Novembre 2016
  Scarica il file .pdf del numero della Rivista Novembre 2016  
  Archivio riviste    
Polizia Penitenziaria e Servizio di Polizia Stradale: utopia per i poliziotti e incubo per taluni direttori e per taluni provveditori


Polizia Penitenziaria - Polizia Penitenziaria e Servizio di Polizia Stradale: utopia per i poliziotti e incubo per taluni direttori e per taluni provveditori

Notizia del 10/11/2011

in Houston abbiamo un problema

(Letto 11659 volte)

Scritto da: Indignato Nordista

 Stampa questo articolo     Leggi i Commenti Commenti dei lettori


Spesso mi sono chiesto perché molti di coloro che non appartengono alla Polizia Penitenziaria, abbiano una avversione insensata verso quei poliziotti (pochi purtroppo) che si impegnano per far crescere e guadagnare pari dignità al nostro Corpo. Tante sono le risposte che mi sono balzate alla mente, ma ho avuto sempre l'impressione che vi fosse altro, forse una sorta di frustrazione professionale "direttoriale".

Mi soffermerò sul Servizio di Polizia Stradale, attribuito al Corpo, ex lege, nel lontano 2003 (ma non ancora pienamente operativo), per non scrivere un articolo troppo elaborato da far preoccupare qualche distratto direttore/provveditore che involontariamente vi si dovesse imbattere.
Già il semplice fatto che ci siano voluti anni (il Nuovo Codice della Strada è nato nel 1992), per "sollecitare" il Legislatore ad inserire la Polizia Penitenziaria tra i Corpi cui spetti l'espletamento dei servizi di polizia stradale, la dice lunga sui veri "suggeritori": certamente tra di essi non c'erano né direttori né dirigenti dell'Amministrazione Penitenziaria.

Sono stati i poliziotti, certamente con il SAPPE in testa, a bussare presso ogni ufficio politico, affinché si desse dignità alla quarta Forza di Polizia dello Stato.

Quando il Parlamento sfornò la Legge Delega, per molti direttori ed altrettanti dirigenti fu il panico assoluto: qualcuno si preoccupò subito della contabilità (come farà il ragioniere a farsi carico di queste incombenze?!?); qualcun altro immaginò pattuglie della penitenziaria in giro per la città a sanzionare chicchessia (questi ora si preoccuperanno di contestare le infrazioni e non faranno tutto il resto!!); altri iniziarono le strategie per tentare di frenare la marea in arrivo (il direttore sono io e nessuna "carta" potrà uscire senza la mia firma e approvazione!).

E mentre i "civili" remavano contro, i poliziotti sollecitavano i provvedimenti attuativi. Era il 18.01.2008, quando l'allora Capo del DAP emanò il primo provvedimento, dalla cui lettura traspariva tutta l'ansia di chi aveva tentato invano di rinviare ancora quel passo. Ovviamente tra pali, paletti e divieti, la montagna aveva partorito un topolino. Seguirono altri provvedimenti, fino all'ultimo del maggio 2011, con cui si organizzano le funzioni attribuite al Corpo.

Ma a tutte queste chiacchiere, quasi decennali, scarsi e pochi sono stati i fatti che ne sono seguiti, tranne che per quelle pochissime realtà laddove il servizio è stato avviato.

Qualche "direttore nordista" e qualche provveditore "a trattamento avanzato", hanno gentilmente e pacatamente risposto a un poliziotto che chiedeva notizie su quel servizio: "ma quale c.o di polizia stradale! Senza a firma d'ò direttore nun se fa nient!! Vamme a fà a multa a machina mia in divieto di sosta e poi vediamo!!!!".

Viene da chiedersi, in un clima di siffatta "cordialità", che richiama l'atavico contrasto tra direttore d'istituto (privo di qualifiche di p.g., p.s. e polizia stradale) e Comandante Polizia Penitenziaria, non sarebbe stato il caso, in uno dei tanti provvedimenti emanati, di specificare che il Responsabile del Servizio di Polizia Stradale presso ogni sede, firma autonomamente tutti gli atti pertinenti a quello specifico servizio?.

Chissà quanti anni ci vorranno ancora prima che tutti gli attuali "dirigenti" si "estinguano".


Scritto da: Indignato Nordista
(Leggi tutti gli articoli di Indignato Nordista)






 

Ultime Notizie Le ultime foto pubblicate
Attentato in Vaticano sventato dalla Polizia Penitenziaria: detenuto marocchino voleva fare una strage
Detenuto in alta sicurezza aggredisce Poliziotto penitenziario dopo colloquio con i familiari nel carcere di Siracusa
Rivolta nel carcere di Velletri: Polizia Penitenziaria sul limite di usare la forza
Il carcere di Sala Consilina rimarrà chiuso: il Consiglio di Stato ha accolto provvisoriamente il ricorso del Ministero contro il TAR
Condannato per aver aggredito Poliziotti penitenziari nel carcere di Sanremo. Arrestato e riportato in carcere
Quattro detenuti evadono dal carcere minorile di Monteroni di Lecce: allarme dato in mattinata
Agente Penitenziario si spara in bocca con pistola d''ordinanza mentre era in sala di attesa dell''ospedale. E'' in coma
Santi Consolo: senza la Magistratura di Sorveglianza potremmo spostare tutte le madri detenute in pochi giorni


La Polizia Penitenziaria in una foto", il primo album fotografico della Polizia Penitenziaria creato dagli appartenenti alla Polizia Penitenziaria stessa!

 Foto della Polizia Penitenziaria Inviaci le tue!

Più di 1.300 ricevute in un anno!

 


Commenti Commenti dei lettori

n. 20


mi è doveroso dirlo ma ai direttori della Polizia Penitenziaria che gliene frega a loro gli interessa solo di fare carriera alle spalle della Polizia Pen. e che stiano bene i detenuti a noi serve solo un politico che veramente dice io sono solo per la Polizia Penitenziaria

Di  anonimo  (inviato il 03/01/2014 @ 18:56:18)


n. 19


coraggio ragazzi prima o poi i dinosauri scompariranno e riusciremo ad avere anche noi il rispetto dovuto a un corpo di Polizia . Scusate se anche noi siamo Polizia, riferendomi ad altri colleghi , per fortuna pochi, di altri corpi che non ci ritengono tali.

Di  Antonio Romano  (inviato il 10/07/2013 @ 15:19:38)


n. 18


in liguria abbiamo iniziato con questi compiti dal 1 dicembre....ora tocca a toscana e d emilia dal 1 febbraio 2013...questo per conoscenza ai colleghi e utenti
salve a tutti

Di  claudio  (inviato il 29/12/2012 @ 01:53:15)


n. 17


CARI AMICI,ANCORA UNA VOLTA CI TROVIAMO A DOVER LOTTARE CONTRO UN'AMM/NE CHE VUOL FAR FINTA DI NN SENTIRE!!!QUESTO SERVIZIO PRIMA DI POTERLO SVOLGERE CORRETTAMENTE PASSERANNO ANCORA DEGL'ANNI!!!MA ALLA FINE PENSO KE CI RIUSCIREMO!!!!!SE PENSIAMO KE DOPO 7 LUNGHI ANNI DAL DECRETO FIRMATO ANCORA SIAMO GIUNTI APPENA A 5 REGIONI IN VIA SPERIMENTALE MA!!!!VEDREMO!UN SALUTO A TUTTI.

Di  CARMELO  (inviato il 18/08/2012 @ 16:30:41)


n. 16


Chiarissimo Claudio credevo che per Polizia stadale si intendeva affiancamento alle altre forze dell'ordine!!!!! Grazie mille della spiegazione

Di  anonimo  (inviato il 29/07/2012 @ 17:16:42)


n. 15


in Umbria come in altre regioni dove è partito il servizio non vedrai mai pattuglie a svolgere SOLAMENTE il compito di pol strada..non si fanno posti di controllo almeno che non siano comandati dal prefetto.
i compiti di polizia stradali vengono svolti durante il normale servizio di istituto dalle traduzioni al più banale rifornimento di carburante ma mai per essere comandati esclusivamente x il controllo al codice della strada..spero di esser stato chiaro. ciao

Di  Claudio  (inviato il 29/07/2012 @ 15:28:20)


n. 14


salve a tutti, ma in Umbria da quando la Polizia Penitenziaria Svolge funzioni di Polizia stradale??? Mai vista una pattuglia o un posto di blocco!!!!!

Di  anonimo  (inviato il 28/07/2012 @ 15:23:20)


n. 13


ciao a tutti, vorrei vedere se l'invio alla mctc di una carta di circolazione ritirata debba essere firmata dal direttore...........i compiti di polizia stradale spettano al corpo di polizia penitenziaria e nn al direttore o altre figure ....
tanto che io nn li vedo competenti neanche nei servizi di traduzioni i direttori, devono solo firma i pagamenti ai colleghi, anche qui la l 395 all'art 5 dice che al corpo spettano i servizi di trad e piant, allora ...
il corpo nn è il direttore, e la 395 è legge....
1) la pol pen non potrà espletare esclusivamente servizi di polizia stradle, ma compirà tali compiti durante l'espletamento dei prorpi compiti di istituto.
2) per fare i compiti di cui all'art 11 lette a) b) nn ci sono limitazioni ho obbligo di relazione ai compiti di istituto, mentre per i compiti o sertvizi di cui alle lett c) d) e) qui cè bisogno di relazione ai compiti.

Di  libero  (inviato il 26/11/2011 @ 00:11:35)


n. 12


Cari amici...
Da ex carabiniere vorrei spiegare a qualche direttore ma specialmente a qualche ragioniere che il sistema delle contravvenzioni è molto più semplice di quello che si pensa ,specialmente ora che tutto il lavoro lo fa il computer....
Basti pensare che un solo agente della municipale riesce a gestire tutti gli adempimenti ( verbali e ricorsi )...
Quindi... i ragionieri possono continuare a stare a telefono...
La cosa più bella (si fa per dire) è che per un ordine riguardante il saluto sono state fatte tante circolari , addirittura qualche direttore vi ha aggiunto pure qualche ordine di servizio, mentre, per un servizio così delicato c'è silenzio assoluto.
Durante il servizio da carabiniere avevamo delle dispense dove venivano raffigurate e descritte tutte le operazioni di P.S. compreso i rilievi nei sinistri,anche qulli più tragiici , con tanto di normativa e i di figure...
Potrebbe essere un'idea per il giornalino del Sappe, fatto anche a puntate, tipo fumetto ma vi assicuro, molto efficace.
Battlestar


Di  rBattlestar  (inviato il 15/11/2011 @ 21:12:02)


n. 11


Ormai siamo indipendenti.....non c'e' bisogno dell'ausilio della stradale...questo succedeva tanto tempo fa' almeno dalle mie parti e quando succedeva manco lo sapeva il direttore.
Adesso basta aver pazienza che estendano a tutto il territorio la varia modulistica dopo che la sperimentazione sarà terminata.
Penso che ormai ne siano coscenti pure loro che questi compiti siano realtà,ci si abitueranno come tutte le altre cose e ci conviveranno anche se con l'amaro in bocca.
Un saluto a tutti

Di  Claudio Di feo La Spezia  (inviato il 14/11/2011 @ 16:39:32)


n. 10


forse sbagliamo noi appartenenti al Corpo......la legge c'è e basta applicarla indipendentemente dall' "autorizzazione" o meno dei direttori......ci continueremo ad appoggiare alla Polizia Stradale per compilare i verbali di accertamento alle violazioni del codice della strada ma la "multa" la si deve fare ugualmente, l'importante è conoscere la materia per evitare conseguenze spiacevoli.

Di  Francesco  (inviato il 14/11/2011 @ 15:25:19)


n. 9


non ho ma visto un corpo così disomogeneo , disorganizzato al suo interno..è vergognoso...ma quale polizia...hanno voluto dare un ritocco alla denominazione , guardia carcere , e tali siamo rimasti grazie ai sti belli signori che avete menzionato.Non c'è rimedio sec me fin tanto non venga fuori una legge con l'imperativo , ..il corpo di polizia penitenziaria deve essere operativo a tutti gli effetti di legge , senza se e senza ma....

Di  peppe  (inviato il 14/11/2011 @ 12:22:22)


n. 8


puo' essere..................sara' stato sospeso........ma la Polizia Stradale e' LEGGE................
allora o ci tolgono dal codice della strada e tolgono le qualifiche di P.G (perche' anche con quelle esercito i compiti di pol.stradale) oppure devono per LEGGE e non per forza PER LEGGE accettare tali servizi.......Sto' parlando dei capoccioni giu' in Roma capitale...........e anche in qualche periferia va'..............
ciao

Di  claudio di feo  (inviato il 11/11/2011 @ 21:47:49)


n. 7


I cinofili , in Toscana sono stati sospesi , figuriamoci i compiti di Polizia stradale . E' tutto allo sfascio .

Di  sappone  (inviato il 11/11/2011 @ 20:50:43)


n. 6


Cari colleghi, contando anche gli allegati, la Circolare che organizza le funzioni di Polizia Stradale del Corpo conta oltre 80 pagine, e vi assicuro che le ho lette tutte! Ha ragione LIBERO nel dire che la parola direttore e direzione non è mai menzionata! Purtroppo, chi ha scritto quella Circolare doveva prima spiegarla (piano piano e parola per parola) ai direttori e ai dirigenti i quali (forse non tutti) NON MOLLANO! Qualcuno suggerisce di usare il pugno duro, ergo denunciare il dirigente che si rifiuti di trasmettere gli atti all'esterno dell'Istituto... In punto di diritto tutto ok... e poi? Chissà quanti sono i direttori/dirigenti che hanno a carico decine di denunce simili, ma sono sempre al loro posto! E chi denuncia che fine fa? Comincia a contare gli Istituti della regione, come minimo! La casta non si arrenderà, di questo sono certo! Si abbia il coraggio di scrivere chiaramente che il Responsabile del Servizio di Polizia Stradale di ogni sede (N.T.P.) firma tutti gli atti autonomamente. Ci siamo riusciti con gli atti di PG (non in tutte le realtà!!), potremo farcela anche con la Polizia Stradale, ma serve pressione costante, prima sui provveditori e poi su certi "vecchi" direttori. Non sarebbe male poi, sanzionare qualche "colletto spavaldo"... Immaginate come reagirebbe la casta alla notizia "direttore dell'Istituto X sanzionato dalla Polizia Penitenziaria per non aver fatto uso delle cinture di sicurezza alla guida?". : - ) Io considero sempre più interessante l'esigenza di passare sotto il Ministero dell'Interno... e non credo dovremo aspettare ancora tanto...

Di  INDIGNATO NORDISTA  (inviato il 10/11/2011 @ 21:12:31)


n. 5


HO PENSATO MOLTO PRIMA DI SCRIVERE QUESTO MESSAGGIO, POI MI SONO DETTO E' ORA DI DIRLO.....MA QUALCUNO DI VOI SI E' LETTO VERAMENTE LE 67 PAGINE DELLA CIRCOLARE DI MAGGIO 2011 ?
LI C'E' SCRITTO TUTTO, A PAG 11 E 12 SI PARLA DI LIVELLO LOCALE, DI NUCLEI, COME INDICATO DAL PCD DEL 10.01.2008. SI DICE TESTUALMENTE CHE IL LIVELLO LOCALE E' COSTITUITO DAI NUCLEI CUI E' DI FATTO CONSEGNATA LA MODULISTICA; NESSUNO PARLA AL CONTRARIO DI ISTITUTO, DIREZIONE, DIRETTORE....SI PARLA CHIARAMENTE DI RESPONSABILI DEI NUCLEI, COORDINATORI SIANO ESSI ISPETTORI CHE COMMISSARI...ALLORA DOPO AVER CHIARITO CIO', SI PUO' DIRE ANCORA CHE LA MODULISTICA ALLEGATA E' STATA UFFICIALIZZATA E NELLA PARTE DELLA FIRMA, C'E' SOLO FIRMA DEL RESPONSABILE DEL NUCLEO (CHI E' IL RESP.LE DEL NUCLEO ? ) ALLA LUCE DEL D.M. SULLE TRADUZIONI, DATATO 4 AGOSTO 2011, PUO' ESSERE ISPETTORE O COMMISSARIO, PROPRIO PERCHE' SI E' DIVERSIFICATO IL TIPO DEI NUCLEI, NUCLEO LOCALE, CITTADINO E PROVINCIALE, LADDOVE UN NUCLEO SERVA PIU' DIREZIONI, QUESTO NON E' PIU' UNITA' OPERATIVA BENSI' SERVIZIO E QUINDI A CAPO DEL QUALE CI VIENE MESSO UN COMMISSARIO.
ALTRA COSA DA FAR SAPERE E CHE STANTE ALCUNE INFO CHE GIRANO, DA NUCLEO A NUCLEO, NEL LAZIO ALCUNI NUCLEI HANNO GIA' VERBALIZZATO CIRCA 10 ATTI DI CONTESTAZIONE E GIA' INVIATI AL PRAP PER LA NOTIFICA AI PROPRIETARI.....
E' VERO NON TUTTI SI SENTONO ORGOGLIOSI DI QUESTA NUOVA ATTIVITA', ANZI LA VEDONO COME DISTRAZIONE, SCERIFFATA...COSI' NON E'.... QUESTO SERVIZIO NON PUO' ESSERE ESERCITATO CON PROPRIE PATTUGLIE ESCLUSIVAMENTE COMANDATE PER TALE RAGIONE, MA PUO' ESSERE ESERCITATO DURANTE L'ESPLETAMENTO DEI PROPRI COMPITI...CIO'

Di  LIBERO  (inviato il 10/11/2011 @ 19:12:59)


n. 4


Caro collega, dopo aver letto attentamente il tuo post, tra le tante rivendicazioni che il sindacato a piu' volte portato avanti mi torna in mente , quella di passare alle dipendenze del Ministero degli Interni, tutti sappiamo che in queste condizioni il nostro Corpo non ha futuro, ogni qualvolta che si tenta attraverso l'istituzione di un servizio per dare pari dignità al Corpo, si presentono sempre gli stessi problemi con i nostri Direttori, per loro i vari NIC, USPeV, per alcuni neanche il GOM dovrebbe esistere, figurarsi il servizio di Polizia Stradale,,,,,,,,,,,, penso sia giunto il momento che una seria riflessione sul futuro della Polizia Penitenziaria venga avviata anzitutto se proprio deve rimanere alle dipendenze del Ministero della Giustizia, istituendo una Direzione Generale dedicata, e sopratutto un serio rialineamento con le altre forze di Polizia. Buon lavoro Domenico.

Di  Anonimo  (inviato il 10/11/2011 @ 18:14:12)


n. 3


salve,volente o dolente come si suol dire il servizio e' partito.
Ci sono gia' direttori che si mangiano il cappello tipo rockerduck (ricordate il mitico nemico di paperone).
Purtroppo dovrebbero decidere da che parte stare non SOLO a convenienza .
Adesso speriamo solo che oltre al Lazio e Umbria almeno per anno nuovo si estenda a tutto il territorio.
P.S. dove si mette il "mi piace" ????? ahahahahh
ciao a tutti

Di  claudio  (inviato il 10/11/2011 @ 17:22:36)


n. 2


Egregio collega, sicuramente, il legislatore ha ritenuto ininfluente specificare chi debba firmare gli atti. Questo perchè gli atti di P.G.( notizie di reato, informative, atti di polizia stadale) sono atti a firma esclusiva dell'ufficiale di P.G. che redice l'iformativa finale. A firma del Dirigente (il direttore) è la sola lettera di trasmissione, poichè tutto il cartaceo in uscita da un istituto e/o servizio penitenziario deve essere autorizzato. Vi è l'obbligo di trasmettere agli uffici competenti gli atti di PG, altrimenti si potrebbe configurare l'omissione in atti d'ufficio. buon lavoro...enrico

Di  Enrico Fruncillo  (inviato il 10/11/2011 @ 12:34:59)




Scrivi un commento Scrivi un commento

Testo (max 1000 caratteri)

Nome

Link (Visibile a tutti)


Email (Visibile solo dall'amministratore)


Salva i miei dati per futuri commenti

Ricevi in email la notifica di nuovi commenti

I commenti sono moderati. Il tuo commento sarà visibile solo quando approvato.
Il seguente campo NON deve essere compilato.



Disclaimer
L'indirizzo IP del mittente viene registrato, in ogni caso si raccomanda la buona educazione.

54.161.241.199


Pagina Facebook di Polizia Penitenziaria

Email Polizia Penitenziaria. Richiedila gratis o a pagamento




Tutti gli Articoli
1 Le tristi notti del poliziotto penitenziario cinquantenne

2 La vecchia Zimarra di Regina Coeli a cena intorno al proprio Comandante Francesco Ventura

3 Commozione per la morte di due detenuti, ma la stampa omette di dire che uno aveva stuprato una bambina disabile e l''altro ucciso i genitori adottivi

4 Tre buoni motivi per cui la Polizia Penitenziaria non può essere sciolta come la Forestale

5 Un lutto improvviso: ci lascia Andrea Accettone, collega, segretario, come un fratello

6 Come mi mancano gli Agenti di Custodia … allora non c’erano suicidi tra di noi … perché?

7 Bologna: poliziotto penitenziario di 44 anni lotta tra la vita e la morte dopo essersi sparato un colpo di pistola alla testa

8 La sanzione disciplinare nei confronti del poliziotto penitenziario

9 Statistiche delle carceri in Italia: i polli di Trilussa e i polli del DAP

10 Dal servizio di sentinella al sistema di videosorveglianza. Ma la tecnologia, da sola, non basta





Tutti gli Articoli
1 Agente Penitenziario si spara in bocca con pistola d''ordinanza mentre era in sala di attesa dell''ospedale. E'' in coma

2 Attentato in Vaticano sventato dalla Polizia Penitenziaria: detenuto marocchino voleva fare una strage

3 Assunzioni in Polizia Penitenziaria e scorrimento graduatorie: Governo rifiuta gli emendamenti Ferraresi (M5S)

4 Rivolta nel carcere di Velletri: Polizia Penitenziaria sul limite di usare la forza

5 Quindici colpi di pistola contro il Poliziotto penitenziario: le prime indagini dei Carabinieri

6 Informativa DAP: ai mujaheddin kosovari è arrivato ordine di attaccare l''Italia

7 La nuova Legge che obbliga i Poliziotti a riferire ai propri superiori le indagini giudiziarie

8 Morì sotto il furgone della Polizia Penitenziaria: per la Procura responsabili autista e gli operai del cantiere

9 Quattro detenuti evadono dal carcere minorile di Monteroni di Lecce: allarme dato in mattinata

10 Detenuto in permesso premio sequestra, rapina e violenta una ragazza in un ufficio pubblico


  Cerca per Regione