Febbraio 2017
  Scarica il file .pdf del numero della Rivista Febbraio 2017  
  Archivio riviste    
Sulle presunte morti 'sospette' in carcere e sul ruolo della Polizia Penitenziaria


Polizia Penitenziaria - Sulle presunte morti 'sospette' in carcere e sul ruolo della Polizia Penitenziaria

Notizia del 22/12/2009

in Ironside

(Letto 2673 volte)

Scritto da: Ironside

 Stampa questo articolo     Leggi i Commenti Commenti dei lettori


La notizia, importante, è passata quasi inosservata sui media italiani.

E' morto per un tumore al cervello il detenuto nigeriano testimone del presunto pestaggio di un altro detenuto avvenuto nel carcere di Teramo.
Nessuna morte sospetta, dunque, come non è sospetta quella di Aldo Bianzino, avvenuta nel carcere di Perugia nell’ottobre 2007. "Cause naturali in seguito ad aneurisma", ha infatti accertato l’autopsia.
 
Qualche riflessione è necessaria.
 
E' importante per il Paese conoscere il lavoro svolto dai poliziotti penitenziari, è importante che la Società riconosca e sostenga l'attività risocializzante della Polizia Penitenziaria e ne comprenda i sacrifici sostenuti per svolgere tale attività, garantendo al contempo la sicurezza all'interno e all'esterno degli Istituti.
 
Il nostro Corpo è costituito da persone che nonostante l’insostenibile, pericoloso e stressante sovraffollamento credono nel proprio lavoro, che hanno valori radicati e un forte senso d’identità e d’orgoglio.
Per questo continuano a pervenirci lamentele per la mancata tutela e la non adeguata promozione dell'immagine della Polizia Penitenziaria presso l'opinione pubblica.
Raccoglietelo questo disagio: è quello di chi lavora ogni giorno, nel silenzio e tra mille difficoltà ma con professionalità, umanità, competenza e passione nel dramma delle sezioni detentive italiane.
Ci ripugna leggere e sentire di morti “sospette” nelle carceri italiane perché questo vuole dire rappresentare i penitenziari italiani come luoghi fuori dalle regole della democrazia e delle leggi in cui accade “di tutto, di più”. Così non è!
 
Ribadiamo ancora una volta che proprio noi, che rappresentiamo il primo e più rappresentativo Sindacato della Polizia Penitenziaria, siamo i primi a chiedere che il carcere sia una casa di vetro, perché non abbiamo nulla da nascondere.
 
Non è accettabile il gioco al massacro all’onorabilità della Polizia penitenziaria e dei suoi appartenenti che va in scena da ormai molte settimane.
La Legge 395 del 1990 istituisce il Corpo di Polizia Penitenziaria il quale eredita gli uomini del Corpo degli Agenti di Custodia e le donne Vigilatrici penitenziarie.
La Polizia Penitenziaria in quegli anni non eredita solo le persone con il loro bagaglio professionale e culturale, ma anche l'immagine di un mondo, quello penitenziario, che l'opinione pubblica interpreta attraverso stereotipi di vecchia data, generati perlopiù da quell'alone di mistero e riservatezza di cui un carcere, per sua natura è circondato.
 
Oggi possiamo affermare che la Polizia Penitenziaria è sulla strada della completa attuazione di quel processo di riforma iniziato negli anni '70, ma mancano precisi e fondamentali tasselli per raggiungere il risultato finale.
 
Noi riteniamo che uno di questi imprescindibili passaggi sia proprio quello di dare piena visibilità del lavoro svolto dalla Polizia Penitenziaria, attraverso tutti i canali mediatici di cui la nostra democrazia dispone.
E' importante per il Paese conoscere il lavoro svolto dai nostri colleghi, è importante che la Società riconosca e sostenga l'attività risocializzante della Polizia Penitenziaria e ne comprenda i sacrifici sostenuti per svolgere tale attività, garantendo al contempo la sicurezza all'interno e all'esterno degli Istituti.
 
Il nostro Corpo è costituito da persone che credono nel proprio lavoro, che hanno valori radicati e un forte senso d’identità e d’orgoglio.
 
Tutto questo non può però essere messo mediaticamente in evidenza sempre e solo dal Sindacato…

Scritto da: Ironside
(Leggi tutti gli articoli di Ironside)






 

Ultime Notizie Le ultime foto pubblicate
Arrestato Agente penitenziario: fornì telefono a un detenuto che gestiva la prostituzione della sorella e della compagna dal carcere di Frosinone
Agente penitenziario di Frosinone agli arresti domiciliari per corruzione: operazione ancora in corso, ci sarebbero altri Poliziotti coinvolti
Giornata della legalità: nel carcere di Arienzo i detenuti leggono i nomi di tutte le vittime di mafia e minuto di raccoglimento per Don Peppino Diana
Detenuto girava video dal carcere: arrestato con arsenale in casa, torna ai domiciliari con il braccialetto elettronico
Delega al Governo per dare Skype anche ai mafiosi? Insorge l''Associazione Vittime del Dovere
Tentata evasione dal carcere di Ivrea: detenuto fermato prima che arrivasse al muro di cinta
Detenuto ricoverato, esponente di spicco di un clan di Messina, libero di girare per l''ospedale di Parma
Qui comandiamo noi: detenuti aggrediscono con bastoni i Poliziotti penitenziari del carcere modello di Bollate


La Polizia Penitenziaria in una foto", il primo album fotografico della Polizia Penitenziaria creato dagli appartenenti alla Polizia Penitenziaria stessa!

 Foto della Polizia Penitenziaria Inviaci le tue!

Più di 1.300 ricevute in un anno!

 


Commenti Commenti dei lettori

n. 1


Per ottenere tutto questo è necessario che tutti noi, nessuno escluso, ci impegnamo a migliorare l'immagine del nostro Corpo. E questo possiamo farlo soltanto dimostrando quanto valgono i poliziotti penitenziari, tutti uniti e senza contrapposizioni.
Certamente il sistema giusto non è quello che sta adottando qualche sindacalista che si è messo a rimorchio di Pannella e dei radicali...
Non abbiamo niente da spartire con quelle persone che ogni giorno ci attaccano sui giornali addossandoci la responsabilità di tutto quello che succede in galera.
Io non me li sono dimenticati i radicali quando stavano coi cartelli fuori dal carcere e ci gridavano gli slogan contro.

Di  marione  (inviato il 22/12/2009 @ 19:06:46)




Scrivi un commento Scrivi un commento

Testo (max 1000 caratteri)

Nome

Link (Visibile a tutti)


Email (Visibile solo dall'amministratore)


Salva i miei dati per futuri commenti

Ricevi in email la notifica di nuovi commenti

I commenti sono moderati. Il tuo commento sarà visibile solo quando approvato.
Il seguente campo NON deve essere compilato.



Disclaimer
L'indirizzo IP del mittente viene registrato, in ogni caso si raccomanda la buona educazione.

54.166.77.32


Pagina Facebook di Polizia Penitenziaria

Email Polizia Penitenziaria. Richiedila gratis o a pagamento




Tutti gli Articoli
1 Agente della Polizia Penitenziaria si suicida con la pistola d''ordinanza in casa davanti ai familiari

2 In memoria di Girolamo Minervini, ucciso dalle B.R. a Roma, appena nominato Direttore Generale degli Istituti di Prevenzione e Pena

3 Santi Consolo confermato Capo DAP: il Consiglio dei Ministri di questa mattina lo rinomina in extremis

4 Luigi Bodenza, Assistente Capo di Polizia Penitenziaria: ucciso in un agguato mafioso il 25 marzo 1994

5 Ancora una evasione, da Frosinone. Sappe: Qualcuno sta tentando di smantellare la sicurezza nelle carceri: non si sventano evasioni senza sentinelle e senza sorveglianza nelle sezioni!

6 Cosa accadrebbe se non passasse il riordino delle carriere?

7 Riordino vuol dire mettere ordine

8 Nel nostro lavoro, alla fine, o impari o devi imparare per forza

9 Pensione buonuscita ai dirigenti penitenziari: l''INPS nega i sei scatti, spettano solo alla Polizia Penitenziaria

10 Progetto del nuovo carcere di Nola: a cosa sono serviti allora gli stati generali dell''esecuzione penale?





Tutti gli Articoli
1 Qui comandiamo noi: detenuti aggrediscono con bastoni i Poliziotti penitenziari del carcere modello di Bollate

2 Agente penitenziario suicida: non riusciva a mantenere i tre figli disoccupati

3 Polizia Penitenziaria blocca evaso da permesso premio dopo inseguimento e pistole fuori dalle fondine

4 Arrestato Agente penitenziario: fornì telefono a un detenuto che gestiva la prostituzione della sorella e della compagna dal carcere di Frosinone

5 Agente penitenziario di Frosinone agli arresti domiciliari per corruzione: operazione ancora in corso, ci sarebbero altri Poliziotti coinvolti

6 Evadono in due dal carcere di Frosinone: il macellaio del clan Belforte fugge, l''altro è rimasto ferito

7 Collaboratori di giustizia e testimoni di giustizia: i numeri del Servizio centrale di protezione

8 La rete era tagliata da giorni, hanno smontato il televisore della cella, soffitto e poi lenzuola: ecco come sono evasi i due da Frosinone

9 Detenuto evade dal carcere di Alessandria: era addetto alla pulizia delle aree esterne del penitenziario

10 Nuovi particolari su evasione da Frosinone: i complici sono saliti sul muro di cinta con una scala


  Cerca per Regione