Settembre 2017
  Scarica il file .pdf del numero della Rivista Settembre 2017  
  Archivio riviste    
Se potessi avere ... mille euro al mese


Polizia Penitenziaria - Se potessi avere ... mille euro al mese

Notizia del 03/10/2017

in I Mulini a Vento

(Letto 2416 volte)

Scritto da: Nuvola Rossa

 Stampa questo articolo     Leggi i Commenti Commenti dei lettori


Scimmiottando il testo di una vecchia canzone di successo del 1939 “Mille lire al mese” il cui testo richiama il frequente desiderio di realizzarsi economicamente; (mille lire negli anni Trenta rappresentavano una discreta cifra, uno stipendio più che abbondante), oggi grazie ai politici più garantisti del pianeta, quelli italiani, potremmo ricavarne una “cover” adattandola e ambientandola nei penitenziari italiani “Mille euro al mese”.

In un paese – l’Italia – dove i giovani laureati che non trovano sbocco, lavorano nei call center o fanno degli stages a 400 euro al mese, dove i nostri figli emigrano alla ricerca di un futuro e spesso si ritrovano ad essere impiegati nella ristorazione a 800 euro al mese, dove nel privato un operaio, per guadagnare 1000/1200 euro al mese si deve spaccare la schiena sopportando, talvolta stoicamente, gli sbotti d’ira e talvolta gli insulti dei datori di lavoro, assistiamo alla follia dell’aumento della mercede ai detenuti.

Assistiamo al più grande dei paradossi (dopo quello dei vitalizi ai politici) ovvero il pagamento a 7 euro l’ora al lavoro dei detenuti, quasi come un operaio che non ha commesso reati e che si deve pagare con il sudato salario, l’affitto della casa; 7 euro l’ora come la paga che prende delle tante donne delle pulizie che escono di casa alle 6 del mattino, per ritirarsi alle 18,00 o alle 20.00 dopo aver pulito scale, appartamenti, dato da mangiare a vecchiette invalide, dopo aver stirato montagne di indumenti e magari sopportato le avances di qualche vecchio con il morbo di Parkinson.

La differenza però tra la donna delle pulizie e il detenuto è che lei lavora in nero (non per volontà sua ma perché esclusa dal mondo del lavoro ufficiale) non prende assegni familiari, non ha diritto a riposi settimanali né ferie e se si ammala nessuno la pagherà; inoltre nessuno le verserà i contributi e se smette di lavorare nessuno le pagherà la disoccupazione o come si chiama adesso la “mini asp”.

Mentre il detenuto, ovvero colui che ha commesso reati, magari ha stuprato una bambina (che schifo… non è vero? Tutti bravi ad indignarsi prima … ora che gli diamo 1.000 euro al mese, va bene?) lavorando all’interno dell’Istituto percepirà 42 euro al giorno e gli assegni familiari; una mercede che rischia di arrivare, al lordo delle trattenute anche a 1.200 euro al mese.

Ditemi se questa non è follia pura.  

 


Scritto da: Nuvola Rossa
(Leggi tutti gli articoli di Nuvola Rossa)






 

Ultime Notizie Le ultime foto pubblicate
Sentenza della Cassazione: Marcello Dell''Utri non ha diritto alla liberazione anticipata. Concorso esterno in associazione mafiosa è reato troppo grave per concedergliela
E'' stato dimesso dall''ospedale il Poliziotto penitenziario ferito gravemente alla testa con uno sgabello da un detenuto
Via la Polizia Penitenziaria dai Tribunali: vigilanza affidata a ditte private per recuperare un centinaio di Poliziotti dall''organico delle carceri, ma la Madia ne ha tagliati seimila
Tentativo di evasione dal carcere di Biella: i cancelli restano aperti, sono fuori uso
Gherardo Colombo nominato Presidente della Cassa delle Ammende
Il Segretario Generale del SAPPE Donato Capece in visita al carcere di Trapani: non al carcere contenitore di qualunque problema
Carcere di Alba? Il Garante afferma che sicuramente non riaprirà nel 2018
Vice Capo DAP Del Gaudio parla della sorveglianza dinamica e celle aperte: commissione per valutarne l''attuazione


La Polizia Penitenziaria in una foto", il primo album fotografico della Polizia Penitenziaria creato dagli appartenenti alla Polizia Penitenziaria stessa!

 Foto della Polizia Penitenziaria Inviaci le tue!

Più di 1.300 ricevute in un anno!

 


Commenti Commenti dei lettori

n. 12


Non vi biasimo e in quest'articolo mi riconosco in quanto ho lavorato nell'ambito delle pulizie finché un giorno mi sono svegliata e ho trovato il coraggio e con molta eleganza ho mandato a quel paese il mio datore di lavoro che minacciava me la mia collega che non ci avrebbe mai dato un euro di buon'uscita e che ci avrebbe reso la vita impossibile e credetemi il lavoro mi serviva tanto ma la dignità è fondamentale sempre e quel giorno io e la mia collega abbiamo appeso il gilét al muro! Però non esageriamo a parte che sono del parere che i pedofili non debbano neanche avere la possibilità di vedere la luce del sole ma cmq per fortuna non tutti i "diversamente liberi" sono dei delinquenti! Solo i cuochi arrivano a prendere quella somma nei penitenziari lo sappiamo tutti x gli altri lavori nn arrivano a tanto e cmq tutti abbiamo diritti a riscattarci nella vita (togliendo gli assassini e i pedofili che nn voglio neanche pensarci a loro) ma un uomo con famiglia e succede anche a chi più a sacrificato la sua vita può succedere di commettere degli sbagli e chiunque è giusto che se ne prenda la responsabilità e pian piano du riprenda la sua dignità e la sua vita! Soprattutto i diversamente liberi cm li chiamare voi i li chiamo uomini che hanno bisogno di uscirne fuori da questa discarica sociale parlo per quelli che hanno fatto di tutto x andare avanti nella propria vita e questa società gliel'ha sempre impedito come voi operatori penitenziari dovete essere voi a scendere in campo e a far voce al vostro lavoro io metterei i politici nelle carceri li mettiamo mezzi a lavorarci come operatori e mezzi come detenuti e vediamo dopo la loro esperienza se non spolverano un Po questo "sistema penitenziario" ormai è il sistema italiano che va completamente rivoluzionato!!! Spero che ci sarà prima o poi una svolta in quest'Italia distrutta dal potere di chi può ma non vuole!!! In bocca al lupo a tutti!

Di  brindisi  (inviato il 05/10/2017 @ 21:18:15)


n. 11


Bisogna andare a votare .
Ma dove viviamo,poi quando parli dai fastidio,l'opinione pubblica deve sapere tutto,i soldi dove li trovano ?
Che devono dire i padri di famiglia senza lavoro ?
Cosa devono dire i nostri pensionati ?
Vorrei sapere dove prendono questi soldi ?
Non ci sono soldi per la sanità,l'istruzione,la giustizia e poi leggi queste cose.
Da non dimenticare mai che il lupo perde il pelo ma non il vizio.

Di  Ma fateci andare a votare  (inviato il 05/10/2017 @ 18:11:28)


n. 10


Mille eruro al mese per i diversamente liberi , mentre i nostri genitori vivono di 650 euro di pensione mensile

Di  Anonimo  (inviato il 05/10/2017 @ 17:47:29)


n. 9


Il contratto da dieci anni e stato bloccato .
Dal 2007 abbiamo fatto fronte ai seguenti aumenti:
Spese scolastiche
Spese mediche
Spese sanitarie
Bollo auto
Assicurazioni auto
Generi prima necessità
Mutui
Affitto casa
Farmaci
Carburante auto
Riparazioni auto
Riscaldamento
Elettricita
Acqua
Dal 2007 e tutt'oggi non si arriva al 20 del mese .
Qualcuno si è mai chiesto come si vive in famiglia composta da moglie e tre bimbi , si vive di stenti di rinuncie di sacrifici e di rinvi continui .
Vivere di un solo stipendio non adeguato al costo dellla vita e alle necessità della famiglia crea una situazione senza soluzioni.
Al diversamente libero cure mediche veloci gratis e farmaci gratuiti , vitto alloggio gratis, niente spese d'affitto riscaldamento acqua luce gas , in più 1.000,00 euro al mese di stipendio più dentista gratis .
Non sono arrabbiato verso i diversamente liberi , lo sono con chi è sordo muto e cieco alle nostre legittime richieste dei diritti .
Io sono quello che subisce la tortura da parte di chi avrebbe il dovere di tutelarmi di garantire uno stipendio dignitoso che permetta alle famiglie di tutti dignità.

Di  Anonimo  (inviato il 05/10/2017 @ 13:51:21)


n. 8


Ma che pensino alla gente onesta,il mondo sembra che giri al contrario.

Di  Attenti ai lupi  (inviato il 04/10/2017 @ 16:12:03)


n. 7


Come disse il grande e noi paghiamo!

Di  Ma ci rendiamo conto  (inviato il 04/10/2017 @ 16:09:33)


n. 6


Ma ci rendiamo conto!

Di  Ma ci rendiamo conto  (inviato il 04/10/2017 @ 16:08:31)


n. 5


Mille euro al mese per i diversamente liberi caspita ma in quale sindacato sono iscritti .

Di  Anonimo  (inviato il 04/10/2017 @ 14:51:20)


n. 4


potete pensare quello che volete; la verità che in Italia i nostri politici andrebbero cacciati a calci nel culo.

Di  Nuvola Rossa  (inviato il 03/10/2017 @ 18:41:50)


n. 3


Ma io dico che questi soldi andrebbero dati ai padri di famiglia che non riescono a trovare lavoro,ai pensionati che non arrivano alla fine del mese.
Vi prego fatemi andare a votare,grazie

Di  Mosto  (inviato il 03/10/2017 @ 18:08:59)


n. 2


Bene bene!
I soldi del contratto dove sono siamo ad Ottobre?

Di  Mosto  (inviato il 03/10/2017 @ 17:54:22)


n. 1


Chiedo scusa, ma mi viene spontaneo chiedere ma il detenuto non dovrebbe risarcire alla comunità e allo stato per il mal torto commesso?
Cordiali Saluti crispino da Napoli

Di  Rosario  (inviato il 03/10/2017 @ 17:14:23)




Scrivi un commento Scrivi un commento

Testo (max 1000 caratteri)

Nome

Link (Visibile a tutti)


Email (Visibile solo dall'amministratore)


Salva i miei dati per futuri commenti

Ricevi in email la notifica di nuovi commenti

I commenti sono moderati. Il tuo commento sarà visibile solo quando approvato.
Il seguente campo NON deve essere compilato.



Disclaimer
L'indirizzo IP del mittente viene registrato, in ogni caso si raccomanda la buona educazione.

54.224.155.169


Pagina Facebook di Polizia Penitenziaria

Email Polizia Penitenziaria. Richiedila gratis o a pagamento




Tutti gli Articoli
1 In memoria di Pasquale Di Lorenzo, Sovrintendente di Polizia Penitenziaria ucciso dalla mafia il 13 ottobre 1992

2 Dichiarazioni Andrea Orlando: caserme gratuite per la Polizia Penitenziaria e Decreto trasferimenti sedi extra moenia

3 Il piano per azzerare la memoria della Polizia Penitenziaria con la scusa del decreto trasferimenti

4 Carceri, SAPPE: “Questo Governo toglie il pacco dono dell’Epifania ai poliziotti penitenziari per pagare l’aumento di stipendio dell’83% ai detenuti che lavorano: vergognoso!”

5 Gennaro De Angelis, Agente di Custodia ucciso dalla camorra il 15 ottobre 1982

6 Decreto Orlando sulla mobilità del personale: ma perchè il Ministro invece di perder tempo coi videomessaggi non istituisce la direzione generale del Corpo?

7 In memoria di Ignazio De Florio, Agente di Custodia ucciso in un agguato camorristico l''11 ottobre 1983

8 Dopo la circolare sul pacco dell''Ente Assistenza e Carità, i dubbi sulla nuova circolare: pagamenti vitto uniformi e armi

9 Scomparso stamattina a Roma il Professor Lionello Pascone, generale in congedo del Corpo di Polizia Penitenziaria

10 Riforma penitenziaria di fine legislatura, che forse favorisce solo il solito Gattopardo





Tutti gli Articoli
1 Via la Polizia Penitenziaria dai Tribunali: vigilanza affidata a ditte private per recuperare un centinaio di Poliziotti dall''organico delle carceri, ma la Madia ne ha tagliati seimila

2 Quanto guadagna un poliziotto penitenziario?

3 Poliziotto penitenziario ferito alla testa da un detenuto: è in gravi condizioni

4 Ministro Orlando annuncia nuove assunzioni: 48 poliziotti in più nel 2017 e 57 come anticipo 2018

5 Condannato a tre anni e due mesi ex Agente penitenziario: vendeva droga e telefonini nel carcere di Aosta

6 Consegnava droga nel carcere di Brescia: arrestato Poliziotto penitenziario ora rinchiuso nel carcere militare

7 Detenuto autorizzato a lavorare all''esterno non rientra in carcere, il Garante: sono sorpresa

8 Invitati per un pranzo con Papa Francesco: due detenuti si danno alla fuga poco prima di arrivare

9 Al via il concorso per agenti di Polizia Penitenziaria: 197 posti disponibili

10 Vice Capo DAP Del Gaudio parla della sorveglianza dinamica e celle aperte: commissione per valutarne l''attuazione


  Cerca per Regione