Lug/Ago 2017
  Scarica il file .pdf del numero della Rivista Lug/Ago 2017  
  Archivio riviste    
Stabilimento balneare di Roma-Maccarese: quando la Polizia Penitenziaria è ospite (indesiderato) a casa sua.


Polizia Penitenziaria - Stabilimento balneare di Roma-Maccarese: quando la Polizia Penitenziaria è ospite (indesiderato) a casa sua.

Notizia del 04/08/2017

in Houston abbiamo un problema

(Letto 8220 volte)

Scritto da: Redazione

 Stampa questo articolo     Leggi i Commenti Commenti dei lettori


Lo stabilimento balneare di Maccarese (piccola località balneare vicino Roma) doveva essere, nelle intenzioni dei “dirigenti” del dipartimento,  il fiore all’occhiello dell’Ente di Assistenza.

Fu inaugurato parecchi anni fa, con squilli di tromba e rulli di tamburo.

In verità, inizialmente, preso in gestione direttamente dall’Ente, fu gestito in maniera egregia dal personale della Polizia Penitenziaria tanto da suscitare l’invidia del limitrofo stabilimento della Polizia di Stato.

Addirittura, la maggior parte dei colleghi poliziotti preferivano venire nel nostro lido piuttosto che in quello del Ministero dell’Interno.

Pur tuttavia, come sempre succede quando non siamo più noi a gestire la situazione, sull’onda della cessione della gestione degli spacci, anche il lido di Maccarese fu tolto dalle nostre mani e affidato in concessione a ditte private esterne all’amministrazione.

Da allora, è stato tutto un susseguirsi di lamentele, da parte del personale di Polizia Penitenziaria che ne fruisce.

In effetti, il “CAPITOLATO SPECIALE PER LA CONCESSIONE DELLA GESTIONE DEL CENTRO BALNEARE EAP DI MACCARESE (FIUMICINO)” prevede che al centro balneare possono essere ammessi: 1) i dipendenti appartenenti all’Amministrazione penitenziaria e alla Giustizia minorile in servizio ed in quiescenza, (vedove/i e orfani compresi) unitamente al proprio nucleo familiare (coniuge o convivente, figli ); 2) i dipendenti del Ministero della Giustizia ed esclusivamente i componenti conviventi del proprio nucleo familiare; 3) convenzionati: gli ospiti e i familiari non appartenenti al nucleo familiare del dipendente solo in presenza del dipendente stesso nei giorni festivi e prefestivi ed anche senza la presenza del dipendente dal lunedì al venerdì, gli appartenenti alle FF.AA., alle Forze di Polizia ad ordinamento civile e militare, Inpdap, altri Ministeri ecc.; 4) ospiti occasionali dal lunedì al venerdì. Nei giorni prefestivi e festivi dovrà essere riservata una quota pari al 70% di noleggio delle attrezzature di spiaggia e piscina agli utenti di cui al punto 1 e agli ospiti e familiari del dipendente accompagnati dallo stesso. Sarà consentito anche l’accesso agli utenti di cui ai punti 2, 3 e 4 ai quali sarà riservata fino alle ore 11,00 una quota pari al 30% . Il noleggio delle attrezzature non sarà soggetto alla riserva di quota dopo le ore 11,00.

Tuttavia, allo stato attuale l’Impresa concessionaria sembra aver individuato gli appartenenti al Corpo di Polizia Penitenziaria quali ospiti occasionali, ovvero, soggetti non aventi alcun diritto, anzi considerati fastidiosi probabilmente poiché beneficiari di un prezzo agevolato.

Insomma,  la Polizia Penitenziaria è ospite (indesiderato) a casa sua. 

Addirittura viene segnalato che l'Impresa sembra aver stipulato convenzione con altri enti (tra i quali Ospedale Gemelli e AMA) per l'ingresso allo stabilimento a particolari condizioni.

In pratica, sembra essersi verificata una vera e propria privatizzazione dello stabilimento, tanto che, addirittura, nemmeno la quota di riserva è assicurata agli appartenenti al Corpo: alcune testimonianze riportano, ad esempio, che domenica 30 luglio, alle ore 09:00, già erano terminati ombrelloni e lettini quando all’interno della struttura vi era una scarsissima presenza di dipendenti del Ministero della Giustizia, surclassati da una presenza predominante di utenti occasionali.

Peraltro, sembrerebbe che, nella stessa data, si sia svolta una manifestazione sportiva di beach volley, con tende da campeggio montate (a tal riguardo sono state fornite prove fotografiche) che davano la sensazione di veri e propri accampamenti, a tutto danno dell’immagine di tutta l’Amministrazione Penitenziaria.

Si pensi che in tutti gli altri stabilimenti balneari dei Corpi militari e civili (es. Esercito Italiano, Guardia di Finanza, Arma dei Carabinieri, Polizia di Stato, ecc...), nel week and l'accesso alla struttura è precluso anche alle altre forze dell'ordine, al fine di garantire la priorità al Corpo di appartenenza.

Da aggiungere che, in diverse occasioni, nello stabilimento sono stati ammessi ex detenuti pluripregiudicati che hanno avuto modo di riconoscere il personale di Polizia Penitenziaria con i familiari al seguito.

Crediamo che a questo punto sarebbe indispensabile che l’Ente di Assistenza inoltrasse diffida scritta ad adempiere all’Impresa affinché esegua il servizio in modo strettamente conforme alle disposizioni del contratto.

Ci domandiamo, tra l’altro, quale sia la scadenza del contratto di appalto, considerato che dal sito dell’Ente di Assistenza risulta che la durata della concessione è fissata in 3 (tre) anni a partire dalla data di attivazione del servizio (11/04/2011), e comunque fino al 31 marzo 2014. Nel bando non risulta la possibilità di tacito rinnovo contrattuale e, perciò, non si comprende come l'Impresa abbia a tutt'oggi la concessione dello stabilimento balneare.

           


Scritto da: Redazione
(Leggi tutti gli articoli di Redazione)






 

Ultime Notizie Le ultime foto pubblicate
Poliziotto penitenziario trasportato d''urgenza in ospedale dopo aggressione da parte di un detenuto del carcere di Ariano Irpino
Poliziotto penitenziario aggredito con bastoni da detenuto nel carcere di Napoli Secondigliano
Tentativo di rivolta dei detenuti magrebini nel carcere di Prato: bloccato accesso alla terza sezione con brande
Fastweb dimezza i costi e vince la gara d''appalto per i braccialetti elettronici
Skype per i detenuti ed estremismo islamico: il Sappe lancia l''allarme per i possibili utilizzi
Boss mafiosi in carcere, Cassazione: va motivata meglio la negazione al differimento di pena per motivi di salute
Ergastolano della Uno Bianca in albergo a 4 stelle per esercizi spirituali invitato da Comunione e Liberazione e cooperativa Giotto
Nigeriano aggredisce Agente di Polizia Penitenziaria che gli aveva negato l''elemosina, fuori dal servizo


La Polizia Penitenziaria in una foto", il primo album fotografico della Polizia Penitenziaria creato dagli appartenenti alla Polizia Penitenziaria stessa!

 Foto della Polizia Penitenziaria Inviaci le tue!

Più di 1.300 ricevute in un anno!

 


Commenti Commenti dei lettori

n. 21


Per il commento 20
Caro mio collega sono l'anonimo del commento 15 , e giusto che vai perché paghi l'ente assistenza anzi più che giusto .
Vedi leggendo i vari commenti e normale che mi sia venuto da dire " perché ci andate " e adesso aggiungo perché vi lamentate del lido , e non lo dico certamente io , ma i vostri commenti che sono fondati su giuste osservazioni , anch'io pago la quota mensile dell'ente assistenza ma questo non significa che io la mia famiglia frequentiamo un lido che dovrebbe farci sentire come a casa nostra , e invece devo sentirmi un ospite , una persona poca gradita , una persona che elemosina .
e tutto questo lo dite voi nei commenti n.1 , n 2 , n 3 , n 6 , in particolare il commento n.7 che si riferisce alla festa del corpo , commento 8 il famigliare del collega lamenta che ogni qualvolta si deve mostrare il tesserino per fruire del bar e mensa commerciale chiedere l'elemosina.
Nella sostanza tutti i commenti lamentano disservizi di vario genere e tutti meritevoli di attenzione e provvedimenti urgenti , il sindacato ha inviato la sua nota esponendo tutto anche con fotografie che provano quanto segnalato, e di questo un plauso va al sindacato , ma di certo siete voi che dovete segnalare se ci sono irregolarità e quant'altro nella gestione del lido , siete agenti e ufficiali di polizia giudiziaria potete avviare indagini presentare esposti al fine di fare ripristinare e rispettare le regole imposte dal capitolato dell'ente assistenza .
Caro collega sono un semplice pensionato il mio cuore e sempre per la polizia penitenziaria

Di  Anonimo  (inviato il 12/08/2017 @ 15:20:28)


n. 20


rispondo a quel certo " Anonimo" , che sicuramente non è uno della Polizia Penit. ma sarà sicuramente uno dei gestori.
alla tua domanda, " perche continuiamo ad andare allo stabilimento? " , ti dico ci andiamo e dovremmo invaderlo tutti i fine settimana proprio per fare in modo che tutto ciò non accada e poi ci andiamo perche paghiamo l'Ente Assistenza ed è un nostro diritto.

Di  claudio  (inviato il 12/08/2017 @ 10:11:58)


n. 19


Vivo lo stabilimento balneare di Maccarese da quando è stato creato . Era lo stabilimento più bello e più lussuoso di Maccarese ed era gestito dalla Polizia Penitenziaria.
Oggi questo è un vago ricordo e la metamorfosi a gestione privata " Acqua e Sale" devo dire che è stata fatta con molta furbizia, cioè piano piano. Prima c'era addirittura la bandiera del Corpo sopra all'entrata oggi è sparita e si vede solo la grande scritta a colori Acqua e Sale. Parlare di come vien gestito sarebbe superfluo visto che tutti sapete che da padroni siamo diventati garzoni, la cosa peggiore che in un luogo della Giustizia sono palesi le infrazioni amministrative ed illeciti, ragazzi spiaggini non messi in regola, il gestore sembrerebbe a sentire i colleghi un ex ospite di Regina Coeli, trattamenti riservatissimi a un civile tale Oreste Montano che ha il privilegio di riservare anno per anno lo stesso ombrellone in prima fila. Caro dr. Capece visto il mio passato nel Sappe e la nostra conoscenza le lacio la mail così nel caso volesse un rapporto dettagliato potrà contattarmi.

Di  Claudio  (inviato il 07/08/2017 @ 19:17:40)


n. 18


Ma perché non creare un villaggio turistico presso l'isola dell'Asinara e affidarne la gestione Alpitur oppure altri gruppi che lavorano nel mondo del turismo , almeno così avremo delle offerte serie e riservate esclusivamente e solo al personale della giustizia polizia penitenziaria, magistratura , ecc.ecc.
Basta con questo maldestro ente assistenza cieco sordo e muto .
Sindacato che ne pensi

Di  Ex lavoratore della miniera  (inviato il 06/08/2017 @ 14:33:59)


n. 17


Caro collega del commento 16 visto che questi signori che gestiscono il lido non rispettano lo statuto e l'ordinamento dell'ente assistenza che stabilisce regole e norme sul lido , il mio consiglio è di presentare un esposto dettagliato per bene all'ente assistenza in modo che questi signori che gestiscono il lido non si comportino in questo modo nei nostri confronti.
Le lettera sindacale su menzionata parla chiara e pertanto la questione è risolvibile solo presentando un esposto e più esposti sarebbe meglio .

Di  Ex lavoratore della miniera  (inviato il 06/08/2017 @ 14:22:52)


n. 16


la questione non e andarci o non andarci e ente assistenza punto ci sono delle regole e bisogna farle rispettare se ci voglio andare ci vado mi spetta altrimenti vado altra parte se mi va come faccio di solito non capisco perché si da una cosa a altra persona e questo stravolge il tutto sono a conoscenza del malessere ma si divertono e ci prendono x il .....come hanno fatto sempre e per farci rispettare bisogna sempre alzare la voce ho fare i maleducati ma in atri stabilimenti a ordinamento ecc ecc devi rispettare le loro regole altrimenti fuori punto da noi troppi galli a cantare.

Di  roberto loi  (inviato il 06/08/2017 @ 09:04:23)


n. 15


Non capisco perché ci andate al lido di Maccarese , leggo ciò che dite e mi meraviglio che ci andate ancora .

Di  Anonimo  (inviato il 05/08/2017 @ 20:26:48)


n. 14


Scusate ma siete forse obbligati di andare allo stabilimento balneare di Roma -Maccarese .
Personalmente preferisco i lidi privati pago e sto da Dio

Di  Anonimo  (inviato il 05/08/2017 @ 20:24:32)


n. 13


Che banda di musica........
Questo è il riflesso della nuda è cruda realtà che gli Italiani affrontano tutti i giorni a casa loro (nel Loro paese). Oramai siamo stati messi da parte... Noi Italiani.
PER IL RESTO e ve lo dico con la lingua attualmente internazionale (NO COMMENT). Anche perché sarei suscettibile ad andare incontro a qualche brutta disavventura visto lo status quo delle regole vigenti in Italia (dove no si c......sce per davvero un fico secco).
Fraterni saluti a tutti Voi colleghi, ma prima di tutto Italiani, onesti.

Di  Vincenzo  (inviato il 05/08/2017 @ 17:40:48)


n. 12


Ente assistenza prendete provvedimenti.Ci stanno cacciando dallo stabilimento

Di  Di  (inviato il 05/08/2017 @ 14:53:49)


n. 11


FORSE NON SI E CAPITO IN QUESTI GIORNI MOLTI COLLEGHI DELLA POLIZIA PENITENZIARIA , CHIUSI INSIEME AI DETENUTI NELLE SEZIONI DETENTIVE , CON UN CALDO ASFISSIANTE UNA DIVISA SUDATI MA A NOI CHI CI PENSA E SE CI SI LAMENTA TI FANNO ANCHE RAPPORTO DISCIPLINARE, PER UN CONDIZIONATORE ROTTO NEL BOX AGENTI MA VI SEMBRA NORMALE TRATTATI PEGGIO DEGLI SCHIAVI, PERCHE QUALCUNO CI VEDE SOLO CHIUSI NELLE CARCERI , MUOVIAMOCI A PASSARE CON LA POLIZIA DI STATO, DENTRO IN QUESTI PERIODI CALDI AFOSI, METTIAMO GLI EDUCATORI A STARSI 8 ORE OPPURE 16 ORE CHIUSI NELLE SEZIONI DETENTIVE, DOVE ALCUNI SUPERIORI FAREBBERO BENE A STARSENE TRANQUILLI , PER UN RAPPORTO DISCIPLINARE SBAGLIATO DA UN SUPERIORE CHE HA INPEDITO AD UN AGENTE , CHE VOLEVA COMPRARSI UNA BOTTIGLIETTA D'ACQUA PER IL FORTE CALDO, CHE CERA NELLA SEZIONE DETENTIVA L'AGENTE HA MANDATO TUTTO IN PROCURA IN MODO CHE IL SUPERIORE LA FINIRA DI IMPEDIRE CON QUESTO CALDO DI BERE, ORA SARANNO CAZ................. SUOI

Di  simone  (inviato il 05/08/2017 @ 11:54:07)


n. 10


cofermo tutto e un vero schifo ti dicono sulla faccia che ci fanno un favore a farci entrare sempre ultima ruota del carro lo stabilimento e stato fatto x il benessere del personale e dei propri familiari noi paghiamo ente e abbiamo il sacrosanto diritto finalmente dopo decenni anche noi uno stabilimento e questi ci cacciano fuori e vero manifestare e poi questa storia che deve esserci sempre appartenente altrimenti il familiare coniuge o figlio paga come uno esterno che facciano dei tesserini come una volta appena inaugurato fuori la gli estranei fare come altri stabilimenti a ordinamento militare solo una minima parte x gli ospiti facciamo sentire altrimenti questi ci buttano fuori.a vecchia zimarra dove sei

Di  roberto loi  (inviato il 05/08/2017 @ 10:37:28)


n. 9


Sono un Ass.te Capo della Polizia Penitenziaria scelgo spesso lo stabilimento per le ferie estive con la mia famiglia! A luglio non era così pieno e nonostante ciò le cabine non le troviamo mai!Di colleghi ce ne erano pochi in compenso molti stranieri e gente poco raccomandabile,che non rispettava le regole di non mangiare sul prato o di fare tuffi dove non si può!Ogni volta che si prende una consumazione pur riconoscendoti chiedono il tesserino come se uno volesse approfittarne! Ti guardano come se fossimo "accattoni" quando è un nostro diritto!Il parcheggio poi è allo stato brado ognuno fa come vuole e nei week end devi affidarti al parcheggiiatore straniero! Mi auguro che torni ad essere gestito dall'Ente assistenza.

Di  Di  (inviato il 04/08/2017 @ 23:39:05)


n. 8


Sono la moglie di un agente penitenziario....ogni volta che vai al bar ...tesserino....entrata...tesserino.....mensa....tesserino...ogni volta sembra di chiedere l'elemosina....il primo anno stupendo....oramai vado alla polizia di stato....meno carino ma sicuramente tutto più organizzato e controllato

Di  Daniels  (inviato il 04/08/2017 @ 22:01:45)


n. 7


Non ce da meravigliarsi, per il solo Lido, se fate una piccola riflessione, anche alla Festa del Corpo la polizia Penitenziaria, fa la parte dell'ospite.

Di  Piermattia  (inviato il 04/08/2017 @ 19:10:03)


n. 6


Esposti e denunce in Procura. Tutto il resto è noia.

Di  Anonimo  (inviato il 04/08/2017 @ 15:38:31)


n. 5


Piu' degli stabilimenti noi preferiamo il Contratto,poi con quei soldi si va dove ci pare.
A quando il contratto ,quei soldi ci mancano nello stipendio e nelle pensioni? Altro che stabilimenti.
Queste cose sono secondarie.

Di  Anonimo  (inviato il 04/08/2017 @ 14:35:04)


n. 4


Non sono mai andato in questi stabilimenti balneari e mai ci metterei piedi proprio per i motivi esposti nell'articolo, preferisco di molto i stabilimenti privati costano 3 uro in più al giorno ci si gode tranquillità assoluta in famiglia e si eevitano certi incontri extraterrestri.
Incredibile che si crede ancora oggi in queste convenzioni , io non ciò mai creduto e infatti non mi sono mai sbagliato .
Buone vacanze

Di  Anonimo  (inviato il 04/08/2017 @ 13:34:08)


n. 3


Scusate, ma perchè anzichè scrivere fiumi di parole non si fa una bella manifestazione bloccando l' entrata allo stabilimento?.....
Ma basta!! Ma riusciamo a farci sentire un attimo da questi padri e padroni?
Motto "Res non verba" e poi si fanno solo parole?
ci vogliono le manifestazioni come una volta, ci vuole molto a capirlo?
COME UNA VOLTA!! se no la gente non ci crede piu'!!
Buone vacanze.

Di  Poliziotto Penitenziario  (inviato il 04/08/2017 @ 12:38:28)


n. 2


Bravi, confermo tutto ciò che è stato scritto, un vero schifo...il 30 ero in piscina con tutta la mia famiglia, vicino a noi un gruppo di persone circa una decina, di extracomunitari (Romeni), addirittura mangiando sul prato dove è sempre strato vietato.
non ce un controllo ognuno fa quello che vuole...ma basta così.

Di  PIC  (inviato il 04/08/2017 @ 10:29:00)


n. 1


Ormai ci sentiamo ospiti a casa nostra e non solo al lido balneare. I civili hanno fatto man bassa su ogni tipo di attività, riuscendo a dribblare dinieghi dei comandanti e del personale. Addirittura certi volontari considerati risorse che stanno provocando disastri nei reparti arrivano al punto di mettersi a tu per tu con il personale, godendo questi di una blindatura massiccia da parte di educatori e dirigenti.
Il caldo di lucifero di queste settimane a confronto è ristoratore dell'anima e del "Corpo".

Di  Famiglia voce del verbo benessere  (inviato il 04/08/2017 @ 09:21:23)




Scrivi un commento Scrivi un commento

Testo (max 1000 caratteri)

Nome

Link (Visibile a tutti)


Email (Visibile solo dall'amministratore)


Salva i miei dati per futuri commenti

Ricevi in email la notifica di nuovi commenti

I commenti sono moderati. Il tuo commento sarà visibile solo quando approvato.
Il seguente campo NON deve essere compilato.



Disclaimer
L'indirizzo IP del mittente viene registrato, in ogni caso si raccomanda la buona educazione.

54.196.74.153


Pagina Facebook di Polizia Penitenziaria

Email Polizia Penitenziaria. Richiedila gratis o a pagamento




Tutti gli Articoli
1 In memoria di Antonio Muredda, Agente di Custodia ucciso il 22 agosto 1983

2 Terrorismo islamico: Polizia Penitenziaria armata anche fuori dal servizio. Emanata circolare DAP

3 AGENTE ALLA BOLDRINI: VENGA SENZA PREAVVISO QUI C E UN SOLO AGENTE PER TRE PIANI

4 Promozioni al grado superiore: perché si valutano le sanzioni disciplinari e non le ricompense?

5 Posti fissi in istituto penitenziario: rotazione o non rotazione del personale del Corpo?

6 La vigilanza dinamica è un fallimento! Parola di Santi Consolo, che dà ragione al Sappe, ma vorrebbe il ritorno delle veline

7 Uno sguardo alle prime procedure applicative del riordino della Polizia di Stato

8 Noi, vittime della Torreggiani

9 Sicilia: c''era una volta la polizia stradale

10 Le proteste pretestuose





Tutti gli Articoli
1 Caso Cucchi: assolto anche il Funzionario del provveditorato regionale dell''amministrazione penitenziaria

2 Tentativo di rivolta dei detenuti magrebini nel carcere di Prato: bloccato accesso alla terza sezione con brande

3 I detenuti protestano, Provveditore Sbriglia: confida nell''intervento dei Radicali e sollecita il Ministro per affettività e Skype

4 Nigeriano aggredisce Agente di Polizia Penitenziaria che gli aveva negato l''elemosina, fuori dal servizo

5 Ergastolano della Uno Bianca in albergo a 4 stelle per esercizi spirituali invitato da Comunione e Liberazione e cooperativa Giotto

6 Truffa alla pay tv, 150 persone indagate in Sicilia: indagine iniziata in carcere

7 Poliziotto penitenziario aggredito con bastoni da detenuto nel carcere di Napoli Secondigliano

8 Andrea Orlando: tutti gli evasi vengono catturati. In Italia il minor tasso di evasioni d''Europa

9 Poliziotto penitenziario trasportato d''urgenza in ospedale dopo aggressione da parte di un detenuto del carcere di Ariano Irpino

10 Skype per i detenuti ed estremismo islamico: il Sappe lancia l''allarme per i possibili utilizzi


  Cerca per Regione