Novembre 2016
  Scarica il file .pdf del numero della Rivista Novembre 2016  
  Archivio riviste    
Piano Carceri: 900 mila euro in consulenti, ma per ora solo intese con le Regioni


Polizia Penitenziaria - Piano Carceri: 900 mila euro in consulenti, ma per ora solo intese con le Regioni

Notizia del 21/09/2011

in Mondo Penitenziario

(Letto 3927 volte)

Scritto da: Redazione

 Stampa questo articolo     Leggi i Commenti Commenti dei lettori


Dopo un un anno e mezzo di chiacchiere, almeno un punto fermo c'è. È il sito www.pianocarceri.it, l'indirizzo creato appositamente dal commissario straordinario per l'emergenza carceri, nonchè capo del Dipartimento dell'amministrazione penitenziaria, Franco Ionta. Un luogo virtuale in cui i cittadini (compresi, immaginiamo, i parenti dei detenuti) dovrebbero essere messi al corrente degli avanzamenti del Piano tanto voluto dall'ormai ex ministro della Giustizia, Angelino Alfano, nel gennaio 2010: 47 nuovi padiglioni e 11 nuovi istituti penitenziari. Soldi stanziati, 600 milioni di euro. Consegna lavori (più o meno), dicembre 2012.

Peccato che il sito è la dimostrazione evidente di come il Piano carceri sia stato l'ennesimo spot elettorale di un governo ben poco attento alla popolazione carceraria e alla polizia penitenziaria. Altro che costruzioni: le uniche cose fatte in quasi due anni sono alcune intese con le Regioni per l'individuazione delle aree su cui costruire le nuove strutture o per l'allargamento di quelle già esistenti.  L'ultima in ordine di tempo è quella siglata con la Regione Abruzzo, per la realizzazione di un nuovo padiglione (200 posti) nel carcere di Sulmona. Oltre tutto il neo Guardasigilli, Francesco Nitto Palma (che oggi presenta in Senato una relazione sul sovraffollamento degli istituti) qualche giorno fa ha annunciato di voler virare su 11 penitenziari "a bassa sicurezza e costi minori" sul modello di quelli americani. "Entro settembre - ha aggiunto - saranno bandite le gare dei primi venti padiglioni da 4500 posti-detenuti, che saranno conclusi a fine 2012". Sarà da vedere.

Nel frattempo, però, il Piano inesistente continua a spremere le casse dello Stato. Sullo stesso sito c'è, infatti, quella che viene definita "operazione trasparenza", cioè la pubblicazione dei compensi dei consulenti (esterni) chiamati da Ionta. Apprendiamo dunque che, nel secondo semestre 2010, sono stati versati 40 mila euro ciascuno a quattro "soggetti attuatori" e 15 mila euro, sempre pro capite, a nove "contrattisti". Nella prima sezione si va dalla commercialista fiorentina Fiordalisa Bozzetti al "Prof. Avv. Andrea Gemma" dello studio legale e tributario Gemma&Partners (un giovane avvocato che insegna presso la scuola forense dell'Università Roma Tre). A 40 mila euro troviamo anche Mauro Patti, un ingegnere siciliano amico di Alfano, e l'avvocato Massimo Ricchi, classe 1965, pratica forense nello studio del finiano Giuseppe Consolo.

Strano, ma vero, il Piano carceri ha anche un ufficio stampa, gestito - per 15 mila euro tra il primo settembre e il 31 dicembre 2010 - da Luigi Rossi. Non esiste un numero di telefono da poter contattare per avere maggiori spiegazioni e il signor Rossi non risponde alle mail. Stessa cifra anche per la consulenza di Daniela Saitta (tra l'altro, commissario straordinario di Eutelia), Carla Cappiello (consigliera dell'ordine degli ingegneri di Roma), i giovani avvocati Paolo Clarizia (classe 1982) e Francesco Sementilli (1978), l'ingegnere napoletano Andrea Prota (specializzato nelle emergenze post terremoti), gli architetti Salvatore Di Michele e Daniele Santucci, e la commercialista Nicoletta Mazzitelli. Totale: 295 mila euro in sei mesi.

Il sito si ferma qui e non dà i resoconti del 2011, che pure sta volgendo al termine. Rispondendo a un'interrogazione della deputata radicale Rita Bernardini, l'amministrazione ha fatto sapere che "l'obbligo di pubblicazione sul sito web deve avvenire entro il 30 giugno di ciascun anno con riferimento a quelli assegnati al semestre dell'anno precedente". Però, ci tengono a precisare dal Dap, i compensi non sono stati modificati. Quindi altri 295 mila euro per il primo semestre 2011 e, salvo modifiche in corso d'opera, altrettanti per questa fine anno. Quasi 900 mila euro per siglare intese e pubblicare sul sito le relazioni di Ionta ai congressi.

Oggi, dicevamo, il ministro Nitto Palma riferirà al Senato: "Spiegherò nella sua interezza la questione del sovraffollamento carcerario - ha annunciato - indicherò le cause e spiegherò che queste cause devono essere risolte sempre e comunque nel rispetto della sicurezza dei cittadini". Palma si è detto poi disponibile a portare, in un Consiglio dei ministri a metà ottobre, alcune proposte di depenalizzazione dei reati. Il problema è che, se non cambia nulla nell'immediato, continueranno ad essere chiacchiere.

Anche per questo, proprio in occasione della sessione straordinaria di Palazzo Madama, i Radicali hanno organizzato una veglia per l'amnistia: oggi pomeriggio, in piazza Navona, arriveranno il presidente emerito della Corte costituzionale Antonio Baldassarre, Ilaria Cucchi, don Andrea Gallo, i Tetes de Bois e Dario Fo in collegamento telefonico. Domani sarà invece la volta delle organizzazioni sindacali Osapp, Sinappe, Ugl, Cgil, Fp e Cnpp. Alfano aveva annunciato l'assunzione di 2000 nuovi agenti (che non sarebbero stati comunque sufficienti), ne sono stati assunti - secondo Nitto Palma - appena 150.

di Silvia D'Onghia - Il Fatto Quotidiano, 21 settembre 2011


Scritto da: Redazione
(Leggi tutti gli articoli di Redazione)






 

Ultime Notizie Le ultime foto pubblicate
Poliziotto penitenziario assolto definitivamente: era accusato di associazione mafiosa ad una cosca di Lamezia Terme
Detenuto si libera dal controllo della Polizia Penitenziaria e muore gettandosi dal quinto piano durante un sopralluogo fuori dal carcere
Attentato in Vaticano sventato dalla Polizia Penitenziaria: detenuto marocchino voleva fare una strage
Detenuto in alta sicurezza aggredisce Poliziotto penitenziario dopo colloquio con i familiari nel carcere di Siracusa
Rivolta nel carcere di Velletri: Polizia Penitenziaria sul limite di usare la forza
Il carcere di Sala Consilina rimarrà chiuso: il Consiglio di Stato ha accolto provvisoriamente il ricorso del Ministero contro il TAR
Condannato per aver aggredito Poliziotti penitenziari nel carcere di Sanremo. Arrestato e riportato in carcere
Quattro detenuti evadono dal carcere minorile di Monteroni di Lecce: allarme dato in mattinata


La Polizia Penitenziaria in una foto", il primo album fotografico della Polizia Penitenziaria creato dagli appartenenti alla Polizia Penitenziaria stessa!

 Foto della Polizia Penitenziaria Inviaci le tue!

Più di 1.300 ricevute in un anno!

 


Commenti Commenti dei lettori

n. 4


Mi vergogno di essere Italiana ,è assurdo che i ministri decidono chi sbaglia nei loro partiti ,fanno la votazione e decidono no.
Il dubbio nasce la legge è uguale x tutti '?
MA no, solo i normali comuni si ...quanti moti si portano sulla coscienza lo stato e chi lavora per lo stato ..........INACCETTABILI.
DOPO IL PRESIDENTE NAPOLITANO , VENIAMO NOI POPOLO ITALIANO ....PERCHè NOI NOI SIAMO IL POPOLO ?.

Di  MADDALENA  (inviato il 23/09/2011 @ 09:31:33)


n. 3


Caro Sindacato, esimii tutti Miei rappresentanti sindacali,
sono ormai 15 anni che sono iscritto al Sappe, e sono 15 anni che cerco di portare iscritti per poter avere più voce in capitolo, la mia speranza è sempre stata quella di darvi forza in modo che Voi li a Roma possiate intervenire per far valere i nostri diritti, ad oggi pero devo dire di essere molto ma molto deluso, le ultime pagliacciate fatte dal dap mi hanno costretto a fare un passo indietro, pagliacciate intendo gli ultimi distacchi fatti per Reggio Calabria e Favignana, mi spiego, nel mio istituo ci sono tantissimi iscritti sia calabresi che siciliani che mi hanno seguito e creduto, gli stessi che più o meno da dieci a quindici anni aspettano il sospirato trasferimento, con gli ultimi spostamenti fatti con la graduatoria del 2009 diventata definitiva nel 2010, sono stati spostati colleghi che non hanno seguito le indicazioni emanate dal dap circa le sedi che si dovevano scegliere, che erano stati individuati, ma hanno messo istituti a proprio piacimento, chi allora ha presentato l'istanza l'ha fatto credendo, cosi come specificato nella circolare, che le sedi non elencate dal dap non sarebbero state prese in considerazioni, ora hai tempi alchuni colleghi non erano sposati ho non avevano figli, punti che nella graduatoria fanno tanto, perche' ancora ad oggi non è uscita la graduatioria 2010 e 2011 che dovrebbero essere emanate entro il 30 ottobre di ogni anno e avere validita fino alla graduatoria definitiva dell'anno successivo, ma quella del 2010 dove e come mai permettete di fare spostamenti con una graduatoria ormai non veritiera, qua i colleghi sono inca.....ti e io non so come muovermi, ad oggi sono sicuro di un 30 revoche ma sono sicuro che ne arriveranno molte altre per cui aiutatemi e fate una lotta per non fare mandare colleghi in calabria e sicilia se non con una graduatoria nuova,,,,,,,,nella speranza di ricevere notizie porgo cordiali saluti

Di  Nicola  (inviato il 22/09/2011 @ 20:11:13)


n. 2


Non ci sono parole , e intanto le ""Carceri"" scoppiano .

Di  sappone  (inviato il 22/09/2011 @ 10:13:12)


n. 1


Continuo a vergognarmi come cittadino italiano. Infatti la soluzione del problema del sovraffollamento è costruire nuove carceri da gestire con la vigilanza dinamica anzi dinamicissima.....inventata dagli scienziati del DAP.....

Di  assistente capo indignato  (inviato il 21/09/2011 @ 22:15:18)




Scrivi un commento Scrivi un commento

Testo (max 1000 caratteri)

Nome

Link (Visibile a tutti)


Email (Visibile solo dall'amministratore)


Salva i miei dati per futuri commenti

Ricevi in email la notifica di nuovi commenti

I commenti sono moderati. Il tuo commento sarà visibile solo quando approvato.
Il seguente campo NON deve essere compilato.



Disclaimer
L'indirizzo IP del mittente viene registrato, in ogni caso si raccomanda la buona educazione.

54.204.247.205


Pagina Facebook di Polizia Penitenziaria

Email Polizia Penitenziaria. Richiedila gratis o a pagamento




Tutti gli Articoli
1 La vecchia Zimarra di Regina Coeli a cena intorno al proprio Comandante Francesco Ventura

2 Commozione per la morte di due detenuti, ma la stampa omette di dire che uno aveva stuprato una bambina disabile e l''altro ucciso i genitori adottivi

3 Rosario Di Bella, Sovrintendente Capo della Polizia Penitenziaria è deceduto. Lavorava nel carcere di Imperia

4 Tre buoni motivi per cui la Polizia Penitenziaria non può essere sciolta come la Forestale

5 Come mi mancano gli Agenti di Custodia … allora non c’erano suicidi tra di noi … perché?

6 Focus su: batteri, virus e malattie infettive nella carceri. Poliziotti e detenuti a rischio contagio

7 Bologna: poliziotto penitenziario di 44 anni lotta tra la vita e la morte dopo essersi sparato un colpo di pistola alla testa

8 La sanzione disciplinare nei confronti del poliziotto penitenziario

9 Qualcuno ci aiuti a fermare la strage!

10 Statistiche delle carceri in Italia: i polli di Trilussa e i polli del DAP





Tutti gli Articoli
1 Agente Penitenziario si spara in bocca con pistola d''ordinanza mentre era in sala di attesa dell''ospedale. E'' in coma

2 Attentato in Vaticano sventato dalla Polizia Penitenziaria: detenuto marocchino voleva fare una strage

3 Rivolta nel carcere di Velletri: Polizia Penitenziaria sul limite di usare la forza

4 Detenuto si libera dal controllo della Polizia Penitenziaria e muore gettandosi dal quinto piano durante un sopralluogo fuori dal carcere

5 La nuova Legge che obbliga i Poliziotti a riferire ai propri superiori le indagini giudiziarie

6 Morì sotto il furgone della Polizia Penitenziaria: per la Procura responsabili autista e gli operai del cantiere

7 Quattro detenuti evadono dal carcere minorile di Monteroni di Lecce: allarme dato in mattinata

8 Dal carcere di Padova detenuto gestiva traffico di droga in Sicilia con computer e pizzini

9 Santi Consolo: senza la Magistratura di Sorveglianza potremmo spostare tutte le madri detenute in pochi giorni

10 Detenuto in alta sicurezza aggredisce Poliziotto penitenziario dopo colloquio con i familiari nel carcere di Siracusa


  Cerca per Regione