Marzo 2018
  Scarica il file .pdf del numero della Rivista Marzo 2018  
  Archivio riviste    
Santi Consolo: Non abbiamo più posto per i 41 bis ... limitiamo il 41 bis!


Polizia Penitenziaria - Santi Consolo: Non abbiamo più posto per i 41 bis ... limitiamo il 41 bis!

Notizia del 30/09/2017

in Primo Piano

(Letto 3775 volte)

Scritto da: Redazione

 Stampa questo articolo     Leggi i Commenti Commenti dei lettori


Immaginate una scena del genere: il Capo della Polizia di Stato in audizione di fronte ad una Commissione parlamentare che dichiara di aver rilevato una certa carenza d’organico tra le fila dei poliziotti e troppo pochi mezzi a disposizione, per cui propone di sospendere le ricerche e le eventuali catture dei criminali più pericolosi d’Italia perchè assorbono troppe risorse.

Qualche mese prima, lo stesso Capo della Polizia di Stato aveva affermato, in un convegno in Sardegna, che la situazione era molto difficile da gestire perchè c'erano troppi latitanti da catturare e, quindi, sarebbe il caso di smettere di cercare uno come Matteo Messina Denaro. Del resto, che lo si cerca a fare? Tanto, omicidi eccellenti non ce ne sono, stragi nemmeno... e, oramai, visto il tempo trascorso, anche alle vittime dei suoi crimini non gliene importa più nulla …

Questo, per fortuna, non è mai avvenuto... è solo una fantasia. (o forse un incubo?)

Ora leggete le dichiarazioni rilasciate ieri, per come le ha riportate la testata giornalistica corrierequotidiano.it, e più sotto, ascoltate e guardate voi stessi il video disponibile sul sito del Senato.

Negli ultimi anni si registra un "aumento del numero di detenuti sottoposti al regime di 41 bis", ma non vi è una "sufficiente ricettività: alcuni sono in 'lista d'attesa' a causa della mancanza di strutture adeguate".

A lanciare l'allarme è stato il capo del Dipartimento dell'Amministrazione Penitenziaria Santi Consolo, durante l'audizione svolta oggi in Commissione diritti umani del Senato. "Ho avuto anche incontri alla Direzione nazionale antimafia con i sostituti procuratori, perché si ragioni sul limitare il numero di persone da sottoporre al 41 bis", ha aggiunto il capo del Dap, che, in particolare ha messo in evidenza il 'gravissimo ritardo' che riguarda la realizzazione della struttura per chi è sottoposto al regime di carcere duro nel penitenziario di Cagliari-Uta: "La competenza è del Mit - ha spiegato Consolo - la ditta che seguiva i lavori è fallita, durante un sopralluogo la struttura è risultata in stato di abbandono".

Santi Consolo: Capo del Dipartimento dell’Amministrazione Penitenziaria, Capo della Polizia Penitenziaria, responsabile di tutte le carceri in cui sono rinchiusi efferati criminali mafiosi che i Magistrati e le Forze di Polizia della Repubblica sono riusciti a catturare.

 

 

Santi Consolo: troppi detenuti al 41-bis

 

Poi ascoltate attentamente cosa aveva dichiarato lo stesso Santi Consolo durante un convegno tenutosi a Palermo qualche mese fa.

Santi Consolo … l'equivalente del Capo della Polizia di Stato. La persona che ricopre la massima carica di uno snodo fondamentale della sicurezza del Paese ...

 

 

Noi non commentiamo ... ad ogni lettore le opportune considerazioni.

 

 


Scritto da: Redazione
(Leggi tutti gli articoli di Redazione)






 

Ultime Notizie Le ultime foto pubblicate
Un torneo di calcetto per ricordare “Gigi 48″, agente penitenziario prematuramente scomparso
Intervista all'' atleta della Fiamme Azzurre Clemente Russo: “Sogno Tokyo 2020 per fare la storia del pugilato mondiale”
Cerca di portare la droga al parente detenuto, arrestato
Giornata di campionato di calcio di serie A dedicata alle vittime del dovere
La Cassazione accoglie un ricorso sulla compatibilità di Dell Utri col carcere
Ministero della Giustizia condannato a risarcire detenuto: la nota della direttrice di Brindisi
NoiPa: Forze Armate in rivolta. E spunta una petizione on line
“Polizia Penitenziaria Day” alla Casa Circondariale


La Polizia Penitenziaria in una foto", il primo album fotografico della Polizia Penitenziaria creato dagli appartenenti alla Polizia Penitenziaria stessa!

 Foto della Polizia Penitenziaria Inviaci le tue!

Più di 1.300 ricevute in un anno!

 


Commenti Commenti dei lettori

n. 16


Lo dica ai rivali caro dottore che tanto non aspettano altro

Di  Anonimo  (inviato il 09/10/2017 @ 19:21:53)


n. 15


Da comune cittadino non posso permettere che passi in osservata la dichiarazione del vostro capo Santi Consolo della polizia penitenziaria che dichiara come da vostro articolo pubblicato : non abbiamo più posto per i 41 bis e di limitare il 41 bis.
E adesso immaginate se il capo della polizia di stato direbbe che non ci sono risorse e mezzi per proseguire le ricerche per la cattura di criminali pericolosi che si trovano latitanti e quindi ordina di sospendere le ricerche dei più efferati criminali latitanti , naturalmente questa è fantasia che il capo della polizia di stato direbbe una cosa del genere .
Francamente sono senza parole .


Di  Comune cittadino indignato  (inviato il 03/10/2017 @ 08:59:41)


n. 14


Mafie , nuovo decalogo per carcere 41 bis .
Una circolare del dap disciplina in maniera univoca il regime carcerario duro 41 bis . A 25 anni dalla sua introduzione per i bos mafiosi .
Notizia riporta da televideo RAI pagina 142.

Di  Pensionato  (inviato il 02/10/2017 @ 17:41:32)


n. 13


Ahahah mi viene da ridere e come dire non arrestate i criminali perché nei penitenziari in ci sono più posti liberi .
Ma mi faccia il piacere si occupi di tutt'altro magari in qualche fabbrica di cavatappi

Di  Sovrintendente 2002  (inviato il 02/10/2017 @ 14:16:49)


n. 12


Questa mi sembra la solita pantomima tipicamente italica, invece di affrontare il problema "mi lamento".
Allora, il problema forse andrebbe analizzato a monte, purtroppo dubito che ci sia la volontà e la capacità per fare ciò che è normale.
Di contro, continuiamo a sperperare opportunità e mezzi per "svuotare" ove possibile gli istituti.
Ad esempio, "rumors" ci dicono che un valido progetto per i giovani 18-25 anni, che ha già un cospicuo budget approvato, non è in grado di partire perché ritenuto troppo impegnativo dalla "dirigente" dell'UEPE di Viterbo.
Ecco, forse il dott Consolo, invece di aprire inchieste interne su fantomatiche fughe di notizie, farebbe molto meglio ad interessarsi del perché e del per come, "suoi" dirigenti", benché lautamente remunerati intralcino la "mission" dell'Amministrazione Penitenziaria

Di  PASQUINO  (inviato il 02/10/2017 @ 08:32:34)


n. 11


Ottimo commenti nomade!
Complimenti

Di  Anonimo  (inviato il 01/10/2017 @ 20:40:40)


n. 10


I problemi delle carceri nel nostro paese sono tanti. Una classe politica inetta e soprattutto ipocrita ha distrutto le fondamenta di una esecuzione penale giusta, retributiva e conforme al dettato costituzionale. Gli "utenti", con le loro famiglie ed amici, rappresentano molti voti. L'ipocrisia politica arriva a livelli elevatissimi;.. quante volte mi è capitato di accompagnare il politico di turno, (anche grossi nomi dell'area garantista) che va a fare il giro in "sezione", soffermandosi a parlare con il detenuto di turno promettendogli "interessamenti", anche in sede europea, per l'abolizione del 41 bis, dell'ergastolo ecc. ecc., salvo poi domandare all'uscita dall'istituto, se aveva stretto la mano a tal "boss" mafioso, ed evidenziando che era giusto che questi avesse molti anni di "galera" o l'ergastolo da scontare.
Per quanto riguarda noi, il nostro glorioso Corpo di Polizia con la "P" maiuscola, saremo sempre "schiacciati" dai funzionari dell'area amministrativa. Si è vanificata la speranza nel ruolo "commissari", i quali hanno una dipendenza gerarchica dai direttori, e c'è stato solo uno slittamento verso il basso delle funzioni. Quello che prima faceva l'Ispettore capo o superiore, ora lo fa il Commissario. Quando si riesce ad ottenere quel "quid" in più per elevarci agli altri Corpi di polizia, trovano sempre il modo di limitare le funzioni di quanto ottenuto con lotte sindacali ecc; ad esempio, la polpen ha funzioni di Polizia Stradale, limitatamente alle proprie funzioni istituzionali ecc. ecc. I "grossi vertici" vedono di "mal occhio", sia il NIC (le guardie devono solo aprire e chiudere i cancelli ed accorrrere quando l'utente chiama dalla camera di pernottamento), sia lo stesso GOM, sempre più ridimensionato.

Di  nomade  (inviato il 01/10/2017 @ 13:25:03)


n. 9


Contento di leggere i commenti che fanno capire che c' e' voglia di sicurezza,di cambiamento e di poter andare a votare.
Aria di liberta' di democrazia.
Onore ai colleghi ,onore a chi fa rispettare la legge ,onore alla patria,alla bandiera e alla Polizia Penitenziaria.

Di  C'era una volta a Vecchia Guardia👮  (inviato il 01/10/2017 @ 09:18:20)


n. 8


Ma i commenti dall' 1 al 4 ? Dove sono?

Di  Frank  (inviato il 01/10/2017 @ 06:40:34)


n. 7


A tutte le guardie. Votate bene nel 2018. Obiettivi : mandare via l attuale capo del dap il ministro Orlando e soprattutto revocare LA SORVEGLIANZA DINAMICA. SI TORNA AL REGIME CHIUSO prima la sicurezza . Come dice bene il collega la sezione TORNA ad essere territorio della Guardia , i carcerati devono stare chiusi e basta

Di  Anonimo  (inviato il 30/09/2017 @ 23:16:33)


n. 6


Lo sbando totale del sistema penitenziario italiano é il frutto avvelenato di scelte fatte nel corso degli ultimi 20/30 anni da una classe politica inetta, ignava, ignorante, corrotta e dedita solo al proprio tornaconto. Il problema dell'insufficienza dei posti nelle carceri é di vecchia data e nessuno ha fatto mai niente di serio per risolverlo. É paradossale, ma la nazione con la criminalità organizzata più potente e strutturata (mafia, camorra, ndrangheta, scu, ecc.) soffre di una cronica carenza di istituti penitenziari...pazzesco!!!! In tutti questi anni abbiamo avuto governi di tutti i tipi: destra, sinistra, tecnici, ma la situazione é solo peggiorata. La verità, cari colleghi, é che del carcere si parla solo nel periodo elettorale (guarda caso), salvo poi dimenticarsene appena chiusi i seggi. La colpa é di tutti noi italiani, che accettiamo supinamente tutto ciò, senza avere il coraggio di alzare la testa e dire un forte e sonoro BASTA !!! Ma noi, con istinto suicida, continuiamo a dare fiducia a coloro che non hanno mai preso l'occasione di tradirci e di affondare sempre di più questa nazione, spesso con la connivenza dei sindacati.

Di  Tony  (inviato il 30/09/2017 @ 22:18:19)


n. 5


Io se volete posso liberare la cantina, è bella asciutta e ci tengo anche delle provviste........... San Basilide aiutaci

Di  Anonimo  (inviato il 30/09/2017 @ 20:57:41)


n. 4


È difficile trovare magistrati di destra ma ce ne sono molti che ancora lavorano con onestà! Tenete duro, le elezioni sono vicine! E quando è vero Dio, farò una campagna elettorale che rimarrà nella storia! State tranquilli, quelli che mi seguono sono davvero tanti.

Di  Guardia carcere  (inviato il 30/09/2017 @ 19:07:45)


n. 3


Il commento n. 1 è sicuramente uno sf**ato di sinistra ed anche camoscio! La primavera 2018 sta per arrivare!!!! Si torna a votare e tutti questi buonisti sono destinati a sparire!!! Le chiavi delle celle ritorneranno a fare rumore!!! Quelli al 41 bis ne sanno qualcosa!!! 22 ore su 24 chiusi dove meritano di stare!!!! W la guardia carcere!!!!

Di  Il vostro destino è segnato  (inviato il 30/09/2017 @ 18:32:24)


n. 2


Mi sembra pure giusto..se non c'è posto. Si può fare così anche con gli altri circuiti penitenziari. Quando il carcere si riempie, i delinquenti vanno in liste di attesa con un numerino, quando arriva il loro turno entrano in istituto. Nel frattempo bisogna "scarcerare" quelli che fanno i "bravi" (anche se il mese prima hanno ucciso, violentato, rapinato)..tanto ormai ..il danno è fatto. Questo è ragionamento da paese civile. E finiamola con queste "vendette" di Stato, dove chi commette un reato, anche grave, va rinchiuso in una "camera di pernottamento"; in un paese veramente all'avanguardia, per quanto riguarda l'esecuzione penale, bisognerebbe che il "trasgressore " della norma, fosse oralmente "ammonito" severamente, (sperando che non si mortifica), con la relativa promessa che non lo fà più. Mi dispiace solo per tutte le associazioni di difesa dei poveri "utenti", alle quali mancherebbe quella intervista in qualche giornale di un ex "utente" di patrie galere ecc. ed anche per tanti assistenti volontari che, pur tralasciando poveri pensionati onesti che vivono in miseria con la pensione sociale, trovano più "umano" organizzare luculliani pranzi e cene per i poveri "carcerati" (che comunque un pasto caldo lo hanno sempre)....comunque...pazienza..Grande Capo.

Di  nomade  (inviato il 30/09/2017 @ 15:30:40)


n. 1


Speriamo che le considerazioni le faccia anche la politica e soprattutto qualche suo collega Magistrato.

Di  Anonimo  (inviato il 30/09/2017 @ 15:02:59)




Scrivi un commento Scrivi un commento

Testo (max 1000 caratteri)

Nome

Link (Visibile a tutti)


Email (Visibile solo dall'amministratore)


Salva i miei dati per futuri commenti

Ricevi in email la notifica di nuovi commenti

I commenti sono moderati. Il tuo commento sarà visibile solo quando approvato.
Il seguente campo NON deve essere compilato.



Disclaimer
L'indirizzo IP del mittente viene registrato, in ogni caso si raccomanda la buona educazione.

54.196.47.145


Pagina Facebook di Polizia Penitenziaria

Email Polizia Penitenziaria. Richiedila gratis o a pagamento




Tutti gli Articoli
1 Due anni fa ci lasciava Nicola Caserta, Presidente del Sappe, amico e collega di tutti noi

2 Lorenzo Cutugno: in memoria dell''Agente di Custodia ucciso dalle BR l''11 aprile 1978

3 Quanto il temporeggiatore arretra ...

4 Salvatore Rap: in memoria dell''Agente di Custodia ucciso durante la rivolta nel carcere di San Vittore del 21 aprile 1946

5 Non fatevi raccontare quello che succede in “miniera” da chi lavora dietro una scrivania. Il GOM visto da dentro

6 La lingua segreta dei tatuaggi sulla persona detenuta

7 L’indennità per la “presenza esterna”: a chi si e a chi no

8 Il rapporto tra immigrazione, carcere ed elezioni politiche

9 Sicurezza sul lavoro: il rischio elettrico

10 Convegno Salerno tenuto il 10 aprile dal Sappe su “Radicalizzazione nelle carceri”





Tutti gli Articoli
1 Suicida in casa agente di Polizia Penitenziaria. Era in servizio nel carcere di Aosta L''Agente era alle dipendenze del Gruppo Operativo Mobile

2 Pericoloso detenuto accusa malore sull’A2: agenti di Messina sventano la fuga

3 Blitz in carcere: perquisite celle e detenuti per cercare droga e telefonini sospetti

4 Domani i funerali di Davide Agente penitenziario suicida

5 Eurodeputata di Forza Italia in visita al Carcere di Busto: i detenuti stranieri scontino la pena nel loro Paese d’origine”

6 Arrestati due agenti del carcere di Matera agevolazioni a detenuti in cambio di denaro

7 Forze Armate: NoiPA è diventato un problema?

8 Vallanzasca, carcere Bollate: dategli la libertà condizionale

9 NoiPa: Forze Armate in rivolta. E spunta una petizione on line

10 M5S chiede intervento Ministro Giustizia: Parlamentari raccolgono allarme agenti Polizia Penitenziaria


  Cerca per Regione