Febbraio 2017
  Scarica il file .pdf del numero della Rivista Febbraio 2017  
  Archivio riviste    
Quando ci si deve difendere anche dal “fuoco amico….”


Polizia Penitenziaria - Quando ci si deve difendere anche dal “fuoco amico….”

Notizia del 05/09/2012

in Houston abbiamo un problema

(Letto 3472 volte)

Scritto da: Old Major

 Stampa questo articolo     Leggi i Commenti Commenti dei lettori


Siamo abituati alla disinformazione dei non addetti ai lavori sui compiti e sulle funzioni della Polizia Penitenziaria; siamo consapevoli che il mondo penitenziario sia difficile da comprendere per chi non ha mai visto un carcere.

Anche i Colleghi delle altre forze di polizia che operano quotidianamente con i poliziotti penitenziari sanno quanto sia duro e complesso il nostro lavoro. Quindi restiamo sbalorditi quando apprendiamo che un Sindacato del Corpo forestale e di vigilanza ambientale della regione Sardegna, Corpo istituito con legge regionale, disconosce i compiti demandati dalla legge ad un Corpo di polizia della Stato italiano, quale è la Polizia Penitenziaria. Ma prima di elencarli è doveroso comprendere l’attinenza del nostro comunicato stampa con quanto riportato dal Sindacato regionale dei forestali della regione Sardegna sul proprio sito: http://www.saf-sardegna.it/bacheca/il-fascino-della-paletta-anche-la-polizia-penitenziaria-chiede-di-fare-i-posti-di-blocco

Il nostro comunicato era un invito rivolto al Presidente del Consiglio, Mario Monti, che aveva rilasciato un’intervista a un periodico sulla grave criticità del sistema penitenziario, per conoscere come intendesse risolvere il problema del sovraffollamento delle carceri italiani e la carenza di personale di Polizia Penitenziaria, ma non solo. Il trafiletto del Sindacato regionale dei forestali riportava il titolo: il fascino della “paletta”: anche la Polizia Penitenziaria chiede di fare i posti di blocco; richiamando esplicitamente il nostro comunicato. Al di là della non attinenza dei due argomenti, appare quanto mai necessario informare i “colleghi” del Sindacatino regionale, e ai lettori del loro sito, che la Polizia Penitenziaria è una delle cinque forze di polizia operanti in Italia, la quarta per la precisione, e tra i compiti demandati dalle leggi dello Stato, vi sono anche quelli di polizia stradale previsti per l’appunto dall’art. 12, lett. f-bis, del C.d.S.

Rimaniamo quindi sconcertati che la non conoscenza della norma provenga da una compagine sindacale. Purtoppo, avendo il Corpo forestale e di vigilanza ambientale della regione Sardegna compiti di polizia giudiziaria e pubblica sicurezza con limitata competenza alla sola regione Sardegna, il Sindacato probabilmente disconosce che alla Polizia Penitenziaria, alla pari dei Colleghi del Corpo Forestale dello Stato, sono attributi tra l’altro i compiti di polizia stradale, in ordine ai servizi di traduzione dei detenuti.

La collaborazione con il Corpo Forestale dello Stato, e soprattutto con il suo Sindacato più rappresentativo a livello nazionale, il SAPAF, che peraltro insieme al SAPPe e al SAP della Polizia di Stato, fa parte della Consulta Sicurezza, ci onora di affermare che la spiacevole vicenda è solo frutto di scarsa conoscenza e ci piace riportare al riguardo una frase di Sant’Agostino: “il mondo è un libro e chi non viaggia ne conosce solo una pagina”.

Pertanto, per buona pace dei “colleghi”sardi, non abbiano alcuna pretesa di rivendicare funzioni già attribuite al nostro Corpo, ne di istituire “posti di blocco per la spavalderia di mostrare palette (o secchielli…)

 

Scritto da: Old Major
(Leggi tutti gli articoli di Old Major)






 

Ultime Notizie Le ultime foto pubblicate
Riordino Polizia Penitenziaria: nuove qualifiche e nuovi errori
Sconvolgente! Per tre notti degli sconosciuti sono entrati e usciti dal carcere di Frosinone per preparare l''evasione
Arrestato Agente penitenziario: fornì telefono a un detenuto che gestiva la prostituzione della sorella e della compagna dal carcere di Frosinone
Agente penitenziario di Frosinone agli arresti domiciliari per corruzione: operazione ancora in corso, ci sarebbero altri Poliziotti coinvolti
Giornata della legalità: nel carcere di Arienzo i detenuti leggono i nomi di tutte le vittime di mafia e minuto di raccoglimento per Don Peppino Diana
Detenuto girava video dal carcere: arrestato con arsenale in casa, torna ai domiciliari con il braccialetto elettronico
Delega al Governo per dare Skype anche ai mafiosi? Insorge l''Associazione Vittime del Dovere
Tentata evasione dal carcere di Ivrea: detenuto fermato prima che arrivasse al muro di cinta


La Polizia Penitenziaria in una foto", il primo album fotografico della Polizia Penitenziaria creato dagli appartenenti alla Polizia Penitenziaria stessa!

 Foto della Polizia Penitenziaria Inviaci le tue!

Più di 1.300 ricevute in un anno!

 


Commenti Commenti dei lettori

n. 9


Credo comunque non sia il caso di fare distinzioni tra corpo nazionale e regionale. Ho letto nel sito del Corpo Forestale della sardegna una precisazione in merito a quell'articolo. Cerchiamo di non dire cose che poi posso creare ulteriori malintesi, i nostri colleghi della Polizia Penitenziaria che prestano servizio nelle tre colinie penali in Sardegna essendo dotati di automezzi anticendio, spesso concorrono insieme ai colleghi della Forestale, nello spegnimento degli incendi nelle prossimità delle colonie e dei paesi circostanti.
Aldilà del fatto che quell'articolo non è condivisibile da nessuno, cerchiamo comunque di rispettarci.
Un saluto a tutti

Di  Paolo  (inviato il 06/09/2012 @ 12:19:02)


n. 8


Conoscendo la realtà della Sardegna, posso dire che questi signori non godono di alto gradimento presso i sardi. Amano farsi veder nei paesi con gli occhiai da sole scuri. il braccio poggiato sul finestrino e camminando in auto a passo d'uomo pensando di incutere timore. Le loro vittime preferite sono i pastori, i cercatori di funghi e i vecchi che tagliano un ramo da una pianta per sfamare una capra. Con i cacciatori almeno con quelli del nuorese , non sono altrattento solerti e liggi al dovere per motivi di opportunità. Inoltre sembra siano in ansia aspettando gli incendi per accendere le sirene di cui sono esperti manovratori in emergenza e non. Ovviamente come in ogni corpo non tutti sono degli esaltati, forse soffrono di senso di inferiorità nei confronti dei loro colleghi del Corpo Nazionale dei Forestali, quelli si appartenenti alle 5 forze di polizia. Forse non era neanche il caso d perdere tempo rispondendo ad un sindacalista che rappresenta un "corpo" formato da un migliaio di impiegati regionali vestiti di verde e con le macchne targate " C F e v. a."

Di  cairo74°  (inviato il 06/09/2012 @ 00:02:04)


n. 7


concordo pienamente con pasquale...........
ora cmq sono iniziati in 5 regioni i compiti di pol.strada....un po' confusionati ma sono iniziati.........la ns amministrazione e' lenta..............voglio pensare positivo...............
un saluto a tutti

Di  claudio  (inviato il 05/09/2012 @ 23:29:37)


n. 6


Questi episodi sono sempre accaduti e accadranno ancora e credo che saranno più frequenti per effetto della razionalizzazione a cui siamo sottoposti. E' chiaro che in questi periodi di magra ognuno tenta di mantenere quello che ha e se proprio deve cedere qualcosa, lascerà quello che gli serve meno. Per noi il problema è sempre lo stesso: non abbiamo una punta di diamante ovvero un servizio che ti rende la dovuta visibilità all'esterno. Devo ammettere che mi ero illuso per l'imminente servizio di "polizia stradale" il quale avrebbe sicuramente dato un forte contributo all'immagine del Corpo e dei propri uomini ma poi, leggendo bene, l'illusione svanisce e ti ritrovi come sempre, cioè sei quasi uguale agli altri ma ti manca un quid (fondamentale) che non ti fa essere simile al cugino poliziotto o carabiniere. Il forestale della sardegna lo sa bene che nonostante avessimo le migliori tecnologie di questo mondo, alla fine sempre in galera operiamo. In pratica ci è preclusa la possibilità di allacciare quei meccanismi con la società esterna che alla fine ti fa crescere,conoscere e scambiare cortesie istituzionali. Concludendo, e con il permesso di questo blog, vorrei rispondere al forestale della sardegna in questo modo: " caro amico mio nonostante io abbia trent'anni di galera sono convinto che nel giro di pochi mesi riuscirei a fare bene anche il tuo lavoro; al contrario tu, per fare bene il mio lavoro, forse non ti basterebbero trent'anni". Mi piacerebbe che si potesse scambiare il lavoro tra le forze dell'ordine, chissà quanti chiederebbero di venire a lavorare in galera!!!!!!!
Pasquale

Di  Pasquale  (inviato il 05/09/2012 @ 19:48:56)


n. 5


piu' che altro non capisco che bisogno c'era di scrivere l'articolo da parte loro...........per fortuna poi pagina sindacale........mah.............cmq..onore al C.F.S. NAZIONALE.........e non pseudoregionali.

Di  claudio  (inviato il 05/09/2012 @ 16:45:40)


n. 4


Non ti curar di loro ma guarda e passa

Di  francesco66  (inviato il 05/09/2012 @ 16:00:40)


n. 3


Per i colleghi non Sardi, barracello/i, guardia che sorveglia possedimenti agricoli e proprietà private.

Di  francesco66  (inviato il 05/09/2012 @ 15:39:34)


n. 2


Sono invidiosi perchè le loro competenze si esauriscono nella loro regione. Io non avrei neanche risposto, forse hanno bisogno di visibilità che il SAPPE sta concedendo. I nostri amici sono il Corpo Forestale dello Stato il quale rispetta le nostre competenze.

Di  A.D.  (inviato il 05/09/2012 @ 15:15:34)


n. 1


Ci mancavano solo i barracelli adesso....

Di  Paolo  (inviato il 05/09/2012 @ 12:43:41)




Scrivi un commento Scrivi un commento

Testo (max 1000 caratteri)

Nome

Link (Visibile a tutti)


Email (Visibile solo dall'amministratore)


Salva i miei dati per futuri commenti

Ricevi in email la notifica di nuovi commenti

I commenti sono moderati. Il tuo commento sarà visibile solo quando approvato.
Il seguente campo NON deve essere compilato.



Disclaimer
L'indirizzo IP del mittente viene registrato, in ogni caso si raccomanda la buona educazione.

54.166.31.252


Pagina Facebook di Polizia Penitenziaria

Email Polizia Penitenziaria. Richiedila gratis o a pagamento




Tutti gli Articoli
1 Agente della Polizia Penitenziaria si suicida con la pistola d''ordinanza in casa davanti ai familiari

2 In memoria di Girolamo Minervini, ucciso dalle B.R. a Roma, appena nominato Direttore Generale degli Istituti di Prevenzione e Pena

3 Cosa accadrebbe se non passasse il riordino delle carriere?

4 Santi Consolo confermato Capo DAP: il Consiglio dei Ministri di questa mattina lo rinomina in extremis

5 Luigi Bodenza, Assistente Capo di Polizia Penitenziaria: ucciso in un agguato mafioso il 25 marzo 1994

6 Ancora una evasione, da Frosinone. Sappe: Qualcuno sta tentando di smantellare la sicurezza nelle carceri: non si sventano evasioni senza sentinelle e senza sorveglianza nelle sezioni!

7 Riordino vuol dire mettere ordine

8 Nel nostro lavoro, alla fine, o impari o devi imparare per forza

9 Pensione buonuscita ai dirigenti penitenziari: l''INPS nega i sei scatti, spettano solo alla Polizia Penitenziaria

10 Progetto del nuovo carcere di Nola: a cosa sono serviti allora gli stati generali dell''esecuzione penale?





Tutti gli Articoli
1 Qui comandiamo noi: detenuti aggrediscono con bastoni i Poliziotti penitenziari del carcere modello di Bollate

2 Agente penitenziario suicida: non riusciva a mantenere i tre figli disoccupati

3 Polizia Penitenziaria blocca evaso da permesso premio dopo inseguimento e pistole fuori dalle fondine

4 Arrestato Agente penitenziario: fornì telefono a un detenuto che gestiva la prostituzione della sorella e della compagna dal carcere di Frosinone

5 Agente penitenziario di Frosinone agli arresti domiciliari per corruzione: operazione ancora in corso, ci sarebbero altri Poliziotti coinvolti

6 Evadono in due dal carcere di Frosinone: il macellaio del clan Belforte fugge, l''altro è rimasto ferito

7 Collaboratori di giustizia e testimoni di giustizia: i numeri del Servizio centrale di protezione

8 Sconvolgente! Per tre notti degli sconosciuti sono entrati e usciti dal carcere di Frosinone per preparare l''evasione

9 La rete era tagliata da giorni, hanno smontato il televisore della cella, soffitto e poi lenzuola: ecco come sono evasi i due da Frosinone

10 Detenuto evade dal carcere di Alessandria: era addetto alla pulizia delle aree esterne del penitenziario


  Cerca per Regione