Dicembre 2017
  Scarica il file .pdf del numero della Rivista Dicembre 2017  
  Archivio riviste    
Se potessi avere ... mille euro al mese


Polizia Penitenziaria - Se potessi avere ... mille euro al mese

Notizia del 03/10/2017

in I Mulini a Vento

(Letto 2661 volte)

Scritto da: Nuvola Rossa

 Stampa questo articolo     Leggi i Commenti Commenti dei lettori


Scimmiottando il testo di una vecchia canzone di successo del 1939 “Mille lire al mese” il cui testo richiama il frequente desiderio di realizzarsi economicamente; (mille lire negli anni Trenta rappresentavano una discreta cifra, uno stipendio più che abbondante), oggi grazie ai politici più garantisti del pianeta, quelli italiani, potremmo ricavarne una “cover” adattandola e ambientandola nei penitenziari italiani “Mille euro al mese”.

In un paese – l’Italia – dove i giovani laureati che non trovano sbocco, lavorano nei call center o fanno degli stages a 400 euro al mese, dove i nostri figli emigrano alla ricerca di un futuro e spesso si ritrovano ad essere impiegati nella ristorazione a 800 euro al mese, dove nel privato un operaio, per guadagnare 1000/1200 euro al mese si deve spaccare la schiena sopportando, talvolta stoicamente, gli sbotti d’ira e talvolta gli insulti dei datori di lavoro, assistiamo alla follia dell’aumento della mercede ai detenuti.

Assistiamo al più grande dei paradossi (dopo quello dei vitalizi ai politici) ovvero il pagamento a 7 euro l’ora al lavoro dei detenuti, quasi come un operaio che non ha commesso reati e che si deve pagare con il sudato salario, l’affitto della casa; 7 euro l’ora come la paga che prende delle tante donne delle pulizie che escono di casa alle 6 del mattino, per ritirarsi alle 18,00 o alle 20.00 dopo aver pulito scale, appartamenti, dato da mangiare a vecchiette invalide, dopo aver stirato montagne di indumenti e magari sopportato le avances di qualche vecchio con il morbo di Parkinson.

La differenza però tra la donna delle pulizie e il detenuto è che lei lavora in nero (non per volontà sua ma perché esclusa dal mondo del lavoro ufficiale) non prende assegni familiari, non ha diritto a riposi settimanali né ferie e se si ammala nessuno la pagherà; inoltre nessuno le verserà i contributi e se smette di lavorare nessuno le pagherà la disoccupazione o come si chiama adesso la “mini asp”.

Mentre il detenuto, ovvero colui che ha commesso reati, magari ha stuprato una bambina (che schifo… non è vero? Tutti bravi ad indignarsi prima … ora che gli diamo 1.000 euro al mese, va bene?) lavorando all’interno dell’Istituto percepirà 42 euro al giorno e gli assegni familiari; una mercede che rischia di arrivare, al lordo delle trattenute anche a 1.200 euro al mese.

Ditemi se questa non è follia pura.  

 


Scritto da: Nuvola Rossa
(Leggi tutti gli articoli di Nuvola Rossa)






 

Ultime Notizie Le ultime foto pubblicate
Agenti con gastroenterite nella scuola di Cairo Montenotte: le analisi hanno appurato che era influenza
Movimento cinque stelle: il decreto di riforma dell''ordinamento penitenziario serve a smantellare il 4-bis, un regalo ai detenuti pericolosi
Protesta nazionale dei Poliziotti penitenziari francesi: aggressioni continue, poco interesse da parte del Governo
Record di sequestri di telefonini nelle carceri italiane. Aumento del 58 per cento nel 2017
Forze dell’Ordine, arriva il Taser. Ecco il modello scelto per la sperimentazione
Ergastolano ordinava estorsioni e pestaggi dal carcere di Bologna: utilizzava il telefono del compagno di cella che era in semilibertà
Pagarono 50 euro al medico per falsi certificati: licenziati due Poliziotti penitenziari già sospesi
Agenti intossicati a Cairo Montenotte: prime analisi confermano batteri nel filtro della cucina della scuola


La Polizia Penitenziaria in una foto", il primo album fotografico della Polizia Penitenziaria creato dagli appartenenti alla Polizia Penitenziaria stessa!

 Foto della Polizia Penitenziaria Inviaci le tue!

Più di 1.300 ricevute in un anno!

 


Commenti Commenti dei lettori

n. 13


Mille euro al mese tredicesima e quattordicesima ai detenuti sarà perché non sono tutelati dai sindacati mentre noi siamo tutelati dai sindacati da dieci anni senza rinnovo contrattuale.

Di  Anonimo  (inviato il 24/11/2017 @ 17:56:21)


n. 12


Non vi biasimo e in quest'articolo mi riconosco in quanto ho lavorato nell'ambito delle pulizie finché un giorno mi sono svegliata e ho trovato il coraggio e con molta eleganza ho mandato a quel paese il mio datore di lavoro che minacciava me la mia collega che non ci avrebbe mai dato un euro di buon'uscita e che ci avrebbe reso la vita impossibile e credetemi il lavoro mi serviva tanto ma la dignità è fondamentale sempre e quel giorno io e la mia collega abbiamo appeso il gilét al muro! Però non esageriamo a parte che sono del parere che i pedofili non debbano neanche avere la possibilità di vedere la luce del sole ma cmq per fortuna non tutti i "diversamente liberi" sono dei delinquenti! Solo i cuochi arrivano a prendere quella somma nei penitenziari lo sappiamo tutti x gli altri lavori nn arrivano a tanto e cmq tutti abbiamo diritti a riscattarci nella vita (togliendo gli assassini e i pedofili che nn voglio neanche pensarci a loro) ma un uomo con famiglia e succede anche a chi più a sacrificato la sua vita può succedere di commettere degli sbagli e chiunque è giusto che se ne prenda la responsabilità e pian piano du riprenda la sua dignità e la sua vita! Soprattutto i diversamente liberi cm li chiamare voi i li chiamo uomini che hanno bisogno di uscirne fuori da questa discarica sociale parlo per quelli che hanno fatto di tutto x andare avanti nella propria vita e questa società gliel'ha sempre impedito come voi operatori penitenziari dovete essere voi a scendere in campo e a far voce al vostro lavoro io metterei i politici nelle carceri li mettiamo mezzi a lavorarci come operatori e mezzi come detenuti e vediamo dopo la loro esperienza se non spolverano un Po questo "sistema penitenziario" ormai è il sistema italiano che va completamente rivoluzionato!!! Spero che ci sarà prima o poi una svolta in quest'Italia distrutta dal potere di chi può ma non vuole!!! In bocca al lupo a tutti!

Di  brindisi  (inviato il 05/10/2017 @ 21:18:15)


n. 11


Bisogna andare a votare .
Ma dove viviamo,poi quando parli dai fastidio,l'opinione pubblica deve sapere tutto,i soldi dove li trovano ?
Che devono dire i padri di famiglia senza lavoro ?
Cosa devono dire i nostri pensionati ?
Vorrei sapere dove prendono questi soldi ?
Non ci sono soldi per la sanità,l'istruzione,la giustizia e poi leggi queste cose.
Da non dimenticare mai che il lupo perde il pelo ma non il vizio.

Di  Ma fateci andare a votare  (inviato il 05/10/2017 @ 18:11:28)


n. 10


Mille eruro al mese per i diversamente liberi , mentre i nostri genitori vivono di 650 euro di pensione mensile

Di  Anonimo  (inviato il 05/10/2017 @ 17:47:29)


n. 9


Il contratto da dieci anni e stato bloccato .
Dal 2007 abbiamo fatto fronte ai seguenti aumenti:
Spese scolastiche
Spese mediche
Spese sanitarie
Bollo auto
Assicurazioni auto
Generi prima necessità
Mutui
Affitto casa
Farmaci
Carburante auto
Riparazioni auto
Riscaldamento
Elettricita
Acqua
Dal 2007 e tutt'oggi non si arriva al 20 del mese .
Qualcuno si è mai chiesto come si vive in famiglia composta da moglie e tre bimbi , si vive di stenti di rinuncie di sacrifici e di rinvi continui .
Vivere di un solo stipendio non adeguato al costo dellla vita e alle necessità della famiglia crea una situazione senza soluzioni.
Al diversamente libero cure mediche veloci gratis e farmaci gratuiti , vitto alloggio gratis, niente spese d'affitto riscaldamento acqua luce gas , in più 1.000,00 euro al mese di stipendio più dentista gratis .
Non sono arrabbiato verso i diversamente liberi , lo sono con chi è sordo muto e cieco alle nostre legittime richieste dei diritti .
Io sono quello che subisce la tortura da parte di chi avrebbe il dovere di tutelarmi di garantire uno stipendio dignitoso che permetta alle famiglie di tutti dignità.

Di  Anonimo  (inviato il 05/10/2017 @ 13:51:21)


n. 8


Ma che pensino alla gente onesta,il mondo sembra che giri al contrario.

Di  Attenti ai lupi  (inviato il 04/10/2017 @ 16:12:03)


n. 7


Come disse il grande e noi paghiamo!

Di  Ma ci rendiamo conto  (inviato il 04/10/2017 @ 16:09:33)


n. 6


Ma ci rendiamo conto!

Di  Ma ci rendiamo conto  (inviato il 04/10/2017 @ 16:08:31)


n. 5


Mille euro al mese per i diversamente liberi caspita ma in quale sindacato sono iscritti .

Di  Anonimo  (inviato il 04/10/2017 @ 14:51:20)


n. 4


potete pensare quello che volete; la verità che in Italia i nostri politici andrebbero cacciati a calci nel culo.

Di  Nuvola Rossa  (inviato il 03/10/2017 @ 18:41:50)


n. 3


Ma io dico che questi soldi andrebbero dati ai padri di famiglia che non riescono a trovare lavoro,ai pensionati che non arrivano alla fine del mese.
Vi prego fatemi andare a votare,grazie

Di  Mosto  (inviato il 03/10/2017 @ 18:08:59)


n. 2


Bene bene!
I soldi del contratto dove sono siamo ad Ottobre?

Di  Mosto  (inviato il 03/10/2017 @ 17:54:22)


n. 1


Chiedo scusa, ma mi viene spontaneo chiedere ma il detenuto non dovrebbe risarcire alla comunità e allo stato per il mal torto commesso?
Cordiali Saluti crispino da Napoli

Di  Rosario  (inviato il 03/10/2017 @ 17:14:23)




Scrivi un commento Scrivi un commento

Testo (max 1000 caratteri)

Nome

Link (Visibile a tutti)


Email (Visibile solo dall'amministratore)


Salva i miei dati per futuri commenti

Ricevi in email la notifica di nuovi commenti

I commenti sono moderati. Il tuo commento sarà visibile solo quando approvato.
Il seguente campo NON deve essere compilato.



Disclaimer
L'indirizzo IP del mittente viene registrato, in ogni caso si raccomanda la buona educazione.

54.234.190.237


Pagina Facebook di Polizia Penitenziaria

Email Polizia Penitenziaria. Richiedila gratis o a pagamento




Tutti gli Articoli
1 La resa e lo scioglimento della Polizia Penitenziaria: una scelta che avrà pesanti ricadute per lo Stato

2 Amministrazione di cartone o cartoni animati dell’Ammistrazione?

3 Visite medico-fiscali: il Re, il Giullare e i cetrioli che volano

4 Se San Basilide volesse farci una grazia, accetteremmo volentieri il passaggio agli Interni

5 In ricordo del Sovrintendente Capo Italo Giovanni Corleone

6 In ricordo dell’assistente capo Salvatore De Luca

7 Gli ex-terroristi salgono in cattedra nelle carceri, nel tentativo di mettere il bavaglio ai poliziotti che protestano

8 Giuseppe Lorusso, Agente del Corpo degli Agenti di Custodia, ucciso dai terroristi di Prima Linea il 19 gennaio 1979 a Torino

9 Una riforma necessaria: dalla sentenza Torreggiani ad oggi

10 Videoconferenze tra DAP e periferia: ogni tanto una buona notizia





Tutti gli Articoli
1 Forze dell’Ordine, arriva il Taser. Ecco il modello scelto per la sperimentazione

2 Colloqui disinvolti nel carcere di Padova: ai boss veniva consentito anche di incontrare persone sotto inchiesta del proprio clan

3 Pagarono 50 euro al medico per falsi certificati: licenziati due Poliziotti penitenziari già sospesi

4 Migliorano le condizioni degli allievi a Cairo Montenotte. Il sindaco: bollite l''acqua

5 Arrestato ex Agente penitenziario dai Carabinieri: in casa teneva pistole, munizioni e paletta della Polizia Penitenziaria

6 Protesta nazionale dei Poliziotti penitenziari francesi: aggressioni continue, poco interesse da parte del Governo

7 Enrico Sbriglia: a Padova ci sono scandali perché qui si indaga. Nelle altre carceri c''è omertà e copertura

8 Ergastolano ordinava estorsioni e pestaggi dal carcere di Bologna: utilizzava il telefono del compagno di cella che era in semilibertà

9 Boss mafiosi nella stessa cella e a colloqui con le loro famiglie nello stesso momento: così impartivano ordini dal carcere di Padova

10 Carcere di Salerno: detenuti si lanciano olio bollente, Agente ferito con arma da taglio, telefonino e chiavetta usb


  Cerca per Regione