Gennaio 2017
  Scarica il file .pdf del numero della Rivista Gennaio 2017  
  Archivio riviste    
Problema del fumo passivo: oltre il danno per la salute la beffa del rigetto delle cause di servizio


Polizia Penitenziaria - Problema del fumo passivo: oltre il danno per la salute la beffa del rigetto delle cause di servizio

Notizia del 14/10/2014

in Houston abbiamo un problema

(Letto 3052 volte)

Scritto da: Federico Pilagatti

 Stampa questo articolo     Leggi i Commenti Commenti dei lettori


Da circa due anni il Sappe sta portando avanti una battaglia di civiltà a tutela della salute dei colleghi che sono costretti ad effettuare la propria attività lavorativa  a contatto con il fumo passivo rilasciato  dalle sigarette dei detenuti.

Ancora una volta in Italia si pensa molto ai detenuti, offrendogli anche un contributo economico perchè hanno vissuto in spazi ristretti, fregandosene di questioni molto più importanti che investono la salute di noi tutti.

Ci siamo rivolti a tutti … a partire dal Presidente della Repubblica che ci ha dato ragione (ma non poteva fare nulla), così anche il Presidente della Camera dei Deputati.

Ci siamo rivolti al Ministro della Salute e a quello della Giustizia, e anche in questo caso comprensione ma nessun intervento.

L’ex Capo del Dap Tamburrino e il suo Vice Pagano  hanno solennemente promesso un intervento che, però, fino ad ora non e’ mai arrivato.

Abbiamo percorso la strada delle interrogazioni parlamentari … ma nessuno si e’ mosso.

Tantomeno associazioni che si interessano dei detenuti, come Antigone e i Radicali, hanno mostrato un grande interesse.

Purtroppo, la cosa che più ci addolora è che anche tra i colleghi notiamo un certo disinteresse, forse perché la malattia non li ha ancora aggrediti oppure non portano le conseguenze drammatiche che il fumo passivo può causare, anche dopo tanti anni.

Invece, sempre più spesso, veniamo a conoscenza di colleghi giovani oppure appena andati in pensione, che ci lasciano per una serie di malattie che hanno a che fare con il fumo passivo.

L’Oms (organizzazione mondiale della sanità) ha definito il fumo la più grande minaccia per la salute delle persone. In media, un fumatore ha il cinquanta per cento di probabilità di morire per una malattia correlata con il fumo.

Allo stesso tempo, e’ stato dimostrato che il fumo passivo è molto più nocivo del fumo attivo.

Le patologie connesse con il fumo sono: bronchiti, neoplasie polmonari, faringiti e tumori cavo orale, infarto, morte improvvisa, arteriopatie  ed altre di vario tipo.

Nonostante ciò i detenuti continuano tranquillamente a fumare ed i colleghi ad avvelenarsi col fumo passivo.

E oltre il danno la beffa:  quando si chiede la causa di servizio per questo tipo di patologie il Comitato di Verifica le rigetta.

Credo proprio che sia arrivato il momento di dire basta! E’ inaccettabile che la Polizia Penitenziaria sia l’unica categoria di lavoratori  costretta ad operare a stretto contatto con il fumo, senza alcuna difesa.

Come la maggior parte dei colleghi dovrebbero sapere,  il Sappe sta portando avanti la prima causa legale per il riconoscimento del diritto al risarcimento per un collega di 42 anni deceduto proprio per tumore ai polmoni.

Non abbiamo, comunque, nessuna intenzione di aspettare gli esiti di questo procedimento legale rimanendo inerti di fronte ai danni del fumo passivo e, per questo, abbiamo invitato  tutti i colleghi a compilare un’istanza da consegnare alla propria direzione per richiedere l’impiego in posti in cui non ci siano detenuti fumatori. (1)

Siamo consapevoli del fatto che se tutti quanti presenteranno l’istanza metteremo in seria difficoltà l’amministrazione e, forse, solo in questo modo si muoveranno, sia per ripararci dal fumo passivo, sia per stabilire che le patologie connesse con il fumo  debbono ricondursi a malattie professionali per cui ci deve essere in automatico il riconoscimento della causa di servizio, della pensione privilegiata nonché di un adeguato risarcimento.

Dobbiamo svegliarci fin da adesso perché domani potrebbe essere troppo tardi per qualcuno di noi!

 

(1) troverete tutta la documentazione sul sito del Sappe a questo link.

 

 


Scritto da: Federico Pilagatti
(Leggi tutti gli articoli di Federico Pilagatti)






 

Ultime Notizie Le ultime foto pubblicate
Poliziotti Penitenziari aggrediti da un detenuto nel carcere di Busto Arsizio
Ndrangheta: boss impartiva ordini dal carcere de L’Aquila. 12 arresti
Torino IPM. Evasione sventata dalla Polizia Penitenziaria
Biella, agente di Polizia Penitenziaria Aggredito da un Detenuto
Evasione da Sollicciano: due dei tre evasi erano stati arrestati qualche giorno prima
Bonus 80 euro: quando e come saranno stanziati dopo ennesimo slittamento
Sanremo, rissa tra detenuti sedata dalla Polizia Penitenziaria
Tre detenuti evadono dal carcere di Firenze Sollicciano, Sappe: la responsabilità è dei colletti bianchi, evasione annunciata


La Polizia Penitenziaria in una foto", il primo album fotografico della Polizia Penitenziaria creato dagli appartenenti alla Polizia Penitenziaria stessa!

 Foto della Polizia Penitenziaria Inviaci le tue!

Più di 1.300 ricevute in un anno!

 


Commenti Commenti dei lettori

n. 1


Il fumo è la più stupida mortale e costosa trappola che l'uomo si sia mai costruito! Inoltre ha un vantaggio inestimabile: prima o poi porta ad un infarto cardiaco che abbrevia la vita del fumatore tanto da risparmiargli di morire di cancro ai polmoni! Smettere di fumare è la più saggia ed intelligente delle decisioni che una persona possa prendere per se stessa e per gli altri, se non sai come farlo vai qui http://www.smettoadesso.it/report-gratuito.html adesso è più facile!

Di  romeo  (inviato il 15/10/2014 @ 15:15:36)




Scrivi un commento Scrivi un commento

Testo (max 1000 caratteri)

Nome

Link (Visibile a tutti)


Email (Visibile solo dall'amministratore)


Salva i miei dati per futuri commenti

Ricevi in email la notifica di nuovi commenti

I commenti sono moderati. Il tuo commento sarà visibile solo quando approvato.
Il seguente campo NON deve essere compilato.



Disclaimer
L'indirizzo IP del mittente viene registrato, in ogni caso si raccomanda la buona educazione.

50.16.120.143


Pagina Facebook di Polizia Penitenziaria

Email Polizia Penitenziaria. Richiedila gratis o a pagamento




Tutti gli Articoli
1 Le foto dei tre detenuti evasi dal carcere di Firenze Sollicciano

2 Celebrazioni 200 anni di storia del Corpo di Polizia Penitenziaria: autorizzata l’emissione della moneta d’argento da 5 euro

3 Catturato dalla Polizia Penitenziaria uno degli evasi dal carcere di Rebibbia: indagini in corso sui complici della latitanza

4 A chi danno fastidio i servizi di polizia stradale della Polizia Penitenziaria?

5 Riordino, organici dirigenziali: tra eccessi e sottodimensionamenti dei dirigenti della Polizia Penitenziaria

6 Foibe, il martirio degli Agenti di Custodia

7 Ufficiali medici nel Corpo di Polizia Penitenziaria?

8 La sospensione delle ordinarie regole di trattamento penitenziario (art. 41-bis)

9 Rapporto Eurispes: la Polizia Penitenziaria sgradita a un italiano su due

10 Il Ministro Orlando dichiara cessata l''emergenza sovraffollamento delle carceri, ma i dati lo smentiscono





Tutti gli Articoli
1 Decreto Milleproroghe, Sappe: Buona notizia via libera a 887 assunzioni nella Polizia Penitenziaria

2 Blitz della Polizia Penitenziaria: tre arresti per spaccio di droga a Napoli nelle prime ore della mattinata

3 Detenuto cinese violenta la figlia: compagno di cella marocchino lo sodomizza per un mese nel carcere di Prato

4 Poliziotto penitenziario travolto da auto mentre era in moto: è ricoverato in gravi condizioni

5 Agente Penitenziario sorprende i ladri in casa che lo aggrediscono: ricoverato al pronto soccorso

6 La latitanza dorata del detenuto evaso da Rebibbia catturato dal NIC della Polizia Penitenziaria

7 Tre detenuti evadono dal carcere di Firenze Sollicciano, Sappe: la responsabilità è dei colletti bianchi, evasione annunciata

8 Ex scuola della Polizia Penitenziaria di Moastir pronta ad accogliere i migranti: quasi ultimati i lavori

9 Detenuto sorpreso ad aggiornare il proprio profilo Facebook dal carcere di Marassi

10 Due Poliziotti feriti nel carcere di Regina Coeli: aggrediti da detenuti magrebini infastiditi dalle perquisizioni


  Cerca per Regione