Novembre 2016
  Scarica il file .pdf del numero della Rivista Novembre 2016  
  Archivio riviste    
Riordino delle carriere: il punto della situazione. Aggiornamento


Polizia Penitenziaria - Riordino delle carriere: il punto della situazione. Aggiornamento

Notizia del 20/10/2015

in Il Pulpito

(Letto 20077 volte)

Scritto da: Giovanni Battista De Blasis

 Stampa questo articolo     Leggi i Commenti Commenti dei lettori


Continuano a trapelare indiscrezioni sul riordino delle carriere delle forze di polizia che sta prendendo forma al Ministero dell’Interno.

In particolare, stanno filtrando notizie circa le modalità di progressione in carriera con il nuovo ordinamento.

Secondo queste fonti le nuove carriere dovrebbero essere così ordinate.

 

Agenti Assistenti

Il ruolo degli agenti ed assistenti dovrebbe rimanere, anche se unificato con quello dei sovrintendenti, con le stesse quattro qualifiche e con la permanenza di cinque anni in ognuna;

Gli Assistenti Capo potranno accedere al ruolo dei Sovrintendenti mediante selezione per titoli e successiva frequenza di un corso della presumibile durata di tre mesi;

Tutti gli agenti con almeno quattro anni di servizio potranno accedere al ruolo dei Sovrintendenti mediante concorso e successiva frequenza di un corso della presumibile durata di sei mesi/un anno;

Dovrebbe anche essere prevista una riserva di posti per tutti i poliziotti penitenziari con almeno cinque anni di servizio nel concorso pubblico per l'accesso al ruolo degli Ispettori.

 

Sovrintendenti

Il ruolo dei sovrintendenti rimarrà, anche se unificato con quello degli agenti/assistenti, con le stesse tre qualifiche ma con la permanenza in ciascuna di esse ridotta a cinque anni, anziché i sette attuali;

Sovrintendenti e Sovrintendenti Capo potranno accedere al ruolo degli Ispettori mediante concorso interno e successiva frequenza di un corso della presumibile durata di sei mesi;

 

Ispettori

Il ruolo degli Ispettori dovrebbe essere alimentato mediante un concorso interno riservato ai Sovrintendenti e ai Sovrintendenti Capo  e un concorso pubblico, che avrà una riserva di posti per tutti i poliziotti penitenziari con almeno cinque  anni di servizio in possesso del prescritto titolo di studio;

Dovrebbe essere soppresso il concorso interno per Ispettore Superiore e la promozione a questa qualifica conseguita  dagli Ispettori Capo per merito comparativo;

Dovrebbe essere prevista l’istituzione di un nuovo ruolo direttivo dei Commissari,  articolato su tre qualifiche, che sarà alimentato dagli Ispettori Superiori, in possesso del titolo di studio previsto, mediante concorso per titoli;

 

Commissari

Saranno unificati i ruoli ordinario e speciale dei Commissari;

Il nuovo ruolo unificato dovrebbe essere alimentato in parte con concorso pubblico ed in parte con concorso interno riservato agli Ispettori in possesso del titolo di studio previsto;

L'attuale ruolo speciale potrebbe diventare  “ad esaurimento”, con rimodulazione delle permanenze nelle qualifiche in riallineamento con il nuovo ruolo unificato;

Dovrebbe essere prevista la possibilità per i funzionari del ruolo speciale in possesso di laurea magistrale/specialistica di transitare nel ruolo unificato;

Il nuovo ruolo unificato dovrebbe prevedere la dirigenza a partire dalla qualifica di Commissario Capo.

 

 


Scritto da: Giovanni Battista De Blasis
(Leggi tutti gli articoli di Giovanni Battista De Blasis)






 

Ultime Notizie Le ultime foto pubblicate
Condannato per aver aggredito Poliziotti penitenziari nel carcere di Sanremo. Arrestato e riportato in carcere
Quattro detenuti evadono dal carcere minorile di Monteroni di Lecce: allarme dato in mattinata
Agente Penitenziario si spara in bocca con pistola d''ordinanza mentre era in sala di attesa dell''ospedale. E'' in coma
Santi Consolo: senza la Magistratura di Sorveglianza potremmo spostare tutte le madri detenute in pochi giorni
Indagini nel carcere di Padova per capire chi ne ha disposto il declassamento da detenuti alta sicurezza a detenuti comuni
La nuova Legge che obbliga i Poliziotti a riferire ai propri superiori le indagini giudiziarie
In arrivo un bando di gara per la fornitura di circa diecimila braccialetti elettronici
Dal carcere di Padova detenuto gestiva traffico di droga in Sicilia con computer e pizzini


La Polizia Penitenziaria in una foto", il primo album fotografico della Polizia Penitenziaria creato dagli appartenenti alla Polizia Penitenziaria stessa!

 Foto della Polizia Penitenziaria Inviaci le tue!

Più di 1.300 ricevute in un anno!

 


Commenti Commenti dei lettori

n. 11


CON L'AVVENTO DEI COMMISSARI SECONDO IL MIO PARERE IL TRANSITO DLLA QUALIFICA DA ISP.RE CAPO A QUELLA DI ISP.RE SUP. DOVREBBE AVVENIRE "AUTOMATICAMENTE".TANTE' CHE SI VANNO A SVOLGERE LE STESSE MANSIONI. MI CHIEDO: MA UN ISPETTORE CAPO NON RIESCE A SVOLGERE LE MANSIONI DELL'ISPETTORE SUPERIORE?

Di  GRANDE VECCHIO  (inviato il 14/01/2016 @ 11:46:12)


n. 10


Lo preso in cu..o quanto ero Assistente..lo preso in cu.o..da Sovrintendente..è lo prenderò in cu..o pure adesso che me ne stò andando in pensione !!!!.

Di  stumi  (inviato il 28/10/2015 @ 11:12:44)


n. 9


Non è che piano piano arrivano pure al dap?
Li potrebbe salvare solo la prescrizione ...

Di  Marione  (inviato il 24/10/2015 @ 19:03:18)


n. 8


Ma moh che se so "bevuti" MEDURI e tra i vari capi di imputazione c'è anche il voto di scambio, qualcuno si farà venire il dubbio sulla legittimità della legge che porta il suo nome....

Di  PASQUINO  (inviato il 24/10/2015 @ 13:25:27)


n. 7


Secondo il mio modestissimo parere, sarebbe giusto, almeno una volta, che facessero una concertazione solo ai ruoli nn direttivi, essendo gli ufficiali tutti direttivi/dirigenti. Suddividere una somma stanziata dal governo per meno personale, percepirebbe qualcosina in piu' anche per la plebe!!!!
Loro i furbi....noi gli sfruttati. Questa è l'Italia.

Di  DELUSISSIMO  (inviato il 23/10/2015 @ 20:31:40)


n. 6


non ho capito in un eventuale riordino un ispettore capo cosa ottiene

Di  salvo  (inviato il 23/10/2015 @ 20:14:24)


n. 5


in pratica non cambia niente i vari concorsi a titoli e non, sono già previsti per passare al ruolo successivo.
Si osserva solo per i sovrintendenti una retrocessione al ruolo base.
Bella fregatura!!!

Di  Gianfranco  (inviato il 22/10/2015 @ 17:04:30)


n. 4


Questa storia va avanti da ben 20 anni dal 1995
tutti quelli che ne dovevano beneficiare sono andati in pensione o addirittura passati a miglior vita come si suol dire.
Scusatemi ma non ho fiducia, x fare una legge oltre 20 anni
dopo aver preso in giro migliaia e migliaia di servitori dello Stato
sopratutto durante le campagne elettorali sia di DX che di SN.
Promesse e solo promesse. Quanti ministri della difesa si sono succeduti in questi anni? il risultato sempre lo stesso, anche quando sembrava che con La Russa doveva sbloccarsi tutto invece cademmo dalla padella alla brace ed andammo a finire nelle mani di Di Paola.
(Fate come vi dico io ma non fate quello che faccio Io)
per non Parlare di Martino (Gov. Berluscon)i,( Parisi Gov. Prodi) e chi più ne ha più ne metta.
Quindi molale della favola di cosa parliamo?
di Acqua fritta! FATTI non PAROLE i militari sono stanchi delle promesse.
Sono un ex Sott.le ed anche a me sarebbe piaciuto andare in pensione con un grado più alto ed una pensione più ricca.


Di  Walter  (inviato il 22/10/2015 @ 10:56:00)


n. 3


Caro Pasquino, ..ti stimo per la schiettezza, ma credo che i direttorissimi si opporranno come sempre.
Del resto vedere i Commissari transitare nel ruolo dirigenziale sarebbe un bel traguardo "forse per tutti".
Bisognerà vedere però, se negli anni in cui avranno fatto parte dei nostri ranghi si siano realmente resi conto di tutto il sacrificio che altri hanno fatto prima del loro arruolamento.
Noto in tanti quel distacco dal lavoro e dalla quotidianità che francamente non ci dovrebbe essere
Nutro seri dubbi anche in questo ennesimo riordino.
Personalmente non mi aspetto nulla, facciano COME SEMPRE ciò che vogliono e come meglio credono.
In quanto al VIL DANARO, scordiamoci che qualcuno voglia seriamente pensare di rimpinguare la nostra busta paga.
Solo una cosa....la mia meritata pensione fra quattro anni circa........

Di  Natalino84  (inviato il 20/10/2015 @ 18:24:16)


n. 2


Interessante davvero, ma vorrei sapere che fine ha fatto il concorso interno per totali 643 V.ISP bandito nel 2008 di cui nel 2010 vi sono state le prove preselettive che ha visto circa 2500 candidati idonei alla successiva proca scritta.

Di  marcuzzo  (inviato il 20/10/2015 @ 16:05:54)


n. 1


Il problema non è la mera progressione nelle varie qualifiche.
Sarebbe opportuno, prevedere un aggiornamento dei livelli retribuitivi.
Ad esempio, i funzionari delle FFPP e FFAA, maturati 17 anni nel ruolo direttivo, percepiscono il trattamento economico dirigenziale.
In altre parole. se sei un Commissario/capitano, ti pagano comunque da Dirigente/Colonnello.
Dato che nella vita "materiale" conta in maniera predominante il vil danaro, ragioniamo per analogia...
Ci adeguate gli stipendi in proporzione, quindi dopo un tot di anni, gli assistenti li pagate da sovrintendenti capo e così via a salire, oppure, chiediamo l'abrogazione di qella norma ad esclusivo favore dei ruoli direttivi/dirigenziali
Ovviamente, non perdete mai di vista la MEDURI, che ha reintrodotto in maniera subdola il famoso articolo 40 della 395/1990, il quale prevedeva il medesimo trattamento economico riservato alle Forze dell'Ordine, per i Direttori II.PP.


Di  PASQUINO  (inviato il 20/10/2015 @ 10:19:08)




Scrivi un commento Scrivi un commento

Testo (max 1000 caratteri)

Nome

Link (Visibile a tutti)


Email (Visibile solo dall'amministratore)


Salva i miei dati per futuri commenti

Ricevi in email la notifica di nuovi commenti

I commenti sono moderati. Il tuo commento sarà visibile solo quando approvato.
Il seguente campo NON deve essere compilato.



Disclaimer
L'indirizzo IP del mittente viene registrato, in ogni caso si raccomanda la buona educazione.

54.204.139.136


Pagina Facebook di Polizia Penitenziaria

Email Polizia Penitenziaria. Richiedila gratis o a pagamento




Tutti gli Articoli
1 Le tristi notti del poliziotto penitenziario cinquantenne

2 In ricordo di Roberto Pelati, ex atleta del Gruppo Sportivo Fiamme Azzurre colpito da una grave malattia e scomparso prematuramente

3 Tre buoni motivi per cui la Polizia Penitenziaria non può essere sciolta come la Forestale

4 Un lutto improvviso: ci lascia Andrea Accettone, collega, segretario, come un fratello

5 I veri nemici della Polizia Penitenziaria

6 Come mi mancano gli Agenti di Custodia … allora non c’erano suicidi tra di noi … perché?

7 Poliziotti penitenziari che lavorano negli uffici: pochi, troppi o adeguati?

8 Bologna: poliziotto penitenziario di 44 anni lotta tra la vita e la morte dopo essersi sparato un colpo di pistola alla testa

9 La protesta dei poliziotti di Rebibbia e gli starnuti del RE

10 La sanzione disciplinare nei confronti del poliziotto penitenziario





Tutti gli Articoli
1 Agente Penitenziario si spara in bocca con pistola d''ordinanza mentre era in sala di attesa dell''ospedale. E'' in coma

2 Assunzioni in Polizia Penitenziaria e scorrimento graduatorie: Governo rifiuta gli emendamenti Ferraresi (M5S)

3 Quindici colpi di pistola contro il Poliziotto penitenziario: le prime indagini dei Carabinieri

4 Informativa DAP: ai mujaheddin kosovari è arrivato ordine di attaccare l''Italia

5 La nuova Legge che obbliga i Poliziotti a riferire ai propri superiori le indagini giudiziarie

6 Polizia Penitenziaria e Carabinieri arrestano due persone pronti a sparare e con targhe contraffatte

7 Morì sotto il furgone della Polizia Penitenziaria: per la Procura responsabili autista e gli operai del cantiere

8 Quattro detenuti evadono dal carcere minorile di Monteroni di Lecce: allarme dato in mattinata

9 Detenuto in permesso premio sequestra, rapina e violenta una ragazza in un ufficio pubblico

10 Sparatoria tra Poliziotto penitenziario e macedone: lite scoppiata per motivi sentimentali


  Cerca per Regione