Maggio 2018
  Scarica il file .pdf del numero della Rivista Maggio 2018  
  Archivio riviste    
Promozioni al grado superiore: perché si valutano le sanzioni disciplinari e non le ricompense?


Polizia Penitenziaria - Promozioni al grado superiore: perché si valutano le sanzioni disciplinari e non le ricompense?

Notizia del 10/08/2017

in Interventi Ricevuti

(Letto 5367 volte)

Scritto da: Interventi ricevuti

 Stampa questo articolo     Leggi i Commenti Commenti dei lettori


I criteri utilizzati ai fini della promozione al grado superiore degli appartenenti al Corpo di Polizia Penitenziaria non risultano attualmente in linea con le nuove disposizioni successive al decreto di riordino. Infatti, nelle procedure di promozione al grado superiore vengono prese in considerazione esclusivamente le sanzioni disciplinari (con la detrazione di punti 1 per la censura punti 2 per la pena pecuniaria, punti 3 per la deplorazione, e punti 4 per la sospensione dal servizio). Ingiustamente, con una interpretazione che pregiudica una corretta valutazione del dipendente, non vengono invece valutati i particolari riconoscimenti conseguito durante l’espletamento del servizio, con particolare riferimento alla ricompensa “Encomio” e “lode”, concesse formalmente in seguito all’articolato iter dal Capo del Dipartimento dell’Amministrazione Penitenziaria e risultanti dal foglio matricolare, così come avviene per le sanzioni disciplinari. 
Tale discorso vale per tutti i ruoli del corpo, compreso il ruolo dei funzionari ed in tal modo, oltre a non rispecchiare una corretta valutazione di giudizio, in quanto sbilanciata in pejus, si contrasta con i principi normativi stabiliti, nell’art. 169 del DPR 10 gennaio 1957 nr. 3 , dove “Scrutinio per merito comparativo” si legge che deve essere “emesso sulla base dei titoli risultanti dal fascicolo personale e dallo stato matricolare (e quindi prendendo in considerazione i provvedimenti di “lode” ed “encomio” che appunto sono annotati nello stato matricolare),con particolare riferimento ai giudizi informativi e ai relativi giudizi complessivi.” Tale precetto è ribadito all’art. 62 del DPR 3 maggio 1957 n.686, che vincola il CDA affermando che lo stesso “determina le diverse categorie di titoli da esaminare in applicazione delle disposizioni contenute nell’art. 169 del DPR 10 gennaio 1957 nr. 3 “. La polizia di stato nel riordino, ed anche nei nuovi concorsi interni ad esaurimento per vice commissario ha previsto l’”aggiornamento della generale categoria degli "speciali riconoscimenti", finalizzato alla valorizzazione delle ricompense previste dal Regolamento di servizio dell’amministrazione della pubblica sicurezza”. Ma il dipartimento di pubblica sicurezza, sempre un passo avanti, aveva già previsto la necessità dell’inserimento dei riconoscimenti premiali nei criteri per la valutazione del ruolo dei funzionari (nota 555/rs/01/1/6/5021 del 2.12.2016 alla cui tabella 3E vengono individuati quali punteggi valutabili l’attestato di Encomio e di Lode, confermativa in parte de qua dei precedenti criteri).
Pertanto è imprescindibile, soprattutto con l’entrata in vigore del riordino che il direttore generale del personale e delle risorse negli scrutini per la promozione al grado superiore (di funzionari e non), inserica oltre che le sanzioni disciplinari anche i provvedimenti di lode ed encomio nel computo del giudizio complessivo per lo scrutinio al grado superiore. 

 


Scritto da: Interventi ricevuti
(Leggi tutti gli articoli di Interventi ricevuti)






 

Ultime Notizie Le ultime foto pubblicate
Detenuto non vuole trasferirsi. Calci e morsi ai poliziotti in carcere
Vaticano, arrivano i taser in dotazione alla Gendarmeria
Reggio Emilia, Salvini: Detenuto inneggia all’Isis? Sconti la pena in Tunisia
Non gradisce la sistemazione in cella, detenuto aggredisce agente della Penitenziaria
Detenuto aggredisce due agenti a Pesaro durante la perquisizione
Carcere, l’inchiesta sull’ex direttore Il dubbio: lavori gratis in casa? «Batteva cassa due volte all’anno»
Detenuto tenta fuga da ospedale, un agente si ferisce per fermarlo. Bonafede: Coraggio e senso dovere agente
Reggio Emilia, allarme in carcere: dà fuoco alla cella e inneggia all''Isis


La Polizia Penitenziaria in una foto", il primo album fotografico della Polizia Penitenziaria creato dagli appartenenti alla Polizia Penitenziaria stessa!

 Foto della Polizia Penitenziaria Inviaci le tue!

Più di 1.300 ricevute in un anno!

 


Commenti Commenti dei lettori

n. 12


Bella questa domanda sul perché si valutano le sanzioni disciplinare.
Le valutano perché così avanzano quelli che mai in miniera sono stati presenti .
La banda musicale i tanti ragionieri ecc.ecc.

Di  Anonimo  (inviato il 05/10/2017 @ 12:09:43)


n. 11


ASSURDO COMUNICAZIONE AL SAPPE BLOCCATE TUTTO, SUL RIORDINO, SE SI HANNO SANZIONI DISCIPLINARI SUPERIORI ALLA DEPLORAZIONE I COLLEGHI PERDERANNO, IL BENEFICIO DEL RIORDINO CHE HA COME ELEMENTO L'ANZIANITA DI SERVIZIO PER TUTTI, NEL BENE NEL MALE I COLEGHI DEVONO PASSARE TUTTI, INDIPENDENTEMENTE DALLE SANZIONI DISCIPLINARI CHE FINO A OGGI NESSUNO HA FATTO UN INDAGINE SUL COMPORTAMENTO AL CONTRARIO DEI SUPERIORI, CHE SU UN COLLEGA CHE AVEVA RAGIONE GLI HANNO INFLITTO UNA SANZIONE CHE OGGI NON POTRA FRUIRE DLE PASSAGGIO DEL RIORDINO , MENTRE COLLEGHI CHE HANNO I REQUISITI PER FARE LA SORVEGLIANZA GENERALE E CHE GIA L'ANNO FATTA IN ALTRI ISTITUTI PENITENZIARI OGGI NON PASSERANNO CON RIORDINO DI ASS. CAPO COORDINATORE SOLO PERCHE QUALCHE DIREZIONE DI QUALCHE ISTITUTO PENITENZIARIO E IL DAP NON VERRA' INFORMATO DALLE DIREZIONI PEN DI TUTTA ITALIA CHE I COLLEGHI OGGI GIA FANNO TUTTI I GIORNI LA SORVEGLIANZA GENERALE E PER I RAPPORTI DISCIPLINARI, NON PASSERANNO IL RIORDINO UNA CAZZATA! SCUSATE IL RIORDINO SIGNIFICA ACCEDERE AD UNO SCATTO PER ANZIANITA, NON CREDETE SIA COSI, SCUSATE SE LA BANDA DEL CORPO DA ASS CAPO SI SONO RITROVATI TUTTI ISPETTORI CAPO , SENZA UN CORSO E STANNO ANCORA ALLE CASE PROPRIE E TUTTO ASSURDO , HO FATTO 30 ANNI DI SERVIZIO MI MERITO IL RIORDINO PER LA MIA ANZIANITA DI SERVIZIO NON SI TRATTA, DI FARE UN CONCORSO COME SOVRITENDENTE E ALLORA SI GUARDARE LE CLASSIFICHE E I RAPPORTI MA NEL MODO DEL RIORDINO NOOOOOOO SAPPE ASCOLTATECI E UNA DISCRIMAZIONE BLOCCATE E IL PASSAGGIO AL RIORDINO DEVE ESSERE PER TUTTI TUTTI TUTTI INDIPENDENTEMENTE DAI RAPPORTI DISCIPLINARI.............

Di  simone  (inviato il 15/08/2017 @ 18:40:39)


n. 10


Quando dicevano tanto la medaglia non la danno! Poi alla fine era vero niente medaglia.
Solo carta ! Eppure quelle medaglie erano un riconoscimento enorme,nessuno si e' mai lamentato forse perche' chi ha subito era della truppa.
Perche' non dare le medaglie? Facevano parte di un riconoscimento.

Di  C'erano una volta le medaglie  (inviato il 11/08/2017 @ 20:29:46)


n. 9


Aumenti nuovo contratto, mettete le tabelle la decorenza economica giuridica, e per favore qualcuno ci dica qualcosa sul contratto per noi pensionati.
Grazie

Di  Pensionato  (inviato il 11/08/2017 @ 19:20:21)


n. 8


Si era capito da tempo che classe dirigente e politica si sarebbero mangiati tutto il nostro patrimonio di esperienza lavorativa e non solo.
IL PRANZO È SERVITO!
Forza signori solpatevi pore l'osso.
Tranquilli nessuno emetterà alcun sibilo. Siamo abituati a resistere al dolore.

Di  Zio Sam  (inviato il 11/08/2017 @ 15:59:35)


n. 7


Le medaglie non le danno piu',nessuno dice nulla sul perche' non danno le medaglie ? Danno solo la carta.

Di  Anonimo  (inviato il 11/08/2017 @ 15:58:58)


n. 6


La promozione migliore al momento è arrivare alla pensione definitiva in serenità pace tranquillità,

Di  Anonimo  (inviato il 11/08/2017 @ 13:16:42)


n. 5


Caro collega del commento 4 condivido il tuo pensiero , ci sono passato anch'io il mio attestato e uguale al tuo " la mia dignità di poliziotto penitenziario " .

Di  Anonimo  (inviato il 11/08/2017 @ 13:09:02)


n. 4


Ho fatto tante di quelle cose nella mia carriera altro che encomi e premi non sarebbero bastati due tavoli per esporre il tutto.
Pero' avendo avuto la lingua non all'altezza delle situazioni mi sono dovuto accontentare della mia grande dignita'.
Perche' la dignita' e' tutto.
Dunque il mio attestato e' la dignita' ,super felice di questo.

Di  Quello che conta e' la dignita'  (inviato il 10/08/2017 @ 21:33:14)


n. 3


Deve Comandare una persona in divisa.
Una persona esperta ,dotata di umilta'ed esperienza.

Di  Magari  (inviato il 10/08/2017 @ 18:05:07)


n. 2


Per il personale della Polizia di Stato, l''Amministrazione della Pubblica Sicurezza è come una Mamma, essa promuove è si adopera in ogni occasione per la progressione e la tutela dei propri dipendenti, altra cosa è essere alle dipendenze di un'Amministrazione matrigna, come quella Penitenziaria, sempre indisponente, scontrosa, apatica, contraria a prescindere a qualsivoglia ipotesi di progressione o avanzamento dei Poliziotti Penitenziari, basterebbe leggere gli ultimi documenti elaborati dal sindacatuccio della Dirigenza Penitenziaria, ultimamente molto influente nei palazzi del potere Politico, per capire quale sia l'orientamento della Dirigenza Matrigna, nei confronti degli Appartenenti al Corpo.

Di  L'ultimo degli Agenti  (inviato il 10/08/2017 @ 17:04:53)


n. 1


provocazione:nel 2017 è ancora possibile avere promozioni al grado superiore per meriti sportivi?per meriti "sonori"?per meriti di lavorare in qualche archivio?...
faccio parte della "bassa manovalanza" ed io come altri MIGLIAIA tiriamo avanti la carretta...mai una pacca sulla spalla,mai un "grazie per il doppio turno"mai un riconoscimento per cellulari e droga trovati.... fà caldo in sezione..tanto caldo in gutti i sensi.e noi cerchiamo di resistere. tjm 132 c/so effettivi.

Di  torre jean mariw  (inviato il 10/08/2017 @ 12:33:47)




Scrivi un commento Scrivi un commento

Testo (max 1000 caratteri)

Nome

Link (Visibile a tutti)


Email (Visibile solo dall'amministratore)


Salva i miei dati per futuri commenti

Ricevi in email la notifica di nuovi commenti

I commenti sono moderati. Il tuo commento sarà visibile solo quando approvato.
Il seguente campo NON deve essere compilato.



Disclaimer
L'indirizzo IP del mittente viene registrato, in ogni caso si raccomanda la buona educazione.

54.224.85.115


Pagina Facebook di Polizia Penitenziaria

Email Polizia Penitenziaria. Richiedila gratis o a pagamento




Tutti gli Articoli
1 Salvate il Gruppo Operativo Mobile (e gli altri servizi della Polizia Penitenziaria)

2 Col Ministro Bonafede avrà finalmente fine il paradosso dei direttori che esercitano funzioni di polizia, tolte alla Polizia Penitenziaria?

3 Ma col Ministro Orlando c’era un progetto, a tavolino, per depotenziare la Polizia Penitenziaria?

4 Alcune considerazioni sull’esonero, per motivi sanitari, da alcuni posti di servizio

5 Il Dap si riorganizza ... ma si dimentica sempre dell''Appuntato Caputo

6 Firenze Sollicciano: bubbole, fandonie e fanfaluche

7 Il pericolo radicalizzazione nelle carceri italiane

8 Aumenta la casistica dei reati perseguibili a querela

9 La favoletta dell’autoconsegna di Siracusa e le fake news di certe paginette facebook

10 Firenze Sollicciano … tanto tuonò che NON piovve





Tutti gli Articoli
1 Supermercato in caserma, i Carabinieri ne Aprono uno per tutti i Militari di Firenze

2 Noipa: nel cedolino di giugno al via gli incrementi stipendiali. Tutte le date degli accrediti

3 Carceri:Ariano Irpino,sequestrato agente

4 Carceri, SAPPE a Bonafede: “Ecco la situazione degli agenti penitenziari

5 Non gradisce la sistemazione in cella, detenuto aggredisce agente della Penitenziaria

6 Disordini Ariano Irpino: Bonafede, a chi lavora in carcere il sostegno concreto dello Stato

7 Accoltellamento a Trezzano, un poliziotto penitenziario salva la vita all’anziana aggredita

8 Grand Hotel Poggioreale, cellulari e 100mila euro: la “stanza” d’oro di Genny ‘a carogna

9 Rivolta in carcere ad Ariano Irpino, feriti due agenti della penitenziaria

10 Ariano Irpino:Si sono offerti in ostaggio per salvare i loro colleghi


  Cerca per Regione