Novembre 2016
  Scarica il file .pdf del numero della Rivista Novembre 2016  
  Archivio riviste    
Santi Consolo e Mauro Palma a capo del Dipartimento di Largo Luigi Daga


Polizia Penitenziaria - Santi Consolo e Mauro Palma a capo del Dipartimento di Largo Luigi Daga

Notizia del 30/12/2014

in Buone notizie

(Letto 4355 volte)

Scritto da: Giovanni Battista De Blasis

 Stampa questo articolo     Leggi i Commenti Commenti dei lettori


Sul quotidiano Il Manifesto del 21 agosto 2014 Patrizio Gonnella, Presidente di Antigone, scrisse un articolo dedicato alla nomina del nuovo Capo del Dap, posto vacante da metà maggio 2014 allorquando il Ministro Orlando revocò l’incarico a Giovanni Tamburino.

Tamburino era stato nominato da un Governo di emergenza nazionale presieduto da Mario Monti e con Paola Severino Ministro della Giustizia. Un Governo di tecnici che, evidentemente, pensò bene di mettere “un tecnico” a capo dell’amministrazione penitenziaria (Tamburino era Presidente del Tribunale di Sorveglianza di Roma).

Purtroppo, i risultati della gestione Tamburino non furono dei migliori.

Per questa e per altre ragioni, Gonnella azzardò la proposta di nominare una persona diversa al posto di Tamburino: “ ...ci piacerebbe che il prossimo capo Dap abbia il coraggio di non essere solo un funzionario pubblico. Vorremmo che sappia di cosa si parla quando si usano termini come sbobba, superiore, domandina, camosci e girachiavi in modo da non iniziare da zero una scalata di conoscenze”.

E se davvero arrivasse Brubaker a capo del Dap?

Per motivare questa proposta Gonnella citò il film Brubaker: “...Robert Redford in Brubaker, film di Stuart Rosenberg del lontano 1980, racconta una storia realmente accaduta negli anni sessanta del secolo scorso in Arkansas. Il criminologo Thomas Murton per riformare il sistema carcerario dello Stato si finse detenuto”.

Tutto ciò fu argomentato per candidare Mauro Palma a Capo Dipartimento dell’Amministrazione Penitenziaria.

Nonostante tutte le divergenze che ci sono sempre state con Antigone (in particolare in questi ultimi tempi), fin da subito abbiamo condiviso i contenuti dell’articolo di Gonnella. Effettivamente, dopo tanta approssimazione, il Dap anche secondo noi avrebbe bisogno della guida di un Manager, di una persona esperta di organizzazione ed amministrazione e, soprattutto, di una persona che conosca bene il carcere.

E anche secondo noi questa persona non deve essere per forza un Magistrato o un dirigente dell’amministrazione penitenziaria.

Per questa ragione abbiamo condiviso l’endorsement di Antigone per Mauro Palma, perché dopo tanti anni di pressappochismo, dopo tanti anni di abbandono per il Corpo di Polizia Penitenziaria, non potevamo che vedere di buon occhio l’arrivo un uomo illuminato come il Professor Mauro Palma.

Un uomo illuminato che, pur da una posizione terza di garanzia, ha sempre dimostrato di avere un profondo rispetto, anche per le persone che lavorano nel carcere, in particolar modo per la Polizia Penitenziaria.

In effetti non abbiamo mai perso la speranza che prima o poi arrivi un Uomo della Provvidenza che possa restituire dignità al nostro Corpo. Mauro Palma, giustappunto,  ha più volte scritto e dichiarato che “...la dignità delle condizioni di detenzione passa innanzitutto attraverso la dignità ed il benessere del personale che in carcere ci lavora.”

Mauro Palma fu chiamato a via Arenula in qualità di Consigliere del Ministro per tematiche sociali e della devianza (successivamente Presidente della Commissione del Ministero della Giustizia italiano per

l’elaborazione degli interventi in materia penitenziaria) da Paola Severino (Governo Monti), confermato dalla Ministro Anna Maria Cancellieri (Governo Letta) e confermato ancora, dal Ministro Andrea Orlando (Governo Renzi).

Tre Ministri di estrazione professionale diversa e di diversa provenienza politica. Evidentemente qualche cosa vorrà dire.

Infatti, Palma vanta un curriculum vitae (on line sul sito del Ministero della Giustizia) di 9 (nove) pagine. Dal curriculum, per limitarci soltanto ai titoli più importanti, possiamo estrapolare le qualificazioni essenziali (almeno per quello che ci interessa).

Il curriculum di Mauro Palma

Mauro Palma è un professore universitario di matematica, autore di numerosi e noti testi sulla matematica, l’informatica e la sua didattica.

E’ Coordinatore scientifico dell’Area educativa dell’Istituto dell’Enciclopedia Italiana Treccani.

E’ stato Presidente del Comitato Europeo per la Prevenzione della Tortura e dei trattamenti o pene inumani o degradanti (CPT) del Consiglio dell’Europa.

Vicepresidente del Consiglio per la Cooperazione penalistica (PC-CP) del Consiglio d’Europa.

E’ stato il fondatore e primo Presidente di Antigone, l’Associazione per i diritti e le garanzie nel sistema penale, della quale è attualmente Presidente onorario.

Ha una laurea in Giurisprudenza honoris causa.

E purtuttavia, la nomina di Mauro Palma a capo del dap non è arrivata.

Nuovo Capo Dipartimento dell’Amministrazione Penitenziaria è stato nominato Santi Consolo, Magistrato, Procuratore Generale della Repubblica di Caltanissetta.

Santi Consolo è il nuovo Capo del Dap

Santi Consolo ha già avuto un trascorso professionale nel dap come vice capo e, quindi anch’egli “ ... sa di cosa si parla quando si usano termini come sbobba, superiore, domandina, camosci e girachiavi” e per questo anche lui non deve “...iniziare da zero una scalata di conoscenze”.

Salvo ripensamenti, Mauro Palma dovrebbe essere il suo vice.

Se così sarà, sono fermamente convinto che, finalmente, potrebbero essere arrivate al vertice del dap due persone serie, capaci e competenti, che hanno voglia di “fare” e che hanno un grande rispetto per il personale che dirigono.

Due persone “fuori dal coro”, che non hanno connivenze o complicità con l’estabilishment dell’amministrazione penitenziaria, soprattutto quello che è fossilizzato al dap da decenni o che fa riferimento a questo o a quel dirigente generale (qualcuno addirittura in pensione).

Due persone che, finalmente, lavorando in sinergia e con lealtà istituzionale, potrebbero rompere quella deleteria tradizione delle “cordate” che ha sempre contrapposto capo e vice capo a discapito  dell’efficienza e della “buona amministrazione”.

Anche Santi Consolo, infatti, è un galantuomo.

L’ha dimostrato durante la sua, pur breve, permanenza al dap dove, sebbene schiacciato in mezzo all’antagonismo personale e professionale tra Franco Ionta ed Emilio Di somma, ha comunque portato avanti il suo incarico con grande dignità professionale e modi da  gentleman.

Nonostante contrapposizioni ed avversità, non è stato un vaso di coccio tra vasi di ferro.

Si è occupato in prima persona del censimento della popolazione detenuta in relazione agli spazi occupati ed è stato proprio lui, per primo, ad estimare le metrature delle carceri italiane (fino ad allora il dap non aveva mai avuto dati certi sulla capienza dei penitenziari italiani ed utilizzava stime posti/detenuto secondo i parametri posti/letto ospedalieri).

Ha svolto, anche, con grande professionalità e con l’apprezzamento unanime delle organizzazioni sindacali, la funzione di Presidente della Commissione di Garanzia prevista dall’articolo 29 del CCNL.

Mi sembra proprio, insomma, che ci siano tutte le premesse per sperare in una proficua dirigenza del dipartimento dell’amministrazione penitenziaria, senza inutili protagonismi e sterili contrapposizioni, con la collaborazione tra due personaggi di alto profilo e provata professionalità, quasi come nel periodo aureo di Nicolò Amato e Edoardo Fazioli.

La ciliegina sulla torta sarebbe l’avvicendamento totale del vecchio estabilishment con l’arrivo di nuovi dirigenti che somiglino ai rimpianti Falcone, Condemi, Suraci...

Nel frattempo, e perlomeno fino alla registrazione del decreto di riorganizzazione del dap (che ridurrà  i Vice Capi a uno) rimarrà in prorogatio anche Luigi Pagano che probabilmente perderà le funzioni vicarie a favore di Mauro Palma quando questi arriverà.

Comunque vada a finire, Luigi Pagano ha avuto la soddisfazione di fare il Capo DAP per più di sette mesi.

 


Scritto da: Giovanni Battista De Blasis
(Leggi tutti gli articoli di Giovanni Battista De Blasis)






 

Ultime Notizie Le ultime foto pubblicate
Detenuto in alta sicurezza aggredisce Poliziotto penitenziario dopo colloquio con i familiari nel carcere di Siracusa
Rivolta nel carcere di Velletri: Polizia Penitenziaria sul limite di usare la forza
Il carcere di Sala Consilina rimarrà chiuso: il Consiglio di Stato ha accolto provvisoriamente il ricorso del Ministero contro il TAR
Condannato per aver aggredito Poliziotti penitenziari nel carcere di Sanremo. Arrestato e riportato in carcere
Quattro detenuti evadono dal carcere minorile di Monteroni di Lecce: allarme dato in mattinata
Agente Penitenziario si spara in bocca con pistola d''ordinanza mentre era in sala di attesa dell''ospedale. E'' in coma
Santi Consolo: senza la Magistratura di Sorveglianza potremmo spostare tutte le madri detenute in pochi giorni
Indagini nel carcere di Padova per capire chi ne ha disposto il declassamento da detenuti alta sicurezza a detenuti comuni


La Polizia Penitenziaria in una foto", il primo album fotografico della Polizia Penitenziaria creato dagli appartenenti alla Polizia Penitenziaria stessa!

 Foto della Polizia Penitenziaria Inviaci le tue!

Più di 1.300 ricevute in un anno!

 


Commenti Commenti dei lettori

n. 3


palma e in pensione e non puo' fare il vice le solite forzature chissa' perche' e se i nostri dirigenti avrebbero un po' di coraggio non verrebbe mai e poi mai nominato.

Di  tacco e punta  (inviato il 05/01/2015 @ 12:35:33)


n. 2


La polizia penitenziaria deve dipendere dal dipartimento di pubblica sicurezza.

Di  Crescenzo  (inviato il 03/01/2015 @ 13:03:28)


n. 1


Ora fuori tutti gli altri dirigenti, per un Amministrazione moderna efficace e funzionale.
Fate come ha fatto il Papa, un po di pulizia tra i dirigenti generali che stanno da troppo tempo al Dap, è l'unica soluzione per iniziare una nuova gestione al DAP e rimettere in funzione una macchina che per troppo tempo è stata ferma e mal funzionante.
Auguri e buon lavoro ai nuovi capi.


Di  Poliziotto Penitenziario  (inviato il 02/01/2015 @ 12:57:07)




Scrivi un commento Scrivi un commento

Testo (max 1000 caratteri)

Nome

Link (Visibile a tutti)


Email (Visibile solo dall'amministratore)


Salva i miei dati per futuri commenti

Ricevi in email la notifica di nuovi commenti

I commenti sono moderati. Il tuo commento sarà visibile solo quando approvato.
Il seguente campo NON deve essere compilato.



Disclaimer
L'indirizzo IP del mittente viene registrato, in ogni caso si raccomanda la buona educazione.

54.166.48.3


Pagina Facebook di Polizia Penitenziaria

Email Polizia Penitenziaria. Richiedila gratis o a pagamento




Tutti gli Articoli
1 Le tristi notti del poliziotto penitenziario cinquantenne

2 La vecchia Zimarra di Regina Coeli a cena intorno al proprio Comandante Francesco Ventura

3 Commozione per la morte di due detenuti, ma la stampa omette di dire che uno aveva stuprato una bambina disabile e l''altro ucciso i genitori adottivi

4 Tre buoni motivi per cui la Polizia Penitenziaria non può essere sciolta come la Forestale

5 Un lutto improvviso: ci lascia Andrea Accettone, collega, segretario, come un fratello

6 Come mi mancano gli Agenti di Custodia … allora non c’erano suicidi tra di noi … perché?

7 Bologna: poliziotto penitenziario di 44 anni lotta tra la vita e la morte dopo essersi sparato un colpo di pistola alla testa

8 La sanzione disciplinare nei confronti del poliziotto penitenziario

9 Statistiche delle carceri in Italia: i polli di Trilussa e i polli del DAP

10 Baschi Azzurri dell''Umbria ... rialziamoci!!





Tutti gli Articoli
1 Agente Penitenziario si spara in bocca con pistola d''ordinanza mentre era in sala di attesa dell''ospedale. E'' in coma

2 Assunzioni in Polizia Penitenziaria e scorrimento graduatorie: Governo rifiuta gli emendamenti Ferraresi (M5S)

3 Rivolta nel carcere di Velletri: Polizia Penitenziaria sul limite di usare la forza

4 Quindici colpi di pistola contro il Poliziotto penitenziario: le prime indagini dei Carabinieri

5 Informativa DAP: ai mujaheddin kosovari è arrivato ordine di attaccare l''Italia

6 La nuova Legge che obbliga i Poliziotti a riferire ai propri superiori le indagini giudiziarie

7 Morì sotto il furgone della Polizia Penitenziaria: per la Procura responsabili autista e gli operai del cantiere

8 Quattro detenuti evadono dal carcere minorile di Monteroni di Lecce: allarme dato in mattinata

9 Detenuto in permesso premio sequestra, rapina e violenta una ragazza in un ufficio pubblico

10 Sparatoria tra Poliziotto penitenziario e macedone: lite scoppiata per motivi sentimentali


  Cerca per Regione