Marzo 2018
  Scarica il file .pdf del numero della Rivista Marzo 2018  
  Archivio riviste    
Processi a distanza per detenuti e controllo della polizia penitenziaria sul territorio, in scadenza i termini per l’esercizio della delega del governo


Polizia Penitenziaria - Processi a distanza per detenuti e controllo della polizia penitenziaria sul territorio, in scadenza i termini per l’esercizio della delega del governo

Notizia del 04/10/2017

in Interventi Ricevuti

(Letto 3382 volte)

Scritto da: Interventi ricevuti

 Stampa questo articolo     Leggi i Commenti Commenti dei lettori


Come ampiamente noto, è stata pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale n. 154 del 4 luglio 2017, la Legge n. 103 del 23 giugno 2017, contenente disposizioni che modificano il Codice penale, il Codice di procedura penale e l'ordinamento penitenziario che passerà agli annali giuridici, più semplicemente, come "riforma Orlando".

Le norme ivi contenute sono entrate in vigore il 3 agosto ad eccezione di alcune disposizioni. In particolare, tra le disposizioni a vigore differito, vi è possibilità di utilizzare i collegamenti video nei processi di mafia, terrorismo e criminalità organizzata precisando che la partecipazione al dibattimento a distanza diverrà, la modalità ordinaria per chi si trova in carcere per i reati più gravi, per i pentiti ed i testimoni sotto protezione, nonché per gli agenti infiltrati.

L'eccezione diverrà perciò la presenza fisica in aula, e potrà essere prevista dal giudice con decreto motivato, senza mai coinvolgere i detenuti sottoposti al regime di cui all'articolo 41-bis. Il giudice, al di fuori dalle ipotesi obbligatorie, può disporre con decreto motivato la partecipazione a distanza anche per ragioni di sicurezza, per la complessità del dibattimento o per la testimonianza di un recluso. 

Grande plauso ha sortito la notizia di far intervenire in videoconferenza i detenuti, specie quelli pericolosi per garantire più sicurezza ed economicità dell’amministrazione. La commissione presieduta da Glauco Giostra in tema di ordinamento penitenziario e misure alternative alla detenzione aveva già affrontato questo problema, proponendo di estendere l’utilizzo del collegamento audiovisivo nell’intento di conseguire cospicue economie di tempo e di risorse, cercando di evitare restrizioni dei diritti dei detenuti.

Finalmente, dopo anni di attesa la norma attuale prevede che per alcuni reati molto gravi sia prevista questa possibilità. Questa dovrebbe essere l’intenzione di Renzi e di Orlando, ossia ampliare l’uso della videoconferenza.

Dalla legge delega si evince infatti che ampliare le competenze all’esterno della Polizia Penitenziaria, definita dal super procuratore Nicola Gratteri come i Marshall Italiani, e l’utilizzo delle nuove tecnologie, sia in campo penale sia in campo civile, sia tra le priorità del Governo che sta puntando concretamente sull’ammodernamento della Giustizia.

Tuttavia i termini per l’esercizio della delega stringono, e si attende l’emissione dei decreti delegati da parte del Governo con l’impulso del Ministro Orlando.

 


Scritto da: Interventi ricevuti
(Leggi tutti gli articoli di Interventi ricevuti)






 

Ultime Notizie Le ultime foto pubblicate
Un torneo di calcetto per ricordare “Gigi 48″, agente penitenziario prematuramente scomparso
Intervista all'' atleta della Fiamme Azzurre Clemente Russo: “Sogno Tokyo 2020 per fare la storia del pugilato mondiale”
Cerca di portare la droga al parente detenuto, arrestato
Giornata di campionato di calcio di serie A dedicata alle vittime del dovere
La Cassazione accoglie un ricorso sulla compatibilità di Dell Utri col carcere
Ministero della Giustizia condannato a risarcire detenuto: la nota della direttrice di Brindisi
NoiPa: Forze Armate in rivolta. E spunta una petizione on line
“Polizia Penitenziaria Day” alla Casa Circondariale


La Polizia Penitenziaria in una foto", il primo album fotografico della Polizia Penitenziaria creato dagli appartenenti alla Polizia Penitenziaria stessa!

 Foto della Polizia Penitenziaria Inviaci le tue!

Più di 1.300 ricevute in un anno!

 


Commenti Commenti dei lettori

n. 2


Esatto,anche io chiedo alla nostra sigla di spronare il Ministro.W il SAPPE W la Pol Pen

Di  Infatti  (inviato il 13/10/2017 @ 15:47:16)


n. 1


Tento di rimarcare questo intervento con la speranza che vengano finalmente approvati i Decreti in questione dal Consiglio dei Ministri. Sono del parere che tante nostre difficoltà verrebbero affievolite, oltre a permetterci finalmente di "ampliare le competenze all’ esterno della Polizia Penitenziaria". Il nostro SAPPE ha possibilità di stilare un comunicato favorevole all'evento e per far si che si dia concretezza alla questione? Grazie

Di  nexuno  (inviato il 13/10/2017 @ 12:50:03)




Scrivi un commento Scrivi un commento

Testo (max 1000 caratteri)

Nome

Link (Visibile a tutti)


Email (Visibile solo dall'amministratore)


Salva i miei dati per futuri commenti

Ricevi in email la notifica di nuovi commenti

I commenti sono moderati. Il tuo commento sarà visibile solo quando approvato.
Il seguente campo NON deve essere compilato.



Disclaimer
L'indirizzo IP del mittente viene registrato, in ogni caso si raccomanda la buona educazione.

54.196.47.145


Pagina Facebook di Polizia Penitenziaria

Email Polizia Penitenziaria. Richiedila gratis o a pagamento




Tutti gli Articoli
1 Due anni fa ci lasciava Nicola Caserta, Presidente del Sappe, amico e collega di tutti noi

2 Lorenzo Cutugno: in memoria dell''Agente di Custodia ucciso dalle BR l''11 aprile 1978

3 Quanto il temporeggiatore arretra ...

4 Salvatore Rap: in memoria dell''Agente di Custodia ucciso durante la rivolta nel carcere di San Vittore del 21 aprile 1946

5 Non fatevi raccontare quello che succede in “miniera” da chi lavora dietro una scrivania. Il GOM visto da dentro

6 La lingua segreta dei tatuaggi sulla persona detenuta

7 L’indennità per la “presenza esterna”: a chi si e a chi no

8 Il rapporto tra immigrazione, carcere ed elezioni politiche

9 Sicurezza sul lavoro: il rischio elettrico

10 Convegno Salerno tenuto il 10 aprile dal Sappe su “Radicalizzazione nelle carceri”





Tutti gli Articoli
1 Suicida in casa agente di Polizia Penitenziaria. Era in servizio nel carcere di Aosta L''Agente era alle dipendenze del Gruppo Operativo Mobile

2 Pericoloso detenuto accusa malore sull’A2: agenti di Messina sventano la fuga

3 Blitz in carcere: perquisite celle e detenuti per cercare droga e telefonini sospetti

4 Domani i funerali di Davide Agente penitenziario suicida

5 Eurodeputata di Forza Italia in visita al Carcere di Busto: i detenuti stranieri scontino la pena nel loro Paese d’origine”

6 Arrestati due agenti del carcere di Matera agevolazioni a detenuti in cambio di denaro

7 Forze Armate: NoiPA è diventato un problema?

8 Vallanzasca, carcere Bollate: dategli la libertà condizionale

9 NoiPa: Forze Armate in rivolta. E spunta una petizione on line

10 M5S chiede intervento Ministro Giustizia: Parlamentari raccolgono allarme agenti Polizia Penitenziaria


  Cerca per Regione