Ottobre 2017
  Scarica il file .pdf del numero della Rivista Ottobre 2017  
  Archivio riviste    
Posti fissi in istituto penitenziario: rotazione o non rotazione del personale del Corpo?


Polizia Penitenziaria - Posti fissi in istituto penitenziario: rotazione o non rotazione del personale del Corpo?

Notizia del 18/08/2017

in Il Dibattito

(Letto 4899 volte)

Scritto da: Agente Sara

 Stampa questo articolo     Leggi i Commenti Commenti dei lettori


In tutti i penitenziari italiani alcune unità del Corpo vengono impiegate, previo superamento di un interpello ordinario annuale, nello svolgimento di compiti sussidiari ai servizi operativi: si pensi ad esempio alla Matricola, al'Ufficio Comando, all'Ufficio Rilascio Colloqui, all'Ufficio Servizi ecc. ecc.

Stiamo parlando di quella che viene considerata mobilità interna del personale del Corpo, ampiamente regolamentata in primis dall'Accordo Quadro Nazionale, poi dal Protocollo d'Intesa siglato in ciascuna Regione tra Provveditorato competente ed Organizzazioni Sindacali e, infine, dalla contrattazione locale di ciascun istituto tra Direzione e sindacati.

Pur tuttavia, esistono istituti ove il posto di servizio ad interpello non è soggetto ad alcuna rotazione e vi sono istituti in cui si adotta una rotazione limitata ad una aliquota di personale impiegato in alcuni posti fissi, escludendo la rotazione in altri posti di servizio, vuoi per la delicatezza delle mansioni svolte vuoi per la necessità di acquisire determinate specializzazioni (si pensi ad esempio allo SDI oppure alla Matricola).

In realtà, la rotazione del personale ha i suoi pro ed i suoi contro.

Tra i colleghi da un lato c'è chi sostiene che una continua rotazione potrebbe far correre il rischio del venir meno della professionalità acquisita nel tempo, frutto dell'esperienza maturata nel settore.

D'altro lato, invece, parte del personale si lamenta di essere escluso da determinate esperienze lavorative in taluni settori, con la possibilità di poter concretizzare la propria aspirazione solo in caso di "rotazione fisiologica", ovverosia quando si rendono vacanti i posti fissi per trasferimenti, pensionamenti, transiti nei ruoli civili, recessi, rimozioni, ecc. ecc.

Quindi, nei "posti fissi" all'interno dell'istituto penitenziario ... rotazione o non rotazione del personale del Corpo di Polizia Penitenziaria?

Va detto che è bene sempre garantire al personale di Polizia Penitenziaria l'opportunità di esaudire le aspirazioni di arricchimento professionale, anche con la diversificazione delle esperienze lavorative all'interno dell'istituto ma, allo stesso tempo, non si deve correre il rischio di perdere le professionalità acquisite, risultato di esperienza sviluppata nel tempo.

Se pur in analogia lontana, ma sempre in tema di rotazione, quando in taluni istituti si è optato per la rotazione del personale impiegato nei reparti detentivi, sono emersi allo stesso modo i pro ed i contro.

D'altronde è innegabile che quando una persona svolge il proprio lavoro con dedizione, nel tempo, matura quell'esperienza sul campo che diventa un vero e proprio valore aggiunto alla propria professionalità.

In conclusione, ritengo che non ci debba essere una regola universale sulla rotazione dei posti di servizio. A mio avviso, infatti, le situazioni vanno valutate sede per sede, caso per caso ... con elastica duttilità.

In altre parole, debbono essere valutate situazioni e professionalità in relazione alla funzionalità e all'efficenza dei servizi evitando di tutelare, invece, privilegi e raccomandazioni a discapito di chi potrebbe non aver mai la possibilità di migliorare la propria situazione.

Insomma, anche in questo caso "in medio stat virtus" come dicevano i nostri antenati latini.

Del resto, sappiamo tutti quanti che il poliziotto penitenziario, rotazione o non rotazione, posto fisso o servizio a turno, è sempre dotato di grande professionalità ... il poliziotto penitenziario, qualsiasi mansione svolga, è la risorsa fondamentale dell'amministrazione penitenziaria e dell'intero sistema dell'esecuzione penale italiana. 

 


Scritto da: Agente Sara
(Leggi tutti gli articoli di Agente Sara)






 

Ultime Notizie Le ultime foto pubblicate
Agente penitenziario arrestato per intralcio alla giustizia e falso nel carcere di Milano San Vittore Francesco Di Cataldo
Cibo biologico per i detenuti: il TAR Piemonte sospende il bando di gara del DAP
Nuovo carcere di Nola. Aggiudicata la gara di appalto per la realizzazione del penitenziario da 1200 posti
Detenuto sferra calci e pugni a quattro Poliziotti e ad uno frattura il naso nel carcere di Terni
Detenuta tenta di strangolare Poliziotta penitenziaria intervenuta per proteggere gli infermieri nel carcere di Milano Bollate
La fidanzata: porti la divisa in modo indegno. Poliziotto penitenziario consegnava telefoni e droga in carcere a Bologna
Antonino Di Matteo, allentare il 41-bis proprio ora sarebbe un grave errore dello Stato
NIC della Polizia Penitenziaria arresta a Napoli spacciatore. E'' figlio di un luogotenente del clan Mariano ucciso qualche anno fa


La Polizia Penitenziaria in una foto", il primo album fotografico della Polizia Penitenziaria creato dagli appartenenti alla Polizia Penitenziaria stessa!

 Foto della Polizia Penitenziaria Inviaci le tue!

Più di 1.300 ricevute in un anno!

 


Commenti Commenti dei lettori

n. 18


La rotazione permette di staccare la presa dai reparti detentivi permettendo così un breve periodo di rigenerazione fisica e mentale .
Le cariche fisse devono contribuire ai turni notturni festivi e grandi festività.
Favorevole alla rotazione di tutti i posti fissi

Di  Anonimo  (inviato il 22/11/2017 @ 20:53:45)


n. 17


Il sindacato cosa pensa dei posti fissi sarà d'accordo sulla rotazione

Di  Anonimo  (inviato il 24/10/2017 @ 15:40:14)


n. 16


Quello dei posti fossi e una questione irrisolvibile .
Chi detiene il posto fisso e da guines dei primati

Di  Anonimo  (inviato il 18/10/2017 @ 21:12:14)


n. 15


Il rispetto dell'accordo quadro per il sindacato e forse chiedere troppo .

Di  Anonimo  (inviato il 18/10/2017 @ 18:39:42)


n. 14


La rotazione dei posti non viene rispettata e lo dico in tutta onesta .
e possibile che uno più colleghi occupino un posto fisso dal 1989 a tutt'oggi , e come sia possibile che i colleghi delegati sindacali siano ciechi sordi e muti davanti l'evidenza che perdura dal 1989 a tutt'oggi.
Da cremona


Di  Da cremona  (inviato il 18/10/2017 @ 11:10:49)


n. 13


I posti fissi non dovrebbero neanche esistere e l'accordo quadro si deve applicare alla lettera.
L'accordo quadro e stato creato con il consenso di tutte le sigle sindacali al fine di alleggerire il carico di responsabilità e di lavoro di chi opera all'interno dei penitenziari e consentire pari opportunità tra tutti indistintamente agenti assistenti sovrintendenti ispettori.
Il sindacato dovrebbe vigilare per la puntuale osservanza dell'accordo quadro nazionale e regionale al fine di consentire pari opportunità tra tutti .
Ognuno è in diritto di accrescere la propria professionalità e non certo questa professionalità deve rimanere per alcuni in discapito di altri .
Lancio questo sassolone al sindacato e spero vorrà dire la sua opinione in tutta sincerità .

Di  Pari diritti e opportunità  (inviato il 31/08/2017 @ 19:40:02)


n. 12


Ognuno è libero di dare una propria opinione che rispetto qualunque sia l'opinione , però per chi lavora da dieci anni all'interno avrà pure il diritto di staccare la presa dal reparto detentivo .

Di  Anonimo  (inviato il 23/08/2017 @ 13:45:51)


n. 11


Diteci voi sindacalisti quali sono i posti soggetti a rotazione e quali quelli non soggetti alla rotazione.
Diteci voi sindacalisti se l'accordo quadro e valevole , oppure non è valevole .
Un turnista avrà pure il diritto sacrosanto di staccare la presa dai reparto almeno una sola volta ogni dieci anni e trascorrere almeno qualche anno in un posto fisso , oppure deve finire la carriera tutta in reparti detentivi .
Distinti saluti w la polizia penitenziaria

Di  Anonimo  (inviato il 23/08/2017 @ 09:47:36)


n. 10


Risposta al commento 9: caro collega, trovo legittima e lodevole l'aspirazione a migliorare la propria professionalità, ma questo non può e non deve andare a discapito del buon andamento dell'ufficio (inteso in senso ampio). Formare un buon matricolista o un buon addetto all'ufficio comando o al rilascio colloqui, piuttosto che all'ufficio servizi, richiede anni di applicazione, studio ed esperienza e la rotazione annuale, spesso, crea solo malfunzionamenti negli uffici. L'accordo quadro non è scritto nella pietra ed è stato redatto dai sindacalisti nazionali che, quasi mai, svolgono servizio negli istituti e MAI fanno parte della truppa essendo (quasi sempre con l'aiuto della sigla di appartenenza) graduati. E adesso la domanda chiave? Pensi che la formazione sia attività dovuta dall'amministrazione o pensi che debba essere acquisita per "tradizione orale" come purtroppo accade? Solo un corpo adeguatamente istruito circa compiti e funzione che gli appartengono può fare il salto di qualità....risultato non certamente raggiungibile continuando con la guerra tra poveri

Di  Tony  (inviato il 21/08/2017 @ 17:50:21)


n. 9


Risposta al commento n.8 , anche per chi lavora nei reparti l'esperienza si e acquisita ugualmente , quindi non vedo perché l'esperienza dei turnisti non possa acquisirsi anche all'ufficio matricola ufficio servizi casellario conti correnti ufficio comandi e così via , non serve una laurea per ricoprire la carica fissa , e di certo neanche chi si è arruolato oggi è nato già con esperienza detentiva e non vedo un perché un come non si deve applicare la rotazione per tutti , c'è gente che da oltre un ventennio non mette piede in reparto e sarebbe ora che acquisisca questa esperienza nuova , l'accordo quadro mette in campo la rotazione per dare respiro ai colleghi e toglierli per un lasso di tempo dai reparti in modo che tutti possiamo accrescere e maturare nuove esperienze per tutti , se poi non si vuole applicare l'accordo quadro allora il discorso è diverso , è dura per tutti ma ci deve stare pari opportunità per tutti indistintamente

Di  Cremona  (inviato il 21/08/2017 @ 17:14:51)


n. 8


Ritengo l'argomento spinoso e complesso, pertanto andrebbe affrontato meno superficialmente di quanto viene fato nell'articolo. Un primo punto da superare, soprattutto culturalmente, é quello di considerare i colleghi impiegati negli uffici come "imboscati", dimenticando che hanno responsabilità ben precise e compiti, spesso complicati, a cui assolvere. Ritengo inoltre inoltre importante sottolineare che per poter svolgere servizio in matricola, all'ufficio comando, al rilascio colloqui, ecc.ecc. é necessaria una notevole preparazione che si acquisisce con la volontà, l'applicazione e si fortifica con l'esperienza. Sostituire una unità che ricopre uno di questi incarichi non è semplice come si pensa, soprattutto se il bene che si intende tutelare é il funzionamento della macchina burocratica. Purtroppo, sommamente a livello sindacale, sembra che non ci sia alcun intereein tal senso, anzi, in una inutile e dannosa guerra tra poveri si fomentano i turnisti contro gli altri, così da acciuffare più tessere possibile. In un corpo moderno e funzionante si dovrebbe puntare sulla preparazione e non sulle reazioni istintivo e poco ragionate.

Di  Tony  (inviato il 21/08/2017 @ 14:41:55)


n. 7


Specialmente quelli dell'ufficio servizi sono intoccabili , vent'anni e passa che occupano l'ufficio servizi e non sono i soli dell'ufficio servizi aggiungo l'ufficio conti correnti e mi fermo Qui , sarebbe utile un buon intervento sindacale purché risolutivo giusto almeno per capire se l'accordo quadro vale per tutti .

Di  Pianura padana CR .  (inviato il 20/08/2017 @ 16:48:19)


n. 6


ROTAZIONE, SI, SULLA BASE DEGLI ACCORDI STIPULATI NEI VARI PROTOCOLLI LOCALI O REGIONALI.
BISOGNA STABILIRE UN TEMPO MASSIMO DI PERMANENZA (1,2,3 O 4 ANNI, E POI PROVVEDERE ALL'AVVICENDAMENTO SEMPRE CHE VI SIANO RICHIESTE PER ACCEDERVI, ALTRIMENTI RIMANE CHI CI STA. TUTTI DEVONO AVERE LA POSSIBILITA' DI AMPLIARE LE PROPRIE CONOSCENZE PROFESSIONALI E DI CAPIRE COSA SIGNIFICA LAVORARE IN POSTO FISSO MA ANCHE NELLE SEZIONI CON DETENUTI DI TUTTI I TIPI. BUON LAVORO A TUTTI

Di  LUCA  (inviato il 20/08/2017 @ 16:36:56)


n. 5


Cara Agente nonchè collega è vero che dovrebbero girare come prevede l'ordinamento penitenziario ma io farei anche di piu dato che si è allungata l'eta pensionabile e quindi chi come me è stato sempre in prima linea nei reparti magari fosse ora che tenessero conto un po dell'anzianita di servizio ma dato che .....viene a mancare quella che è la meditocrazia nel nostro corpo vedo che i giovani si riposano e gli anziani sgobbano.

Di  Linuxs  (inviato il 19/08/2017 @ 23:17:15)


n. 4


Condivido il commento n.1 , mi chiedo perché l'agente sarà non risponde alla giusta osservazione del commento n.1 e n.3.
Tutti devono avere pari opportunità ,
Va rispettato in tutto l'accordo quadro nazionale .

Di  Anonimo  (inviato il 18/08/2017 @ 23:08:20)


n. 3


Rotazione su tutti i posti di servizio regolata da aqn. La professionalità acquisita può essere esercitata anche in sezione.

Di  Paolone  (inviato il 18/08/2017 @ 20:41:01)


n. 2


Cara Sara sarebbe bene il sindacato si faccia un giretto in qualche istituto della pianura lombarda , c'è ci occupa posti fissi da oltre vent'anni e nessuno si chiede come mai è perché.

Di  Anonimo  (inviato il 18/08/2017 @ 11:28:52)


n. 1


Carissima agente Sara, non è una questione solo di acquisita "professionalità" da non disperdere nel tempo. E' anche una questione di condizioni di lavoro da un posto di servizio ad un altro. E la questione non può essere liquidata con una semplice massima di saggezza, ma, la questione della "rotazione dei posti di servizio", deve essere ben tracciata a livello nazionale. Non si può lasciare un argomento così importante alla mercede dei tanti opportunisti che stanno nei vari livelli.-

Di  Anonimo  (inviato il 18/08/2017 @ 10:04:42)




Scrivi un commento Scrivi un commento

Testo (max 1000 caratteri)

Nome

Link (Visibile a tutti)


Email (Visibile solo dall'amministratore)


Salva i miei dati per futuri commenti

Ricevi in email la notifica di nuovi commenti

I commenti sono moderati. Il tuo commento sarà visibile solo quando approvato.
Il seguente campo NON deve essere compilato.



Disclaimer
L'indirizzo IP del mittente viene registrato, in ogni caso si raccomanda la buona educazione.

54.196.47.128


Pagina Facebook di Polizia Penitenziaria

Email Polizia Penitenziaria. Richiedila gratis o a pagamento




Tutti gli Articoli
1 Il fallimento dell''amministrazione penitenziaria che si vuol far pagare alla Polizia Penitenziaria

2 Le grandi manovre per depotenziare la Polizia Penitenziaria: un gioco a somma zero che porterà alla sconfitta di tutti

3 Congedo programmato e malattia

4 Impedire l’accesso e l’utilizzo dei telefonini in carcere è possibile. Perché il DAP non agisce?

5 Cacciati dalla sede centrale torneranno a lavorare in periferia, ma nel frattempo ...

6 Cari provveditori: la matematica non è un opinione

7 Concorso vice ispettori di Polizia Penitenziaria. Interrogazione parlamentare sui ritardi del DAP

8 La legge è uguale per tutti ma per qualcuno è un po’ più uguale

9 Interpellanza parlamentare M5S: chi sta smantellando il 41-bis e perché?

10 I richiami e le ipocrisie dell’Europa sulle carceri italiane





Tutti gli Articoli
1 Il boss Michele Zagaria simula suicidio durante videoconferenza: ecco il filmato del TG2

2 Arrestati due Poliziotti penitenziari alla Dozza e altri due indagati: detenuti del carcere di Bologna controllati dalla ''ndrangheta e dai casalesi

3 Roberto Spada trasferito nel carcere di Tolmezzo in alta sicurezza: per il DAP è un detenuto ad elevata pericolosità

4 La fidanzata: porti la divisa in modo indegno. Poliziotto penitenziario consegnava telefoni e droga in carcere a Bologna

5 Gravissime affermazioni di Consolo sulla lotta alla mafia: Movimento 5 Stelle contro lo smantellamento di fatto del GOM e del 41-bis

6 E'' morto il mafioso Salvatore Riina

7 Detenuti navigavano su internet con la connessione del Comune: sessanta Agenti di Polizia Penitenziaria hanno setacciato l''istituto di Airola

8 Agente penitenziario arrestato per intralcio alla giustizia e falso nel carcere di Milano San Vittore Francesco Di Cataldo

9 Arrestato Poliziotto penitenziario del carcere minorile del Beccaria: spacciava droga e affittava cellulari ai detenuti

10 Bambino neonato utilizzato durante i colloqui in carcere per consegnare droga e telefonino al padre detenuto


  Cerca per Regione