Novembre 2016
  Scarica il file .pdf del numero della Rivista Novembre 2016  
  Archivio riviste    
Pubblicato il Decreto per la razionalizzazione delle Forze di Polizia


Polizia Penitenziaria - Pubblicato il Decreto per la razionalizzazione delle Forze di Polizia

Notizia del 28/09/2016

in L''Osservatorio Politico

(Letto 4946 volte)

Scritto da: Giovanni Battista Durante

 Stampa questo articolo     Leggi i Commenti Commenti dei lettori


E' stato pubblicato nella Gazzetta Ufficiale del 12 settembre 2016 il Decreto Legislativo 19 agosto 2016, n. 177 che prevede disposizioni in materia di razionalizzazione delle funzioni di polizia e assorbimento del Corpo Forestale dello Stato, ai sensi dell’articolo 8, comma 1, lettera a), della Legge 7 agosto 2015, n. 124, in materia di riorganizzazione delle amministrazioni pubbliche. 

Il decreto disciplina la razionalizzazione e il potenziamento dell’efficacia delle funzioni di polizia e l’assorbimento del Corpo Forestale dello Stato, l’attribuzione delle relative funzioni, risorse strumentali e finanziarie, nonché il conseguente transito del personale del medesimo Corpo. L’articolo 2 definisce i comparti di specialità delle Forze di polizia. La Polizia di Stato, l’Arma dei Carabinieri e il Corpo della Guardia di Finanza esercitano, in via preminente o esclusiva, secondo modalità stabilite con decreto del ministro dell’Interno: 

Polizia di Stato: Sicurezza stradale; Sicurezza ferroviaria; Sicurezza delle frontiere; Sicurezza postale e delle comunicazioni; 

Arma dei carabinieri Sicurezza in materia di sanità, igiene e sofisticazioni alimentari; Sicurezza in materia forestale, ambientale e agroalimentare; Sicurezza in materia di lavoro e legislazione sociale; Sicurezza del patrimonio archeologico, storico, artistico e culturale nazionale; 

Corpo della Guardia di Finanza: Sicurezza del mare, in relazione ai compiti di polizia, attribuiti dal presente decreto, e alle funzioni già svolte, ai sensi della legislazione vigente e fatte salve le attribuzioni assegnate dalla  egislazione vigente al Corpo delle Capitanerie di Porto – Guardia Costiera; Sicurezza in materia di circolazione dell’euro e degli altri mezzi di pagamento. 

Il Decreto in questione mira alla razionalizzazione della dislocazione delle Forze di polizia sul territorio, privilegiando l’impiego della Polizia di Stato nei comuni capoluogo e dell’Arma dei Carabinieri nel restante territorio. La Guardia di Finanza svolge prevalentemente funzioni di polizia economico finanziaria a competenza generale. Vengono razionalizzati i servizi navali e, in conseguenza di ciò, al fine di consentire alla Guardia di Finanza di poter esercitare le proprie funzioni in mare, sono soppressi i siti navali dell’Arma dei Carabinieri, ad eccezione delle moto d’acqua impiegate nella laguna di Venezia e altri presidi minori necessari per la sicurezza pubblica, le squadre nautiche della Polizia di Stato ed i siti navali della Polizia Penitenziaria, ad eccezione di quelli di Livorno e di Venezia. Sarà quindi la Guardia di Finanza ad assicurare il supporto navale alle altre Forze di polizia, nonché quello aereo alla Polizia Penitenziaria, per le traduzioni dei detenuti. 

Il decreto prevede altresì la gestione associata dei servizi strumentali delle Forze di polizia attraverso Consip S.p.a., adottata nell’ambito dell’ufficio per il coordinamento e la pianificazione, di cui alla legge 121/81. E’ prevista la stipula di particolari protocolli, per tutto ciò che riguarda strutture per l’addestramento al tiro, mense di servizio, pulizie e manutenzione, procedure per l’acquisizione e l’addestramento di animali per reparti ippomontati e cinofili e acquisto dei relativi generi alimentari, approvvigionamento di materiali, servizi e dotazioni per uso aereo, programmi di formazione specialistica del personale, adozione di programmi congiunti di razionalizzazione degli immobili, ai fini della riduzione dei siti passivi sostenuti per la locazione di immobili privati da adibire a caserme, approvvigionamento congiunto o condiviso dei servizi di erogazione di energia elettrica e di riscaldamento, con la prospettiva di unificazione dei programmi di risparmio energetico rispettivamente già avviati, approvvigionamento di equipaggiamenti speciali, approvvigionamento di veicoli. 

Sono anche previsti programmi di centralizzazione di acquisti e gestione associata di beni e servizi tra le forze di polizia e le forze armate, nonché la realizzazione del numero unico di emergenza europeo su tutto il territorio nazionale, ovvero il 112. 

La questione più spinosa di tutte riguarda evidentemente l’assorbimento del Corpo Forestale dello Stato nell’Arma dei Carabinieri e l’attribuzione delle funzioni alla stessa Arma. Quindi, in virtù di quanto previsto dall’articolo 7, il Corpo Forestale dello Stato è assorbito nell’Arma dei Carabinieri, la quale esercita le funzioni già svolte dal citato Corpo, ad eccezione delle competenze in materia di lotta attiva contro gli incendi boschivi e spegnimento con mezzi aerei degli stessi, attribuite al Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco. 

E’ stata sicuramente questa la questione maggiormente dibattuta in quest’ultimo anno, in ogni sede, considerato che il transito di un Corpo civile, in uno militare, e il conseguente scioglimento delle organizzazioni sindacali, ha fin da subito suscitato non poche perplessità.


Scritto da: Giovanni Battista Durante
(Leggi tutti gli articoli di Giovanni Battista Durante)






 

Ultime Notizie Le ultime foto pubblicate
Attentato in Vaticano sventato dalla Polizia Penitenziaria: detenuto marocchino voleva fare una strage
Detenuto in alta sicurezza aggredisce Poliziotto penitenziario dopo colloquio con i familiari nel carcere di Siracusa
Rivolta nel carcere di Velletri: Polizia Penitenziaria sul limite di usare la forza
Il carcere di Sala Consilina rimarrà chiuso: il Consiglio di Stato ha accolto provvisoriamente il ricorso del Ministero contro il TAR
Condannato per aver aggredito Poliziotti penitenziari nel carcere di Sanremo. Arrestato e riportato in carcere
Quattro detenuti evadono dal carcere minorile di Monteroni di Lecce: allarme dato in mattinata
Agente Penitenziario si spara in bocca con pistola d''ordinanza mentre era in sala di attesa dell''ospedale. E'' in coma
Santi Consolo: senza la Magistratura di Sorveglianza potremmo spostare tutte le madri detenute in pochi giorni


La Polizia Penitenziaria in una foto", il primo album fotografico della Polizia Penitenziaria creato dagli appartenenti alla Polizia Penitenziaria stessa!

 Foto della Polizia Penitenziaria Inviaci le tue!

Più di 1.300 ricevute in un anno!

 


Commenti Commenti dei lettori

n. 14


Dimenticavo...

Paola Severino è il nuovo rettore della Luiss.
L’ha nominata oggi il Consiglio di amministrazione dell’ateneo, presieduto da Emma Marcegaglia.

La professoressa Paola Severino, che succede al professore Massimo Egidi, ha ricoperto incarichi prestigiosi a livello istituzionale, culminati nella nomina a ministro della Giustizia, in uno dei momenti più delicati della vita del Paese.

Resterà in carica fino ad aprile 2018.

Ora ci sono due donne ai vertici della Luiss, la presidente Marcegaglia e il nuovo rettore Paola Severino.

Dal 2014 ricopriva il ruolo di presidente della Luiss School of Law
Parallelamente alla sua intensa attività pubblica e forense, la Severino ha da sempre coltivato la sua passione per lo studio e l'insegnamento con risultati di primaria importanza, che l'hanno portata a diventare prima titolare della Cattedra di Diritto Penale in Luiss, successivamente Preside del Dipartimento di Giurisprudenza e, dal 2007, Prorettore Vicario dell'intera Università, contribuendo a integrare la sua storia professionale con la vita dell’ateneo.

Dal 2014 ricopre il ruolo di Presidente della Luiss School of Law. È Direttore del Master in Diritto Penale d'Impresa, Condirettore del Master in Politiche di Contrasto della Corruzione e della Criminalità Organizzata e coordinatrice per le discipline penalistiche della Scuola di specializzazione per le professioni legali.

Il neo rettore Severino ha provveduto subito alla nomina del nuovo prorettore vicario dell’Ateneo: è Andrea Prencipe, professore Ordinario di Economia e Gestione dell’innovazione presso il Dipartimento di Impresa e Management.

Fonte: Ilsole24ore.
Tanto per dire.....

Di  PASQUINO  (inviato il 03/10/2016 @ 18:47:23)


n. 13


Ahh però....adesso è tutto più chiaro caro Pasquino.
Grazie dell'informazione.
Farò girare

Di  Bhaaria  (inviato il 03/10/2016 @ 17:54:15)


n. 12


Ministro per la Semplificazione e la Pubblica Amministrazione....
Senza citare Umberto Tupini o Francesco Cossiga rispettivamente: 1954 e 1976...
Basta guardare poco lontano con:
Frattini per il Centro Destra
Bassanini per il Centro Sinistra

Oggi, a baluardo di questa importantissima istituzione abbiamo:
Marianna Madia nel cui curriculum vitae, l'unica nota di rilievo è essere l'ex compagna di Giulio Napolitano, figlio di Giorgio ed attualmente datore di lavoro di Bernardo Giorgio Mattarella, primogenito di Sergio.
Il 47enne docente di Diritto amministrativo, infatti (ordinario amministrativista all'Università di Siena e condirettore del Master in management della Pa alla Luiss di Roma), è oggi capo dell'ufficio legislativo del ministro Madia, con uno stipendio da 125mila euro lordi all'anno.
http://www.liberoquotidiano.it/news/personaggi/11751413/Quirinale--una-donna-unisce-i.html

Ora parlare di palese conflitto "costituzionale" intrinseco nella legge (tramutare personale con status giuridico civile in militare), appare irrisibile davanti a tali notizie

Di  PASQUINO  (inviato il 03/10/2016 @ 16:41:02)


n. 11


Mi sento come un cane rabbioso che osserva sistematicamente l'inerzia di colui che dovrebbe rappresentarci.
Tutto questo fa molto male.
Questi ultimi 10 anni sono stati più duri di tutti i 30 messi insieme.
A penare siamo noi vecchi abituati ad altro trattamento, mentre alcuni direttori si divertono a fare il felino con il topolino.
Vomito.

Di  Nicola  (inviato il 30/09/2016 @ 11:11:37)


n. 10


Auguro ai colleghi del Servizio Navale la possibilità, per chi lo voglia, di transitare nel servizio navale della Guardia di Finanza. Buona fortuna.

Di  un vecchio AA.CC  (inviato il 29/09/2016 @ 22:26:25)


n. 9


Vediamo cosa sapranno fare le grandi organizzazioni sindacali..............

Di  Anonimo  (inviato il 29/09/2016 @ 21:49:38)


n. 8


Gigi ti do pienamente ragione,ai detto una parola giusta, dove sono i nostri ufficiali, hanno costantemente riscaldato le sedie per varie e ulteriori ragioni,mi sono permesso nei lunghi 35 anni di onorato servizio negli Agenti di Custodia,oggi Pol.Pen. di fare una domanda a uno di questi parassiti, mi voleva fare rapporto perchè lo avevo fermato nel corridoio.

Di  marco  (inviato il 29/09/2016 @ 20:49:22)


n. 7


La Polizia Penitenziaria non è contemplata nel decreto di razzionalizzazione delle forze di Polizia tra gli organi che svolgono principalmente funzioni di "Polizia", semplicemente perché il D.A.P. non è un organo di Polizia, pur avendo nel suo organico operatori inquadrati nel Corpo, con qualifiche di P.S. e di P.G. h24 365 gg l'anno, il servizio prioritario della Pol Pen si svolge in maniera prioritaria in esecuzione agli articoli dell'Ordinamento Penitenziario e R.E., regolamentati con appositi Ordini e disposizioni di servizio in ambito locale dalla Autorità Dirigente "Direttore Penitenziario" mediante l'impiego di tutto il personale sia civile che di Polizia Penitenziaria, avvalendosi del personale del Corpo solo occasionalmente per reprimere e perseguire eventuali reati che dovessero verificare all'interno o all'esterno degli Stabilimenti carcerari. In sostanza in Italia non esistomo funzioni di "Polizia Penitenziaria" per cui di questo passo vien da se che, prima o poi anche noi dovremmo soccombere come Corpo Armato e di Polizia dello Stato!

Di  L'ultimo degli Agenti  (inviato il 29/09/2016 @ 15:28:38)


n. 6


La Polizia Penitenziaria, non è mai stata riconosciuta una forza di Polizia. I cari Dirigenti non hanno mai voluto, dobbiamo restare rinchiusi, sentivo sempre dire.
Oggi, ho fatto un passo da gigante, ho consegnato l'arma individuale, l'ho tenuta per 30anni. In bocca al LUPO

Di  Piermattia  (inviato il 28/09/2016 @ 18:05:07)


n. 5


Orgoglioso di appartenere ad un corpo dello Stato dove lo stesso manco ti considera. Ma i nostri Ufficiali dove sono? E quando parlo di ufficiali non parlo di Commissari.

Di  GIGI  (inviato il 28/09/2016 @ 16:51:48)


n. 4


E la Polizia penitenziaria cosa e'?

Di  marco  (inviato il 28/09/2016 @ 14:24:22)


n. 3


Per favore non scandalizziamoci.
Ci stanno smantellando poco a poco....anche i cabbasisi già sento smantellati.

Di  Uccio da Palemmo  (inviato il 28/09/2016 @ 12:49:49)


n. 2


Da questo ti accorgi che non sei nemmeno una risorsa da razionalizzare.

Di  nessuno  (inviato il 28/09/2016 @ 11:02:22)


n. 1


Scusate ma Noi che siamo, un soprammobile? visto che non siamo proprio citati nemmeno come saluti finali nel decreto....

Di  nik  (inviato il 28/09/2016 @ 09:40:18)




Scrivi un commento Scrivi un commento

Testo (max 1000 caratteri)

Nome

Link (Visibile a tutti)


Email (Visibile solo dall'amministratore)


Salva i miei dati per futuri commenti

Ricevi in email la notifica di nuovi commenti

I commenti sono moderati. Il tuo commento sarà visibile solo quando approvato.
Il seguente campo NON deve essere compilato.



Disclaimer
L'indirizzo IP del mittente viene registrato, in ogni caso si raccomanda la buona educazione.

54.166.37.177


Pagina Facebook di Polizia Penitenziaria

Email Polizia Penitenziaria. Richiedila gratis o a pagamento




Tutti gli Articoli
1 Le tristi notti del poliziotto penitenziario cinquantenne

2 La vecchia Zimarra di Regina Coeli a cena intorno al proprio Comandante Francesco Ventura

3 Commozione per la morte di due detenuti, ma la stampa omette di dire che uno aveva stuprato una bambina disabile e l''altro ucciso i genitori adottivi

4 Tre buoni motivi per cui la Polizia Penitenziaria non può essere sciolta come la Forestale

5 Un lutto improvviso: ci lascia Andrea Accettone, collega, segretario, come un fratello

6 Come mi mancano gli Agenti di Custodia … allora non c’erano suicidi tra di noi … perché?

7 Bologna: poliziotto penitenziario di 44 anni lotta tra la vita e la morte dopo essersi sparato un colpo di pistola alla testa

8 La sanzione disciplinare nei confronti del poliziotto penitenziario

9 Statistiche delle carceri in Italia: i polli di Trilussa e i polli del DAP

10 Dal servizio di sentinella al sistema di videosorveglianza. Ma la tecnologia, da sola, non basta





Tutti gli Articoli
1 Agente Penitenziario si spara in bocca con pistola d''ordinanza mentre era in sala di attesa dell''ospedale. E'' in coma

2 Attentato in Vaticano sventato dalla Polizia Penitenziaria: detenuto marocchino voleva fare una strage

3 Assunzioni in Polizia Penitenziaria e scorrimento graduatorie: Governo rifiuta gli emendamenti Ferraresi (M5S)

4 Rivolta nel carcere di Velletri: Polizia Penitenziaria sul limite di usare la forza

5 Quindici colpi di pistola contro il Poliziotto penitenziario: le prime indagini dei Carabinieri

6 Informativa DAP: ai mujaheddin kosovari è arrivato ordine di attaccare l''Italia

7 La nuova Legge che obbliga i Poliziotti a riferire ai propri superiori le indagini giudiziarie

8 Morì sotto il furgone della Polizia Penitenziaria: per la Procura responsabili autista e gli operai del cantiere

9 Quattro detenuti evadono dal carcere minorile di Monteroni di Lecce: allarme dato in mattinata

10 Detenuto in permesso premio sequestra, rapina e violenta una ragazza in un ufficio pubblico


  Cerca per Regione