Novembre 2016
  Scarica il file .pdf del numero della Rivista Novembre 2016  
  Archivio riviste    
Retributivo, contributivo e misto...


Polizia Penitenziaria -  Retributivo,  contributivo  e misto...

Notizia del 22/04/2010

in Anppe

(Letto 3377 volte)

Scritto da: Lionello Pascone

 Stampa questo articolo


Con la riforma del sistema pensionistico del 1995, i lavoratori con 18 anni di contribuzione maturata al 31 dicembre 1995, hanno mantenuto il c.d. criterio retributivo, con il quale, il computo della pensione viene calcolato unicamente in riferimento all’ultima fase dell’attività lavorativa, certamente più  favorevole, potendosi beneficiare degli scatti di anzianità, degli adeguamenti contrattuali, delle progressioni di carriera.
Chi in quella data aveva meno di 18 anni di anzianità contributiva è stato collocato in un regime misto di computo pensionistico, retributivo per il periodo anteriore al 31 dicembre 1995, contributivo, per il periodo successivo.
Gli assunti dopo l’anno fatidico sono assoggettati ad un regime di computo esclusivamente contributivo basato su una logica di capitalizzazione virtuale dei contributi versati durante l’arco dell’intera vita lavorativa. 
La sommatoria dei contributi versati determina un montante individuale che viene rivalutato annualmente, considerando come tasso di capitalizzazione la variazione media del PIL (Prodotto Interno Lordo) calcolato dall’Istat.
I rallentamenti economici, come quello attuale, si riflettono sulle rivalutazioni del montante pensionistico, che deriva dalla conversione in rendita del totale delle somme accantonate al raggiungimento dell’età pensionabile, moltiplicandolo per un coefficiente di trasformazione che tiene conto delle probabilità di sopravvivenza dell’assicurato alla pensione di povertà, assolutamente inadeguata al sostentamento primario.
Viene in mente la famigerata Legge 180, quella dei malati di mente; la disposta chiusura dei manicomi avrebbe dovuto avere, come correlato, la creazione di specifici centri di cura e di assistenza, che non sono stati mai attivati, con un disastroso effetto sui familiari, gravati dalla esclusività nella gestione dei malati, nonchà sulla comunità sociale.
Analogamente, con la riforma del sistema pensionistico, sarebbero dovuti decollare i c.d. Fondi Pensione che, per la maggior parte dei lavoratori, non hanno trovato concretezza, a causa del rimbalzello politico di rinvio, per la sconvenienza nell’attuazione da parte dei Governi di turno.
Cosa ancor più grave è che la carenza e la frammentarietà dell’informazione non ingenerano, nei lavoratori la sana percezione del pericolo di avere un domani a disposizione una pensione che non permetterà assolutamente di sbarcare il lunario.
Chi va in macchina non percepisce spesso il pericolo della velocità e muore; chi lavora e non percepisce il pericolo pensione è destinato a morire di fame.
I saggi, ricchi di pregiata esperienza, quelli che un tempo erano i riferimenti della comunità sociale, saranno costretti, claudicanti, a cercarsi, finché avranno forza, una occupazione in nero o, alternativamente, a mendicare.
La longevità, già penalizzante nel vecchio sistema pensionistico a causa del congelamento dell’assegno di pensione a fronte del lievitare dei costi di sostentamento ordinario, sanitario e di assistenza, con il nuovo regime pensionistico diventerà fattore di deflagrazione sociale.
E’ necessario fornire ai lavoratori esatte informazioni sul pericolo pensione, mettendoli in condizione di effettuare scelte di salvataggio.
E’ urgente che la classe politica di governo crei i giusti compensativi di garanzia attuando i correlati meccanismi di salvaguardia previsti all’atto della riforma del sistema pensionistico, per scongiurare l’imponente pericolo ed assicurare dignità a chi lavora onestamente per una vita. 

Bisogna attivarsi, ora, per scongiurare l’imponente pericolo, assicurando dignità a chi lavora onestamente per una intera vita. 


Scritto da: Lionello Pascone
(Leggi tutti gli articoli di Lionello Pascone)






 

Ultime Notizie Le ultime foto pubblicate
Poliziotto penitenziario assolto definitivamente: era accusato di associazione mafiosa ad una cosca di Lamezia Terme
Detenuto si libera dal controllo della Polizia Penitenziaria e muore gettandosi dal quinto piano durante un sopralluogo fuori dal carcere
Attentato in Vaticano sventato dalla Polizia Penitenziaria: detenuto marocchino voleva fare una strage
Detenuto in alta sicurezza aggredisce Poliziotto penitenziario dopo colloquio con i familiari nel carcere di Siracusa
Rivolta nel carcere di Velletri: Polizia Penitenziaria sul limite di usare la forza
Il carcere di Sala Consilina rimarrà chiuso: il Consiglio di Stato ha accolto provvisoriamente il ricorso del Ministero contro il TAR
Condannato per aver aggredito Poliziotti penitenziari nel carcere di Sanremo. Arrestato e riportato in carcere
Quattro detenuti evadono dal carcere minorile di Monteroni di Lecce: allarme dato in mattinata


La Polizia Penitenziaria in una foto", il primo album fotografico della Polizia Penitenziaria creato dagli appartenenti alla Polizia Penitenziaria stessa!

 Foto della Polizia Penitenziaria Inviaci le tue!

Più di 1.300 ricevute in un anno!

 


Commenti Commenti dei lettori
Nessun commento trovato.



Scrivi un commento Scrivi un commento

Testo (max 1000 caratteri)

Nome

Link (Visibile a tutti)


Email (Visibile solo dall'amministratore)


Salva i miei dati per futuri commenti

Ricevi in email la notifica di nuovi commenti

I commenti sono moderati. Il tuo commento sarà visibile solo quando approvato.
Il seguente campo NON deve essere compilato.



Disclaimer
L'indirizzo IP del mittente viene registrato, in ogni caso si raccomanda la buona educazione.

54.197.90.95


Pagina Facebook di Polizia Penitenziaria

Email Polizia Penitenziaria. Richiedila gratis o a pagamento




Tutti gli Articoli
1 La vecchia Zimarra di Regina Coeli a cena intorno al proprio Comandante Francesco Ventura

2 Commozione per la morte di due detenuti, ma la stampa omette di dire che uno aveva stuprato una bambina disabile e l''altro ucciso i genitori adottivi

3 Rosario Di Bella, Sovrintendente Capo della Polizia Penitenziaria è deceduto. Lavorava nel carcere di Imperia

4 Tre buoni motivi per cui la Polizia Penitenziaria non può essere sciolta come la Forestale

5 Come mi mancano gli Agenti di Custodia … allora non c’erano suicidi tra di noi … perché?

6 Focus su: batteri, virus e malattie infettive nella carceri. Poliziotti e detenuti a rischio contagio

7 Bologna: poliziotto penitenziario di 44 anni lotta tra la vita e la morte dopo essersi sparato un colpo di pistola alla testa

8 La sanzione disciplinare nei confronti del poliziotto penitenziario

9 Qualcuno ci aiuti a fermare la strage!

10 Statistiche delle carceri in Italia: i polli di Trilussa e i polli del DAP





Tutti gli Articoli
1 Agente Penitenziario si spara in bocca con pistola d''ordinanza mentre era in sala di attesa dell''ospedale. E'' in coma

2 Attentato in Vaticano sventato dalla Polizia Penitenziaria: detenuto marocchino voleva fare una strage

3 Rivolta nel carcere di Velletri: Polizia Penitenziaria sul limite di usare la forza

4 Detenuto si libera dal controllo della Polizia Penitenziaria e muore gettandosi dal quinto piano durante un sopralluogo fuori dal carcere

5 Informativa DAP: ai mujaheddin kosovari è arrivato ordine di attaccare l''Italia

6 La nuova Legge che obbliga i Poliziotti a riferire ai propri superiori le indagini giudiziarie

7 Morì sotto il furgone della Polizia Penitenziaria: per la Procura responsabili autista e gli operai del cantiere

8 Quattro detenuti evadono dal carcere minorile di Monteroni di Lecce: allarme dato in mattinata

9 Dal carcere di Padova detenuto gestiva traffico di droga in Sicilia con computer e pizzini

10 Santi Consolo: senza la Magistratura di Sorveglianza potremmo spostare tutte le madri detenute in pochi giorni


  Cerca per Regione