Novembre 2016
  Scarica il file .pdf del numero della Rivista Novembre 2016  
  Archivio riviste    
Quasi 150 anni dopo tornano di attualità le teorie di Cesare Lombroso. Altri scienziati sostengono che criminali si nasce, non si diventa.


Polizia Penitenziaria - Quasi 150 anni dopo tornano di attualità  le teorie di  Cesare Lombroso.  Altri scienziati sostengono che criminali si nasce, non si diventa.

Notizia del 17/02/2010

in Accadde al penitenziario

(Letto 6810 volte)

Scritto da: Redazione

 Stampa questo articolo     Leggi i Commenti Commenti dei lettori


Quasi 150 anni dopo tornano di attualità  le teorie di  Cesare Lombroso. 

Altri scienziati sostengono che criminali si nasce, non si diventa.
 
Si torna a parlare di cervello criminale e non più di mente criminale, nuovamentenella convinzione che la criminalità possa essere un tratto innato della personalità o, quantomeno, sviluppata nel primissimo periodo di vita.
Il gene della criminalità sarebbe residente nella corteccia prefrontale, laddove è possibile dedurre se un soggetto è un potenziale assassino o un futuro criminale.
 
Questa sconvolgente teoria scientifica sarebbe stata formulata dopo una lunga ricerca effettuata su bambini, nei quali (secondo i ricercatori) sarebbero individuabili i primi segnali di devianza.
La teoria, però,  è tutt’altro che originale visto che, già nel lontano 1871, il fisico italiano Cesare Lombroso, scoprendo l’anomala configurazione del cranio (simile a quello di api, roditori ed uccelli) durante l’autopsia del cadavere del bandito Giuseppe Villela, teorizzò che i criminali erano tali perché nati cattivi, a seguito della regressione ad uno stato primitivo dell’evoluzione.
 
Pur tuttavia, nel corso del ventesimo secolo, le teorie di Lombroso vennero confutate sulla base di accuse di  eugenetica e fascismo, nel mentre la criminologia si andava orientando verso teorie sociologiche basate  su fattori esterni all’uomo che ne influenzano l’agire.
Adrian Raine, professore di criminologia dell’Università di Philadelphia, è ritornato, oggi, ad applicare la neuroscienza alla criminologia.
L’interesse di Raine in questo campo pare sia nato riflettendo sul  fatto che egli stesso da piccolo fu protagonista di alcuni crimini  infantili insieme a un gruppo di coetanei  e che i suoi amici, a differenza di lui, divennero veramente dei criminali . Ovviamente, a seguito di questa evenienza, si convinse che la differenza tra di loro non poteva essere di origine sociologica.
Il Prof. Raine eseguendo numerosi esami  di scansione celebrale su molti detenuti, ebbe modo di scoprire che la loro corteccia prefrontale (deputata alla regolazione degli impulsi, delle decisioni e dei sentimenti) funzionava male.
In effetti, tutti quanti possiedono istinti violenti, ma la corteccia prefrontale serve proprio a tenerli a bada, a meno che non sia rotta.
Sempre Raine, ha scoperto che altri criminali soffrivano di deficit di capacità emotiva, individuandone alcuni che,  più che non distinguere il bene dal male, non sentivano il bene o il male  a causa di una ridotta funzionalità dell’amigdala.
Secondo Raine controllare il cervello fin da piccoli sarebbe un buon modo per prevenire  gli istinti criminali, anche se il cervello degli infanti è sempre malleabile e perciò ha sempre modo di cambiare per un certo periodo di tempo. Peraltro,  gran parte del problema sarebbe già presente durante la gravidanza.
La ricerca è stata effettuata su detenuti danesi, molti con madri che fumavano o bevevano durante la gravidanza, alcuni nati in modo forzato o con mancanza di ossigeno, altri abbandonati dalle madri.
Un altro fattore riscontrato, sempre di origine biologica, è la totale assenza di paura nel processo mentale, che a volte può aiutare (come nel caso degli sportivi), ma, insieme ad altri fattori , è un ulteriore grave rischio per la liberazione di istinti criminali.

Scritto da: Redazione
(Leggi tutti gli articoli di Redazione)






 

Ultime Notizie Le ultime foto pubblicate
Poliziotto penitenziario assolto definitivamente: era accusato di associazione mafiosa ad una cosca di Lamezia Terme
Detenuto si libera dal controllo della Polizia Penitenziaria e muore gettandosi dal quinto piano durante un sopralluogo fuori dal carcere
Attentato in Vaticano sventato dalla Polizia Penitenziaria: detenuto marocchino voleva fare una strage
Detenuto in alta sicurezza aggredisce Poliziotto penitenziario dopo colloquio con i familiari nel carcere di Siracusa
Rivolta nel carcere di Velletri: Polizia Penitenziaria sul limite di usare la forza
Il carcere di Sala Consilina rimarrà chiuso: il Consiglio di Stato ha accolto provvisoriamente il ricorso del Ministero contro il TAR
Condannato per aver aggredito Poliziotti penitenziari nel carcere di Sanremo. Arrestato e riportato in carcere
Quattro detenuti evadono dal carcere minorile di Monteroni di Lecce: allarme dato in mattinata


La Polizia Penitenziaria in una foto", il primo album fotografico della Polizia Penitenziaria creato dagli appartenenti alla Polizia Penitenziaria stessa!

 Foto della Polizia Penitenziaria Inviaci le tue!

Più di 1.300 ricevute in un anno!

 


Commenti Commenti dei lettori

n. 2


E' un personaggio interessante e che non smette di affascinare Lombroso. Particolare non trascurabile: nell'opera "'Uomo delinquente" era contenuto anche un atlante dettagliatissimo. Fungeva da guida per riconoscere i caratteri somatici criminali delle persone.
Merito di Lombroso al di l... Mostra tuttoà dei dubbi sulla validità scientifica delle sue teorie è che con lui il delitto è stato affrontato per la prima volta come fenomeno umano e sociale. La discussione sui temi etici e di giustizia si è spostata su lidi sconosciuti alla riflessione degli addetti ai lavori del suo tempo.
Altra prerogativa di Lombroso? quella di riuscire a far discutere a grande distanza di tempo


Di  Lara  (inviato il 18/02/2010 @ 21:59:06)


n. 1


Negli anni sessanta del secolo scorso un indirizzo criminologico sostenne che la criminalit... Mostra tuttoà è la conseguenza di una anomalia cromosomica, quindi si nasce criminali per un problema di dna... sulla scìa della criminalità atavica - costituzionale di Lombroso (che parlava di anomalia cranica, la famosa fossetta, e non di anomalie cerebrali) che guarda caso aveva scoperto su un povero brigante calabrese, ma negli anni trenta Sutherland aveva parlato ò di criminalità dei colletti bianchi, che, invece, era tipica espressione criminale di quelli che oggi chiameremmo manager di grndi aziende... Insomma, lasciamo stare Lombroso, che a modo suo era una persona seria, anche se autore della bizzarra teoria dell'uomo delinquente. Basta uno sciroccato pseudo criminologo americano per dire che criminali si nasce...

Di  A.B.  (inviato il 18/02/2010 @ 21:58:12)




Scrivi un commento Scrivi un commento

Testo (max 1000 caratteri)

Nome

Link (Visibile a tutti)


Email (Visibile solo dall'amministratore)


Salva i miei dati per futuri commenti

Ricevi in email la notifica di nuovi commenti

I commenti sono moderati. Il tuo commento sarà visibile solo quando approvato.
Il seguente campo NON deve essere compilato.



Disclaimer
L'indirizzo IP del mittente viene registrato, in ogni caso si raccomanda la buona educazione.

23.23.50.247


Pagina Facebook di Polizia Penitenziaria

Email Polizia Penitenziaria. Richiedila gratis o a pagamento




Tutti gli Articoli
1 La vecchia Zimarra di Regina Coeli a cena intorno al proprio Comandante Francesco Ventura

2 Commozione per la morte di due detenuti, ma la stampa omette di dire che uno aveva stuprato una bambina disabile e l''altro ucciso i genitori adottivi

3 Tre buoni motivi per cui la Polizia Penitenziaria non può essere sciolta come la Forestale

4 Un lutto improvviso: ci lascia Andrea Accettone, collega, segretario, come un fratello

5 Come mi mancano gli Agenti di Custodia … allora non c’erano suicidi tra di noi … perché?

6 Bologna: poliziotto penitenziario di 44 anni lotta tra la vita e la morte dopo essersi sparato un colpo di pistola alla testa

7 Focus su: batteri, virus e malattie infettive nella carceri. Poliziotti e detenuti a rischio contagio

8 La sanzione disciplinare nei confronti del poliziotto penitenziario

9 Statistiche delle carceri in Italia: i polli di Trilussa e i polli del DAP

10 Qualcuno ci aiuti a fermare la strage!





Tutti gli Articoli
1 Agente Penitenziario si spara in bocca con pistola d''ordinanza mentre era in sala di attesa dell''ospedale. E'' in coma

2 Attentato in Vaticano sventato dalla Polizia Penitenziaria: detenuto marocchino voleva fare una strage

3 Rivolta nel carcere di Velletri: Polizia Penitenziaria sul limite di usare la forza

4 Quindici colpi di pistola contro il Poliziotto penitenziario: le prime indagini dei Carabinieri

5 Detenuto si libera dal controllo della Polizia Penitenziaria e muore gettandosi dal quinto piano durante un sopralluogo fuori dal carcere

6 Informativa DAP: ai mujaheddin kosovari è arrivato ordine di attaccare l''Italia

7 La nuova Legge che obbliga i Poliziotti a riferire ai propri superiori le indagini giudiziarie

8 Morì sotto il furgone della Polizia Penitenziaria: per la Procura responsabili autista e gli operai del cantiere

9 Quattro detenuti evadono dal carcere minorile di Monteroni di Lecce: allarme dato in mattinata

10 Detenuto in permesso premio sequestra, rapina e violenta una ragazza in un ufficio pubblico


  Cerca per Regione