Febbraio 2017
  Scarica il file .pdf del numero della Rivista Febbraio 2017  
  Archivio riviste    
Suicidi nella Polizia Penitenziaria: Le Commissioni studiano, i colleghi muoiono


Polizia Penitenziaria - Suicidi nella Polizia Penitenziaria: Le Commissioni studiano, i colleghi muoiono

Notizia del 27/07/2012

in Anche le Formiche nel loro piccolo si incazzano

(Letto 6043 volte)

Scritto da: Enzima

 Stampa questo articolo     Leggi i Commenti Commenti dei lettori


Mi rendo conto che l’idea era di un ex Capo DAP, tale Franco Ionta, e mi rendo pure conto che non era un’idea originale in quanto un altro ex Capo DAP, tale Ettore Ferrara, prima di lui, aveva preso in considerazione il fenomeno dei suicidi tra gli appartenenti alla Polizia Penitenziaria, ma  quanti altri suicidi tra poliziotti penitenziari dovremo sentire, leggere, scrivere e parlare prima che le Signorie Loro si degneranno di volgere lo sguardo dalla parte della Polizia Penitenziaria (che non è composta solo di autisti, portaborse e segretari zelanti, sappiatelo) e avranno la grazia di mettere in atto qualcosa di concreto per arginare “l’increscioso” fenomeno?

L’ultimo Gruppo di Studio è stato istituito con l’ordine di servizio n. 1067 del 2 dicembre 2011 a firma di Franco Ionta (allora era il Capo del Dipartimento dell’Amministrazione Penitenziaria). L'esatta dicitura è: Commissione per lo studio del fenomeno dei suicidi del personale e per la formulazione di proposte tese alla definizione di un'omogenea strategia per la prevenzione del rischio derivante da stress da lavoro correlato o da altri fattori.

Presidente
Dott.ssa Simonetta MATONE – Vice Capo del Dipartimento
 
Componenti:
Prof. Paolo GIRARDI - Ordinario di Psichiatria Facoltà di Medicina e Psicologia, Università degli Studi di Roma "La Sapienza"
Dr. Maurizio POMPILI - Psichiatra - Facoltà di Medicina e Psicologia, Università degli Studi di Roma La Sapienza - rappresentante italiano dell’International Association for Suicide Prevention
Gen. Brig. Alfonso MATTIELLO – Direttore GOM (attualmente non riveste più tale incarico)
Dr. Pietro BUFFA - Direttore CC Torino (attualmente non riveste più tale incarico)
Dr.ssa Assunta BORZACCHIELLO - Direttore Ufficio Stampa e Relazioni Esterne
Commissario Massimo CARDILLI - Comandante di Reparto CC Rebibbia
Vice Sovrintendente Dario SAGLIOCCHI - CC Roma "Regina Coeli"
 
Segretario
Assistente Loredana BERNARDI - Ufficio Ispettivo e del Controllo 
 
Siccome l’ordine di servizio diceva che “La Commissione terminerà i lavori entro il 31 marzo 2012”, e siccome i suicidi tra le fila degli appartenenti alla Polizia Penitenziaria continuano a verificarsi con una frequenza drammaticamente “preoccupante”, sarebbe davvero urgente sapere se anche questo gruppo di lavoro è una ulteriore “presa per i fondelli”, oppure se le Signorie Loro sono pervenute a qualche conclusione e/o determinazione.
 
Sarebbe soprattutto auspicabile un colpo battuto da parte del Commissario della Polizia Penitenziaria, quale segno tangibile di vicinanza da parte dei nostri vertici in uniforme.
 
Si coglie l’occasione, per rinnovare atti di viva considerazione a tutte le Signorie Loro.

 

Leggi anche: Per fortuna che il Guppo di Lavoro c'è!

Leggi anche: In memoria di tutti i colleghi della Polizia Penitenziaria che si sono tolti la vita 

Leggi anche: Togliamo la pistola alla Polizia Penitenziaria

Leggi anche: L’ex Capo DAP Ettore Ferrara era un incapace?

Leggi anche: Un suicidio al mese!

Leggi anche: I colleghi si suicidano e al DAP il Dirigenti giocano a fare i giuristi

Leggi anche: Benessere del Personale: un bluff che va avanti dal 2008

Leggi anche: Il fenomeno dei suicidi nella Polizia Penitenziaria: quattro casi in sei mesi

Leggi anche: La circolare sui saluti gerarchici con stretta di mano: della serie "arrivano i Turchi, anzi no, i Bizantini" 

Leggi anche: Alla Signoria Vostra Illustrissima, la mia faccia sotto i vostri piedi

PDF: Circolare Capo DAP "Contrastare il disagio lavorativo del Personale"  luglio 2008 

PDF: Circolare Capo DAP "Misure di contrasto del disagio lavorativo del Personale"  febbraio 2009 

 


Scritto da: Enzima
(Leggi tutti gli articoli di Enzima)






 

Ultime Notizie Le ultime foto pubblicate
Arrestato Alessandro Menditti, evaso dal carcere di Frosinone da una settimana
Riordino Polizia Penitenziaria: nuove qualifiche e nuovi errori
Sconvolgente! Per tre notti degli sconosciuti sono entrati e usciti dal carcere di Frosinone per preparare l''evasione
Arrestato Agente penitenziario: fornì telefono a un detenuto che gestiva la prostituzione della sorella e della compagna dal carcere di Frosinone
Agente penitenziario di Frosinone agli arresti domiciliari per corruzione: operazione ancora in corso, ci sarebbero altri Poliziotti coinvolti
Giornata della legalità: nel carcere di Arienzo i detenuti leggono i nomi di tutte le vittime di mafia e minuto di raccoglimento per Don Peppino Diana
Detenuto girava video dal carcere: arrestato con arsenale in casa, torna ai domiciliari con il braccialetto elettronico
Delega al Governo per dare Skype anche ai mafiosi? Insorge l''Associazione Vittime del Dovere


La Polizia Penitenziaria in una foto", il primo album fotografico della Polizia Penitenziaria creato dagli appartenenti alla Polizia Penitenziaria stessa!

 Foto della Polizia Penitenziaria Inviaci le tue!

Più di 1.300 ricevute in un anno!

 


Commenti Commenti dei lettori

n. 10


Forza Sappe sei l'unico sindacato che non tutela anche i Direttori... Devono andare via dopo massimo dopo 5 anni di permanenza nella stessa sede... Altrimenti si rischia come succede nella gran parte degli istituti, soprattutto al sud, che il Dirigente/Direttore diventì lo Zar incontrastato, permettendo agli amici la bella permanenza in servizio a gli altri meno fortunati e simpatici il servizio meno piacevole. Rinnovamento non aree patriarcali dopo tutto è permesso e poi ci si chiede perchè il personale compie gesti insani.. grazie tante io 20 anni la sezione il ocllega gradito al dirigente servizi di comodo.. SI DEVE CAMBIARE SPESSO come aveva ben esordito il precedente Ministro della Giustizia (è improponibile che lo stesso Direttore permanga nella stessa sede per decenni!!!!!!!!!)

Di  Anonimo  (inviato il 29/07/2012 @ 12:41:15)


n. 9


gruppo di lavoro ????? innanzitutto i comandanti di reparto o meglio i commissari neo laureati in giuriusprudenza , che non sanno nulla del carcere , e i dirigenti che si occupano di applicare le circolari del dap , ""DEVONO "" essere parte integrante nelle problematiche del personale che lavora con estrema difficolta' , 24 ore al giorno , h 24 , devono dare piu' ferie , e non toglierle come e' avvenuto in TOSCANA , devono essere presenti , non solo quando c'è da far rapporto disciplinare , o di contestare una relazione , o di chiamare il personale in ferie in spagna , per comunicargli che ad agosto non gli davono le ferie , perche' a giugno ne aveva fatte 6 giorni in piu' - E POI tanta precisione , tanto zelo , e si fa salire i colleghi sulle stanze della caserma , con solai di cartongesso , e solo x caso non ci e' scappato il morto , il collega e' caduto , e grazie ad un morbido letto e il collega che dormiva gli ha reso la caduta morbida ....
E si, i suicidi, ma prima dei suicidi c'è tanto dietro , peccato cvhe chi deve in prima linea provvedere a tutto cio' , non lo faccia ..

Di  satncodisubire  (inviato il 28/07/2012 @ 22:54:07)


n. 8


dimenticavo, sono il commentatore n°6 che incomincia a volte mi chiedo.
con la nuova riforma pensionistica vi siete chiesti di quanta è la differenza a pari anni contributivi pagati con il sistema retributivo e quello contributivo ?
certamente abbiamo fatto grandi progressi , lavorare tanto per non ricevere niente ,il potere d'acquisto delle stesse diminuisce e diminuiscono anche gli importi delle pensioni ,cosa ci aspetta che futuro avremo ? bho. so che questo discorso non centra niente ma sommate tutto e vedrete quale sara il totale . che il buon dio abbia in gloria questi angeli ,e un abbraccio di solidarietà alle loro famiglie .

Di  Anonimo  (inviato il 28/07/2012 @ 17:42:18)


n. 7


da 29 anni di servizio in su tutti gli ass.c sov .ecc ci devono mandare in pensione ,devono arruolare un po di giovanni dai 20anni in su,perche un ass.con 29 anni di servizio non cè la fa più in un reparto con 150 det.dovemo mandaci sia la fornero ,ed monti che stanno con il culo seduto,si devono vergognare di tutti questi suicidi ,Mi fermo qua.

Di  anonimo  (inviato il 28/07/2012 @ 16:24:52)


n. 6


a volte mi chiedo ,come si fà con le nuove prospettive di riforma delle pensione a poter fare piu' di 35 anni di servizio , facendo il pendolare , effettuando turni notturni magari fatte di sentinella nel periodo invernale sapessero quanto e bello al freddo ,nebbia ghiaccio e umiditài e poi nella vecchia i dolori c'e' li portiamo dietro , turni pomeridiani,festivi , combattere con tossici,mafiosi,gente che con la testa non ci stà, ed avere i nervi saldi per 37 anni e forse piu' queste sono le previsioni ? ma si riesce a far capire la durezza del nostro lavoro e/o servizio? ma cosa pensano che facciamo ? come si dice panza e presenza ? siamo uomini fatti della stessa materia degli altri e vorremmo solo fare turnazioni normali ed avere riconosciuta la nostra specificità.e mi fermo qua.

Di  Anonimo  (inviato il 28/07/2012 @ 15:09:42)


n. 5


io azzererei tutto e passere il compito a polizia di stato o carabinieri. Quest'amministrazione fa acqua da tutte le parti.

Di  salvo  (inviato il 28/07/2012 @ 12:37:40)


n. 4


Altro che gruppo di lavoro, mi chiedo cosa hanno risolto??????
I suicidi dei colleghi continuano, cosa hanno istituito per poter monitorare il fenomeno e quale sono i centri d'ascolto per la Polizia penitenziaria?
Sarebbe il caso di interessare, attraverso i sindacati, il Capo dello Stato che ha la giurisdizione delle forze armate e di polizia ed è il garante dei principi costituzionali.
Inoltre, sarebbe il caso di verificare i costi del gruppo di lavoro della sua istituzione ad oggi e i risultati ottenuti.
Carissima Dr.ssa Matone non ci vuole demagogia di un gruppo di lavoro, ma si dovrebbero affrontare i reali problemi che attanagliano i colleghi in un momento particolare del nostro Paese.
Questo è un lavoro senza dubbio usurante, il personale non può stare ad esempio nello stesso posto per anni e forse abbandonato a se stesso con problemi a volte di vero e proprio sistema di mobbing.
Proprio a nome di queste vittime del lavoro, vista l'attenzione che il Presidente della Repubblica ha più volte manifestato, sarebbe opportuno un suo elevato intervento.
Me lo auguro a nome di questi colleghi e per le loro famiglie che hanno un dolore immenso.

Di  maurizio giovannoni  (inviato il 28/07/2012 @ 02:38:11)


n. 3


Questo governo ancor meno degli altri ha capito l'importanza che riveste la Polizia Penitenziaria nel proprio lavoro, essere custodi, assistenti sociali, psicologi, infermieri, tutti nello stesso tempo e sempre nel rispetto delle leggi. E a noi chi ci pensa?

Di  mimmo  (inviato il 13/04/2012 @ 17:31:41)


n. 2


Sarebbe interessante leggere la tua relazione Marco e chissà: magari dopo 12 anni, può darsi che al DAP qualcuno riesca a capire cosa c'è scritto.
Se ce l'hai ancora inviala a staff@poliziapenitenziaria.it ; - )

Di  Enzima  (inviato il 11/04/2012 @ 16:14:02)


n. 1


..peccato che io nel lontano 2000 avevo già denunciato la situazione con una relazione e nessuno però mi aveva dato retta....

Di  marco  (inviato il 11/04/2012 @ 16:05:59)




Scrivi un commento Scrivi un commento

Testo (max 1000 caratteri)

Nome

Link (Visibile a tutti)


Email (Visibile solo dall'amministratore)


Salva i miei dati per futuri commenti

Ricevi in email la notifica di nuovi commenti

I commenti sono moderati. Il tuo commento sarà visibile solo quando approvato.
Il seguente campo NON deve essere compilato.



Disclaimer
L'indirizzo IP del mittente viene registrato, in ogni caso si raccomanda la buona educazione.

54.166.82.161


Pagina Facebook di Polizia Penitenziaria

Email Polizia Penitenziaria. Richiedila gratis o a pagamento




Tutti gli Articoli
1 Agente della Polizia Penitenziaria si suicida con la pistola d''ordinanza in casa davanti ai familiari

2 In memoria di Girolamo Minervini, ucciso dalle B.R. a Roma, appena nominato Direttore Generale degli Istituti di Prevenzione e Pena

3 Cosa accadrebbe se non passasse il riordino delle carriere?

4 Santi Consolo confermato Capo DAP: il Consiglio dei Ministri di questa mattina lo rinomina in extremis

5 Luigi Bodenza, Assistente Capo di Polizia Penitenziaria: ucciso in un agguato mafioso il 25 marzo 1994

6 Ancora una evasione, da Frosinone. Sappe: Qualcuno sta tentando di smantellare la sicurezza nelle carceri: non si sventano evasioni senza sentinelle e senza sorveglianza nelle sezioni!

7 Riordino vuol dire mettere ordine

8 Nel nostro lavoro, alla fine, o impari o devi imparare per forza

9 Pensione buonuscita ai dirigenti penitenziari: l''INPS nega i sei scatti, spettano solo alla Polizia Penitenziaria

10 Progetto del nuovo carcere di Nola: a cosa sono serviti allora gli stati generali dell''esecuzione penale?





Tutti gli Articoli
1 Qui comandiamo noi: detenuti aggrediscono con bastoni i Poliziotti penitenziari del carcere modello di Bollate

2 Agente penitenziario suicida: non riusciva a mantenere i tre figli disoccupati

3 Polizia Penitenziaria blocca evaso da permesso premio dopo inseguimento e pistole fuori dalle fondine

4 Sconvolgente! Per tre notti degli sconosciuti sono entrati e usciti dal carcere di Frosinone per preparare l''evasione

5 Arrestato Alessandro Menditti, evaso dal carcere di Frosinone da una settimana

6 Arrestato Agente penitenziario: fornì telefono a un detenuto che gestiva la prostituzione della sorella e della compagna dal carcere di Frosinone

7 Agente penitenziario di Frosinone agli arresti domiciliari per corruzione: operazione ancora in corso, ci sarebbero altri Poliziotti coinvolti

8 Evadono in due dal carcere di Frosinone: il macellaio del clan Belforte fugge, l''altro è rimasto ferito

9 Collaboratori di giustizia e testimoni di giustizia: i numeri del Servizio centrale di protezione

10 La rete era tagliata da giorni, hanno smontato il televisore della cella, soffitto e poi lenzuola: ecco come sono evasi i due da Frosinone


  Cerca per Regione