Novembre 2016
  Scarica il file .pdf del numero della Rivista Novembre 2016  
  Archivio riviste    
Ruoli tecnici della Polizia Penitenziaria: ma la UIL da che parte sta?


Polizia Penitenziaria - Ruoli tecnici della Polizia Penitenziaria: ma la UIL da che parte sta?

Notizia del 23/02/2012

in Ma mi faccia il piacere ...

(Letto 5682 volte)

Scritto da: Informatico Informato

 Stampa questo articolo     Leggi i Commenti Commenti dei lettori


Dal blog di Eugenio Sarno (oops, intendevo dire della UIL) ho letto questa affermazione che mi ha davvero molto amareggiato: “Abbiamo ribadito il nostro fermo e convinto diniego a qualsiasi ipotesi di tagli agli organici dei profili del personale del Comparto Ministeri, confermando che una soluzione concreta, per salvaguardare le dotazioni organiche, sarebbe costituita dal transito del predetto personale nei ruoli tecnici della polizia penitenziaria.”

L’affermazione è sull’ultimo intervento del blog di Sarno (addirittura due in questo mese!) dopo l’incontro del Ministro Severino e il neo Capo DAP con le delegazioni sindacali della Polizia Penitenziaria nella Sala Livatino di Via Arenula.

Ma a che gioco giochiamo?

Io che con altri miei colleghi che da vent’anni mandiamo avanti la baracca dell’informatica, comprese le banche dati che reggono tutto il sistema penale italiano, dovrei accettare supinamente di farmi scavalcare da quel personale del comparto ministeri che “con i punti della Miralanza” è diventato Dirigente informatico senza conoscere un’acca di informatica e mettergli in mano addirittura i Ruoli tecnici della Polizia Penitenziaria?

Ma chi vuole fare fesso Sarno?

Altre dichiarazioni nello stesso intervento di Eugenio Sarno: “Intendiamo dimostrare, e non solo a chiacchiere, che noi siamo un Sindacato che sa ragionare oltre gli steccati del corporativismo e del settarismo. Noi intendiamo proseguire ad operare  per la salvaguardia degli interessi collettivi e generali,  ma intendiamo fortemente investire nella scommessa di una NUOVA Amministrazione : efficiente, efficace, attenta, disponibile e non nemica. Un'Amministrazione che includa e non escluda.”

Continuiamo così, continuiamo a dare in pasto pezzi della Polizia Penitenziaria al comparto ministeri. Non solo ci dobbiamo “accontentare” di non avere una Direzione Generale che diriga davvero il Corpo, ma dobbiamo pure accettare che i settori strategici della Polizia Penitenziaria (come la comunicazione e ufficio stampa) vengano fagocitati dal comparto ministeri e quando questo non è possibile dobbiamo pure accogliere a braccia aperte persone del comparto ministeri che fino ad ora ci hanno solo tarpato le ali, nella Polizia Penitenziaria?

NO GRAZIE!

Se c’è un settore che pure tra mille difficoltà ha saputo reggere e diventare un punto nevralgico dell’amministrazione penitenziaria, è quello informatico e se c’è una novità importante per la Polizia Penitenziaria negli ultimi anni, questa è l’introduzione dei Ruoli Tecnici della POLIZIA PENITENZIARIA!

…e ora dovremmo dare tutto in pasto al comparto ministeri in nome di un’amministrazione “che includa e non escluda”? “oltre gli steccati del corporativismo e del settarismo”?

E’ ora di finirla con questi doppi giochi! O si fa sindacato per la Polizia Penitenziaria o si fanno le moine ai vertici del DAP e del comparto ministeri!

 

Leggi anche: Ma la legge 395/90 ha affidato compiti rieducativi ai poliziotti o funzioni di polizia agli educatori?


Scritto da: Informatico Informato
(Leggi tutti gli articoli di Informatico Informato)






 

Ultime Notizie Le ultime foto pubblicate
Poliziotto penitenziario assolto definitivamente: era accusato di associazione mafiosa ad una cosca di Lamezia Terme
Detenuto si libera dal controllo della Polizia Penitenziaria e muore gettandosi dal quinto piano durante un sopralluogo fuori dal carcere
Attentato in Vaticano sventato dalla Polizia Penitenziaria: detenuto marocchino voleva fare una strage
Detenuto in alta sicurezza aggredisce Poliziotto penitenziario dopo colloquio con i familiari nel carcere di Siracusa
Rivolta nel carcere di Velletri: Polizia Penitenziaria sul limite di usare la forza
Il carcere di Sala Consilina rimarrà chiuso: il Consiglio di Stato ha accolto provvisoriamente il ricorso del Ministero contro il TAR
Condannato per aver aggredito Poliziotti penitenziari nel carcere di Sanremo. Arrestato e riportato in carcere
Quattro detenuti evadono dal carcere minorile di Monteroni di Lecce: allarme dato in mattinata


La Polizia Penitenziaria in una foto", il primo album fotografico della Polizia Penitenziaria creato dagli appartenenti alla Polizia Penitenziaria stessa!

 Foto della Polizia Penitenziaria Inviaci le tue!

Più di 1.300 ricevute in un anno!

 


Commenti Commenti dei lettori

n. 35


Le differenza di trattamento è assolutamente giusta quando un Poliziotto è adibito a compiti istituzionali, non quando occupa impropriamente il posto che dovrebbe essere riservato ad un impiegato civile. Il DAP risolverebbe tutte o quasi le sue problematiche sulle pseudo carenze di personale (e risparmierebbe pure) se invertisse le parti: tutto il Comparto Ministeri fuori dalle carceri e tutti i Poliziotti a gestirsele come meglio credono. Poichè questo appare improponibile ...l'unica àncora che potrebbe controbilanciare l'attuale situazione e motivare tutto il Personale sarebbe, sempre a parer mio, creare i ruoli tecnici ove far confluire tutto il Personale del Comparto Ministeri che opera nelle carceri e il Personale del Comparto Sicurezza che possiede per titoli o per esperienza acquisita una specifica professionalità tecnico, scentico e\o amministrativa. Tutto lì, questa è una mia modesta opinione e ci tengo solo a ribadire la mia stima e il pieno appoggio a tutto il Corpo.

Di  Elena arrabbiata  (inviato il 07/06/2012 @ 12:44:49)


n. 34


carissima elena , siccome io faccio parte della pol,pen, e lavoro in istituto, effettuando turni che si articolano anche in giornate festive, pertanto subisco delle limitazioni ,rispetto all' impiegato del comparto min. spesso faccio i turni di notte e non avendo piu' 20 anni queste incominciano a pesare sul mio fisico , fare servizio nei reparti a combattere giornalmente con l'utenza che di sicuro non sono facilmente gestibili,alla lunga logorano, pertanto credo che sia giusto una differenza nel salario, a volte i granelli di sabbia hanno piu' potere del mare, a riguardo della scrivania del pol.pen che sia piu' logorante ti dico solo che a noi quando vogliono ci spostano ad altre mansioni e pertanto diventa logorante anche solo a pensare che quella sedia ti puo' essere levata da sotto in qualsiasi istante, questa è anche una differenza tra i due comparti, sono d'accordo sull trattamento pensionistico ma per altro non sono d'accordo . la barca è una ma noi siamo messi ai remi.
senza rancore
ass-c- la pantera rosa

Di  Anonimo  (inviato il 06/06/2012 @ 18:09:35)


n. 33


Gentile Ass.C. La Pantera, ti pregherei di argomentare il tuo dissenso alle mie parole...per caso qualcosa di quanto da me scritto non corrisponde al vero?

Di  Elena arrabbiata  (inviato il 06/06/2012 @ 17:24:44)


n. 32


elena, per certi argomenti ti dico dispiacendomi ma che stai a diii?
ass.c. la pantera rosa

Di  Anonimo  (inviato il 05/06/2012 @ 20:23:35)


n. 31


Informatico informato è grazie a gente come te che questa nostra amministrazione va a rotoli. Forse ti dimentichi qual'è il fine ultimo della nostra "missione" che ahimè nell'Amministrazione Penitenziaria accomuna Comparto Ministeri e Comparto Sicurezza. E' patetica questa tua lotta di classe iniqua: il Comparto Ministeri, numericamente parlando, rispetto alla Polizia Penitenziaria, è un granello di sabbia in mezzo al mare...la nostra rappresentatività all'interno dell'Amministrazione rasenta lo zero assoluto...quindi rispetto a questi fantomatici ruoli tecnici, fossi in te, dormirei sonni tranquilli. Per non voler ribadire il pensiero di Giovanni rispetto allo stipendio percepito a parità di mansioni (e sto parlando di persone adibite ad uno stesso ufficio), ti invito a prendere in considerazione tutti gli altri aspetti contrattuali che separano diametralmente un impiegato civile da un poliziotto penitenziario: zero mobilità, zero congedo straordinario, zero avanzamenti per anzianità, trattamento pensionistico miserrimo..che forse la scrivania di un poliziotto è più usurante della mia? E queste sono solo alcune ingiustizie. Eppure la porta del carcere la vaglio tutti i giorni, cosa che tanti tuoi colleghi non hanno mai fatto. E se hai voglia di distoglierti da questo tuo accanimento, ti invito a leggerti ed erudirti sulla normativa che ci disciplina e ti renderai conto di quanto ridicole siano queste tue affermazioni. Vorrei poter cambiare Amministrazione e confrontarmi tra uguali, ma il caro DAP non me lo consente e mi lascia schiattare a leccare la sarda nelle carceri del Nord, dove per noi non c'è neanche un posto in caserma e dove con 1100 Euro al mese devo farci rientrare anche un letto dove dormire.... La nostra condizione non è senz'altro da imputare alla Polizia Penitenziaria, nè vorremmo farla scontare a voi ...ma prego te che sei un PRIVILEGIATO di aver rispetto dei tuoi collaboratori e di non sparare a zero sulla Croce Rossa.

Di  Elena arrabbiata  (inviato il 05/06/2012 @ 18:05:20)


n. 30


Tommaso, secondo me sbagli. Qui non si tratta di guerra tra sindacati. Secondo me un "distinguo" era necessario. Io la differenza tra sindacati la vedo per questo ho scelto il Sappe. Sicuramente anche il Sappe ha i suoi difetti, ma è l'unico che li può correggere al suo interno. Gli altri non mi pare. E' una mia opinione, certo. Per esempio poter esprimere delle opinioni è una delle differenze tra il Sappe e gli altri "sindacati".
E poi non ci stancheremo di far notare che questo è il sito web della Rivista del Sappe, dove ci si confronta e si discute. Di questioni sindacali è pieno zeppo www.sappe.it. Eccoti altre differenze tra sindacati...

Di  Informatico Informato  (inviato il 29/02/2012 @ 22:37:48)


n. 29


Ma fatemi capire!!!!!!sbaglio o siete attenti solo per farvi la guerra fra sindacati!!!!??? mi fate ridere, come fate ridere a tutti i colleghi che credono in voi!!!!!!!Questo è diventato il sindacato!!!!!!!!

Di  tommaso  (inviato il 29/02/2012 @ 19:46:08)


n. 28


Danilo, io, invece, spero che ci siano gli uni e gli altri.
E questo perchè conosco bene sia i miei colleghi ( malpagati e bistrattati ) sia i poliziotti che si sono adoperati in questi servizi rinunciando, spesso, ad una buona somma di danaro, il che presume tanta buona volontà e dedizione al compito che va premiata.
Quindi, come accaduto già nella P.S., credo che entrambi abbiano diritto di poter transitare nei ruoli tecnici, facendo si che tutti lavorino uniti; cioè meglio !!!

Di  Innocenzo  (inviato il 25/02/2012 @ 11:41:40)


n. 27


Caro Informatico ma scusa, tu lamenti e straparli di punti della mira lanza per il personale del comparto ministeri. Ma ti scordi di tutti i riordini di carriera. Dove a personale con la 5^ elementare, dico 5^ elementare, è stato permesso di diventare ispettore. o peggio. a personale con la licenza media addirittura a commissario. Non vi lamentate poi se tutti gli altri corpi di polizia ridono di voi!!!

Di  MINISTERIALE  (inviato il 24/02/2012 @ 23:14:41)


n. 26


X ciccio,
mi sembra di capire che non sei favorevole ai ruoli tecnici della pol. pen, noto, che scrivi con amarezza anche dei sovr/te, dei colleghi in servizio ai prap o/e dap, forse non sei riuscito a vincere nessun concorso o/e non vuoi metterti in discussione, io per mia scelta non ho partecipato ad alcun concorso ma pur essendo un agente scelto presto servizio in istituto ( servizio a turnii), spero che i ruoli tecnici decollino e che in esso a lavorarci ci saranno i soli POLIZIOTTI PENITENZIARI.
Cordialmente danilo

Di  danilo  (inviato il 24/02/2012 @ 16:50:42)


n. 25


quoto al 100% quanto scritto da Claudio post N°23
aggiungo: guardate lo schifo che hanno fatto con l'ultimo corso V.Sovr.; hanno eliminato con un colpo di spugna la mobilità! ma secondo voi perchè tutto ciò? ebbene, si trattava di agevolare il rientro con il grado nelle proprie vecchie poltrone (es. sono in servizio al P.R.A.P. oppure al D.A.P. uff. tal dei tali come Ass.te oggi, vi ritorno da V.Sovr.te!). c'è poco da dire!
X Danilo, cito: "i ruoli tecnici, come dettato dal trattato di PRUM" ogniuno legge ciò che gli è più comodo ;) ho letto una circolare che parlava della prossima istituzione della"banca dati DNA"
Al fine di facilitare l’identificazione degli autori dei delitti, presso il Ministero dell’interno, Dipartimento della pubblica sicurezza, è istituita la banca dati nazionale del DNA.

E' questa una delle novità introdotte dalla Legge 30 giugno 2009, n. 85 (pubblicata in Gazzetta Ufficiale 13 luglio 2009, n. 160) con la quale l'Italia aderisce al c.d. Trattato di Prüm concluso il 27 maggio 2005 tra Belgio, Germania, Spagna, Francia, Lussemburgo, Paesi Bassi ed Austria ai fini della cooperazione transfrontaliera per contrastare terrorismo, criminalità transfrontaliera e migrazione illegale.

La banca dati nazionale del DNA provvede alle seguenti attività:

raccolta del profilo del DNA di soggetti:
ai quali sia applicata la misura della custodia cautelare in carcere o quella degli arresti domiciliari;
arrestati in flagranza di reato o sottoposti a fermo di indiziato di delitto;
detenuti o internati a seguito di sentenza irrevocabile, per un delitto non colposo;
nei confronti dei quali sia applicata una misura alternativa alla detenzione a seguito di sentenza irrevocabile, per un delitto non colposo;
ai quali sia applicata, in via provvisoria o definitiva, una misura di sicurezza detentiva;
raccolta dei profili del DNA relativi a reperti biologici acquisiti nel corso di procedimenti penali;
raccolta dei profili del DNA di persone scomparse o loro consanguinei, di cadaveri e resti cadaverici non identificati;
raffronto dei profili del DNA a fini di identificazione.
(Altalex, 17 luglio 2009)
che istituisce un ufficio periferico e altri vari uffici che alla fine faranno capo all'ufficio centrale del D.A.P..... bla bla bla :O e dopo i vari uffici che già esistono ne mettiamo altri "tecnici" dopo l'ufficio centrale della criticità?
secondo me tra un pò ci servirà un altro Ministero ove distaccare altro personale TECNICO a causa mancanza di posto!
bastaaaaaaaaa!

Di  cicccioo  (inviato il 24/02/2012 @ 16:11:38)


n. 24


Esimio Informatico Informato, quì non si tratta di fare la guerra tra poveri!
il mio pensiero personale l'ho espresso sull'onda di uno stato d'animo poco sereno, considerandomi un frustrato del sistema corrotto in cui viviamo, te lo dico da ex iscritto (SAPPE sino all'anno scorso) ho detto basta ai sindacati per aver visto e vissuto il marciume che si annida in esso!... parlare di ruolo tecnico per me equivale ad un compito non menzionato nell'Art 5 della nostra 395 (anche se con il temposono cambiate tante cose e quella 395 è stata deframmentata a covenienza)... ma per carità, perchè dare determinati compiti a dei civili? capisco il discorso di parte... a garantire la propria poltrona, ma purtroppo, col tempo molti nostri ex colleghi che non avevano + voglia di combattere, si sono fatti riformare per passare al comparto ministeri; ad oggi la figura della polizia penitenziaria, non c'è nemmeno + nella segreteria pol. pen. degli Istituti! mettiamoci una volta per sempre in testa che con il passare del tempo il carcere sarà sempre + dei "civili" e mio caro informatico fattene una ragione ;) tutto questo è il rovescio della medaglia dei tanti benefici che ci hanno portato i sindacati (cespuglietti e non solo!) per quanto riguarda le esternazione della UIL, del tipo: nel carcere si muore di freddo! .... e sui ruoli tecnici ecc.... beh lasciamo proprio perdere! fosse per me i sindacati dovrebbero chiudere, ma il (purtroppo ricorrente) fanno il bello e cattivo tempo.
P.S. sono a conoscenza di esternare su un forum di parte, e comunque, sono fiero del mio lavoro, nonostante tutto, io domani "speriamo che me la cavi" colleghi... SVEGIA! ve lo dice uno stolto.. mandate tutti a quel paese!!! cespuglietti e non ;)

Di  cicccioo  (inviato il 24/02/2012 @ 15:42:00)


n. 23


Cari colleghi/e,
i ruoli tecnici, come dettato dal trattato di PRUM sono compiti specifici e propri del corpo di polizia penitenziaria, non parlate con le parole di terze persone andatevi a leggere le carte poi una volta informati potete esprimere un parere, attenzione il Vostro anzi nostro parere non è vincolante.
Quindi quando i ruoli tecnici partiranno saranno il fiore all'occhiello del corpo e vedrete non demeriteremo, qualsiasi compito è stato affidato al nostro glorioso corpo è stato sempre condotto egregiamente, basta essere falsi moralisti dobbiamo crescere acquisire visibilità e farci conoscere per quello che siamo, un corpo di polizia dello stato alla pari dei nostri cugini cc, ps, gdf, eforestali, è finito il tempo di chiavi in mano, certo facciamo anche quello ma non si può distruggere sempre tutto, abbiamo il servizio navale, scorte, traduzione, gruppi sportivi, cinofili, cavalli, motociclisti, compisti di stradale, tra un po anche i biologi e informatici.
Cerchiamo di essere costruttivi. grazie

Di  danilo  (inviato il 24/02/2012 @ 12:16:49)


n. 22


dividi et impera dicevano i romani e questa ne è la prova; ritengo che non si possa parlare di invidia "l'invidia" ma di rabbia verso coloro i quali trovando lo sponsor sono usciti dalle patrie galere per occupare altri posti, solo dopo si sono qualificati informatici, armieri, istruttori di tiro, matricolisti, adetti alle scorte e tutela ecc..... Informatico informato ai mai sentito parlare di un interpello per accedere al DAP, Prap, ecc....... tutti sono entrati per la via più breve........ evviva la professionalità; ti assicuro che all'interno degli istituti vi è personale altamente qualificato che non viene "usato"solo perche non raccomandato o per meglio dire non disponibile al giochettio del dare e dell'avere. ma ti pare possibile che tra il personale (non scelto per capacità ed attitudine) che stavano formando per le scorte c'era un tizio che non beccava la sagoma a 7 m.
Spero che un giorno i compiti della P.P. siano sempre di più ed altamente professionali, ma spero anche che un giorno ogniuno di noi possa dire: io occupo quel posto perche avendo attitudine, competenze, ed attestati ho partecipato ad un interpello e dopo una selezione sono stato fatto idoneo. solo così cresceremo uscendo dal gioco dei funzionari che usano la deregulescion per tenerci sottomessi . Dividi et impera ricordate
Un incazzados Claudio Cancilla

Di  claudio  (inviato il 24/02/2012 @ 12:14:03)


n. 21


Bentornata pure a te Rita. Non mi pare di essere andato contro i colleghi che si fanno un mazzo tanto come dici tu. Me la prendo solo con chi è imboscato/raccomandato, quelli si. E per quanto ti possa sembrare assurdo, non mi ritengo né imboscato, né raccomandato...
Sicuramente chi lavora come informatico non rischia aggressioni, contagi di malattie, indagini della magistratura e rapporti del direttore, ma il discorso che ho sollevato era un altro. E te lo ripeto con altre parole: ti chiedo se è opportuno che nel ruolo tecnico della Polizia Penitenziaria (che a mio parere è comunque una "conquista" per tutto il Corpo) si faccia una lotta per escludere il personale di Polizia Penitenziaria che in tutti questi anni ha garantito un servizio di prim'ordine (sia pure con le eccezioni da persona a persona, ma qui stiamo parlando di principi vero? Non stiamo parlando di singole persone...) e farvi transitare il personale (sia pur meritevole) del comparto ministeri.
E ho sollevato il "problema" se ti/vi sembra coerente che a fare una proposta del genere sia un sindacato (ma sarebbe meglio parlare di una persona) che si mette al braccio la fascia da difensore della Polizia Penitenziaria o del comparto ministeri a seconda dell'occasione...
Qui parliamo di questo Rita, poi scrivilo tu un intervento sulle difficili condizioni lavorative di chi lavora in Sezione e vediamo cosa ne esce fuori.

Di  Informatico Informato  (inviato il 24/02/2012 @ 09:54:39)


n. 20


giusto Rita hai pienamente ragione,sono daccordissimo con te!!!! quindi per risolvere il problema facciammo fare i ruoli tecnici al comparto ministeri così oltre a me e te che siamo nella m...a devono esserci tutti ...tutti nelle sezioni...chiudiamo nuclei, sezioni di pg ,nic ,uepe,gom e quantaltro...SI TUTTI IN SEZIONI ...TUTTI dico.....il nostro lavoro è solo nelle sezioni.....però non lamentiamoci se ci chiamano secondini o guardie carcerarie......che tristezza ..la cosa che mi fa più rabbia è che tutto poi si riconduce a pura invidia...SVEGLIAAAAAAAAAAAAAAAA

Di  Anonimo  (inviato il 24/02/2012 @ 09:32:21)


n. 19


COME VEDETE LUI SI FA UN MAZZO TUTTI I GIORNI, SI CARO MIO MA NON ARRIVI A CASA CON IL CERVELLO CHE TI FUMA, O MENTALMENTE STRESSATO, E NON TI FAI IL SEGNO DELLA CROCE,PRIMA DI ENTRARE IN SEZIONE, CON DUE PIANI DA CONTROLLARE, E NON RISPONDI DI OMICIDIO SE IN SEZIONE TI MUORE QUALCUNO, NON RISCHI IL CONTAGIO DI MALATTIE, NON RISCHI CHE TI EVADE IL CARCERATO, C'E' TANTO DA SCRIVERE, UNA COSA SOLA C'E' LIBERTA' DI PAROLE E PENSIERO EVITA DI ANDARE CONTRO A CHI SI FA UN MAZZO TANTO..

Di  RITA  (inviato il 24/02/2012 @ 08:10:10)


n. 18


Credo che la maggior parte di chi ha commentato questo post, siano iscritti alla UIL che inneggiano al loro segretario generale, trovando il loro blog un pò stretto rispetto alle migliaia di contatti che ha il sito del Sappe giornalmente. Condivido le preoccupazioni dell'informatico e adesso basta finitela di fare sempre discorsi da bar, io sono in sezione, tu sei imboscato ecc. cominciate a crescere.

Di  Miguel Cervantes  (inviato il 23/02/2012 @ 21:06:17)


n. 17


Caro cicccioo: pure io mi faccio un mazzo tutti i giorni, anche se non lavoro in una Sezione di un carcere. C'è modo e modo di impegnarsi nel lavoro. Potrei portarti tanti altri esempi di colleghi che lavorano in Sezione e il mazzo di certo non se lo fanno. Finiamola con questa storia che solo chi lavora in Sezione è un martire! La differenza andrebbe fatta tra chi lavora e si impegna ogni giorno e tra chi è un fannullone imboscato/raccomandato, indipendentemente dalla sede di servizio in cui opera.
E poi c'è un'altra questione che dovrebbe essere evidenziata: lo volete capire o no che se la periferia versa nelle condizioni in cui versa attualmente, se manca il personale e la politica se ne frega, se continuano a chiamarci "secondini", etc. non è solo un problema di immagine che qualcuno di noi si ostina a tirare fuori, ma è un problema che "a cascata" si trascina tutti gli altri?
Prova ad immaginare se avessero istituito i Ruoli Tecnici dei Carabinieri e qualcuno avesse pensato di toglierlo ai Carabinieri per farvi transitare il personale del comparto ministeri e poi vedi cosa sarebbe successo... SVEGLIA!!!

Di  Informatico Informato  (inviato il 23/02/2012 @ 18:23:14)


n. 16


nelle patrie galere vi sono colleghi che conoscono la materia quanto e più di un informatico del comparto ministero.....i colleghi a cui mi riferisco hanno dato tutta la loro disponibilità e conoscenza quando ogni ufficio si è dovuto attrezzare per stare al passo delle altre forze di polizia e ora cosa propone il Sindacato dei giardini privati (UIL): il transito di personale informatico del comparto ministero nei ruoli tecnici della polizia penitenziaria............ un grazie a quei colleghi che hanno informatizzato i nostri uffici
dalla provincia

Di  Anonimo  (inviato il 23/02/2012 @ 16:35:36)


n. 15


quando ci siamo arruolati (parlo per me del 1985) siamo stati addestrati se così si può dire, al lavoro diretto con i detenuti, non si parlava ancora di traduzioni e di uffici (nei quali qualcuno ci è subito arrivato per raccomandazione) quindi fatemi il piacere! andate un poò a combattere in prima linea con gli "utenti" come faccio da quasi 27 anni... sono stanco di sentire dire "visibilità del corpo" quando noi di servizio in sezione ci facciamo il mazzo tutti i giorni!
le traduzioni? non eravamo pronti a sostenerle ed è stato tolto personale in Istituto! stessa cosa vale per i tribunali, uepe, scuole di formazione e provveditorati (questi ultimi hanno dimenticato pure che divisa indossavano!) si si, pensiamo a formare nuovi uffici ;) la criticità attuale è che si incomincia a pensare alla pensione, anche minima prima di perderla del tutto!

Di  cicccioo  (inviato il 23/02/2012 @ 16:25:46)


n. 14


Avviso per il comparto ministeri: chiunque voglia intervenire con uno scritto dettagliato sul vostro ruolo di informatici nell'amministrazione penitenziaria, può farlo scrivendo un'email a staff@poliziapenitenziaria.it. Come in altre occasioni, saremo ben lieti di approfondire il discorso attraverso la partecipazione di persone esterne alla Redazione di questa Rivista. Saremmo contenti se si aprisse un dibattito serio sulla questione.

Di  Redazione  (inviato il 23/02/2012 @ 15:40:01)


n. 13


Abbandono la discussione per manifesta incapacità.
Scusate l'intrusione.

Di  giovanni  (inviato il 23/02/2012 @ 15:37:56)


n. 12


Bentornato Giovanni! vedi che se vuoi riesci anche a parlare di cose concrete?
E ho il piacere di risponderti: dici "dateci un po' di dignità", e te l'ha forse tolta la Polizia Penitenziaria?
Sono convinto che la retribuzione stipendiale non vi rende giustizia, ed è forse la Polizia Penitenziaria che ti nega un giusto stipendio?
Giustamente ti chiedi "tra informatici del comparto ministeri, specialisti informatici del comparto sicurezza, e appartenenti al ruolo tecnico della Polizia Penitenziaria, chi dovrà fare che cosa?" e forse fai finta di dimenticarti che le competenze sono ben chiare da tempo.
In teoria il personale del comparto ministeri è stato assunto per svolgere un compito ben preciso. Se poi non siete stati messi in grado di svolgerlo oppure vi ha fatto comodo non svolgerlo, questo non sta a me deciderlo: spero che in proposito qualche Magistrato serio venga a mettere il naso in quanto è stato fatto (e non fatto) al DAP nel settore informatico...
Diverso è invece il discorso delle competenze che un ruolo tecnico della Polizia Penitenziaria (in qualità di Forza di Polizia dello Stato) dovrebbe assumere ed esercitare e che invece assume ed esercita (secondo me in modo illegittimo) altro personale...
Voi òdel comparto ministeri vi sentite sottopagati? Vi sentite poco valorizzati? Ognuno di noi ha fatto delle scelte in passato. C'è chi ha scelto di entrare in Polizia Penitenziaria, c'è chi ha scelto un'altra strada.
Non compete alla Polizia Penitenziaria e non deve essere fatto a spese della Polizia Penitenziaria se (oggi) vi accorgete che siete sottopagati e poco valorizzati.
Rimane da chiarire una cosa: perché solo oggi vi accorgete che c'è da fare un po' d'ordine?

Per Romero: ammiro la tua fede in Eugenio Sarno, piacerebbe anche a me credere alle favolette.

Di  Informatico Informato  (inviato il 23/02/2012 @ 15:23:22)


n. 11


Non pretendo nulla.
Non voglio togliere niente alla Polizia Penitenziaria.
Hanno bandito un concorso, vi ho partecipato e l'ho vinto.
Onoro il contratto che mi è stato fatto.
Dateci solo un po di dignità! Coordino un ufficio composto anche da componenti del comparto sicurezza, e doverlo fare sapendo di percepire poco più della metà dello stipendio del meno qualificato, francamente è un po avvilente.
Ora, di grazia, ti chiedo:
tra informatici del comparto ministeri, specialisti informatici del comparto sicurezza, e appartenenti al ruolo tecnico della Polizia Penitenziaria, chi dovrà fare che cosa? Ma soprattutto, già oggi dobbiamo districarci tra competenze, gerarchie e rapporti funzionali; domani cosa accadrà?
Nel mio piccolo, sarei anche disposto alla mobilità verso altri dipartimenti della Giustizia; mi basta che qualcosa cambi.
Mi ripeto, non pretendo nulla, ma in questa torre di babele, va fatto un po d'ordine.

Di  giovanni  (inviato il 23/02/2012 @ 14:58:23)


n. 10


Grande il commento n. 5, le hai suonate e cantate ad Informatico Informatico.
Non so se avete capito cari amici, ma quello che recentemente interessa a chi scrive nel blog del sappe, è denigrare la UIL e, in modo particolare Eugenio Sarno.

Di  ROMERO63  (inviato il 23/02/2012 @ 14:37:26)


n. 9


Per patrie galere: Mi fa piacere che partecipiate in massa a questa discussione. Segno che vi brucia qualcosa...
Ora mi metto qui e aspetto che qualcuno risponda almeno ad una delle mie domande, soprattutto a questa: perché avete tanta paura del Ruolo Tecnico della POLIZIA PENITENZIARIA?
Per Danilo: fino ad ora il Ruolo Tecnico e il laboratorio DNA non lo hanno fatto decollare perché stanno ancora cercando il modo di non far "guadagnare punti" alla Polizia Penitenziaria. Guarda caso chi deve prendere una decisione del genere NON è della Polizia Penitenziaria...
E intanto "in casa" abbiamo gente come quelli della UIL (ma non solo loro) che vorrebbero regalare il ruolo tecnico e il laboratorio al personale del comparto ministeri... SVEGLIA!!!

Di  Informatico Informato  (inviato il 23/02/2012 @ 14:28:32)


n. 8


salve a tutti/e,
a proposito dei ruoli tecnici, l'amministrazione deve sbrigarsi ad istituirli altrimenti saranno affidati ad altre forze dell'ordine, in particolare ai cugini carabinieri, ho appreso anche se solo informalmente che hanno intenzione di cederlo a terse persone in quanto la Nostra Amministrazione non ha intenzione di bandire questo tipo di concorso, inoltre il laboratorio del DNA fatto istallare al polo di rebibbia già finito ed inaugurato è pronto per partire con i lavori.
Vi INVITO TUTTI a far pressione all'amministrazione per far si che in questi laboratori ci sia personale della polizia penitenziaria, magari facesse come ha fatto la forestale, verifica all'interno del corpo del personale che ha il titolo di informatico e biologo e nomina a commissario penitenziario per decreto poi per riempire l'organico a concorso. SVEGLIAMOCI altrimenti non cresceremo mai

Di  danilo  (inviato il 23/02/2012 @ 14:27:37)


n. 7


Informatico informato = venti anni imboscato al DAP in compiti non istituzionali ....fronte prima line GALERA.

Di  patrie galere  (inviato il 23/02/2012 @ 14:25:16)


n. 6


Conosco le vostre "certificazioni", non a caso sono "informato"... e forse è proprio per la statura delle vostre "certificazioni" che avete paura che la Polizia Penitenziaria si doti di un Ruolo Tecnico. Cosa avete paura di perdere?
E perché fino ad ora le forze non le avete volute unire e ve ne siete fregati altamente del personale di Polizia?

Di  Informatico Informato  (inviato il 23/02/2012 @ 14:10:35)


n. 5


Sono della stessa idea di Giovanni.
Ma hai paura di confrontarti con personale qualificato?
Magari imparando cose da persone che hanno conoscenze diverse dalle tue e unendo le forze questa Polizia Penitenziaria può fare un piccolo "salto di qualità" nel settore per quanto risicate siano le risorse.
Un altro informatico..."certificato"

Di  Antonio  (inviato il 23/02/2012 @ 14:02:10)


n. 4


1) per quale motivo il mio pseudonimo sarebbe millantatore?

2) capisco che le mie affermazioni siano preoccupanti per te...

3) per quale motivo dovrei ricordarmi i miei ruoli istituzionali? intendi dire che l'informatica non rientra tra questi?

4) rispetto il lavoro dei colleghi e sottolineo "dei colleghi"

5) saluti a te Giovanni... prendo atto del fatto che oltre ad insultarmi non hai saputo mettere in piedi nessun'altra obiezione a quanto da me espresso.

Di  Informatico Informato  (inviato il 23/02/2012 @ 13:07:09)


n. 3


Il tuo pseudonimo è millantatore!
Le tue considerazioni, preoccupanti!
Ricorda quali sono i tuoi compiti istituzionali e rispetta il lavoro dei colleghi. Eh si, forse abuso, ma anche se appartenente al comparto ministeri, ho sempre chiamato colleghi i miei collaboratori del comparto sicurezza.
Rispetto le professionalità, anche quelle guadagnate sul campo, ma la sterilità dei tuoi commenti mi fanno pensare che "l'elasticità mentale" ed il "bisogno di interazione" necessario per occuparsi di INFORMATICA siano per te cose a cui non sei mai stato capace di pensare.
Saluti,
un informatico (vero, spero, e certificato)

Di  giovanni  (inviato il 23/02/2012 @ 12:56:53)




Scrivi un commento Scrivi un commento

Testo (max 1000 caratteri)

Nome

Link (Visibile a tutti)


Email (Visibile solo dall'amministratore)


Salva i miei dati per futuri commenti

Ricevi in email la notifica di nuovi commenti

I commenti sono moderati. Il tuo commento sarà visibile solo quando approvato.
Il seguente campo NON deve essere compilato.



Disclaimer
L'indirizzo IP del mittente viene registrato, in ogni caso si raccomanda la buona educazione.

23.23.50.247


Pagina Facebook di Polizia Penitenziaria

Email Polizia Penitenziaria. Richiedila gratis o a pagamento




Tutti gli Articoli
1 La vecchia Zimarra di Regina Coeli a cena intorno al proprio Comandante Francesco Ventura

2 Commozione per la morte di due detenuti, ma la stampa omette di dire che uno aveva stuprato una bambina disabile e l''altro ucciso i genitori adottivi

3 Tre buoni motivi per cui la Polizia Penitenziaria non può essere sciolta come la Forestale

4 Un lutto improvviso: ci lascia Andrea Accettone, collega, segretario, come un fratello

5 Come mi mancano gli Agenti di Custodia … allora non c’erano suicidi tra di noi … perché?

6 Bologna: poliziotto penitenziario di 44 anni lotta tra la vita e la morte dopo essersi sparato un colpo di pistola alla testa

7 Focus su: batteri, virus e malattie infettive nella carceri. Poliziotti e detenuti a rischio contagio

8 La sanzione disciplinare nei confronti del poliziotto penitenziario

9 Statistiche delle carceri in Italia: i polli di Trilussa e i polli del DAP

10 Qualcuno ci aiuti a fermare la strage!





Tutti gli Articoli
1 Agente Penitenziario si spara in bocca con pistola d''ordinanza mentre era in sala di attesa dell''ospedale. E'' in coma

2 Attentato in Vaticano sventato dalla Polizia Penitenziaria: detenuto marocchino voleva fare una strage

3 Rivolta nel carcere di Velletri: Polizia Penitenziaria sul limite di usare la forza

4 Quindici colpi di pistola contro il Poliziotto penitenziario: le prime indagini dei Carabinieri

5 Detenuto si libera dal controllo della Polizia Penitenziaria e muore gettandosi dal quinto piano durante un sopralluogo fuori dal carcere

6 Informativa DAP: ai mujaheddin kosovari è arrivato ordine di attaccare l''Italia

7 La nuova Legge che obbliga i Poliziotti a riferire ai propri superiori le indagini giudiziarie

8 Morì sotto il furgone della Polizia Penitenziaria: per la Procura responsabili autista e gli operai del cantiere

9 Quattro detenuti evadono dal carcere minorile di Monteroni di Lecce: allarme dato in mattinata

10 Detenuto in permesso premio sequestra, rapina e violenta una ragazza in un ufficio pubblico


  Cerca per Regione