Novembre 2016
  Scarica il file .pdf del numero della Rivista Novembre 2016  
  Archivio riviste    
Proposta di intestare il carcere di Alba a Giuseppe Montalto. Ma c’e’ chi dice no!


Polizia Penitenziaria - Proposta di intestare il carcere di  Alba a Giuseppe Montalto. Ma c’e’ chi dice no!

Notizia del 22/06/2011

in Memoria del Corpo

(Letto 5346 volte)

Scritto da: Nuvola Rossa

 Stampa questo articolo     Leggi i Commenti Commenti dei lettori


Ha destato molto scalpore tra la polizia penitenziaria l’intervista rilasciata a targatocn.it (quotidiano online della provincia di Cuneo) dal Comandante della P.P. della Casa Circondariale di Alba Gerardo D’Errico, il quale ha chiesto al Ministero l’intitolazione della C.C. Alba al nostro eroe, caduto per mano della mafia: Giuseppe Montalto.
Una iniziativa davvero lodevole alla quale, pare non sia stata data ancora risposta, e da indiscrezioni pare che il nostro Ministero voglia negare l’autorizzazione con la motivazione che il Montalto non aveva mai fatto servizio ad Alba.
Io spero che si tratti invece solo di un ritardo burocratico o di un piccolo equivoco, perché se tali motivazioni fossero vere, tutti i sindacati uniti dovrebbero chiedere immediatamente le dimissioni del nostro Presidente del DAP.
Onestamente ho i miei dubbi che l’autorizzazione possa essere negata per tale banale motivo, in quanto non credo che esista una legge o una direttiva che dica di non intestare “qualcosa” una caserma, un piazzale, una sala convegno a qualcuno della pol pen deceduto, specie se tragicamente, altrimenti non ci spiegheremmo tutte le altre intestazioni, non ultima quella a Calogero Di Bona alla C.C. Pagliarelli (ma faceva servizio all’Ucciardone” ) una via a Valderice per Giuseppe Montalto (ma era originario di Trapani!) e potrei continuare così per decine di casi.
Il Comando Generale dell’Arma dei carabinieri, sarebbe stato onorato se dalla periferia fosse arrivata la proposta di intitolare una caserma ad un carabiniere caduto per mano della Mafia, mentre il nostro Dipartimento nemmeno risponde e il buon D’Errico si sbraccia e si indigna per questo, ed ha tutta la mia solidarietà.
Per dimostrarvi che è eventualmente una “cazzata” il fatto che Montalto non aveva mai fatto servizio ad Alba, vi invito a guardare la foto allegata all’articolo scattata a metà degli anni ’50 a Trapani, presso il Carcere della Colombaia, dove la sala convegno degli agenti era stata intestata a Rap Salvatore, l’agente di custodia ucciso durante una ribellione avvenuta presso il carcere di Milano San Vittore nel 1946; eppure non aveva mai fatto servizio a Trapani!
Spero che entro 48 ore sapremo la risposta ufficiale sul caso Alba, dal nostro Presidente del DAP, altrimenti ci resterà il dubbio che i nostri eroi vengono dimenticati in fretta e a qualcuno da fastidio commemorarli.

 Nuvola Rossa


Scritto da: Nuvola Rossa
(Leggi tutti gli articoli di Nuvola Rossa)






 

Ultime Notizie Le ultime foto pubblicate
Detenuto in alta sicurezza aggredisce Poliziotto penitenziario dopo colloquio con i familiari nel carcere di Siracusa
Rivolta nel carcere di Velletri: Polizia Penitenziaria sul limite di usare la forza
Il carcere di Sala Consilina rimarrà chiuso: il Consiglio di Stato ha accolto provvisoriamente il ricorso del Ministero contro il TAR
Condannato per aver aggredito Poliziotti penitenziari nel carcere di Sanremo. Arrestato e riportato in carcere
Quattro detenuti evadono dal carcere minorile di Monteroni di Lecce: allarme dato in mattinata
Agente Penitenziario si spara in bocca con pistola d''ordinanza mentre era in sala di attesa dell''ospedale. E'' in coma
Santi Consolo: senza la Magistratura di Sorveglianza potremmo spostare tutte le madri detenute in pochi giorni
Indagini nel carcere di Padova per capire chi ne ha disposto il declassamento da detenuti alta sicurezza a detenuti comuni


La Polizia Penitenziaria in una foto", il primo album fotografico della Polizia Penitenziaria creato dagli appartenenti alla Polizia Penitenziaria stessa!

 Foto della Polizia Penitenziaria Inviaci le tue!

Più di 1.300 ricevute in un anno!

 


Commenti Commenti dei lettori

n. 21


ma scusate, ma perchè le motovedette e le Scuole del Corpo non possono essere intitolate ognuna ad un Caduto del Corpo? Non dedichiamo solo i carceri - luoghi comunque di afflizione - ai nostri Caduti, ma piazze, scuole pubbliche, giardini, viali, reparti, etc

Di  Vero eretico  (inviato il 03/07/2011 @ 22:00:45)


n. 20


E' scandaloso, io ho conosciuto Giuseppe a Torino le Vallette. Più passa il tempo, più provo dispezzo nei confronti di tutti coloro che, oltre a trascinare nel baratro tutti noi, non hanno sufficiente cervello per comprendere l'importanza di gesti che alla fine sono minimali, perchè ben altri sarebbero i provvedimenti da adottare a sostegno, soprattutto, della famiglia di Giuseppe. VERGOGNATEVI.
P.S. il mio pensiero in questo momento va anche al collega che si è tolto la vita, schiacciato dalla vita, e forse anche da questo nostro difficile lavoro.

Di  antonio  (inviato il 03/07/2011 @ 13:40:46)


n. 19


Com'è la storia il compianto collega non faceva servizio ad Enna, bensì a Catania e il Presidente Ionta ha detto sì e allora cosa si sta aspettando su ALba??? Che si faccia davvero casino due pesi e due misure è proprio vero che stiamo raschiando il barile cioe'il fondo in altre parole.
Presidente le rivolgo un appello accorato sono un collega di Montalto e un amico quando era a Torino ci dimostri la Sua sicura attenzione verso l'intitolazione di Montaleto e gliene saremo davvero grati noi della vecchia guardia dai 25 anni in sù...

Di  Tullio  (inviato il 02/07/2011 @ 22:50:26)


n. 18


Com'è Finita la questione e\o meglio come andrà a finire???

Di  Tullio  (inviato il 02/07/2011 @ 22:44:38)


n. 17


Scusate, ma proprio non capisco, dopo tutto questo dibattito e l'indignazione generale come ancora non ci sia una risposta da parte del DAP, positiva o negativa che sia: E' questa secondo me la vera mancanza di rispetto nei confronti della polizia penitenziaria, perchè io non credo che nessuno gli abbia portato sul tavolo gli articoli e i severi commenti.......

Di  Miguel Cervantes  (inviato il 27/06/2011 @ 11:18:33)


n. 16


Si molto toccante e soprattutto molto significativa.
Ne avevamo anche già parlato:
http://www.poliziapenitenziaria.it/public/post/blog/in-una-lettera-federica-montalto-ricorda-il-suo-papa-ucciso-dalla-mafia-e-il-dap-337.asp
e sarebbe anche il caso di rileggere l'antefatto per meglio inquadrare la questione dell'intitolazione del Carcere di Alba per meglio comprendere e valutare le prossime mosse dell'Amministrazione.

Di  Enzima  (inviato il 26/06/2011 @ 23:01:12)


n. 15


Questa e la lettera che Federica Montalto ha scritto nei giorni scorsi al padre Giuseppe, Agente Scelto del Corpo di Polizia Penitenziaria in servizio all'Ucciardone, ucciso in un agguato mafioso quindici anni fa a Trapani in contrada Palma.

"Caro Papà, mi manchi. Siamo stati insieme per pochi mesi e non mi ricordo niente di te. Ho imparato a conoscerti solo attraverso i racconti della mamma che mi diceva molte cose belle sulla nostra vita insieme. Mi sarebbe piaciuto conoscerti e trascorrere dei bei momenti con te, come tutti i papà fanno con i propri figli. Ma questo non ci è stato permesso perché ti hanno portato via da me quando ancora non potevo capire cosa stava succedendo. Non mi ricordo il momento in cui hanno detto che non c’eri più e sono cresciuta con il vuoto della tua assenza. Quella sera quando te ne sei andato, io la mamma e Ilenia, che era nella sua pancia, abbiamo corso un grande pericolo e tu sei morto per salvarci. Tante volte mi sono chiesta perché ti hanno portato via da me e a questa domanda non ho mai saputo rispondere. La mia vita con te sarebbe stata più facile perché è molto difficile crescere senza un padre. Ogni volta che ti penso, ti immagino felice e sorridente, come nelle poche foto che abbiamo insieme. Per quello che sei stato, ti voglio bene e sei il mio eroe".

Molto toccante e significativa...


Di  gerardo d'errico  (inviato il 26/06/2011 @ 22:53:37)


n. 14


Vedo con piacere che il coro si allarga e la richiesta è unanime è un buon e direi ottimo segnale. Proprio dando forza e sostegno a tale iniziativa, la stessa proposta incomincia a prendere forma e\o dimensione. E' vero Carmelo com'è altrettanto vero Edoardo il ricordo, alla stregua di Lorusso e Cutugno, del collega Montalto possa vivere e\o meglio sopravvivere anche qui ad ALba. ANche se detto inter nos io devo andare ad ANcona ... è solo una questione di principio...
A presto amici,grazie Parcesepe e grazie ancora si faranno vivi ...

Di  gerardo d'errico  (inviato il 24/06/2011 @ 23:41:50)


n. 13


Probabilmente chi non conosce la vicenda di Giuseppe M. non può farsi la benché minima idea di cosa significhi per un uomo cresciuto al sud, in una terra ad alta densità mafiosa, rifiutare e ribellarsi fino "all'ultimo respiro" alla mentalità meschina e odiosa della mafia.Il dott. Ionta forse non ha il tempo per soffermarsi anche su questo... Beh...forse troverà almeno pochi minuti da dedicare; per dare un messaggio. Approvare la richiesta permetterà di ricordare il motivo che ne ha dato origine. Ogni volta che verra nominata la casa circondariale di Alba ci ricorderemo tutti che un grande uomo dello Stato non si è piegato alla mafia... e per questo ha pagato il prezzo più caro!

Di  Edoardo  (inviato il 24/06/2011 @ 23:16:16)


n. 12


Ricordo l'ultima volta che ci siamo visti, precisamente il giorno prima del trasferimento, era felice di tornare nella sua terra,purtroppo la sua felicità è durata poco .Forza Commissario D'Errico, mantieni alto il ricordo ed il sacrificio del nostro collega di Torino ,"Le Vallette".

Di  Rosario Parcespe  (inviato il 24/06/2011 @ 22:08:22)


n. 11


VOGLIO LANCIARE UNA PROPOSTA PROVOCATORIA. TUTTI I COMANDANTI D'ITALIA, PER SOLIDARIETA' AL COLLEGA D'ERRICO E AL CARCERE DI ALBA CHIEDANO DI INTESTARE QUALCOSA A PEPPE MONTALTO (UN PIAZZALE, UNA CASERMA, UNA SALA CONVEGNO O ALTRO) COSICCHE' TUTTE LE CARCERI D'ITALIA POSSANO PERPETUARE IL RICORDO DEL COLLEGA. CHE NE PENSATE?

Di  Nuvola Rossa  (inviato il 24/06/2011 @ 12:21:42)


n. 10


Carissimo Gerado,
Sono Carmelo, ti ricordi?? anche a Cuneo avevamo chiesto l'intitolazione del Piazzale antistante all'Istituto Penitenziario all'Eroe Giuseppe Montalto.
Abbiamo ottenuto anche la delibera dell'ufficio tomonomastico del comune di Cuneo, ma ancora oggi l'Amministrazione e totalmente assente, anzichè esserne fiera di iniziative come queste.
Spero che la tua proposta all'istituto Penitenziario di Alba abbia esito positivo come abbia esito positivo l'intitolazione del piazzale antistante all'istituto Penitenziario di Cuneo.
Fraterni saluti.
CARMELO.

Di  Carmelo  (inviato il 23/06/2011 @ 22:23:20)


n. 9


Sono MIRABILE FRANCESCO,ed cho conosciuto molto bene il GRANDE collega GIUSEPPE MONTALTO,in quanto abbiamo lavorato insieme all'ucciardone,e alleggere che potrebbe essere negata la intitolazione di un istituto penitenziario ad un servitore dello stato la quale è morto per aver fatto fino infondo il proprio dovere,è una cosa vergognosa se accade questo,io personalmente non vorrei nemmeno pensarci che i nostri colleghi caduti per mano della mafia vengano così dimenticati,speriamo che qualcuno si passi la mano sulla coscienza se ne hanno.

Di  Francesco  (inviato il 23/06/2011 @ 11:19:59)


n. 8


Non oso pensare che l'intitolazione di un carcere ad un collega morto per mano mafiosa passi per un cavillo del genere. Insistiamo con la nostra indignazione. Bravo Nuvola Rossa!!

Di  assistente capo indignato  (inviato il 22/06/2011 @ 23:59:22)


n. 7


Sono un collega della GdiF,ho avuto l'onore di conoscere Giuseppe e devo dire che questa notizia mi lascia esterefatto.Mi auguro che al più presto la C.C di Alba venga intatolata a Peppino grande uomo ed eroe.

Di  pietro  (inviato il 22/06/2011 @ 22:08:45)


n. 6


Caro Enrico,

non è questione di saluto e\o di comandi; il fatto è come dice l'amico Massimo che bisogna snellire le procedure amministrative per non incappare in una inutile e bieca procedura amministrativa. La casa circondariale di Alba, non ha un nome a differenza delle altre 3 della provincia di Cuneo e, avevo pensato avendo avuto il piacere, l'onore e perchè no la gioia di conoscere Peppino ho pensato per non dimenticare il sacrificio estremo di Montalto proporre questa intitolazione.E'pur vero il fatto di intitolare scuole, giardini etc. etc. ma questo è ancor piu'difficile non riusciamo a raggiungere i risultati " in casa propria" diventa piu'difficile concretizzare in casa altrui. Ho reso onore alle cronache proprio per non dimenticare il ns. amico collega Montalto che giocava a pallone con noi a Torino ed era anche molto bravo, un amico un collega come tanti che purtroppo e'caduto per mani mafiose.Era a Torino, non era ad Alba cosa cambia, quante strade sono intitolate a Falcone o Borsellino in quelle strade non credo che siano passati gli illustri ermellini... E' una proposta niente di piu' probabilmente c'è sempre il tempo per il famoso diritto di recesso e\o di ravvedimento puo'darsi che la questione vadi per il senso sperato.Ringrazio gli amici , i colleghi che aumentano con i loro commenti indicazioni sul valoroso Peppino, chi ha conosciuto Giuseppe a Torino e a Palermo e naturalmente Nuvola Rossa per averci dato e di aver saputo cogliere con celerità quanto dichiarato a Targato -CN-.Grazie colleghi ed amici e troviamo la forza di crederci in questo lavoro sempre piu'difficile e complicato.E' pur vero che in questo momento tra sovraffollamento e lo sciopero della fame, suicidi in carcere bisogna pero'trovare il tempo anche di pensare ai ns.cari defeunti.
Gerardo D'Errico

Di  gerardo d'errico  (inviato il 22/06/2011 @ 22:05:11)


n. 5


Eccellentessimo Comandante Gerardo D' Errigo , uomini come Lei vanno elogiati e stimati .Personalmente ho avuto l'onore di lavorare con Peppino , e per ciò che gli è accaduto merita questo e anche altro .
Ma già il fatto che un Comandante come Lei , ricorda la persona stessa di Peppino , onora un Poliziotto come Me .
Cento , mille e diecimila e tanti tanti tanti di Comandanti come Lei .
Un saluto militare con tanto di COMANDI alla S.V. .
Congratulazioni , Enrico

Di  Anonimo  (inviato il 22/06/2011 @ 21:10:03)


n. 4


La vicenda così come la descrive Nuvola Rossa fa rabbrividire ed è assolutamente da stigmatizzare l'indifferente apatia del Dap. Mi sembra evidente che quello che manca nella nostra Amministrazione è la valorizzazione sociale del martirio dei nostri Eroi. Forse perchè ci comanda chi non ha mai indossato e non indossa la nostra divisa, oggi della Polizia Penitenziaria e ieri della gloriosa uniforme degli allora Agenti di Custodia. Detto questo, io preferirei che ai nostri Colleghi Caduti si dedicassero Scuole pubbliche, piazze, strade, giardini, non carceri. Chè il carcere è, nella sua stessa natura, luogo triste e di afflizione. Ma questo non giustifica affatto quanto denunciato da NR

Di  Vero eretico  (inviato il 22/06/2011 @ 20:39:43)


n. 3


La madre degli imbecilli è sempre incinta e sembra che dalle parti del DAP ne generi in abbondanza. Passi per questioni "pratiche o burocratiche". Ma per il ricordo dei nostri caduti è inaccetabile.

Di  Massimo Tesei  (inviato il 22/06/2011 @ 17:42:56)


n. 2


Grazie 1000 x la solidarietà accordata è solo questione di buon senso niente di più.
Gerardo D'Errico

Di  gerardo  (inviato il 22/06/2011 @ 16:12:14)


n. 1


c'è chi dice no....c'è chi dice no... io non mi muovo...
quanta gente è convinta che ci sia nell'aldilà,
qualche cosa… chissà?!…
quanta gente comunque ci sarà…
che si accontenterà!!!
C’è qualcuno….
che non sa….
…. più cos’è un uomo.
C’è qualcuno
che non ha…
…. rispetto per nessuno!!!
(...omissis)...
C’è chi dice no!
c’è chi dice no!
io “sono un uomo!”

a Vasco, la combriccola del blasco e a giuseppe montalto.


Di  pochahontas  (inviato il 22/06/2011 @ 09:31:45)




Scrivi un commento Scrivi un commento

Testo (max 1000 caratteri)

Nome

Link (Visibile a tutti)


Email (Visibile solo dall'amministratore)


Salva i miei dati per futuri commenti

Ricevi in email la notifica di nuovi commenti

I commenti sono moderati. Il tuo commento sarà visibile solo quando approvato.
Il seguente campo NON deve essere compilato.



Disclaimer
L'indirizzo IP del mittente viene registrato, in ogni caso si raccomanda la buona educazione.

54.211.82.105


Pagina Facebook di Polizia Penitenziaria

Email Polizia Penitenziaria. Richiedila gratis o a pagamento




Tutti gli Articoli
1 Le tristi notti del poliziotto penitenziario cinquantenne

2 La vecchia Zimarra di Regina Coeli a cena intorno al proprio Comandante Francesco Ventura

3 Commozione per la morte di due detenuti, ma la stampa omette di dire che uno aveva stuprato una bambina disabile e l''altro ucciso i genitori adottivi

4 Tre buoni motivi per cui la Polizia Penitenziaria non può essere sciolta come la Forestale

5 Un lutto improvviso: ci lascia Andrea Accettone, collega, segretario, come un fratello

6 I veri nemici della Polizia Penitenziaria

7 Come mi mancano gli Agenti di Custodia … allora non c’erano suicidi tra di noi … perché?

8 Bologna: poliziotto penitenziario di 44 anni lotta tra la vita e la morte dopo essersi sparato un colpo di pistola alla testa

9 La sanzione disciplinare nei confronti del poliziotto penitenziario

10 Statistiche delle carceri in Italia: i polli di Trilussa e i polli del DAP





Tutti gli Articoli
1 Agente Penitenziario si spara in bocca con pistola d''ordinanza mentre era in sala di attesa dell''ospedale. E'' in coma

2 Assunzioni in Polizia Penitenziaria e scorrimento graduatorie: Governo rifiuta gli emendamenti Ferraresi (M5S)

3 Rivolta nel carcere di Velletri: Polizia Penitenziaria sul limite di usare la forza

4 Quindici colpi di pistola contro il Poliziotto penitenziario: le prime indagini dei Carabinieri

5 Informativa DAP: ai mujaheddin kosovari è arrivato ordine di attaccare l''Italia

6 La nuova Legge che obbliga i Poliziotti a riferire ai propri superiori le indagini giudiziarie

7 Morì sotto il furgone della Polizia Penitenziaria: per la Procura responsabili autista e gli operai del cantiere

8 Quattro detenuti evadono dal carcere minorile di Monteroni di Lecce: allarme dato in mattinata

9 Detenuto in permesso premio sequestra, rapina e violenta una ragazza in un ufficio pubblico

10 Sparatoria tra Poliziotto penitenziario e macedone: lite scoppiata per motivi sentimentali


  Cerca per Regione