: interviene la Polstrada

10 Danneggiò le auto dei Poliziotti nel parcheggio del carcere di Ancona: individuato grazie alle telecamere


  Cerca per Regione