Gennaio 2017
  Scarica il file .pdf del numero della Rivista Gennaio 2017  
  Archivio riviste    
Spagna: Scandalo a luci rosse nel carcere femminile di Madrid.


Polizia Penitenziaria - Spagna: Scandalo a luci rosse nel carcere femminile di Madrid.

Notizia del 26/04/2010

in Accadde al penitenziario

(Letto 7344 volte)

Scritto da: Cesare Cantelli

 Stampa questo articolo     Leggi i Commenti Commenti dei lettori


 

Secondo un articolo apparso sul giornale spagnolo 20 Minutos, ripreso dall’edizione web del quotidiano El Mundo, sarebbe stato scoperto un vero e proprio scandalo a luci rosse all’interno del penitenziario femminile Alcalà Meco di Madrid dove sono ristrette seicento detenute donne.
Nel carcere femminile, secondo i due quotidiani, vi era un inaccettabile scambio di favori tra personale di custodia e detenute.
In buona sostanza , in cambio di prestazioni sessuali, le donne avevano la possibilità di comunicare con l’esterno attraverso l’utilizzo di telefoni cellulari oppure potevano ottenere sostanze stupefacenti e altre prodotti vietati all’interno della struttura. In altre parole si era creato un canale privilegiato per soddisfare i propri desideri.
Un’inchiesta amministrativa, promossa dal Dipartimento carcerario, è tuttora in corso per individuare nuovi ed eventuali retroscena circa gli accordi all’interno del penitenziario.
Sempre stando a quanto scrive il sito web di El Mundo, il direttore del carcere è stato licenziato e le persone arrestate sono tre: oltre il direttore, il suo vice e il direttore amministrativo dell’istituto.
Secondo Ramon Garcia, presidente del sindacato degli agenti dell’amministrazione penitenziaria Csi-Csif l’episodio sarebbe una diretta conseguenza della contestata riforma del  2007 sull’uguaglianza dei sessi nelle prigioni per  il personale di custodia, che ha consentito a tutti di prestare servizio in qualsiasi carcere indipendentemente dal sesso dei detenuti.
Garcia sostiene che, mentre prima gli agenti uomini potevano lavorare solo in carceri maschili e le custodi donne solo in quelli femminili, adesso è ammessa la promiscuità con agenti  maschi che possono occuparsi di prigioni femminili, e viceversa, con tutti i rischi che ne conseguono.
 
Cesare Cantelli
 

Scritto da: Cesare Cantelli
(Leggi tutti gli articoli di Cesare Cantelli)






 

Ultime Notizie Le ultime foto pubblicate
Due Poliziotti feriti nel carcere di Regina Coeli: aggrediti da detenuti magrebini infastiditi dalle perquisizioni
Agente Penitenziario sorprende i ladri in casa che lo aggrediscono: ricoverato al pronto soccorso
Tre Poliziotti penitenziari feriti da un detenuto con forbici affilate appositamente
Carceri italiane ed edilizia penitenziaria: al massimo si da una ritinteggiata
Nuovo carcere a Nola: in scadenza il bando per la realizzazione
Chiso l''OPG di Montelupo Fiorentino: consiglieri comunali accusano sprechi e disagi
Furgone della Polizia Penitenziaria con ergastolano a bordo si blocca per guasto al motore: interviene la Polstrada
Decreto Milleproroghe, Sappe: Buona notizia via libera a 887 assunzioni nella Polizia Penitenziaria


La Polizia Penitenziaria in una foto", il primo album fotografico della Polizia Penitenziaria creato dagli appartenenti alla Polizia Penitenziaria stessa!

 Foto della Polizia Penitenziaria Inviaci le tue!

Più di 1.300 ricevute in un anno!

 


Commenti Commenti dei lettori

n. 7


che dici giovanni non possiamo competere con i spagnoli ci vorranno milioni di anni di luce sono stato privo di liberta' dal 2008 al 2011 nel carcere spagnolo dal 2011 al 2013 nel carcere italiano ora sto a gli arresti domiciliari c'e una differenza pazzesca di tutto qui in italia non funziona niente ..quando esci da un carcere spagnolo puoi riprendere una strada migliore quando esci da un carcere italiano esci piu' delinguente di prima..


Di  sergio  (inviato il 19/11/2013 @ 12:55:47)


n. 6


Vorrei capire perché i carcerati vengono divisi tra loro a seconda del sesso. Non vedo niente di male nella promiscuità. L'unica cosa che mi scandalizza è che nella prigione è mancato il rispetto delle regole. Chi vuole fare sesso a pagamento può farlo in locali appositi, che in Italia mancano.

Di  Paolo  (inviato il 26/09/2010 @ 21:37:26)


n. 5


chissà quanti colleghi italiani renderebbe felici, la modifica dell'Art. 6 della 395, soprattutto quelli che adesso devono pagare per avere un rapporto sessuale dalle prostitute ...
quale ugualianza ... vorrei vedere se in una sezione (sovraffollata) di soli detenuti ci fosse (da sola) la moglie di qualche nostro Dirigente Generale, a far servizio ... forse gli farebbero il servizio!!!!

Di  app.to Caputo  (inviato il 28/04/2010 @ 16:15:00)


n. 4


Condivido appieno quello scritto da Matteo.

Di  Bruno  (inviato il 27/04/2010 @ 23:52:14)


n. 3


SIAMO PAPERE STARNAZZANTI

Leggendo qua e là, tra i link delle varie organizzazioni sindacali, non si riscontrano altro che proclami, ultimatum, stati di agitazione del personale di vari Istituti, richieste di aiuto al governo, alle regioni ai comuni, manca solo quella al Santo Padre. E mentre si assiste a tutta questa bella agitazione di parole, o meglio del c.d. fuoco di paglia (bagnata tra l’altro che fà più fumo)il collega in servizio di sezione e non solo, diventa “carne da macello” nel vero senso materiale del termine.
Forse, solo pochi se ne stanno accorgendo , mai come in questo ultimo periodo vi è un incremento di personale che sceglie di essere riformato, di andare via prima del tempo, amici miei non è una scelta ma una fuga, sì un a fuga dall’inferno.
Ad aggiungere alla già ben vasta e concreta demoralizzazione che ormai ha raggiunto alti livelli, si aggiunge anche la demotivazione economica, basti analizzare l’ultima busta paga, a fronte di quella msieria della vacanza contrattuale, ecco che ci troviamo a pagare da questo mese di aprile ( busta paga di un ispettore capo) e fino a novembre ben oltre € 80,00 di addizionale irpef, regionale e comunale ( regione Emilia Romagna)a fronte altresì di eventuali ore di straordinario non pagate. (politica del gambero..un passo avanti e dieci indietro).
Adesso signori miei, vabbè che siamo ormai all’ stremo delle forze fisische e psichiche, che siamo ligi al dovere etc etc… ma questo sginifica prendere per i fondelli il lavoratore ed il bello è che tutto passa inosservato a chi dovrebbe osservare ed intervenire .. quasi come se.. ci provassimo gusto ormai a soccombere…. su tutti i fronti., è la verità purtroppo “ SIAMO SOLO DELLE PAPERE STARNAZZANTI” in uno putrido stagno di …………….
Matteo
Ps: il pensiero espresso non si riferisce a persone o particolari OO.S.S. o Istituti , ma vuol essere uno sfogo spontaneo una voce fuori dal coro ed una provocazione.


Di  Matteo  (inviato il 27/04/2010 @ 20:11:04)


n. 2


E a pensare che in Italia si vuole apportare la modifica, in tal senso, all'art. 6, comma 2 della Legge 15 dicembre 1990!!!
Saremo più professionali dei colleghi spagnoli???
Amici del blog, Voi cosa ne pensate?

Di  Giovanni Altomare  (inviato il 27/04/2010 @ 15:51:29)




Scrivi un commento Scrivi un commento

Testo (max 1000 caratteri)

Nome

Link (Visibile a tutti)


Email (Visibile solo dall'amministratore)


Salva i miei dati per futuri commenti

Ricevi in email la notifica di nuovi commenti

I commenti sono moderati. Il tuo commento sarà visibile solo quando approvato.
Il seguente campo NON deve essere compilato.



Disclaimer
L'indirizzo IP del mittente viene registrato, in ogni caso si raccomanda la buona educazione.

54.163.158.163


Pagina Facebook di Polizia Penitenziaria

Email Polizia Penitenziaria. Richiedila gratis o a pagamento




Tutti gli Articoli
1 Celebrazioni 200 anni di storia del Corpo di Polizia Penitenziaria: autorizzata l’emissione della moneta d’argento da 5 euro

2 Catturato dalla Polizia Penitenziaria uno degli evasi dal carcere di Rebibbia: indagini in corso sui complici della latitanza

3 A chi danno fastidio i servizi di polizia stradale della Polizia Penitenziaria?

4 Riordino, organici dirigenziali: tra eccessi e sottodimensionamenti dei dirigenti della Polizia Penitenziaria

5 Foibe, il martirio degli Agenti di Custodia

6 La sospensione delle ordinarie regole di trattamento penitenziario (art. 41-bis)

7 Ufficiali medici nel Corpo di Polizia Penitenziaria?

8 Rapporto Eurispes: la Polizia Penitenziaria sgradita a un italiano su due

9 Il Ministro Orlando dichiara cessata l''emergenza sovraffollamento delle carceri, ma i dati lo smentiscono

10 Anche i mafiosi hanno fame





Tutti gli Articoli
1 Decreto Milleproroghe, Sappe: Buona notizia via libera a 887 assunzioni nella Polizia Penitenziaria

2 Blitz della Polizia Penitenziaria: tre arresti per spaccio di droga a Napoli nelle prime ore della mattinata

3 Detenuto cinese violenta la figlia: compagno di cella marocchino lo sodomizza per un mese nel carcere di Prato

4 Poliziotto penitenziario travolto da auto mentre era in moto: è ricoverato in gravi condizioni

5 La latitanza dorata del detenuto evaso da Rebibbia catturato dal NIC della Polizia Penitenziaria

6 Ex scuola della Polizia Penitenziaria di Moastir pronta ad accogliere i migranti: quasi ultimati i lavori

7 Agente Penitenziario sorprende i ladri in casa che lo aggrediscono: ricoverato al pronto soccorso

8 Detenuto sorpreso ad aggiornare il proprio profilo Facebook dal carcere di Marassi

9 Bidognetti, il capoclan dei Casalesi, comunicava dal 41-bis con messaggi nascosti

10 Furgone della Polizia Penitenziaria con ergastolano a bordo si blocca per guasto al motore: interviene la Polstrada


  Cerca per Regione