Gennaio 2017
  Scarica il file .pdf del numero della Rivista Gennaio 2017  
  Archivio riviste    
Polizia Penitenziaria disarmata, ma ai detenuti concessi oggetti pericolosi: interrogazione parlamentare


Polizia Penitenziaria - Polizia Penitenziaria disarmata, ma ai detenuti concessi oggetti pericolosi: interrogazione parlamentare

Notizia del 04/11/2015

in Interrogazioni parlamentari

(Letto 559 volte)

Scritto da: Redazione

 Stampa questo articolo


Atto Senato

Interrogazione a risposta scritta 4-04781
presentata da
MARIO MAURO 
mercoledì 4 novembre 2015, seduta n.535

Mario MAURO - Al Ministro della giustizia - Premesso che a quanto risulta all'interrogante:

la casa circondariale "Antonio Santoro" di Potenza è un istituto costruito nel 1954 e consegnato all'amministrazione penitenziaria il 7 dicembre 1959. Esso è costituito da vari edifici tutti all'interno del muro di cinta, con 105 stanze ed una capienza di 186 detenuti;

la Polizia penitenziaria di Potenza opera in prima linea all'interno delle sezioni detentive, trovandosi a stretto contatto con la popolazione detenuta, che quotidianamente tenta di compromettere la sicurezza del penitenziario potentino con episodi di aggressioni ai danni degli agenti;

una delle ultime aggressioni è stata registrata il 1° novembre 2015, quando 2 agenti si sono ritrovati a domare un incendio causato da un detenuto di 31 anni (con fine pena nel 2020), che, dopo aver incendiato il lenzuolo del proprio letto con 2 bombolette di gas, ha tentato di innescare uno scoppio per destabilizzare la sicurezza della sezione detentiva. Contemporaneamente, il detenuto ha iniziato ad inalare il gas (butano) contenuto nello spray al fine di procurarsi una sensazione di "sballo" e ha aggredito con calci e pugni i 2 agenti, provocando loro un trauma cranico - facciale;

considerato che:

la Polizia penitenziaria opera disarmata all'interno delle sezioni detentive, mentre è permesso ai detenuti possedere numerosi oggetti atti ad offendere, come bombolette di gas, lamette da barba e bastoni;

la maggior parte delle aggressioni (compresa quella descritta) si verificano nelle ore serali e notturne, momento in cui il personale della Polizia penitenziaria è ridotto ai minimi termini, e la stessa aggressione è stata riportata alla normalità soltanto grazie al tempestivo intervento di agenti liberi dal servizio che ancora si trovavano all'interno della struttura,

si chiede di sapere:

se e come il Ministro in indirizzo intenda attivarsi affinché alle autorità dell'amministrazione penitenziaria non continuino ad essere sottratte le risorse umane ed economiche indispensabili per l'adempimento delle loro mansioni;

se non ritenga di doversi attivare per modificare la norma che prevede la detenzione di oggetti potenzialmente contundenti all'interno delle sezioni detentive, in modo da scoraggiare un utilizzo improprio degli stessi.

(4-04781)


Scritto da: Redazione
(Leggi tutti gli articoli di Redazione)






 

Ultime Notizie Le ultime foto pubblicate
Tre Poliziotti penitenziari feriti da un detenuto con forbici affilate appositamente
Carceri italiane ed edilizia penitenziaria: al massimo si da una ritinteggiata
Nuovo carcere a Nola: in scadenza il bando per la realizzazione
Chiso l''OPG di Montelupo Fiorentino: consiglieri comunali accusano sprechi e disagi
Furgone della Polizia Penitenziaria con ergastolano a bordo si blocca per guasto al motore: interviene la Polstrada
Decreto Milleproroghe, Sappe: Buona notizia via libera a 887 assunzioni nella Polizia Penitenziaria
15 febbraio 1977, 40 anni fa l''arresto di Renato Vallanzasca
Londra, carcere di Northumberland: le gang ormai controllano lo spaccio


La Polizia Penitenziaria in una foto", il primo album fotografico della Polizia Penitenziaria creato dagli appartenenti alla Polizia Penitenziaria stessa!

 Foto della Polizia Penitenziaria Inviaci le tue!

Più di 1.300 ricevute in un anno!

 


Commenti Commenti dei lettori
Nessun commento trovato.



Scrivi un commento Scrivi un commento

Testo (max 1000 caratteri)

Nome

Link (Visibile a tutti)


Email (Visibile solo dall'amministratore)


Salva i miei dati per futuri commenti

Ricevi in email la notifica di nuovi commenti

I commenti sono moderati. Il tuo commento sarà visibile solo quando approvato.
Il seguente campo NON deve essere compilato.



Disclaimer
L'indirizzo IP del mittente viene registrato, in ogni caso si raccomanda la buona educazione.

54.158.174.84


Pagina Facebook di Polizia Penitenziaria

Email Polizia Penitenziaria. Richiedila gratis o a pagamento




Tutti gli Articoli
1 Celebrazioni 200 anni di storia del Corpo di Polizia Penitenziaria: autorizzata l’emissione della moneta d’argento da 5 euro

2 Catturato dalla Polizia Penitenziaria uno degli evasi dal carcere di Rebibbia: indagini in corso sui complici della latitanza

3 A chi danno fastidio i servizi di polizia stradale della Polizia Penitenziaria?

4 Riordino, organici dirigenziali: tra eccessi e sottodimensionamenti dei dirigenti della Polizia Penitenziaria

5 Foibe, il martirio degli Agenti di Custodia

6 La sospensione delle ordinarie regole di trattamento penitenziario (art. 41-bis)

7 Ufficiali medici nel Corpo di Polizia Penitenziaria?

8 Rapporto Eurispes: la Polizia Penitenziaria sgradita a un italiano su due

9 Il Ministro Orlando dichiara cessata l''emergenza sovraffollamento delle carceri, ma i dati lo smentiscono

10 Anche i mafiosi hanno fame





Tutti gli Articoli
1 Decreto Milleproroghe, Sappe: Buona notizia via libera a 887 assunzioni nella Polizia Penitenziaria

2 Blitz della Polizia Penitenziaria: tre arresti per spaccio di droga a Napoli nelle prime ore della mattinata

3 Detenuto cinese violenta la figlia: compagno di cella marocchino lo sodomizza per un mese nel carcere di Prato

4 Poliziotto penitenziario travolto da auto mentre era in moto: è ricoverato in gravi condizioni

5 La latitanza dorata del detenuto evaso da Rebibbia catturato dal NIC della Polizia Penitenziaria

6 Ex scuola della Polizia Penitenziaria di Moastir pronta ad accogliere i migranti: quasi ultimati i lavori

7 Detenuto sorpreso ad aggiornare il proprio profilo Facebook dal carcere di Marassi

8 Bidognetti, il capoclan dei Casalesi, comunicava dal 41-bis con messaggi nascosti

9 Furgone della Polizia Penitenziaria con ergastolano a bordo si blocca per guasto al motore: interviene la Polstrada

10 Danneggiò le auto dei Poliziotti nel parcheggio del carcere di Ancona: individuato grazie alle telecamere


  Cerca per Regione